Get a site

spicchi d’arte tra baffi di storia (35)

  • La quattordicesima edizione del ‘Festival della canzone per bambini’ si è svolta a Baselga di Piné (TN), il 28 ed il 29 aprile ultimi scorsi; un’efficace sintesi è stata (ri)trasmessa in televisione venerdí 22 giugno su Tv2000 e si sono festeggiati, tra l’altro, i trent’anni d’attività del coro delle Piccole Colonne, diretto artisticamente da Adalberta Brunelli, tecnicamente da Luciano Arnesi. Ispirata al rapporto tra scienza e fede è sembrata la canzone ‘Caro Darwin’, nella quale si rende omaggio al padre dell’evoluzionismo ma gli si dice, al contempo, “Quella scimmia sarai tu!”. Appuntamento, adesso, all’edizione 2020…
  • L’edizione 2018 di ‘Altaroma’, kermesse dedicata al mondo della moda, vivrà dal 28 giugno al 1° luglio a Cinecittà, presso i Teatri 10, 12 e i set dell’antica Roma, grazie alla collaborazione tra gli Studi e l’Istituto Luce- Cinecittà. La manifestazione prevede anche la presentazione di un accordo di collaborazione tra il Parco Archeologico del Colosseo, rivolto a scuole e accademie per la progettazione delle divise per il personale del Parco. Quanto al legame tra cinema e moda, esso risale agli anni Cinquanta, quando grandi marchi quali Gattinoni, Sorelle Fontana, Capucci raggiunsero il successo all’estero grazie alle grandi dive americane che frequentavano la nostra Hollywood sul Tevere.
  • Sotto il grande schermo di Piazza Maggiore a Bologna, Martin Scorsese, ospite d’onore del festival ‘Il cinema ritrovato’, ha introdotto la proiezioni di ‘Toro scatenato’, il suo capolavoro del 1980 dedicato al pugile italo-americano Jake LaMotta, interpretato da Robert De Niro. Quanto al festival vero e proprio, esso si svolge fino al 1° luglio, con la proiezione di oltre cinquecento film, dalle proiezioni in piazza di capolavori come Ladri di Biciclette, C’era una volta il west, e il Cacciatore, a sezioni che riguardano, fra gli altri, Mastroianni, il cinema cinese degli anni ’30, Ingmar Bergman, la produzione del 1918. Quanto a Scorsese, gli è richiesto d’introdurre anche ‘Enamorada’, un classico messicano del 1946.
  • Guido e Maurizio De Angelis, anche noti come ‘Oliver Onions’, saranno in concerto il 1° luglio, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, per ripercorrere le tappe di una carriera passata attraverso le colonne sonore di film quali ‘Lo chiamavano Bulldozer’, che compie quarant’anni ed è stata riarrangiata, ‘Continuavano a chiamarlo Trinità’, ‘Anche gli angeli mangiano fagioli’, ‘Altrimenti ci arrabbiamo!’, ‘Due Superpiedi Quasi Piatti’, ‘Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre’, ‘Banana Joe’ nonché sigle di sceneggiati televisivi e per i cartoni animati: ‘Sandokan’, ‘Elisa di Rivombrosa’, ‘Incantesimo’, ‘Il maresciallo Rocca’, ‘Orzowei’, ‘Spazio 1999’, ‘Galaxy Express 999′, ‘Il giro del mondo in 80 giorni di Willy Fog’ . ‘Bulldozer’ riarrangiato è estratto dal doppio cd/dvd celebrativo “Guido & Maurizio De Angelis – Oliver Onions Reunion Live – Budapest”, inciso per Saifam/Sony e registrato nel 2016. Dopo il concerto di Roma, saranno alla Columbia Hall di Berlino il 5 ottobre, unica data europea fuori dall’Italia.
  • È un bel periodo per gli appassionati di ‘Star Trek’, una serie cult della storia della televisione, che risale al lontano 1966. Come dimenticare l’astronave Enterprise, il capitano James T. Kirk, il giapponese Hikaru Sulu, l’africana Nyota Uhura, il russo Pavel Chekov, il vulcaniano Spock?. Da lunedí 25 giugno, alle ore 21.15, su Tv8 verranno trasmesse per la prima volta tutte insieme le tredici pellicole cinematografiche della saga, in ordine cronologico, da ‘Star Trek’ (1979) fino a ‘Beyond’ (del 2016), in prima visione in chiaro). Che dire, poi, delle serie per la televisione? Da quella originale, nel corso dei decenni, ne sono derivate altre cinque e i CBS Television Studios, reduci dal successo di ‘Star Trek: Discovery’ su CBS All Access e nel resto del mondo su Netflix, hanno incaricato Alex Kurtzman, creatore e produttore della prima stagione, di sviluppare nuove serie tv, miniserie, serie animate o altri contenuti legati a questo universo. Secondo quanto riporta ‘Variety’, tra i progetti già in lavorazione ci sarebbero una serie incentrata su la Starfleet Academy, una miniserie sulla storia di Wrath of Khan e una serie animata sulla quale si sa ben poco.
  • L’italo-canadese Stefano Fico è il vincitore di “Come dentro uno specchio. L’Italia vista fuori dall’Italia”, concorso cinematografico promosso dalla Dante Alighieri con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con la Confederazione Elvetica-Svizzera, il Festival del film Locarno 2017 e Rai Italia, promosso in occasione della XVII edizione della Settimana della Lingua italiana nel mondo (MAECI), dedicata al tema ‘L’italiano al cinema, l’italiano nel cinema’. Il concorso  era aperto a giovani registi tra i 18 e i 26 anni, stranieri o italiani e residenti all’estero, ha visto partecipanti dal Sud America (in particolare Messico, Argentina, Venezuela) al Camerun, a Singapore, passando per la Bielorussia; il secondo ed il terzo premio sono stati assegnati rispettivamente a Olexandra Fedotova e Lucia Garré. L’intento del concorso consisteva nel raccontare il nostro Paese dal punto di vista degli stranieri, cogliendo un’idea dell’Italia oltre gli stereotipi e i luoghi comuni: #Vivereallitaliana.
  • ‘The Red Harlequin’ è una saga ideata da Roberto Ricci, giornalista, ex dirigente dell’esercito italiano e collaboratore della Rainbow. È una saga transmediale nata sul social network Wattpad, diventata un sito web, con una derivazione musicale, un videogioco, una saga letteraria, audio-libri, pronta a diventare una serie televisiva finanziata con un budget di trenta milioni di euro dalla finlandese IPR, in accordo con Pantomimus Media, dello stesso Ricci. È un mondo fantasy ambientato nell’antichità, in cui le nazioni sono divise per colori e tutti vivono nascosti dietro una maschera. Asheva, la protagonista, è un’adolescente della Nazione Nera, che è costretta a lasciare la sua terra, diventare il potente Red Harlequin e portare la pace e l’armonia tra tutte le nazioni. La prima stagione avrà dodici episodi e un cast internazionale; ancora da selezionare gli attori, lo sceneggiatore ed il regista.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: