Crea sito

Latest

un bene attivo

Se il Bene facesse sempre il suo dovere,

il male non esisterebbe.

coordinamento cinema e audiovisivo

Cna, Industria Cinema e Audiovisivo Roma si è costituito lo scorso 19 febbraio, in seno a Cna Industria Roma e nell’ottica di valorizzazione dell’audiovisivo come asset d’eccellenza del Lazio e della Capitale:

“la scelta di collocare il comparto del cinema e dell’audiovisivo all’interno di Cna Industria discende dalla forte convinzione, più volte ribadita e rafforzata anche in sede comunitaria, del valore industriale di questo comparto e delle forti aspettative in termini di sviluppo, innovazione ed internazionalizzazione. (…) Il punto di congiunzione tra le varie esperienze associative è stata una visione della convergenza digitale tra cinema, televisione e web come chiave per dare al comparto una connotazione e il suo giusto riconoscimento all’interno dei percorsi di nuova industrializzazione dei territori.” (com. stampa)

Cna, cui si era già fatto riferimento in un altro post, raccoglie e mette in connessione ventiquattro imprenditori per altrettante realtà che operano nel settore, dalla distribuzione all’esercizio, al marketing, alla comunicazione, alla tecnologia; tra le esperienze associative che hanno costituito i presupposti dell’iniziativa è opportuno ricordare PMI Cinema e Audiovisivo, Federazione indipendenti cinema e audiovisivo, Associazione nazionale creativi e film makers, Gruppo International media district del Tecnopolo Tiburtino. Lo scorso 16 febbraio, peraltro, ha preso il via il Programma di reindustrializzazione della Regione Lazio,  che vede nelle imprese cinematografiche, televisive e operanti nel web una premessa imprescindibile e strategica alle prospettive piú interessanti; nella nota si precisa che, nel Lazio,

Read the rest of this page »

DuckTales come back!

According to many different sources, officially confirmed by Disney, a new series of DuckTales will reach our television and our fantasy: Uncle Scrooge, the most Dickensian among Disney characters, born in the mind of Carl Barks, will star once again, and his new adventures will be aired all around the world by Disney XD channels, in 2017.
Around Uncle Scrooge it will be possible to find back his entire world: his nephew Donald Duck (as a guest star), his grandnephews Huey, Dewey and Louie, Webbigail Vanderquack, Bentina Beakley, Jet Mcquack, the Beagle Boys, always attempting his money, his eternal enemies Flintheart Glomgold and Magica DeSpell, and so on…

In the last ’80s, till 1990, DuckTales were a myth for an entire generation of children and children-hearted adults; in 1990 it was also made an animated film:  ‘DuckTales: The Movie — Treasure of the Lost Lamp’.

Secondo molte fonti, ufficialmente confermate dalla Disney, una nuova serie di DuckTales raggiungerà la nostra televisione e la nostra fantasia: zio Paperone, il piú dickensiano tra i personaggi Disney, nato dalla mente di Carl Barks, sarà di nuovo protagonista e le sue nuove avventure saranno trasmesse in tutto il mondo dai canali Disney XD.
Attorno a zio Paperone sarà possibile ritrovare tutto il suo mondo: suo nipote Paperino (come ospite occasionale), i pronipoti Qui, Quo e Qua, Gaia, tata Beakley, Jet McQuack, la banda Bassotti, sempre a caccia del suo denaro, i suoi eterni nemici Cuordipietra Famedoro e Amelia, e cosí via.
Alla fine degli anni ’80, fino al 1990, le DuckTales furono un mito per un’intera generazione di bambini e adulti cuor-di-bambino; nel 1990 è stato anche realizzato un film d’animazione: ‘Duck Tales The MovieZio Paperone alla ricerca della lampada perduta’.

Fetonte, o della gioventú bruciata

Fetonte era figlio di Helios, il dio del Sole. Un giorno, nell’ambito di una lite tra fanciulli quale spesso capita tra i ragazzini delle medie, un compagno di classe dubitò della sua discendenza e, anche in virtú del detto latino mater semper certa est pater nonnunquam, a lui rivolse alate parole:
«Sciocco,» gli disse, «in tutto tu credi a tua madre
 e vai superbo d’un padre immaginario». (Ovidio, le Metamorfosi)  
Ah Caino, ah bastaso!” avrà pensato il fanciullo, pur pensando in greco antico o nella versione latina di Ovidio; tornato a casa, si rivolse alla madre Climene, dicendole d’essersi taciuto solo per non causarle maggiore dolore. Nondimeno, grave era l’onta, imperdonabile l’accusa:
«E a tuo maggior dolore, madre mia, io che sono cosí impulsivo,
cosí fiero, m’imposi di tacere: non sopporto che qualcuno
abbia potuto insultarmi cosí, senza che potessi ribattere!
Ma tu, se è vero che discendo da stirpe celeste,
dammi prova di questi natali illustri e rivendicami al cielo».
All’epoca non c’erano gli smartphone e Climene avrebbe dovuto penare non poco per rintracciare il marito, che peraltro era un pezzo grosso. Si curò, comunque, di rassicurare il figlio, alzando le braccia al cielo e giurando in tal guisa:
«Per questo splendido fulgore di raggi abbaglianti» disse,
«che ci vede e ci ascolta, io ti giuro, figliolo,
che tu sei nato da questo Sole che contempli e che regola
la vita in terra. Se ciò che dico è menzogna, mai piú mi consenta
di guardarlo e sia questa luce l’ultima per i miei occhi!
Del resto non ti sarà fatica trovare la casa paterna:
la terra in cui risiede confina con la nostra, là dove sorge.
Se questo hai in animo, va’ e chiedi a lui stesso».
Non c’era bisogno di declamare tali esametri due volte! Fetonte, baldanzoso e affamato di rivalsa, abbandonò l’Etiopia, attraversò l’India e tornò alla casa del Padre, piú nello stile di C’è posta per te che da Figliuol prodigo.

Read the rest of this page »

Oscars 2015: nominations and winners

(Winners underlined) (Italy awarded for Costume design ; remembered Virna Lisi and Anita Ekberg but no mention for Francesco Rosi).

BEST PICTURE

American Sniper (Clint Eastwood, Robert Lorenz, Andrew Lazar, Bradley Cooper and Peter Morgan);

Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance) (Alejandro G. Iñárritu, John Lesher and James W. Skotchdopole);

Boyhood (Richard Linklater and Cathleen Sutherland);

The Grand Budapest Hotel (Wes Anderson, Scott Rudin, Steven Rales and Jeremy Dawson);

The Imitation Game (Nora Grossman, Ido Ostrowsky and Teddy Schwarzman);

Selma (Christian Colson, Oprah Winfrey, Dede Gardner and Jeremy Kleiner);

The Theory of Everything (Tim Bevan, Eric Fellner, Lisa Bruce and Anthony McCarten);

Whiplash (Jason Blum, Helen Estabrook and David Lancaster)

ACTOR in a Leading Role

Read the rest of this page »

dare = essere

il costato di Cristo è stato squarciato come un sacco di monete d’oro che, cadendo, hanno pagato la redenzione degli uomini

la relatrice di una conferenza, citando un classico (adatt.)

essere avari è come essere poveri

la mamma

L’Essere è, non ci sono dubbi.

Se l’Essere, tuttavia, rimane ripiegato in sé stesso, che motivo ha di essere?

Esso può dimostrare di Essere solo esprimendosi. Come può esprimersi? Parlando. Insegnando. Donando. Amando. Creando.

L’Avarizia è un peccato per questo motivo: il vero Essere è un Dare.

Chi è avaro nella materia, infatti, è arido anche nei sentimenti.

#un calcio ai Paesi Bassi

Non ci sono Van Gogh o Mondrian che tengano: gli olandesi devono pagare il restauro della fontana di piazza di Spagna, che i romani affettuosamente chiamano “Barcaccia”, con la massima solerzia, unitamente alle scuse ufficiali per quanto accaduto.

Questo a prescindere dalle insufficienti o inefficaci risorse che il nostro Paese aveva a disposizione.

I vandali esprimono una violenza balorda e belluina e, quantunque in preda ai fumi dell’alcool,

nulla hanno del tifo e dello spirito autentico del calcio, che educa, al contrario, alla lealtà.

PS: mi sovviene che lo si sarebbe potuto pretendere anche in passato, in altre circostanze…

il Cielo (italiano) degli Oscar e quello (inglese) dei Thrones

Il prossimo 22 febbraio, a partire dalle 22.50 (ora italiana) sarà possibile seguire l’87a cerimonia di consegna dei premi Oscar sia su Sky Cinema Oscar Hd che su Cielo, in digitale terrestre free (diretta simultanea).

È omaggio tra i piú graditi, che la piattaforma di Murdoch regala ai propri telespettatori, che siano sfegatati cinefili o soltanto curiosi e appassionati.  La conduzione della maratona italiana è affidata a Francesco Castelnuovo, Gianni Canova e Denise Negri; nel suo piccolo, a condurre dal Dolby Theatre di Los Angeles ci sarà Neil Patrick Harris (scaletta dopo il salto).

Sky Atlantic HD, invece, trasmetterà la prima mondiale della quinta stagione di Game of Thrones, che si terrà il 18 marzo in Inghilterra, in quella famosa Tower of London patrimonio dell’umanità, concepita nel 1078 come fortezza, poi diventata polveriera, palazzo reale, prigione, custodia dei gioielli della Corona nonché, visti i recenti sviluppi, location per eventi televisivi. 

Ecco, infine, la scaletta degli Oscar per come l’evento sarà trasmesso in Italia:
Read the rest of this page »

Birdman

“E vola sulle accuse della gente / a tutti i suoi retaggi indifferente…”*

an Italian song

‘Birdman’, in my modest opinion, deserves two Oscar at least, for the Best Cinematography and Original Screenplay. Cinematographer Emmanuel Lubezki is said to have been called by the director Iñárritu while he was finishing ‘Gravity’, with the specific request for an entire movie could appear as a continuous shot (⇐Reuters).
He did it. Visionary and original, ‘Birdman’ shows such an intelligent use of the camera that it is possible to wonder what reason for other filmmakers do not do the same. Just for a while…
Noseless, he laughs. And flies…

‘Birdman’, a mio modesto avviso, merita almeno due Oscar, per la Miglior Fotografia e Sceneggiatura originale. Si dice che il direttore della fotografia Emmanuel Lubezki sia stato chiamato dal regista Iñárritu mentre stava finendo ‘Gravity’, con la precisa richiesta di un intero film che sembrasse un’unica ripresa (⇐Reuters).
C’è riuscito. Visionario e originale, ‘Birdman’ rivela un uso cosí intelligente della camera che è possibile chiedersi per quale motivo altri registi non facciano lo stesso. Giusto per un attimo…

Denasatus, ride. E vola…

*Translation: “he flies over people’s accusations/ indifferent to any preconception” (honestly “retaggio” rather means ‘inheritance’…)

los angeles – italia 2015

‘Los Angeles -Italia, Film, Fashion and Art Fest’, exhibition that celebrates each year the good relationships between Italian and American Cinema, is in progress, at the Hollywood Chinese Theatre.
This edition is the tenth and is up since February 15 to February 23; promoted by the Institute ‘Capri nel mondo’, born under the patronage  of the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation, together with the General Italian Consulate of Italy in Los Angeles, the Ministry of Economic Development and with the support of MiBACT (DG Cinema), the Italian Trade Commission, the Italian Cultural Institute, ANICA, the National Italian American Foundation (NIAF), the Bank of the West, Ambi Pictures and Mediaset; among the partners and supporters of the event are to be remembered the Chamber of Commerce of Hollywood, Cinecittà Studios, Cinecittà Luce and Italian Independent Productions.
Oscar-winning screenplay writer Bobby Moresco is chairing this year’s festival with Lady Monika Bacardi as president and Mark Canton as chairman of the Honorary Board which includes Italian producer Marina Cicogna, the director Lina Wertmüller, the actor Franco Nero and the Italian singer Tony Renis.
È in corso di svolgimento, presso il Teatro Cinese di Hollywood, il  ‘Los Angeles – Italia, Film, Fashion and Art Fest’, manifestazione che celebra ogni anno i buoni rapporti tra cinema italiano e statunitense.
Questa edizione, la decima, ha luogo dal 15 al 23 febbraio, è promosso dall’Istituto ‘Capri nel mondo’ e nasce  con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, insieme con il Consolato Generale italiano d’Italia a Los Angeles, il Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto del MiBACT (DG Cinema), dell’Italian Trade Commission, dell’Istituto Italiano di Cultura, dell’ANICA, della Fondazione Nazionale Italiana Americana (NIAF), della Bank of the West, di Ambi Pictures e di Mediaset; tra i partner e i sostenitori della kermesse vanno inoltre ricordati  la Camera di Commercio di Hollywood, Cinecittà Studios, Cinecittà Luce e Italian Independent Productions.
Lo sceneggiatore premio Oscar Bobby Moresco presiede l’edizione di quest’anno del festival, con Monika Bacardi presidente, Mark Canton presidente del Comitato d’Onore, che include il produttore italiano Marina Cicogna, la regista Lina Wertmüller, l’attore Franco Nero ed il cantante Tony Renis.

Read the rest of this page »

che mondo sarebbe senza ferr(er)o?

Michele Ferrero, responsabile dello slancio e del successo internazionale dell’azienda fondata dal padre, ha deciso di lasciarci; non prima, però, d’aver testimoniato, per una vita intera, i valori del lavoro, dell’innovazione, dell’internazionalizzazione, della responsabilità sociale.

Proprio in questi giorni è stata lanciata la corporate tv del gruppo Ferrero: nasce “per diffondere la cultura aziendale, le strategie, i risultati conseguiti e le iniziative dedicate ai collaboratori” ed è auspicata come “strumento efficace e dinamico per mantenere aggiornato il personale su tutte le attività svolte e programmate dall’azienda”; la “progettazione del concept, dell’architettura logica della piattaforma e dell’interface design” è stata curata da Industree Communication Hub che, in collaborazione con la funzione HR e Comunicazione Interna della Ferrero, si occupa anche del palinsesto e dei contenuti (rassegna stampa, notizie Ansa, video, meteo, approfondimenti…).

Per la par condicio tra aziende dolciarie, mi corre inoltre il gradito obbligo di ricordare un’iniziativa della Perugina, azienda che, pur controllata dall’elvetica Nestlè, è sicuramente motivo d’orgoglio del made in Italy alimentare nel mondo.

Read the rest of this page »

i gesti di un presidente

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha rinunciato ai voli di Stato e ha preferito un volo Alitalia, mescolandosi alla gente comune.

È una nobile iniziativa ma è altrettanto opportuno

che il Capo dello Stato si esprima con la massima urgenza e concrete prese di posizione 

su quanto sta avvenendo ai danni della carta costituzionale.

Italia, India, Regno unito

Prende il via oggi, presso lo Spazio Oberdan di Milano, una rassegna di opere cinematografiche presentate lo scorso dicembre alla quindicesima edizione di River to River, Festival del Cinema Indiano di Firenze. Dal 13 al 15 febbraio, la Fondazione Cineteca Italiana, sotto l’egida dell’Ambasciata indiana in Italia, presenta una crestomazia delle produzioni indiane, non necessariamente di Bollywood, tra cui ‘Sold’, diretto dal Premio Oscar Jeffrey Brown e prodotto da Emma Thompson, il documentario ‘Chronicles of a Temple Painter’, di Shravan Katikaneni nonché ‘Quissa’, di Anup Singh, che costituisce una sorta di omaggio al grande attore e star del cinema indiano Irrfan Khan. Per il programma completo e ulteriori informazioni, si può consultare il sito http://oberdan.cinetecamilano.it/.

Nella perfida Albione, invece, cioè in Gran Bretagna, è da rilevare quello che per il nostro Paese è sicuramente motivo d’orgoglio: Milena Canonero ha vinto il Bafta per i costumi di ‘The Grand Budapest Hotel’, di Wes Anderson. Si deve ricordare, peraltro, che la Canonero vanta tre Oscar (‘Barry Lyndon’, ‘Momenti di gloria’, ‘Marie Antoniette’) ed è anche quest’anno nella rosa delle nomination alla preziosa statuetta, ovviamente nella categoria Costume Design. Non resta che attendere il 22 febbraio, dunque…

Aggiornamento dal 14 febbraio⇒ l’Italia ha rimediato un riconoscimento anche alla Berlinale: ‘I gesti delle mani‘, di Francesco Clerici, ha ottenuto il  Premio Fipresci, attribuito dalla Federazione Internazionale della Stampa cinematografica.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: