Crea sito

festival a confronto (8)

Aggiornamento: è opportuno aggiungere, anche solo citando:

  • il Bif&st, che ha luogo a Bari dal 2 al 9 aprile;
  • il Future Film Festival, a Bologna dal 3 all’8 maggio (lo scorso novembre, in anteprima, è stato proiettato Iqbal);
  • il Biografilm, anch’esso a Bologna, dal 10 al 12 giugno;
  • il V Meeting Internazionale del Cinema Indipendente, a Matera dal 9 al 13 marzo;
  • il Sottodiciotto Film Festival, dal 2 al 7 dicembre per quanto attiene al Concorso Nazionale degli under18 indipendenti, dal 1° al 7 aprile 2017 per quanto riguarda il Concorso Nazionale dei prodotti audiovisivi delle scuole;
  • È in corso, fino al 12 marzo, il festival ‘Il cinema italiano visto da Milano’, organizzato nel capoluogo lombardo da Fondazione Cineteca Italiana presso Mic e Spazio Oberdan, a Paderno Dugnano da Area Metropolis 2.0. Presente Laura Morante, con il suo recente ‘Assolo’ e con un’interessante retrospettiva (‘Ciliegine’) ma anche ‘Dobbiamo parlare’, di Sergio Rubini, con Isabella Ragonese. Non mancheranno un omaggio a Claudio Caligari e a Ettore Scola.

  • In perfetta contemporaneità (5 – 12 marzo), vive a Bologna il festival ‘Youngabout’, che presenta otto film in concorso (tra cui, in anteprima, ‘Familia Dionti’, del brasiliano Alan Minas e ‘Aurelie Laflamme – Les pieds sur terre’, del canadese Nicolas Monette).  La kermesse prevede il coinvolgimento degli studenti di settantacinque classi di scuole superiori di Bologna e provincia. Previsto anche un focus sul regista Paolo Benvenuti, del quale saranno proiettati ‘Segreti di Stato’ e ‘Puccini e la fanciulla’ e a cui sarà conferito il premio Vassallo.

  • Il Piemonte Movie gLocal Film Festival, invece, ha luogo dal 9 al 13 marzo; organizzato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino, offre ben cinquantasei proiezioni, alcune in anteprima assoluta, tese a dimostrare l’assoluta vitalità della cinematografia sabauda. Tra i titoli, 
    ‘Mio cugino è il sindaco di New York’ di Vincenzo Lerose, girato a Grassano (Matera), paese del sindaco di New York Bill de Blasio, e ‘Nicu’, di Riccardo Bianco e Maurizio Fedele, storia di un giovane della periferia della moldava Chisinau nonché le anteprime di ‘Venanzio Revolt. I miei primi 80 anni di cinema’, sulla vita di Lorenzo Ventavoli, distributore e pietra miliare del mondo del cinema di Torino intervistato da Steve Della Casa con la voce narrante di Nanni Moretti. Previsto un doveroso omaggio a due piemontesi d’origine controllata come Claudio Caligari e Guido Chiesa.

  • In quel di Lecce, dal 18 al 23 aprile, ha luogo il Festival del cinema europeo ‘Mario Verdone’, dedicato, come intuibile, al papà di Silvia, Luca e Carlo (peraltro tra i fondatori, assieme al Centro sperimentale di Cinematografia e al Sindacato giornalisti cinematografici italiani).  Il premio intende valorizzare un giovane autore italiano, di massimo quarant’anni, che si sia distinto per la sua opera prima nell’ambito dell’ultima stagione cinematografica. I finalisti sono Laura Bispuri per ‘Vergine giurata’, Maccio Capatonda per ‘Italiano medio’, Piero Messina per ‘L’attesa’, Duccio Chiarini per ‘Short Skin’, Francesco Ghiaccio per ‘Un posto sicuro’, Alberto Caviglia per ‘Pecore in erba’, Carlo Lavagna per ‘Arianna’, Matteo Scifoni per ‘Bolgia totale’, Tommaso Agnese per ‘Mi chiamo Maya’ e Giovanni Virgilio per ‘La bugia bianca’.

  • Il Trento Film Festival, invece, si anima dal 28 aprile all’8 maggio, con cinquanta film da gustare, scelti tra 470, e un’attenzione particolare al Paese ospite di quest’anno, il Cile, da dove provengono otto delle dette pellicole. È prevista un’anteprima il 26 aprile, al Teatro Olimpico di Vicenza. Il manifesto della rassegna è del trentino Michele Tranquillini, collaboratore del Corriere della Sera.

  • Il Torino Gay & Lesbian Film Festival, nel suo piccolo, è invece in programma dal 4 al 9 maggio, con l’intento, dichiarato dal direttore Giovanni Minerba, di “riflettere sulle conquiste, le battaglie, le suggestioni intorno al mondo gay che arrivano dalla cronaca culturale e politica italiana e internazionale (…) attraverso il racconto di vite sottotraccia e provocazioni – dice Minerba – cerchiamo di stimolare dibattiti e riflessioni, lungo una linea di coerenza etica e sociale, per provare insieme a definire i valori della contemporaneità. (…) L’audacia ha in sé genio, potere, magia, ma anche senso di realtà“. L’immagine di quest’anno è realizzata da 3D Comunicazione.

  • Il prossimo 5 maggio comincia anche il Festival della TV e dei nuovi media, a Dogliani, provincia di Cuneo. L’apertura è affidata al ministro Dario Franceschini che, in coppia con Carlo De Benedetti, è invitato a dialogare sul tema ‘Cultura uguale capitale’, con evidente riferimento alla ricchezza, anche materiale, che può derivare dagli investimenti nella cultura e nella bellezza in un Paese come il nostro. Il festival apre le porte a visionari e futurologi, autori e professionisti, editori, produttori, star.

  • Il Ferrara Film Festival, infine, prende vita dal 31 maggio al 5 giugno, con un tema quale il grange cinema americano. Ne è fondatore – organizzatore Maximilian Law, ferrarese purosangue ma cittadino di Los Angeles da dieci anno, che ha dichiarato: “Ferrara avrà il suo Film Festival, dal 31 maggio al 5 giugno, con attori internazionali, personaggi dello spettacolo, mostre e workshop a tema dedicati a esperti del settore e appassionati. Dopo l’apertura delle iscrizioni si sono già iscritti alla selezione della giuria del Festival oltre 200 cineasti da tutto il Mondo”. Due le categorie in concorso: i film “U.S.A.” girati e prodotti negli Stati Uniti e i film “World” prodotti nel resto del Mondo; due le categorie speciali, Effetto Cinema dedicata ai film con i migliori effetti speciali, ed Emilia-Romagna FilmMakers, per i prodotti provenienti dalla regione. Ai vincitori l’ambito Dragone d’Oro, realizzato da un artigiano orafo italiano.

Fonte: Ansa (Prima on line per Tv e Nuovi Media)

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: