Get a site

Posts tagged “Rai

le offerte di mamma rai (2018 – 2019)

“Il futuro è già in programma”. Ha avuto luogo oggi a Milano, per ripetersi il 5 luglio a Roma, la presentazione ufficiale dei palinsesti televisivi della Rai per l’autunno –inverno 2018- 2019. Molto già si sapeva (Alberto Angela su Rai 1, Tiberio Timperi a ‘La vita in diretta’, Insinna all’‘Eredità’, la Clerici a ‘Portobello’…) e l’evento ha suggellato molte indiscrezioni, tra lampi visionari e stoccatine alla concorrenza.
Mario Orfeo, direttore generale uscente, ha esordito ricordando gli obiettivi della Rai in termini di qualità e innovazione. Ha ricordato Fabrizio Frizzi, dicendo “È il ritratto, il volto, della Rai che vogliamo”.
L’offerta è stata presentata genere per genere. (more…)


spicchi d’arte tra baffi di storia (34)

Aggiornamento 30 giugno: Altaroma dedica a Raffaella Carrà una mostra al Teatro 1 di Cinecittà, che terminerà il 15 luglio; è curata, la mostra, da Fabiana Giacomotti, autrice e direttrice del master in Teoria e Strategie della Moda a La Sapienza, specialista di costume tv, coadiuvata da Annalisa Gnesini.
Aggiornamento 19 giugno: auguri anche al gatto Garfield! Felino tra i piú sornioni, è apparso per la prima volta il 19 giugno 1978, su quarantuno quotidiani statunitensi, disegnato da Jim Davis.
Aggiornamento 18 giugno: augurissimi a Raffaella Carrà, icona della televisione e del made in Italy!

  • Alcune fonti, tra cui “Hit” di TvBlog, riportano l’indiscrezione secondo la quale il prossimo presidente della Rai potrebbe essere Pippo Baudo. Sembra a molti, eorum nos, un’idea ottima. Il curriculum di Giuseppe, detto Pippo, Baudo non è riassumibile in questa sede ma basterà ricordare che, nel 2019, sarà lungo sessant’anni esatti. È una pietra miliare della televisione, secondo solo a Mike Bongiorno e a Corrado. Baudo ebbe un ruolo dirigenziale in Rai negli anni Novanta quando Letizia Moratti, allora Presidente della tv pubblica, gli offrí la direzione artistica delle tre reti allora esistenti, dopo il rifiuto del siciliano della direzione di Rai 1. Stavolta, sembra che a volergli conferire una responsabilità di tal fatta, sia stato Beppe Grillo, a lui legato da plurilustrale amicizia.
  • ‘Manifesta’, diretta fin dal suo esordio da Hedwig Fijen, è un progetto olandese d’integrazione e di convivenza nato per (more…)

Giornata della Legalità 2018

Temo molto il silenzio sulla mafia e temo molto la mafia silente.
Anzi, quella silente mi preoccupa di piú di quella stragista

Maria Falcone

La Giornata della legalità ricorre il 23 maggio, anniversario della strage di Capaci, ma la nave della legalità è partita la sera prima, da Civitavecchia alla volta di Palermo, con oltre mille ragazze e ragazzi a bordo, simboli viventi di speranza per il futuro. Con loro, cinquanta giovani dell’Università degli Studi di Milano con il loro prof, Nando Dalla Chiesa, il procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero de Raho, nonché Claudia Loi, sorella di Emanuela Loi, agente della scorta di Borsellino. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, era lí, sul molo, a presenziare e (more…)


Dogliani, Orfeo e altri demoni…

#Leideecontano è stato il tema dell’edizione 2018 del Festival della Tv e dei Nuovi Media di Dogliani, tenutosi nel ridente centro delle Langhe dal 3 al 6 maggio. In che modo la creatività e le idee emergenti rispecchiano la società a cui si rivolgono?”, ci si è chiesti. In attesa di maggio 2019 per la prossima edizione, si può ben affermare che il 2018 è stata un’annata buona per l’incontro di idee, opinioni e parole che tradizionalmente ha luogo in Piemonte. Oltre 40 mila persone nel pubblico, d’altra parte, centoventi ospiti e cento volontari hanno contribuito al successo, con gran parte degli appuntamenti andati in tutto esaurito.
Effervescente, neanche a dirlo, Rosario Fiorello, che ha parlato di “periodo trolley per la Rai” in vista della scadenza del consiglio d’amministrazione, con il toy boy di Orietta Berti(©Fiorello) che ha vinto le elezioni.
E con il trolley s’è ironicamente presentato Mario Orfeo, attuale direttore generale della Rai: (more…)


1° maggio e altri demoni

Aggiornamento: anche Taranto festeggia il 1°maggio, nello spirito del divertimento e dell’impegno. La quinta edizione del concerto ‘Uno Maggio 2018’, organizzata dall’attore Michele Riondino, da Roy Paci e da Antonio Diodato e dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, sarà condotta da Andrea Rivera, Valentina Correani e Valentina Petrini. L’impegno del Comitato,  gruppo di operai e cittadini formatosi dopo il sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva nel 2012, è quello di arrivare ad un Accordo di Programma “sul modello di quello stretto a Cornigliano nel 2005 per il superamento della produzione siderurgica “caldo”, altamente inquinante. (…)un piano serio di bonifica e riconversione, con coperture finanziarie reali, che ridisegnerà il futuro di Taranto in modo che possa realmente divenire il simbolo di una quarta rivoluzione industriale “umanizzata”, che ponga al centro del processo di rinnovamento l’uomo e la sua capacità di operare per il bene comune”. Il Concerto ‘Uno Maggio’ di Taranto 2018, organizzato nel Parco delle Mura Greche, sarà trasmesso da Antenna Sud, sul Canale 85 e sui canali Sky compresi tra l’875 e l’879, a partire dalle ore 14.  Ecco la lista ufficiale degli ospiti:  Brunori Sas, Noemi, Emma Marrone, Levante, Irene Grandi, Ghemon, Piotta, Frenetik & Orang3, Colapesce, Meganoidi, Modena City Ramblers, Fido Guido, Teresa De Sio, Coma_Cose,  Mezzosangue, Bud Spencer Blues Explosion, Luca De Gennaro, Lacuna Coil, Mama Marjas, Francesco Di Bella, Terraross, Med Free Orchestra

“la musica può rendere gli uomini liberi”

Bob Marley, citato nel programma ufficiale del concerto 1° maggio

  • Quest’anno lo spettacolo legato al tradizionale concerto del 1° maggio, promosso da CGIL, CISL e UIL e organizzato da iCompany, sarà condotto da Ambra Angolini e Lodo Guenzi dello Stato Sociale. Andrà in onda in diretta televisiva su Rai 3 ma sarà raccontato in diretta anche su Radio 2, da Andrea Delogu, Ema Stokholma, Melissa Greta Marchetto e Carolina Di Domenico; quest’anno Radio2, oltre a seguire l’evento dal vivo, racconterà per la prima volta il “dietro le quinte” sulla propria pagina Facebook e sul canale YouTube della Rai. Sul palcoscenico, come sempre allestito in piazza san Giovanni in Laterano, si esibiranno (more…)

il Cavallo ed il Biscione (5) (con un po’ di Real Time)

La programmazione primaverile 2018 si caratterizza per alcune interessanti novità e molte conferme. Non sembra peregrino, d’altra parte, ricordare che molte televisive preoccupazioni, visti i recenti sviluppi elettorali, saranno focalizzate sulle poltrone piuttosto che sui contenuti.
Volendo limitarci a questi ultimi, compiamo un rapido excursus su alcuni canali. (more…)


brevi dai media (59)

  • Lo scorso 18 gennaio la Polizia postale ha presentato il “pulsante rosso” contro le fake news, un pulsante virtuale che potrà essere “premuto” dai cittadini che vorranno segnalare le notizie ritenute “manifestamente infondate o tendenziose, ovvero apertamente diffamatorie”. Ad ogni segnalazione, la polizia postale avvierà le verifiche e, e necessario, potrà riportare la bufala sul sito del Commissariato, mettere in evidenza  le smentite ufficiali, supportare il cittadino nelle richieste di rimozione ai provider, arrivare finanche alla segnalazione all’autorità giudiziaria. Lo stesso Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha annunciato che la popolare piattaforma mostrerà maggiore sensibilità verso la correttezza dell’informazione e che, già dalla prossima settimana, sarà testata la fiducia che gli utenti attribuiscono alle varie fonti d’informazione. In passato s’era parlato, anche per Facebook, di un pulsante “antibufale“…
  • Dal 19 al 23 gennaio il canale Comedy Central +1 (125 di Sky, gruppo Viacom) diventa ‘Sex & the City Channel’, offrendo ai nostalgici della serie una vera e propria maratona per rivivere le avventure di Carrie, Charlotte, Miranda e Samantha.
  • Luciano Emmer, importante regista cinematografico del Secondo dopoguerra e autore della sigla di Carosello, sarà ricordato nell’ambito dell’edizione 2018 del festival ‘Il Cinema Ritrovato’, che avrà luogo a Bologna dal 23 giugno al 1° luglio. Venerdí 19, Emmer avrebbe compiuto cent’anni; il figlio Michele e lo studioso Emiliano Morreale hanno introdotto la retrospettiva con la presentazione dei documentari che Emmer padre dedicò alla storia dell’arte, come ‘La leggenda di Sant’Orsola’ o ‘Incontrare Picasso’.
  • È stata presentata a Parigi la serie animata ‘Max & Maestro’, coproduzione che Rai, France Télévision e la tedesca HR (ARD), insieme a Monello Productions e MP1, dedicano al direttore d’orchestra (more…)

brevi dai media (58)

  • Il mondo dell’animazione rende omaggio all’arte pittorica nella serie ‘L’Arte con Matí e Dadà‘, coprodotta da Rai Fiction e Achtoons di Bologna con il contributo della Film commission regionale; già su YouTube in inglese, la serie sarà trasmessa da Discovery Education negli Stati Uniti, Da Vinci Media in Europa orientale e Africa, da ABC Education in Australia, ed è annunciata anche su Rai Scuola.
  • Dopo il film ‘Saving Mr. Banks’, dopo l’annunciato sequel di Rob Marshall con Emily Blunt nel ruolo che fu di Julie Andrews, arriva in Italia anche il musical di Mary Poppins, una produzione Disney Theatrical Productions e Cameron Mackintosh, basata sulle storie di P. L. Travers e sull’omonimo film della Disney, con musica e canzoni originali di Richard e Robert B. Sherman, anche qualcosa in piú. La produzione italiana dello spettacolo è della World Entertainment Company, andrà in scena per la prima volta in lingua italiana a Milano, al Teatro Nazionale Che Banca! dal 13 febbraio.
  • Con diciotto club a favore e due astenuti, l’assemblea della Lega Serie A ha approvato il bando (more…)

brevi dai media (53)

Aggiornamento 3 novembre: il programma di Massimo Giletti si chiamerà ‘Non è l’Arena’, in queste ore è andato in onda il primo promo del programma, con una vista dello studio.

  • Massimo Giletti torna in onda domenica 12 novembre, alle 20.30, su La7; in un’intervista al settimanale Oggi, il conduttore ha dichiarato: «In Rai mi avevano detto: non parlerai più la domenica. Questa è la mia risposta (…) per dare voce alla gente che la domenica è stata messa a tacere, quei 4 milioni di telespettatori che mi hanno sempre seguito… Per me quel giorno ha anche un valore etico più forte degli altri. (…) Mi piacerebbe piuttosto sapere perché si è chiesto di chiudere un programma di informazione per… fare polpette in tv». E la parola ‘Arena’? Rimarrà? “Credo che lo scopriremo in onda. A me non spiacerebbe che la parola restasse. L’ho trovata io, con Federico Moccia”.
  • Lo switch off con la liberazione della banda 700 MHz avverrà con una transizione di due anni, dal 2020 al 2022, anche se il governo ha iniziato il percorso già lo scorso anno quando ha previsto che dal primo gennaio del 2017 fosse obbligatoria la commercializzazione esclusivamente di televisori con tecnologia T2-Hevc al fine di avviare con largo anticipo il naturale ricambio degli apparecchi. Solo a partire dal 2020 (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (13)

Aggiornamento 3 ottobre, fonti vicine ai broadcaster esprimono malcelato disappunto: «Da quanto trapela sullo schema di decreto sugli obblighi di programmazione e investimento in opere europee ed italiane, approvato oggi dal Consiglio dei ministri, i broadcaster non possono che esprimere profonda delusione per aver dovuto constatare che le loro richieste costruttive, supportate da dati sugli investimenti e sulle dinamiche di mercato, non sono state accolte. L’impostazione anacronistica, dirigistica (quasi ad personam) e punitiva del ministro Franceschini è rimasta infatti sostanzialmente immutata nel testo condiviso dal Consiglio dei ministri. Ad essere danneggiata sarà così l’intera produzione audiovisiva italiana, con pesanti ricadute negative sull’occupazione del settore. Spiace anche leggere nel comunicato del ministero affermazioni non veritiere relative all’accoglimento di tutte le richieste dell’Autorità e sull’applicazione in anticipo e in coerenza alla nuova direttiva europea sui servizi media audiovisivi. In realtà la direttiva, per quanto riguarda l’attività di broadcasting tradizionale, non ha modificato in alcun modo l’attuale regime degli obblighi di programmazione e di investimento (peraltro calcolata in maniera non cumulativa e solo su parte degli introiti), al contrario di quanto è previsto nella riforma Franceschini, che trasferisce nel nostro ordinamento solo la parte peggiore di un sistema francese che si è dimostrato inadeguato e inefficiente per la stessa Corte dei Conti di quel Paese. Le imprese di broadcasting sono in realtà quelle che, duramente penalizzate dalle nuove disposizioni oggi approvate, con i loro investimenti garantiscono lo sviluppo dell’industria creativa e difendono la cultura in ambito europeo» Fonte: Digital-News (com.stampa)
Aggiornamento 2 ottobre: il decreto per le quote televisive, modificato, è stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri, dove riapproderà l’11 dicembre per l’eventuale approvazione definitiva. Ecco il comunicato stampa ufficiale: (more…)


brevi dai media (51)

Aggiornamento dicembre 2017: il film ‘A Ciambra’, diretto da Jonas Carpignano e con protagonista un ragazzo rom di 14 anni, è stato escluso dalla lista dei nove finalisti candidati all’Oscar per il miglior film straniero.

  • A Ciambra’, come ormai si sa, è il film italiano che potrebbe essere in lizza agli Oscar 2018 come Miglior film non in lingua inglese; diretto dall’italoamericano Jonas Carpignano, co-prodotto da Martin Scorsese, è un affresco della comunità di zingari rom che vive a Gioia Tauro, alcuni dei quali hanno recitato in prima persona. Il quattordicenne Pio Amato, per esempio, ha recitato nel ruolo di se stesso con tutta la sua famiglia. Ha debuttato, il film, a Cannes, alla Quinzaine des Réalisateurs, è stato venduto in quindici Paesi ed è entrato nella selezione dei cinquantuno lungometraggi in gara agli Efa, nella quale, tra gli altri, c’erano ‘Fortunata’, ‘Indivisibili’, ‘Rosso Istanbul’.
  • È andata decisamente bene la prima puntata di ‘Che tempo che fa’ su Rai 1: l’ascolto medio della prima parte è stato di 5.128.000 spettatori, pari al 20,8% di share, di 3.334.000 spettatori, pari al 17,9 %, nella seconda, anche detta ‘Che Tempo che Fa – il Tavolo’. Degno di menzione, tuttavia, anche l’interrompersi di una sorta di maledizione che ha sempre riguardato la programmazione domenicale di Canale 5, con particolare riguardo alla fiction: la prima puntata de ‘L’isola di Pietro’, con Gianni Morandi, ha conquistato una media di 4.654.000 spettatori, pari al 20.2% di share. Dalle ore 21.32 alle 23.31, cioè nella porzione di serata in cui i due programmi sono andati in onda in contemporanea, “in sovrapposizione”, Rai 1 ha segnato il 18.57%, con 4.272.000 spettatori, Canale 5 il 20.15%, con 4.637.000 spettatori. Sarà interessante (more…)

Fico, la vigilanza e i piani della Rai

Il presidente della commissione di vigilanza Rai, Roberto Fico, ha denunciato e lamentato sulla sua pagina Facebook il mancato invio alla struttura da lui presieduta del progetto di riorganizzazione dell’informazione del servizio pubblico proposto dall’ex direttore generale Antonio Campo Dall’Orto: (more…)


italiani e media (2)

È stato pubblicato in questi giorni lo scenario media di Confindustria.
In Italia ci sono 361 canali televisivi nazionali, di cui 130 sono sulla piattaforma del digitale terrestre e 291 sul satellite; 126 sono gratuiti, di cui 96 sul digitale terrestre e (more…)


il Cavallo ed il Biscione (4)

GilettiFazio ed Angela  rimarranno in Rai, a quanto sembra, ed è prevista, in autunno, una commemorazione per i trent’anni di ‘Indietro tutta’, la storica trasmissione di Renzo Arbore. I palinsesti della Rai sono stati approvati venerdí 23 per essere presentati ufficialmente mercoledí 28 a Milano e martedí 4 luglio a Roma; quelli di Mediaset saranno presentati il 5 luglio, con il tradizionale (more…)


per grandi e per piccini (6)

In attesa di rivelare i palinsesti televisivi e le novità che attendono i telespettatori nella prossima stagione, mamma Rai ha introdotto non poche innovazioni nell’area radiofonica. “Senza la radio, la Rai non esisterebbe” ha dichiarato Mario Orfeo, novello direttore generale, alla presenza di Carlo Conti, Renzo Arbore e Roberto Sergio, lanciando ‘Che il suono sia con te. La nuova offerta dei Canali specializzati di Radio Rai’, la nuova offerta radiofonica di via Mazzini, ascoltabile anche attraverso le App, internet, Dab+, Dtt e satellite.
(more…)


brevi dai media (42)

  1. Il tradizionale Concerto del Primo Maggio a Roma sarà condotto da Camila Raznovich e Clementino.
  2. Il TIM MTV Awards 2017, invece, avrà luogo sabato 27 maggio, sempre a Roma; la diretta televisiva sarà condotta da Francesco Gabbani e trasmessa in diretta a partire dalle ore 21.00 su MTV (canale 133 di Sky), MTV Music (canale 708 di Sky) e su VH1 (canale 67 fta), con possibilità di fruizione anche su Sky Go e Now Tv.
  3. Il film ‘l’Accabadora’ si basa su una tradizione sarda, su una figura che, come spesso si dice, “affonda le sue radici” nella tradizione rurale e nel mito. Era, l’Accabadora, la portatrice della “buona morte”, non dava il colpo di grazia ma elargiva, piuttosto, un gesto di carità ad un malato incurabile. Il film è di Enrico Pau ed è interpretato da Donatella Finocchiaro, Barry Ward, Carolina Crescentini, Sara Serraiocco e Anita Kravos; coprodotto da Film Kairos (Italia) e Mammoth Films (Irlanda), distribuito da Koch Media, è basato su una sceneggiatura originale firmata dallo stesso Pau e da Antonia Iaccarino.
  4. Il Nastro d’Argento 2017 per il Miglior cortometraggio di fiction è stato assegnato a (more…)

per grandi e per piccini (5)

  • Il regista e animatore giapponese Makoto Shinkai, considerato da molti degno epigono di Hayao Miyazaki, è stato insignito a ‘Cartoons on the Bay’ del premio per la miglior regia per ‘Your Name’, film record d’incassi nel 2016; è stato anche il protagonista di una mostra e d’una retrospettiva, con particolare riguardo alla sua opera prima, ‘Oltre le nuvole – Il luogo promessoci’, del 2004, che arriverà nelle sale l’11 e il 12 aprile distribuita da Nexo Digital con Dynit (elenco delle sale a fine post). È corteggiatissimo anche a Hollywood, pare, dove alcuni produttori e cineasti vorrebbero realizzare una versione in live action di ‘Your Name’.
  • Quanto agli italiani, vogliamo citare (more…)

#iostoconPaola (2)

Secondo me Paola Perego dovrebbe condurre Sanremo 2018.
Con un partner maschile magari ma (more…)


giornata dell’autismo in televisione, a scuola e… nel nuoto!

La settimana dal 27 al 31 marzo 2017 è stata dedicata all’autismo; domenica 2 aprile ricorre, per il decimo anno, la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, promossa dall’ONU; il colore scelto per sottolineare e identificare le iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica, promuovere una maggiore conoscenza e a ricordare la delicatezza di questo argomento è il blu. Il ministero della Pubblica istruzione, dell’Università e della Ricerca, nella nota n.495 del 23/03/2017, ha auspicato un’occasione di “confronto tra le scuole e una possibilità per lavorare con enti, associazioni delle persone con autismo e dei loro familiari o  associazioni scientifiche di settore, per interventi informativi e/o  formativi sul tema, agevolando la collaborazione e suscitando attenzione intorno all’argomento. Le tematiche, su cui focalizzare le attività suddette, sono svariate: innovazione metodologico-didattica inclusiva; ricerca e sperimentazione di modelli di cooperazione dei team docenti anche in collaborazione con università, centri di ricerca, associazioni e terzo settore; partenariati, anche in ambito europeo, caratterizzati da scambi e  confronti di esperienze di didattica; condivisione di programmi  di utilità sociale, finalizzati a migliorare l’inclusione scolastica”.
Per sostenere #sfidautismo17 si può inviare un sms al 45541, fino all’8 maggio. Per le iniziative organizzate da mamma Rai, con la sua programmazione, si può andare a fine post.
Sabato 1° aprile, e domenica 2 ha luogo l’“Ab-bracciata collettiva”. Manifestazione tra le piú meritorie, (more…)


#iostoconpaola

Che le famigerate domande di ‘Parliamone sabato’ fossero perlomeno discutibili è un dato ma (more…)


la memoria e l’impegno. Anche in tv. (2017)

In occasione della Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata come ogni anno da Libera, anche la televisione declina parte della sua programmazione alla causa. Ecco quanto comunicato da Rai e History Channel: (more…)


caro Fabiano, ti scrivo… (2)

In queste ore si rincorrono indiscrezioni sul palinsesto 2017 di Rai 1, con particolare riguardo alla fascia post prandiale (che, chiamata cosí, fa venire in mente le prescrizioni mediche degli antibiotici, o la pennichella che talvolta coglie dopo il pasto di mezzogiorno): dal 2 gennaio, ‘Torto o ragione – il verdetto finale’ andrà in onda alle 14; seguirà, alle 15.30 circa, ‘Vita in diretta’, diviso in due parti separate dal telegiornale delle 16.30, la prima piú leggera, con uno spazio dedicato a ‘Ballando on the road’, la seconda versata piú specificamente sulla cronaca.
Il vostro blogger preferito, partendo dalla considerazione che buona parte del pubblico, dopo aver seguito il Tg1 delle 13.30, preferisce spostarsi su Rai 3 per i telegiornali regionali, aveva cavalcato un’ipotesi già congetturata: posizionare i tg regionali, almeno per l’edizione delle 14, su Rai 1. Al netto del fatto che la rete piú seguita, nella fascia oraria in oggetto, rimarrebbe Canale 5. Alle 20.30, al posto del consueto programma di access, sarebbe interessante pure, in un’ottica di servizio ma paralizzerebbe la fisionomia dell’emittente.
A quando, piuttosto, proprio, in un’ottica di tv di Stato e di servizio, un canale dedicato solo alle attività parlamentari e al Question Time?

PS: complimenti, Alberto!


brevi dai media (31)

Aggiornamento: da lunedí 19 settembre, alle posizioni 501, 502, 503 sarà possibile sintonizzare Rai1 HD, Rai2 HD e Rai3 HD, in modo di fruire dei contenuti Rai in alta definizione anche per le reti diverse da Rai 1. Nelle sole province di Bari, Catanzaro, Palermo, L’Aquila, almeno per il momento, sarà possibile vedere anche Rai4 HD (canale 521) e Rai Premium HD (canale 525). Digital Sat, che ha rilasciato la gustosa anticipazione, suggerisce “la risintonizzazione automatica/completa delle frequenze del proprio tv/decoder“.

  • Maurizio Crozza ha inaugurato la sua partecipazione a ‘diMartedí per la stagione in corso sebbene, secondo quanto se ne sa, dovrebbe spostarsi ad altri lidi dopo dicembre.
    Comincia in questi giorni, tuttavia, anche un’altra interessante avventura, in pubblicità: Maurizio Crozza è il nuovo testimonial del caffè Lavazza, infatti, nei celeberrimi spot che l’agenzia Armando Testa dedica da lustri a uno dei prodotti piú conosciuti del nostro Paese.

    Nei panni di un originale architetto, il Crozza nazionale deve curare il restyling di quel paradiso che, nell’immaginario collettivo, costituisce da tempo immemore l’ambientazione delle campagne Lavazza.
    Nei panni di un sornione san Pietro, il Crozza nazionale rivela di non comprendere i “disegni” dell’architetto, anche con la collaborazione di due Crozza cherubini.
    Gli spot andranno in onda a partire dal 14 settembre; la regia è stata curata da Paolo Monico, la fotografia da Mark Patten. Il claim? “Cosí buono, ce n’è uno solo!
  • Dopo il rilancio dei musei e del cinema, quello del teatro. Il prossimo 22 ottobre (more…)

CambieRai? (3)

Aggiornamento 4 agosto: con sei voti favorevoli e tre contrari (Freccero, Diaconale, Mazzuca), il consiglio d’amministrazione della Rai ha approvato le nomine proposte ieri da Campo Dall’Orto.  In una nota congiunta, UsigRai e Fnsi commentano:

“È ormai evidente che non esiste nessun piano. Così come è chiaro che esisteva solo la necessità di occupare nuove poltrone. Non cadremo certo nella trappola di parlare di questo o quel direttore. Quello che ci interessa è che si chiamino le cose con il loro nome: occupazione di posti e pura lottizzazione. Questo è stato deciso dal Direttore generale e votato oggi, per di più a maggioranza, dal CdA della Rai (…) La scelta di interni, più volte da noi chiesta, non ci fa cambiare idea. (…) Noi abbiamo sempre detto che volevamo prima un progetto, per poi individuare i profili adatti.  (…) Da oggi perlomeno è svelato pubblicamente il bluff di chi, al vertice dell’azienda come in consiglio di amministrazione, è arrivato come sedicente innovatore e si è rivelato per quello che è: conservatore, reazionario, come nei momenti più bui della Prima Repubblica”.(⇐ Prima on line)

Aggiornamento 3 agosto: Il consiglio d’amministrazione della Rai, riunitosi sotto la presidenza di Monica Maggioni e alla presenza del direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, ha ascoltato la relazione del primo semestre 2016 del responsabile dell’Audit interno Gianfranco Cariola sui principali risultati delle attività svolte. L’istruttoria relativa alle acquisizioni esterne dovrebbe concludersi entro settembre. Secondo quanto riportato dalle agenzie, inoltre, Antonio Campo dall’Orto ha proposto Ida Colucci, attualmente vicedirettore del Tg2, alla direzione del medesimo, Luca Mazzà, vicedirettore di Rai 3, alla direzione del Tg3, Andrea Montanari, vicedirettore del Tg1, a Radio1 e Nicoletta Manzione, corrispondente Rai da Berlino, a Rai Parlamento. Sono queste le proposte di nomina, secondo quanto riportano le agenzie, formulate dal direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, al Cda di viale Mazzini nella riunione in corso questa mattina. Alla guida del Tg1 rimarrebbe Mario Orfeo, come pronosticato, Vincenzo Morgante alle testate regionali. Le nomine saranno formalizzate domattina, con voto obbligatorio del Cda. Stasera, alle 20.30, è prevista l’audizione in Commissione di Vigilanza, presieduta da Roberto Fico, della presidente Rai Monica Maggioni e del dg Antonio Campo Dall’Orto. Maurizio Gasparri e Renato Brunetta hanno richiesto la convocazione di tutti i componenti del consiglio d’amministrazione. (⇐ Prima on line)
Domani, mercoledí 3 agosto 2016, avrà luogo il consiglio d’amministrazione della Rai; molto si è discusso, in queste ore, sugli argomenti all’ordine del giorno, in merito a quanto ufficialmente comunicato e a quanto ufficiosamente ipotizzato. Ufficialmente, secondo le indicazioni di Antonio Campo Dall’Orto, si tratterà il piano per l’informazione progettato da Carlo Verdelli, oltre ad alcuni argomenti rimasti in sospeso, come la relazione dell’Internal Auditing, quella sul piano anticorruzione, lo stato finanziario dell’azienda e l’esame della situazione immobiliare.
Inoltre, ed è questo il vero punctum dolens, Campo Dall’Orto, in accordo con la presidente Monica Maggioni, potrebbe sottoporre al Consiglio i nominativi dei nuovi direttori dei telegiornali e di Rai Digital. Lo farà, secondo le ultime notizie, dopodomani, giovedí, con una riunione ad hoc che non sarà un semplice aggiornamento della seduta di domani perché lo statuto prevede la presentazione dei curricula quarantotto, al massimo ventiquattr’ore prima del cda. Giovedí potrebbe avvenire, a quel punto, l’ufficializzazione.
Il presidente della Commissione di Vigilanza, quel figo di Roberto Fico, ha dichiarato su Facebook: (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: