Crea sito

#jesuisBuondí…

Aggiornamento 5 settembre: mumble mumble… e se ai creativi l’ispirazione fosse arrivata, almeno parzialmente, da una vecchia scultura di Cattelan?

"La nona ora" Giovanni Paolo II colpito da meteoritesecondo Cattelan

“La nona ora”: Giovanni Paolo II colpito da meteorite secondo lo scultore Maurizio Cattelan

Non considero il Buondí Motta la merendina migliore in assoluto ma la campagna pubblicitaria apparsa di recente in televisione, con una madre travolta da un asteroide, mi sembra piú che azzeccata. Dopo tante famiglie perfette, situazioni edeniche e idilliache, politically correct spinto al parossismo, un po’ d’anglosassone ironia e black humour sanamente inteso sono davvero una stimolante innovazione. Le figure retoriche di riferimento sono quelle dell’iperbole e dell’adýnaton.
L’associazione cattolica degli spettatori (Aiart) non condivide il (non solo) mio pensiero ed il loro presidente Massimiliano Padula cosí si esprime: “Ho visto per la prima volta lo spot insieme a mio figlio di cinque anni che immediatamente ha esclamato: ‘La mamma è morta!‘”; esprimendosi a nome degli associati parla, Padula, di “cattivo gusto dei pubblicitari nel raccontare un momento importante di relazione familiare come quello tra madre e figlia“, con immagini che arriverebbero a “stravolgere l’immaginario identitario legato al Buondì, da sempre associato alla prima colazione dei più piccoli“. “Come Associazione che tutela e forma all’interpretazione consapevole dei contenuti mediali – conclude- non ci limiteremo all’esclusiva segnalazione mediatica ma faremo una comunicazione all’Istituto di auto-disciplina pubblicitaria, all’Agcom e alla stessa Rai affinché valutino seriamente se contenuti del genere possano essere trasmessi in qualunque orario del giorno“.

In queste ore molti si sono espressi a favore e molti contro la campagna. Noi ci esprimiamo positivamente e ribadiamo quanto sopra. Quand’anche avessimo torto, un vecchio e trito motto della comunicazione recita: “Si sparli purché si parli!” Detrattori, state facendo il loro gioco!
#jesuisbuondí
PS: a breve sarà in onda il secondo soggetto della campagna, in cui ad essere travolto dall’asteroide sarà il papà…
Je suis Buondì...

Je suis Buondì…


One Response

  1. Il Giurí di autodisciplina pubblicitaria ha assolto la campagna, verso la quale il Comitato di controllo aveva sollevato accuse di violazione del codice in quanto in violazione dell’art. 11 (bambini e minori) quanto dell’art. 2 (pubblicità ingannevole). Davanti al Giurí ha invece prevalso la linea difensiva di Motta, secondo la quale la comunicazione si distingueva per la sua carica umoristica e paradossale, senza alcun intento offensivo e di potenziale lesione dei minori. La decisione è stata assunta al termine di una complessa udienza nella quale le parti si sono confrontate con l’ausilio di consulenti tecnici, tutti focalizzati a valutare il possibile effetto psicologico e impressivo sulla fascia dei bambini davvero piccoli, ovvero quelli sotto i 9-10 anni di età.

    15/10/2017 at 11:50

Leave a Reply

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: