Crea sito

La macchina meravigliosa

Uomo non è frutto di evoluzione...”

Benedetto XVI, pochi giorni dopo la salita al soglio pontificio.

Oltre a chi (Moratti permettendo) ha studiato Darwin a scuola e a molti altri, a prendere poco sul serio le parole del pontefice ci pensa anche uno studio britannico, che non solo crede fermamente nell’evoluzione ma la ritiene ancora incompleta.

Secondo un articolo comparso quest’oggi su Repubblica.it, il corpo umano, ritenuto a ragione una delle meraviglie del creato, fatto dal buon Dio a Sua immagine e somiglianza, presenterebbe delle pecche che varrebbe la pena di correggere.

L’inclito dottor Paul Brown, nella sua “Lettera a Dio”, schizza una sorta di cahier de doléances di quanto va corretto, afferma che il nostro corpo è ancora lungi dalla perfezione, nonostante i milioni di anni che ci separano dalla sua comparsa sul pianeta.

In particolare, afferma il medico, “E’ chiaro che non era Sua (di Dio) intenzione farci camminare su due gambe, ma abbiamo perversamente insistito per farlo e il risultato sono i problemi che oggi affliggono la nostra spina dorsale e le nostre ginocchia. Sarebbe auspicabile se, per cancellare questo errore, Lei potesse raddrizzare il bacino al giusto angolo retto o rafforzare le giunture delle ginocchia che reggono tutto il peso corporeo”.
Gli altri consigli raccolti dal British Medical Journal includono:

1. eliminare le tonsille, che notoriamente non servono a niente,
2. riempire le cavità nasali, che vuote come sono diventano un comoda coltura per le infezioni;
3. rimpicciolire le falangette, ossia la punta delle dita delle mani, per facilitare la scrittura sulla tastiera del computer, del Blackberry e del telefonino
4. aggiungere un fegato e un cuore di riserva, per poter bere alcolici e mangiare una cucina grassa quanto si vuole;
5. eliminare l’appendice, che serve solo a prendere l’appendicite;
6. (i maschietti odano e tremino) ricollocare i genitali maschili in una zona del corpo meno vicina agli organi dell’escrezione e possibilmente più riparata, al sicuro da colpi e oggetti volanti, per esempio mettendoli sotto le ascelle e rendendoli estraibili.

La discussione è aperta…

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: