Crea sito

autunno: anticipazioni su conduttori e trasmissioni

Aggiornamento 23 giugno: Maria De Filippi ha firmato un contratto in esclusiva con Mediaset per i prossimi cinque anni.
Daria Bignardi, direttore di Rai 3, ha dichiarato che si faranno nove puntate del Rischiatutto, che Gianluca Semprini, lasciata Sky, condurrà un programma alternativo a Ballarò, che ‘Report’ e ‘Presa diretta’ andranno in onda di lunedí. Confermati i programmi di Lucia Annunziata e ‘Mi manda Raitre’, potenziati ‘Elisir’, che diventerà ‘Tuttosalute’, ‘Agorà’ e ‘Chi l’ha visto?’, che avrà una striscia quotidiana.

I palinsesti ufficiali della stagione 2016- 2017 saranno presentati a breve ma sembra interessante riflettere su qualche anticipazione /indiscrezione.
Carlo Conti, direttore artistico di Sanremo e, da qualche settimana, di Radio Rai, lascerà la conduzione dell’Eredità, che sarà affidata a Fabrizio Frizzi e, forse, ad un altro artista con cui farà staffetta.
Maurizio Crozza, da gennaio, lavorerà per Nove, interrompendo cosí la collaborazione con La7 nonché l’istituzionale sodalizio con Giovanni Floris.
L’edicola di Fiorello tornerà, su Tv8.
Nicola Porro lascia Rai 2 e starebbe per approdare a Canale 5, per condurre ‘Matrix’ o un altro programma che prenderebbe il posto della storica testata. Sarebbe scelta azzeccata sia sul versante del professionista sia su quello dell’editore.
Secondo Adnkronos non si sa ancora chi prenderà il posto di Porro; su Rai 2 starebbe comunque per arrivare Pietrangelo Buttafuoco, cui sarebbe affidato un programma nuovo, forse d’approfondimento, in seconda serata. Ilaria Dallatana, responsabile della seconda rete, ha dichiarato esplicitamente che punterà su un programma di reportage senza talk; citando ancora Adnkronos, “chissà se nella seconda parte della stagione 2016-2017 non approderà sulla seconda rete con un progetto di questo tipo anche Michele Santoro“.
Su Rai 2 arriverà anche Mika, con un programma di musica e intrattenimento.
Su Rai 1, ci sarà un recital-evento di Roberto Bolle, mentre Paola Perego avrà un nuovo programma al pomeriggio del sabato.
Rai 3 riabbraccia, quale figliuol prodigo, Gad Lerner, per un programma sul mondo islamico; nondimeno, è in grado d’accogliere, quale nuovo adepto, Salvo Sottile, per ‘Mi manda Rai3’. Tommaso Cerno potrebbe sostituire Massimo Bernardini alla conduzione de ‘Il Tempo e la Storia’, mentre ‘Tv Talk’ rimarrebbe al Bernardini. La grande incognita riguarda la conduzione di ‘Ballarò’, dopo le gravi incomprensioni tra Giannini e Renzi; si è vociferato qualcosa su Pif, ma pare che questi abbia declinato o che, addirittura, non sia stato nemmeno invitato. La regia del programma, sarà probabilmente affidata a Duccio Forzano, che lascia i programmi di Fabio Fazio dopo dieci anni di collaborazione.
La terza rete di viale Mazzini perde, peraltro, un format: ‘Sconosciuti’, che sarà trasmesso da LaEffe.
Quanto a Canale 5, per un Porro che arriva c’è un Bonolis che resta. E resta anche Maria De Filippi, che era stata contattata dal gruppo Discovery; Laura Carafoli, svp content & programming di Discovery Italia, ha dichiarato:

“Abbiamo parlato a lungo ma purtroppo la proposta non si è perfezionata. Il dialogo, però, è stato stimolante”.

Sulla rete del Biscione andranno in onda, inoltre, molti concerti, di cui i documentari e i biopic di quest’estate sono una precisa anticipazione.
Chiuderà, dopo un anno o poco più, Novela, il canale per appassionati di soap e telenovela, ospitato in modalità blanded block da Mediaset Extra nel suo palinsesto mattutino.
LaEffe, già citata con riguardo a ‘Sconosciuti’, si esprime con le parole del suo direttore, Riccardo Chiatteli:

“Ci rivolgiamo a un pubblico che cerca prodotti più ricercati per linguaggio e scrittura, ma questo non vuol dire che siamo radical chic. Mandiamo in onda prodotti che nascono per il grande pubblico, che vanno normalmente sui maggiori network europei come BBC e France TV. Nell’arena pay gli ascolti non sono l’aspetto principale. Stiamo investendo con la piattaforma per fare un prodotto di alta qualità, un tipo di tv complementare all’intrattenimento mainstream. (…) Una maggiore attenzione alla cultura italiana, la trasposizione del mondo editoriale in racconto seriale e lo sguardo acceso alle culture del mondo insito in Feltrinelli. La quota di programmi di produzione andrà a crescere in questi mesi fino al 25% della nostra offerta. Lanceremo sempre più operazioni editoriali che si innestino nel mondo del libro. Non solo con le produzioni originali, ma anche con il cinema e le serie.”

Oltre a ‘Sconosciuti’, ecco altri appuntamenti:
‘Lettori-I libri di una vita’, storie personali raccontate attraverso i libri,
‘Italian Tabloid’, curato da sei giornalisti-scrittori quali Carlo Bonini, Federico Rampini, Vittorio Zucconi, Filippo Ceccarelli, Roberto Saviano e Attilio Bolzoni,
‘Effe come Festival’ con lo scrittore Alessandro Mari e la giornalista Marta Perego alla scoperta di dieci festival italiani,
‘Dal libro alla TV’, con diverse anteprime: il ritorno din ‘Giallosvezia’, con il meglio del crime scandinavo, ‘Fred Vargas: Crime Collection’, vari film d’autore tratti da celebri romanzi e l’ultima stagione de ‘L’ispettore Wallander’ con Kenneth Branagh. In autunno andrà in onda il kolossal BBC in otto puntate ‘Guerra e pace’, con Paul Dano, Lily James e James Norton,
In attesa dell’autunno, gli appassionati di letteratura possono deliziarsi con ‘Writers of Europe’,scrittori contemporanei quali Orhan Pamuk, Erri De Luca, Roddy Doyle e Martin Amis che raccontano il Vecchio Continente.

Fonti: Ansa, Adnkronos, TvBlog, Davide Maggio, Prima on line

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: