Crea sito

Posts tagged “kids

brevi dai media (43)

* Il nuovo testimonial del gruppo Barilla è il tennista Roger Federer; dal 2015, Barilla è anche main sponsor delle nazionali italiane di pallacanestro, senior e giovanili, maschile e femminile. (Fonte: Prima on line)
*Mercoledí 10 maggio, presso il Salone del MiBact,  ci sarà la conferenza stampa di presentazione del ‘Patto della Lettura’; saranno presenti: il ministro Dario Franceschini, il direttore generale Rai Antonio Campo dall’Orto, il presidente Mediaset Fedele Confalonieri, l’amministratore delegato La7 Marco Ghigliani, l’amministratore delegato di Sky Italia Andrea Zappia, l’EVP general manager di Discovery Italia Alessandro Araimo, il direttore generale di TV2000 Lorenzo Serra. (Fonte: www.beniculturali.it; rileggi Piú libri per tutti. Anche in TV!)
*Si è finalmente costituito, lo scorso 3 maggio, dopo una sperimentazione durata tre anni, il CNA – Comitato nazionale Cinema e Audiovisivo, con Mario Perchiazzi alla presidenza.  Perchiazzi, imprenditore con lunga esperienza nel settore, è stato eletto per acclamazione per un mandato quadriennale e sarà affiancato da una Presidenza formata da Gianluca Curti (produzione), Giovanni Saulini (post produzione e territorio), Cristina Fenuccio (post produzione e doppiaggio), Ginella Vocca (circuito Festival), Giovanni Costantino (distribuzione), Giacomo Martini (esercizio), Jordan River (innovazione). Sono membri permanenti della Presidenza i rappresentanti di tre Associazioni che hanno accompagnato CNA Roma in questo percorso sostenendo progetti e proposte negli ultimi anni: Paola Corvino (Unefa), Marco Luca Cattaneo (PMI Cinema e Audiovisivo), Janet De Nardis (Film Makers). Fonte: Cna.it, Confederazione nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa.
*Sarà inaugurata il 27 maggio a Treviso la mostra (more…)


brevi dai media (42)

  1. Il tradizionale Concerto del Primo Maggio a Roma sarà condotto da Camila Raznovich e Clementino.
  2. Il TIM MTV Awards 2017, invece, avrà luogo sabato 27 maggio, sempre a Roma; la diretta televisiva sarà condotta da Francesco Gabbani e trasmessa in diretta a partire dalle ore 21.00 su MTV (canale 133 di Sky), MTV Music (canale 708 di Sky) e su VH1 (canale 67 fta), con possibilità di fruizione anche su Sky Go e Now Tv.
  3. Il film ‘l’Accabadora’ si basa su una tradizione sarda, su una figura che, come spesso si dice, “affonda le sue radici” nella tradizione rurale e nel mito. Era, l’Accabadora, la portatrice della “buona morte”, non dava il colpo di grazia ma elargiva, piuttosto, un gesto di carità ad un malato incurabile. Il film è di Enrico Pau ed è interpretato da Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Carolina Crescentini, Sara Serraiocco e Anita Kravos; coprodotto da Film Kairos (Italia) e Mammoth Films (Irlanda), distribuito da Koch Media, è basato su una sceneggiatura originale firmata dallo stesso Pau e da Antonia Iaccarino.
  4. Il Nastro d’Argento 2017 per il Miglior cortometraggio di fiction è stato assegnato a (more…)

per grandi e per piccini (4)

Il regista e animatore giapponese Makoto Shinkai, considerato da molti degno epigono di Hayao Miyazaki, è stato insignito a ‘Cartoons on the Bay’ del premio per la miglior regia per ‘Your Name’, film record d’incassi nel 2016; è stato anche il protagonista di una mostra e d’una retrospettiva, con particolare riguardo alla sua opera prima, ‘Oltre le nuvole – Il luogo promessoci’, del 2004, che arriverà nelle sale l’11 e il 12 aprile distribuita da Nexo Digital con Dynit (elenco delle sale a fine post). È corteggiatissimo anche a Hollywood, pare, dove alcuni produttori e cineasti vorrebbero realizzare una versione in live action di ‘Your Name’.
Quanto agli italiani, vogliamo citare (more…)


un giovedí da leoni

Romics, Cartoons on the Bay, Power Rangers al cinema, Puffi al cinema e in edicola: giovedí 6 aprile 2017 corre oggettivamente il rischio di passare alla storia come un vero e proprio “giovedí da leoni”! Il 2017 segna, d’altra parte, il centenario dell’animazione giapponese ed è anche plausibile che tutte queste coincidenze non si siano verificate apposta…
La sessione primaverile di Romics 2017 ha luogo dal 6 al 9 aprile; il programma è alquanto ricco e prevede, tra l’altro, l’assegnazione del Romics d’oro a Yoshiyuki Tomino, il padre dei robot Gundam e Daitarn, a Sharon Calahan, a Giuseppe Camuncoli, a Matteo Casali. Ecco alcuni degli altri appuntamenti… (more…)


il (probabile) ritorno dei Cavalieri

I Cavalieri dello Zodiaco stanno tornando? Ivo de Palma, doppiatore storico di Pegasus (Seiya) nelle edizioni italiane dei Cavalieri dello Zodiaco, ha scritto sulla sua pagina Facebook che a Torino sono in lavorazione “materiali” che riguardano ‘Saint Seiya‘. Ivo, che salutiamo caramente, ha però precisato di non esservi coinvolto e di non essere lui il direttore del doppiaggio. Soul of gold? The Lost Canvas*? (more…)


lovely Sa(nd)ra

Non è educato riferire l’età di una gentildonna ma una delle simpatiche coincidenze che caratterizzano la mia esistenza vuole che una delle professioniste che hanno fatto la storia della televisione italiana compia un importante genetliaco nello stesso anno in cui il vostro blogger preferito ha raggiunto l’età della Ragione. Di chi si sta parlando? (more…)


brevi dai media (35)

• L’edizione 2016 dello Zecchino d’Oro, la cinquantanovesima, dà appuntamento ai telespettatori per quattro sabati, da oggi, 19 novembre, fino al 10 dicembre per la finalissima. Francesca Fialdini e Giovanni Caccamo (Sanremo Giovani 2015) condurranno le quattro puntate, in onda in diretta dall’Antoniano di Bologna dalle 16.45 alle 18.40; Veronica Maya condurrà due speciali, il pomeriggio della vigilia e la mattina di Natale. Le dodici canzoni in gara trattano argomenti vari, tra cui il bullismo (‘Quel bulletto del carciofo’) e l’inclusione (‘L’orangotango bianco’); i brani saranno eseguiti da quindici piccoli solisti, insieme ai sessanta bambini del coro Mariele Ventre, provenienti da tutta Italia. Previsto lo streaming su Rai Play e la replica su Rai YoYo, ogni sabato alle 21.30. Tra le novità, ‘Zecchino d’oro Story’, con ospiti che eseguiranno in acustico i brani “classici” della manifestazione. Durante la kermesse, ci sarà anche la raccolta fondi ‘Operazione pane’, a supporto di otto mense e servizi d’accoglienza francescani (chiamate da sms e fisso al 45511). Due i Paesi ospiti, Finlandia e Gran Bretagna. (⇐ANSA)
• Gianni Versace non è stato l’unico stilista ammazzato; è stato freddato, nel suo piccolo, anche Maurizio Gucci. Il prossimo film di Wong Kar-wai, del quale si parla da due anni, sarà dedicato proprio al guccicidio, avvenuto nel 1995 su mandato dell’ex moglie Patrizia Reggiani. Il progetto, scrive Indiewire, sarà finanziato dalla Annapurna di Megan Ellison; inizialmente sembrava dovesse dirigerlo Ridley Scott, con l’interpretazione di Angelina Jolie e Leonardo DiCaprio mentre, nel film di Wong Kar-wai, nel ruolo della Reggiani sembra in lizza Margot Robbie. Della sceneggiatura sono già state realizzate diverse versioni, firmate da Andrea Berloff (‘World Trade Center’) e Charles Randolph (‘The Big Short’).(⇐ANSA)
• È in programma a Bologna, dal 24 al 27 novembre, (more…)


i trentacinque di bim bum bam

I mitici anni Ottanta bussano spesso alle porte del cuore e della nostalgia e sarebbe stato davvero difficile non raccogliere la suggestione offerta oggi da Kataweb. Ci ha ricordato, il portale, che trentacinque anni fa nasceva ‘Bim Bum Bam’ (altre date presenti in rete sono da considerarsi erronee) e tale sassolino è stato sufficiente a smuovere le acque dello stagno.
La tv dei ragazzi, cosiddetta, era nata da un po’ ma doveva ancora acquisire e vedersi riconosciuta l’importanza di settore strategico, a sé stante, delicatissimo e funzionale nella fisionomia di un editore e nella fidelizzazione del pubblico. Nella vendita di zainetti, diari e figurine.
Oltre che, non da ultimo, nella difesa dell’infanzia, dei telespettatori piú delicati e sensibili.
(more…)


le storie di Masha

Gi Orsi sono sempre alla ribalta, non c’è che dire. Ancor di piú se, in un fortunato cartone animato, sono in compagnia d’una vispa bambina dai capelli d’oro di nome Masha, con la quale vivono numerose e divertenti avventure.
Ah, è un bel prodotto, ‘Masha e Orso’, invidiabile… È un gradevolissimo 3D in CGI e merita tutto il successo che ha.
La detta Masha, peraltro, proprio da stasera, comincia a raccontare le fiabe e le favole che conosce: quelle della tradizione russa che a lei sono state raccontate da chissà chi nella notte dei tempi, quelle dei fratelli Grimm, eccetera. Certo, le racconta a modo suo, ai suoi giocattoli, talvolta reinterpretando il finale… Si preoccupa sempre, in ogni caso, di aggiungere una morale edificante e parenetica.
Questo originale spin-off va in onda a partire da stasera, alle 21.20, su Rai YoYo, canale che, come da noi anticipato, è ormai privo privo d’interruzioni pubblicitarie; sabato prossimo ospiterà il film ‘La casa di Topolino – Una super avventura’ mentre, con riguardo al mondo delle fiabe oggetto di questo post, manderà in onda il 21 ed il 22 l’anteprima di ‘Real Academy’, ultimo progetto della Rainbow.


Barbie Channel e Bordertown, gli estremi dell’animazione

Barbie e Bordertown, cartoni animati a confronto. Domenica prossima ricorre la Festa della Mamma ed il gruppo De Agostini intende celebrarla con uno speciale “Barbie Channel”, in onda su DeAKids e DeAKids+1 dal 7 al 13 maggio (canali 601 e 602 di Sky). Come intuibile, questo temporary channel è dedicato a Barbara Millicent Robert, in arte semplicemente Barbie, la bambola icona di molte generazioni, nota anche per le sue apparizioni cinematografiche e televisive.
Ecco alcuni appuntamenti:

‘Barbie e il tesoro dei cuccioli’, in onda il 7 maggio alle ore 20.00 (Prima tv SKY)
‘Barbie Squadra Speciale’ in onda domenica 8 maggio alle ore 20.00
‘Barbie e le scarpette Rosa’ martedí 10 maggio alle ore 20.00
‘Barbie Super Principessa’ giovedí 12 maggio alle ore 15.00
‘Barbie e il cavallo leggendario’ mercoledí 11 maggio alle ore 15.00
‘Barbie Super Principessa’ giovedí 12 maggio alle ore 15.00
Il 7 maggio, oltre al Barbie Channel, partirà su DeAKids la serie ‘Mia and Me’; in prima tv su Sky, la serie, già trasmessa in oltre cinquanta Paesi e settanta canali, unisce animazione e live action. È la storia della dodicenne Mia, che si trasferisce in collegio dopo la morte dei genitori, con la sola compagnia di un vecchio libro sugli unicorni e di un braccialetto che le consente di raggiungere il mondo parallelo di Centopia.
Decisamente piú birichina la serie ‘Bordertown’, che la political correctness sembra averla (more…)


a volte ritornano (3)

  • Il 2016, anno del trentennale dell’arrivo nel nostro Paese di David Gnomo e di Mila e Shiro, nonché del ventennale dei Pokemon, sarà anche l’anno del rilancio di Cristina d’Avena. È stata infatti ufficializzata, anche sul sito della cantante, la partecipazione a Sanremo della Cristinona nazionale, record -woman delle sigle dei cartoni animati sull’intero globo terracqueo; sarà ospite ad una delle serate, forse l’ultima, e in rete c’è già chi progetta uno spazio, magari l’intera serata cover, da dedicare alle canzoni che hanno accompagnato la nostra catodica infanzia (né si potrà mai affermare che, quanto a qualità, la sigla di un cartone animato sia inferiore a talune canzoni di musica leggera…). Una sigla tra le cover è prevista già quest’anno, per la verità, non la ricordiamo per non influenzare…
  • Nel suo piccolo, Bruno Vespa ha rinnovato il contratto, in virtú di un’opzione che ha consentito alla Rai di esercitare il diritto d’opzione per un altro anno. Tutto è avvenuto nell’ambito del consiglio d’amministrazione di mercoledí, il medesimo che ha deciso la nomina di Antonio di Bella alla direzione di RaiNews24 e ha ratificato ad Antonio Campo Dall’Orto i poteri di amministratore delegato. Fino al 2017, però, il compenso di Vespa è ridotto del 15 per cento: circa 1,08 milioni di euro per 100 puntate di ‘Porta a Porta’, piú gli extra per gli speciali in prima serata. (<- il Giornale)
  • Il vampiro Nosferatu tornerà invece in auge grazie alla Cineteca di Bologna, nell’ambito del progetto (more…)

per grandi e per piccini (4)

Quattro visionarie iniziative: il Premio Andersen, la mostra a Milano su Romano Scarpa, il film ‘Il colore dell’erba’ e una piccola rivoluzione nella tv francese.

  • Ha luogo a Sestri Levante (area metropolitana di Genova), da oggi fino al 31 marzo, la quarantanovesima edizione del Premio Andersen – Baia delle Favole che, come intuibile dal riferimento al mitico Hans Christian, si muove nel magico mondo della fiaba e dei racconti per bambini. Il concorso letterario è aperto ad autori stranieri che, esprimendosi in inglese, francese, tedesco, spagnolo, arabo, cinese oppure russo, potranno inviare i loro lavori nel rispetto delle modalità riportate sul sito ufficiale andersenpremio.it, nella spasmodica attesa di una premiazione che avrà luogo nel mese di giugno. Tema di quest’anno le Passioni…
  • Comincia oggi, per concludersi il 13 marzo, presso il Museo del Fumetto di Milano, la mostra (more…)

siamo tutti “cartoon – able”?

Cartoon Able’ è il primo cartone animato concepito e studiato anche per bambini con disabilità cognitive e sensoriali. Progetto tra i piú nobili, è stato concepito dalle responsabili della casa editrice “Punti di vista”, cooperativa formata da sole donne che si occupa di prodotti per bambini disabili, spesso non contemplati nell’editoria di largo consumo. È stato selezionato sulla piattaforma di crowdfunding di Telecom Italia, distinguendosi tra oltre centoquaranta proposte.
Un’idea del genere, quella di studiare un prodotto d’animazione fruibile anche dai bambini non udenti o non vedenti, sembra essere unica al mondo. Lo sviluppo dell’iniziativa, concepita, come anticipato, da “Punti di vista”, passa attraverso un coordinamento di educatori e psicologi esperti e la realizzazione a cura di Animundi, studio di produzione di cartoni animati ospitato all’interno degli Studios di Cinecittà.
A Natale si è piú buoni ma (more…)


mettete Disney nei vostri cenoni!

Ogni anno a Natale e a Capodanno l’appuntamento con i  film d’animazione e con i classici Disney è istituzionale, irrinunciabile. Questo sarà l’anno di ‘Frozen’, tra l’altro ma anche del ‘Grande e Potente Oz‘ e della ‘Cenerentola‘ di Kenneth Branagh.
Ecco sciorinati, pertanto, in bell’ordine, i film e i cartoni animati che il buon vecchio Walt, anche per mano dei suoi successori, regalerà quest’anno alle diverse reti (c’è davvero di che essere riconoscenti): (more…)


Heidi (nuovamente) alla riscossa

Perché voi, montagne, saltellate come arieti e voi, colline, come agnelli d’un gregge?”

Bibbia, Salmo 114

Heidi, protagonista del romanzo di Johanna Spyri del 1880, tradotto in cinquanta lingue e considerato il testo svizzero piú venduto al mondo, è sempre alla riscossa, che si parli del romanzo, dei film (anche muti), della mitica serie animata del ’78 di Hayao Miyazaki o di quella piú recente in 3D.
A gennaio, il 14,  sarà nelle sale l’ennesima produzione, il film ‘Heidi’, in live action, di Alain Gsponer, coproduzione tedesco – elvetica (Claussen Wöbke Putz Filmproduktion – Zodiac Pictures International) di 121 minuti interpretata da Bruno Ganz (‘il cielo sopra Berlino’), Quirin Agrippi, Isabelle Ottmann, Peter Lohmeyer, Anuk Steffen nel ruolo della simpatica villanella sbarazzina.
Il regista Gsponer presenta la sua primadonna “primabimba”, trionfatrice su cinquecento rivali, affermando:

“L’unica condizione era che la bambina fosse nata nella regione e parlasse il dialetto svizzero-tedesco. (…) La scelta non era grandissima! (…) Nel primo casting ho trovato Anuk Steffen emozionante, coi suoi occhi vivaci e il suo modo intelligente di recitare. Stavo cercando qualcuno pieno di energia e al contempo fragile. (…) Abbiamo avuto molta sfortuna con il meteo,  abbiamo girato in estate [2014] e un paio di volte è nevicato. I bambini hanno dovuto correre scalzi ed erano congelati. In fase di post-produzione abbiamo dovuto utilizzare spesso la correzione del colore per rimuovere il blu dalle labbra!”.

Da par suo, la sceneggiatrice Petra Volpe ha, invece, dichiarato:

(con riguardo alla realizzazione) “Non possiamo competere con la Pixar! (con riguardo ai contenuti) Un elemento importante nelle fiabe di Johanna Spyri è la religione: nel secondo volume, Heidi parla spesso di Dio e riesce a convertire tutti, dal medico al padre di Clara. (…) Non potevo immedesimarmi perché sono atea”.

Non meno interessanti gli aspetti legati al marketing e al turismo; il cantone dei Grigioni ha investito 150mila franchi nel film, su un budget totale di 8,5 milioni e Véronique Kanel, di Svizzera Turismo, ricorda che (more…)


per grandi e piccini (3)

L’edizione 2015 del Torino Film Festival si è appena conclusa ma il capoluogo piemontese già si appresta ad ospitare un’altra kermesse, il ‘Sottodiciotto’, dal 4 all’11 dicembre. Il festival ‘Sottodiciotto’ si rivolge principalmente agli adolescenti, si apre quest’anno ad una prospettiva internazionale e muove da una chiave di lettura quale “Mi metto in gioco”; tra le anteprime, ‘Victoria’, film a piano sequenza presentato all’ultimo festival di Berlino, e ‘Perfect Day’, con Benicio Del Toro e Tim Robbins. Nel suo piccolo, anche Reggio Calabria propone il suo festival, giunto alla decima edizione: il Reggio Calabria Film Fest 2015 vive nella città dello Stretto dal 2 al 5 dicembre ed il programma può essere consultato al sito ufficiale. A Milano, dall’11 al 13 dicembre, si terrà invece il Festival internazionale del documentario “Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà”, organizzato da UniCredit Pavilion e dalla società di produzione FRANKIESHOWBIZ, con il patrocinio del ministero dello Sviluppo Economico, la media partnership di Rai, RaiNews24 e RaiCultura, il sostegno di Rai Cinema e la collaborazione di Istituto Luce – Cinecittà e di Doc/it, Associazione Documentaristi Italiani.
Quanto ai film che stanno per essere proiettati nelle sale, regna un clima di grande attesa per  ‘Il piccolo principe’, di Mark Osborne, basato sulla fiaba di Antoine de Saint-Exupéry, per Belle e Sébastien – L’avventura continua’, di Christian Duguay, in live action, in programmazione a partire dall’8 dicembre nonché per le altre produzioni che saranno nelle sale dal 23: ‘Masha e Orso: Amici per sempre’, di Oleg Kuzovkov e ‘Alvin Superstar – Nessuno ci può fermare’, basate sui personaggi delle corrispondenti e fortunate serie televisive. Chi scrive, neanche a dirlo, è ancora ebbro della visione de ‘Il lungo viaggio di Arlo’ e auspica di meditarlo nuovamente in separata sede, con la dovuta impronta. Il 12 e 13 dicembre torna al cinema anche ‘Il mio vicino Totoro’, di Hayao Miyazaki.
In televisione sta per nascere un nuovo canale: venerdí 4 dicembre prende il via Teen Nick, nuova creatura del brand Nickelodeon a cura di Viacom International Media Network Italia, dedicato ai fanciulli che hanno superato i quattordici anni. Posizionato al canale 620 di Sky, Teen Nick andrà a spalleggiare i già esistenti Nick Junior, che si rivolge ai bambini in età prescolare, e Nickelodeon, che aggredirà (si dice in gergo) il target dei bambini tra i sei e i dieci anni, riposizionandosi e specializzandosi rispetto a prima.  Teen Nick, secondo le dichiarazioni dei responsabili, sarà il “My Selfie Channel” e tenterà di parlare agli adolescenti in cerca di modelli e appassionati di social network; l’hashtag #myselfiechannel consentirà, infatti, a costoro di comunicare su Twitter.
Un evento che accomuna sicuramente adulti e bambini di tutte le età è ‘Racing Extinction’, evento globale che andrà in onda in contemporanea mondiale mercoledí 2 dicembre alle 21, su Discovery Channel (canali 401 e 402 di Sky). Si tratta di un film documentario, diretto dal regista premio Oscar Louie Psihoyos, presentato al Sundance Festival e premiato al Blue Ocean Film Festival come Miglior Documentario, che vuol sensibilizzare il mondo sul tema dell’estinzione di massa, sull’aberrante ma concreta possibilità che l’Homo cosiddetto Sapiens distrugga e porti a sicura scomparsa molte delle altre forme di vita che abitano il pianeta. Ecco la sinossi ufficiale: (more…)


per grandi e per piccini (2)

Vi do una grande notizia! Finalmente dopo tante battaglie ce l’abbiamo fatta: dal 1° maggio 2016 su Rai YoYo non ci sarà mai più la pubblicità. I bambini non saranno più bombardati da spot pubblicitari. Una tv pubblica deve tutelare le persone partendo proprio dai più piccoli. A essere eliminata sarà anche la pubblicità nei canali culturali Rai 5 e Rai Storia. Il grande lavoro che stiamo facendo porta i suoi frutti. Avanti così!

Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai, sulla sua pagina Facebook

Questo per quanto attiene alle ultime notizie sulla pubblicità. Per quanto riguarda, invece, il disegno di legge per la riforma della Rai, esso è da ieri in esame presso la Commissione Lavori Pubblici del Senato; stando a quanto risulta all’agenzia ANSA, il termine per la presentazione degli emendamenti e degli ordini del giorno è stato fissato a martedí 1° dicembre alle 16. La maggioranza vuole arrivare al via libero definitivo entro le prossime due o tre settimane, prima che la legge di stabilità, in queste ore alla Camera, torni a Palazzo Madama in terza lettura, attorno al 20 dicembre.
Il disegno di legge sulla riforma della Rai, invece, sarà discusso in Senato a partire da martedí 15 dicembre. È quanto risulta all’agenzia AGI sulla base di quanto comunicato al termine della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. La legge di stabilità, in queste ore alla Camera, dovrebbe arrivarvi in terza lettura attorno al 20 dicembre.
Passando ai contenuti, le n(u)ove produzioni Rai Fiction per i piú piccoli sono state presentate al Roma Fiction Fest 2015, nella sezione Kids&Teens.
Il primo titolo è (more…)


Google Plus rinnovato, Facebook per il sociale e YouTube Kids

Oltre al diritto all’oblio, Google ha messo a disposizione degli utenti lo strumento “Informazioni su di me”, che consente di capire quali dati del proprio account sono visibili agli altri quando fanno le ricerche; la pagina chiarisce il modo in cui viene gestita la privacy e su come si possono gestire le informazioni, modificandole o togliendole: il nome visualizzato, la fotografia associata al profilo, la data di nascita, la descrizione, il livello di istruzione, i lavori svolti, i siti cui è collegato l’account Google, il luogo in cui si vive, varie ed eventuali. Quanto alle icone, un pianeta indica che il contenuto è pubblico, due cerchi che si tratta di un’informazione condivisa solamente con le proprie cerchie, cioè gli amici con cui si è in contatto tramite Google Plus (anche detto Google+). Come su Facebook, in futuro sarà possibile visualizzare il proprio profilo come viene visto da specifici utenti.(⇐Ilpost.it; Prima on line)

Contestualmente a questa iniziativa, l’azienda di Mountain View rilancia Google Plus con una sorta di restyling nato dall’ascolto di commenti e critiche, con particolare riguardo al mobile. Da ricordare, infatti, due strumenti quali “Collections”, per seguire contenuti in base agli argomenti, e “Communities”, che permette a gruppi con gli stessi interessi di conversare su argomenti specifici.(⇐Prima on line)

Facebook ha giocato un ruolo nella recente attualità. (more…)


per grandi e per piccini

* Sky Italia produce ‘In fondo al bosco’, noir di Stefano Lodovichi nelle sale cinematografiche giovedí 19 novembre. Una tradizione della Val di Fassa, in Trentino, la cosiddetta “notte dei Krampus”, vuole che gli abitanti di Croce di Fassa sfilino vestiti da diavoli. Secondo la leggenda, inoltre, i bambini cattivi possono essere rapiti. Caso vuole che quella notte Tommi, figlio di un alcolizzato (Filippo Nigro), scompaia e che il padre venga arrestato, condannato dall’opinione pubblica, infine scagionato per mancanza di prove. Cinque anni dopo viene ritrovato un bambino che, secondo il DNA, dovrebbe essere Tommi; la madre (Camilla Filippi), però, non riconosce e alcuni abitanti del villaggio lo ritengono una presenza maligna.
Giffoni Experience sbarca in Albania per il decimo anno, portando con sé un mese di cinema ed eventi. Diventa itinerante da quest’anno e parte da Tirana per poi raggiungere Durazzo, Scutari, Korka, Berat, Valona.
(more…)


brevi dai media (6)

aggiornamenti del 3 agosto:

“Cambia la Musica per Mtv. Ha riassunto così ieri, domenica 2 agosto, La Stampa in poche parole l’operazione da 19 milioni di euro che venerdì 31 luglio ha portato “all’acquisizione di Mtv Italia da parte di Sky. O meglio della posizione numero 8 sul telecomando, perché il marchio Mtv resta di proprietà Viacom”.A partire dagli anni ’80, dalla sua fondazione il 1 agosto 1981 a New York, Mtv è stato considerato la tivù musicale per eccellenza, con la trasmissione di video clip musicali che hanno raccontato la musica in modo diverso, rendendola inseparabile dalle immagini e, sottolinea il quotidiano, hanno anche influenzato la produzione cinematografica, con “montaggio rapido e fotografia patinata”. “Poi tutto è cambiato di nuovo”, con i video musicali che sono andati gradualmente scomparendo, e una crisi degli ascolti, arrivata a metà degli anni 2000, anche a causa dell’esplosione di You Tube. “Mtv da almeno cinque anni è una tv generalista e molti dei programmi che l’hanno contraddistinta in questa fase resteranno anche sotto l’ombrello di Sky: Il testimone, TeenMom, 16 anni e incinta, i vari Shore, gli Ema’s, l’Mtv Day e gli Mtv Awards”. E qui entrano in campo le produzioni Sky, che avrà la direzione del canale. Arriveranno i talent show, SkyTg24 e l’Europa League. “Il palinsesto sarà presentato a metà settembre, insieme con gli altri del gruppo e, assicurano, non mancheranno le sorprese”.

⇐Prima on line

Viacom International Media Networks ha esteso la sua partnership con Sky Italia, ampliando ulteriormente la propria offerta di canali e contenuti multimediali per il pubblico italiano. In virtù di un accordo pluriennale tra le due parti, oltre a confermare i brand già presenti su Sky, Comedy Central, MTV (con MTV Hits, MTV Music e MTV Rocks) e Nickelodeon (con Nick Jr. e Nickelodeon), Viacom espande ulteriormente il proprio portfolio sulla piattaforma Sky attraverso due nuovi canali: Teen Nick, il canale a marchio Nickelodeon che completa l’offerta kids di VIMN Italia coprendo anche il target degli adolescenti, il cui lancio è previsto per fine anno; e MTV Next, un nuovo canale targato MTV con una forte connotazione di interattività in onda dal 1 agosto 2015 nell’area entertainment di SKY, al numero 133. Come risultato di questa partnership, inoltre, nel 2016 arriveranno anche la App a marchio Nickelodeon e la App a marchio MTV, due applicazioni attraverso le quali sarà possibile vedere contenuti, giocare e interagire con i propri personaggi preferiti. Su Sky On Demand sarà inoltre disponibile una selezione dei contenuti Viacom e, entro la fine dell’anno, è previsto il lancio di alcuni canali VIMN su Sky Go. Viacom International Media Networks offrirà così al proprio pubblico in Italia servizi targettizzati e flessibili, in grado di soddisfare i bisogni del proprio pubblico, in particolare dei più giovani, che sempre più chiedono di accedere ai contenuti e di interagire con i loro programmi preferiti ovunque e attraverso qualsiasi tipo di devices*. Viacom International Media Networks, grazie a questa partnership con Sky Italia, espande quindi il suo portfolio di canali lineari e non lineari in Italia ampliando ancora di più la sua offerta.

*Si tratta di un target che possiede in media 7.7 schermi e che fruisce dei contenuti su circa 6 differenti devices secondo logiche di libertà di tempi e luoghi e che considera la moltiplicazione degli accessi come un’opportunità per amplificare la propria relazione con il contenuto televisivo. In particolare i Millennials tra i 14 e i 24 anni sono guidati dalla possibilità di accedere ai loro contenuti preferiti quando vogliono: il televisore rimane il loro schermo preferito ma il 90% usa servizi VOD almeno 1 volta al mese e l’81% una volta alla settimana.

⇐TV S.M.A.R.T e TV Redefined, attraverso Digital News

  • È successo quello che si sapeva da mesi: Sky ha conquistato anche il tasto 8 del telecomando, sul digitale terrestre. Ad essere precisi, il gruppo Sky Italia e Viacom International Media Networks hanno siglato un accordo per il passaggio di proprietà della Nuova Società Televisiva Italiana srl, già MTV Italia srl, editore del canale generalista nazionale posizionato al numero 8 dell’LCN. Il canale, nel rispetto della sua natura generalista, si arricchirà di nuovi contenuti che si affiancheranno a programmi storici di MTV tra cui gli MTV EMA 2015. Viacom International Media Networks, inoltre, continuerà a gestire in Italia i canali lineari e non lineari MTV, Comedy Central e Nickelodeon.

  • Gina Nieri, consigliere esecutivo del Cda di Mediaset, prospettava, (more…)


a volte ritornano…

Belle e Sébastien’, la coppia indivisibile, indissolubile tante volte citata in questo blog e nel Codice Peyo, sta per tornare alla ribalta. La fortunata serie a cartoni animati che  tutti i bimbi degli anni Ottanta hanno seguito, già telefilm e prima ancora libro (Cécile Aubry), ha conosciuto una trasposizione cinematografica nel 2013 e un sequel è in fase di realizzazione, destinato al prossimo Natale. In onda a partire da gennaio, inoltre, una nuova serie a cartoni, in 2D, realizzata dalla francese Gaumont in collaborazione con la canadese PVP, per la regia di Lionel François.

Tornerà a breve sul grande schermo anche il simpatico Dracula di ‘Hotel Transylvania’, ormai nonno in ‘Hotel Transylvania 2’. È stato presentato anche all’ultimo Giffoni Film Festival, con sei minuti d’anteprima che hanno mostrato al pubblico come nonno Drac, corroborato da amici fidati quali Frank Frankenstein, l’uomo invisibile Griffin, la mummia Murray, il lupo mannaro Wayne, cerchi di far uscire nel piccolo Dennis, nato dall’unione tra sua figlia Mavis e l’umano Johnny, la componente vampiresca che non può mancare in un membro del suo casato (sembra potersi intravedere qualche citazione da ‘Carletto, il principe dei mostri’ e ‘La famiglia Addams 2’…). Tanto piú che, in questo sequel, fa la sua comparsa anche Vlad, il papà di Dracula, ancora piú tradizionalista e chiuso di lui.  Prevista, inoltre, una serie a puntate per la televisione. 

Quanto alla Disney, sembra che ci sarà una terza stagione anche dei corti di Topolino, quelli che, come riferivamo in passato, sono ispirati (more…)


rai, mediaset e discovery verso l’autunno

Aggiornamento novembre 2015: secondo molte fonti, la programmazione del Grande Fratello Vip è rimandata alla stagione 2016 -2017.

La stagione televisiva 2015 – 2016 si preannuncia interessante, anche a prescindere dall’arrivo di Netflix e dalle conseguenti derive meteorologiche.
I palinsesti della Rai saranno annunciati il prossimo 23 giugno, non il 28 e, in tale data si saprà anche il nome del conduttore di Sanremo 2016; Carlo Conti sta riflettendo; gli è stata prospettata la direzione artistica per le prossime due edizioni, con possibilità di scegliere autonomamente la conduzione mentre la De Filippi si è detta seccata per le continue supposizioni su una possibile co-conduzione.
Sembrano confermati ‘Tale e Quale Show‘, ‘Ti lascio una Canzone‘, tutti gli altri programmi e conduttori del day time, mattino, pomeriggio e sera.

Rai 2 riproporrà Pechino Express e, novità assoluta, un altro reality, ambientato tra le nevi del Monte Bianco, con otto coppie di vip; affidato a quei due birichini di Gigi e Ross un nuovo gioco per il martedì, ‘Stasera tutto può succedere‘, a J-Ax ‘i Sorci Verdi’, per la seconda serata del lunedí, che cederà poi il testimone alla sit-com ‘I Fatti unici‘, realizzata in un commissariato.
Come anticipato, Fabio Fazio tenterà di risuscitare il Rischiatutto di Mike Bongiorno; lo farà ogni giovedí sera, come nella tradizione, su Rai 3.
C’è poi un format del quale si vocifera, che si chiama ‘Star under hypnosis‘, basato sull’ipnosi fatta ai personaggi celebri nello stile di Giucas Casella ma non si sa se andrà in onda sulla Rai, su Mediaset o altrove.
Canale 5, come già annunciato, giocherà su ‘Tú sí que vales‘, sul ‘Grande fratello’, probabilmente in versione vip in autunno e per comuni mortali a primavera, sull’Isola dei Famosi nel 2016 e sui programmi di Maria de Filippi, che ha anticipato di avere in cantiere anche idee nuove, un programma con bambini e uno con Renato Zero.
Rete 4 riproporrà il ‘Maurizio Costanzo Show’, per quattro settimane. 
Sky ha acquisito la posizione numero 8 del telecomando da Viacom, ormai sembra ufficiale; la divisione italiana di Rupert Murdoch, che sta peraltro per abdicare in favore dei figli Lachlan e James, si espande ulteriormente sul digitale terrestre, dopo aver colonizzato le posizioni 26 e 27 con Cielo e Sky Tg24. Il palinsesto del canale 8, che subentra a Mtv, partirà ad agosto.
Se il canale 8 viene occupato da Sky, al 9 c’è il gruppo Discovery, con Deejay Tv. Cosa faranno di bello  (more…)


anime d’Italia (3)

Comincia questa sera su Sky Arte HD ‘Animania’, viaggio tra i piú interessanti nel mondo dei cartoni animati e dell’animazione made in Italy, con riguardo anche alla pubblicità, al cinema e alla video-arte. Ecco il comunicato stampa con il quale Sky lancia l’evento:

Dopo un lungo periodo di crisi l’animazione italiana è tornata grande, con una nuova generazione di animatori italiani che sta facendo incetta di premi in tutto il mondo con opere di livello artistico, rivolte a un pubblico adulto. Con la produzione originale Animania Sky Arte HD propone dal 22 dicembre ogni lunedì alle 20.30 un affascinante viaggio alla scoperta di questo mondo animato e dei suoi attuali protagonisti incontrandoli dentro gli studi di animazione, dove i maestri di quest’arte paziente e magica svelano i loro segreti.

Matita e carta, oppure mouse e penna ottica, o ancora pupazzi e materiali di recupero: sono molteplici le tecniche usate dagli animatori per creare le loro storie come vari sono i loro percorsi artistici. Alcuni, come il veterano Mario Addis, hanno appreso il mestiere dai grandi maestri degli anni di Carosello, Bozzetto in primis. Altri, come Virgilio Villoresi, si ispirano alle antiche tecniche del passo-uno e al cinema sperimentale dell’est-Europa. C’è chi si è formato nelle due migliori scuole italiane di animazione, come Donato Sansone al Centro Sperimentale di Torino e Simone Massi alla Scuola di animazione di Urbino; mentre altri sono autodidatti, come Cristina Seresini e prima di lei Ursula Ferrara. Chi è partito dalla pittura per poi animarla come Leonardo Carrano e Paola Gandolfi e chi invece fa massiccio uso del software come Igor Imhoff e il collettivo creativo Basmati.

Tutti hanno fatto del cinema di animazione qualcosa di molto raffinato e suggestivo, ben lontano dalla tradizione dei cartoni animati per bambini. E hanno vinto premi importanti: Simone Massi è stato il primo ricevere un David di Donatello, la Ferrara e Addis dei Nastri d’argento, Villoresi, Sansone, Addis, Carrano e altri hanno avuto riconoscimenti importanti nei festival specializzati di ogni continente. La tradizione dell’animazione italiana d’autore continua.

SINOSSI DELLE PUNTATE

(more…)


Disney boccia la tv dei ragazzi italiana

Disney Italia ha formalmente bocciato la qualità della tv per ragazzi in Italia, la programmazione televisiva per bambini che il nostro Paese offre ai piú piccoli. Lo scrive Alessandro Longo su Repubblica ed il caso esplode in un istante, come i raggi concentrici che si dipartono fino a raggiungere i bordi di uno stagno al semplice lancio di un sassolino:

Disney boccia la tv dei ragazzi. Considera inadeguata la qualità dei cartoni animati italiani e l’Autorità garante delle comunicazioni le dà ragione. Così ha esonerato la multinazionale dall’obbligo di legge di destinare il 10 per cento della programmazione e degli introiti netti a opere europee di produttori indipendenti e opere cinematografiche di espressione originale italiana, sui suoi canali tv (Disney Channel, Disney Xd, Disney Junior, Disney in English)”.

È riportato anche un commento a caldo di Alfio Bastiancich (non Bastianich, come altri han scritto, che s’occupa di cucina e gastronomia!), presidente di Asifa, associazione di autori e professionisti:

«Siamo interdetti. Questo settore fattura 100 milioni di euro in Italia. La Rai vi investe 18 milioni di euro. Secondo stime fatte sui bilanci di Walt Disney Italia, per noi questo esonero è una perdita di circa 10 milioni di euro».

Si deve ricordare che la Rai deve investire una quota del canone in animazione per legge. Quanto alla deroga, essa è parziale, valida per il biennio 2013 -2014, è stata pubblicata da Agcom solo a settembre; prosegue, infatti, il Bastiancich (pron. Bàstiancic):

«È quindi retroattiva. Adesso la nostra battaglia sarà di cercare di recuperare quanto perso e di evitare che la deroga sia confermata anche per gli anni a venire».

Giovanna Koch, di Writers Guild Italia, aggiunge:

«C’è un aspetto che è persino offensivo per il made in Italy, nella delibera Agcom. A quanto si legge, infatti, Disney ha detto di non poter investire nei nostri prodotti, sui loro canali, perché non trova contenuti di qualità sufficiente. E per questo motivo ha chiesto una deroga. Notate la gravità: una nostra istituzione, accogliendo la richiesta della multinazionale, ha messo nero su bianco che i programmi italiani non sono buoni abbastanza».

Asifa, Writers Guild, Cartoon Italia e altre associazioni tanno meditando un ricorso al TAR del Lazio, prosegue l’articolo, ricordando come altre deleghe di questo tipo riguardino realtà d’assoluto interesse nella tv dei piú piccoli, come Fox International e Discovery Italia. Chi vivrà vedrà.

Quanto al pensiero del sottoscritto, non volendo, si badi bene, entrare nel merito, chiedere a Pasquale Curatola di difendere Disney piuttosto che l’animazione italiana è un po’ come domandare a un bimbo se vuol piú bene alla mamma o al papà. Dubbio non v’è che sempre abbia avuto a cuore il made in Italy, basti rileggere Anime d’Italia e Anime d’Italia (2). Dubbio non v’è che dolcissimi ricordi e ancor vive simpatie continuino a costellare il suo vissuto (unitamente, forse, a qualche amarezza).

Non per fare, ehm, il camaleonte ma Disney non è una cosetta qualsiasi. È risaputo che i suoi parametri sono ben precisi e, fatte salve le Winx e qualcos’altro, da noi si potrebbe davvero volare piú alto.


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: