Crea sito

Roma Fiction Fest 2016

Ha luogo dal 7 all’11 dicembre 2016, per la direzione artistica del regista Giuseppe Piccioni, la decima edizione del Roma Fiction Fest.  La “festa di chi  non può vivere senza le migliori serie televisive” (cit.) ha luogo presso il cinema ‘The Space Moderno’, in piazza della Repubblica, e si muove lungo tre filoni: fiction italiana, serie internazionali, sezione Kids & Teens per i minori (con delle chicche quali ‘Sailor Moon Crystal’ e le nuove puntate di ‘World of Winx).
Dieci serie in concorso, dieci anteprime, due titoli cult e un evento speciale.
Tra i titoli in concorso:

  • la serie italiana ‘Di padre in figlia’, sull’emancipazione femminile in Italia dal 1958 al 1960, con ampia trattazione della parità, dei diritti civili, de suffragio universale;
  • l’americana ‘Good Behaviour’, con Michelle Dockery (‘Downton Abbey’) nei panni di una ladra, una vera e propria “artista” della truffa;
  • la belga ‘Ennemi public’ (‘Public enemy’), con Angelo Bisoni nel ruolo dell’assassino di bambini Guy Béranger, affidato in libertà vigilata ai monaci dell’abbazia di Vielsart;
  • la francese ‘Baron Noir’, di Canal +, che qualcuno definisce a metà strada tra ‘House of Cards’ e ‘I Sopranos’;
  • la tedesco-americana ‘Berlin Station’, sulla stazione della CIA. Daniel Miller (Richard Armitate) è una spia, con la missione segreta di scoprire l’identità della talpa di Thomas Shaw, strano figuro che sta mettendo in ginocchio gli interessi dell’America;
  • la statunitense ‘Better Things’, la storia vera, profonda ma ironica, a tratti esilarante, di un’attrice di Hollywood che deve gestire la carriera e, al contempo, tre turbolente figlie;
  • la britannica ‘National Treasure’, di Jack Thorne, sull’operazione di polizia ‘Yewtree’, che coinvolse diverse personalità dello spettacolo, tra cui Jimmy Savile, accusate di aver compiuto abusi sessuali anche su minori;
  • l’australiana ‘The Kettering Incident’, crime, con Elizabeth Debicki nel ruolo della dottoressa Anna Macy, inspiegabilmente coinvolta nella misteriosa sparizione di due ragazze nella natura selvaggia della Tasmania;
  • la franco- svedese ‘Midnight Sun’, crime thriller di Mårlind & Stein, autori della celebre serie ‘The Bridge’;
  • la ceco-polacca ‘Wasteland’, creata da Štěpán Hulík per HBO Europe, triste storia di una cittadina boema in cui una compagnia mineraria vuole sgomberare i villaggi e una quattordicenne scompare misteriosamente

La giuria del concorso internazionale è presieduta da Richard Dreyfuss ed è composta da Umberto Contarello, Lorenzo Richelmy, Annabel Scholey, Paola Turci.

Fuori Concorso ci sono due anteprime mondiali, del calibro di

  • When We Rise’ (stanunitense), cronaca delle conquiste del movimento LGBT negli Stati Uniti a partire dai celebri eventi di Stonewall del 1969
  • Madiba (Canada/Sudafrica), sugli eventi che hanno segnato la formazione di Nelson Mandela.

Tra le produzioni italiane in Anteprima Fuori Concorso:

  • ’In arte Nino’, sul grande Saturnino, Nino per amici e spettatori, Manfredi, interpretato da Elio Germano;
  • ’ Amore pensaci tu’
  • ‘Immaturi – la serie’.

Sicuramente attesissimi ‘Roots’, remake della storica serie ‘Radici’, cult americano del 1977, arrivato in Italia negli anni Ottanta, e ‘Madoff’, serie dedicata da ABC Studios al finanziere che truffò milioni di persone.

Per i più giovani, dal punto di vista spirituale o anagrafico, molte le note d’interesse della sezione ‘Kids & Teen’:

  • ‘Bat Pat’, pipistrello parlante che vive emozionanti avventure nel soprannaturale;
  • ‘Grande Oceano Blu’, con Pirata & Capitano alle prese con tesori nascosti e divertenti storie, spesso educative;
  • ‘The Lion Guard’, con il leoncino Kion;
  • ‘il piccolo Houdini’, sull’infanzia del noto illusionista;
  • ‘Elena di Havalor’, nuova principessa Disney;
  • ‘Soy Luna’;
  • ‘Sailor Moon Crystal’, reboot della storica serie anni Novanta; d’uopo ricordare che la guerriera che veste alla marinara torna anche in televisione, su Rai Gulp, da domenica 18 dicembre alle 9, con replica alle 17.30
  • le canzoni dello Zecchino D’Oro interpretate dai bambini del Piccolo Coro dell’Antoniano, raccontate da storie animate

nonché le nuove, emozionanti, avventure de

  • i ‘Mini Cuccioli’(Gruppo Alcuni);
  • ‘Geronimo Stilton’;
  • ‘Paw Patrol’;
  • ‘Maggie e Bianca Fashion Friends’;
  • ‘World of Winx’.

L’edizione 2016 del Roma Fiction Fest, dunque, sembra promettere bene. Madrina è l’attrice Matilda De Angelis; tra gli ospiti Elio Germano, Stefano Fresi, Duccio Camerini, Luca Manfredi, Alessio Boni, Cristiana Capotondi, Alessandro Roja, Domenico Diele, Cristina Comencini, Riccardo Milani, Stefania Rocca, Emilio Soflrizzi, Filippo Nigro, Martina Stella, Giuliana De Sio, Fabio Troiano, Marco Giallini, Pierfrancesco Diliberto (PIF), Carlo Carlei, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Paolo Genovese, Ilaria Spada, Irene Ferri, Ricky Menphis, Rolando Ravello, Sabrina Impacciatore, Nicole Grimaudo, Maurzio Mattioli, Ninni Bruschetta, Alessandro Sperduti, Annabel Scholey, Richard Dreyfuss, Lorenzo Richelmy, Umberto Contarello, Paola Turci, John Simenon, Donato Carrisi, Angelo Bison, Gustaf Hammarsten, Olivier Bibas, Stefan Baron, Malachi Kirby, LeVar Burton, Charlie Weber, Bellamy Young.

Fonti: sito ufficiale, comunicati stampa

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: