Get a site

musica

Roberto Bolle e… altri demoni (2)

  • Avranno luogo il 4 ed il 5 giugno prossimi le serate dei Music Award 2019, orbi quest’anno della collaborazione con Wind (pertanto Music Award tout court e non Wind Music Award, come avvenuto anche nel 2014). Le due serate andranno in onda su Rai 1, che aggiungerà un terzo appuntamento mercoledí 12 giugno con uno speciale “dietro le quinte”, contenuti inediti e “meglio di”. Ecco alcuni dei cantanti che saliranno sul palco: Mika, Francesco Renga, Giusy Ferreri, Paola Turci, i Modà, Ron, Laura Pausini con Biagio Antonacci, Il Volo, Elisa, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Annalisa, Francesco Gabbani, Raf con Umberto Tozzi, Alessandra Amoroso, Gigi D’Alessio, Enrico Nigiotti, Anna Tatangelo, i Negrita, Levante, Nek, Baby K, Fred De Palma, Loredana Bertè, i Boomdabash, Achille Lauro, Takagi & Ketra, Antonello Venditti, Cristina D’Avena, Emis Killa, Ligabue, Salmo, Fiorella Mannoia, la Dark Polo Gang, J-Ax, i Maneskin, Gué Pequeno, Luchè, Mahmood, Biondo, i Thegiornalisti, Marco Mengoni, Gazzelle, Sfera Ebbasta.
  • Figli neghittosi? Fanciulli indisponenti? Alunni svogliati? Sono aperti i casting per la quarta edizione de ‘il Collegio’, il riuscito docu – reality di Rai 2. La redazione del programma cosí si esprime: “Hai un figlio/a adolescente che ha bisogno di nuove sfide per imparare a conoscersi meglio, per passare più tempo con i suoi coetanei, fare pace con l’autorità e, soprattutto, per risolvere il rapporto troppo stretto con il suo telefono cellulare? Fallo partecipare al programma televisivo per ragazze e ragazzi tra i 14 e i 17 anni!”. Il modulo d’iscrizione è disponibile sul sito di Magnolia tv, sarà poi necessario fare un provino.
  • Ha preso il via ieri, alle 23.45, su Rai 3, ‘L’ora della legalità’, trasmissione a cura di Loris Mazzetti che “nasce con l’intento di (more…)

#1maggio: concerti, arte, bellezza

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
Chi lavora con le sue mani, la sua testa ed il suo cuore è un artista”
.
(Louis Nizer)

Il 1° maggio, festa dei lavoratori (nel senso piú ampio del termine) si circonda di bellezza, dalla musica alle arti figurative. In questa sede si vogliono segnalare le aperture dei musei, quelle di Cinecittà, i mitici “concertoni” di Roma e Taranto.

  1. Cinecittà comunica che il 1° maggio le mostre e i set aperti saranno visitabili per tutta la giornata. Muoversi per i viali alberati di via Tuscolana 1055, in mezzo a suggestioni d’ogni tipo, potrebbe essere un modo davvero suggestivo per trascorrere una giornata di vacanza, magari dopo aver lungamente riflettuto sul significato della ricorrenza.
  2. Sarà possibile, nondimeno, visitare numerosi musei e monumenti.

spicchi d’arte tra baffi di storia (57)

  • La stagione 2019 – 2020 del Teatro alla Scala comincerà con la ‘Tosca’ di Giacomo Puccini, interpretata da Anna Netrebko e diretta da Riccardo Chailly. Sarà il primo dei quindici titoli d’opera che, con sette spettacoli di balletto, caratterizzeranno il prossimo cartellone scaligero, nel quale figurano anche ‘il Trovatore’, ‘Tannhauser’, ‘Salomè’ diretta da Chailly, ‘Un ballo in maschera’ diretto da Gabriele Salvatores, con costumi di Dolce & Gabbana e Zubin Mehta a dirigere l’orchestra. Quanto a Tersicore, sono in programma ‘Romeo et Juliette’ di Gounod, ‘Il turco in Italia’ e ‘Il viaggio a Reims’, ‘Pelléas et Mélisande’ di Debussy, ‘L’amore dei tre re’ di Montemezzi, ‘Fedora’ di Giordano’, ‘Semele’ di Haendel, un Dittico contemporaneo e la ‘Gioconda’ di Ponchielli. Si dovrebbe parlare di tutto questo, un po’ anche approvare il bilancio, nel consiglio d’amministrazione della Scala, fissato al 29 aprile.
  • Ron Howard, invece, si occupa di Pavarotti, in un film biografico (suole usare il termine ‘biopic’) che nasce come una coproduzione tra Gran Bretagna e Stati Uniti, è stato finanziato interamente da Polygram Entertainment della Universal Music e Decca Records, casa discografica del tenore, e sarà nelle sale il 7 giugno, distribuito da Cbs Films. In Italia i diritti sono stati acquistati da TimVision e Wildside. Il titolo? ‘Pavarotti – Genius is forever’!
  • Un altro biopic, se cosí li si vuol chiamare, sarà invece dedicato a Robert Johnson. Ci risulta da attendibile fonte che il Johnson, prima di diventare il miglior blues man di tutti i tempi, non volasse particolarmente alto. Divenne bravissimo in un lasso di tempo esiguo e questo diede adito a speculazioni interessanti, tra cui quelle che avesse fatto uso di riti voodoo o che avesse venduto l’anima al Diavolo. (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (56)

  • A seguito dell’intervenuta liberalizzazione del mercato dell’intermediazione dei diritti d’autore, SIAE, Soundreef ltd e LEA comunicano d’aver raggiunto un accordo finalizzato a definire tutte le controversie in essere tra le parti e a prevenire l’insorgerne di ulteriori. L’accordo mira, fermo restando il rapporto di concorrenza tra le parti, a garantire il buon funzionamento del mercato nell’interesse innanzitutto dei titolari dei diritti d’autore nonché degli utilizzatori. Le Parti hanno convenuto su un insieme di principi quali la definitiva intervenuta liberalizzazione del mercato (sebbene nei limiti dettati dal Decreto legislativo 35/2017), il riconoscimento da parte di SIAE della legittimità di LEA a (more…)

maestri a confronto

Du bist eine Musiker!” (“Tu sei un (vero) musicista!“)
Herbert von Karajan al M° Nicola Leonardo Sgrò
Si è calcolato che, per capire tutte le sfumature e le ironie che ci sono in Topolino,  alcune persone dovrebbero avere almeno  vent’anni!
il professore universitario di Retorica e Stilistica
Ho avuto spesso la fortuna di essere molto vicino alla gente: a 40 anni ho avuto il privilegio di poter donare midollo osseo a una persona salvandogli la vita.”
Fabrizio Frizzi

La vita dà, la vita prende; i Maestri bisogna sceglierseli bene ed ascoltarli con tutta l’attenzione di cui si è capaci, finché si ha possibilità di farlo. (more…)


a volte ritornano (21) (con un po’ di presente…)

Aggiornamento 4 marzo: sebbene l’argomento sia relativo a un altro post, ci preme informare che il programma ‘Le Meraviglie’, con Alberto Angela, comincerà il 12 marzo piuttosto che il 5, come inizialmente comunicato.

  • Si fa la serie tv su Calciopoli? Sí, per Sky, sarà pronta tra un anno. Ma non sarà su Luciano Moggi, scudetti e partite comprate, come la volevo. Sarà sui procuratori. Le società incombono, la Fiat e non solo. Mi accontento. Siamo un Paese che non vuole diventare adulto”. Luca Barbareschi, direttore artistico del Teatro Eliseo di Roma, al quotidiano ‘La Verità’. (Askanews, Roma, 3 marzo)
  • L’avventura televisiva de ‘Il Nome della Rosa’ inizia lunedí 4 marzo 2019, su Rai 1. Dopo la trasposizione cinematografica del 1986, il romanzo di Umberto Eco, venduto cinquantacinque milioni di volte in tutto il mondo, vive anche sul piccolo schermo in una serie televisiva che vanta un cast stellare: John Turturro è Guglielmo da Baskerville, monaco francescano inglese estremamente arguto; Damian Hardung è Adso da Melk; Rupert Everett è Bernardo Gui, domenicano francese già inquisitore e persecutore di streghe, eretici e stregoni. Considera le donne una manifestazione del demonio. Conosce  Guglielmo da tempo e quegli è al corrente di un suo segreto. Alessio Boni è Dolcino, capo della setta dei dolciniani (si rimeditino, in mancanza d’altro, i manuali di liceo); Fabrizio Bentivoglio (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (52)

  • In trepidante attesa degli Oscar per il 2019, possiamo dare un’occhiata ai premi César, assegnati dall’Académie des arts et techniques du cinéma e corrispondenti francesi delle preziose statuette americane. La quarantaquattresima cerimonia di premiazione si è svolta ieri sera, venerdí 22 febbraio, alla Salle Pleyel di Parigi. Il film ‘Les frères Sisters’ (The Sisters Brothers) di Jacques Audiard, ha ottenuto quattro premi (Miglior Regia, Miglior Fotografia: Benoît Debie, Miglior Scenografia: Michel Barthélémy, Miglior Suono: Brigitte Taillandier, Valérie De Loof, Cyril Holtz), ex aequo con ‘Jusqu’à la garde’ (‘L’affido – Una storia di violenza’), scritto e diretto da Xavier Legrand, (Miglior Film, Miglior Attrice, Léa Drucker, Miglior Montaggio, Yorgos Lamprinos, Miglior Sceneggiatura Originale); il César per il Miglior Film Straniero è stato attributo a ‘Une Affaire De Famille’, di Irokazu Kore-Eda. L’elenco completo dei riconoscimenti è disponibile a fine post.
  • È previsto per il 1°marzo, alle ore 16, nel carcere di Rebibbia, già teatro delle avventure narrate in ‘Smetto quando voglio’, il debutto dello spettacolo (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (51)

Aggiornamenti 18 febbraio: c’è tempo fino a mercoledí prossimo, 20 febbraio, per vedere ‘Leonardo – Cinquecento’, film documentario di Francesco Invernizzi per Magnitudo Film, distribuito in collaborazione con Chili. Gradevole e multidisciplinare, con molti riferimenti all’attualità. Il 4 aprile uscirà invece ‘Io, Leonardo’, di Jesús Garcés Lambert, con Luca Argentero, prodotto da Sky con Progetto Immagine, distribuito da Lucky Red; tale pellicola si prefigge di portare “lo spettatore alla scoperta dell’uomo, il pittore, lo scienziato e l’inventore, attraverso un viaggio (…) nella mente di Leonardo Da Vinci”. È stato presentato ieri, 17 febbraio, al ‘Los Angeles – Italia Film Festival’ (⇓).
Aggiornamenti 17 febbraio: comincia oggi l’edizione 2019 del ‘Los Angeles – Italia Film Festival’, cui si è accennato in altra sede. In questa, sarà sufficiente aggiungere che la kermesse riconoscerà doverosi tributi ai fratelli Taviani e a Bernardo Bertolucci.

Quanto ad Alberto Angela, le sue ‘Meraviglie’ ricominciano il 12 marzo, per quattro emozionanti martedí: il 12 marzo saranno trattate Costiera Amalfitana, Piazza Navona a Roma e la città di Mantova; il 19 marzo Ravenna, la Sardegna ed il Teatro San Carlo di Napoli; il 2 aprile, con un salto di una settimana, Urbino, Lecce ed il Monte Bianco; il 9 aprile Parma, le Grotte di Frasassi e la Val di Noto.

  • La cerimonia di premiazione della sessantanovesima edizione del Festival del Cinema di Berlino si è aperta con un omaggio all’attore Bruno Ganz, scomparso oggi (RIP ♥); la giuria presieduta da Juliette Binoche e composta da Sandra Hüller, Justin Chang, Sebastián Lelio, Rajendra Roy, Trudie Styler ha conferito l’Orso d’Oro all’israeliano ‘Synonyms’, di Nadav Lapid mentre il Gran Premio della Giuria è andato a ‘By the Grace of God’ (‘Grâce à Dieu’), di François Ozon, sulla pedofilia nella chiesa. Orso d’Argento per la Miglior Regia ad Angela Schanelec (‘I Was at Home, but’) mentre i premi al Miglior Attore e alla Miglior attrice sono andati ai cinesi Wang Jingchum e Jong Mai, protagonisti del film ‘So Long, My Son’. L’italianissima ‘Paranza dei bambini’ è stata premiata con l’Orso d’Argento per la Miglior Sceneggiatura, scritta dal regista Claudio Giovannesi, dallo scrittore Roberto Saviano e da Maurizio Braucci. È stata anche ricordata (e riascoltata) Aretha Franklin, protagonista del documentario fuori concorso ‘Amazing Grace’.
  • 007 cambia data. ‘Bond 25’, il prossimo capitolo delle avventure dell’agente segreto al servizio di Sua Maestà, sarà nelle sale cinematografiche l’8 aprile del 2020. L’hanno annunciato oggi, 16 febbraio, i produttori G. Wilson e Barbara Broccoli.
  • Con riguardo alla possibilità che, alla cerimonia del 24 febbraio, alcune categorie degli Oscar non siano premiate in diretta, l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha (more…)

giornata e settimana della memoria 2019

Aggiornamento 27 gennaio, Giorno della Memoria: è nelle sale, a partire da oggi, ‘Chi scriverà la nostra storia?’, di Roberta Grossman, prodotto da Nancy Spielberg e tratto dall’omonimo libro dello storico Samuel Kassov sull’archivio segreto del ghetto di Varsavia. Il film è distribuito da Wanted Cinema e Feltrinelli Real Cinema in tutto il mondo, in quindici lingue con trecento proiezioni in contemporanea e ricostruisce il lavoro clandestino compiuto da un gruppo di giornalisti, ricercatori e capi della comunità ebraica, chiamato in codice Oyneg Shabes, per testimoniare, con racconti scritti le atrocità naziste e le condizioni inumane in cui furono costretti a vivere nel Ghetto di Varsavia, 450 mila ebrei lì rinchiusi dal 1940 al 1943.

La presenza dell’odio oggi si dà per scontata e non si fa abbastanza per contrastarla”

Steven Spielberg

Il pensiero di Steven Spielberg, fondatore della ‘Shoah foundation’ e autore di quello ‘Schindler’s List’ che torna, fino al 27, nelle sale cinematografiche italiane in versione restaurata, sembra la migliore introduzione alle iniziative che, anche quest’anno, saranno rivolte al ricordo della Shoah e, piú in generale, al dolore che venne follemente impartito a ebrei, omosessuali, zingari in una delle pagine piú orrende della storia. Quanto a Spielberg, vogliamo anche ricordare che il regista ha finanche allargato gli spazi della Fondazione presso la University of Southern California e nuove tecnologie consentono ai visitatori di “conversare” con sedici sopravvissuti a genocidi sulla base di specifici schemi verbali e una lista programmata di duemila domande.
Come si ricorderà, la data scelta dall’ONU nel 2005 è il 27 gennaio, ricorrenza della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz. Già da qualche giorno, tuttavia, le reti televisive e le istituzioni culturali (more…)


Attila e altri demoni

Italian is useful for Opera’

un’amica di Los Angeles, molti anni fa

La rappresentazione di ieri dell’‘Attila’ al Teatro alla Scala è stata semplicemente sublime; senza scendere nei dettagli, vogliamo tributare con semplicità i sensi dell’approvazione piú sincera.
Il teatro dell’opera è, storicamente, uno dei massimi motivi d’orgoglio del nostro Paese ed è bello ricordare che ha, tra i suoi meriti, quello di promuovere la lingua italiana, la quarta piú studiata al mondo. È in essere, peraltro, la richiesta all’Unesco di riconoscere l’opera lirica italiana Patrimonio Immateriale dell’Umanità.
Fa male al cuore, pertanto, che un asset cosí importante del nostro sistema culturale versi in una situazione economica delicata.
Il problema è stato recentemente trattato in un interessante articolo su Corriere.it, (more…)


spicchi d’arte tra baffi di storia (48)

Aggiornamento 5 gennaio 2019: sono stati comunicati ufficialmente i conduttori del festival, Claudio Bisio e Virginia Raffaele, che saranno sul palco con Claudio Baglioni.
Aggiornamenti al 21 dicembre: Claudio Baglioni ha comunicato ufficialmente i cantanti Big che prenderanno parte alla prossima edizione del festival di Sanremo. Essi, con rispettive canzoni, sono  (more…)


festival a confronto (32)

  • L’avventura del trentaseiesimo Torino Film Festival comincia oggi, 23 novembre 2018, per concludersi nel primo giorno di dicembre. Come di consueto, l’edizione è stata presentata con una doppia conferenza stampa, alla Casa del Cinema di Roma e al Cinema Massimo di Torino; la direzione artistica è di Emanuela Martini, la madrina è Lucia Mascino. Sul manifesto ufficiale c’è Rita Hayworth, dal film ‘Non sei mai stata cosí bella’ (‘You Were Never Lovelier’, di William A. Seiter,1942), interpretato dalla Hayworth insieme con Fred Astaire. Il cartellone, ricavato da una selezione di  piú di quattromila titoli, prevede centotrentatré lungometraggi (trentasei opere prime e seconde), ventitré mediometraggi e ventidue cortometraggi, con trentaquattro anteprime mondiali, ventitré internazionali e cinquantanove italiane. L’apertura di stasera è affidata a (more…)

Morricone: the 90 of a Maestro!

best wishes

to the biggest

Maestro

of Cinema and TV music

in the history!

official Ennio Morricone website


spicchi d’arte tra baffi di storia (47)

  • Ovidio, autore martire dei programmi italiani ma lettura tra le nostre preferite, sta avendo delle piccole rivincite.
    • È in corso da qualche giorno, infatti, presso le Scuderie del Quirinale, la mostra ‘Ovidio. Amori, miti e altre storie’, a lui dedicata nel bimillenario dalla morte: gioielli, affreschi, quadri, sculture… per presentare “la cultura e la società della Roma della prima età imperiale, ricostruita attraverso il filtro dei testi ovidiani“.
      Come ricordato in altre sedi, Ovidio all’estero ce l’invidiano e la sua non sufficiente fortuna in Italia è davvero un mistero. Che non sia, a limite, ulteriore retaggio dell’editto di Augusto, che lo confinò a Tomi per motivi mai perfettamente precisati*
      Le ‘Metamorfosi’ dell’autore di Sulmona sono rimaste nella storia della cultura in modo indelebile e sono state declinate nelle forme piú disparate, in omaggio a tutte le Muse, dalla prima all’ultima.
    • È uscito di recente, infatti, il saggio (more…)

a volte ritornano (20)

  • Lo ‘Show dei Record’, legato all’assegnazione dei Guinness dei Primati, è stato uno degli appuntamenti istituzionali di Canale 5, dal 2006 al 2015. Galeotto un calo inesorabile d’ascolti, il format è stato abbandonato dal Biscione e passa adesso su Tv8, dove diventerà ‘la Notte dei Record’ e sarà condotto da Enrico Papi, già alle prese con ‘Guess My Age’ sulla medesima emittente del gruppo NewsCorp. (per la precisione, Nuova Società Televisiva Italiana S.r.l.). Non si conosce ancora il giorno di programmazione.
  • Il 5 novembre 2018 ricorre il centenario della nascita di Ingmar Bergman e la Cineteca di Bologna porta in sala il restauro de (more…)

non mi sono scordato di te…

In una canzone,
come in un essere umano,
la musica corrisponde all’apparato locomotore,
il testo agli organi interni
Pasquale Curatola

 
Era il 9 settembre di vent’anni fa quando l’universo, che tanto spazio aveva trovato dentro lui, chiamava a sé Lucio Battisti e gli chiedeva di raggiungere le altre stelle che già lo puntellavano.
La sua stagione piú fortunata s’era conclusa vent’anni prima, nel 1978, con contestuale rinuncia alle apparizioni in pubblico, eppure la mia generazione (more…)


brevi dai media (75)

il manifesto della-mostra del-cinema di-venezia 2018 di lorenzo mattotti ispirata a Sasha Grey
  • Il governo cinese ha negato il rinnovo del visto a Megha Rajagopalan, giornalista di ‘Buzzfeed’, mettendola nelle condizioni di dover lasciare il Paese. La Rajagopalan, in Cina da sei anni, prima per Reuters, poi per ‘Buzzfeed’, si era guadagnata notorietà per i suoi articoli sulla provincia autonoma dello Xinjiang, dove vive la minoranza musulmana uighura, che lamenta forti discriminazioni da parte del governo di Pechino e costituisce uno dei temi piú delicati per il governo cinese. Casi del genere si erano già verificati in passato, con altri giornalisti.
  • Eppure (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (39)

Aggiornamento 17 agosto: nell’ambito della tesa dialettica tra mezzi di comunicazione e Casa Bianca, il presidente Trump sul suo profilo Twitter ha rilasciato dichiarazioni del tipo “I mezzi di comunicazione fake new‎s sono il partito d’opposizione. E questo è male per il nostro grande Paese. Ma stiamo vincendo!“, “Non c’è nulla che vorrei di piú per il nostro Paese che la vera LIBERTÀ DELLA STAMPA. Il fatto è che la Stampa è LIBERA di scrivere e dire tutto ciò che vuole ma molto di quello che dice sono FAKE NEWS, spingendo un’agenda politica o semplicemente cercando di ferire le persone. L’ONESTÀ VINCE!“.

  • Donald Trump e i mezzi di comunicazione statunitensi sono ai ferri corti. Oggi, 16 agosto, per la prima volta nella storia, oltre duecento testate, compresi alcuni dei grandi network televisivi, radiofonici e web, escono con degli editoriali che, tutti insieme, stigmatizzano la campagna del Presidente degli Stati Uniti, che li considera “nemici del popolo”. Prsa, la Public relations association of  America,  per la prima volta nella sua lunga storia, uscirà con un testo di pieno sostegno.
  • Il 16 agosto compie gli anni, e ne compie sessanta, Louise Veronica Ciccone, meglio nota come Madonna. Si vociferava che volesse festeggiare con un viaggio nel sud Italia ma, a quanto pare, sta festeggiando in Marocco, a Marrakech.
  • Ci ha lasciati Aretha Franklin, maestra e icona della musica gospel, soul e R&B. Nomen omen: aretè (ἀρετή), in greco antico, significa proprio (more…)

brevi dai media (73)

Aggiornamento 13 ottobre 2018: La sessione del Comitato olimpico internazionale (Cio) ha approvato le candidature di Milano – Cortina, Calgary e Stoccolma, come possibili città organizzatrici per i Giochi olimpici invernali del 2026.Il rapporto sulle tre città è stato sottoposto all’assemblea dal vicepresidente Juan Antonio Samaranch, il quale ha sottolineato che “ci si trova davanti a tre candidature solide, in città che hanno strutture efficienti, e grande esperienza di organizzazioni di eventi internazionali”. Nella documentazione allegata al Rapporto, Samaranch ha incluso un sondaggio d’opinione pagato dallo stesso Cio realizzato nelle possibili sedi, riguardante il sentimento della popolazione: il 49% degli abitanti di Stoccolma accolgono i Giochi del 2026 con favore, e questo accade per il 54% degli abitanti di Calgary e per l’83% di Milano – Cortina. A livello regionale, sono a favore il 71% dei lombardi e l’82% dei veneti.
Aggiornamenti 1° ottobre 2018, il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, ha dichiarato: “Il Coni ha ufficializzato che la candidatura italiana per i Giochi olimpici invernali 2026 sarà quella di Milano-Cortina. Il presidente Giovanni Malagò mi ha telefonato comunicandomi formalmente che il Coni ha presentato la candidatura di Milano-Cortina, quindi Lombardia e Veneto per l’Italia ai prossimi Giochi 2026“. Da parte sua, il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, ha confermato: “Stamattina ho parlato con il presidente del Coni, Malagò, il quale mi ha annunciato ufficialmente la sua firma sull’atto di candidatura Milano-Cortina alle Olimpiadi della neve 2026. Siamo ovviamente felicissimi di questa scelta. Ringrazio il Governo, il Coni e tutti gli interlocutori che in questi mesi hanno lavorato per questa candidatura che onoreremo lavorando a testa bassa perché rimanga nella storia come un’Olimpiade memorabile. Avanti tutta!“. Zaia ha inoltre precisato: “A tutti appuntamento a giovedí alle 12 a Venezia per la prima riunione operativa, con il sindaco di Milano Sala, il sindaco di Cortina, Ghedina, e con il mio collega della Lombardia, Fontana”.

Aggiornamento: la Lega Serie B ha concesso in esclusiva alla Rai i diritti televisivi (per gli highlights) e radiofonici del campionato, per il triennio 2018 – 2021. Secondo indiscrezioni, la cifra della transazione sarebbe superiore al milione e mezzo di euro.

  1. Hillary Clinton, sconfitta da Donald Trump alle recenti Presidenziali, collaborerà con il regista Steven Spielberg alla produzione di un progetto televisivo sul movimento delle suffragette americane. L’ex Segretario di Stato Usa diventerà produttrice esecutiva insieme alla Amblin TV, società di Spielberg che ha acquistato i diritti per l’adattamento televisivo del libro di Elaine Weiss ‘The Woman’s Hour: The Great Fight To Win The Vote’, pubblicato da Viking nel marzo 2018. Come intuibile, nel libro della Weiss è raccontata la difficile battaglia che le donne dovettero combattere per vedersi riconosciuto il diritto di voto, l’approvazione del 19° emendamento e la conquista del suffragio universale (Civil Rights Act). A motivare, almeno parzialmente, Hillary Clinton alla realizzazione della serie televisiva, sarebbe un parallelo, individuato già da Elaine Weiss nel libro, tra movimento delle suffragette ed elezioni presidenziali 2016. Il prodotto finito potrebbe essere acquistato e trasmesso da una canale via cavo o da una piattaforma di streaming (HBO, Showtime, Netflix, Apple, Amazon o Hulu).
  2. Il Comitato olimpico internazionale (Cio) ha accolto positivamente la candidatura unitaria di Milano, Torino e Cortina per le Olimpiadi del 2026, avanzata dal Coni: «Benvenuta alla candidatura italiana a tre città per le Olimpiadi invernali del 2026. Il Cio (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (37)

  • È stato presentato in anteprima all’Ischia Global Film & Music Festival l’atteso ‘the Man who killed don Quixote’, di Terry Gilliam, nelle italiche sale in autunno con M2 Pictures. Gilliam, felice per aver realizzato il primo film western della sua vita, nonché un suo grande sogno, ha dichiarato che il film “s’è fatto da solo” e che quanto successo nei ventinove anni di gestazione ha contribuito alla creazione di un film migliore di quanto sarebbe stato altrimenti, con un cast perfetto.
  • Vedeva la luce cinquant’anni fa, invece, il ‘Romeo & Giulietta’ di Zeffirelli. Per celebrare la pellicola, è organizzata una mostra al Palazzo Piccolomini di Pienza (Siena), dove ebbero luogo le riprese; dal 28 luglio al 6 gennaio sarà possibile ammirare le foto di scena, le foto dal set, i costumi originali di Danilo Donati, all’epoca premiati dall’Oscar.
  • A proposito di Oscar e di Hollywood, c’è tempo fino al 26 luglio per (more…)

il canto di Maria Maddalena (2)

Maddalena, Maddalena, cosa c’è nel cuore tuo?
Stai cercando il tuo Signore ed il tuo Dio?
Maddalena, Maddalena, cosa cerchi intorno a te?
Il tuo Maestro, il tuo Signore tornerà!
(more…)


brevi dai media (70)

Aggiornamento 30 giugno, i vincitori dei Nastri d’Argento 2018:
Miglior film: ‘Dogman’ – Matteo Garrone
Regia: Matteo Garrone (‘Dogman’)
Miglior regista esordiente: Fabio D’Innocenzo, Damiano D’Innocenzo (‘La terra dell’abbastanza’)
Produttore: Archimede e Rai Cinema (Matteo Garrone e Paolo del Brocco – ‘Dogman’)
Soggetto: (more…)


spicchi d’arte tra baffi di storia (35)

  • La quattordicesima edizione del ‘Festival della canzone per bambini’ si è svolta a Baselga di Piné (TN), il 28 ed il 29 aprile ultimi scorsi; un’efficace sintesi è stata (ri)trasmessa in televisione venerdí 22 giugno su Tv2000 e si sono festeggiati, tra l’altro, i trent’anni d’attività del coro delle Piccole Colonne, diretto artisticamente da Adalberta Brunelli, tecnicamente da Luciano Arnesi. Ispirata al rapporto tra scienza e fede è sembrata la canzone ‘Caro Darwin’, nella quale si rende omaggio al padre dell’evoluzionismo ma gli si dice, al contempo, “Quella scimmia sarai tu!”. Appuntamento, adesso, all’edizione 2020…
  • L’edizione 2018 di ‘Altaroma’, kermesse dedicata al mondo della moda, vivrà dal 28 giugno al 1° luglio a Cinecittà, presso i Teatri 10, 12 e i set dell’antica Roma, grazie alla collaborazione tra gli Studi e l’Istituto Luce- Cinecittà. La manifestazione prevede anche la presentazione di un accordo di collaborazione tra il Parco Archeologico del Colosseo, rivolto a scuole e accademie per la progettazione delle divise per il personale del Parco. Quanto al legame tra cinema e moda, (more…)

quella direzione fina…

Claudio Baglioni ha accettato di “capitanare” il festival di Sanremo anche nella sessantanovesima edizione, in programma a febbraio 2019. Lo comunica una nota ANSA, che conferma il lungo corteggiamento di cui si parlava.
Mario Orfeo, direttore generale della Rai, ha dichiarato: (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: