Crea sito

spicchi d’arte tra baffi di storia (20)

Aggiornamento 31 dicembre: per la par condicio, ci corre l’obbligo di ricordare che, nel 2018, arriverà nelle sale anche ‘Morto uno Stalin se ne fa un altro’. Il cinema non tratterà, dunque, soltanto le dittature di destra ma anche l’altro versante…

  • Fabrizio De André tornerà a suonare per noi il 23 ed il 24 gennaio 2018, al cinema, distribuito da Nexo Digital. Il film, da noi anticipato in altra sede, s’intitola ‘Fabrizio de André. Principe Libero’, è prodotto da Rai Fiction e Bibi Film, scritto da Francesca Serafini e Giordano Meacci, diretto da Luca Facchini, interpretato da Valentina Bellé, Elena Radonicich, Davide Iacopini, Gianluca Gobbi, Luca Marinelli (nel ruolo di Fabrizio), con la partecipazione straordinaria di Ennio Fantastichini. A febbraio andrà in onda anche su Rai 1. L’intento del biopic è quello di raccontare l’avventura umana del cantautore, dall’infanzia alla maturità, dai carruggi di Genova alle collaborazioni con Mina, da Paolo Villaggio a Dori Ghezzi, dalla vita da agricoltore alla brutta pagina del rapimento. Il titolo deriva da una citazione del poeta inglese Samuel Bellamy, riprodotta sulle note di copertina del disco ‘Le nuvole’: “Io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero quanto colui che ha cento navi in mare“.
  • Torna anche quest’anno a Roma, all’Auditorium Parco della Musica, nella sala Santa Cecilia, ‘Fantasia’ di Walt Disney in versione dal vivo. Giovedí 4 gennaio alle 19.30, venerdí 5 alle 20.30, sabato 6 alle 18, domenica 7 alle 16 grandi e piccini potranno riscoprire le celeberrime e iconiche animazioni del film accompagnate dal vivo dall’Orchestra di Santa Cecilia diretta da Carlo Rizzari, su spartiti di Beethoven, Bach, Stravinskij, Ponchielli, Saint-Sans, Dukas, Tchaikovsky.
  • A febbraio, invece, ci sarà ridato il puzzone. Nel senso che sarà in sala, a fini squisitamente pedagogici, ‘Sono tornato’, film che Luca Miniero ha dedicato alla figura di Benito Mussolini e alla sua ascesa al potere. Interpretato da Massimo Popolizio (Mussolini), Frank Matano, Stefania Rocca, Gioele Dix, Eleonora Belcamino, Ariella Reggio, Massimo De Lorenzo, Giancarlo Ratti, è distribuito da Vision ed è tratto dal libro ‘Er Ist Wieder Da’, di David Wnendt, in Italia ‘Lui è tornato’, stesso titolo del romanzo su una ricomparsa di Hitler scritto da Timur Vernes.
  • Anche George Clooney fa storia, nel suo piccolo. Sarà attore e regista della serie ‘Catch 22’, basata sull’omonimo libro dello scrittore antimilitarista Joseph Heller tradotto in Italiano come ‘Comma 22’.La storia, ambientata nel nostro Paese durante la seconda Guerra Mondiale, racconta le avventure del duecentocinquantaseiesimo squadrone dell’aeronautica statunitense, con dei militari americani che inventano ogni possibile espediente per non essere mandati a combattere, ottenendo esiti grotteschi e involontariamente comici. Gli eventi bellici, però, sono ricostruiti fedelmente e analizzati da molteplici punti di vista.  La miniserie, firmata anche da Luke Davies e David Michod, divisa in sei episodi sarà prodotta da Paramount Television e Anonymous Content; le riprese dovrebbero cominciare a inizio anno ma il broadcaster è ancora da definire. È interessante ricordare che George Clooney aveva già trattato la seconda guerra mondiale in Monuments Men’, del quale era sceneggiatore, attore e regista.
  • Vista anche su Canale 5, la serie ‘Victoria’, della ITV, arriva in prima tv assoluta su LaEffe (canale Sky 139), però per la seconda stagione; andrà in onda da venerdí 29 dicembre alle 21.10 per concludersi con un evento speciale di chiusura venerdí 19 e sabato 20 gennaio 2018. Si sta già lavorando a una terza stagione.
    Ecco, per concludere, alcune novità che l’appena approvata legge di Bilancio apporta al mondo della Cultura e dello Spettacolo:

    • È garantita l’assunzione di ulteriori duecento professionisti dei beni culturali dalle graduatorie degli idonei del concorso dei 500 tecnici per la cultura, unitamente ad una proroga dei contratti a tempo determinato per i professionisti assunti negli istituti e nei luoghi della cultura statali in forza del decreto Art Bonus.
    • È confermato il bonus ’18App’: stanziati 290 milioni di euro all’anno per prorogare al 2018 e al 2019 la carta da 500 euro per i giovani, residenti in Italia, che compiono la maggiore età.
    • È prevista un’agevolazione al 10% dell’IVA per i concerti e gli spettacoli teatrali.
    • È istituito il tax credit creatività per le imprese culturali e creative, che consterà di un credito d’imposta del 30 per cento dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e creativi.
    • Sono stati annunciati otto milioni di euro per incrementare le risorse a favore del sistema museale nazionale. introdotto con la riforma del 2014.
    • Sono stanziati ulteriori quattro milioni di euro per acquisire opere, libri e beni archivistici al patrimonio dello Stato, due milioni in più all’anno, sei milioni nel triennio 2018- 2020, per il Piano per l’arte Contemporanea.
    • Sono stanziati ulteriori sette milioni di euro per realizzare il museo Maxxi de L’Aquila, con un incremento di un milione per ciascuno degli anni dal 2018 al 2024, che si aggiunge alle risorse già previste per il triennio 2017, 2018 e 2019.
    • Sono destinati tre 3 milioni di euro per istituire un fondo per la promozione del libro e della lettura gestito dal Centro per il libro e la lettura (Cepel).
    • È destinato un milione di euro in più per il Fondo per la promozione del libro e la lettura, da destinare alle biblioteche scolastiche.
    • È istituito il tax credit per le librerie, un aiuto fiscale per sostenere le librerie, di libri nuovi e usati, soprattutto quelle più piccole e indipendenti e per favorirne l’apertura nei comuni in cui sono assenti: dal 2018 le librerie potranno godere di un credito d’imposta per un importo non superiore a 20.000 euro, limitato a 10.000 euro le librerie così dette “non indipendenti”.
    • Le Diocesi operanti nelle aree colpite dal sisma del Centro Italia potranno divenire soggetti attuatori per gli interventi di restauro delle chiese, nei limiti della soglia di valore europeo.
    • Un milione di euro è stanziato per coinvolgere musei, istituti e siti archeologici su tutto il territorio nazionale nel programma previsto per il 2018 Anno europeo del patrimonio culturale, istituito dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell’Unione europea per promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale e rafforzare il senso di appartenenza dei cittadini.
    • Dieci milioni di euro per il 2019 e venti milioni a decorrere dal 2020 sono assegnati agli interventi di restauro e conservazione delle dimore storiche e dei beni vincolati di proprietà privata, 150 milioni in tre anni per saldare tutti i debiti pregressi dei contributi, fermi dal 2012, alla tutela del patrimonio culturale vincolato, previsti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio.
    • Sono incrementati di quindici milioni di euro già dal 2018 i contributi alle Fondazioni Lirico Sinfoniche per favorire dinamiche virtuose di reperimento di fondi privati e degli Enti Locali e sono prorogati al 2019 i termini per il raggiungimento del tendenziale equilibrio economico finanziario.
    • Sono destinati un milione di euro per l’anno 2018 e due milioni e mezzo a decorrere dall’anno 2019 per la tutela e la promozione dei luoghi della memoria della lotta al Nazifascismo, della Resistenza e della Liberazione.
    • Il tax credit per il turismo è esteso alle strutture termali, per la riqualificazione delle strutture alberghiere, la realizzazione di piscine e l’acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento di tutte le attività.
    • È aumentato di quaranta unità l’organico del Comando tutela Patrimonio culturale, al fine di rafforzare la sicurezza nei musei e negli altri istituti e luoghi di cultura dello Stato.
    • È stanziato un milione di euro per le Scuole di eccellenza Nazionale operanti nell’ambito della formazione musicale, al fine di garantire il proseguimento della loro attività.
    • È prorogato il “Bonus Stradivari” per gli studenti dei conservatori e degli istituti musicali, per l’acquisto di strumenti musicali.

 

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: