Get a site

anche gli smartphone, nel loro piccolo…

Si tiene dal 20 al 30 settembre a Roma il primo VerticalMovie Festival, l’unico concorso cinematografico interamente dedicato ai film realizzati con il telefonino, il tablet, lo smartphone e altri dispositivi, purché posizionati a 90°: dopo oltre cent’anni di cinema “orizzontale”, la cosiddetta “Visione Verticale” sarà omaggiata in piazza del Popolo, su grandi schermi verticali.
L'”orizzontalità” dei Lumière obbediva all’abitudine, alla struttura dei boccascena teatrali ma la speranza nata con i dispositivi mobili è proprio la possibilità di una visione diversa, alternativa, con l’inquadratura che si apre verso l’alto ed il basso piuttosto che ai lati soltanto; è interessante notare come alcuni produttori di tecnologia (LG) abbiano già messo in commercio un televisore che può ruotare in verticale. È stato girato in verticale ‘Unsane’, di Steven Soderbergh ed è verticale, d’altra parte, il 70% dei video caricati sul web.
Il Festival è stato ideato e organizzato dall’attore Salvatore Marino, che ne è il direttore artistico, e dal produttore Maurizio Ninfa, presidente di Interproject Event, ed è sostenuto con accordi di partnership da Trenitalia, RaiCom, Rai Italia, RaiRadio2 e Coming Soon; tra i giurati del concorso ci sono Stefano Reali, regista di fiction e autore di un corto in verticale, ed il produttore cinematografico Claudio Bucci, che sta realizzando un lungometraggio in verticale con la sua Stemo Production, otto  episodi curati da registi diversi, tra i quali il visionario Peter Greenaway. Tra gli altri giurati, presieduti dal critico e autore televisivo Marco Giusti, ci sono il regista, produttore e sceneggiatore Edoardo De Angelis, l’autore e regista Federico Moccia, il compositore Fabio Frizzi, l’insegnante di dizione e recitazione Fioretta Mari, gli attori Antonio Tallura e Daniela Poggi.
Il 23 settembre, equinozio d’autunno, giornata della Maratona di via Pacis e giornata conclusiva della kermesse, sarà realizzata la prima trasmissione in streaming in verticale di una messa e dell’Angelus, in accordo con la Santa Sede. Tra le varie sezioni del VerticalMovie Festival, peraltro patrocinato e appoggiato dall’assessorato alla cultura della Santa Sede, ci sono anche contenuti di carattere sociale, specialmente nel “Vertical doc”.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: