Get a site

Totti, Sanremo e altri demoni

aggiornamento 21 gennaio: secondo il prefetto di Sanremo, tale Alberto Intini, stante il DPCM in vigore fino al 5 marzo, il prossimo festival della canzone italiana non sarà un evento pubblico”. È il responso del primo faccia a faccia tenutosi tra Rai e Autorità competenti al quale, come intuibile, ne seguiranno altri. Intini ha dichiarato: “È ancora tutto in itinere e prima di compiere valutazioni bisognerà capire l’evolversi della situazione. L’unica cosa che mi sento di dire è che la norma è chiara e Sanremo non sarà un’eccezione”. Per le prime quattro serate si starebbe pensando a dei figuranti in alternativa al pubblico pagante, potrebbe essere la sola serata del 6 marzo, forse, ad avere pubblico pagante. Quanto al protocollo di sicurezza igienico – sanitaria da tenersi durante la manifestazione, oggi Sergio Cerruti, presidente dell’Associazione fonografici italiani, insieme con i produttori musicali indipendenti della Pmi e la stessa Fimi, ha chiesto al ministro della Salute Speranza e al Cts “di intervenire quanto prima per definire le linee guida necessarie a garantire la sicurezza sanitaria del Festival di Sanremo” in quanto “la scelta di confermare la kermesse per il prossimo mese di marzo, senza un chiaro protocollo, è eticamente sbagliata. Non si può rischiare con la salute delle persone”.

  • ‘Speravo de mori’ prima’, la serie dedicata all’epopea di Francesco Totti, andrà in onda a marzo su Sky e su Now TV. Se n’è già trattato in altre sedi, ricordando come l’affettuoso striscione dedicato allo storico cannoniere della Roma possa essere messo a suggestivo confronto con il detto di Mimnermo: «(…) Ch’io possa morire quando piú non m’importino queste cose: l’amore consumato nel segreto, i dolci doni e il letto, che, desiderabili, rapidi, sono fiori della giovinezza!(…)». Come si ricorderà, la serie, nella quale l’ottavo re di Roma è interpretato da Pietro Castellitto, è stata scritta da Stefano Bises, Michele Astori e Maurizio Careddu; Fremantle è il distributore internazionale.
  • Oscar® 2021: il Board of Governors dell’Academy ha approvato una modifica nel regolamento, per la quale saranno dieci, non più quindici i film di diversi Paesi che potranno entrare nella short list della categoria Miglior film straniero/ di lingua non inglese. Il processo di votazione si dovrà svolgere in ambiente virtuale; il comitato preliminare voterà a scrutinio segreto per arrivare alla rosa dei quindici film, provenienti da diversi Paesi. Stando a Variety, le proposte arrivate da tutto il mondo sono ben 93; la rosa dei magnifici quindici sarà comunicata il 9 febbraio, quella dei magnifici cinque in odor di statuetta il 15 marzo. La statuetta vera e propria, infine, sarà consegnata il 25 aprile.
  • Sono aperte le iscrizioni dei film per la selezione della settantottesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (1 – 11 settembre 2021). Per essere ammessi alla selezione – spiega una nota della Biennale – è necessario compilare on line la scheda di pre-selezione, entro l’11 giugno prossimo (oppure entro il 31 maggio per i progetti VR). A questo link il regolamento completo.
  • La Rai, Radio Televisione italiana, ha confermato che il Festival di Sanremo si svolgerà, come annunciato, dal 2 al 6 marzo. Il problema della presenza del pubblico in tempi di pandemia è oggetto di studio ma sembra esclusa la possibilità, che pure era stata ipotizzata, di una nave per accogliere gli spettatori da portare poi in teatro ogni sera: per la sala stampa l’orientamento sarebbe quello di una drastica riduzione del numero degli accreditati. Tutti gli aspetti problematici saranno sciolti con la stesura di un apposito protocollo, che sarà sottoposto alle autorità competenti. Come si sa, infatti, la settantunesima edizione del festival di Sanremo dovrà fare i conti con le disposizioni dell’ultimo DPCM, valide fino al 5 marzo.  Non si esclude che almeno una parte del pubblico possa essere rappresentata dagli operatori sanitari, già vaccinati, anche in segno di omaggio a chi in questi mesi drammatici è stato in prima linea nella battaglia contro il virus. Quanto alla presenza dei giornalisti, potrebbero essere tra 70 e 80 gli accreditati, in rappresentanza dei diversi media, selezionati in base a criteri in via di definizione.
  • YAM112003 torna alle origini attraverso un’operazione di management buyout che vede i suoi soci operativi riacquisire il 51% delle quote precedentemente possedute da Endemol Shine Italy, ora parte di Banijay. L’operazione segue la recente acquisizione di Endemol Shine Group da parte di Banijay Group, leader nella produzione e distribuzione di contenuti, che ha rafforzato le proprie capacità digitali, commerciali e creative interne sia a livello locale che globale. YAM112003 – agenzia creativa, casa di produzione e agenzia eventi – nasce nel 2004 e nel 2006 entra a far parte di Endemol Shine Italy. Alla base dell’operazione di management buyout, i quattro soci fondatori e operativi di YAM112003: Laura Corbetta, CEO; Elena Bianchi e Gory Pianca, Chief Creative Officer; Alessia Tousco, Client Services Director. Con i suoi 100 dipendenti e un portfolio di oltre 50 clienti, YAM112003 è una delle realtà più innovative e dinamiche del mercato italiano della comunicazione, specializzata nell’ideazione, produzione e gestione di progetti integrati e crossmediali, attiva anche a livello internazionale. (…) YAM112003 è stata assistita nell’operazione da un team composto da Luca Pocobelli (partner), Claudio Segna (counsel) e Paolo Piscopo (trainee) di Dentons Studio Legale Tributario e dall’Avv. Gionata Sciannimanico per gli aspetti di natura legale, nonché dai Dott. Andrea Tolusso e Anna Casiraghi di Partners S.p.A. per gli aspetti strategici e di business. Endemol Shine Italy è stata invece seguita da un team composto da Federico Vermicelli (partner) e Marco Garavelli (managing associate) di Bonelli Erede per gli aspetti di natura legale dell’operazione. L’agenzia guarda al futuro forte di un posizionamento multicanale sempre più marcato, ampie competenze in ambito digitale, grande propensione all’innovazione sui media tradizionali. Una leadership riconosciuta nella produzione di branded entertainment e una naturale predisposizione alla realizzazione di eventi digitali vista la loro vicinanza al mondo della televisione. Qualità ed eccellenza continuano a essere il mantra di YAM112003 anche per il 2021, che riconferma la sua ambizione: your stories, our way

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: