Crea sito

Posts tagged “Giuseppe Verdi

i duecento di Peppino

Oggi, 10 ottobre 2013, Giuseppe Verdi festeggia il duecentesimo compleanno:

  • il teatro alla Scala di Milano ha messo in vendita già lunedí i biglietti per la ‘Traviata’ che, il prossimo 7 dicembre, inaugurerà la stagione (anche quelli riservati al Comune, che li offrirà in beneficenza);
  • Rai 3 manda in onda alle 21 lo speciale ‘Verdi, genio italiano’;
  • Sky inaugura ‘Classica HD’ al canale 131, disponibile per tutti i clienti con l’opzione HD attiva e con pacchetto Sky TV o Serie TV-Intrattenimento;
  • il belvedere del nuovo palazzo della Regione e la stessa Scala sono aperti al pubblico;
  • l’Orchestra Verdi gli tributa una serata speciale;
  • a ‘Casa Verdi‘, casa di riposo per artisti voluta proprio dal Cigno di Busseto, che qui riposa, viene celebrata una messa accompagnata dal Coro della Scala, dal soprano Lina Vasta e dal baritono Renato Bruson;
  • già partita martedí scorso alle 22.30, ‘Verdiana‘, serie di quattro appuntamenti settimanali che Rai Storia dedica alla vita e alle opere del grande compositore italiano (pura coincidenza il fatto che si chiami Verdiana anche la figlia della Bonaccorti); ecco i titoli delle puntate:
    • Verdi: una storia italiana” utile a introdurre l’attività di compositore e la rilevanza politica di Verdi, rimasto simbolo del Risorgimento e dell’Unità d’Italia.
    • Il suono di Verdi,focalizzato sulla produzione operistica;
    • I libretti verdiani”, con il linguista Luca Serianni;
    • Verdi, uomo di teatro“, sugli aspetti scenici e di rappresentazione.
  • Il sottoscritto, nel suo piccolo, ha partecipato ieri ad una conferenza tenuta dal professore Nicola Sgro, già studente prediletto di von Karajan, che ha messo a confronto l’Otello di Verdi con il Tristano e Isotta di Wagner.

questo o quel mezzo per me pari sono

Martedí 9 luglio alle 21.30 il ’Rigoletto’ di Giuseppe Verdi sarà protagonista di un evento unico: la rappresentazione teatrale di Taormina sarà ripresa dalle telecamere della Rai e proiettata in settecento sale cinematografiche in tutto il mondo, per essere poi trasmessa dai Rai 5 il 16 luglio, da Rai 1 e da altre emittenti in seguito, sempre a livello planetario.  Mamma Rai userà dodici camere ad alta definizione nonché mezzi e carrelli tipici delle riprese cinematografiche.

Evento crossmediale tra i piú interessanti, ‘Rigoletto’  è parte integrante delle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e prosegue il percorso inaugurato due anni fa dal ‘Nabucco’ e l’anno scorso dalla ‘Norma’; al teatro antico di Taormina debutterà il 7, per coloro che lo vedranno dal vivo ma è proprio con la seconda rappresentazione del 9 che si accenderà l’evento, la cui proiezione nei cinema sarà garantita in Italia dal circuito “Microcinema” e nel resto del mondo da “Rising Alternative”.

Lo spettacolo, prodotto da ‘Festival Euro Mediterraneo’, vede la regia e la scenografia di Enrico Castiglione, i costumi di Sonia Cammarata, le interpretazioni del baritono Carlos Almaguer (Rigoletto), del tenore Gianluca Terranova (duca di Mantova, già Caruso nella fiction di Rai 1), del soprano Rocio Ignacio (Gilda), del basso Gianfranco Montresor (Monterone), di Sofi Koberidze (Maddalena) e di Emanuele Cordaro (Sparafucile). L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo sarà diretta da Gianluca Martinenghi, mentre il Coro Lirico Siciliano sarà diretto da Francesco Costa.

La stagione musicale di Taormina, che procede pari passo con gli eventi cinematografici (qui e qui) proseguirà poi fino a settembre.


Matteo Renzi, Tinto Brass, Tosca e la Traviata

Tinto Brass su Renzi, al quotidiano Qui Firenze: Lo vedrei bene in un mio film! Con la sua aria da primo della classe, a Messa tutte le domeniche con il suo giubbettino da Fonzie, ha tutta l’aria di uno che non la disdegna e a letto non le manda a dire. È ‘na bronsa coverta’, come si dice a Venezia, cioè braci che ardono sotto la cenere“.

Matteo Renzi, sindaco di Firenze ed esponente di spicco del PD: non pervenuta

***

Da un’iniziativa forse provocatoria a una sicuramente lodevole: i prossimi 28 maggio e 4 giugno, in cento sale italiane, saranno proiettate le rappresentazioni delle opere ‘Tosca’, di Giacomo Puccini, e ‘La Traviata’, di Giuseppe Verdi. Sembra un modo interessante di avvicinare all’opera le persone che non possono accedere ai templi istituzionali di questa nobile arte, un esperimento già compiuto in passato.


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: