Crea sito

Latest

Paschalis e i misteri del video

sulle note di Papyrus e i misteri del Nilo (Alessandra Valeri Manera – Franco  Fasano)

La la la la la la lai Paschalis

La la la la la la la…

La la la la la la lai Paschalis

La la la la la la la… Read the rest of this page »

web in Italy and development countries

Two interesting studies, (Censis – UCSI and Pew Research Center) have highlighted the relationship of people with internet, respectively in Italy and in some countries in the developing world. A casual combination.
The landline is disappearing; only 1% of the population of Ghana, Nigeria, Bangladesh and Uganda have a fixed line, compared to 60% of the citizens of the United States of America. By them as well, mobile and smartphones have replaced the drive.
52% of Chinese buy on the web; 93% of Filipinos use forms of social networking, 75% of Lebanese do it for talking of politics (66 in Egypt, 63%in Jordan).
In Ukraine only 53% of the population has access to the network but 80% of the population said they follow politics thanks to the internet.
And in Italy?

Due interessanti studi, (Censis – Ucsi e Pew Research Center) hanno messo in luce il rapporto delle persone con internet, in Italia e in alcuni Paesi in via di sviluppo. Accostamento casuale.
Il telefono fisso sta scomparendo; solo l’1% della popolazione di Ghana, Nigeria, Bangladesh e Uganda possiede una linea fissa, contro il 60% dei cittadini degli Stati Uniti d’America. Anche da loro, cellulare e smartphone hanno soppiantato il fisso. Il 52% dei cinesi compra sul web; il 93% dei filippini utilizza forme di social networking, il 75% dei libanesi lo fa per parlare di politica (in Egitto il 66 e in Giordania il 63%).
In Ucraina ha accesso alla rete solo il 53% della popolazione ma l’80% della popolazione ha dichiarato di seguire la politica grazie a internet.
E in Italia?

Read the rest of this page »

l’eleganza dell’asino

Oggi è Domenica delle Palme e si ricorda l’arrivo di Gesú a Gerusalemme, accolto in trionfo e chiamato figlio di Davide, re d’Israele.

Lasciando alle opportune istituzioni le tematiche del caso, una domanda sorge spontanea: perché il figlio di Dio arrivò a Gerusalemme cavalcando un’asina?

La risposta non è ovvia come potrebbe sembrare ed il sottoscritto è in grado di fornirla in virtú di una delle provvidenziali conferenze a cui si è pregiato di presenziare.

Una volta tra asini e cavalli non c’era differenza di valore, anzi i primi erano cavalcature d’assoluto prestigio, degne di trasportare le migliori persone, finanche figli di re, Messia e figli di Dio.

A tal punto erano nobili gli asini che gli Hyksos ne riproducevano le teste sugli scettri dei loro condottieri e li consideravano alla stregua di animale totemico. Ed è proprio su questo punto che, si perdoni, casca l’asino!

Gli Hyksos Read the rest of this page »

santi, poeti, navigatori, analfabeti

“L’unico pericolo sociale è l’ignoranza.”

Victor Hugo

Quattro italiani su dieci sono privi di titoli di studio o hanno conseguito la sola licenza elementare, tre su dieci soltanto la media inferiore. Ad essere precisi, è analfabeta o semianalfabeta il 39, 2% degli italiani, corrispondente a ventidue milioni e mezzo di persone; alcune regioni del Paese sono particolarmente a rischio, soprattutto al Sud, dove la percentuale si arrotonda ad un inquietante 40%. La Calabria, pur figurando tra le regioni “a rischio”, vanta un numero di laureati superiore a quello del Veneto e della Valle d’Aosta, praticamente pari al Piemonte (5,1% contro 5, 4,2 e 5,5).

Rispetto ad altri trenta Paesi del mondo civilizzato, Read the rest of this page »

i suoi primi (fantozziani) quarant’anni

Fantozzi è come Gogol

Evgenij Aleksandrovič Evtušenko

fantozzi

ragionier Ugo Fantozzi e famiglia

Il ragioniere Ugo Fantozzi ha sempre dichiarato d’appartenere al segno zodiacale del Topo ma, stando all’astrologia occidentale e alla storia del cinema, il suo compleanno dovrebbe cadere proprio oggi.

Il personaggio era nato negli anni Sessanta, a teatro e in televisione, sovrapponendosi ad altri due personaggi di Villaggio come Fracchia e Kranz. Poi la carta stampata e i libri culto.

Era il 27 marzo 1975, però, quando nelle sale cinematografiche italiane cominciava a camminare il personaggio comico – umoristico forse piú riuscito del nostro cinema, interpretato da un Paolo Villaggio che,  in un affresco geniale del mondo e dell’animo umano, ha personificato il ruolo attanziale del travet martirizzato.

la terra dei santi

Esce oggi nelle sale cinematografiche ‘La terra dei Santi’, film di Fernando Muraca tratto dal libro di Monica Zappelli ‘Il cielo a metà’ (Baldini & Castoldi).

La pellicola, esordio del Muraca, sembra prendere il La dall’importanza del ruolo delle donne nella ‘ndrangheta, dalla loro capacità di rinunciare all’omertà per amore dei figli; il regista ha infatti dichiarato:

“Per le donne di mafia c’è una grande possibilità che i loro figli moriranno giovani o finiranno in galera. Cosí abbiamo pensato insieme a Monica Zappelli che la risposta potesse arrivare proprio dalle donne”.

È stata la detta Zappelli, che ha scritto anche la sceneggiatura assieme a Muraca, a chiarire uno degli snodi concettuali piú delicati:

Read the rest of this page »

annunciazione annunciazione

Con buona pace del vangelo apocrifo di Filippo, il calendario cattolico ricorda oggi la festività dell’Annunciazione, che ricorre nove mesi prima del santo Natale e ricorda l’arrivo dell’ἄγγελος Gabriele a casa della santa Vergine.

Un sarcofago paleocristiano, risalente al 330 – 350 d.C., rinvenuto nel 1941 a Boville Ernica (Fr), potrebbe sembrare la semplice rappresentazione della Natività ma, secondo recenti studi, sarebbe in realtà l’allegoria della vera Annunciazione, cioè del giorno in cui Gesú fu effettivamente concepito. Secondo i ricercatori, le particolari sproporzioni e anomalie nel bassorilievo sarebbero una mappa astronomica, che riproduce fedelmente il cielo e i pianeti alla mezzanotte tra 19 e 20 marzo dell’anno 1, effettivo primo equinozio di primavera dell’era volgare, quell’anno in leggero anticipo. Secondo i medesimi ricercatori, la posizione dei pianeti ha composto “la stella del re dei Giudei” (Mt 2,2) ovvero la Stella di Davide: Read the rest of this page »

Il senso della vita

Vivere serve a

realizzare i propri sogni,

imparare cose nuove,

migliorare il mondo

Bellezza & Legalità

21 marzo, giornata di Libera in ricordo delle vittime della mafia

21 marzo, giornata di Libera in ricordo delle vittime della mafia

Giornate Fai di primavera 2015

Giornate Fai di primavera 2015

 

 

CLICCARE SUI LOGHI PER I SITI UFFICIALI E I DETTAGLI

Disney tales among Dumbo, Star Wars and Cinderella

Disney takes care of tales and music. These days Cinderella rules, directed by Kenneth Branagh, set designed by Dante Ferretti, costume designed by Sandy Powell, starred by Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett, Helena Bonham-Carter, moreover preceded by ‘Frozen Fever‘ (a spin-off of the successful Frozen). It is not to wait long (April 2) for ‘Into the Woods‘, by Rob Marshall, inspired by the Stephen Sondheim musical, with lyrics by James Lapine.
Set into the magical world of the Grimm Brothers, the film foresees Johnny Depp in the role (and hair) of the Big Bad Wolf, Meryl Streep in those of a witch and, in other roles, Emily Blunt (Miller’s wife), Anna Kendrick (Cinderella) and Chris Pine (a rascal – prince). It would seem unnecessary to disturb the reminiscences of Semiotics and that Propp on psychoanalytic interpretations of Little Red Riding Hood, but it seems that the film, if not by Propp, just starts by Bruno Bettelheim and his fundamental ‘The Uses of Enchantment‘ and then moves with complete nonchalance including Cinderella, Rapunzel, Jack and the Beanstalk, the daughter of Miller, the aforementioned Red Riding Hood.
It was learned recently, also, that the remake of Dumbo will be directed by Tim Burton,
Disney tiene alle fiabe e alla musica. In questo periodo furoreggia ‘Cenerentola’ (di Kenneth Branagh, scenografie di Dante Ferretti, costumi di Sandy Powell, con Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett, Helena Bonham-Carter), peraltro preceduta da ‘Frozen Fever’ (spin off del fortunatissimo Frozen) ma non si dovrà attendere molto (2 aprile) per ‘Into the woods’, film di Rob Marshall ispirato al musical di Stephen Sondheim, con testi di James Lapine.
Ambientato nel magico mondo dei fratelli Grimm, il film vede la partecipazione di Johnny Depp nei panni (e nel pelo) del Lupo Cattivo, Meryl Streep in quelli di una strega nonché, in altri ruoli, Emily Blunt (moglie del Mugnaio), Anna Kendrick (Cenerentola) e Chris Pine (un principe birichino). Sembrerebbe inutile scomodare le reminiscenze di Semiotica e quel Propp sulle interpretazioni psicanalitiche di Cappuccetto Rosso ma pare proprio che il film, se non da Propp, prenda le mosse da Bruno Bettelheim e dal suo fondamentale ‘Il mondo incantato’ per poi muoversi, con assoluta nonchalance, tra Cenerentola, Rapunzel, Jack e il fagiolo magico, la figlia del Mugnaio, la citata Cappuccetto Rosso.
Si è saputo da poco, inoltre, che il remake di Dumbo sarà diretto da Tim Burton,

Read the rest of this page »

la magia del cinema negli ospedali

“Questa mattina presso la sede romana di Rai Cinema, il regista premio Oscar® Giuseppe Tornatore ha presentato alla stampa italiana lo spot ufficiale da lui scritto e diretto per sostenere MediCinema Italia Onlus, con le musiche di Claudio Baglioni. Lo spot è stato realizzato presso il Policlinico A. Gemelli di Roma per sostenere la campagna di fundraising di MediCinema Italia Onlus. La campagna ha l’obiettivo di supportare l’importante progetto della Onlus: la costruzione della prima sala cinematografica integrata in una struttura ospedaliera pubblica, uno spazio destinato alla “cinematerapia” e alla terapia di sollievo per i degenti del Policlinico Gemelli e i loro familiari. In questa occasione inoltre, Rai Cinema ha annunciato Read the rest of this page »

spicchi di fumetto tra baffi di cinema

“I fumetti sono il nostro ultimo legame con un modo antico di tramandare la storia. Gli antichi egizi dipingevano sui muri”.

Night Shyamalan, Unbreakable, in “8 ½” n°19

I legami tra Settima, Ottava e Nona Arte (Cinema, Radio -TV e Fumetto) sono sempre stati fruttuosi e la Decima, secondo noi il web, è sempre lieta di raccontarli. Molte, d’altra parte, sembrano le correlazioni tra i rispettivi linguaggi, che tentano di rappresentare la visione con la creatività, il lavoro e strumenti talvolta assimilabili.
Il numero 19 del mensile “8 ½” ha dedicato ampio spazio all’argomento, chiedendosi “Ma agli italiani piacciono ancora i fumetti?”. Parrebbe interrogativo retorico ma il continuo affermarsi di fumettisti italiani all’estero, pur senza effettivo espatrio, è un dato su cui riflettere. Read the rest of this page »

maravigliosi Taviani

Curato nei minimi dettagli, ‘Maraviglioso Boccaccio’ è stato finalmente oggetto delle mie cinefile attenzioni giovedí sera.

Maravigliosa la regia, maravigliosa la fotografia, maravigliosa l’ambientazione, maravigliose (la gran parte del)le interpretazioni. Maraviglioso anche il falcone.

In un ragguardevole sforzo filologico,  tecnico e artistico, Read the rest of this page »

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: