Crea sito

Reggio Calabria FilmFest 2006

Nei giorni scorsi si è svolta a Reggio Calabria la seconda edizione del Reggio Calabria Filmfest, interessante rassegna che ha messo in luce alcuni aspetti del cinema trascurati dall’osservazione tradizionale e ha messo in risalto interessanti sfumature forse perdute.

Nella scaletta della manifestazione spiccavano

  • Colpi in canna. Il cinema di Fernando di Leo, rassegna dedicata al grande regista reggino specializzato in film della mala; 
  • Elettroshock, 30 anni di video in Italia;
  • varie altre iniziative.

Si è molto ricordata la figura di Leopoldo Trieste.

Di particolare interesse H 2 Odio, l’ultimo film di Alex Infascelli, e Piano 17, dei fratelli Manetti (o Manetti Bros., per chi ama le american labels).

La lista delle personalità intervenute è davvero di riguardo: Marco Dell’Utri, Francesco Fei, Alex Infascelli, Marco Manetti, Barbara Bouchet.

Forse perfettibile la campagna di comunicazione e promozione con cui tale iniziativa è stata lanciata.

Non un solo spazio su giornali o mezzi di comunicazione locali, solo qualche manifesto qua e là.

Chi scrive, sebbene più che attento a quanto avviene nel mondo della comunicazione, l’ha saputo quasi per caso.

E Barbara Bouchet, con la quale lo scrivente si è anche onorato di lavorare, salita sul palcoscenico del Teatro Francesco Cilea, quasi vuoto nonostante l’interesse della manifestazione, ha commentato

Mamma mia, pensavo di essere più famosa a Reggio Calabria”

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: