Crea sito

il Luce in Fondo al Cinema

Prima che la Festa del Cinema di Roma chiudesse i battenti, è stata presentata, nell’ambito del MIA – Mercato internazionale dell’audiovisivo, la nuova gestione dei Fondi Cinema (GFC) che, a partire dal prossimo 1° novembre, è affidata Istituto Luce Cinecittà. Il nuovo soggetto responsabile è stato individuato nell’ambito dell’attività di supporto e complementari al MiBACT, e in conformità con quanto previsto dalla Legge 111/2011 e dall’atto d’indirizzo del 17 maggio 2016. Le responsabilità di cui l’Istituto Luce Cinecittà è, pertanto, rivestito, sono le seguenti:

• gestione delle attività di verifica preliminare delle pratiche;
• gestione dei rapporti con i beneficiari (sottoscrizione dei contratti, gestione di comunicazioni ed invio di documentazione, gestione dei rientri, etc.);
• erogazione dei contributi secondo le varie tempistiche previste dal D.L. per ciascuna linea di contributo;
• rendicontazione periodica al MiBACT sullo stato di avanzamento delle erogazioni e sull’utilizzo del Fondo;
• rendicontazione annuale della contabilità speciale.
• Le linee di contributo gestite riguardano: produzione, distribuzione ed esportazione, sviluppo sceneggiature, incassi, progetti speciali, esercizio e industrie tecniche.
Il direttore generale Cinema del MiBACT, Nicola Borrelli, ha parlato di un semplice “passaggio di consegne” da un istituto bancario, che se ne occupava dagli anni Trenta, al citato Luce. Le considerazioni che hanno ispirato questo “passaggio” sono, fondamentalmente, le seguenti:
• lo prevede la norma istitutiva di Cinecittà;
• l’attività propriamente bancaria di questi Fondi è venuta meno;
• l’esigenza di ottimizzare i costi e di internalizzare un processo che finora sfuggiva al controllo pieno della DG Cinema.
Come ricordato da Borrelli e da Roberto Cicutto, AD e presidente, è stato realizzato un software dedicato, per gestire la contabilità. Cicutto ha però aggiunto: “Saremo operativi dal 1° novembre e Artigiancassa non potrà consegnarci gran parte della documentazione prima del 26 ottobre. Data la pausa della Tesoreria e della Ragioneria per quasi tutto il mese di dicembre, ci vedremo dai primi di gennaio se non con gli assegni, almeno con le procedure perché questi assegni vengano accreditati. La buona notizia è che il controllo e la verifica di queste procedure sarà automatica in quanto tutto la trasmissione è interna. Ci saranno un sito dedicato dove si troverà tutta la modulistica, un helpdesk, un numero di telefono, una persona e più che risponderà a tutte le necessità. Ci sarà qualche criticità che dobbiamo superare, perché non essendo noi una banca non abbiamo accesso ai dati bancari delle società. Perciò dovremo ricevere da altri l’autorizzazione perché si paghi, ma nel frattempo Borrelli ha avuto contatti con l’ABI”.
Claudio Ranocchi, direttore Amministrazione Finanza & Controllo di Luce Cinecittà al quale è affidata la responsabilità dell’area GFC, ha già incontrato Artigiancassa “per prendere le prime pratiche cartacee”; sarà data prevalenza “a quelle che sono in erogazione o nella fase di stipula contrattuale.
In chiusura dell’incontro la coordinatrice dell’area GFC Francesca Alesi ha presentato il software e il team di lavoro.
La speranza di tutti è quella di partire, alla grande, a gennaio.
Fonte: News Cinecittà, Cinecittà.com; per la presentazione ufficiale in PDF si può cliccare al seguente link: Gestione fondi Cinema

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: