Get a site

Latest

vent’anni di La7

Aggiornamento: una nota del Quirinale comunica che, in occasione dei vent’anni di La7, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto questa mattina l’editore Urbano Cairo con l’amministratore delegato Marco Ghigliani, il direttore del Tg La7, Enrico Mentana ed il direttore di rete, Andrea Salerno.

Tanti auguri a La7 per i suoi primi vent’anni! Era il 24 giugno 2001 quando una realtà completamente nuova si posizionava al settimo tasto del telecomando, prendendo il posto della storica Telemontecarlo. Vent’anni di successi e di volti amati dal pubblico, tra i quali Piero Chiambretti, Roberto Saviano, Serena Dandini, Sabina Guzzanti, Daniele Luttazzi, Lilli Gruber, Maurizio Crozza… per non parlare dell’arrivo di Enrico Mentana alla guida del telegiornale. Come si ricorderà, Urbano Cairo ha preso il timone dell’emittente il 30 aprile 2013, dopo una lunga vicenda giudiziaria. Intervistato dall’agenzia ANSA, che festeggia peraltro in queste ore la conferma d’essere il primo brand italiano d’informazione per affidabilità (Digital News Report 2021 dell’Istituto Reuters, condotto in 46 Paesi), Urbano Cairo ha dichiarato: Read the rest of this page »

giornata mondiale del cinema italiano (2021)

Ricorre oggi, 19 giugno 2021, la seconda edizione della Giornata Mondiale del Cinema Italiano:

“”La Giornata Mondiale del Cinema Italiano ha come obiettivo la promozione all’estero, con il supporto della rete diplomatico consolare e degli Istituti italiani di cultura, della produzione cinematografica italiana di qualità”. L’Italia ha una grande tradizione di cinema di qualità: è il Paese che ha vinto il maggior numero di Oscar per la categoria “miglior film in lingua straniera” e la sua produzione cinematografica contemporanea è sostenuta come parte integrante della promozione del marchio Italia nel mondo. Un progetto ambizioso che si fonda su una strategia pluriennale e sull’azione di squadra con gli attori pubblici e privati del settore cinematografico. Dare visibilità in contemporanea mondiale alle opere dei nuovi autori e celebrare i grandi maestri del nostro cinema: è questo il fine della Giornata Mondiale del Cinema Italiano.
Celebrata per la prima volta nel 2020, Read the rest of this page »

prossimamente, sui grandi schermi (Disney ’21-’22)

Uno dei valori piú importanti dei tempi post pandemici è sicuramente quello di poter andare al cinema per gustare un film d’animazione DisneyPixar. Ottimi bilanci di Disney+ a parte (oggi esce ‘Luca’), archiviata con positiva valutazione la Crudelia di Craig Gillespie con Emma Stone ed Emma Thompson, la casa di Topolino ha in serbo molte interessanti sorprese.
Si chiama Ron, ad esempio, il protagonista di ‘Ron – Un Amico Fuori Programma’, diretto da Jean-Philippe Vine, Sarah Smith e Octavio E. Rodriguez; arriverà in sala il 21 ottobre ed insegnerà la diffidenza verso la tecnologia attraverso la pur dolcissima amicizia fra l’undicenne Barney ed il suo nuovo robot Ron. Ne proponiamo il trailer a fine post.
Per il resto, da adesso al 2022 gli appuntamenti degni d’essere salutati sembrano davvero tanti:
Read the rest of this page »

a volte ritornano (42)

  • aggiornamenti: apprendiamo che Cesare Cremonini dirigerà il film che sarà dedicato a Lucio Dalla dalla Tenderstories, società attiva nella creazione di contenuti originali e nella produzione audiovisiva, e dalla Papaya Records, società di produzione cinematografica Papaya Records, scritto da Cremonini medesimo. Il film è ambientato principalmente a Bologna e sarà supportato dalla Emilia-Romagna Film Commission.Come si ricorderà, nel 2022 ricorre il decimo anniversario della scomparsa di Lucio Dalla; in altra sede abbiamo segnalato un’altra iniziativa., della Compagnia Leone Cinematografica. Quanto a Netflix, essa propone anche una nuova serie delle gesta di He-Man e dei ‘Masters – i dominatori dell’universo’.
  • Il reality showLa Talpa’ potrebbe tornare in onda nei prossimi mesi, sulla piattaforma Netflix, che ne ha acquisito i diritti. È la notizia piú importante di oggi, forse, per quanto attiene ai palinsesti televisivi, e ci rallegra perché siamo tra quanti hanno sempre visto nella Talpa un programma dalle grandi potenzialità. Come si ricorderà, l’ultima edizione del programma è andata in onda nel 2008, su Italia 1; una prima edizione era andata in onda su Rai 2. Non ci si può ancora esprimere sulla conduzione ma se questa fosse (ri)affidata a Paola Perego, saremmo tra i primi ad esserne contenti.
  • Risalgono invece dai fondi archivistici Ilva e Ansaldo centinaia di pellicole che raccontano e documentano il lavoro nelle fabbriche e nelle officine italiane dai primi anni del Novecento fino al secondo dopoguerra e agli anni Settanta e Ottanta, dalle “sigaraie” impiegate nel 1910 nelle fabbriche di Sestri Ponente al varo, nel ’31, del transatlantico della marina italiana, il Rex; dallo scarico di ferro e manganese per la produzione dell’acciaio negli stabilimenti di Portoferraio e Piombino (‘Col ferro e col fuoco’, di Giuseppe Ceccarelli, 1926) fino al sogno industriale di Taranto raccontato da Marco Zavattini nel 1970. Nel fondo Ansaldo sono presenti oltre 150 pellicole, piú di 200 in quello Ilva. Tali preziose testimonianze saranno digitalizzate e diffuse grazie ad un proficuo accordo siglato tra Istituto Luce-Cinecittà, i cui laboratori effettueranno il restauro, e la Fondazione Ansaldo – Gruppo Leonardo.
  • Sarà nelle sale italiane il 28, 29 e 30 giugno, distribuito da Adler Entertainment, il docu-film ‘La grande staffetta’, prodotto da da Obiettivo3 e FilmArt Studio di Barbara Manni per la regia di Francesco Mansutti e Vinicio Stefanello. È la storia vera del grande Alex Zanardi e dei cinquantuno atleti paralimpici appartenenti ad “Obiettivo3”, la Onlus da lui creata.
  • Infine una conferma. Lo si sapeva da un po’ ma arrivano adesso precise notizie dal set: sono partite oggi le riprese di ‘Altrimenti ci arrabbiamo’, reboot dell’omonimo film di culto interpretato nel 1974 da Bud Spencer e Terence Hill. Prodotto da Lucky Red e Compagnia Leone Cinematografica, Read the rest of this page »

festival a confronto (67)

  • Ha avuto luogo oggi la presentazione ufficiale, con programma definitivo, del Taormina Film Festival 2021, cui s’accennava anche in altra sede. Da oggi sappiamo qualcosa in piú. L’ambizione di quest’anno è quella di “celebrare il ritorno della magia al cinema” (cit.) e, a questo link, è finanche possibile capirne i motivi.
  • Anche al Prix Italia abbiamo fatto riferimento in un altro post.
  • In un’ottica di “festival a confronto”, nondimeno, non possiamo non plaudire all’iniziativa di Luigi Gubitosi, patron del Giffoni Film Festival. Egli, sulla scorta di un’analisi che ha censito oltre 1300 tra rassegne e festival in tutta Italia, ha pensato d’invitare un po’ tutti ad incontrarsi, nella Multimedia Valley e nella Cittadella del Cinema, per avviare una nuova e solida collaborazione.  Dall’11 al 13 giugno, circa duecento partecipanti a nome di oltre cento festival e rassegne cinematografiche italiane si sono incontrati a Giffoni Valle Piana (Salerno) per confrontarsi, riflettere e costruire nuovi orizzonti progettuali nell’era postCovid. A questo link la sintesi. L’iniziativa si è inserita, peraltro, nell’ambito del cinquantennale del Giffoni Film Festival, la cui prossima edizione vivrà dal 21 al 31 di luglio, con partenza da Bergamo.
  • Dal 19 al 27 giugno è invece prevista l’edizione 2021, la diciottesima, del Sa.Fi.Ter -Salento Finibus Terrae- Film Festival Internazionale Cortometraggio. Quattro giorni tra proiezioni, dibattiti e incontri, per un’iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Cultura e Turismo prodotta da Apulia Film Commission, per la direzione artistica del regista Romeo Conte, con il patrocinio dei Comuni di San Severo (Foggia), Sammichele (Bari), San Vito dei Normanni (Brindisi) e, tra gli altri, l’associazione Egnathia di Fasano.
  • Il trentottesimo Lovers Film Festival, al cinema Massimo di Torino dal 17 al 20 giugno, proporrà quaranta film, provenienti da tutto il mondo, di cui trentadue in anteprima nazionale. La direzione artistica è affidata a Vladimir Luxuria per il secondo anno consecutivo; Sandra Milo sarà la madrina per l’inaugurazione, Malika Ayane per la chiusura. Tema conduttore dei film scelti è l’identità di genere e il superamento di ogni barriera; tra i tanti incontri ce ne sarà anche uno con Alessandro Zan per fare il punto sul percorso politico del suo disegno di legge.
  • Nella suggestiva cornice della Nuova Zelanda si muoverà invece la sesta edizione di Studio Italia Italian Film Festival, da quest’oggi, 15 giugno, fino al 22. Organizzato con il contributo e il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Sidney, curato dal direttore artistico Paolo Rotondo, il Festival proporrà un pacchetto di venti film nelle sale di due isole neozelandesi a Dunedin, Napier, Arrowtown, Nelson, Masterton, Palmerston North, Taupo, Matakana, The Bridgeway Auckland, Monterey Takapuna, Christchurch, Wellington, New Plymouth, The Capitol, Silky Otter, Tauranga, Havelock North, Whakatane, Waiheke Island. ll programma del Festival unisce produzione contemporanea con alcuni capolavori classici del cinema italiano; due, in particolare, saranno presentati dall’Istituto: ‘Il gattopardo’ (1963), di Luchino Visconti, e ‘La ciociara’ (1960), di da Vittorio De Sica. Obiettivo dichiarato quello di promuovere e rinsaldare i rapporti tra Italia e Nuova Zelanda.
  • Particolarmente sensibile alle tematiche del lavoro si presenta invece il Premio Cipputi, ispirato, come evidente, all’omonimo operaio inventato dal fumettista Altan. Lascia Torino e arriva a Bologna per i suoi primi venticinque anni, per due serate: sabato 3 luglio con un classico, ‘La classe operaia va in Paradiso’, diretto nel 1971 da Elio Petri, domenica 4 luglio con la consegna del Premio Cipputi 2021 e la proiezione del film vincitore. Sarà lo stesso Altan a Read the rest of this page »

le fate tutt’altro che ignoranti (3)

  • “Invitiamo le istituzioni cinematografiche e culturali di tutto il mondo a unirsi a noi nell’appello affinché le autorità del Myanmar rilascino la regista immediatamente e senza condizioni. Se ci sono accuse contro di lei, che siano chiarite, e che la sua sicurezza sia come prima cosa garantita”.

Non è una fata, ed è tutt’altro che ignorante, la regista e produttrice Ma Aient, arrestata il 5 giugno scorso a Yangon e a tutt’oggi rinchiusa nelle carceri del Myanmar. Non è la prima volta che una cosa di questo genere succede, in alcuni Paesi piú che in altri, ed è uno scandalo che la libertà di pensiero non possa ancora essere considerata un diritto inalienabile in tutto il mondo.
L’International Coalition for Filmmakers at Risk (ICFR) e i suoi promotori, la European Film Academy, l’International Documentary Film Festival Amsterdam e il Rotterdam International Film Festival (IFFR), insieme a tanti altri, dal Festival di Cannes a Venezia, da Berlino a Locarno, hanno lanciato un appello per Ma Aeint. Detenuta, oltretutto, “in un luogo segreto”, senza alcuna spiegazione ufficiale! Ai familiari sarebbe stato detto che è stata portata in un luogo segreto per essere interrogata; una sua sorella, residente negli Stati Uniti, ha detto a Variety che a prelevare la regista non sarebbe stata la polizia ma sedicenti “militari”, dei quali nessuno si è ufficialmente qualificato.

  • Di ‘Fate (davvero) ignoranti’, quantunque in senso altamente cinematografico, s’occupa invece Ferzan Özpetek, a Orvieto per la serie televisiva in otto episodi che prende le mosse proprio dal riuscito suo film del 2001. La città di Orvieto, orgogliosamente citata dal sindaco come particolarmente suggestiva e cinematograficamente efficace, vede nel teatro Mancinelli il set per questa produzione, che vedremo su Disney+ nel 2022, per la precisione su Star. Nel cast, oltre a trenta comparse autoctone, figurano Cristiana Capotondi, Eduardo Scarpetta, Luca Argentero, Ambra Angiolini, Anna Ferzetti, Serra Ylmaz, Carla Signoris, Paola Minaccioni.
    Neanche a farlo apposta, è in questi giorni a Orvieto anche Alberto Angela, per le riprese di ˋMeraviglie – La Penisola dei tesoriˊ.
  • Nel 2021 ricorrono i trent’anni dalla nascita di Sailor Moon. Almeno del manga dal quale è stato ricavato l’anime sul quale in piú occasioni abbiamo riflettuto.
    Le gesta della paladina che veste alla marinara e ci difende in nome della Luna in questo periodo meritano attenzione su Netflix. È la popolare piattaforma fondata da Reed Hastings e Marc Randolph, infatti, ad ospitare ‘Pretty Guardian Sailor Moon Eternal – il film’, ideale (ed effettiva) continuazione della serie televisiva ‘Pretty Guardian Sailor Moon Crystal’, andata in onda sulle reti Rai nelle passate stagioni. Diretto da Chiaki Kon, prodotto da Toei Animation, ‘Pretty Guardian Sailor Moon Eternal – il film’ è diviso in due parti, è uscito a gennaio in Giappone e a giugno nel resto del mondo.
    Non si vuol certo anticipare piú del necessario; basterà

    Read the rest of this page »

dire, fare, studiare, recitare…

  • Anica, come ognun sa, è l’associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali. Adesso ha anche una sua accademia, l’Anica Academy, presentata dal presidente Francesco Rutelli come “un nuovo spazio di opportunità per rispondere alla domanda di profili sempre più qualificati nell’audiovisivo“. Non si vuole, secondo Rutelli, “fare concorrenza a chi già opera con professionalità e competenza, ma affiancarci e collaborare con le altre realtà (come Centoautori, Writers Guild Italia, il Centro Sperimentale di Cinematografia) per formare nei vari campi“, dall’autorialità alla produzione, dalla postproduzione al marketing, “decine di figure nuove sempre più forti e competitive in una realtà che cambia con ritmi rapidissimi“. Insieme ad Anica come soci fondatori dell’Anica Academy ci sono Netflix, Rai, Viacom Cbs, Medusa e Vision Distribution.
  • È disponibile dal 10 giugno 2021, su RaiPlay, ‘3 voci di dentro’, miniserie in cinque puntate prodotta dalla Fondazione Pergolesi Spontini e Subwaylab, con la regia di di Andrea Antolini, Diego Morresi e Alessandro Tarabelli. Iniziativa tra le piú commendevoli, ‘3 voci di dentro’ fa vivere al pubblico, in modo nuovo ed originale, il teatro, l’opera lirica e la magia che gli attori portano in scena. La miniserie è stata girata a Jesi, al Teatro Pergolesi, in tempo di pandemia: tre figure si aggirano all’impazzata nell’edificio cercando l’uscita, senza trovarla. La storia che nasce dall’incontro di questi tre personaggi diventa un pretesto per svelare al pubblico i luoghi piú nascosti del Pergolesi, ma anche riti e mestieri del teatro, un micro universo con leggi proprie.
  • ‘Fare Cinema’, da par suo, è invece la rassegna dedicata al cinema italiano all’estero, promossa dalla Farnesina in collaborazione con Ministero della Cultura, Anica, Agenzia ICE e Istituto Luce – Cinecittà. Sergio Castellitto, Paola Cortellesi, Liliana Cavani, Pierfrancesco Favino, Cristina Donadio, Edoardo Leo, Anna Foglietta, Riccardo Milani, Sara Serraiocco, Carlo Verdone, Fabio e Damiano d’Innocenzo sono tra i protagonisti di questa quarta edizione, che vive dal 14 al 20 giugno con testimonianze, racconti online e videointerviste. Un’intera settimana dedicata ai mestieri della Settima Arte e alla promozione dell’industria cinematografica nazionale, ricca di film, documentari, cortometraggi e incontri trasmessi in streaming (disponibili i sottotitoli in più lingue) sul portale della Farnesina italiana, su MyMovies e attraverso la rete di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Una manifestazione che fin dal titolo (Reboot – Il cinema italiano riparte) vuole sottolineare la straordinaria capacità di reazione dell’industria cinematografica italiana di fronte alla pandemia. Ecco come a tal proposito si esprime, nel suo piccolo, il ministero degli Esteri:

Read the rest of this page »

brevi dai media (99)

  • Sarà inaugurata lunedí prossimo, 14 giugno, al Teatro alla Scala, la settantatreesima edizione del ‘Prix Italia’, il concorso internazionale organizzato dalla Rai per programmi di qualità radio, tv e web. Saranno cinque giorni di anteprime, incontri, dibattiti, in presenza e online; 241 programmi in concorso nelle sezioni radio, tv e web, presentati da 56 organismi di 33 Paesi valutati da 66 giurati, in rappresentanza di 43 broadcaster da 29 Paesi. Per questa edizione si segnala il ritorno all’agone della principale emittente pubblica della Russia, Russia Television and Radio (Rtr), membro del Prix Italia dal ’74 e assente dal Concorso TV dal 2003, e di Mediaset, membro dal ’96 e assente dal 2015, quest’anno in concorso con tre programmi televisivi e un giurato. Quanto alle emittenti radiofoniche, torna a partecipare Radio 24 – Il Sole 24 Ore, nel board del Prix Italia dal 2010 e già vincitrice del Concorso Radio.
  • È evidente a chiunque come il consumo di televisione, anche a causa della pandemia e delle quarantene, sia aumentato e virato a favore delle piattaforme. Anche se, a onor del vero, è stata anche l’offerta di Disney+, Netflix, Amazon Prime Video e degni compari a farsi piú allettante.
  • Un recentissimo studio dell’Osservatorio Studio Frasi ha peraltro posto l’accento sulle smart tv, cioè sui televisori che possono essere connessi ad internet. Secondo tali analisi, il dato in maggior crescita nel consumo di televisione è proprio la presenza in casa dei televisori connessi a internet: tra 1° ottobre 2020 e 31 maggio 2021 ventidue milioni di persone hanno seguito i programmi televisivi da una smart tv connessa, con un +39% rispetto alla scorsa stagione, in particolare in soggiorno (75%).
  • Quanto agli ascolti, la Rai si conferma in testa, con un ascolto medio di 4,2 milioni nei 243 giorni della stagione, pari al 36%, seguita da Mediaset al 32,5%; al terzo posto Discovery con il 7,2% e Sky. Rai1 è ancora il canale piú seguito, con 1,9 milioni e il 17%; segue Canale 5 con 1,8 milioni di spettatori medi e il 15,9%. Terza Rai3 al 7,6%, quarta Rai2 al 4,8%; dietro di loro Italia1 con il 4,6% e Rete4 al 3,8% che precede La7 al 3,5%. A seguire Tv8 (1,8%), Nove (1,7%), Rai4, Rai Premium, Real Time, Iris, Rai Movie, Top Crime, Tv2000, Paramount Network, infine 20, la quarta generalista Mediaset.
  • Quanto ad Auditel nel suo complesso, Read the rest of this page »

a volte ritornano (41)

  • Tanti auguri, Pippo Baudo! (85…)
  • Torna a casa, Lassie! Nel senso di: Torna al cinema, mito a quattro zampe! Sí, l’interpretazione è corretta: Lassie, il delizioso esemplare di pastore scozzese che meritò di posizionare una mano, pardon, una zampa sulla Walk of fame, tornerà nelle sale cinematografiche in una nuova versione del film ‘Lassie torna a casa’, che la rese celebre. Il film del 1943, tratto dal romanzo di Eric Knight, era diretto dall’esordiente Fred McLeod Wilcox; quello di oggi, distribuito in Italia da Lucky Red, è stato diretto da Hanno Olderdissen ed è stato realizzato in Germania. È la storia vera di un cane (per l’appunto Lassie) alle prese con un lungo viaggio per ritrovare l’amato padroncino Florian (Nico Marischka). Una domanda potrebbe sorgere spontanea: quale cane ha interpretato Lassie in questa versione? La ricerca è stata lunga ma si è alla fine conclusa grazie alla signora Renate Hiltl, proprietaria del Ranch “Animali per il Cinema”, in Alta Baviera. Già un anno e mezzo prima delle riprese, Renate Hiltl aveva selezionato tre giovani collie tra Europa e Stati Uniti, tutti con la tipica (ed opportuna) macchia bianca sul muso: Bandit, Bailey e Buddy. Il 90% delle riprese se l’è guadagnato Bandit che, a quanto se ne sa, adora stare al centro dell’attenzione…
  • Ricorre oggi, 7 giugno 2021, il tredicesimo anniversario della scomparsa di Dino Risi. Proprio oggi sarà trasmesso in streaming sul canale YouTube del Duomo di Milano (accessibile anche dal sito www.duomomilano.it e sulla corrispondente pagina Facebook) il cortometraggio ‘1848’, che Risi realizzò per commemorare le celeberrime Cinque giornate. Dal sito Duomomilano.it apprendiamo quanto segue:
    Read the rest of this page »

‘Chi l’ha trafugato?’ (idea per un format)

Un ‘Chi l’ha visto – Arte’. O qualcosa del genere. È l’idea che il generale Roberto Riccardi, comandante del Nucleo Tutela Patrimonio culturale dei Carabinieri, ha lanciato nell’ambito dell’audizione in commissione Cultura, al Senato, sull’affare riguardante la restituzione dei beni culturali illecitamente esportati. Apparentemente ingenua, l’iniziativa è invece di raro interesse.

Il nostro Paese, che detiene il 70% dei beni artistici e cultuali del mondo, è oggetto di continue, smodate e pedisseque spoliazioni; il citato Riccardi, nelle sedi di cui sopra, ha ricordato che

nel 2016 la Ragioneria di Stato ha valutato il nostro patrimonio culturale in 986 miliardi di euro. (…) È una lotta che va combattuta sul piano internazionale e condivisa nel mondo. A questo fine stiamo sviluppando la cooperazione e nel 2016 sono stati creati i Caschi Blu della Cultura*.  

Si sta lavorando anche ad una banca dati, che sarà completata nel dicembre 2022, che permetterà di trovare reperti e recuperarli o rivendicarli se si trovano all’estero.
Il furto, la compravendita, il trafugamento delle nostre bellezze prosegue lo stesso, però, a ritmo incessante.
Vasi, statue, gioielli, monete. Che finiscono in collezioni private o in strutture al di fuori dell’Italia.
È un peccato che in pochi abbiano riflettuto sulle parole di Riccardi. La difesa della cultura italiana dovrebbe essere sentita dalla Rai, Concessionaria di Stato per l’esercizio radiofonico e televisivo, come uno dei suoi doveri. Ed una rete tematica, ad esempio Rai 5, potrebbe tranquillamente ospitare una rubrica dedicata alle opere d’arte italiane (misteriosamente) scomparse, dando possibilità a chi sa di raccontare quel che sa, o anche solo per informare. Nel 2020, ha ricordato Riccardi, è stato recuperato “mezzo milione di beni culturali” “ma Read the rest of this page »

festival a confronto (66)

  • È stato comunicato oggi, 3 giugno 2021, il programma del 74° Festival del Cinema di Cannes. Vivrà dal 6 al 17 luglio prossimi e sarà un’edizione “straordinaria”. Cosí, almeno, l’ha definita Thierry Frémaux alla conferenza di Parigi. L’offerta sarà ricchissima, forte di ben 2300 pellicole presentate e della grande voglia di ripresa da parte dei cineasti di tutto il mondo. Ci sarà una nuova sezione, Cannes Première oltre al Fuori Concorso, Un certain regard, Special Screenings, Midnight Screening. Tantissimi titoli, appena meno dei 2300 presentati; 24 i film in concorso, molti francesi, il solo Nanni Moretti a difendere i colori dell’Italia con il suo ‘Tre Piani’*. Tra i 24 titoli in gara, il film d’apertura ‘Annette’, di Leos Carax; poi ‘Benedetta’, di Paul Verhoeven, ‘The French Dispatch’ di Wes Anderson, ‘A Hero’ di Asghar Farhadi, ‘Paris, 13th District’ di Jacques Audiard, ‘Flag Day’ di Sean Penn. Anch’esso in concorso, nella Selezione ufficiale, ‘The Story of My Wife’, della regista ungherese Ildikó Enyedi, adattamento cinematografico del romanzo omonimo di Milán Füst, coproduzione internazionale che ha riunito Ungheria, Germania, Italia (Palosanto Films e Rai Cinema) e Francia;  nel cast, accanto a Léa Seydoux, Gijs Naber, Louis Garrel, anche Sergio Rubini e Jasmine Trinca.  In Concorso anche ‘France’, di Bruno Dumont. Fuori concorso ‘Stillwater’ di Tom McCarthy e ‘The Velvet Underground’, di Todd Haynes. Nella sezione Special screenings ‘Jane by Charlotte’, di Charlotte Gainsbourg sulla madre Jane Birkin, ed il nuovo documentario di Oliver Stone su John Fitzgerald Kennedy. Nella nuova sezione Cannes Première c’è ‘Cow’ di Andrea Arnold e ‘Hold Me Tight’, di Mathieu Almaric. *Adattamento dell’omonimo romanzo dello scrittore israeliano Eshkol Nevo (Neri Pozzi), ‘Tre Piani’ è stato prodotto dalla Sacher Film e da Fandango, con Rai Cinema e Le Pacte, uscirà in Italia il 23 settembre, distribuito da 01 Distribution; nel cast Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, Elena Lietti, Alessandro Sperduti, Denise Tantucci, Nanni Moretti, Anna Bonaiuto, Stefano Dionisi. 
  • Quanto al Taormina Film Fest, invece, la sessantasettesima edizione si aprirà il 27 giugno al Teatro Antico, con ‘BOYS’, di Davide Ferrario. Pellicola musicale e cinematografica ad un tempo, ‘BOYS’, prodotto da Lionello Cerri e Cristiana Mainardi per Lumière & Co. con Rai Cinema, uscirà in sala il 1° luglio, distribuito da Adler Entertainment; è la storia di quattro amici uniti dalla passione per la musica ma divisi da vicende personali; sarà presentato in anteprima, alla presenza del regista e degli interpreti Neri Marcorè, Marco Paolini, Giovanni Storti, Giorgio Tirabassi, Isabel Russinova e Saba Anglana. Alla serata sarà presente anche Mauro Pagani, autore delle musiche e delle canzoni. Il programma ufficiale del 67° Taormina Film Fest sarà presentato il 15 giugno.
  • Comincerà già domani, 4 giugno, con i fratelli D’Innocenzo e alcuni loro attori, ‘Il Cinema in Piazza 2021’, rassegna cinematografica estiva organizzata dall’Associazione Piccolo America, che si svolge in tre sedi: Piazza San Cosimato a Trastevere (4 Giugno – 1 agosto), Parco della Cervelletta a Tor Sapienza (10 Giugno – 25 luglio) e, da quest’anno, Parco di Monte Ciocci a Valle Aurelia (19 Giugno – 25 luglio). A San Cosimato ci saranno quarantatré serate con il grande cinema di Pietro Marcello, Gianfranco Rosi, Céline Sciamma e Ferzan Ozpetek, con in piú alcuni classici Disney come ‘Il Re Leone’ e ‘Frozen’. A Cervelletta si vedranno i film di Satoshi Kon (con l’Istituto Giapponese di Cultura in Roma), di Ken Loach, di Wim Wenders (in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania) e la saga di Harry Potter, per un totale di trentaquattro serate. da ‘Buena Vista Social Club’ a ‘Piovono Pietre’, dal ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone a ‘Garage Olimpo’ e ‘Hijos’, presentati da Marco Bechis. A Monte Ciocci in programma ventisette serate con il cinema di Emir Kusturica, Mario Monicelli, Charlie Kaufman e i film d’animazione di Laika: da ‘Underground’ a ‘Synecdoche, New York’. Poi gli omaggi a Nino Manfredi (Carlo Verdone presenterà ‘Brutti, sporchi e cattivi’), Gigi Proietti e Carlo Vanzina. Oltre a Ken Loach e a Wim Wenders, tra gli ospiti di quest’edizione ci saranno Edgar Reitz, Emir Kusturica, Carlos Reygadas, Rupert Everett, l’artista francese JR e Mathieu Kassovitz.
  • Nelle Marche, in quel di Fano, è prevista l’edizione 2021 di ‘Passaggi Festival’, dal 18 al 25 giugno. L’anno scorso la manifestazione è stata inaugurata da Oliver Stone; quest’anno, nel suo piccolo, sarà Sharon Stone a Read the rest of this page »

che il potere non logori chi non ce l’ha

In qualsiasi sistema, il potere deve fare gli interessi degli individui che fanno parte del sistema stesso.
La Repubblica democratica, se rettamente intesa, è considerata forma costituzionale preferibile a tutte le altre proprio perché sono gli elementi del sistema a decidere la distribuzione del potere.
Read the rest of this page »

spicchi d’arte tra baffi di storia (81)

  • aggiornamento: è stato presentato quest’oggi il programma del Teatro alla Scala. Con la Stagione 2021/2022, torna la grande programmazione: 13 allestimenti d’opera, tra cui 9 nuove produzioni e 3 spettacoli mai visti a Milano, e 7 titoli di balletto alternando classici e nuove creazioni. L’apertura con Macbeth di Giuseppe Verdi, diretto da Riccardo Chailly, conferma la centralità della tradizione italiana, ma si ascolteranno anche capolavori del repertorio francese, russo, austriaco, tedesco, inglese. I cast presentano un panorama completo dei più grandi interpreti del nostro tempo ma offrono spazio anche ai migliori giovani che si affacciano alla professione. Scopri gli spettacoli e le formule di abbonamento, con nuove proposte in vendita dal 21 giugno. Consulta il calendario sfogliabile e l’opuscolo abbonamenti. (dal sito)
  • Debutta quest’oggi, 31 maggio, ITsART, la piattaforma concepita per proporre la cultura italiana nel nostro Paese e nel mondo (rileggi). Oltre 700 contenuti, tra musica, arte, danza, teatro, storia, “un palcoscenico virtuale che si aggiunge a quello reale per moltiplicare il pubblico, nella consapevolezza che la fruizione digitale non potrà mai sostituirsi a quella dal vivo” (D. Franceschini). Luoghi iconici d’Italia si offriranno al pubblico come palcoscenici esclusivi di concerti come quello dalla Santa Cecilia Digital Season dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta dal Maestro Antonio Pappano che esegue il Concerto per violino di Felix Mendelssohn con Maxim Vengerov al violino e la Sinfonia Wq 183 n. 1 di Carl Philipp Emanuel Bach – e Cosmoconcearth, il concerto jazz di Sainkho Namtchylak e Gavino Murgia alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea. Sarà poi la collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei ad immergerci in uno dei siti archeologici piú prestigiosi del nostro paese, Oplontis, dove Alessandro D’Alatri ha realizzato in esclusiva per ITsART un cortometraggio che porterà il pubblico nel cuore del dramma per musica di Claudio Monteverdi ‘L’incoronazione di Poppea’. Annunciati da tempo altri appuntamenti, come ‘In questa storia che è la mia’, di Claudio Baglioni (2 giugno) e il Maggio Musicale Fiorentino con ‘La forza del destino’ di Giuseppe Verdi, diretto da Zubin Mehta con la regia di Carlus Padrissa di La Fura dels Baus (6 giugno). Sempre per il Maggio Fiorentino su ITsART arriva il 21 giugno il primo live streaming con il concerto sinfonico su musiche di Brahms diretto da Mehta e con la partecipazione del pianista Daniil Trifonov. Per accedere non occorre abbonamento. I contenuti saranno fruibili da pc, smartphone e tablet all’indirizzo www.itsart.tv. I contenuti a pagamento sono acquistabili singolarmente.
  • È della scorsa settimana una notizia bellissima: i ragazzi del Cinema America hanno ottenuto la riapertura del cinema Troisi, dopo due anni di restauro, a partire dal prossimo settembre. La notizia è stata ripresa anche da Variety, per la penna, ehm… il mouse di Nick Vivarelli, il quale cosí s’è espresso: «Il 30 settembre, in un edificio di epoca fascista nel centro di Roma, è prevista l’apertura di una nuova sala cinematografica all’avanguardia, il Cinema Troisi, un evento ricco di significati simbolici. Il proiettore è 4K di ultima generazione; il suono Dolby 7.1 surround; il bar/bistrot servirà cibo gourmet; e i lussuosi 300 posti a sedere del locale sono della stessa tonalità di marrone delle magliette indossate dai membri del collettivo di attivisti e appassionati di cinema noto come “i ragazzi del Cinema America” ​​che lo gestiscono. Nel 2019 sono stati attaccati dai neofascisti, suscitando un’ondata di sostegno, tra gli altri, da Francis Ford Coppola, Alfonso Cuarón, Keanu Reeves, Guillermo del Toro e Spike Lee. Nel 2012 i ragazzi hanno occupato il cinema America del cinema nel quartiere alla moda di Trastevere a Roma che gli sviluppatori volevano demolire e trasformare in un parcheggio e un condominio. Sono stati sfrattati dalla polizia nel 2014 e successivamente hanno iniziato a gestire arene estive all’aperto in Piazza San Cosimato a Trastevere e in altri due spot, proiettando film vintage o di seconda e terza visione gratuitamente – per i quali pagano un canone di locazione – a sale solitamente affollate.» Quanto a loro, i ragazzi del Cinema America, si limitano a ricordarci quanto segue: «Vogliamo portare il cinema dove il cinema non c’è. Vogliamo riaprire le sale cinematografiche salvandole dall’abbattimento e dalla speculazione. Coi nostri proiettori, vogliamo far conoscere il grande schermo alle nuove generazioni. Col vostro aiuto, abbiamo organizzato centinaia di proiezioni gratuite sotto le stelle per Il Cinema in Piazza e riapriremo a breve lo storico Cinema Troisi a Roma, dopo quasi due anni di lavori di restauro. Ma non vogliamo di certo fermarci qui! Dona il tuo 5×1000 al Piccolo America: il grande schermo ti ringrazierà! Il codice è 97811440581»
  • Ancora un ricordo di Carla Fracci. È ‘Carla’, infatti, di Emanuele Imbucci, il primo film tv che le viene dedicato, in onda prossimamente su Rai 1. È una coproduzione Rai Fiction – Anele, prodotta da Gloria Giorgianni con Fabio Scamoni, con Alessandra Mastronardi nel ruolo della Fracci; muove le mosse dall’autobiografia ‘Passo dopo passo – La mia storia’ (Arnoldo Mondadori Editore, 2013) ed è stato realizzato con la consulenza della diretta interessata, del marito Beppe Menegatti e della loro collaboratrice storica Luisa Graziadei. Le riprese sono state effettuate a Roma, Orvieto e, per la prima volta nella storia, al Teatro alla Scala di Milano.
  • Oggi, 31 maggio 2021, Alida Valli avrebbe compiuto cento anni. La Cineteca di Bologna le dedica una giornata di festeggiamenti al cinema Lumière, con quattro film che Read the rest of this page »
Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: