Crea sito

Anna e l'uomo che ride

Ci sono due possibili collegamenti a L’Uomo che ride anche in Anna Karenina.

Lev tolstoj, infatti, in un punto parla del libro che la donna sta leggendo e fa esplicito riferimento alla storia di un uomo che era riuscito a diventare un baronetto inglese.

Quel che è piú ovvio, il finale: come Gwynplaine, Anna decide che la fine può essere soltanto una, quella che conosciamo:

“Adesso ho capito cosa devo fare!”

4 Responses

  1. Alessandro Poggiali

    Grande Pasquale…il parallelismo è verosimilissimo e pertinente…è stato già detto di cosa pensasse di Victor Hugo l’immenso Fedor Dostoevskij…ora aggiungiamo quest’ulteriore, palese attestato di stima di un altro grande scrittore russo: Lev Tolstoj! Ma la cosa non deve stupire, dato che ci troviamo al cospetto di uno dei più importanti ed influenti Letterati della Storia francese…e “L’uomo che ride”, è il manuale da portare sempre con sé, a mo’ di Bibbia…perché si può tranquillamente considerare Guida Spirituale di un Uomo…

    14/07/2012 at 15:25

    • Carissimo! Non posso che sottoscrivere e chiedermi per quale motivo queste Verità sfuggano a molti…

      15/07/2012 at 10:22

  2. Mi viene in mente inoltre che la frase “Adesso ho capito cosa devo fare!” viene pronunciata anche da Lady Isabel ne “I Cavalieri dello Zodiaco – saga di Hades”, quando apprende che dovrà uccidersi per morire nel regno dei vivi ed essere viva nel regno dei morti. Che sia una citazione?

    25/07/2012 at 10:38

    • Comunque Anna Karenina tornerà a breve in televisione per l’interpretazione di Vittoria Puccini… Al cinema, sarà interpretata da Keira Knightley, con Jude Law nel ruolo di Alexej Karenin, il marito (regia di Joe Wright).

      27/09/2012 at 11:21

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: