Latest

maestri a confronto (14)

Happy birthday, Tom Cruise!
Felice compleanno, signora Lollobrigida!
Ciao, Raffaella! Qui di seguito, dai comunicati Rai, la programmazione che ti sarà dedicata a partire da domani:

Il 5 luglio 2021 muore a Roma, all’età di 78 anni, Raffaella Carrà, una figura unica nel mondo dello spettacolo italiano, cantante, attrice, ballerina, conduttrice, showgirl, una regina della tv, capace di incantare il pubblico di tutte le età e di influenzare più generazioni, dalla fine degli anni ’60 a oggi. La Rai dedica al ricordo dell’artista ampio spazio nei suoi palinsesti: da “Unomattina Estate” a “Estate in diretta”, dai telegiornali nazionali alle edizioni regionali della TGR. Questo il palinsesto completo: Read the rest of this page »

le scelte del Biscione (2022 – 2023)

Che cos’ha programmato il Biscione per la prossima stagione televisiva?

Ecco, qui di seguito, il link alla pagina dedicata sul sito Qui Mediaset:

https://www.quimediaset.it/comunicati/stagione-televisiva-2022-23_34430.html#

le proposte di mamma Rai (2022 – 2023)

Sono stati presentati ufficialmente oggi, a Milano, i palinsesti Rai per la prossima stagione autunnale, già approvati dal Consiglio d’amministrazione la settimana scorsa. Qui di seguito, quanto comunicato dalla Concessionaria di Stato, con la consueta precisione, nelle pagine curate dall’Ufficio Stampa: Read the rest of this page »

spicchi di Hayao tra baffi di Ibra

  • Sarà in onda questa sera, 27 giugno, in prima visione tv, il film biopic su Zlatan Ibrahimovic: ‘Zlatan’, tratto dal libro ‘Io, Ibra’, scritto da David Lagencrantz in collaborazione con il noto calciatore che, partito dai sobborghi, ha militato in squadre quali l’Ajax Amsterdam, la Juventus, l’Inter, il Milan, il Barcellona, il Paris Saint Germain e il Manchester United. Diretto da Jens Sjögren, interpretato da Granit Rushit e Dominic Andersson Bajraktari (rispettivamente Ibra da adulto e da fanciullo), ‘Zlatan’ è stato prodotto da BR•F e B-Reel Films AB e distribuito da Universal pictures e Lucky Red in associazione con 3 MARYS.  Va in onda questa sera, come si diceva, alle 21.15 su Sky Cinema Uno e Sky Cinema 4K, alle 21.45 anche su Sky Cinema Drama, in streaming su NOW e disponibile on demand anche in qualità 4K.
  • Tornerà nelle sale, a partire dal 1° luglio, la magia di Hayao Miyazaki, con alcuni dei suoi film piú conosciuti: ‘La città incantata’ (dal 1° al 6 luglio), ‘Principessa Mononoke’ (dal 14 al 20 Luglio), ‘Nausicaa della Valle del Vento’ (dal 25 al 31 luglio), ‘Porco Rosso’ nell’anniversario del trentennale (dal 1 al 7 agosto), ‘Il castello errante di Howl’ (dall’11 al 17 agosto). Qui di seguito, dal sito di Studio Ghibli, l’elenco delle sale cinematografiche interessate: Read the rest of this page »

Grillini, Paolo Rossi, Disney plus, altri demoni

  • Andrà in onda questa sera, 25 giugno, su Sky Documentaries (altresì disponibile su NOW TV), ‘Let’s Kiss – Franco Grillini. Storia di una rivoluzione gentile’. Biopic tra i piú coraggiosi, ‘Let’s Kiss – Franco Grillini. Storia di una rivoluzione gentile’ ricostruisce con un racconto in presa diretta e materiale documentale i trent’anni di battaglie che Franco Grillini, politico e attivista bolognese, ha combattuto in difesa dei diritti LGBT.  ‘Let’s Kiss – Franco Grillini. Storia di una rivoluzione gentile’ è una co-produzione Genoma Films di Paolo Rossi Pisu con Albedo Productions di Cinzia Salvioli; è stato diretto da Filippo Vendemmiati ed è stato realizzato con il sostegno del Gruppo Unipol, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e del ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo.
  • Sarà un magico furgone a portare il cinema in giro per Milano, a partire da giovedí prossimo, 30 giugno, fino a metà settembre. La commendevole iniziativa, promossa dal cinema Anteo, insieme a Fuoricinema e in collaborazione con il Comune di Milano e i Municipi cittadini, si chiama ‘Anteo nella città’ e consta, come anticipato, di una serie di proiezioni in alcuni punti del capoluogo meneghino a volte dimenticati, come Casa Jannacci, il dormitorio per i senza fissa dimora, l’anfiteatro Martesana, il Barrio’s, Villa Litta. Arrivato a destinazione, il magico furgone lascerà fuoriuscire uno schermo gonfiabile, con base di dieci metri, che proietterà alcune tra le pellicole di maggiore interesse tra quelle recentemente uscite, come ‘È stata la mano di Dio’ di Paolo Sorrentino, ‘Freaks Out’ di Gabriele Mainetti, ‘Nostalgia’ di Mario Martone, ‘Ennio’ di Giuseppe Tornatore, ‘Ariaferma’ di Leonardo di Costanzo, ‘House of Gucci’ di Ridley Scott, ‘The Batman’ di Matt Reeves, ‘Licorice Pizza’ di Paul Thomas Anderson, ‘Assassinio sul Nilo’ di Kenneth Branagh e tanti altri. L’audio sarà trasmesso in cuffia per non disturbare chi non partecipa alle proiezioni;  i biglietti avranno un costo di 5 euro (4 euro i ridotti).
  • Saranno proiettati a Roma, invece, nel tempio di Venere, dal 1° al 10 luglio, dieci film che hanno raccontato il rapporto tra classicità romana e settima arte. È la rassegna ‘Quo Vadis? Al cinema nel cuore di Roma’, promossa da Centro sperimentale di cinematografia – Cineteca nazionale e dal Parco archeologico del Colosseo. Ecco i titoli delle pellicole, fruibili a ingresso gratuito: ‘Ave, Cesare!’ (2016), ‘Cleopatra’ (1963), ‘Il primo re’ (2019), ‘Dolci vizi al Foro’ (1966), ‘Fellini Satyricon’ (1969), ‘Asterix e il segreto della pozione magica’ (2018), ‘Scipione detto anche l’Africano’ (1970), ‘Spartacus’ (1960), ‘Totò e Cleopatra’ (1963), ‘Quo vadis?’ (1913).
  • Dopo il documentario sulla nazionale di Bearzot cui si faceva riferimento in un precedente post, segnaliamo adesso che sarà nelle sale, a partire dal 5 luglio, il film documentario ‘Paolo Rossi – L’Uomo. Il Campione. La Leggenda’, in una versione inedita pensata per il grande schermo del ritratto di ‘Pablito’ firmato da Michela Scolari e Gianluca Fellini. Il documentario, una produzione FilmIn’Tuscany e 44 Production, offre un ritratto intimo dell’eroe del Mundial, che con i suoi gol contro Brasile e Germania trainò l’Italia fino alla vittoria: dalla passione per il calcio sin da piccolissimo fino ai traguardi raggiunti anche quando il fisico non lo sosteneva.
  • Sabato 9 luglio, invece, saranno celebrati i novant’anni della Mostra del Cinema di Venezia, la cui prima edizione si svolse dal 6 al 21 agosto 1932. Previsti un convegno internazionale, la proiezione di due capolavori di quell’anno (‘Regen’ (‘Pioggia’) di Mannus Franken e Joris Ivens (Olanda, 1929, 12′) e ‘Gli uomini, che mascalzoni…’, di Mario Camerini (Italia, 1932, 66′, copia della Cineteca Nazionale, Roma) e una mostra realizzata con materiali dell’Archivio Storico delle Arti Contemporanee (ASAC) della Biennale, quali documenti inediti, foto, manifesti, articoli d’epoca, manifesti, locandine, filmati.
  • È consultabile online, sul sito cultura.gov.it, l’elenco degli investimenti che il Ministero della Cultura (MiC per gli amici) porrà in essere utilizzando i fondi del Pnrr, per oltre un miliardo e ottocento milioni di euro. Si tratta di fondi per l’efficienza energetica di 274 cinema, 348 teatri e 120 musei; per l’attrattività di 310 borghi, per la valorizzazione di 134 parchi e giardini storici; per l’adeguamento sismico e messa in sicurezza di 257 luoghi di culto, torri e campanili e per il restauro di 286 chiese del patrimonio del Fondo edifici di culto del ministero dell’Interno (FEC).
  • Disney (Plus) in fundo, riproduciamo il recente comunicato che comunica le produzioni che potremo presto vedere sulla piattaforma: Read the rest of this page »

spicchi d’arte tra baffi di storia (96)

  • Aggiornamento: «Facciamo appello a uomini e donne del cinema, dell’arte e della cultura, perché occorre subito un’iniziativa forte, una mobilitazione e non solo delle coscienze, per ridare dignità civile ed umana alla sepoltura del maestro Luchino Visconti, purtroppo oltraggiata dall’incuria e dall’indifferenza e diventata nel corso di questi anni, ricettacolo di rifiuti e luogo di indegno degrado». Lo ha detto l’attore Mariano Rigillo, nel ricevere a Ischia il premio “Luchino Visconti” e pronta eco è arrivata da Daniela Garbuglia, figlia dello scenografo che collaborò con Visconti a molti film: «Un luogo reso ormai inaccessibile ai visitatori a causa della chiusura per inagibilità della Colombaia ed invaso da piante ed erbe infestanti ed immondizie varie»; «A settembre ci sarà un’iniziativa che svolgeremo alla Casa del Cinema per sostenere il progetto di riqualificazione ambientale della tomba di Visconti e per chiedere alla sovrintendenza ed al ministero l’apertura di un accesso differenziato a quello della villa ormai inagibile, al fine di consentire a tutti i visitatori di poter omaggiare ed onorare la tomba di Visconti, nel ricordo di quello che ha rappresentato nella storia e nella tradizione del nostro cinema» ha poi dichiarato, a sua volta, il direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, Adriano De Santis. Come si ricorderà, le spoglie mortali di Luchino Visconti riposano in un boschetto accanto alla villa la Colombaia, nel Comune di Forio d’Ischia (NA), sotto una formazione di rocce vulcaniche. (⇐Ansa)
  • Ricorre quest’anno il duecentesimo anniversario della traduzione dal greco, da parte di Ippolito Pindemonte, dell’Odissea, mi è stato ricordato ieri;
  • Andrà in onda questa sera, 23 giugno, su Rai 3, ‘D’Annunzio, l’uomo che inventò sé stesso’, documentario dal titolo oltremodo suggestivo, oltreché azzeccato, prodotto da Ince Media e Filippo Cellini, in collaborazione con Rai Documentari e Luce Cinecittà, per la regia di Francesca Pirani e Stefano Viali. È proposta, nel documentario, una rilettura della biografia, delle imprese, della produzione dannunziane, nel contesto storico in cui seppe distinguersi ed affiorare ma anche in chiave contemporanea e pop, con il racconto di Giordano Bruno Guerri. «Con i ragazzi di oggi che paragonano D’Annunzio a Pertini, a Berlusconi e perfino a Greta Thunberg emerge la figura del poeta come progenitore della cultura di massa basata sull’esaltazione del sé: il primo influencer della storia», recita il comunicato.
  • Torna quest’anno il Palio di Siena, in onda però su La7, grazie ad un accordo quinquennale;
  • i vincitori dei Nastri d’Argento sono elencati in altra sede;
  • È allestita al Getty Center di Los Angeles, visitabile fino all’11 settembre, la mostra ‘The Fantasy of the Middle Ages’, interessante iniziativa che nasce con l’intento d’illustrare quali aspetti delle saghe letterarie e cinematografiche siano squisitamente medievali e quali, invece, siano frutto d’immaginazione. All’uopo intervistata*, Larisa Grollemond, responsabile dei manoscritti del Getty Center, ha dichiarato: «Il Signore degli Anelli’, ‘Harry Potter’, ‘Il Trono di Spade’ sono capisaldi della cultura popolare che fanno uso del linguaggio visivo del Medioevo in maniera culturalmente rilevante. L’idea della mostra è di alzare il sipario su quali aspetti delle franchise sono veramente medievali e quali sono invece il prodotto dell’immaginazione storica per come si è evoluta nel tempo». La mostra ‘The Fantasy of the Middle Ages’ segue l’evoluzione del genere fantasy nella storia dell’entertainment e illustra come le tradizioni medievali e lo studio dei costumi hanno dato vita a un intero universo artistico; sono in mostra manoscritti miniati, illustrati con pigmenti ricavati da metalli preziosi (‘L’ordine della Cavalleria’, di Edward Burne-Jones e William Morris), oltre ai disegni dei Fratelli Grimm e R.R. Tolkien, per arrivare ai cartoni animati della Disney, riguardo ai quali ci piace ricordare uno sfondo della ‘Bella addormentata’ del ’59, la cui tavolozza discende direttamente dai coloratissimi codici illustrati dai monaci del Medioevo. È suggestiva coincidenza, certo, che l’inaugurazione sia pressoché contestuale agli spin-off del ‘Trono di Spade’ al venticinquesimo anniversario del primo ‘Harry Potter’. 
  • A proposito di ‘Trono di Spade’, Read the rest of this page »

un buon solstizio

Alcuni bambini hanno paura del buio.

Troppi adulti hanno paura della Luce.

Buon Solstizio d’Estate!

giornata mondiale del rifugiato: l’offerta di mamma Rai

“In occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, il 20 giugno, la Rai promuove la Campagna di sensibilizzazione UNHCR Together#WithRefugees con una programmazione speciale su radio, tv e web dal 16 al 20 giugno
L’UNHCR, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, protegge da 72 anni le persone costrette a fuggire da guerre e violenze, fornendo aiuti salva vita e sostenendo i rifugiati nella costruzione di un futuro migliore nelle loro comunità di accoglienza.
Rai 1 approfondirà l’argomento durante “Uno mattina estate”, Rai 2 già domenica 19 giugno dedicherà spazio alla Giornata mondiale del Rifugiato in “O anche no estate” e “RagionEuropa”, poi lunedì 20 in “Agorà estate”.
Tutte le testate giornalistiche radio e tv saranno impegnate a spiegare il lavoro dell’UNHCR, a raccontare le storie di chi ha dovuto trovare una nuova casa a volte a migliaia di chilometri dalla propria e di chi è impegnato affinché queste persone in fuga possano conservare dignità e riconquistare una vita al sicuro.
Rainews24 realizzerà uno speciale da Palazzo Rospigliosi a Roma con ospiti e testimonianze di rifugiati. Le redazioni della Tgr, la testata giornalistica regionale, racconteranno le iniziative sul territorio e proporranno approfondimenti su realtà di integrazione. In particolare, Read the rest of this page »

Italia ’82, Taormina, Oscar… e molto piú

Aggiornamento 20 giugno: a fine post l’elenco ufficiale dei Nastri d’Argento 2022.

  • L’Anica è stata invitata dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences a designare il film italiano che concorrerà alla 95^ Edizione degli Academy Awards (categoria Film Internazionale/International Feature Film). Le candidature dei film la cui prima distribuzione in Italia sia avvenuta tra il 1° gennaio ed il 30 novembre 2022 dovranno pervenire all’ANICA entro e non oltre il 16 settembre 2022. La Commissione di Selezione visionerà i film candidati e si riunirà per la designazione, che dovrà essere comunicata all’Academy entro lunedí 3 ottobre 2022. L’annuncio delle candidature alle preziose statuette è previsto per il 24 gennaio 2023, mentre la cerimonia di consegna degli Oscars© si terrà a Los Angeles il 12 marzo 2023.
  • Sarà distribuito in 107 copie e proiettato in sala il 20, 21 e 22 giugno il documentario ‘Il viaggio degli Eroi’, di Manlio Castagna, prodotto da Manuela Cacciamani e Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema. Gli Eroi in questione sono quei Giancarlo Antognoni, Antonio Cabrini, Franco Causio, Bruno Conti, Fulvio Collovati, Giuseppe Dossena, Franco Selvaggi, Paolo Rossi che, pur denominati “armata Brankazot” dai giornalisti, portarono in Italia la Coppa del mondo nel 1982. Tanto materiale di repertorio, molte testimonianze; Marco Giallini che divide l’impresa dei mondiali in undici tappe con altrettante animazioni dei piú grandi illustratori italiani coordinati da Roberto Recchioni. Tanta Italia, quella delle manifestazioni e dell’animosità politica. Mercoledí c’è stato anche un incontro – rimpatriata, alla Casa del cinema di Roma, moderato dal giornalista Marco Franzelli, cui hanno partecipato i detti Giancarlo Antognoni, Antonio Cabrini, Franco Causio, Bruno Conti, Fulvio Collovati, Giuseppe Dossena, Franco Selvaggi con in piú, per ovvi motivi, Federica Cappelletti, moglie dell’indimenticabile Paolo Rossi.
  • ‘Marx può aspettare’, di Marco Bellocchio, è “Film dell’anno” ai Nastri d’Argento 2022. È stato annunciato dai Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI), che da sempre gestiscono i Nastri e che li consegneranno anche quest’anno, il 20 giugno, al MAXXI. La signora Laura Delli Colli, presidente del Direttivo, ha dichiarato: «Marx può aspettare lascia un segno speciale nella storia del cinema di questo tempo che ha cambiato la nostra vita. Per questo lo abbiamo scelto tra i film, non chiudendolo, pur tra le eccellenze, solo nel mondo e nella ‘categoria’ del più toccante e lucido cinema del reale». Come si ricorderà, ‘Marx può aspettare’ è una produzione Kavac Film, Ibc Movie, Tender Stories con Rai Cinema, in collaborazione con Fondazione Cineteca Bologna, realizzato in collaborazione con Regione Lazio – Fondo per il Cinema e l’audiovisivo, prodotto da Simone Gattoni e Beppe Caschetto, coprodotto da Malcom Pagani e Moreno Zani, produttori esecutivi Michel Merkt e Alessio Lazzareschi e distribuito da 01 Distribution. Selezionato in Cannes Première al Festival di Cannes 2021 che ha celebrato Marco Bellocchio con la Palma d’Oro d’Onore.
  • Comincerà domenica prossima, 19 giugno, l’edizione 2022 de ‘Sotto le stelle del Cinema’, rassegna che la Fondazione Cineteca Bologna organizza ogni anno nel cuore del felsineo capoluogo, in Piazza Maggiore. Film d’apertura ‘il Grande Dittatore’, di Charlie Chaplin, chiusura affidata il 13 agosto al ‘dottor Stranamore’, di Stanley Kubrick. Gian Luca Farinelli, direttore della Cinetec, ha dichiarato: «Abbiamo scelto questi due titoli per lanciare anche da Piazza Maggiore, che torna a essere per 54 serate capitale del cinema, finalmente senza restrizioni, due inni di pace. In mezzo, scorrerà la storia del cinema, con i classici restaurati del Cinema Ritrovato (dal 25 giugno al 3 luglio), i cineconcerti, gli omaggi a Piera Degli Esposti, Gianni Cavina, Monica Vitti e Pier Paolo Pasolini, la retrospettiva dedicata a Woody Allen. Tanti gli ospiti attesi da Walter Hill a John Landis, da Stefania Sandrelli a Wes Anderson, da Marco Bellocchio a Paolo Sorrentino e Stefano Accorsi. “Abbiamo una grande missione che è quella di riportare le persone al cinema – ha sottolineato il sindaco di Bologna Matteo Lepore – perché durante questi due anni di pandemia molti hanno perso l’occasione e il gusto del cinema. Questo grande schermo, il più bello del mondo, tornerà a far innamorare della magia del cinema migliaia di persone ogni sera».
  • È dedicato a Ugo Tognazzi e a Vittorio Gassman, ideato e realizzato da Ginevra Chiechio, il manifesto del sessantottesimo Taormina Film Festival 826/6 – 2/7). L’apertura della kermesse è affidata al ‘Padrino’ in versione restaurata, alla presenza di Francis Ford Coppola. Ecco, qui di seguito, il programma ufficiale:

    Read the rest of this page »

maestri a confronto (13)

  • Prende il via domani, 16 giugno, la decima edizione di ‘Cinema al MAXXI’, realizzata dalla Fondazione Cinema per Roma, prodotta con il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo della Sapienza Università di Roma, NABA, Nuova Accademia di Belle Arti e SNCCI – Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. La prima parte della rassegna (che si chiuderà giovedì 28 luglio) ospiterà, presso la Piazza del MAXXI, i film di ‘Extra Explore’, una selezione delle opere firmate dagli autori emergenti piú originali che si sono messi in luce a Cannes, Venezia, Taormina. Completa il programma una serata esclusiva di premiazione del Video Essay Film Festival, dedicato alle nuove forme di critica cinematografica. Tra novembre e dicembre, presso l’Auditorium del MAXXI, si terrà invece ‘Extra Doc Festival’, il concorso rivolto alle migliori espressioni del documentario in Italia, giunto alla quinta edizione. Il programma completo è su www.romacinemafest.it. È il caso di ricordare, peraltro, che la Fondazione Cinema per Roma realizzerà un programma d’attività decisamente corposo, di cui ‘Cinema al MAXXI’ è “soltanto” una parte, e si protrarrà fino alla prossima Festa del Cinema, in programma dal 13 al 23 ottobre. A partire dal gennaio 2023, inoltre, la Fondazione si occuperà della gestione e della programmazione della Casa del Cinema. È stato annunciato dal Presidente della Fondazione, Gian Luca Farinelli, con Paola Malanga, Direttrice Artistica della Festa, e Francesca Via, Direttrice Generale; le attività di Fondazione Cinema per Roma saranno realizzate grazie al sostegno di Ministero della Cultura, Roma Capitale, Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma, Cinecittà S.p.A. e Fondazione Musica per Roma.
  • Circa duecento, tra divi e professionisti di Hollywood, si sono alleati alla lobby anti-armi fondata da Jim Brady, l’allora portavoce del presidente Ronald Reagan rimasto paralizzato in seguito all’attentato del 1981 contro il capo della Casa Bianca. I vip di Hollywood hanno firmato un manifesto che impegna a limitare la violenza da armi da fuoco nei film presentando l’uso delle armi in modo sicuro e responsabile. L’iniziativa include una lettera aperta contenente proposte che invitano a rappresentare “buone pratiche” di possesso delle armi e le conseguenze nefaste per chi le usa in modo sconsiderato. Si chiede in particolare di limitare le scene che includano minori e fucili e pistole, alla luce del fatto che le armi sono diventate negli Usa la prima causa di morte per bambini e adolescenti. In un comunicato della Brady Campaign Against Gun Violence si legge infatti: «Hollywood ha già offerto modelli di come si può cambiare la nostra cultura. Lo ha fatto col fumo, l’uso delle cinture di sicurezza, le gravidanze delle teen-ager, la parità di diritti dei gay anche sul fronte del matrimonio». Tra i firmatari Shonda Rhimes, Judd Apatow, Jimmy Kimmell, John Glickman, Edoardo Ponti, Simon Kinberg, Damon Lindelof, Adam McKay, Hannah Minghella, Julianne Moore, Eli Roth, Mark Ruffalo e Amy Schumer.
  • Si terrà domani, 16 giugno, all’Auditorium della Conciliazione, in Roma, l’anteprima istituzionale del film ‘Dante’, ultima fatica di Pupi Avati. Il Maestro bolognese porterà con sé il cast della pellicola: Sergio Castellitto, Alessandro Sperduti, Carlotta Gamba, Enrico Lo Verso, Alessandro Haber, Leopoldo Mastelloni, Milena Vukotic, Morena Gentile; alla serata è prevista la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati e del presidente della Camera, Roberto Fico; il nutrito parterre sarà formato anche da Marco Bellocchio, Fabrizio Gifuni, Sonia Bergamasco, Renzo Arbore, Sergio Cammariere, Franco Nero, Carlo Fuortes, Nicola Maccanico, Gianni Letta.
    Per vedere il ‘Dante’ di Pupi Avati, prodotto da DueA Cinema con Rai Cinema, distribuito da 01, i comuni mortali dovranno aspettare il Read the rest of this page »

Sanremo 2023, per chi fosse interessato…

Aggiornamento: per un incidente tecnico, che non sappiamo se attribuire al Paradiso o all’Inferno, la seconda parte del post non è piú visualizzabile. Qui il pdf di Mamma Rai.

Per chi fosse interessato, nel 2023 il festival di Sanremo vivrà dal 7 all’11 febbraio. Venticinque i campioni in gara, inclusi i tre finalisti di Sanremo Giovani, che dovranno partecipare con un brano diverso rispetto a quello proposto a dicembre. La quarta serata sarà dedicata alle cover di brani che siano usciti dal 1° gennaio 1960 al 31 dicembre 1999, reinterpretati dagli artisti con un ospite approvato dalla direzione artistica. Qui di seguito, senza ulteriori indugi, il regolamento completo per come comunicato da Mamma Rai: Read the rest of this page »

spicchi d’arte tra baffi di storia (95)

  • Aggiornamento 13 giugno: interpellato da Vladimir Luxuria sulla possibilità di una piazza Carrà anche a Roma, il sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri, ha risposto “ci stiamo pensando”. Purtroppo, oltre alla politica, in queste cose è lenta anche l’italica burocrazia: affinché una piazza o una via possa essere dedicata ad una persona nota devono decorrere almeno dieci anni… 
  • Dove c’era l’erb… pardon, dove c’è sempre stata Plaza del Olivo, con tanto di ulivo secolare al centro, nascerà “Plaza Raffaella Carrà”. Nascerà a Madrid, come anticipavamo l’anno scorso, tra i quartieri di Malasaña e Chueca (quartiere gay di Madrid), tra calle Fuencarral e calle Augusto Figueroa.  L’inaugurazione avverrà mercoledí 6 luglio, contestualmente ai festeggiamenti del Pride.
  • Alessandro Giacobbe, amministratore delegato di Academy Two e presidente della società Alesbet, ha scritto al responsabile MiC Dario Franceschini per sensibilizzarlo sul fatto che, a Genova, il Cinema Sivori, la sala piú antica d’Italia, e altre sale storiche della città, “corrono il serio pericolo di interrompere la loro attività, così come centinaia di altre sale cinematografiche italiane gestite da piccole aziende italiane che costituiscono una rete garante della diversità e molteplicità dell’offerta culturale“. Il Sivori “nel 1896 proiettò le prime immagini in movimento dei fratelli Lumière e da allora è rimasto fedele alla sua missione di divulgazione della settima arte, oltre ad essere noto alle cronache perché sede, nel 1892, dell’assemblea costituente il Partito Socialista Italiano” ricorda Giacobbe; in Italia “quasi mille cinema sono sale di città e di provincia che si stanno battendo per sopravvivere, gestite in buona parte da esercenti che sono operatori culturali e organizzano incontri, rassegne, dibattiti, collaborazioni con le scuole, attenti all’adeguamento strutturale e tecnologico per stare al passo con le esigenze degli spettatori“. Adesso gli esercenti “hanno necessità di riabituare il pubblico alla frequentazione con film prodotti per la sala ed in esclusiva di sfruttamento per un periodo adeguato che non potrà mai essere oggetto di un accordo tra attori della filiera divisi da esigenze che poco attengono alla sfera socio culturale alla quale il suo ministero – sottolinea ancora – dovrebbe far riferimento, intervenendo in autonomia con una normativa ragionevole che fissi l’intervallo tra l’uscita in sala ed i successivi sfruttamenti in 180 giorni almeno per un periodo transitorio post emergenza (pur con alcune ragionevoli eccezioni)“.
  • ‘Margherita. La voce delle stelle’ è il documentario che Rai 3 sta preparando in occasione del centesimo anniversario di Margherita Hack. Coproduzione Rai Documentari e Minerva Pictures Group, il documentario è girato a Firenze, al Teatro Puccini ed al Museo Galileo, e raccoglie testimonianze, tra le altre, di Stefano Sandrelli, autore e astrofisico, e di Gabriella Greison, fisica, scrittrice e drammaturga. Un racconto impreziosito, oltre che dalle testimonianze, da molto materiale inedito, registrazioni originali sinora inedite conservate da Federico Taddia, autore del documentario insieme con Laura Allievi e Samuele Rossi, che ne firma la regia.
  • Avrà la firma del Maestro Marco Tutino, invece, l’opera lirica ‘Falcone e Borsellino. L’eredità dei giusti’, dedicata ai due magistrati uccisi dalla mafia, nell’anno del trentesimo anniversario. Debutterà il 19 luglio al Teatro di Verdura, da sempre utilizzato per le rappresentazioni estive del Teatro Massimo di Palermo.
  • La città di Torino celebra invece Erminio Macario, attore comico e uomo di teatro, a centovent’anni dalla nascita. L’associazione Linguadoc, sostenuta dal Consiglio regionale del Piemonte, ha organizzato un ricco programma d’eventi, tra cui, venerdí 17, al teatro Gobetti, la serata-evento ‘Ciak si gira, La Mole di Macario’. Sul palcoscenico dei ricordi ci saranno Margherita Fumero, Arturo Brachetti, Valerio Liboni, Bruno Quaranta, Franco Barbero, Danilo Bruni. 
  • Con riguardo al primo film diretto da Stanley Kubrick, ‘Fear and Desire’, la Biennale.org ci racconta quanto segue: Read the rest of this page »
Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: