Crea sito

la rivincita del mercoledí (2)/ dalla Cina con fulgore (4)

Alla mostra del Cinema di Venezia, alla Villa degli Autori, è stato siglato un accordo in virtú del quale la Cina effettuerà in Europa, particolarmente in Italia, investimenti per seicento milioni di dollari nell’industria cinematografica. L’accordo, definito “Sino-Italian Film Culture Development Fund”, è stato firmato dal presidente della Shanghai Film Art Academy, Jiang Bo, e da Ai Yu, general manager del China Everbright Limited, prestigioso fondo d’investimento quotato alla borsa cinese. Il progetto, che metterà a disposizione i seicento milioni di dollari in tre comode tranche , si colloca nel quadro delle attività del China Film Forum ed è finalizzato a sostenere la realizzazione di film italiani e cinesi, promuovere giovani talenti, contribuire alla crescita dell’industria cinematografica sino-italiana e sino-europea a partire dalle giovani generazioni di autori. La collaborazione con la terra di Confucio si concretizzerà anche, peraltro, nella creazione dell’”Asian Pacific Art Film Festival”; si tratterà di una piattaforma di scambio culturale gestita dalla Shanghai Film Art Academy e altri professionisti che, per i prossimi cinque anni, realizzerà con le Giornate degli Autori e nel quadro della Mostra del Cinema di Venezia, iniziative di promozione e formazione intese a favorire e promuovere i giovani talenti delle cinematografie cinesi ed europee. (AdnKronos)
Nella stessa giornata, sempre nell’ambito aggiornamento della Mostra del Cinema di Venezia, è stata presentata l’iniziativa annunciata in passato: dal 14 settembre prossimo venturo, ogni secondo mercoledí del mese, il biglietto del cinema costerà soltanto due euro. Il progetto si chiama “Cinema2Day” ed è stato annunciato al Lido dal ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini, assieme ad alcuni esponenti delle società Anica, ANEC e Anem. Per il film in 3D, il biglietto scende comunque, a 4 o 5 euro.
Intervistato dall’Ansa, Franceschini ha dichiarato:

“L’obiettivo più che contendersi la platea attuale di spettatori che è più ristretta in Italia rispetto ad altri Paesi è lavorare insieme per aumentare il numero di persone che guardano i film”

La promozione durerà sei mesi; tutte le informazioni e l’elenco delle sale aderenti all’inziativa, al momento già tremila, sono disponibili sul sito http://www.cinema2day.beniculturali.it

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: