Crea sito

Latest

la rivincita della Basilicata

-Fantozzi, qual è la terra dei samurai?

- la Basilicata…”

Mai le parole del ragioniere Ugo Fantozzi furono piú profetiche; non con riguardo ai guerrieri giapponesi, forse, ma sicuramente presaghe di un riscatto che, prima o poi sarebbe arrivato.

La nomina di Matera come capitale della Cultura per il 2019, in coppia con la bulgara Plovdiv, ci ha fatto gioire tutti, come italiani e come fruitori di un immaginario collettivo che troppo spesso relega alcuni contesti ad una periferia che, assolutamente, non meritano.

Pare che la regione Basilicata, anche detta Lucania, la nomina se la sia ben meritata; stando a fonti come Repubblica, Matera era l’unica delle sei città finaliste ad aver costituito una fondazione, denominata “Basilicata – Matera 2019″, con base economica solida, in grado di concretizzare quanto prospettato:

“Circa 50 milioni di euro di investimenti, 25 già in dotazione alla fondazione Basilicata-Matera 2019. (…) La Fondazione è stata costituita all’inizio di settembre, in concomitanza con la preparazione del secondo dossier. Venti milioni sono stati stanziati con una delibera della giunta regionale, altri 5 arrivano dal Comune di Matera. A questi, si aggiungeranno quelli di altre istituzioni e associazioni, oltre al denaro che arriverà dai privati allettati dall’occasione. E proprio su questo fronte ora si comincerà a giocare.”

In bocca al lupo e complimenti, di vero cuore.

Ci piace ricordare, inoltre, che la Matera e, piú in generale, l’intera Basilicata, sono state e diventano sempre piú spesso i luoghi dell’avventura cinematografica, teatro di set e location d’assoluto prestigio. Fin troppo ovvio citare ‘il Vangelo secondo Matteo‘ di Pasolini, che proprio quest’anno celebra il cinquantenario, cosí come i piú recenti ‘Basilicata Coast to Coast‘ con Papaleo e Gassman e, soprattutto, ‘The Passion‘ di Mel Gibson, (secondo capitolo però in Sicilia); d’obbligo il riferimento ad un altro film biblico, ‘Christ the Lord’, sull’infanzia di Gesú, tratto dal romanzo omonimo di Anne Rice, diretto da Cyrus Nowrasteh e prodotto, tra gli altri, da Chris Columbus.

Al festival di Roma ben due sono le pellicole in lizza realizzate in Basilicata, ‘Biagio‘, di Pasquale Scimeca, e ‘Tre tocchi‘, di Marco Risi. I messicani hanno realizzato in Lucania la telenovela ‘Muchacha italiana viene a Casarse’, i cinesi hanno girato a Matera Let’s Get Married , che uscirà a febbraio in 3000 sale cinematografiche di Pechino e dintorni, mentre gli americani della MGM, per il remake di ‘Ben Hur’, il celeberrimo kolossal interpretato da Charlton Heston, starebbero valutando proprio la terra che ha dato i natali a Pasquale Festa Campanile, Carmen Lasorella, Antonio Vivaldi nonché, udite udite, Lina Wertmüller e Francis Ford Coppola.

Si consulti anche il sito www.lucanafilmcommission.it, se si ha un attimo di tempo, e si avrà una sorpresa continua, che deriverà dalla scoperta di decine di titoli di prestigio che hanno deciso di nascere, vivere, respirare tra i sassi di Matera o negli altri incantevoli luoghi della Lucania.

Ci si ricordi infine, si parva licet, che anche Porfirio Patagòs, protagonista de ‘il lungo viaggio di Porfy‘, ha vissuto a Matera una delle sue avventure.

Quanto a te, Molise, quando sarà il tuo momento?

Agon Channel pronto all’agone

La lingua albanese non figura tra quelle che mi è stato possibile studiare ma è bastata una veloce ricerca per scoprire che ‘Agon‘, in quella lingua cosí originale, significa ‘Alba‘; oltre a significare “alba”, Agon è il nome di un canale televisivo, nato in Albania con anima internazionale, pronto a far faville anche da noi, al numero 33 del digitale terrestre.

Duecento persone all’attivo, autori albanesi e italiani, Agon Channel si preannuncia come una televisione generalista, con una programmazione totalmente inedita al nostro pubblico, basata su generi diversi: Reality (guardie del corpo, calciatori), Talent, Game, Talk show – infotainment, Sport (a cura di Giancarlo Padoan) e News, tentanto d’accendere con particolare attenzione il pubblico compreso nella fascia tra i 18 e i 55 anni.

Durante l’estate se n’è parlato moltissimo, anche in virtú di un casting particolarmente lungo e impegnativo che si è sviluppato lungo tutta la penisola. Altro argomento di conversazione sono stati gli artisti e i professionisti che popoleranno il palinsesto dell’emittente fondata un anno e mezzo fa dall’imprenditore italiano Francesco Becchetti, e sono girati nomi d’assoluto prestigio (tra i collaboratori passati e attuali dell’emittente Alessio Vinci, Jimmy Ghione, Kledi Kadiu, Enzo Iacchetti, Manuela Arcuri, Barbara D’Urso, Alba Parietti, Pupo come direttore artistico dello sviluppo game show della rete). L’ultimo cavallo di razza ad essere entrato nelle albanesi scuderie sembra essere Sabrina Ferilli, che diventerà conduttrice del programma ‘Contratto‘, definito in una nota come

“Una nuova formula di talk show ‘personale’ e intimo che nella versione per la tv albanese, dal titolo ‘Kontrata‘, ha riscosso un grande apprezzamento da parte del pubblico e ha visto, tra gli ospiti, anche l’ex presidente della Repubblica Albanese Bamir Topi, e tanti altri nomi di pari importanza”

In ogni puntata, un ospite di prestigio dovrà sottoscrivere un “contratto” con il pubblico e impegnarsi pubblicamente a rispettarlo (il format non è di Berlusconi e non risale a vecchie campagne elettorali, a scanso d’equivoci…).

(< – com. stampa; ANSA)

agon_channel_al

Cinecittà ed il festival di Roma

L’edizione 2014 del Festival internazionale del Film di Roma (16 – 25 ottobre) comincerà domani (vedi oltre) ma Cinecittà ha deciso di farsi bella, se possibile piú bella, già qualche giorno prima, con una nuova insegna e una facciata restituita all’antico splendore; il lavoro, che ha richiesto 300 mila euro d’investimento, ha comportato la rimozione di tutti i lavori pittorici che si erano sovrapposti nei decenni ai colori originali, con successiva ricolorazione con gli stessi pigmenti ed ingredienti adoperati originariamente, recuperati grazie ad un paziente lavoro di ricerca dello staff di Cinecittà, in collaborazione con la sovrintendenza ai beni culturali di Roma Capitale.

Ha avuto luogo ieri sera, infatti, una serata di gala, con cocktail e cena sul set di Roma Antica, alla quale hanno presenziato personaggi del calibro d Dante Ferretti, Anna Ferzetti, Ornella Muti, Riccardo Scamarcio, Luisa Ranieri (madrina dell’ultimo festival di Venezia), Riccardo Milani, Valentina Corti, Claudia Gerini, Paola Cortellesi, Marco Müller (direttore del citato Festival di Roma), Roberto Cicutto (presidente di Istituto Luce Cinecittà), Caroline Scheufele (co-presidente di Chopard) e Luigi Abete, Presidente onorario di Cinecittà Studios. È stato proprio quest’ultimo, Abete, a ricordare che

Read the rest of this page »

social book day

Ricorre oggi, 15 ottobre 2014, la seconda edizione del Social Book Day, (#socialbookday). Iniziativa tra le piú simpatiche e meritorie, il Social Book Day nasce per iniziativa di Libreriamo, la piattaforma digitale di libri e cultura, e intende promuovere i libri nella cultura digitale, attraverso pagine Facebook, profili Twitter, video su YouTube, blog, community e forum.

Partecipare è semplicissimo: è sufficiente postare nel proprio spazio virtuale (appunto blog, Facebook ecc…) un pensiero, una citazione letteraria o un invito a sostegno della lettura, usando l’hashtag #socialbookday.

Non si vince nulla ma si dà senz’altro una mano al mondo dell’editoria perché, come diceva Emily Dickinson,

“nessun vascello è veloce come un libro”.

#socialbookday

una notte al museo (dell’Hermitage)

Oltre all’appuntamento con Harlock e l’Arcadia della sua giovinezza, previsto per domani, le sale cinematografiche italiane ci offrono in queste ore un altro evento di raro interesse: la possibilità di visitare il museo dell’Hermitage al cinema.

In occasione del 250° anniversario del museo, nella sola giornata di oggi, Nexo Film propone un viaggio cinematografico al museo di San Pietroburgo, ex dimora degli zar, divenuta ricettacolo di una delle collezioni d’arte di maggiore prestigio e importanza al mondo:

Read the rest of this page »

12 ottobre in Calabria: fiori di carta tra fumetti e misteri

Fiori di carta‘, mediometraggio nato dall’opera di Martina Zito e Bruno Panuzzo, con musiche dei The Bronx, inizia oggi da Reggio Calabria la tournée in giro per l’Italia; sarà a Cosenza il 29 ottobre, a Roma il 4 novembre, a Torino il 6, il 15 a Lamezia Terme, il 22 a Taormina.

Il progetto, diretto da Andrea Grollino su immagini di Stefano Marra, portato a termine dall’Associazione ‘Nuova Calabria’ e dall’emittente televisiva ‘Fimmina TV‘, ha visto la partecipazione di oltre settanta ragazzi, da oggi noti anche come ‘Ragazzi dei Fiori di Carta’ che hanno espresso il valore vero della Calabria e la sua parte migliore. Non solo cinema, tuttavia; nell’ambito del progetto sono state inserite anche coreografie, interpretate dai ragazzi del M° Domenic Scaglione (Associazione Entertainment and Events A.B.C.) e dagli allievi della Maestra/ responsabile casting Francesca Todarello (Associazione Insieme è più bello Dance), musiche e quello che gli specialisti del marketing chiamano merchandising, cioè libri, quaderni e gadget.

Con riguardo al mondo dei fumetti, è prevista oggi la presentazione del numero speciale di Dylan Dog ambientato a Cosenza (auditorium A. Guarasci, ore 18.00, con gli autori Giuseppe De Nardo e Daniele Bigliardo). L’evento ha luogo nell’ambito del festival ‘Le strade del paesaggio’, che si tiene nella città calabrese dal 10 al 26 ottobre; dopo l’inaugurazione, l’albo di Dylan con la storia ‘Un amore mostruoso a Cosenza’ verrà distribuito gratuitamente fino ad esaurimento scorte.

Luca Scornaienchi, direttore artistico del festival, ha dichiarato:

“Da lettore ho sempre sognato che Dylan Dog un giorno potesse camminare per le strade della mia città. Da organizzatore sono orgoglioso di aver contribuito alla promozione del mio territorio, valorizzando straordinariamente le opere d’arte di Cosenza attraverso un fumetto così amato. Mi aspettavo l’entusiasmo che si è creato in questi giorni, anche perché l’attesa era spasmodica dal 2012, quando è iniziato il percorso per la realizzazione del numero speciale tra i primi in Italia e in Europa. I collezionisti italiani e stranieri sono sulle nostre tracce e siamo subissati da centinaia di migliaia di richieste. A tal proposito ringraziamo Sergio Bonelli Editore e gli ideatori, che hanno dato anche l’autorizzazione per l’e-book che sarà disponibile gratuitamente sul nostro sito a partire dal 15 ottobre”.

dylan dog Dylan Dog, numero speciale ambientato a Cosenza

Il festival ‘Strade del pensiero’ prevede innumerevoli altri appuntamenti, tra cui le celebrazioni per il compleanno di Pippo, amico fidato di Topolino. Quanto a Dylan Dog, uscirà a breve nelle sale il fan film finanziato col crow funding del quale si era, a suo tempo, accennato.

Per concludere, si vuol ricordare che una casa di produzione russa ha realizzato dei sopralluoghi a Crotone, sulla spiaggia di Capocolonna, al porto e in centro, al fine di rinvenire i luoghi piú adatti alla realizzazione di una fiction che sarà vista, una volta realizzata, da milioni di russi.

->newsdicalabria.com

-> AGI

la notte di Leopardi

Ha luogo in queste ore, a Recanati, La notte del giovane meraviglioso, interamente dedicata a Giacomo Leopardi.

Mentre Fabio Fazio, nel suo piccolo, ospitava Elio Germano in televisione per presentare il film di Mario Martone prossimamente nelle sale, la cittadina marchigiana, nelle persone degli amministratori comunali e dell’Amat, organizzava una simpatica celebrazione rievocativa del suo cittadino piú illustre. Previsto un ritorno al passato in piena regola, in quell’Ottocento che vide l’esperienza spirituale e umana del Recanatese, con intrattenimenti ricostruiti in modo filologico, musiche, giochi per grandi e piccini, come la palla al bracciale.

Quanto al citato film ‘Il giovane meraviglioso‘, di Mario Martone, sarà oggetto di proiezione in anteprima nazionale domani pomeriggio, domani sera e lunedí, alla presenza del regista e degli attori.

21st Century Fox and Apollo acquire Endemol, Shine Group & CORE Media

21st Century Fox and Apollo Announce Agreement to Create a Leading Global Multi-Platform Content Provider, Bringing Together Endemol, Shine Group and CORE Media

NEW YORK– 21st Century Fox (NASDAQ: FOXA, FOX) and funds managed by affiliates of Apollo Global Management, LLC (NYSE:APO) today announced a final agreement to create a leading global multi-platform content provider, bringing together Endemol, Shine Group and CORE Media. Under the terms of the agreement 21st Century Fox and Apollo will jointly manage the newly created group, with each owning 50 per cent. The group’s businesses will have creative operations in over 30 markets, with a diverse portfolio of over 600 formats, both scripted and non-scripted, coupled with digital, gaming, and distribution operations. Read the rest of this page »

Oscar 2015, Best Foreign Language Film: films & countries

Italy has purposed Paolo Virzí’s ‘Il Capitale umano‘ as the Best Foreign Language Film at Oscars 2015; what about other countries?

Well, 83 different countries submitted a film to the attention of Academy of Awards and they are to await next January 15, 5.30 pm for the official communication, at Samuel Goldwyn Theater.  Nominees will definitively know if they are the winners of Oscars 2015 on February 22, at Hollywood Dolby Theater, live broadcasting by ABC Television and in more than 225 countries all around the world.

Hereafter the entire list; please note that Kosovo, Malta, Mauritania and Panama participate for the first time.  Read the rest of this page »

las cuerdas mejores

Cuerdas‘ è il cortometraggio in cui Pedro Solís García tratta l’argomento della paralisi cerebrale; è vincitore del premio Goya® 2014 come miglior cortometraggio animato, nonché del premio al miglior regista al festival dell’Orchidea d’oro in Pennsylvania.

Solís García, regista e sceneggiatore, immagina una storia dolcissima, una bimba che vive in un orfanotrofio e si accorge che il compagno di classe appena arrivato ha bisogno di qualche attenzione in piú, perché sofferente di paralisi cerebrale. Maria, questo il nome della piccola, lo circonda di attenzioni e fa di tutto per farlo guarire, instaurando un’amicizia che, pur raccontata in dieci minuti, è senz’altro da annoverare tra le piú nobili della storia del cinema dell’animazione.

In realtà la storia è ispirata alle vicende familiari del regista, padre di un bimbo, Nicolàs, affetto proprio dalla citata patologia, e di una bambina di nome Alessandra che, fin dall’arrivo del fratellino, lo ha amato e ha trascorso con lui ogni momento che le era possibile:

“È parte della mia vita, il bambino è mio figlio, la sedia è quella di mio figlio. Sono le sue piccole mani, i denti rotti dai farmaci, i suoi capelli ricci. Oggi Nicolàs sta bene, siamo stati a casa perché, quando non dormiamo a casa, siamo in ospedale.”

(…) Io sono una vittima, però c’è un’equipe molto grande dietro al corto, che ha fatto in modo che venisse bene.

Infuriato con chi ha caricato il corto in rete senza autorizzazione, pieno di dolore, conclude tuttavia:

“stavo per comprare una sedia nuova per mio figlio e non potremo comprarla. Avere un premio Goya non aiuta una famiglia come la mia.”

Bisogna accudire in tutto un figlio di vent’anni per nulla autosufficiente e

“nessuno ad aiutarti”

cuerdas solis garcia

 

- > http://cuerdasshort.com/

->https://www.facebook.com/CuerdasCorto

->www.cope.es

Ulisse – la ricchezza della scoperta

La puntata di Ulisse – il piacere della scoperta andata in onda sabato sera su Rai 3, è stata vista da 1.417.000 telespettatori, per una share del 6.66% (dati Auditel).

Pochi, pochi davvero; complici la contemporanea partenza degli spettacoli del sabato sera di Rai 1 e Canale 5 (‘Ballando con le stelle 10′ e ‘Tú sí que vales!’) ed un posizionamento non particolarmente rispettoso del target giovane che, notoriamente, il sabato sera esce (l’ideale sarebbe andare a cena direttamente con Alberto Angela, unire l’utile al dilettevole ).

È stata puntata tra le piú interessanti; ha trattato del nostro patrimonio artistico, per l’80, forse il 90 per cento ancora da scoprire, di quella “Grande ricchezza” per la quale il nostro Paese è unico al mondo e merita d’essere salvaguardato, dai nuclei speciali delle Forze dell’ordine, dagli specialisti del restauro ma anche da ognuno di noi.

È stata in grado di ricordarci come, anche in Italia, ci siano stati e operino ancora dei Monuments Men (Rodolfo Siviero, Pasquale Rotondi…) che nulla hanno da invidiare a quelli ricordati dal film di Clooney.

Quando, nel quotidiano, troviamo una testimonianza del passato, una piccola statua, un vaso, una moneta antica ma anche, se davvero fortunati, l’ingresso di una tomba etrusca, è nostro dovere segnalarne il ritrovamento entro ventiquattr’ore; il compenso non sarà immediato ma il merito incommensurabile.

i mercati di martedí (2)

Il confronto tra Ballarò e diMartedí  si interrompe con questo post, aggiornato ai dati Auditel del 7 ottobre. In questo momento tutti i talk giornalistici stanno subendo un abbassamento degli ascolti. Read the rest of this page »

il compleanno dell’URI

La radio italiana nasceva il 6 ottobre 1924 ed il 2014, pertanto, comporta per la Concessionaria di Stato per l’esercizio radiotelevisivo una ricorrenza doppia: il 3 gennaio, come si è ricordato, nasceva la televisione, il 6 ottobre l’URI, che poi sarebbe diventata EIAR e infine, appunto RAI.

Maria Luisa Boncompagni  fu la prima annunciatrice; Ines Viviani Donarelli, sebbene violinista, la prima ad annunciare il concerto inaugurale; il contesto era quello del Fascismo, con l’Agenzia Stefani unica fonte di notizie e i palinsesti composti esclusivamente di cronaca, poi anche di sport, gli altri generi solo a seguire.
Ecco la programmazione con la quale i tre canali RadioRai festeggeranno l’evento (com. stampa):
Read the rest of this page »

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: