Get a site

per grandi e per piccini (26)

aggiornamento 10 agosto: ¡feliz cumpleaños, Antonio Banderas!

  • Franca Valeri è purtroppo scomparsa oggi, 9 agosto, a cent’anni da poco compiuti. “Compiere 100 anni e poi salutare. Lo stile non appartiene a tutti. Un coup de théâtre degno della sua grandezza. Buon viaggio Franca.” (cit. Maura Marenghi)
  • È nelle librerie ormai da qualche settimana ‘Pupazzi Story – il mondo dei pupazzi in tv’, interessante fatica che Luca Lomi ha dedicato ai pupazzi e alle pelose mascotte della storia della televisione italiana. Chi ha dimenticato Five, Uan e Four (Bim Bum Bam, Ciao Ciao…)? Chi si sentirebbe a posto con la sua catodica coscienza se si dicesse ignaro dei pupazzi di Carosello, del Gabibbo, del G’Dello o del corvo Rockfeller? Che dire di Sbirulino, che pure non fu pupazzo ma clown, e delle mascotte della televisione svizzera? Ebbene, l’editore è Efesto, di Roma, nella collana De ortibus et occasibus
  • La letteratura finlandese ha giuocato un suo ruolo nella nostra vita durante la fanciullezza allorquando, nell’ambito delle letture che arricchiscono l’anima, c’è capitato d’incontrare il meraviglioso ‘Kalevala’, il loro poema epico nazionale.
    Poi piú nulla. Fino a quando, di recente, non è giunto alla nostra attenzione il triste sfogo su Twitter d’un’inclita studentessa di Bologna, che lamentava l’imminente chiusura del corso di laurea magistrale in Letteratura finlandese. Non è questa la sede per approfondire il problema nello specifico né sarebbero le competenze ad essere sufficienti. Si vuol riflettere, piuttosto, su un’interessante scoperta, fatta proprio contestualmente ad un pur veloce tentativo d’approfondimento:

I Moomin.

The Moomins, comic book cover by Tove Jansson

              ‘I Moomin’, copertina originale di Tove Jansson

Mammiferi tra i piú rassicuranti, simili a teneri ippopotami bianchi antropomorfi, i Moomin (anche Mumin) sono nati dalla fantasia della scrittrice Tove Jansson, figlia di uno scultore e di un’illustratrice che facevano parte della minoranza di lingua svedese che abitava la Finlandia.
I Mumin, sono nati nel 1945 allorquando, per svagarsi dagli orrori della guerra, la Jansson iniziò a disegnare gioiosi fumetti con le loro avventure. Tale è stato il loro successo che la scrittrice è una sorta di monumento nazionale ed i festeggiamenti per il suo ottantesimo genetliaco sono durati un anno intero.
Abitano, i Moomin, in un’amena vallata (Moominland), dove hanno luogo le loro avventure.
Sono stati insigniti, i Moomin, del Premio Andersen nel 1966; le loro avventure si sono concluse nel 1980, dopo essere state tradotte in trentotto lingue e trasposte in fumetti, cartoni animati, finanche un’opera lirica. Sono particolarmente popolari nei paesi scandinavi, in Polonia ed in Giappone.
Proprio nella terra del Sol Levante, nel 1969, i Mumin, all’occorrenza Moomin, sono diventati anche un cartone animato di rara dolcezza, ricompreso in Italia nella library di Mediaset e introdotto da un’azzeccatissima sigla di Alessandra Valeri Manera, cantata da Cristina D’Avena. Tra Puffi e Maple Town. Per certi aspetti, perfino Miyazaki, con un pizzico di Barbapapà.
E sia! Dovrebbero essere un tantino piú espressivi e colorati questi Moomin ma il loro mondo, ubicato nella citata valle di Moominland, è magico ed è dominato dalla spensieratezza e dalla fraternità.

Categorie importanti, si vorrà convenire, per sollevare correttamente il mondo dei bambini, soprattutto dei piú piccoli.

One Response

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: