Crea sito

vittorie bulgare

In questi tempi si sono verificate molte “vittorie bulgare”, simpatica locuzione con la quale si designa un successo particolarmente eclatante e, per certi aspetti, prevedibile.
Hanno riportato una vittoria bulgara, ad esempio, taluni vincitori di reality (ma di tv ci occupiamo a fine post).
Per quanto attiene alla politica, una vittoria bulgara è stata sicuramente quella di Giuseppe Scopelliti, neopresidente della Giunta regionale della Calabria (in breve e in uso giornalistico: governatore) in virtù di un riscontro plebiscitario.
Con riguardo alla televisione, anche al di là dei reality, si è finalmente verificato il sorpasso, profetizzato da tutti gli operatori del settore e lungamente atteso, del consumo di televisione digitale su quella analogica.
 
Per l’articolo che Digital-Sat ha dedicato a quest’ultimo argomento,  
  
 
Sorpasso della tv digitale su quella analogica con oltre il 50% dei consumi
riga News del 30.03.2010 ore 18:45
Inserita da Simone Rossi (Satred)
riga Tipologia News: Digitale Terrestre
Fonte: Ansa
riga
riga
Sorpasso della tv digitale su quella analogica con oltre il 50% dei consumiStorico sorpasso della tv digitale su quella analogica. Il mese di febbraio ha visto prevalere la tv digitale in tutte le sue forme (terrestre, satellite, IPTV) rispetto alla tv analogica tradizionale.  

Le piattaforme digitali – lo scrive Digita, newletter dell’associazione Dgtvi – sono arrivate a conquistare nel complesso la quota del 51,2% sul totale del consumo televisivo.

E la cosa curiosa è che la tv digitale, con il suo proliferare di canali, si guarda per più tempo al giorno. La più frequentata è quella terrestre, che registra il 35% del totale ascolto tv e vale da sola il 69% dell’intero comparto televisivo digitale. Il satellite è stabile al 15,2% e la tv su protocollo Internet è in uso solo nello 0,4% dei casi.

Auditel ha poi una apposita voce nominata “non definita” che vale a febbraio lo 0,5% destinata ai pochi casi nei quali il meter non é ancora in grado di stabilire quale decoder sia attivo, tra un decoder integrato del digitale terrestre o una video station per l’IPTV: si tratta comunque di un consumo digitale.

Oltre a crescere l’ascolto di televisione nell’ambiente digitale rispetto all’analogico, aumenta anche il tempo trascorso davanti alla tv. Nelle aree completamente digitali il tempo passato davanti alla tv cresce più del doppio rispetto al resto del paese e all’analogo periodo dell’anno scorso: è ormai di 267 minuti al giorno. Raddoppia anche il tempo dedicato ai canali digitali che in queste aree nella media quotidiana marzo 2009-2008 (dati al 24/3) sale da 42 a 87 minuti. In crescita anche l’offerta free su DTT con due nuovi canali prodotti dagli editori generalisti per target più mirati.

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: