Crea sito

curricula ridicula

Ognuno di noi, nell’ambito della propria attività lavorativa, deve fare i conti con la nobile arte di inviare curricula  e domande di impiego. Le regole auree del presentarsi alle aziende sono fondamentalmente tre:

1) essere sinceri
2) essere sintetici
3) mettersi nei panni di chi quel cv lo dovrà leggere e valutare.

I selettori di professione, però, sanno bene quanto queste e altre regole vengano spesso ignorate, creando situazioni anomale e talvolta esilaranti. Qualche tempo fa, in un libro edito da Sperling & Kupfer, qualcuno si è divertito ad elencare le castronerie incontrate in lunghi anni di carriera come “cacciatore di teste”. Ve ne ripropongo qualcuna (dal sito http://www.probiviro.it/curricula.htm):

  1. Sono un laureato in Economia e commercio, vi scrivo perché voglio diventare un manager con la A maiuscola.
  2. Allego alla presente il mio identikid.
  3. Vi chiedo di essere infiltrato nella vostra Banca dati.
  4. Prendo sputo dalla vostra inserzione.
  5. In risposta al Vostro annuncio premetto che dispongo di un ampio bagagliaio d’esperienza.
  6. Mi sono impelagato in un lavoro che fa piangere.
  7. Sono in offerta speciale perché tra due giorni mi dimetto.
  8. Allego un breve straccio del mio curriculum.
  9. Se nel mio curriculum trovate due buchi è perché ho avuto due figlie
  10. Spero di essere ancora “just in time” per inviarvi un curriculum, anche se sono passati 32 giorni dall’inserzione.
  11. Mi è giunto il tam-tam della vostra ricerca.
  12. Vi farò una breve ricapitolazione del mio bedground
  13. Volete un venditore coi baffi, pelo e contropelo?
  14. C’era una volta un laureato in filosofia al primo impiego che cercava lavoro.
  15.  Vi ringrazio del Vs. invito, ma siccome ci ho ripensato, non accetto inviti da sconosciuti
  16. La vostra offerta mi inebria
  17. Vi allego una breve ma mi auguro chiara circumnavigazione delle mie esperienze professionali
  18. La mia può sembrare un’Odissea, ma Ulisse non è nessuno, ho viaggiato per tutta la vita.
  19. Il mio curriculum potrebbe stare nel palmo di una mano:sono monoaziendale.
  20. Non ho segreti, vi scrivo senza veli
  21. Ecco la mia testa su un piatto d’argento
  22. La vostra inserzione è tentacolare
  23. Sono perito agrario ancora in erba.
  24. Non sono calvo e ho il fisic du rolex
  25. Sono un tipo piuttosto longiligneo..
  26. Mio padre è stato ufficiale della Guardia di Finanza, che salva più vite umane degli stessi medici e a rischio della propria.
  27. Stato di famiglia: padre, madre, fratello inferiore. Per le mamme siamo sempre bambini. Ho due bambini piccoli di 12 e 18 anni.
  28. Circa trenta dei miei parenti sono laureati, come il fratello di mia madre. Circa venti dei miei parenti sono diplomati alle scuole medie superiori.
  29. Sono sposato ragioniere, mia moglie è ragioniera, i miei figli ragionieri
  30. Il marito di una cugina di mio padre da parte di mio nonno paterno era ingegnere
  31. Mi sono separato, poi divorziato, poi risposato poi ancora separato, adesso non ci casco più
  32. Ho sposato un’ereditiera che però non ha mai ereditato
  33. Se prima eravamo in due, adesso col bambino siamo in tre
  34. Di salute sto più che bene, e posso migliorare dopo quattro piccoli interventi chirurgici
  35. Qui ora c’è la parte più appetitosa del mio curriculum.
  36. Ritengo di essere di natura contabile.
  37. Come potete vedere il mio è un curriculum variopinto
  38. Titolo di studio: Raggioniere
  39. Ho fatto un corso di specializzazione alla Sordona
  40. Sono di padre-madre-lingua inglese
  41. L’italiano lo conosco bene, ed è già di pochi, le lingue straniere sono scolastiche ma me la cavo con la mimica
  42. Lingue attive: anglo americano. Lingue passive: francese
  43. Non sono un pataccaro, anche se vendo orologi
  44. Non sono un markettaro, ma un uomo di vendita
  45. Nell’ultima battuta ho portato a casa 50 clienti
  46. Sono depositario di cultura parauniversitaria e polifunzionale
  47. A otto anni prima di andare a scuola vendevo tutte le mattine un cestino di frutta. I miei clienti erano operai che con un pezzo di pane del giorno precedente ed il mio genuino prodotto potevano gustare un lauto pranzo. A 14 anni pur continuando a studiare ho avuto una qualifica commerciale superiore e infatti sono passato da venditore abusivo ad ambulante con banco mobile
  48. Come vedete sono un autodidattico
  49. Prima lavoravo sotto padrone, ma adesso faccio il free-lunch
  50. La crisi ci ha messo inginocchiati
  51. Sono pronta a partire dal primo gradino, ma, se posso essere sincera, me lo risparmierei volentieri
  52. Non sono abituato a mercanteggiare quando si parla di soldi
  53. Del colore dei soldi ne parleremo in un eventuale colloquio
  54. Riguardo allo stipendio vorrei definire il quorum

2 Responses

  1. Agnese

    55. Quasi impiegata,quasi insegnante,ampio bagagliaio di precariato,parlo correntemente le lingue morte…

    11/01/2011 at 09:04

  2. Pasquale Curatola

    56. Trentenne motivato e proattivo, ha venduto i capelli al demonio in cambio del brillante curriculum. La sua pelata è pertanto una garanzia…

    11/01/2011 at 09:05

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: