Crea sito

festival di Roma 2012

La settima edizione del Festival internazionale del Film di Roma (9-17 novembre) presenta alcune novità, dovute anche all’arrivo di Marco Müller alla direzione.

Da oggi al 17, all’Auditorium Parco della Musica, la manifestazione presenterà sessanta film in prima mondiale nell’ambito della Selezione Ufficiale, alcuni titoli Fuori Concorso e da altre due sezioni, ‘CinemaXXI’ (Cinema del XXI Secolo) e ‘Prospettive Italia’, una nuova sezione dedicata alle correnti emergenti del nostro cinema.

In piú un sistema di proiezioni, incontri e dibattiti dedicato interamente alla settima arte, per analizzare lo stato dell’arte e gli scenari futuri, in modo da assicurare un dialogo continuo con tutte le associazioni di autori, produttori, distributori ed esportatori.

Il nuovo regolamento della manifestazione prevede:

  • una Selezione Ufficiale composta da un Concorso internazionale (per un massimo di quindici opere, delle quali tre italiane),
  •  le sezioni Fuori Concorso (fino ad un massimo di sei titoli in anteprima mondiale),
  • CinemaXXI (Cinema del XXI Secolo, opere “che esprimano la ridefinizione continua del cinema all’interno del continente visivo contemporaneo”, concorso di lungometraggi, mediometraggi, cortometraggi, per un massimo di quindici programmi);
  • Prospettive Italia (che farà il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano, per un massimo di quattordici lungometraggi e sette film brevi in Concorso).

Tutti i film della Selezione Ufficiale saranno in prima mondiale; solo in casi eccezionali si sono previste deroghe per pellicole non ancora proiettate in pubblico fuori dal Paese d’origine ed accanto ad essa il Festival ospiterà, a partire da quest’anno come sezione autonoma e parallela, Alice nella città, rassegna di un massimo di quattordici film per ragazzi organizzata secondo un proprio regolamento.

Il programma della manifestazione includerà anche retrospettive ed omaggi a personalità di grande rilievo, come ai protagonisti del cinema contemporaneo, con un Premio alla Carriera quale riconoscimento per l’insieme dell’opera.

Riguardo alla valutazione delle pellicole, i film in Concorso saranno giudicati da una giuria internazionale composta da sette personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, che assegnerà il Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film, il Premio per la migliore regia, il Premio Speciale della Giuria, quelli per la migliore interpretazione maschile e femminile, ad un giovane attore o attrice emergente, per il migliore contributo tecnico e per la migliore sceneggiatura. Per il Marc’Aurelio sono in lizza tre italiani: ‘E la chiamano estate’, di Paolo Franchi, con Isabella Ferrari e Jean-Marc Barr; ‘Alì ha gli occhi azzurri’, di Claudio Giovannesi; ‘Il volto di un’altra’, di Pappi Corsicato, con Laura Chiatti e Alessandro Preziosi. La giuria sarà formata da Jeff Nichols (presidente), Valentina Cervi, Timur Bekmambetov, Chris Fujiwara, Leila Hatami, P.J. Hogan e Edgardo Cozarinsky.

Sempre una giuria internazionale, di cinque elementi, attribuirà ai film in concorso nella sezione CinemaXXI il Premio CinemaXXI e il Premio Speciale della Giuria, entrambi riservati ai lungometraggi, e il Premio Cortometraggi e Mediometraggi, mentre un’altra, composta da cinque persone scelte tra le piú rappresentative della cultura e degli ambiti professionali del nostro cinema, assegnerà i riconoscimenti della sezione Prospettive Italia: per il Migliore Lungometraggio, per il Migliore Documentario e per il Migliore Cortometraggio.

Il 16 novembre sarà proiettato il docu -film ‘Storia di un ragazzo calabrese’ che racconta Enzo Mirigliani, patron di Miss Italia, da un’idea di Nicola Pisu Mirigliani, figlio di Patrizia, per la regia di Simone Di Maria. Cento miss di varie edizioni passate sfileranno durante la proiezione.

Infine, un’ultima giuria di cinque personalità internazionali assegnerà il nuovo Premio Opera Prima, al quale concorreranno tutte le opere prime di lungometraggio presenti nelle diverse sezioni competitive della Selezione Ufficiale. Come negli anni scorsi, ad un film in concorso della Selezione Ufficiale verrà assegnato il Premio del Pubblico BNL per il miglior film, che sarà scelto, attraverso un sistema elettronico, da tutti gli spettatori.

La madrina sarà Claudia Pandolfi, che condurrà le serate d’apertura e premiazione introducendo anche le rispettive proiezioni fuori concorso, ‘Aspettando il mare’, di Bakhtiar Khudojnazarov, e ‘Una pistola en cada mano’, dello spagnolo Cesc Gay.

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: