Get a site

a volte ritornano (20)

  • Lo ‘Show dei Record’, legato all’assegnazione dei Guinness dei Primati, è stato uno degli appuntamenti istituzionali di Canale 5, dal 2006 al 2015. Galeotto un calo inesorabile d’ascolti, il format è stato abbandonato dal Biscione e passa adesso su Tv8, dove diventerà ‘la Notte dei Record’ e sarà condotto da Enrico Papi, già alle prese con ‘Guess My Age’ sulla medesima emittente del gruppo NewsCorp. (per la precisione, Nuova Società Televisiva Italiana S.r.l.). Non si conosce ancora il giorno di programmazione.
  • Il 5 novembre 2018 ricorre il centenario della nascita di Ingmar Bergman e la Cineteca di Bologna porta in sala il restauro de ‘Il settimo sigillo’, uno dei titoli piú conosciuti del regista svedese. Il restauro, realizzato dallo Svenska Filminstitutet, arriva nelle sale nell’ambito del progetto della Cineteca di Bologna ‘Il Cinema Ritrovato. Al cinema, per la distribuzione dei classici restaurati’.
  • Dopo la riuscita esperienza di un anno fa, Cristina d’Avena propone ‘Duets Forever – Tutti cantano Cristina’, progetto nel quale la cantante amata da grandi e piccini ha reinterpretato alcuni suoi cavalli di battaglia con altri artisti: ‘la Canzone dei Puffi’, feat. Patty Pravo con la partecipazione di Fabio De Luigi; ‘I ragazzi della Senna’ (Il Tulipano Nero) feat. Fabrizio Moro; ‘Georgie’ feat. Dolcenera; ‘Memole dolce Memole’ feat. Elisa; ‘Pollyanna’ feat. Malika Ayane; ‘Vola mio mini pony’ feat. Elodie; ‘Ti voglio bene Denver’ feat. Lo Stato Sociale; ‘D’Artagnan e i moschettieri del re’ feat. Il Volo; ‘Alvin rock’n’roll’ feat. The Kolors; ‘Papà Gambalunga’ feat. Federica Carta; ‘Il mistero della pietra azzurra’ feat. Alessandra Amoroso; ‘Robin Hood’ feat. Max Pezzali; ‘Batmanfeat. Le Vibrazioni; ‘Sailor Moon e il cristallo del cuorefeat. Carmen Consoli; ‘Rossana’ feat. Nek; ‘Doraemon’ feat. Shade.
  • Il brutto caso di Stefano Cucchi arriva anche in libreria il 12 novembre, dopo una presentazione a Lucca Comics&Games, nella graphic novel ‘il Buio, la lunga notte di Stefano Cucchi’. È firmato dalla giornalista Floriana Bulfon, che scrive sull’Espresso, e dall’autore noir e sceneggiatore Emanuele Bissattini, con i disegni di Domenico Esposito e Claudia Giuliani, presenti allo stand della casa editrice Round Robin fino al 4 novembre per firmare le copie e rilasciare un disegno originale. La prefazione alle tavole è stata scritta da Ilaria Cucchi.
  • Dogman’, di Matteo Garrone, già candidato dell’Italia all’ Oscar 2019, sarà premiato quale ‘film europeo dell’anno’ a ‘Capri, Hollywood 2018’ (26 dicembre-2 gennaio). Lina Wertmüller, presidente onorario dell’Istituto ‘Capri nel Mondo’, ha dichiarato: “La scelta del film di Garrone, straordinario protagonista Marcello Fonte già miglior attore al Festival di Cannes, è stata unanime da parte dell’ Istituto Capri nel Mondo e speriamo rappresenti un viatico in vista della corsa all’Oscar per il miglior film straniero, nomination che saranno rese note il 22 gennaio 2019”.
  • La cerimonia di premiazione degli European Film Awards, trentunesima edizione, avrà luogo sabato 15 dicembre a Siviglia. La European Film Academy ha nel frattempo annunciato le nomination per le categorie ‘Film d’animazione Europeo 2018’ e ‘Commedia Europea 2018’. Riguardo alla prima categoria, il comitato composto dal Vice Presidente dell‘ EFA Antonio Saura (Spagna), dal membro dell’EFA Board Graziella Bildesheim (Italia), dal produttore Manuel Cristobal (Spagna), dalla regista Dorota Kobiela (Polonia), dal distributore Sune Lind Thomsen (Danimarca) e dalla sceneggiatrice Claire Paoletti (Francia), ha pronunciato le seguenti candidature: ‘Another Day Of Life’ (Polonia, Spagna, Belgio, Germania, Ungheria, Raul de la Fuente & Damian Nenow); ‘Early Man’ (Regno Unito, Nick Park); ‘The Breadwinner’ (Irlanda, Canada, Lussemburgo, Nora Twomey); ‘White Fang’ (Croc-Blanc, Francia, Lussemburgo, Alexandre Espigares). Riguardo alla categoria ‘Commedia Europea 2018’, il comitato comprendente i membri dell‘EFA Board Angeles González-Sinde (Spagna), Henning Kamm (Germania) e  Ada Solomon (Romania), il regista Hannes Holm (Svezia ) e il distributore Hrvoje Laurenta (Croazia), ha selezionato le seguenti pellicole: ‘C’est la vie! Le sens de la fête’ (Francia, Eric Toledano & Olivier Nakache);  ‘Diamantino’ (Portogallo, Francia, Brasile, Gabriel Abrantes & Daniel Schmidt); ‘The Death of Stalin’ (‘La mort de Staline’, Francia, Regno Unito, Belgio, Armando Iannucci). I film nominati sono ora al vaglio degli oltre 3.500 Membri dell’EFA che decreteranno il vincitore.
  • La violenza contro i minori è un tema sempre attuale ed il film ‘Dilili à Paris’, di Michel Ocelot, ne interpreta il messaggio. Ambientato negli anni della Belle Époque, a Parigi, ‘Dilili à Paris’ è la storia vera di alcune bambine rapite da un’organizzazione misteriosa, segregate e costrette a indossare un nerissimo burqa. Dilili, però, è coraggiosa e combatterà l’organizzazione, anche grazie all’aiuto di Orel, ragazzo delle consegne, ma anche di Marie Curie, Marcel Proust, Toulouse Lautrec.
  • Duvudubà’, invece, è la raccolta di settanta canzoni di Lucio Dalla, rappresentative della sua carriera, tra imperituri successi, rarità e un inedito. Il (doppio) cofanetto si presenta in una veste audio rivitalizzata dalla rimasterizzazione a 192 KHz/24 bit dei nastri originali di studio; il titolo viene dall’iconico canto scat di Dalla nella sigla ‘Lunedìfilm’. Dopo questa raccolta, disponibile in streaming e in due cofanetti (quattro CD con fascicolo da sessanta pagine o tre LP), Sony Legacy riprenderà le riedizioni deluxe rimasterizzate della discografia di Dalla: prossima uscita, nei primi mesi del 2019, con il classico ‘Lucio Dalla’, in occasione del quarantennale.
  • È in corso a Roma, al Museo dell’Ara Pacis, fino al 17 febbraio, la mostra ‘Marcello Mastroianni’. L’allestimento, a cura di Gian Luca Farinelli, presenta al pubblico una selezione di circa seicento fotografie, molte delle quali inedite, accanto a video e spezzoni di film che ripercorrono quella che Mastroianni chiamava “una vita tra parentesi“, in un percorso che ripercorre la lunga filmografia dell’artista, da ‘La Dolce Vita’ e ‘8 e ½’ su tutti, accanto agli spettacoli in teatro e aspetti piú privati.
  • Giorgio Faletti in fundo, sono in corso ad Asti le riprese del primo cortometraggio tratto da un suo racconto, intitolato‘La ricetta della mamma’, scritto a metà anni 2000. Roberta Bellesini, vedova di Faletti e produttrice del film, ha spiegato che “è stato finanziato con il bando Short film fund della Film Commission Piemonte”. La regia è di Dario Piana; nel cast, oltre ad attori astigiani, anche Andrea Bosca e Giulio Berruti.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: