Crea sito

Posts tagged “libertà

spunti di riflessione (4)

  • Qualsiasi sistema, pubblico o privato, deve valutare la propria efficienza e la propria efficacia, essendo la prima la correttezza delle procedure, la seconda l’ottenimento dei risultati. È talvolta difficile che l’ingranaggio di un orologio, da solo, possa valutare l’intero meccanismo cui appartiene.
  • Una canzone è come un essere umano: la musica ne compone l’apparato locomotore, il testo gli organi e gli apparati interni.
  • Non esiste una bontà passiva né una passiva intelligenza. Bontà e intelligenza coincidono.
  • La libertà di pensiero finisce dove la balordaggine diventa evidente.

World Press Freedom Day


dj fabo, marco cappato e la Libertà

La Libertà è il bene piú prezioso, la vita merita d’essere vissuta per come si merita e, pur non essendo i primi, vogliamo anche noi difendere le ragioni di Fabiano Antoniani, ormai noto come dj Fabo, e di Marco Cappato. La lettera del dj, che riproduciamo a fine post, è pregna di dignità e la sua storia induce ognuno di noi a riflessioni doverose, che si scontrano con le incrostature di Medioevo che ancora ottenebrano questo Paese. (more…)


mi sono innamorato di tenco

La musica è un linguaggio universale, che solleva l’anima e parla alle corde piú profonde. La poesia di Luigi Tenco è di rara potenza e, anche a prescindere dalle canzoni piú conosciute (‘Ciao amore, ciao’, ‘Mi sono innamorato di te’, ‘Vedrai’), è sempre ricca di spunti preziosi di riflessione: (more…)


a volte ritornano (9): Radici

‘La schiavitú è una vergogna! Gli esseri umani sono tutti figli di Dio!’

dal cartone ‘Piccole donne’

Chi ha dimenticato Kunta Kinte e ‘Radici’?  Saga tra le piú interessanti, basata sull’omonimo romanzo di Alex Harley, era un efficace spaccato sulla schiavitú e sulla società americana nel periodo che va dalla Guerra d’Indipendenza fino alla Guerra Civile e all’abolizione di una delle peggiori vergogne di cui l’umanità si sia mai macchiata. La serie televisiva fu prodotta dalla Abc nel 1977 e venne  trasmessa in Italia da Rai 2, poi da Canale 5.
A partire da questa sera, (more…)


Liberty is important

“Those who would give up essential Liberty, to purchase a little temporary Safety, deserve neither Liberty nor Safety.” (B. Franklin)
“Coloro che rinuncerebbero all’essenziale Libertà per acquistare una piccola, temporanea Sicurezza, non meritano né Libertà né Sicurezza” (B.Franklin)

idolatrie del terzo millennio (2)

Nelle epoche storiche contraddistinte dalla presenza di uno Stato Pontificio che accorpava quasi tutta l’Italia centrale, pochissimi intellettuali riuscirono, entro i suoi confini e spesso anche oltre, ad esprimere pienamente la propria indipendenza e a trasmettere liberamente il loro pensiero. (more…)


Hong Kong journalists sentenced and jailed in China

Last July, 26, two veteran Hong Kong journalists were sentenced by a court in Shenzhen (China) for “illegal trade” of newspapers. AsiaNews explains they are the publisher Wang Jianming and the director Guo Zhongxiao; they two worked for the monthly ‘New Way’ and for the magazine ‘Multiple Face’, which published topics of politics, gossip, and curiosity on the Chinese leaders, often reporting the internal political struggles of the Chinese Communist Party. The articles were published in Hong Kong, but some copies were marketed in China.
Wang was sentenced to five years and three months in prison, Guo to two years and three months; Wang was also found guilty of two other charges: bid-rigging and bribery. They pleaded guilty in a trial in November last year. The two newspapers were closed.
The defence lawyer of the two journalists, during the trial at Shenzhen’s Nanshan District Court, said (more…)


July 4 2016: 240 years of Independence

July 4 1776

July 4 2016

240 years of independence and Liberty.

Best wishes,
United States!


la pazza gioia

La pazza gioia’, di Paolo Virzí, è stato oggetto delle mie cinefile attenzioni ieri sera.
Meritati i dieci minuti d’applausi a Cannes?
Se ‘Inside Out’ ci ha ricordato che Gioia e Ragione coincidono, ‘La pazza gioia’ ci rammenta (more…)


an important step… (2)

Political interpretations a part, civil unions in Italy have been an interesting innovation and a definitely important step in the path of the civilization. Now in Italy, no matter of the sex, two people can live together and share some rights previously recognized to the traditional families only.
Of course, they could be better. No possible yet the adoption, neither to guarantee the partner the survivor’s pension.
Some catholics, conservatives or opportunists affirm (more…)


spunti di riflessione (3)

  • La Libertà non può nascere prima che si sia acquisita precisa consapevolezza dei propri diritti e dei propri doveri.
  • Noi esseri umani parliamo di caso e di sfortuna quando l’architettura del cosmo si rivela piú complessa di quanto i nostri schemi avevano previsto.
  • Bisogna diffidare delle persone servili e di quelle che fanno troppi complimenti. Chi lecca, oltre a sapere di valer poco, sa leccare in tutte le direzioni, ad ogni cambiamento di vento. Quella che prima era zuccherosa saliva diventa venefico acido.

uomini e volpi

La volpe a tre zampe’ è un film, a mio avviso riuscito, firmato da Sandro Dionisio nel 2002. Non ancora distribuito nelle sale, prende le mosse dall’omonimo libro di Francesco Costa e da una storia interessante, quella di una volpe che, rimasta intrappolata in una tagliola, preferisce rosicchiarsi una zampa pur di fuggire e tornare in libertà. Non una Volpe infingarda come quella di Pinocchio, dunque ma un essere che a tal punto ama la Libertà da rinunciare ad una parte di sé pur di riottenerla; se proprio la si vuole accostare ad un altro esemplare trattato in questo blog, è forse simpatico metterla in relazione con la volpe che, qualche anno fa, è riuscita a colpire il cacciatore con lo stesso fucile che quello stava per usare a suo danno (rileggi a fox really smart). Nel film in questione, (more…)


everybody Greek today!

Greek people are today to vote for a crucial issue,

on what Greece and Europe destiny are strongly related.

It is difficult to evaluate the possible scenario coming out from this decision,

neither economists’ analyses are to be taken for absolutely devoid of interests and speculations.

(more…)


an important step on the path of civilization

Recent US Supreme Court statement on the possibility (and legality) of same sex marriage

is a small step for a Country,

a giant leap for mankind.

(Almost as well as Neil Armstrong said on the Moon…)

(Hmmm… also to evaluate the opposite: a giant step for a Country, a quite good one for the world…)

Rainbow Moon


libertà e liberazione

BUONA LIBERTÀ

A TUTTE

E A TUTTI!


les Simpsons sont Charlie

simpson's tribute to charlie hebdo

Simpson’s tribute to Charlie Hebdo

The episode of The Simpsons ‘Bart’s Best Friend‘, broadcast last night on the US network Fox, contained a tribute to the victims of the terrorist attack on the satirical French magazine Charlie Hebdo. The episode was originally written by the Hollywood director Judd Apatow 25 years ago but, after the tragic events of last week, the programme-makers decided to end Apatow’s episode with an image of baby Maggie against a red white and blue background, waving a flag which read “Je Suis Charlie“, the message adopted all around the world, as a way of showing solidarity with the victims of the Charlie Hebdo massacre.

(← www.telegraph.co.uk).

The little Maggie poses as the Freedom in the famous painting ‘La Liberté guidant le peuple’ (Liberty Leading the People), realized by Eugène Delacroix in 1830 to remember the fight of Paris people against the politics of Charles X:

Eugène Delacroix, La liberté guidant le peuple

Eugène Delacroix, La liberté guidant le peuple (1830)

(As for my personal opinion, terrorism must be condemned but Charlie Hebdo is too heavy in making satira on the religions and anyone is to be aware of the issues in dialoging with the other cultures).


November 9, 1989: the Fall of the Berlin Wall

Berlin Wall, a motto
Berlin Wall, a motto

Many small people who,

in many small places do many small things that can alter the face of the world

Molte piccole persone

che in molti piccoli posti fanno molte piccole cose che possono cambiare il volto del mondo


il carro

I sistemi, pubblici e privati, sono simili a carri.

Il conducente sprona o pasce l’asinello e gestisce il carico.

L’asinello, a volte spronato, a volte pasciuto, va nella direzione che gli viene indicata.

Le ruote procedono quasi sempre senza sapere piú del necessario e senza porsi troppe domande, affinché l’andatura del carro non rallenti.

Il conducente è chi sta al vertice, imprenditore, o governante.

L’asinello in un’azienda privata è chi cura gli aspetti commerciali, nel pubblico chi appare in prima linea.

Le ruote sono gli ingranaggi, la burocrazia nel pubblico, gli aspetti amministrativi nel privato.

A bordo del carro ci sono i clienti, in un’azienda privata, i cittadini nel pubblico. Sono essi a produrre il fieno di cui si nutre l’asinello ed il cibo di cui si nutre il conducente.

A volte il singolo carro, anche visto come sistema, fa parte di un sistema piú grande, di un sistema di carri.

È diritto inalienabile di chi sta a bordo del carro quello di protestare, ribellarsi, scendere.


Strisciare. Camminare. Volare.

Strisciando non s’inciampa ma non si può vedere la Bellezza né la luce del Sole; si corre, inoltre, il rischio di essere schiacciati.

Camminando si corre forse il rischio d’inciampare ma si procede a testa alta e si vede quanta bellezza e quanta luce si vuole.

Volare sarebbe l’ideale ma gli esseri umani  difficilmente vi riescono.


politica, innanzitutto abbattere i dogmi

“Quand’anche tu avessi ragione e io torto,

il mio compito istituzionale sarebbe comunque

quello di difendere la sesta casa”.

Shaka di Virgo, cavaliere della Sesta casa in Saint Seiya

 È la cosa piú stupida che si possa dire. Quando la vita ti presenta una Verità superiore a quella che già conoscevi, che motivo ci sarebbe di rimanere arrancato alle tue posizioni?

Nella storia, tutte le rivoluzioni che hanno migliorato il mondo sono partite dalla constatazione che il sistema andava cambiato.

In una società complessa come la nostra, per migliorare le cose bisogna necessariamente accedere alla stanza dei bottoni.

Magari partendo del basso, con il giusto uso di internet.


Gesú, il rifugiato

Il compleanno di Gesú si avvicina a grandi passi e sarà festeggiato come merita.

È stato ricordato che Gesú, tra le altre cose,

visse anche l’esperienza del rifugiato politico

quando, bambino,

fuggí in Egitto con la famiglia per sottrarsi alle persecuzioni di Erode.

Lo si potrebbe tenere a mente, quando si pensa

alle emergenze spirituali e materiali

di coloro che fuggono dal loro Paese in cerca di Libertà.


Ipazia, questa sconosciuta

Mercoledí scorso, piuttosto che taluni spettacoli vuoti e illusori, è stata l’offerta di Rai 4 a ottenere la mia attenzione, con il film ‘Agora’, di Alejandro Amenábar. Pellicola tra le piú commoventi, Agora è basato sull’interessante storia di Ipazia d’Alessandria, sorta di Margherita Hack del mondo antico che il sottoscritto si è visto costretto ad approfondire in età ormai avanzata, nonostante un corso sulle scienze nell’età ellenistica fatto in sede liceale in maniera piú che decorosa. Martire della libertà di pensiero, fu matematica, astronoma e filosofa; visse nel IV secolo dopo Cristo e fu uccisa in modo a dir poco barbaro da una folla di cristiani, forse monaci, fanatici e superstiziosi.Ipazia d'Alessandria

Figlia e discepola del matematico e astronomo Teone, «divenne migliore del maestro, particolarmente nell’astronomia» nonché «ella stessa maestra di molti nelle scienze matematiche» (Filostorgio); Damascio aggiunge che «fu di natura piú nobile del padre, non si accontentò del sapere che viene dalle scienze matematiche alle quali lui l’aveva introdotta, ma non senza altezza d’animo si dedicò anche alle altre scienze filosofiche». Avrebbe potuto tranquillamente succedere al padre nell’insegnamento al Museo d’Alessandria (o in ciò che ne era rimasto) e aveva al suo attivo pubblicazioni quali un commentario a un’opera di Diofanto di Alessandria, che dovrebbe essere, secondo gli interpreti, l’Arithmetica, e un commentario alle Coniche di Apollonio di Perga (forse anche un’opera originale sull’astronomia, un Canone astronomico). Le sue opere, con le quali sicuramente avrebbe potuto postulare un dottorato di ricerca in una buona università italiana, purtroppo non ci sono pervenute; il discepolo Sinesio racconta che astronomi del calibro di Tolomeo, Ipparco e successori «lavorarono su mere ipotesi, perché le piú importanti questioni non erano state ancora risolte e la geometria era ancora ai suoi primi vagiti», mentre, grazie a Ipazia, era stato possibile «perfezionarne l’elaborazione». L’esempio di tale perfezione sarebbe l’astrolabio, strumento che Ipparco aveva solo intuito come “orologio notturno”, che gli arabi avrebbero usato in modo assiduo per la navigazione e che Sinesio riuscí a costruire proprio in virtú degli insegnamenti ricevuti da Ipazia. Parimenti, venne costruito l’“idroscopio”, un tubo cilindrico che, immerso in acqua, rimaneva verticale e consentiva la misurazione del peso dei liquidi grazie a degli intagli praticati sulla sua superficie. Dal punto di vista squisitamente filosofico, sembra che l’argomento apicale nell’insegnamento di Ipazia fosse il neoplatonico Porfirio, Giamblico in seconda battuta. Secondo quanto raccontato da Sinesio, la donna insegnava ai discepoli che la filosofia «è uno stile di vita, una costante, religiosa e disciplinata ricerca della verità». 

(more…)


chi veglia è libero

Le persone poco sveglie sono la fortuna dei prepotenti.


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: