Get a site

spicchi d’arte tra baffi di virus

  • Salutiamo la ricorrenza dei centovent’anni dalla nascita di Eduardo De Filippo. Nato a Napoli il 24 maggio del 1900, il Maestro è immortale, nella misura in cui sono immortali i tipi umani e le categorie che affiorano dalle sue creazioni: ‘Napoli milionaria’, ‘Questi fantasmi’, ‘Il sindaco del rione Sanità’, ‘Natale in casa Cupiello’, ‘Filumena Marturano’, ‘Gli esami non finiscono mai’. Le Poste italiane, nel loro piccolo, lo omaggiano con un’emissione filatelica, un francobollo emesso per l’occasione. Il testo del bollettino illustrativo del francobollo è stato firmato da Tommaso De Filippo, nipote del Maestro: «Eduardo ha portato sul palcoscenico storie quotidiane diventate metafora della commedia umana a volte tragica a volte comica ma sempre intrisa di speranza, di pietas; trasformando Napoli e la napoletanità in simbolo universale che travalica tempi e spazi».
  • L’edizione 2020 del Macerata Opera Festival si farà, a differenza di altre manifestazioni, ma con sensibili ritocchi al cartellone.  È rinviata al 2022 la nuova produzione della ‘Tosca’ di Puccini, per la regia di Valentina Carrasco; questa estate saranno di scena ‘Don Giovanni’ di Mozart con regia di Davide Livermore in un allestimento tecnologico, e ‘Il Trovatore’ di Verdi in forma di concerto. Il ‘Don Giovanni’ debutterà il 18 luglio con repliche 24 luglio, 2 e 9 agosto, anche se si pensa di aggiungere altre date, nella coproduzione con il Festival francese di Oranges. Da definire le due del ‘Trovatore’.
  • Si aprirà domenica 21 giugno, anche il ‘Ravenna Festival’, che incignerà l’edizione 2020, la trentunesima, con un concerto diretto da Riccardo Muti nell’arena all’aperto della Rocca Brancaleone, la fortezza del XV secolo dove nel 1990 lo stesso Muti diresse il concerto inaugurale della prima edizione; con il Maestro l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini ed il soprano Rosa Feola. Il ‘Ravenna Festival’ 2020 continuerà poi fino al 30 luglio con circa 40 appuntamenti alla Rocca, con norme di distanziamento sociale per la massima sicurezza degli artisti, del personale e dei 250 spettatori: per questi ultimi obbligatorie mascherine e un sistema di ingresso a turni. Il calendario dettagliato e le modalità di accesso agli eventi saranno annunciati nei prossimi giorni. 
  • ‘L’arte Zen di riparare la bicicletta’ era il titolo di un bel libro di qualche tempo fa. Beh, l’arte Disney di far vivere le emozioni dei suoi film in modalità Zen si chiama Zenimation ed è una serie in onda su Disney+:

“Stacca la spina, rilassati e ristora i tuoi sensi per un momento di consapevolezza con Zenimation, dei Walt Disney Animation Studios, un’esperienza sonora animata. Che sia la piccola Vaiana che viene chiamata dall’oceano, che siano Anna e Kristoff che camminano nella foresta di ghiaccio o Baymax e Hiro Hamada che volano sopra San Fransokyo, queste scene-simbolo diventano un’esperienza sonora unica.”

Quanto sopra dal sito ufficiale. Previste anche capatine sul monte Olimpo con Hercules, visite al cyberspazio con ‘Ralph spacca internet’, voli con Aladdin ed il tappeto volante, acrobatiche, suggestivi scorci di Parigi con ‘il Gobbo di Notre Dame’ e “giunglesche” performance di Jane e Tarzan. La serie, creata e montata da David Bess (‘La principessa e il ranocchio’, ‘Rapunzel’) nasce per rendere omaggio «agli artisti dell’immagine e del suono che hanno fatto la storia de film dei Walt Disney Animation Studios».

  • Sono stati pubblicati venerdí scorso, 22 maggio, i nuovi bandi della Fondazione Calabria Film Commission di incentivi pubblici per l’attrazione di produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali e produzioni audiovisive musicali (videoclip) nel territorio della Regione Calabria, valorizzando il patrimonio storico, naturalistico e culturale e che puntano, soprattutto, allo sviluppo di nuove competenze professionali e a creare occupazione giovanile nel settore dell’audiovisivo. Per il bando produzioni audiovisive le risorse disponibili ammontano a complessivi 1.340.000 euro, cosí suddivisi: per film e fiction televisive 1.100.000 euro; per documentari 150.000 euro; per cortometraggi, 90.000 euro. Il bando on line, sul sito della Fondazione www.calabriafilmcommission.it, prevede: per i lungometraggi (comprese opere prime e seconde) e serie televisive un contributo massimo del 70% delle spese ammissibili fino a 250.000 euro; per i documentari, un contributo del 70% fino a 50.000 euro; per cortometraggi, un contributo massimo del 70% delle spese ammissibili fino a 20.000 euro. Possono presentare domanda di ammissione al contributo entro e non oltre il 5 luglio 2020: le reti di produzione cinematografica e/o audiovisiva aventi sede in Italia (codici ATECO 59.11 o 59.12), in uno dei Paesi dell’Unione Europea (classificazione equivalente NACE Rev. 2 59.11) o in un Paese extraeuropeo a condizioni di reciprocità. Possono inoltre presentare domanda di ammissione al contributo, per le sole categorie “Cortometraggi” e “Documentario”, gli stessi soggetti di cui sopra unitamente alle associazioni culturali senza scopo di lucro, quest’ultime escluse per le categorie precedenti Per il bando produzioni audiovisive musicali (videoclip) le risorse disponibili ammontano complessivamente a 40.000 euro. I contributi previsti dal bando sono a fondo perduto e possono essere assegnati nei limiti specificati di seguito: o massimo il 70% delle spese ammissibili sostenute in Calabria e, comunque, per un importo non superiore €. 20.000,00. Possono presentare domanda di ammissione al contributo entro e non oltre il 5 luglio 2020: le imprese di produzione cinematografica e/o audiovisiva anche in forma associata; le case discografiche (codici ATECO 59.1 e 59.2); le associazioni culturali e fondazioni senza scopo di lucro. 
 La domanda dovrà essere inviata tramite PEC al’indirizzo: [email protected] La domanda di ammissione al contributo e la relativa documentazione allegata dovranno essere presentate utilizzando i relativi modelli fac simile allegati al bando e reperibili sul sito www.calabriafilmcommission.it.
  • Da lunedì 25 maggio prende il via “La Scuola in TV – Istruzione degli adulti”. La trasmissione andrà in onda su Rai Scuola (canale 146) dal lunedì al venerdì alle 11.00 e, in replica, alle 16.00 e alle 21.00. Un percorso didattico di 30 puntate organizzato su quattro assi culturali (dei linguaggi, matematico, storico-sociale e scientifico-tecnologico): 22 lezioni, una per ciascuna delle competenze previste dai percorsi di istruzione per gli adulti di primo livello, più altre 8 di approfondimento.
    Le 30 puntate sono rivolte agli adulti iscritti ai CPIA che sono quasi 230mila, di cui più di 13mila i detenuti che studiano nelle sezioni carcerarie. In particolare, le lezioni sono destinate agli iscritti ai percorsi di primo livello.A tenere le video-lezioni per gli adulti saranno docenti dei 130 CPIA presenti in Italia. Insegnanti che conoscono bene gli studenti e le loro necessità. Ogni lezione sarà composta da 3 unità, accorpate insieme nella versione integrale (in onda sul canale tv di Rai Scuola e su Rai Play), ma disponibili singolarmente on line sui portali di Rai Scuola e Rai Cultura. (⇐ www.raiscuola.rai.it)
  • Come ognun sa, la storia di ‘Frozen – il regno di ghiaccio’ (cosí come ‘Frozen 2’) è ispirata, almeno parzialmente, alla fiaba ‘La regina delle nevi’, di Hans Christian Andersen. La quale fiaba, si badi, ha conosciuto anche altre trasposizioni, tra cui ‘Il cacciatore e la regina di ghiaccio’ (‘The Huntsman: Winter’s War’), film del 2016 diretto da Cédric Nicolas-Troyan, con Chris Hemsworth, Charlize Theron, Emily Blunt. È indiscrezione dei giorni scorsi che la casa di Topolino voglia adesso ricavare un live action (film dal vero) dalla fiaba di Andersen; ad anticiparlo è stata The Disinsider, secondo la quale testata Kristin Burr (Cruella, Christopher Robin) figurerà come produttrice.
  • È dal 20 maggio scorso che si può visitare la mostra ‘Anni molto animati. Carosello, SuperGulp!, Comix’, ai Musei civici di Modena. Vi possono accedere dieci visitatori ogni mezz’ora, muniti di mascherina e su prenotazione. Fino al 28 giugno. Nel percorso espositivo s’incontrano i piú famosi personaggi del teatrino televisivo di Carosello, delle trasmissioni Gulp! e Supergulp!, per arrivare a Comix, il “giornale dei fumetti”;  tra i personaggi, l’Omino coi baffi, Toto e Tata e Miguel-son-mi, le Sturmtruppen, Nick Carter e Corto Maltese. In mostra oltre trecento disegni originali, attrezzature tecniche, fotografie e merchandising in un allestimento arricchito da una decina di postazioni audio-video. In piú, una nuova sezione di vignette d’autore a tema virus.
  • È stata confermata la stagione estiva della rassegna ‘Il Cinema in Piazza’, che si svolge ogni anno a Roma, a piazza san Cosimato, alla Cervelletta e al Porto Turistico di Roma a Ostia. Lo ha annunciato in una nota il presidente dell’Associazione Piccolo America, Valerio Carocci: «Da settimane siamo al lavoro in silenzio per studiare le nostre possibilità di restituire, nella piú totale sicurezza, serenità e dignità sociale ai territori. E vogliamo farlo attraverso le nostre proiezioni. Il nostro obiettivo è quello di opporci al distanziamento sociale, mantenendo il distanziamento fisico. Lo faremo rispettando tutte le regole di sicurezza che saranno in vigore durante il periodo della nostra iniziativa all’aperto. Un’iniziativa che oggi, finalmente, sappiamo di poter organizzare. (…) Temiamo che le distanze non solo fisiche, ma anche empatiche e sociali che si sono sviluppate in questo periodo possano diventare irreversibili, lasciando ferite come disuguaglianza, conflitto, paura del prossimo. Ci aspetta una lunga estate che vedrà molte famiglie rimanere nelle proprie città per motivi lavorativi e per difficoltà economiche. Tanti altri sceglieranno invece Roma proprio come meta di turismo. Noi vogliamo accompagnare le persone in questo tempo sospeso verso una prospettiva di rinascita culturale e di ripresa della vita sociale e aggregativa. Proprio per questo motivo abbiamo scelto di svolgere la nostra iniziativa a ingresso gratuito dal 3 luglio al 30 agosto, posticipandola di un mese». Il progetto non subirà alcuna riduzione di durata e ha già ricevuto, come in passato, il patrocinio dal MiBact, dalla Regione Lazio e da Roma Capitale e da quest’anno l’alto patrocinio del Parlamento Europeo; il sito ufficiale della manifestazione porta già la dicitura “Stiamo lavorando alla nuova edizione! Stay tuned… and stay safe!”

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: