Crea sito

il sogno (eliaco) di Francesco

È gradito, nel giorno di san Francesco d’Assisi, trattare l’ultimo film che gli è stato dedicato, per la regia di Renaud Fely e Arnaud Louvet e l’interpretazione di Elio Germano. Sebbene pochi ci riflettano, “Elio Germano” significa proprio “Fratello Sole”* e, almeno dal punto dal punto di vista esoterico, la scelta del protagonista è perfettamente giustificata. Intervistato dal Corriere della Sera, l’attore che recita “come Dio Comanda” ha dichiarato che il suo Francesco è «un uomo che segue con passione, coraggio e coerenza la scelta radicale di vivere ispirandosi al Cristo, volutamente lontano dalle rappresentazioni e dai santini. […] Quello di Francesco è un percorso in cui mistero e misticismo giocano un ruolo importante.» A convincerlo è stato «l’approccio laico dei due registi che, forse perché francesi, sono interessati all’epoca storica e all’avventura collettiva. Questo è un film veramente francescano, perché evidenzia quanto non si sentisse superiore agli altri. Ho cercato di rendere proprio questo suo aspetto umano, il suo mettere al centro gli altri e mai se stesso, il suo destino»; all’ANSA ha inoltre asserito: «È il film piú francescano mai fatto su di lui perché non mette al centro Francesco, ed anche lui stesso del resto non voleva passare per santo, e perché racconta l’esperienza degli altri suoi compagni, in precedenza sempre messi in ombra».
Racconta anche, l’attore, di essere stato in India, per incontrare, assaggiare e respirare il misticismo. Chi scrive ha ascoltato proprio di recente una conferenza nella quale si ricordava come l’Autore del Cantico delle Creature avesse alle spalle, nel momento in cui componeva, proprio l’esperienza fatta in Asia. Citando Dante, chi volesse parlare in modo acconcio di san Francesco «non dica Ascesi, ché direbbe corto, ma Orïente, se proprio dir vuole». Non è questa la sede per elencare le innumerevoli riduzioni televisive e cinematografiche che hanno trattato la figura del poverello d’Assisi ed è scontato precisare che nel film ci saranno anche Alba Rohrwacher nel ruolo di santa Chiara e Jérémie Renier in quello di Elia da Cortona. Basterà ricordare che ‘Il sogno di Francesco’’, già presentato ad Assisi il 1° ottobre, proposto oggi allo Zenith di Perugia, sarà nelle sale cinematografiche italiane a partire da giovedí 6, distribuito da Parthenos.

* dal greco “Ηλιος (Sole) e dal latino germānus (fratello di sangue)

One Response

  1. A proposito d’Assisi, la due giorni di musica da Umbria Jazz, organizzata nella città di san Francesco per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto, ha incassato 41 mila euro dai 1.100 biglietti venduti. Alla kermesse hanno partecipato alcuni tra i musicisti più importanti del panorama jazzistico italiano. (Fonte: Ansa)

    04/10/2016 at 11:49

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: