Crea sito

Posts tagged “fiction

festival a confronto (16)

Tre interessanti kermesse vivono in queste ore e in questi giorni in Italia: il festival della Parola a Chiavari, l’innovativo Sky Arte Festival a Napoli ed il Festival della Tv e dei nuovi media di Dogliani.
Quest’ultimo, ormai alla sesta edizione, si tiene quest’anno dal 4 al 7 maggio, per la direzione di Federica Mariani e l’organizzazione di Simona Arpellino; nella suggestiva cornice delle sue caratteristiche piazze langarole il festival ospita dibattiti, incontri, riflessioni sui temi delle “Frontiere”, del “Rinascimento della fiction italiana”, delle “fake news”.

Festival della TV e dei nuovi media di Dogliani - 2017

Festival della TV e dei nuovi media di Dogliani – 2017

Quali sono le “frontiere”? Quelle fisiche e quelle virtuali, per arrivare a quelle tecnologiche, come le ormai affermate modalità di fruizione alternative al piccolo schermo, quali gli iPhone e i tablet.
Quanto alla fiction, (more…)


American Gods (and beyond…)

“There are new gods growing in America, clinging to growing knots of belief: gods of credit card and freeway, of Internet and telephone, of radio and hospital and television, gods of plastic and of beeper and of neon. Proud gods, fat and foolish creatures, puffed up with their own newness and importance. “They are aware of us, they fear us, and they hate us,” said Odin. “You are fooling yourselves if you believe otherwise.”

Neil Gaiman, ‘American Gods’

American Gods’, the TV series, is broadcasted on Starz since April the 30th, on Amazon Prime Video since today, May the 1st. A very interesting experiment, among the most awaited of the season, ‘American Gods’ is drawn from the homonymous Neil Gaiman’s fantasy novel and deals with religion, mythology, life. Throughout the history, many gods and many religions passed and, traditional divinities a part, many people consider money, success, technology and mass media likely to be venerated, even more than the others. Now (more…)


palinsesti a primavera

Rai, Mediaset e altre emittenti hanno comunicato le novità e le conferme per la primavera televisiva del 2017.
Rai 1 punta molto sulla fiction, con ‘il commissario Montalbano’ che torna in onda lunedí 27 febbraio e costringe l’‛Isola dei Famosi’, di Canale 5, a spostarsi al martedí. Dall’11 aprile andrà in onda la serie ‘di Padre in Figlia’, con Alessio Boni e Cristiana Capotondi; sarà poi la volta, forse giovedí 8 maggio, di (more…)


Roma Fiction Fest 2016

Ha luogo dal 7 all’11 dicembre 2016, per la direzione artistica del regista Giuseppe Piccioni, la decima edizione del Roma Fiction Fest.  La “festa di chi  non può vivere senza le migliori serie televisive” (cit.) ha luogo presso il cinema ‘The Space Moderno’, in piazza della Repubblica, e si muove lungo tre filoni: fiction italiana, serie internazionali, sezione Kids & Teens per i minori (con delle chicche quali ‘Sailor Moon Crystal’ e le nuove puntate di ‘World of Winx).
Dieci serie in concorso, dieci anteprime, due titoli cult e un evento speciale.
Tra i titoli in concorso: (more…)


brevi dai media (33)

  • Luciano Rispoli ha deciso di lasciarci e noi lo salutiamo con un vecchio post.
  • In Cina i supereroi si servono ancora di spade e sono celebrati da un genere cinematografico specifico, il wuxiapian. È un wuxiapian ‘SwordMaster 3D’, di Derek Yee; presentato in anteprima mondiale alla Festa del Cinema di Roma, tratto dal romanzo ‘The Third Master’s Sword’ (1975) di Gu Long (già adattato per il grande schermo nel 1977 in ‘Death Duel’), il film è prodotto da Tsui Hark. È un 3D che valorizza i movimenti dei protagonisti, duellanti che si muovono all’interno delle lotte per il potere, con elementi di western orientale, fantasy e humour; in un trionfo di acrobatiche e cincischiate coreografie: i protagonisti sono l’impulsivo e un po’ maledetto Cavaliere Yan (Peter Ho), maestro della Spada Mortale, e Hsieh Hsiao-feng (Lin Gengxin) che, stanco di combattere, tenta di farsi credere morto. (⇐Ansa)
  • In tema di supereroi, il 16 novembre arriva in Italia “Faith”, supereroina bionda e cicciotta con poteri telecinetici. Di giorno insospettabile blogger, Faith compie le sue mirabolanti imprese con il favore della notte, difendendo la città da criminali e alieni. Le sue vicende hanno avuto un grande successo negli Stati Uniti, dove la miniserie, pubblicata lo scorso luglio dalla newyorkese Valiant Comics, ha raggiunto il primato della quinta ristampa piú rapida della storia del fumetto. Nata in un fumetto Valiant Comics, arriva in Italia grazie alla perugina Star Comics e sarà presentata in anteprima al Lucca Comics&Games, che si svolge dal 28 ottobre al 1° novembre. (⇐Ansa)
  • La ventunesima edizione di ‘Capri Hollywood – The international Film Festival’, che si terrà dal 26 dicembre al 2 gennaio, sarà diretta dallo sceneggiatore e produttore americano Barry Morrow, premio Oscar per ‘Rain Man’. Da sempre impegnato sui temi della solidarietà, Morrow premierà il regista Gianfranco Rosi per “Fuocoammare”, film vincitore del “Capri European Movie Award”, e presiederà la giuria di ‘Cinema for Mercy’, il concorso internazionale di cortometraggi sul tema della Misericordia, argomento trattato anche nell’ambito del Giubileo di papa Francesco. Come ogni anno, la kermesse nasce e vive per iniziativa di Pascal Vicedomini, che l’ha anche fondata nel 1995; è stato lui a ricordare (more…)

brevi dai media (32)

  • La nuova serie di ‘Twin Peaks’ andrà in onda nel 2017, in Italia sarà trasmessa su Sky Atlantic HD. In un ‘dietro le quinte’ divulgato qualche giorno fa, sono già apparsi alcuni personaggi cui il pubblico dell’edizione storica è ancora affezionato, come Kyle MacLachlan, Miguel Ferrer, Kimmy Robertson, Harry Goaz, Dana Ashbrook e James Marshall. La nuova ‘Twin Peaks’, realizzata da Showtime, continua venticinque anni dopo il racconto che tutti ricordiamo con l’immortale interrogativo “Chi ha ucciso Laura Palmer?”; scritta e prodotta dai creatori della serie, David Lynch e Mark Frost, interamente diretta da David Lynch, è distribuita in tutto il mondo da CBS Studios international. Tra i nuovi attori, Jim Belushi, Amy Shiels, Robert Knepper e Chrysta Bell. (⇐ Comunicato stampa)
  • «Nell’audiovisivo l’Italia non ha un mercato internazionale perché la produzione si concentra soprattutto su prodotti domestici. (…) se vuoi vendere all’estero devi partire con questa idea sin dall’inizio. L’operazione si chiama “local to global”: una storia come Gomorra è pensata, finanziata e realizzata come prodotto internazionale. I costi sono alti: circa 1 milione e 400mila euro l’ora per 12 ore a stagione, ma il 25 per cento è stato recuperato dalle vendite internazionali, un bel traguardo per una serie in napoletano». Lo ha ricordato Giovanni Stabilini, vice presidente dei produttori televisivi e amministratore delegato di Cattleya, in un’intervista a Repubblica. Certo, è vero pure che

(more…)


festival a confronto (13)

La Festa del Cinema di Roma avrà luogo dal 13 al 23 ottobre, insieme alla sezione ‘Alice nella Città’. Sarà nostra cura occuparcene a tempo debito.
Nel frattempo,  ci sono Romics (ventesima edizione!) ed il Roma Web Fest.

Roma Web Fest

Roma Web Fest (30 settembre – 2 ottobre)

Romics 2016 29 settembre 2 ottobre, ventesima edizione
Ecco, dal sito ufficiale di Romics, l’intero programma, ancora suscettibile di piccoli cambiamenti: (more…)


festival a confronto (11)

Prende il via oggi, 14 luglio, ‘Animavì– Festival internazionale del Cinema d’animazione poetico’. Diretto da Simone Massi, Animavì nasce a Pergola, in provincia di Pesaro -Urbino, dove per la verità è nato anche Simone, e si conclude domenica prossima, 17, dopo aver proiettato una serie infinita di poetiche suggestioni legate all’animazione, sedici opere provenienti da ogni parte del pianeta. Ospite di particolare riguardo è il regista russo Aleksandr Konstantinovič Petrov, vincitore di un Oscar nel 2000 per ‘Il vecchio e il mare’, peraltro autore della sigla e della locandina del festival; ci saranno anche Emir Kusturica, cui sarà conferito il Premio alla Carriera, nonché Ascanio Celestini e Umberto Piersanti, che saranno adeguatamente omaggiati. Madrina d’apertura del festival l’attrice e regista Valentina Carnelutti, padrino nel senso di conduttore il giornalista Luca Raffaelli, reduce dalla seconda edizione de ‘La città incantata‘.
Il Giffoni Film Festival 2016 a rigore comincerebbe domani (15 – 24 luglio le date ufficiali) ma intende preparare il palato del suo pubblico fin da oggi, con una proiezione non stop dedicata a Leonardo DiCaprio: dalle 14.30 alle 03.30, in Sala Lumière, saranno presentati ‘Prova a Prendermi’, di Steven Spielberg, ‘The Departed – Il Bene e Il Male’ e ‘Shutter Island’, di Martin Scorsese, ‘Inception’, di Christopher Nolan, e ‘The Wolf of Wall Street’, ancora di Scorsese.
La partenza ufficiale, però, ha luogo domani e (more…)


don Matteo on line (#educational #fordummies)

Don Matteo‘ è uno dei prodotti di maggior successo e durata nella storia della televisione italiana. Pertanto, in un’ottica secondo la quale “da grandi poteri derivano grandi responsabilità” si è pensato di usare almeno in parte il carisma del prete di provincia per avvicinare a Internet gli anziani e le persone che, anche in età piú tenera, sono poco use alla navigazione. S’intitola ‘Complimenti per la connessione’, è uno spin off della popolare serie televisiva, prodotto come il fratello maggiore da Lux Vide e Rai Fiction, posizionato dopo il Tg1 delle 20, a partire dall’11 luglio. Venti puntate da sei minuti ciascuna, mirate a ridurre il digital divide e avvicinare, come anticipato, anziani e scettici alla rete.
Simone Montedoro, nei consueti panni del capitano Giulio Tommasi, diventa una sorta di “Maestro Manzi 2.0 e impartisce gratuite lezioni di internet al maresciallo Nino Cecchini (Nino Frassica) e al sagrestano Pippo (Francesco Scali).
Antonio Campo dall’Orto, direttore generale della Rai, ha dichiarato:

“Quello di ridurre il digital divide è un obiettivo specifico della Rai in quanto servizio pubblico, perché un Paese più connesso è un Paese migliore.”

Gian Paolo Tagliavia, direttore di Rai Digital, ha ben chiosato:

“Ben 22 milioni di italiani tagliati fuori da internet costituiscono un problema, di cui la Rai deve farsi carico, perché si tratta di varie tipologie di persone delle quali, in fase di ideazione di ‘Complimenti per la connessione’, abbiamo cercato di capire i bisogni. Servono prodotti semplici”.

Fonte: Prima on line


Rai in autunno: un cielo di stelle

Aggiornamento 11 agosto 2016: il programma che Gianluca Semprini condurrà su Rai 3 dal 6 settembre, nella posizione storica di Ballarò, si chiamerà ‘Politics. Tutto è politica’, come annunciato dal promo del programma. Lo slogan di Semprini sembra essere: “A domande precise, risposte precise“.
Aggiornamento: dopo molte indiscrezioni, Pippo Baudo ha confermato che sarà conduttore e direttore artistico di ‘Domenica in’:

“Sarò conduttore e direttore artistico della prossima Domenica In. Quasi come un regalo per i miei 80 anni! Vivo questo rientro bene con felicità, allegria, sicurezza fisica e anche sentimentale. Il mio ruolo? Presento, scrivo, intervisto, suono e canto: quello che faccio sempre. La formula sarà quella classica di Domenica In, perché funziona sempre. Niente delitti, ci sono altri investigatori. Sarò solo ma stiamo cercando una partner. Mi piacerebbe trovare un’altra Cuccarini o una Parisi. Forse sono un po’ presuntuoso, ma sento che il pubblico mi vuole bene. Anche se un pizzico di emotività ci deve essere sempre”.

Il programma sarà realizzato a Cinecittà, per circa due ore di diretta. (< -Ansa)
Ha avuto luogo oggi a Milano la presentazione dei palinsesti autunnali delle quattro reti televisive generaliste: Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai 4. Sarà difficile ad altri editori fare di meglio. Non impossibile, certo, ma difficile. Per soffitto un cielo di stelle, talvolta cadenti; il parterre formato da stelle in carne e ossa, da ritenere tutte viventi; alle spalle dei dirigenti che hanno condotto l’incontro, dei led wall con stelle virtuali, talvolta cadenti, icone di conduttrici e conduttori, tutti viventi.
Lo slogan della conferenza (prossima tag line editoriale?) è stato ‘Per te, per tutti’.
Le danze sono state aperte da una suggestiva intro, che si sarebbe potuto mandare in onda come contributo ma non lo si è fatto perché molto scenografica.
Annunciato dall’inconfondibile voce di Francesco Pannofino, che ha introdotto anche gli altri, ha fatto il suo ingresso Antonio Campo dall’Orto, che ha fatto alcune affermazioni di raro spessore: ‘Il mio approccio verso le televisioni non è finalistico, non è teleologico’ può essere un esempio. Ha parlato di Rai Play, anche se en passant, lasciando intendere che si tratterà di una piattaforma on line per la catch up tv, la personalizzazione dei contenuti, l’interazione del telespettatore. Ha però ribadito che Rai Play è nata internamente, senza ricorso a strutture esterne, la qual cosa, oltre a porre l’accento sulla valorizzazione delle risorse della Rai, potrebbe anche configurarsi come una stoccata verso qualcun altro.
Ha ricordato che la Rai, oltre al primato televisivo, detiene anche quello di primo editore italiano per posizionamento su Twitter, in un contesto in cui un po’ tutti “hanno perso pezzi di pubblico”. Ha parlato di gioco di squadra e altre belle cose. Sarà cambiato il 33% della programmazione delle generaliste, con trentasette programmi nuovi e cinque nuovi titoli di fiction. Ha parlato anche di radio, in un’ottica di gioco di squadra che ben vede Carlo Conti, oltre che conduttore su Rai 1, direttore di  Radio Rai, pur ammettendo che le radio di viale Mazzini sono al momento posizionate su un pubblico adulto maschile. È stato, poi, il turno dei responsabili delle reti, delle quattro citate generaliste; è sembrata oziosa la domanda di chi chiedeva per quale motivo non si parlasse anche delle tematiche, in una mattina cosí satura di contenuti.
Il primo, per storico privilegio è stato Andrea Fabiano, alla guida di Rai 1. Ancor prima di parlare, ha agevolato un video con molte delle novità autunnali di Rai 1, tra le quali ci piace citare la messa in onda in prima visione televisiva di ‘Belle et Sébastien’, ‘Maleficent’, ‘Saving Mr. Banks’. (more…)


la grande bellezza (di Lucia)

La bellezza di Lucia Annibali è stata messa a dura prova, anni fa, da una sferzata d’acido regalatale dal suo ex, Luca Varani. La si sta ricostruendo, un passo alla volta, la bellezza; nel frattempo, è in fase di realizzazione il film tv per la Rai ‘Io ci sono’, ricavato dal libro ‘Io ci sono – La mia storia di non amore’, che la Annibali ha scritto insieme alla giornalista Giusi Fasano.
Lucia è interpretata da Cristiana Capotondi; intervistata da Candida Morvillo per il Corriere della Sera, l’attrice ha raccontato di non aver temuto nel recitare un ruolo cosí drammatico alla presenza della persona che ha vissuto tutto: (more…)


il Cavallo ed il Biscione (2)

Si è appena concluso, in quel di Dogliani, provincia di Cuneo, il festival della televisione, al quale hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Rai, Monica Maggioni, Andrea Zappia di Sky, Fabrizio Salini di La7, Marinella Soldi di Discovery, Kathryn Fink di Fox.
Nel corso della manifestazione, sono sembrate di particolare interesse alcune posizioni: Fabrizio Salini ha dichiarato:

«Quella del canone in bolletta è un’operazione che porterà nelle casse della Rai trecento milioni. Cosí si crea uno squilibrio di mercato!»

Monica Maggioni gli ha risposto: (more…)


ultime dalla Rai (4)

Il consiglio d’amministrazione della Rai ha approvato all’unanimità il Piano industriale 2016-2018. Il Direttore generale, Antonio Campo Dall’Orto, ha dichiarato che la Rai il canone “deve meritarselo” e ha parlato di “un profondo rinnovamento editoriale che consenta all’azienda di sviluppare una vocazione sempre piú universale e mantenere la leadership di ascolti nel nuovo contesto digitale multipiattaforma“.
Tale obiettivo va perseguito sviluppando un’offerta editoriale di qualità, rafforzando le caratteristiche di servizio pubblico, anche attraverso la revisione di generi e linguaggi, completando il passaggio da broadcaster tradizionale a Digital Media Company, rivedendo il modello ideativo e distributivo, ponendo in essere investimenti tecnologici, modelli produttivi e professionali in grado di sviluppare un’offerta digitale distintiva e personalizzabile. Sei le parole chiave: (more…)


spicchi d’arte tra baffi di storia (3)

Nascerà nel cuore di Cinecittà il Miac, Museo italiano dell’Audiovisivo e del Cinema. Nascerà, probabilmente in autunno, all’interno del vecchio laboratorio sviluppo e stampa, ormai dismesso. La struttura, finanziata con due milioni e mezzo di euro da MiBact e Luce Cinecittà, ospiterà esposizioni temporanee, workshop, masterclass, occasioni d’incontro nonché, come intuibile, un percorso espositivo sulla storia del cinema italiano. Il progetto rientra in quelli presentati all’Unesco per il riconoscimento di Roma Città Creativa del Cinema.
Umberto Eco rivivrà a breve, con (more…)


brevi dai media (18)

  • ‘Rocco Schiavone’ è la serie televisiva che Cross Production e Rai Fiction intendono ricavare dai romanzi gialli di Antonio Manzini, editi da Sellerio. Marco Giallini veste i panni di un vicequestore di polizia inviato da Roma ad Aosta per risolvere casi particolarmente difficili. Come intuibile, la serie, divisa in sei puntate, sceneggiata da Antonio Manzini e Maurizio Careddu, distribuita dalla Beta Film, è realizzata con l’apporto della Film Commission della Valle d’Aosta (Igor Tonino). (⇐Ansa)
  • La Miramax parla arabo. La casa di produzione e distribuzione fondata nel 1979 da Harvey & Robert Weinstein, cui sono legati titoli quali ‘Pulp Fiction’, ‘Shakespeare in love’, ‘Non è un paese per vecchi’, ‘Una donna da salvare’, è stata acquistata dalla beIN Media Group, con sede a Doha, nel Quatar. Nel 1993 era stata acquistata dalla Disney (more…)

le proposte del Biscione (febbraio 2016)

  • L’isola dei famosi tornerà in onda a breve ma, diversamente dalle date che erano state in un primo momento prospettate, potrebbe martire mercoledí 9 marzo invece che il lunedí precedente per non scontrarsi con il commissario Montalbano, in onda su Rai 1 con l’episodio ‘Piramide di fango’. Dopo la prima puntata le cose potrebbero cambiare o rimanere gattopardescamente uguali. Quanto al cast, è forse di particolare interesse la partecipazione di Simona Ventura, che dovrà vedersela con naufraghi del calibro di Marco Carta, del circense Stefano Orfei, dell’attore Jonás Berami (Juan Castañeda ne ‘Il Segreto’, dell’egittologo Aristide Malnato (“Mummy” il mummiologo, spesso ospite di ‘Detto Fatto) nonché, secondo alcune testate, Enzo Salvi, Claudia Galanti, Mercedes Schicchi (figlia di Riccardo Schicchi ed Eva Henger), Gianluca Mech (quello delle tisane), Gloria Patricia Contreras (‘The Lady, una web serie), Cristian Galella, Matteo Cambi, Andrea Preti, Paola Caruso, Giacobbe Fragomeni, Gracia Torres.
    Non si può certo affermare che tutti i naufraghi abbiamo goduto delle medesime attenzioni da parte del gossip.
    Non ci sarà Pamela Prati. Condurrà Alessia Marcuzzi.
  • Novità al Tg5: (more…)

il Cavallo ed il Biscione

Sono state annunciate e sono ricavabili dai palinsesti pubblicitari le principali novità che riguardano la programmazione Rai e Mediaset nel 2016.
Per quanto riguarda la Rai, si può senz’altro affermare che sarà confermato alla fiction un ruolo di prim’ordine: dal 7 gennaio tornano le avventure di ‘don Matteo’, giunto alla decima edizione, dal 22 febbraio ‘Il commissario Montalbano’ e, globalmente, da gennaio a marzo, cinque prime serate di Rai 1 su sette saranno occupate da tv movie e miniserie.
Il 3 gennaio andrà in onda ‘Tutto può succedere’, serie italiana basata sull’americana Parenthood; il 25 è previsto ‘il paradiso delle signore’, fiction in costume. Mercoledí 9 marzo ritorna ‘Velvet’, alla terza stagione.
Le serate di venerdí e sabato saranno destinate all’intrattenimento, leggero o impegnato; il 15 gennaio è previsto uno speciale ‘Porta a Porta’, dal 22 la nuova edizione di ‘Cosí lontani cosí vicini’, con Albano e Romina Power, a marzo due serate evento, una il 18 con Tiziano Ferro.
Al sabato, ‘Il dono’, con Marco Liorni e Paola Perego; dal 16 gennaio al 6 febbraio ‘Sogno e son desto 3’, con Massimo Ranieri; dopo Sanremo (9 – 13 febbraio), sarà la volta di ‘Ballando con le stelle – 11’.
Andranno in onda su Rai 1 anche le partite (more…)


al centro del 2016 (forse anche prima)

Quattro film italiani particolarmente interessanti arriveranno in sala nei prossimi mesi, anzi cinque ci va di trattare: ‘Il Flauto magico’, ‘Il centro del mondo’, ‘L’ultimo teorema di Fermat’, ‘La corrispondenza’, ‘Il ragazzo invisibile 2’.
Il Flauto magico’, al momento in lavorazione, è un film di Mario Tronco e Fabrizio Bentivoglio ed è ispirato al celeberrimo capolavoro di Wolfgang Amadeus Mozart che il sottoscritto particolarmente ama, con precipuo riguardo al vocalizzo della Regina della Notte. La trama si discosta da quella dell’opera da cui trae ispirazione, l’ambientazione è a Roma, in piazza Vittorio; Omar, il guardiano, sta per chiudere i cancelli del giardinetto con catena e lucchetto quando un mondo si solleva e prendono vita tutta una serie di suggestioni e situazioni che sembrano dimostrare come l’opera di Mozart sia, secondo la sinossi ufficiale, “una favola tramandata di bocca in bocca e giunta in modi diversi a ciascuno dei nostri musicisti”.
(more…)


le tigri del Roma Fiction Fest

Roma Fiction Fest

La nona edizione 2015 del Roma Fiction Fest si tiene nella Capitale dall’11 al 15 novembre 2015 e dedica spazio, tra l’altro, al quarantennale della serie televisiva di Sandokan, la tigre della Malaysia nata dalla fantasia di Salgari e vissuta in televisione dal 6 gennaio all’8 febbraio 1976. Numerosi, però, anche gli altri animali da combattimento cui la kermesse tributerà i dovuti riconoscimenti: il Presidente della Fondazione Cinema per Roma, Piera Detassis, a conclusione dell’ultima Festa del Cinema, ha ricordato che la Fondazione Cinema per Roma si occuperà sia di questo, programmato per giugno, sia del Roma Fiction Fest.

Lo spazio dedicato a Sandokan è previsto (more…)


bilancio Mia e cortometraggi 2014

La Festa del Cinema di Roma si è conclusa ieri ed in questa sede si vuol riflettere su alcuni aspetti relativi al marketing e al management dell’audiovisivo piuttosto che sull’arte per l’arte.

È stata l’edizione che ha lanciato MIA, il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, che sicuramente sarà realizzato anche l’anno prossimo ed è stata anche la seconda edizione con l’Italian Film Boutique.

(more…)


ci aspettano in televisione

Aggiornamento del 14 settembre: secondo alcune fonti, l’undicesima edizione dell’Isola dei Famosi andrà in onda su Canale 5 a settembre 2016, non a gennaio, sebbene il direttore di Canale 5, nelle recenti interviste, non lo abbia minimamente accennato. Il Grande fratello, poi, è stato spostato al giovedí, giorno di programmazione delle prime edizioni e partirà il 24 settembre.

La stagione televisiva 2015 -2016, di raro interesse per il confronto sulla pay tv, ha annunciato i suoi appuntamenti; è d’uopo ricordare che il periodo di garanzia autunnale 2015, durante il quale le reti televisive e le loro concessionarie devono garantire un ascolto minimo per la compravendita degli spazi pubblicitari, comincerà il 30 di agosto e si concluderà il 19 dicembre.

Ecco il calendario con le partenze dei programmi televisivi piú conosciuti:

(more…)


fuggo(no) dal cinema?

Il Cinema è un’arte libera e chi fa il suo ingresso in una sala, alla ricerca della Bellezza, può farlo per impegnarsi ma anche per evadere. Da qualche tempo, tuttavia, alcuni Maestri rimproverano alla settima arte un insufficiente adeguamento del linguaggio e una scarsa attenzione all’attualità. La televisione sarebbe per molti motivi preferibile.

Bernardo Bertolucci ha dichiarato:

«Le serie che vedo sono piú belle di quasi tutti i film hollywoodiani. Trovo nella fiction quello che non vedo piú al cinema, i tempi della serialità sono quelli del cinema che amavamo».*

Robert Redford gli ha fatto pronta eco:

«La tv è un passo avanti perché la serie, tra ambientazione, luci, spazi e tempi permette di ritrovare le atmosfere del cinema d’autore che è stato cannibalizzato dal cinema industriale del blockbuster ed è rinato nelle serie d’autore».*

Il colpo di grazia arriva da Dustin Hoffman:

«La tv di oggi è la migliore che sia mai esistita, il cinema è il peggiore che abbia visto nei cinquant’anni in cui l’ho fatto».*

Ormai si occupano di televisione professionisti del calibro di Steven Soderbergh, Alejandro Gonzàlez Iñárritu, Steve McQueen, David Fincher, Woody Allen, Paul Haggis.

E in Italia? Alla presentazione de ‘Con il sole negli occhi’, il maestro Avati, in questi giorni alla prese con ‘Le nozze di Laura’, si era lasciato scappare:

(more…)


a great teaching from a little house

We start learning the minute we’re born, Laura.
And if we’re wise, we don’t stop until the Lord calls us home.
Caroline Ingalls, The Little House on the Prairie

Cominciamo a imparare nel momento in cui nasciamo, Laura.
E, se siamo saggi*, non finiamo finché il Signore non ci richiama a sé.”
Caroline Ingalls, La casa nella prateria.

 

 

 

 

It is to remember that the NBC series ‘The Little House on the Prairie

was drawn from Laura Ingalls Wilder’s books.

* Professionals of Italian TV translated ‘wise‘ with ‘humble‘; it is a closely related meaning, given that a wise person has to be aware of its limitations and what still needs to learn.


anche La7, nel suo piccolo…

Sono stati presentati oggi i palinsesti per l’estate e l’autunno-inverno di La7 e La7D; il comunicato stampa che ha accompagnato e illustrato i contenuti della presentazione esordiva affermando:

“Fedele a se stessa ma aperta ai cambiamenti del Paese. Punto di riferimento per milioni di italiani che vogliono essere informati. Sono questi gli ingredienti principali che – nonostante la crescente segmentazione dell’audience televisiva – hanno permesso a La7 di crescere e assumere negli anni un ruolo centrale nel panorama televisivo italiano.(…) Una linea editoriale (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: