Crea sito

Posts tagged “calcio

brevi dai media (44)

  • Il Ravenna Festival ha luogo nella suggestiva città romagnola dal 25 maggio al 22 luglio, poi dal 17 al 23 novembre; multidisciplinare, aperto a concerti, teatro, danza, musical, prevede anche lo spettacolo ‘Inferno’, diretto da Marco Martinelli ed Ermanna Montanari. Attori e gente comune, i circa settecento che hanno risposto alla “chiamata”, danno vita ad uno spettacolo itinerante con partenza dalla tomba di Dante e arrivo nella Città di Dite ricostruita, per l’occasione, al Teatro Rasi, ex convento delle clarisse.
  • The Space Cinema e UCI Italia hanno annunciato la nascita di un’unica società concessionaria per la pubblicità nazionale al cinema, una joint venture che si chiamerà DCA e sarà operativa sul mercato a partire dall’1 luglio. Nel comunicato stampa di presentazione, si parla di un piano di investimenti e iniziative speciali, innovazione tecnologica, associata a partnership, sponsorizzazioni, attività di comunicazione dentro e fuori la sala cinematografica, con l’obiettivo di dare “nuova linfa al mercato pubblicitario”.
  • Dal bando di vendita dei diritti televisivi della Lega Serie A si evince che le partite di calcio della prossima stagione saranno spalmate su otto e non piú “soltanto” su cinque finestre, con tre nuovi orari per ogni giornata di campionato: (more…)

Partita del Cuore 2016

Nazionale italiana cantanti contro Divi del Cinema. Su Rai 1 alle ore 21.20.

Per sostenere la ricerca, dona al 45502:

2 euro con SMS,

2 euro con chiamata fissa da Vodafone e TWT,

5 o 10 euro con chiamata fissa da Tim, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

Partita del Cuore 2016 - 18 maggio, Stadio Olimpico, Roma (25 anni)

Partita del Cuore 2016 – 18 maggio, Stadio Olimpico, Roma (25 anni)

(more…)


ultime dalla Rai (3)

La Rai, in queste ore, pensa alla sua estate, che sarà contrassegnata da eventi sportivi quali gli Europei di calcio, dal 10 giugno al 10 luglio, e le Olimpiadi di Rio de Janeiro, dal 5 al 21 agosto. Mamma Rai trasmetterà in chiaro ed in alta definizione ventisette partite, ventitré in prima serata, includendo tutti gli incontri della Nazionale e tutti gli appuntamenti di quarti di finale, semifinale e finale, con le dovute coperture giornalistiche.
La rete “olimpica” sarà piuttosto Rai 2, con oltre 350 ore di programmazione dedicata. Nel loro piccolo, RaiSport 1 e RaiSport 2 trasmetteranno eventi scelti, per un’offerta che, complessivamente, raggiungerà le ottocento ore, tutte in Alta definizione. (⇐Prima on line)
Altro argomento di riflessione è la scadenza, in questo 2016, del contratto che riconosce la Rai come Concessionaria di Stato per l’esercizio radiotelevisivo. Su tale argomento,  (more…)


la Tigre ed il Biscione (2)

Le ultime battute del confronto tra Mediaset e Sky sembrano potersi sinteticamente riassumere con “Io me ne andrei”, “è stato un piacere, arrivederci!” (per non dire “e salutame a soreta”). È cosa nota: dal 7 settembre, in mancanza di accordi, Mediaset renderà possibile la visione di Canale 5, Italia e Rete 4 sul satellite solo attraverso la tecnologia TivùSat, non a chi possiede un decoder satellitare FTA. Il Biscione sostiene, e ha piú volte ribadito, il diritto della retransmission fee dei suoi canali e, per difendere il principio, è disposto a rinunciare all’ascolto e agli introiti che derivano dalla presenza su Sky; secondo fonti vicine a Murdoch, la piattaforma satellitare ha significato circa il 10% dell’ascolto dei canali berlusconiani nei primi sei mesi dell’anno mentre “gli uomini del Biscione stimano un calo di ascolti attorno allo 0,5-0,6% e un impatto sui ricavi pubblicitari praticamente pari a zero” (ItaliaOggi).

Anche per Sky è una perdita ma qualcuno ci ricorda che, attraverso la Digital Key, si può comunque aggirare l’ostacolo, per non parlare del fatto che passare dal digitale satellitare a quello terrestre con un semplice telecomando non è certo impossibile. Una domanda, inoltre, sorge spontanea: quali canali andranno a collocarsi nelle posizioni di Canale 5, Italia 1 e Rete 4*?

Tornando filologicamente alle dichiarazioni, fatto salvo un “contenti loro…” che qualcuno dichiara d’aver sentito, la filiale italiana di Murdoch ha commentato:

(more…)


la Tigre ed il Biscione

Aggiornamento, comunicato stampa 20 luglio 2015 h 18.19:  

Tutti i match in diretta e gli highlights del campionato francese (Ligue 1) e del campionato scozzese (Scottish Premiership) saranno visibili in esclusiva su Mediaset Premium per il triennio 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018. La Ligue 1 è disputata da 20 squadre per un totale di 380 partite e l’anticipo del venerdì sera riserva solitamente la partita più attesa del turno. Il campionato francese prenderà il via già venerdì 7 agosto con il big match Lille-Paris Saint Germain. Nella rosa del club parigino numerosi top player internazionali molto noti ai tifosi italiani come Ibrahimovic, Cavani, Lavezzi, Thiago Silva, Verratti, Pastore e David Luiz (al netto dalle anticipazioni di France Football su un forte interessamento del Psg per Cristiano Ronaldo o Neymar). Il giorno dopo, sabato 8 agosto, subito il derby Nizza-Monaco (con il nuovo acquisto El Shaarawy). Come in Italia, a fine campionato i primi tre club della Ligue 1 accedono alla Champions League. Mediaset Premium si è aggiudicata anche la Coupe de France, equivalente della Coppa Italia, che si svolge per tutta la stagione e il cui vincitore approda all’Europa League. La Scottish Premiership è la massima lega calcistica scozzese e prenderà il via sabato 1 agosto con Celtic-Ross County a cui seguirà domenica 2 agosto Dundee Utd-Aberdeen. Il campionato scozzese è disputato da 12 squadre ed è organizzato con lo spettacolare sistema dei play off e dei play out che porta a 38 le giornate del torneo con 380 match complessivi. Con queste nuove acquisizioni l’offerta calcistica di Mediaset Premium si conferma la più competitiva: l’unica in grado di garantire per i prossimi tre anni ai propri abbonati una settimana di calcio top. Il martedì e il mercoledì due grandi serate di Champions League con le italiane Juve, Roma, Lazio, i più importanti club d’Europa e i più forti top player mondiali; i turni di Serie A del sabato e domenica con anticipi e posticipi; il top match di Ligue 1 del venerdí.

Sky e Mediaset continuano a preparare la stagione televisiva 2015 -2016 in modo alquanto bellicoso; secondo l’agenzia Radiocor, l’asta gestita dall’agenzia Mediapro (che cura gli interessi esteri della Liga spagnola) ha visto prevalere Fox International Channels Italy, di proprietà 21st Century Fox, che si è aggiudicatala la licenza per l’Italia per la messa in onda della prossima stagione della Liga spagnola per 15 milioni di euro (pare che Mediaset abbia offerto una cifra di poco inferiore, molto alta rispetto ai 6 – 7 milioni che si spendevano in passato ma in linea con quello che sembra essere il trend).

(more…)


gli investimenti di Sky (Sport)

L’offerta di Sky a Mediaset per rilevare l’intera Mediaset Premium è stata di un miliardo e cento milioni di euro ma il Biscione, secondo fondi finanziarie, ha rifiutato perché, pur essendo superiore a quanto il Biscione stesso valuta Premium (800 milioni di enterprise value + 100 milioni di cassa), non pagherebbe il fatto di consentire alla filiale italiana di Murdoch di raggiungere il monopolio della tv a pagamento nel nostro Paese né si riesce a valutare quali sarebbero gli effetti a lungo termine di una “super -Sky” sullo sviluppo di Mediaset.

Sembra che non ci siano accordi in vista, nel breve termine, a dispetto dei numerosi abboccamenti che hanno avuto luogo durante la primavera; come detto in passato, sarebbe ipotizzabile una newco che unisca Sky a Premium ma, all’epoca, i vertici hanno lasciato intendere che un tale compromesso interesserebbe più a una realtà che a un’altra. Secondo Barclays, c’è da aspettare il 2016.

Sky, in ogni caso, è piú agguerrita che mai anche a livello di contenuti e la sua offerta sportiva (more…)


le scelte del Biscione (3)

Aggiornamento 13 aprile 2017: “Le coincidenze appaiono quasi astrali: nello stesso giorno della cessione del Milan ai ‘cinesi’, Fininvest può iniziare a crescere nell’azionariato di Mediaset, con acquisti che fino al 27 aprile possono arrivare a quasi l’1,4% del capitale. (Ansa) La prestigiosa agenzia giornalistica ricorda come la Fininvest, grazie alla vendita del Milan, oltre a deconsolidare debiti per 220 milioni, possa contare su un netto di circa 440 milioni.

Aggiornamento 6 settembre 2016:

“Fininvest conferma con soddisfazione l’avvenuto pagamento da parte della Sino-Europe Sports Investment Management Changxing Co.Ltd. della seconda tranche della caparra di 100 milioni di Euro concordata nel preliminare di vendita del Milan siglato lo scorso 5 agosto. Nel rispetto dei tempi concordati, a seguito del versamento dei primi 15 milioni di Euro avvenuto contestualmente alla firma, oggi gli investitori cinesi hanno provveduto a versare alla Fininvest i rimanenti 85 milioni di Euro. Un passaggio importante nel percorso verso il “closing” dell’operazione previsto entro fine anno.” (Comunicato stampa)

Aggiornamento del 5 agosto 2016: Silvio Berlusconi ha ceduto il 99,93% del Milan alla Sino-Europe Investment Management Changxing, cui fanno capo, tra gli altri, Haixia Capital, fondo cinese di Stato per lo sviluppo e gli investimenti, ed il manager Yonghong Li.  La Fininvest ha inoltre  diramato un comunicato stampa: “Con l’accordo gli acquirenti si impegnano a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario, per un ammontare complessivo di 350 milioni di euro nell’arco di tre anni, di cui 100 milioni da versare al momento del closing“.
La domanda sorge spontanea: che significato ha lo 0,07?

Aggiornamento del 1° agosto 2015:

“nel corso del faccia a faccia a Villa Certosa, Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol hanno trovato un accordo sul futuro assetto del Milan (…) è stato concordato il passaggio al gruppo del magnate thailandese del 48% della società rossonera a fronte di un versamento a Fininvest di circa mezzo miliardo di euro. Si tratta di un pre-accordo vincolante ed è stata fissata al 30 settembre la scadenza per il closing.” (Corriere.it)

Aggiornamento del 5 giugno 2015:
Comunicato stampa congiunto Fininvest – Mr. Bee Taechaubol: accordo per trattativa in esclusiva su collaborazione nel Milan
Il presidente Silvio Berlusconi ha approvato l’accordo firmato dall’amministratore delegato di Fininvest Pasquale Cannatelli e Mr. Bee Taechaubol che prevede di trattare in esclusiva per un periodo di otto settimane un rapporto di collaborazione relativo all’Ac Milan.  In questo periodo Silvio Berlusconi, che continuerà ad essere presidente, e Mr. Taechaubol lavoreranno per costruire insieme un grande ed ambizioso progetto economico e sportivo per riportare il Milan ai massimi livelli del calcio italiano ed internazionale che gli competono per storia, prestigio e risultati. In questo quadro, l’ipotesi di accordo, che verrà dettagliatamente esaminata, prevede che il controllo del club rimanga nelle mani del presidente Silvio Berlusconi e della Fininvest, cui farà capo una quota di maggioranza assoluta pari al 52%. Il consorzio rappresentato da Mr. Taechaubol acquisirà’ invece una quota di minoranza pari al 48%.  L’ipotesi di accordo ha come obiettivo la valorizzazione e la commercializzazione del brand Milan in particolare nei Paesi asiatici, al fine di ottenere un forte impulso dei ricavi e di conseguenza quelle risorse finanziarie indispensabili per riportare, grazie a un progetto tecnico e sportivo estremamente incisivo, il Milan a competere con i principali club del calcio mondiale.”

Aggiornamento 26 luglio 2016: leggi

Mediaset parlerà francese? Il Milan si esprimerà in cinese? O addirittura in thai? Le voci si rincorrono… Ieri il titolo di Mediaset in Borsa ha goduto di un sostanzioso rialzo in virtú di un’indiscrezione secondo la quale Mediaset Premium starebbe per essere venduta a Sky; ipotesi improbabile (definita dal gruppo di Murdoch “fantascienza”, Pier Silvio avrebbe detto “fantatelevisione”), anche in considerazione del fatto che Premium, all’epoca, è nata proprio per contrastare l’avanzata di Sky sulla tv a pagamento. Non che la storia in queste cose abbia sempre ragione, s’intende ma cedere a un concorrente un asset consolidato, per il quale si è molto sofferto, sarebbe davvero un sacrificio gravoso.

(more…)


#un calcio ai Paesi Bassi

Non ci sono Van Gogh o Mondrian che tengano: gli olandesi devono pagare il restauro della fontana di piazza di Spagna, che i romani affettuosamente chiamano “Barcaccia”, con la massima solerzia, unitamente alle scuse ufficiali per quanto accaduto.

Questo a prescindere dalle insufficienti o inefficaci risorse che il nostro Paese aveva a disposizione.

I vandali esprimono una violenza balorda e belluina e, quantunque in preda ai fumi dell’alcool,

nulla hanno del tifo e dello spirito autentico del calcio, che educa, al contrario, alla lealtà.

PS: mi sovviene che lo si sarebbe potuto pretendere anche in passato, in altre circostanze…


un occhio sulla SLA (2) ma non solo

« Caro Stefano, l’impresa piú bella che sei riuscito a costruire negli anni è stata quella di trasformare il veleno della malattia in medicina per gli altri. Ciao amico mio, onorerò per sempre la tua persona. »

Roberto Baggio

Stefano Borgonovo è stato allenatore, calciatore nonché, sicuramente, un gambalunga. Come giocatore, ha militato nel Como, nel Milan, in Nazionale e nella Fiorentina (in coppia con Baggio formava la temibile ‘B2‘); da allenatore, ha lavorato soltanto nel Como. È stato collaboratore della Gazzetta dello Sport, che aprirà a fine febbraio il canale ‘Gazzetta TV‘ alla posizione 59 del digitale terrestre*.

La SLA (sclerosi laterale amiotrofica) lo ha colpito nel 2008 e ha accorciato la sua carriera, consentendogli di parlare solo per mezzo di un sintetizzatore vocale. Ha dato vita alla Fondazione Stefano Borgonovo Onlus, che sostiene la ricerca contro la brutta malattia che sembra colpire soprattutto i calciatori.

(more…)


Bau(do) nei fumetti, Topolino nei film e Conte disneyano del calcio

Pippo Baudo ha detto che tornerà in video ma, prima che il 2014 esalasse gli ultimi respiri, lo ha già fatto sulle pagine di Topolino. La mia elefantesca memoria ricorda, in vero, almeno un altro omologo disneyano del siculo mattatore, tale Pippo Miaudo, in un’avventura degli anni Ottanta ma quello in questione è Pippo Bau, che incontra un Pippo e un Topolino ormai usi alla tv crossmediale e on demand che ha conquistato il nostro mondo e, inevitabilmente, anche Topolinia. Lo speciale, intitolato ‘W la tv… a fumetti’, è stato disegnato da Alessandro Perina per la sceneggiatura di Francesco Artibani ed è stato l’ultimo, definitivo suggello al sessantennale della TV di Stato oggetto di ampie celebrazioni.

Pippo, l’amico di sempre di Topolino, scopre una lontana parentela con il detto Pippo Bau (anch’egli un cane, secondo il dettato disneyano in base al quale i personaggi che appaiono nei fumetti devono essere trasformati in animali) e decide di andare a cercarlo negli studi televisivi, dove troneggia la statua del Cavallo che ride. Lo troverà, alla fine, tra inaudite peripezie e rocambolesche avventure, nelle pieghe della tv e della sua storia.

Pippo Baudo, informato dell’iniziativa, ha commentato:

«Sono felice di apparire tra queste pagine. Significa ottenere il massimo della popolarità, creare una memoria per il futuro in un giornale che passa tra le mani dei bambini!»

Le sorprese Disney, però, non sono finite. In Italia lo si è scoperto solo di recente (Corriere della Sera, Repubblica, Yahoo Cinema) ma già un articolo del 2003 era ben chiaro su come Topolino sia stato una mascotte fondamentale in tutta la storia della Disney, tanto da essere riprodotto, in maniera piú o meno esplicita, in numerosissimi film, come un marchio di fabbrica:

La Carica dei 101; Biancaneve e i Sette Nani; Pinocchio; Fantasia; Dumbo; Bambi; Cenerentola; Peter Pan; La Bella addormentata; Robin Hood; La Sirenetta; La Bella e la Bestia; Aladdin; Bianca e Bernie; Oliver & Company; il Re Leone; Pocahontas; il Gobbo di Notre Dame; Hercules; Ralph Spaccatutto; Mulan; Lilo & Stich; Rapunzel, In viaggio con Pippo, Red e Tob Nemiciamici, Tron.
(more…)


u mundialau meravigliau (2)

La Germania ha vinto i campionati mondiali di calcio 2014 e l’umiliante raffica di “papagne”* somministrate alla squadra ospite nella semifinale rimarrà sicuramente negli annali della storia del calcio.

Probabilissimo, peraltro, che ora anche l’America Latina debba obbedire ai criteri economici della Germania, rispettare lo spread e fissare il pareggio di bilancio.

La domanda, però, sorge spontanea: come sarebbe andata ai carioca se, invece di Fuleco, la loro mascotte si fosse chiamata  Mundialinho, Brasileiro o Armandillho (anche Pasqualinho, a limite)?

Chissà…

*la parola papagna, usata in molte parlate locali italiane, vanta un’origine alquanto interessante.

(more…)


alla rai resta floris, a sky le partite

Aggiornamento: il passaggio di Floris a La 7 è stato formalizzato.

Secondo alcune indiscrezioni, Giovanni Floris rimarrà in Rai con un miglioramento del compenso, da 550 a 630 mila euro; oltre a Ballarò, che arriverà alla mezzanotte, il pacato conduttore curerà anche una striscia quotidiana di dieci minuti (Dagospia). Bianca Berlinguer, che veniva indicata tra le sue papabili sostitute, non prenderà pertanto il suo posto mentre Zoro posizionerà il suo Gazebo alla domenica e al lunedí.

Giovanni Floris, tuttavia, non gioca a calcio, al momento, non a livello professionale (farà delle partitozze coi colleghi durante il  week end). Con riguardo a quest’altra occupazione degli esseri umani e con preciso riferimento all’infinita diatriba sui diritti calcistici, ecco il comunicato stampa con il quale la Lega conclude il tutto e rende conto di quanto deciso:

La Lega Serie A, al termine della riunione svoltasi oggi presso la sede di via Rosellini, ha proceduto all’assegnazione dei diritti audiovisivi del campionato di Serie A (stagioni dal 2015/2016 al 2017/2018) secondo il seguente schema riferito ai pacchetti esclusivi previsti dall’invito a presentare offerte pubblicato in data 19 maggio:

– Pacchetto A: Sky Italia

– Pacchetto B: RTI Reti Televisive Italiane

– Pacchetto C: non assegnato per offerte pervenute inferiori al minimo

Pacchetto D: RTI Reti Televisive Italiane

– Pacchetto E: non assegnato per assenza di offerte

La delibera tiene conto di una valorizzazione dei ricavi – ha commentato il Presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta – e soprattutto degli interessi degli utenti e dei consumatori, attraverso un’assegnazione sulle piattaforme su cui gli operatori sono consolidati. È il risultato finale di un lavoro di approfondimento di carattere legale e di grande attenzione a tutto il mondo che segue il calcio attraverso le televisioni. Si è trovato un punto importante di consenso tra i club, che hanno approvato con 22 voti su 23, ed un solo astenuto”. 

Sky, dunque trasmetterà tutta la Serie A, Mediaset le partite delle otto squadre piú importanti e tutta la Champions League; Sky ha speso 357 milioni di euro, Mediaset 280 per il pacchetto B e altri 306 per il pacchetto D, comprendente le dodici squadre rimanenti (totale 945 milioni, 116 in piú rispetto alla volta precedente).

Il pacchetto C, che riguarda le interviste e le immagini dagli spogliatoi non è stato assegnato per offerta inferiore al minimo, così come il pacchetto E (internet), per il quale non è arrivata alcun’offerta; per tali pacchetti dovranno essere poste in essere nuove procedure. Quanto ai pacchetti già assegnati, è possibile che Mediaset rivenda il pacchetto D a Sky, dopo l’autorizzazione da parte delle authority.


mundialau meravigliau

I campionati mondiali di calcio 2014 cominciano oggi, 12 giugno 2014, alle 22 (ora italiana), sebbene non sia riuscito ad imporre la mia volontà sul nome della mascotte ufficiale, che avrebbe voluto ‘Armandillo‘, ‘Brasileiro‘ o ‘Mundialinho‘ (‘Fuleco‘ sarà stato scelto in virtú di loro opinabilissimi criteri).

La televisione riconosce alle partite lo spazio che si attribuisce agli eventi della massima importanza, forse unita alla consapevolezza che agli esseri umani, italiani soprattutto, il calcio piace davvero tanto.

La Rai – Radio Televisione Italiana, prevede una partita in diretta ogni giorno su Rai 1 e su Rai HD (canale 501);

  • Brasile-Croazia oggi alle 22, s’è detto,

  • Spagna-Olanda venerdí alle 21,

  • Italia-Inghilterra sabato a mezzanotte,

  • Francia-Honduras domenica alle 21,

  • Germania-Portogallo lunedí alle 18,

  • Brasile-Messico martedí alle 21,

  • Spagna-Cile mercoledí alle 21,

  • Uruguay-Inghilterra giovedí alla stessa ora,

  • Italia-Costarica venerdí alle 18,

  • Germania-Ghana sabato alle 21,

  • Belgio-Russia domenica alle 18,

  • Camerun-Brasile lunedí alle 22,

  • Italia-Uruguay martedí alle 18,

  • Ecuador-Francia mercoledí alle 22,

  • Algeria-Russia giovedí alla stessa ora (italiana, sempre).

Ovviamente a seguire, ottavi, quarti, semifinali e finali, fino al 13 luglio.

(more…)


la partita (del Cuore) per Emergency

La Partita del cuore 2014 si gioca questa sera, alle ore 20, allo stadio ‘Artemio Franchi’ di Firenze ed è dedicata ai vent’anni di Emergency; il ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto al finanziamento delle attività che questa importante ONG gestisce nel mondo, con particolare riguardo al Centro ‘Salam’ di cardiochirurgia in Sudan e all’Ambulatorio di Castel Volturno, in provincia di Caserta, dove saranno offerti gratuitamente servizi di orientamento socio-sanitario e cure di base a migranti e persone in stato di bisogno.

È inoltre possibile, fino a domani, mandare un SMS o chiamare da rete fissa il numero 45503, per donare ad Emergency 2 o fino a 10 euro (per la precisione, si possono donare 2 euro inviando un SMS al 45503 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca, 2 euro chiamando il numero da rete fissa TeleTu e TWT, 5 o 10 euro chiamando il numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb). (more…)


essere sportivi

Alla puntata di ieri sera di ‘Che tempo che fa‘ erano ospiti, tra gli altri, due professionisti del calibro di Fabio Caressa e Beppe Bergomi, che salutiamo caramente insieme alle gentili consorti. Con i detti professionisti il conduttore si è intrattenuto su argomenti faceti ma anche tecnici, come altrimenti non poteva essere, arrivando finanche a parlare della giusta definizione di rigore o delle modalità di una telecronaca.

Il sindacato dei giornalisti Rai (Usigrai) e RaiSport hanno emesso un comunicato di tal fatta:

 “La Rai chieda immediatamente conto a Fabio Fazio dello spot alla pay-tv, offerto gratuitamente in prima serata. Il conduttore di Che tempo che fa è anche recidivo su comportamenti in evidente contrasto con l’interesse dell’azienda. Esattamente come stasera, infatti, già nel 2010 Fazio invitò il telecronista della concorrenza in vista dei mondiali di calcio del Sudafrica. Praticamente come avvenuto stasera in vista del Brasile. Insomma, in piena campagna Rai per il rinnovo del canone, nel salotto di Fazio stasera ne è andata in onda una per gli abbonamenti alla pay-tv“.

Il conduttore ligure, che ha ribadito a fine puntata l’assenza di intenzioni particolari e la sua consapevole stima per le professionalità della concessionaria di Stato, avrà cura di invitare in una delle prossime puntate lo staff della Domenica sportiva e (perché no?) tutta RaiSport.


il Biscione ed Eurosport

comunicato stampa: 

Mediaset e il gruppo Eurosport hanno concluso un accordo per la distribuzione nel bouquet della pay tv Mediaset Premium dei canali “Eurosport” ed “Eurosport 2”. Si tratta di un allargamento strategico dell’offerta della pay tv di Mediaset che per la prima volta si apre ai grandi eventi dei principali sport oltre il calcio e si rivolge anche a un nuovo pubblico di appassionati.

I due canali “Eurosport” costituiscono infatti il network sportivo leader in Europa e trasmettono in diretta e in lingua italiana tutti i principali eventi sportivi nazionali e internazionali delle discipline più prestigiose: i migliori tornei di tennis, le grandi corse a tappe e le classiche di ciclismo, gli sport invernali, gli sport motoristici, l’atletica, il nuoto, senza dimenticare gli sport a squadre come il basket, la pallamano e l’hockey e numerosi altri sport emergenti.

“Eurosport” ed “Eurosport 2” saranno visibili in SD senza costi aggiuntivi nell’offerta Premium dall’autunno 2013 e affiancheranno l’altra nuova proposta sportiva della pay tv Mediaset, il canale Fox Sports” che trasmetterà in diretta dal 17 agosto su Premium tutte le partite dei principali campionati di calcio d’EuropaPremier League e Fa Cup inglesi, Liga spagnola e Ligue 1 francese.

Mediaset Premium, già leader d’ascolti tra i canali sportivi nel 2013 con “Premium Calcio” anche in HD (1,1% in prima serata), allarga così la propria offerta anche ai grandi eventi non calcistici: oltre a Serie A, Serie B, Champions League, Europa League e a un nuovo canale interamente dedicato alle partite in diretta dei grandi Campionati di calcio europei, i clienti Premium avranno a disposizione i due canali sportivi leader in Europa su tutte le altre principali discipline sportive.

Con i quattro canali sportivi più forti disponibili oggi sul mercato (“Premium Calcio”, “Fox Sports”, “Eurosport” ed “Eurosport 2”) Premium rafforza il proprio ruolo di pay tv di nuova generazione: solo contenuti di qualità, senza imporre canali con proposte marginali che hanno il solo effetto di pesare sul costo dell’abbonamento. Oltre al grande sport, Premium propone infatti solo il meglio in tutti i generi che interessano davvero l’intera famiglia: dal cinema alle serie tv in esclusiva, dai documentari ai cartoni.

E tutti i singoli prodotti sono visibili anche on-demand con Premium Play, la più ampia offerta di contenuti pregiati disponibile in Italia che consente a tutti gli abbonati Premium la fruizione in ogni momento del titoli preferiti sui device fissi e mobili.


gli hard del satellite

La pornografia in televisione è un asset che garantisce sicuri riscontri e, dopo aver annunciato “gli hard del Biscione”, è forse il momento di parlare dell’arrivo, proprio oggi, di Playboy.tv su Sky.

Il magazine arriva, infatti, in Italia ma solo per i clienti MySky e SkyGo che fruiscono di Sky On Demand.

Stando a quanto programmato dalle altre realtà che, all’estero, fanno capo a Playboy, il palinsesto dovrebbe comprendere, in chiave hot, rubriche, trasmissioni, fiction e interviste, magari con una differenziazione che preveda contenuti piú leggeri fino alle 23 e piú forti durante le ore notturne.

Quanto alla piattaforma italiana di Murdoch, si vuol fare un cenno anche al calcio che, per la stagione 2013 -2014, offrirà la Serie A italiana e quella tedesca su Sky, quelle francese, spagnola e inglese su Fox Sport, che nascerà ad agosto alla posizione 205 e trasmetterà oltre 2.900 incontri, con una finestra interattiva per scegliere.

Su Sky sarà possibile seguire anche la Champions, l’Europa League e la Serie B ma l’allargarsi del marchio Fox è argomento che non può certo passare inosservato.


cuori a confronto

Little Tony e il suo cuore matto rimarranno per sempre nelle pagine della musica leggera italiana. Per un cuore matto che ci lascia, tuttavia, c’è una Partita del Cuore che arriva.

Si disputerà questa sera, infatti, allo Juventus Stadium di Torino, la ventiduesima edizione della “Partita del Cuore”: la Nazionale Cantanti e il team “Campioni per la ricerca” si sfideranno a calcistica tenzone per raccogliere fondi in favore della Fondazione Telethon, per la cura delle malattie genetiche rare, e dell’Istituto di Candiolo, polo d’eccellenza in Piemonte per la ricerca e la cura del cancro.

Per la Nazionale Cantanti giocheranno: Luca Barbarossa, Niccolò Fabi, Marco Masini, Sonohra, Paolo Belli, Nicola Legrottaglie, Raoul Bova, Neri Marcorè, Enrico Ruggeri e Francesco “Kekko” Silvestre.

I Campioni per la Ricerca saranno invece: Fernando Alonso e Felipe Massa, Antonio Conte, Gigi Buffon, Piero Chiambretti, Ezio Greggio, Sebastiano Somma, Luca Ubaldeschi (Vice Direttore la Stampa) Giulio Base, Mario Orfeo (direttore TG1), Pavel Nedved, Emiliano Mondonico e Francesco Totti.

La serata sarà trasmessa in diretta su Rai 1, per la conduzione di Fabrizio Frizzi e la telecronaca di Bruno Pizzul, e vedrà la partecipazione di numerosi personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, della tv e dell’informazione.

Dallo scorso 12 maggio, inoltre, e fino al 30, è attivo il numero solidale 45501; si può mandare un SMS del valore di 2 euro da cellulari  TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile e Nòverca o telefonare da rete fissa (2 euro se TeleTu e TWT; 5 o 10 euro se Telecom Italia, Infostrada e Fastweb). Fino a venerdì 31, è possibile donare anche con CartaSì, Visa e Mastercard, chiamando il numero verde CartaSì 800.38.30.08.

Con l’occasione, si ricorda che oggi è opportuno rifare la sintonia dei canali, perché ci sono state alcune modifiche nei mux di Mediaset.


adidas – Milan Junior Camp

Gli adidas Milan Junior Camp sono un’iniziativa che intende far scoprire ai giovanissimi (ragazze e ragazzi tra i 6 e i 17 anni) la bellezza del calcio, nei suoi aspetti ludici ma anche educativi e valoriali. Ogni anno e in diverse parti del mondo, i Camp consentono ai loro giovani frequentatori di avvicinarsi al gioco del calcio in modo più diretto e consapevole, perfezionandosi e cercando di scoprire quelle che sono le loro effettive potenzialità. In un contesto, si ribadisce, in cui la definizione dei valori rimarrà sempre la chiave di lettura più importante.

È in rete il video ufficiale, in cui Mario Balotelli fa il testimonial dell’iniziativa e una voce fuori campo la illustra, rimandando al sito ufficiale. Lo scorso aprile, si è tenuta la conferenza stampa ufficiale ad Acqui Terme (Alessandria), località nella quale gli adidas Milan Junior Camp avranno luogo quest’estate (per la precisione a giugno). Sono previsti due allenamenti al giorno, momenti di svago e di relax, sotto l’attenta supervisione degli allenatori di AC Milan; i partecipanti, per vivere l’esperienza di un vero “ritiro”, riceveranno il kit adidas Milan Junior Camp.

Erano presenti Franco Baresi, gloria storica del Milan, Francesca Pietra Manager dei Milan Junior Camp e Roberto Ciufoletti Manager di PromoS.

Baresi, testimonial mondiale dell’iniziativa, ha dichiarato:

 “Il successo di questo progetto deriva dalla sua formula unica, che combina divertimento, sport, salute e offre la possibilità ad ognuno dei partecipanti di allenarsi secondo i metodi ufficiali AC Milan. Con quasi 15 anni di esperienza in tutto il mondo, il Milan è oggi leader tra i club professionistici nell’organizzazione di camp per ragazzi. Siamo felici di essere ad Acqui Terme, in questa splendida città.  A tutti i ragazzi che parteciperanno al Camp raccomando il massimo impegno: queste esperienze possono essere importanti occasioni per migliorare le proprie capacità calcistiche, confrontarsi con gli altri e soprattutto per divertirsi e conoscere nuovi amici”.

La stagione 2012 dei Milan Junior Camp ha registrato 6.300 i partecipanti suddivisi tra 190 località di 42 paesi per un totale di 310 settimane di attività. Il Milan, in Italia e nel mondo, dedica ai giovani attività dedicate da oltre quindici anni; oltre ai i MJC, fanno parte di questo discorso anche Milan Scuola Calcio (oltre 120 società e 25.000 ragazzi coinvolti), Milan Park, Milan Cup, Milan School Cup; Milan Academy e Milan Lab Junior.

 (rileggi Milan sullo Stretto)


il cielo (calcistico) di Simona

Simona Ventura saluta sempre caramente il suo pubblico ed il suo pubblico ricambia seguendola con attenzione. La sua ultima fatica prende il via oggi, si chiama Cielo, che gol!’, va in onda su Cielo e la vede al timone assieme ad Alessandro Bonan.

Molte potrebbero sembrare le somiglianze con ‘Quelli che il calcio, la storica testata che la conduttrice ha signoreggiato per anni ma, a quanto è stato dichiarato, avrà personaggi nuovi al posto degli imitatori e potrà contare sulle immagini dai campi di gioco, in forza dei diritti che Sky si è aggiudicata con la Lega Calcio per il triennio 2013-2015 (Berlusconi jr ebbe a dichiarare che un certo prezzo non l’avrebbe pagato).

L’intrattenimento sarà inoltre assicurato dalla musica e da ospiti quali Flavio Briatore e Matteo Gatti, rispettivamente boss e secondo classificato dell’edizione appena conclusa ‘The Apprentice’.

Previsto anche un talent per futuri telecronisti, forse sulla stessa lunghezza d’onda di ‘X Factor’ ma, c’è da supporre, con criteri di valutazione un po’ diversi…


an armadillo as a mascot

Mascotte mondiali 2014, World Champ 2014 mascot armadillo

 

È stata rivelata la mascotte ufficiale dei mondiali di calcio 2014. I brasiliani devono ancora votare per il suo nome* ma è sicuramente un armadillo, animale tipico del Brasile e dell’America meridionale uso a chiudersi nella sua corazza quasi a diventare… un pallone!

*La nostra proposta è di scegliere tra:

  • Armandillo©PASQUALECURATOLA
  • Mundialinho©PASQUALECURATOLA
  • Pelè©PASQUALECURATOLA

 

It has been revealed the official mascot of the World Cup 2014. Brazilian people are yet to vote for its name* but it surely is an armadillo, typical animal of Brazil and South America used at withdrawing  into its armour to almost become … a ball!

*Our proposal is to choose between:

  • Armandillo©PASQUALECURATOLA
  • Mundialinho©PASQUALECURATOLA
  • Pelè©PASQUALECURATOLA


Mascotte mondiali 2014, World Champ 2014 mascot armadillo

Mascotte mondiali 2014 / World Champ 2014 mascot


le imprese d(e)i supermario (bros?)

Nella terra di Chopin, Mario Balotelli ha inferto due umiliazioni alla nazionale tedesca, come è sempre successo nei confronti calcistici internazionali tra Italia e Germania.

Nella terra di Bruegel, Mario Monti ha costretto Angela Merkel a piú miti consigli.

Il commento ideale a tutto ciò sono le pose, sempre molto plastiche, assunte ieri sera dal portiere tedesco:



il gene della SLA

L’origine della sclerosi laterale amiotrofica non è piú ascrivibile al gioco del calcio, nei termini in cui prima si era pensato (nella sola Italia sono stati colpiti circa quaranta giocatori e questo è sembrato a lungo indizio piú che sufficiente a sospettare una relazione forte tra questo sport e la patologia in questione, rileggi un occhio sulla SLA).

Due gruppi di ricercatori internazionali, lavorando in modo indipendente uno dall’altro,  hanno isolato il gene C9ORf72, alla cui mutazione sono ascrivibili il il 38% dei casi familiari e circa il 20% di quelli sporadici.

Sembra che il gene, nella forma mutata, dia origine a una proteina che si localizza nel citoplasma della cellula invece che nel nucleo. 

Alla scoperta hanno contriubito anche strutture di ricerca del nostro Paese:

  •  il dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino

  • quello di Patologia Clinica delle Molinette,

  • il dipartimento di Neurologia dell’Azienda Universitaria-Ospedaliera di Cagliari,

  • l’Istituto di Neurologia Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. 

Fondamentale per il successo della ricerca è stato l’apporto del consorzio italiano per lo studio della genetica della Sla (Italsgen), che riunisce quattordici centri universitari e ospedalieri italiani.

Grazie a questa scoperta, davvero epocale, si potrà finalmente escludere l’incidenza di fattori ambientali nell’insorgere della malattia e concentrare le risorse verso la comprensione dei meccanismi della malattia.


Milanello, ore 15!

Il club più titolato al mondo, nonché campione d’Italia, presenterà quest’oggi alle 15 la stagione calcistica 2011 – 2012.

La conferenza stampa, in diretta da Milanello (Carnago, Varese), verrà trasmessa  da Premium Calcio e sarà disponibile in live streaming sul servizio Premium Net TV, nella sezione “CALCIO LIVE” (http://nettv.mediasetpremium.it).

In occasione di questo importante vernissage di A.C. Milan, si prevede la presenza dell’allenatore Massimo Allegri, di Silvio Berlusconi e dell’amministratore delegato Adriano Galliani che, come da consuetudine, farà gli onori di casa.

A.C. Milan si arricchirà per la nuova stagione di tre nuovi mattatori: Taye Taiwo, Philippe Mexes e Stephan El Shaarawy. Per i giocatori che sono arrivati a stagione in corso (Kevin Prince Boateng, Urby Emanuelson, Mark Van Bommel) si tratterà comunque del primo raduno. Ibrahimovic, Cassano (che oggi compie 29 anni!) e quanti impegnati in Coppa America con le rispettive nazionali saranno purtroppo assenti ma potranno riaggregarsi ai loro compagni di squadra il 18 luglio.

AGGIORNAMENTO H 12.09:

un nostro connazionale, Roberto Marchini,  è rimasto ucciso in Afghanistan in seguito all’esplosione di un ordigno. Il presidente del Consiglio non presenzierà, pertanto, all’evento di Milanello.

Questo blog si associa al lutto dei familiari di Roberto Marchini e al cordoglio nazionale.


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: