Get a site

Cinema

a volte ritornano (36)

fase 4 Marvel
  • aggiornamento 24 novembre: è stato designato il film italiano che tenterà di concorrere nella categoria “Miglior film straniero” agli Oscar 2021.
  • Che Keanu Reeves sia una personcina squisita e oltremodo amabile è noto in ogni dove ma in questa sede si vuol ricordare come l’attore abbia rinunciato a circa 40 milioni di dollari, derivanti dai diritti back-end dell’atteso ‘Matrix 4’, per destinarli alla troupe, con specifico riguardo al reparto tecnico che vi ha lavorato. La decisione è stata svelata da un produttore di ‘Matrix 4’, che ha dichiarato che Keanu “sentiva che loro sono stati i veri autori del film e che dovevano prenderne parte”. Reeves aveva rinunciato a parte del suo compenso anche in passato, per consentire alle rispettive produzioni d’ingaggiare Gene Hackman per ‘Le riserve’ e Al Pacino per ‘L’avvocato del diavolo’.
  • Il sequel de ‘Il principe cerca moglie’ (‘Coming 2 America’) sarà distribuito su Amazon Prime Video, nel marzo del 2021. Il film, diretto da Craig Brewer, vede il simpaticissimo Akeem Joffer (Eddie Murphy) che, sul punto di diventare re di Zamunda, scopre di avere un figlio negli Stati Uniti, di cui non sapeva nulla. Dovrà, pertanto, tornare in America, nuovamente con il fido Semmi. ‘Coming 2 America’, diretto da Craig Brewer, sarebbe dovuto uscire in sala lo scorso agosto ma è stato rimandato a dicembre prima che scoppiasse la pandemia. Lo scorso ottobre Amazon Studios ha rilevato dalla Paramount i diritti globali per la distribuzione, per 125 milioni di dollari.
  • L’universo Marvel è sempre attuale e, in attesa delle nuove pellicole, si può dare un’occhiata a ‘Marvel 616’. Docu-serie tra le piú azzeccate, ‘Marvel 616’ è stata concepita da Marvel New Media con Supper Club per approfondire la saga e svelare agli appassionati nuovi dettagli sugli intrecci tra narrazione, cultura pop e fandom. È disponibile su Disney+ ed è sviluppata in otto emozionanti documentari: (more…)

#ioleggoperché, World TV Day, ultime su Cinecittà e spettacolo

#ioleggoperché2020
  • Come ogni anno, ricorre oggi, 21 novembre, il World Television Day. La Rai, Radio-Televisione italiana, Concessionaria di Stato per l’esercizio radiotelevisivo, ci ricorda con un comunicato l’importanza della ricorrenza e le iniziative prese per festeggiarla. Lo riproduciamo a fine post.
  • Nella legge di Bilancio è previsto che Istituto Luce, cui fanno capo dal 2017 gli studi di Cinecittà in via Tuscolana, si trasformi da S.r.l. in S.p.a. Un cambiamento di tal fatta consentirebbe di aprire ad altri soggetti pubblici, oltre al ministero dei Beni culturali e a quello dell’Economia. Per esempio, alla Cassa Depositi e Prestiti. Il ministro Franceschini, intervistato dai giornalisti del Sole 24Ore, ha dichiarato: (more…)

spicchi di speranza tra baffi di virus (5)

aggiornamento 24 novembre, h12.27: l’Italia ha deciso di candidare ‘Notturno’, di Gianfranco Rosi, alla 93ma edizione degli Academy Awards (Oscar) nella selezione per la categoria “International Feature Film Award”. Ha cosí votato la Commissione di selezione istituita dall’ANICA lo scorso luglio su incarico dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Simone Gattoni, Paolo Genovese, Carlo Poggioli, Cristina Priarone, Gloria Satta, Baba Richerme. ‘Notturno’ concorrerà per la definizione della shortlist che includerà i dieci film internazionali selezionati dall’Academy e che sarà resa nota il 9 febbraio 2021. L’annuncio delle candidature è previsto per il 15 marzo 2021 mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles il 25 aprile 2021. In bocca al lupo!

  • aggiornamento 20 novembre: con riguardo ai premi Oscar® 2021, proprio in queste ore la Francia ha scelto di candidare ‘Due’, opera prima del regista italiano Filippo Meneghetti. È la storia vera di due donne (interpretate da Barbara Sukowa e Martine Chevallier) che si amano da decenni. Dopo il debutto al festival di Toronto, ‘Due’ è passato in anteprima alla Festa di Roma e ha collezionato in tutto il mondo recensioni lusinghiere.
  • Sono stati comunicati ufficialmente i venticinque film italiani tra i quali sarà scelto il candidato italiano all’Oscar® 2021 nella categoria International Feature Film Award. Come si sa, complici le attuali vicende, l’Academy ha autorizzato, accanto alle pellicole distribuite in sala, l’ammissione dei film usciti in streaming, su un arco temporale di quindici mesi piuttosto che dodici. La candidatura è stata quindi proposta da quei film che sono stati distribuiti – o che dovranno esserlo- nel periodo compreso dal  1° ottobre 2019 al 31 dicembre 2020. Martedí prossimo, 24 novembre, la commissione di selezione, istituita presso l’ANICA su richiesta dell’Academy, si riunirà per votare il titolo designato. L’annuncio ufficiale di tutte le candidature agli Oscar® è in calendario per il 15 marzo 2021, mentre la cerimonia di consegna delle preziose statuette Oscar avrà luogo il 25 aprile 2021. A fine post l’elenco completo dei gloriosi venticinque.
  • È stato anche istituito, in seno al MiBact, “il tavolo permanente per lo spettacolo e il cinema, necessario per l’ascolto costante di tutte le realtà di questi settori pesantemente colpiti dalla pandemia. Il dialogo continuo di questi mesi ha permesso di adottare importanti misure condivise. È ora di fare di questo dialogo un metodo di lavoro”. “Così il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, al momento della firma di un decreto che istituisce un tavolo permanente per lo spettacolo per l’emergenza Coronavirus, articolato in una sezione per lo spettacolo dal vivo e in una sezione per il cinema e l’audiovisivo. Nella sezione per lo spettacolo dal vivo, presieduta dal Direttore generale Spettacolo, è presente un rappresentante per ognuna delle seguenti organizzazioni: AFI, AGIS, AIDAP, ANEM, ANFOLS, Assolirica, Assomusica, ATIP, Bauli in piazza, CGIL, CISL, Cresco, Facciamo la conta, FAS, Federvivo, FEDITART, FEM, FIALS, FIME, FIMI, Italia live, La musica che gira, PMI, Squadralive, Scena Unita, UGL, UIL, UNITA. Nella sezione per il cinema e l’audiovisivo, presieduta dal Direttore generale Cinema e Audiovisivo, è presente un rappresentante per ognuna delle seguenti organizzazioni: 100 Autori, AGICI, ANAC, ANEC, ANICA, APA, APE, CGIL, CISL, CNA, FIDAC, UGL, UIL, UNITA, Univideo. Si tratta comunque di un tavolo aperto, che potrà sempre essere integrato da ulteriori associazioni od organizzazioni. Il tavolo esamina le problematiche connesse all’emergenza da COVID-19 nel settore di competenza e valuta l’adozione delle opportune iniziative relative alle misure per far fronte ai danni diretti e indiretti derivanti dall’emergenza sanitaria, con particolare riguardo alla tutela dei lavoratori.” (comunicato ufficiale MiBact)
  • Un’altra emergenza cui attribuire le dovute preoccupazioni in tempi di pandemia è quella della pirateria digitale. Federico Bagnoli Rossi, Segretario generale Fapav, nel corso dell’audizione in programma presso la VII Commissione del Senato della Repubblica (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport), ha dichiarato: (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (75)

  • Complimenti, Raffaella Carrà per la carrambata del Guardian! Il prestigioso quotidiano britannico ti ha dedicato un lungo articolo, intitolato “Ha insegnato all’Europa la gioia del sesso” (’Raffaella Carrà: the Italian pop star who taught Europe the joy of sex’), affermando senza mezzi termini che tu, paradigmatica show woman, sei stata «un’icona culturale che ha rivoluzionato l’intrattenimento in Italia» e hai «dato alle donne la possibilità di prendere l’iniziativa nella camera da letto»!
  • Felice compleanno, Carletto Verdone!
  • “Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, guidato dal Ministro Dario Franceschini, comunica che la Giuria per la selezione della città «Capitale italiana della cultura» 2022, presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni, dopo aver esaminato le ventotto candidature pervenute, ha selezionato i dieci progetti finalisti, così come previsto dal bando. Entrano, dunque, nella shortlist delle città che parteciperanno alla fase finale della procedura di selezione i seguenti Comuni e Città metropolitane, con i relativi dossier: 1. Ancona, Ancona. La cultura tra l’altro; 2. Bari, Bari 2022 Capitale italiana della cultura; 3. Cerveteri (Roma), Cerveteri 2022. Alle origini del futuro; 4. L’Aquila, AQ2022, La cultura lascia il segno; 5. Pieve di Soligo (Treviso), Pieve di Soligo e le Terre Alte della Marca Trevigiana; 6. Procida (Napoli), Procida Capitale italiana della cultura 2022; 7. Taranto, Taranto e Grecia Salentina. Capitale italiana della cultura 2022. La cultura cambia il clima; 8. Trapani, Capitale italiana delle culture euro – mediterranee. Trapani crocevia di popoli e culture, approdi e policromie. Arte e cultura, vento di rigenerazione; 9. Verbania (Verbano – Cusio – Ossola), La cultura riflette. Verbania, Lago Maggiore; 10. Volterra (Pisa), Volterra. Rigenerazione umana.

Le dieci città finaliste dovranno (more…)


Fedez e Speranza. E non per Carità.

Fedez, al secolo Federico Leonardo Lucia, ha lanciato l’iniziativa “Scena Unita”, in solidarietà ai lavoratori dello spettacolo fermi per colpa della pandemia. Dal suo profilo Twitter dichiara:

“2 Milioni di euro raccolti in due settimane per aiutare i lavoratori del mondo della musica e dello spettacolo, sembrava impossibile e invece con tanto lavoro ed entusiasmo sono felice che questa bellissima iniziativa abbia preso vita. Sono tanto tanto orgoglioso di questo!”

L’iniziativa è ancora in essere e, come chiarito dallo stesso rapper, “non è elemosina o carità ma (more…)


David, Greta e altri demoni

  • È iniziata ieri, 12 novembre, per concludersi il 3 dicembre, la sedicesima edizione del Mobile Film Festival. Rassegna tra le piú innovative, è dedicata ai cortometraggi che vantano una durata inferiore al minuto, particolarmente facili alla fruizione da smartphone e dispositivi mobili in generale. La selezione ufficiale prevedeva cinquanta film ma sono stati portati a sessanta in considerazione dell’alta adesione; gli organizzatori di chiarano infatti d’aver ricevuto 1130 film da 101 Paesi, il 57% realizzati da donne. I titoli italiani sono quattro: ‘Hot mess’, di Erica Muni, ‘Metti le scarpe’, di Beatrice Simonetti, ‘C’era una notte’, di Elettra Pierantoni e ‘Why my name?’, di Giansalvo Pinocchio. Temi principali sono il corpo delle donne, l’uguaglianza, l’identità, la libertà, la violenza contro le donne; alcune opere sono ambientate nel mondo professionale. Sottotitolati in francese, inglese, spagnolo e italiano, tutti i film sono pubblicati su YouTube, Twitter, Facebook, Instagram e LinkedIn.
  • Il David di Donatello si apre alle piattaforme. Viste le particolarità del transeunte, la Presidente Piera Detassis ed il Consiglio Direttivo dell’Accademia del Cinema Italiano all’unanimità hanno deciso che, esclusivamente per l’anno in corso, siano considerati eleggibili per le candidature dei Premi David di Donatello 2020/21 tutti i film italiani la cui uscita era stata prevista in origine per la sala e che invece, a causa dell’emergenza epidemica e della chiusura dei cinema in diversi periodi dell’anno, sono stati diffusi attraverso le piattaforme streaming e VOD (video on demand). In una nota, si legge testualmente che “L’Accademia, come esplicitato nell’Articolo 2 del regolamento, si allinea per questa edizione alle deroghe stabilite dai decreti ministeriali, assecondando criteri di ammissione al concorso più ampi ed inclusivi” con lo scopo, si legge anche, “di non penalizzare ulteriormente la nostra industria cine-audiovisiva e il tanto lavoro creativo dei talenti che la animano e ne determineranno certamente la ripresa. Il David, che rappresenta tutti i lavoratori, i mestieri, le categorie e le associazioni del cinema intende così esprimere vicinanza a tutti coloro che stanno affrontando con ansia, ma anche inesausta energia, modalità distributive restrittive inedite e più che mai complesse“.
  • Anche Greta Thunberg, nel suo piccolo, approda al cinema. On demand, a causa della pandemia, ma approda. Ancora quindicenne, la coraggiosa guerriera riuscì a riportare l’attenzione del mondo sul clima, sul riscaldamento globale, sullo sfruttamento indiscriminato delle risorse del pianeta. Diciassettenne, ha corso il rischio di vincere il Nobel per la Pace e ha liquidato con un “Donald, rilassati” le istanze dell’ex presidente americano. Come intuibile, Greta ha appoggiato Biden. Il film che la riguarda e ne tratteggia la figura è stato diretto da Nathan Grossman; già presentato alla Mostra del cinema di Venezia, sarà fruibile a partire da domani, 14 novembre, su Sky Primafila, Google Play, Infinity, Timvision, Chili, Rakuten TV, oltre a MioCinema e IoRestoInSala.
  • Efa in fundo, (more…)

festival a confronto (59)

Anche i festival cinematografici sono spicchi di speranza; in questa sede vogliamo citarne tre.

  • Il primo, il Medfilm Festival, parte proprio oggi, 9 novembre. “In questi 26 anni, in ognuna delle 26 edizioni, il MedFilm festival ha saputo ascoltare, accogliere ed interpretare le diverse esigenze e spinte del momento. Ogni volta ha saputo essere presente nel modo più coerente e adeguato, amplificando ciò che si udiva som­messamente, i linguaggi non decifrati: le voci di tutti i po­poli, le voci del Mediterraneo. E anche quest’anno, il 2020, in cui l’inatteso ha bussato alle porte di ciascuno di noi, il MedFilm, ha trovato il suo nuovo linguaggio, presentandosi puntuale all’ appunta­mento. Per nulla intimorito da un nuovo concetto di stare insieme, se ne fa portavoce e rilancia un nuovo orizzonte, lo ha sempre fatto e gli viene naturale. Della stessa natura dell’acqua, che tocca rive e ne portai messaggi e quando deviata acquista più forza, il MedFilm coglie la sfida al cambiamento e ne fa ricchezza. Il MedFilm c’è. Più di prima.” (⇐Ginella Vocca, Presidente e Fondatrice Medfilm Festival). “In questo momento in cui ogni realtà è chiamata a rein­terpretarsi e rimodellarsi, il Medfilm cambia forma. Lo fa uscendo dallo spazio fisico della sala e conquistando lo spa­zio virtuale dello streaming. Per questa 26° edizione il MedFilm spalanca le porte a tutti. Grazie ad una sinergica partnership con la piattaforma Mymovies, tutto il festival: 70 film tra lungometraggi, cor­tometraggi e documentari per 30 paesi rappresentati, di cui 38 film in anteprima italiana, 4 film in anteprima internazio­nale, 1 film in anteprima mondiale, Incontri professionali, in­contri letterari, masterclass, forum, sarà a disposizione di tutti, online dal 9 al 20 novembre. Il MedFilm cambia forma, ma non essenza. La sua es­senza, permane: tenace e fiduciosa. Capace di scorgere e creare bellezza. Ed è da qui, dalla chiara impalpabilità diquesta essenza che emana un messaggio che oggi, ancor più di ieri, ha bisogno di essere udito: spingerci oltre il noto.#anewtogether”.Nulla si compie di ciò che è atteso, ma un dio trova la via dell’inatteso” (Euripide, Le Baccanti) A questo link, il programma completo.
  • Il Torino Film Festival sarà presentato ufficialmente alla stampa mercoledí prossimo, 11 novembre. Dalle schermate del sito ufficiale si può già evincere quanto segue: “(…)La prossima edizione del Torino Film Festival era stata progettata in forma ibrida e prevedeva, oltre all’online, la realizzazione in sala come ogni Festival di Cinema dovrebbe poter fare. Purtroppo la situazione non lo permette e in questo momento tutto lo Staff, artistico e tecnico, sta lavorando per una versione online ricca e sperimentale. L’idea non è semplicemente quella di trasferire il TFF su piattaforma ma è quella di creare un vero palinsesto, un programma articolato che per tutta la durata del Festival (20-28 novembre) possa dare al pubblico una possibilità innovativa di fruizione, condivisione e partecipazione in attesa che le sale cinematografiche riaprano. Vi chiediamo ancora un po’ di pazienza. Al più presto pubblicheremo tutte le info utili per poter seguire il programma del TFF38.” (…) Come peraltro si ricorderà, “il Torino Film Festival nasce nel 1982 come Festival Internazionale Cinema Giovani. Fin dall’inizio si contraddistingue per l’attenzione alle nuove forme e tendenze del cinema sostenendo le produzioni indipendenti, le opere prime e seconde, i documentari e la sperimentazione, ma anche portando avanti il lavoro di ricerca sulla storia del cinema. Ciò che rende unico il Torino Film Festival è la sua attenzione per la diversità, la collaborazione e l’innovazione, che attirano una comunità appassionata di autori e di cinefili accomunati dalla volontà di celebrare il potere del cinema di unirci e ispirarci.” Il sito ufficiale è https://www.torinofilmfest.org/it/
  • Quanto al Milano Film Festival, esso è rimandato al 2021. Ecco cosa comunicano i responsabili della manifestazione: (more…)

spicchi di speranza tra baffi di virus (4)

  • La Direzione Generale dell’assessorato all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia ha deciso di trasmettere in diretta streaming sul portale regionale una serie di spettacoli teatrali per renderli fruibili a tutti. Lo slogan è “In Lombardia i teatri non si fermano”. Sotto l’egida ed il coordinamento della regione, muoveranno due distinti filoni: il primo, dal titolo ‘In Lombardia lo spettacolo continua’, che consterà di sei spettacoli, tre dei quali allestiti nei teatri comunali di Lodi, Sondrio e Monza, in collaborazione con le amministrazioni locali, gli altri tre all’Auditorium ‘Testori’ di Palazzo Lombardia a Milano. Il secondo “filone” si muoverà all’interno del cartellone ‘Opera Lombardia’, che raggruppa in un unico grande cartellone d’opera i cinque teatri di tradizione della Lombardia: il Teatro Grande di Brescia, il Teatro Sociale di Como, il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Fraschini di Pavia e la Fondazione Donizetti di Bergamo.
  • Broadway, nel suo piccolo, ha traslocato a Hollywood, sull’opposto litorale degli Stati Uniti. Dopo ‘Hamilton’, il musical di Manuel Lin Miranda sui Padri Fondatori in versione rap “adottato” dalla Disney per il prossimo 4 luglio, tanti altri titoli di richiamo risplendono dai cartelloni: ‘American Utopia’ di David Byrne, è approdato su Hbo con la regia di Spike Lee dopo la prima virtuale al Festival di Toronto, mentre ‘The Boys in the Band’ con Jim Parsons, Zachary Quinto, Matt Bomer gira su Netflix e ‘What the Constitution Means to Me’ è disponibile su Amazon Prime dopo aver debuttato tre anni fa. Ancora: ‘The Prom’, con Meryl Streep, Nicole Kidman, James Corden e Kerry Washington, adattato per Netflix, a partire dal 4 dicembre;  ‘Ma Rainey’s Black Bottom’, ‘Wild Mountain Thyme’ (basato su ‘Outside Mullingar”), ‘West Side Story’, ‘In the Heights’, ‘Diana: The Musical’, ‘Dear Evan Hansen’, ‘13’ e ‘Wicked’.
  • Vive in streaming anche il teatro La Fenice di Venezia, con cinque grandi concerti che si svolgeranno in diretta web dal Teatro La Fenice e dal Teatro Malibran dal 14 al 27 novembre, sempre alle 17.30. Gli indirizzi sono il sito ufficiale del Teatro (www.teatrolafenice.it) ed il corrispondente canale YouTube. Il concerto in chiusura di rassegna, il 27 novembre, è stato affidato al maestro (more…)

zerozerotette (*)

Update on November the 7th: Sincere congratulations, Mr. Biden! May you and the United States experience fruitful times full of materialized hopes!
Anxiously awaiting the announcement of the next president of the United States of America, we want to take the time for sincerely wishing a wonderful job to Lashana Lynch, who will star the 26th film of the 007 saga. Already involved in ‘007 – No Time to Die’ as a CIA agent, Lashana will take the inheritance of Daniel Craig, definitively fed up with James Bond’s tuxedo and role. Rumoured since a few months, the actress confirmed in a today interview.

Spite of 007 traditions, then, next James Bond will (more…)


gigi

Ero già pronto a celebrarTi ma in modo diverso. Grazie, colto Maestro, sempre uso all’insegnamento! I tuoi cavalli di battaglia galopperanno sinché anche un solo artista calcherà le sacre tavole di un palco!

Luigi Proietti

2 novembre 1940 – 2 novembre 2020

PS: è stato notato che anche William Shakespeare, uno dei Tuoi autori preferiti,

(more…)


spicchi di speranza tra baffi di virus (3)

“Ciao, Sean Connery! Insegna agli angeli a rimorchiare a 90 anni!”

©l’amico Marco Zaccà, all rights reserved

  • Nel corso del consiglio d’amministrazione della Rai, riunitosi a viale Mazzini venerdí 30 novembre, presieduto da Marcello Foa alla presenza dell’amministratore delegato Fabrizio Salini, è stata aggiornata la situazione sull’emergenza coronavirus, l’attività della task force aziendale e gli impatti economici e finanziari.
    L’Amministratore delegato ha affermato che le ipotesi relative a chiusure o accorpamenti del canale Rai Storia e del canale Rai Sport sono riconducibili a simulazioni e scenari volti ad affrontare la situazione economica ma non c’è alcuna volontà di chiudere né accorpare i suddetti canali e ha anzi confermato l’impegno per rafforzare ulteriormente l’offerta culturale della Rai in un momento particolarmente difficile per il Paese. Tra gli altri punti affrontati nel corso della seduta, la nomina di Angela Mariella alla direzione di Isoradio. Il Cda ha ricordato la figura e l’impegno di Pino Scaccia, l’inviato della Rai scomparso lo scorso 28 ottobre, e ha deciso di intitolare la sala degli Arazzi alla memoria di Sergio Zavoli e gli studi di via Teulada ad Antonello Falqui.
    (⇐Rai, ufficio stampa)
  • Vive on line dal 31 ottobre all’8 novembre la quindicesima edizione di ‘Segni – New Generations Festival’. “Nato nel 2006 come attività principale dell’Associazione Segni d’infanzia, SEGNI New Generations Festival è un appuntamento unico in Italia, un evento internazionale d’arte e teatro rivolto a bambini e giovani dai 18 mesi ai 18 anni. La manifestazione coinvolge il mondo delle scuole, delle famiglie e tutti coloro che amano il teatro, la ricerca e i linguaggi delle arti. (…)In occasione della XV Edizione, dal 31 ottobre all’8 novembre 2020, prenderanno vita oltre 300 eventi tra palcoscenici reali, dislocati nelle più belle location di Mantova e accessibili in totale sicurezza, e virtuali raggiungibili da tutti – e da tutto il mondo – accedendo alla piattaforma digitale SEGNI IN ONDA. Un progetto inedito per un festival dedicato ai giovanissimi che da sempre cresce e si manifesta attraverso la partecipazione diretta e intorno alla condivisione di performance artistiche. Ogni edizione ha il suo animale simbolo e un artista come testimonial che ne realizza l’immagine: quest’anno è la Balena creata da Vinicio Capossela. Il grande cetaceo mette a disposizione “la sua pancia” per accogliere e diventare il luogo immaginario dove si cresce, ci si trasforma e si superano le paure e dove ognuno può raccontare la sua esperienza grazie al contest “Nella pancia della Balena”. Di più: tutto il Festival diventa metaforicamente la grande pancia della Balena in cui piccoli e grandi spettatori possono compiere un viaggio incredibile in cui le storie del teatro aiutano a rielaborare i vissuti e le paure generate dalla pandemia, senza trascurare il grande dibattito sulle tematiche ambientali. SCOPRI IL PROGRAMMA della XV Edizione QUI. Per saperne di più su SEGNI scopri la nostra FESTIVAL STORY.” (dal sito ufficiale)
  • Che si deve fare? Dovrà vivere on line anche la dodicesima edizione di ‘France Odeon’, il festival del cinema francese di Firenze, già in programma dal 29 ottobre al 1° novembre al cinema la Compagnia. “Le anteprime del miglior cinema francese, i film più rappresentativi della produzione cinematografica d’Oltralpe, gli ospiti internazionali, gli attori, le personalità della cultura, i registi e gli sceneggiatori. Quattro giorni all’insegna dell’eclettismo tra commedie, film d’autore, di genere, grandi biografie e premiazioni speciali”. Cosí promette il sito. Non rimane accedere alla sala virtuale creata dal cinema La Compagnia e MyMovies.it, dove sono stati caricati tutti i film di questa edizione, alcune pellicole inedite e una selezione di contenuti delle passate edizioni.
  • Disponibile su MyMovies.it anche il ‘Trieste Science + Fiction Festival’.
  • La prestigiosa agenzia giornalistica ANSA metterà a disposizione dei teatri e degli enti culturali italiani le sue piattaforme digitali per ospitare spettacoli e manifestazioni che saranno realizzate fino al 25 novembre prossimo, data di scadenza delle misure restrittive varate dal governo. In tale data, peraltro, si terrà una speciale Giornata dello Spettacolo dal Vivo ma se ne tratterà al momento opportuno. Già il 24 novembre, a partire dalla mezzanotte, l’ANSA trasmetterà in diretta streaming la lunga maratona per la riapertura dei teatri organizzata dall’associazione dei teatri privati italiani, ATIP. Eventi e manifestazioni saranno trasmesse sulle pagine di Cultura del sito dell’ANSA. Quanto agli eventi già “in cartellone”, (more…)

Tognazzi, trenta e lodi

Ugo Tognazzi ci lasciava trent’anni fa ed è opportuno ricordarne i meriti e la statura. A questo link una vecchia intervista rilasciata da Michel Piccoli a Cinecittà Entertainment, all’epoca preziosamente scalettata. Qui di seguito, invece, le proposte di Rai, Mediaset e Sky: (more…)


lettere di Agis e altri a Conte & Franceschini

aggiornamento 27 ottobre: ecco la bozza del Decreto ristori
aggiornamento ulteriore: a questo link la risposta che Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, ha dato alla lettera scritta da Riccardo Muti.

aggiornamenti: martedí 27 ottobre dalle ore 10.00 alle 13.00 i rappresentanti delle principali realtà associative, organizzative e imprenditoriali italiane e internazionali che appartengono al mondo degli eventi saranno, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, davanti a Palazzo Chigi per protestare, chiedere le ragioni per cui il settore è stato chiuso in modo discriminatorio dal recente Dpcm e ristori concreti per il comparto: “Siamo tutti dalla stessa parte, quella di un Paese che deve salvare i suoi cittadini da contraccolpi sanitari ed economici allo stesso modo, ma invitiamo le autorità a non trovare facili ed innocenti capri espiatori e a non sacrificare il lavoro di centinaia di migliaia di persone che non hanno né presente né futuro. L’organizzazione professionale dei congressi consente di gestire flussi anche consistenti di persone con protocolli che garantiscono totale sicurezza”. Sino a luglio la ricerca “L’impatto del Covid-19 sulla meeting industry italiana: la prospettiva delle sedi per eventi e congressi” realizzata dall’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Aseri) in collaborazione con l’associazione dell’industria italiana dei congressi e degli eventi Federcongressi&eventi, ha rilevato che il lockdown ha determinato la cancellazione del 69,7% degli eventi e congressi. Il dato, confermato a settembre dalla ricerca AstraRicerche per il Club degli Eventi e sicuramente peggiorato negli ultimi mesi, può essere tradotto a livello nazionale nella stima di una perdita di circa 215.000 eventi. (…)La manifestazione è indetta da Federcongressi&eventi con l’adesione di: ADMEI – Association of Destination Management Executives International, Alleanza Cooperative Italiane, Associazione Internazionale Interpreti di Conferenza in Italia, Associazione Nazionale Banqueting e Catering, Club degli Eventi e della Live Communication, Convention Bureau Italia, ICCA Italian Committee, ItaliaLive, MPI- Meeting Professionals International Italia Chapter e SITE – Society for Incentive Travel Excellence – Italy Chapter. (dal sito www.adcgroup.it)
Questo, invece, quanto comunicato dal ministro Franceschini:

Va detto che nella giornata del 25 ottobre alla lettera dell’Agis e alle altre che qui di seguito riportiamo si sono aggiunte la nota ufficiale dell’Anica e la lettera firmata, tra gli altri, da 100 Autori, AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema), ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici), Casa del Cinema di Roma, SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani), SNCCI (sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gianni Amelio, Pupi Avati e Marco Bellocchio. In particolare, Anica ricorda che “le sale cinematografiche hanno scrupolosamente applicato in questi mesi protocolli severi, elaborati grazie alla collaborazione tra istituzioni e associazioni di categoria, riuscendo così a garantire la sicurezza degli spettatori e trasformando le sale in luoghi a contagio zero. I distributori, in particolari quelli italiani, hanno strenuamente resistito continuando a programmare film anche contro ogni logica economica, nell’incertezza assoluta di fronte ai diversi e improvvisi provvedimenti che hanno reso vana qualsiasi forma di pianificazione”. “Ci sembra però decisivo – ancora dalla nota – sottolineare la centralità e l’importanza del cinema in sala come esperienza di arricchimento culturale e sociale, che appartiene ai bisogni necessari e irrinunciabili di una società che vuole vivere e non solo sopravvivere“. “Ci impegneremo perché il provvedimento di oggi abbia carattere assolutamente temporaneo: dopo questa fase, fatta di sacrifici complessi ed economicamente dolorosi, si deve giungere al più presto ad una riapertura programmata, con la piena collaborazione tra il governo, le istituzioni ed esercenti, distributori e produttori“.

***

“Chiudere cinema e teatri?????? AVETE MAI VISTO ASSEMBRAMENTI DAVANTI A UNO SPETTACOLO DI PROSA?? Ieri sera al cinema eravamo in sei in tutta la sala e abbiamo tenuto la mascherina tutto il tempo!!”

l’amica Agnese, credo condivisibile

“Ma quando si riuniscono i parlamentari, alla Camera o al Senato, non creano forse assembramento? E le chiese?”

il signor Rossi

CORONAVIRUS: SPETTACOLO, AGIS CRITICA NEI CONFRONTI DEL NUOVO DPCM. LETTERA A CONTE E FRANCESCHINI
25.10.2020. L’AGIS, per voce del proprio Presidente Carlo Fontana, ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio, Prof. Giuseppe Conte, ed al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, On. Dario Franceschini, in merito al DPCM firmato questa mattina.

LEGGI LA LETTERA
(dal sito ufficiale)

Nelle ore precedenti altre voci s’erano levate. La stessa Agis, prima della comunicazione del DPCM, aveva comunicato:

(more…)


Troisi, Romulus, Freccia Azzurra e molto piú

  • Vuoi per le conseguenze della pandemia, vuoi per la settimana della Festa Nazionale (1-8 ottobre), la Cina è, in questi giorni, il Paese con i maggiori incassi al botteghino. Come riportato da un’analisi di Artisan Gateway, gli incassi all’ombra della Grande Muraglia sono attualmente di un miliardo e 988 milioni, mentre gli Usa sono a un miliardo e 937 milioni con un divario che, stando ai citati analisti, dovrebbe finanche crescere entro la fine dell’anno. La Cina ha in funzione il 75% delle sale cinematografiche mentre, ad esempio, quelle di Los Angeles e New York sono ancora chiuse. Quelli che dovevano essere i principali blockbuster del 2020 sono stati rinviati di un anno e nella peggiore delle ipotesi anche due. L’anno scorso i botteghini a stelle e strisce immagazzinavano quasi 11 miliardi e mezzo di dollari, quelli di Pechino nove miliardi o poco piú.
  • Nell’ambito dei festeggiamenti per il centenario dalla nascita di Gianni Rodari, cui abbiamo già fatto riferimento, è tornato in sala il film ‘La freccia azzurra’, di Enzo D’Alò, in versione restaurata 2K. A 25 anni dall’uscita in sala, in anteprima ad Alice nella Città ma in contemporanea nelle sale italiane, è tornato alla ribalta un classico del cinema italiano d’animazione, prodotto da Lanterna Magica, per l’appunto nella versione restaurata 2K voluta da Alice nella Città, realizzata con l’appoggio della Siae e grazie al sostegno di Lottomatica Holding, in collaborazione con Lanterna Magica, CSC – Cineteca Nazionale e Biblioteche di Roma. ’La Freccia Azzurra’, scritto da D’Alò con Umberto Marino, è liberamente tratto dall’omonimo racconto di Gianni Rodari; vi si narra delle disavventure della Befana (voce di Lella Costa), ingannata dal perfido assistente dottor Scarafoni (voce di Dario Fo) che la fa ammalare per sostituirsi a lei e vendere i giocattoli ai bambini ricchi anziché regalarli a tutti, di giocattoli che si animano e si ribellano, del piccolo orfano Francesco che potrà finalmente volare sulla sua Freccia Azzurra. Il tutto con le musiche di Paolo Conte. Presentato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con grande successo di critica e pubblico, il film si aggiudicò il David di Donatello per le musiche e due Nastri d’Argento.
  • Alla Festa di Roma è stata annunciata anche la serie ‘Romulus’, per certi aspetti continuazione del film ‘il Primo Re’ di Matteo Rovere, da quest’ultimo diretta insieme con Michele Alhaique ed Enrico Maria Artale. Andrà in onda su Sky Atlantic e Now TV in dieci emozionanti puntate, a partire dal 6 novembre. Tra i protagonisti Yemos, principe di Alba (Andrea Arcangeli); la vestale Ilia (già Marianna Fontana in ‘Indivisibili’), Wiros, giovane schiavo orfano con forte desiderio di rivalsa, interpretato da Francesco Di Napoli (‘La paranza dei bambini’). Il tutto recitato in proto-latino. La sceneggiatura di ‘Romulus’ è di Filippo Gravino, Guido Luculano e dello stesso Matteo Rovere. La distribuzione internazionale è di ITV Studios.
  • La mostra multimediale ‘Troisi poeta Massimo’ si tiene dal 30 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021 a Napoli, a Castel dell’Ovo, in quel Borgo Marinari che fu il set principale di (more…)

Alice, Mia e la Festa del Cinema (2020)

  • La sesta edizione del Mia, Mercato internazionale dell’Audiovisivo, ha luogo dal 14 al 18 ottobre 2020. Da sito ufficiale, si apprende che il MIA è organizzato in quattro filoni principali d’attività: 1) Content Showcases, con l’obiettivo di incrementare la distribuzione e la diffusione internazionale, incluse proiezioni di mercato e quattro vetrine di contenuti in progress; 2) What’s Next Italy, incentrato sul cinema italiano in progress; 3) Greenlit, sessione di MIA|Drama dove scoprire le serie di alta gamma della co-produzione italiana; 4) Italians Doc it Better, con l’obiettivo di promuovere il valore dell’industria DOC italiana e la sua creazione di contenuti originali. Il Mia prevede anche: 1) Co-production Market and Pitching Forum per progetti selezionati di film, drama series e documentari, incluse sessioni specifiche di pitching ed eventi matchmaking mirati; 2) Networking guidato e gratuito (incontri prefissati, pitch pubblici, presentazioni pubbliche delle aziende, incontri gratuiti e indipendenti, eventi sociali); 3) Focus su Paesi europei e internazionali e conferenze/dibattiti sull’industria. Avrà luogo nei consueti spazi di palazzo Barberini ma anche, da quest’anno, sul web, sulla piattaforma Mia digital, fondamentale strumento a potenziamento dell’esperienza di mercato. La line-up di questa edizione ammonta a 50 progetti totali da piú di 20 Paesi tra film, serie tv e documentari; il 50% dei 16 progetti del Mia|Film coproduction market, provenienti da 14 Paesi, è di registe donne, a riprova dell’impegno del Mercato a favore dell’inclusività e della valorizzazione del lavoro femminile. A questo link il programma completo.
  • La quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma si terrà dal 15 al 25 ottobre 2020 presso l’Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale. La struttura firmata da Renzo Piano sarà il fulcro della manifestazione e ospiterà proiezioni, incontri, eventi, mostre, installazioni, convegni e dibattiti. I 1300 mq del viale che conduce alla Cavea saranno trasformati in uno dei più grandi red carpet al mondo. Oltre ai film della Selezione Ufficiale e di “Tutti ne parlano”, un ruolo importante sarà anche quest’anno svolto dagli Incontri Ravvicinati con autori, attori e protagonisti della cultura italiana e internazionale, dalla Retrospettiva, dai Restauri e dagli Omaggi. A questo link il programma completo.
  • Come da tradizione, c’è poi ‘Alice nella Città’, sezione parallela ma (more…)

brevi dai media (96)

  • Aggiornamento: è stata presentata al Governo, nelle persone dei ministri Stefano Patuanelli (MiSE), Roberto Gualtieri (MEF) Vincenzo Amendola (MAECI) e Dario Franceschini (MiBACT), un’istanza affinché nel 20% dei fondi da destinare al digitale siano comprese anche risorse  per la produzione e distribuzione di contenuti audiovisivi e media. La lettera, da principio firmata dai Presidenti Franco Siddi (Confindustria Radio – TV) e Francesco Rutelli (ANICA), è stata poi sottoscritta anche da Giancarlo Leone (APA), Marco Valerio Pugini (APE) e Anne Sophie Vanhollebeke (CARTOON ITALIA).
  • Si è tenuta sabato scorso, 10 ottobre, la manifestazione ‘Bauli in piazza’, organizzata dall’associazione culturale senza scopo di lucro “Bip”. Facchini, elettricisti, artisti, imprenditori… Cinquecento rappresentanti del mondo degli eventi sono scesi in piazza Duomo, a Milano, armati soltanto d’orgoglio, di dignità e di bauli, quei medesimi bauli che, ogni giorno, custodiscono e aiutano a trasportare gli strumenti della loro arte e della loro magia. Divenuti, negli ultimi mesi, simbolo di una mobilitazione internazionale arrivata finalmente anche in Italia. Intervistato dall’agenzia ANSA, Fabio Pazzini, event manager e direttore di produzione, ha dichiarato: «come molti colleghi, sono fermo da febbraio, c’è qualcuno che lavoricchia ma sono cose molto piccole perché in questo momento non c’è sostenibilità economica, (…) è importante dimostrare alla politica che esiste un settore unito che chiede con un’unica voce una sola cosa: poter ripartire e guadagnarci da soli il pane quotidiano. (…) Sono da rivedere le regole in essere, è fondamentale che siano chiare e uniformi a livello nazionale, perché con regole lasche e lasciate all’arbitrio dei vari enti locali non ci può essere programmazione. Vanno riviste le norme affinché ci permettano di rendere gli eventi redditizi, che un teatro che tiene 2500 posti possa accoglierne 200 è un non sense normativo». All’appuntamento di sabato, in mancanza di solleciti riscontri, potrebbe seguire un nuovo presidio a Roma.
  • È stato invece presentato al cinema Fulgor di Rimini, nel corso del festival ‘La Settima Arte – Cinema e Industria’, l’ultimo progetto studiato dalla locale amministrazione per il centenario dalla nascita di Federico Fellini: cinque tavole originali dedicate alla cinematografia del Maestro, partendo dalla reinterpretazione delle locandine di alcuni film. A rivisitare le locandine nelle proprie tavole cinque artisti: Igort direttore della rivista ‘Linus’, Giorgio Carpinteri, Grazia La Padula, Leila Marzocchi e Andrea Serio. Come si ricorderà, il Fuglor di Rimini fu la sala in cui Fellini, da fanciullo, s’innamorò del cinema.
  • La Broadway League, associazione che rappresenta 700 teatri del Nord America, ha annunciato che le attività della Great White Way di New York rimarranno ferme fino al 1° giugno 2021. Trentuno (31!) produzioni rimangono adesso con una prospettiva incerta mentre le altre, quelle nuove, sono state rimandate o cancellate del tutto.
  • Chi ricorda ‘Fantaghirò’? Un po’ tutti, probabilmente, tra quanti erano soliti festeggiare il Natale con una fetta di panettone in una mano ed il telecomando nell’altra. Chi vorrebbe un ‘Fantaghirò 6’? Molti, tra quanti provano nostalgia per le produzioni fantasy ed il magico mondo delle fiabe, soprattutto a Natale. Su Change.org c’è una petizione da sottoscrivere; qualcuno ha finanche tirato fuori un’intervista rilasciata da Lamberto Bava, regista della serie, quattro anni fa, nella quale il maestro si dichiarava ottimista riguardo al felice esito dell’iniziativa, laddove posta in essere, ma pessimista riguardo alla possibilità di arrivare alla produzione. Né, illo tempore, erano stati entusiastici i riscontri di ‘Fantaghirò 5’, d’altra parte. Chi vivrà vedrà, con buona pace nei riguardi di un’Alessandra Martines certo non piú interessata e di un Kim Rossi Stuart da tempo uso a tutt’altro cinema. Quanto alla trama, Gianni Romoli tempo fa aveva anticipato* quanto segue:

(more…)


spicchi di speranza tra baffi di virus (2)

Aggiornamento 9 ottobre: è stata presentata al Governo, nelle persone dei ministri Stefano Patuanelli (MiSE), Roberto Gualtieri (MEF) Vincenzo Amendola (MAECI) e Dario Franceschini (MiBACT), un’istanza affinché nel 20% dei fondi da destinare al digitale siano comprese anche risorse  per la produzione e distribuzione di contenuti audiovisivi e media. La lettera, da principio firmata dai Presidenti Franco Siddi (Confindustria Radio – TV) e Francesco Rutelli (ANICA), è stata poi sottoscritta anche da Giancarlo Leone (APA), Marco Valerio Pugini (APE) e Anne Sophie Vanhollebeke (CARTOON ITALIA).
aggiornamento 9 ottobre: il film DisneyPixarSoul’ sarà distribuito direttamente su Disney+, saltando il passaggio in sala in tutti i Paesi in cui la piattaforma è disponibile. A differenza di quanto fatto con ‘Mulan’ in live action, non sono previsti costi aggiuntivi rispetto a quelli dell’abbonamento. ‘Soul’ esordirà in prima mondiale al London Film festival e sarà il 15 ottobre film d’apertura alla Festa del Cinema di Roma; arriverà sulla piattaforma a Natale, il 25 dicembre; nei Paesi dove non è disponibile Disney+, scrive Variety, il film sarà distribuito nelle sale ma non sono state annunciate date d’uscita. 
aggiornamento 8 ottobre: almeno con riguardo alle sale sembra rassicurante quanto comunicato dal ministro Franceschini. Il responsabile MiBact ha infatti chiarito che “le risorse per il sostegno alle sale cinematografiche aumentano di 20 milioni di euro, arrivando così a un totale di 60 milioni di euro destinati a ristorare i mancati introiti da bigliettazione”. È cosí elevato a 20.000 euro il contributo fisso a ciascuna sala, al quale si aggiungerà il contributo variabile in base ai mancati introiti.
Lo smagliante sorriso di Tom Cruise, tornato a Roma per ‘Mission impossible’, sembra aprire l’anima alle prospettive piú gratificanti ma, purtroppo, non poche sono le notizie sgradevoli. Molte uscite in sala sono rimandate ed è con la morte nel cuore che ci vediamo costretti a riepilogarne alcune in questa sede:

  • come si sa da tempo,No Time to Die’, ennesimo capitolo della saga di 007, probabilmente l’ultimo con Daniel Craig, è stato rimandato da novembre 2020 al 2 aprile 2021;
  • Dune, di Denis Villeneuve, con Timothée Chalamet, dal 18 dicembre 2020 al 1° ottobre 2021;
  • The Batman, complice anche l’ammalarsi di Robert Pattinson, è ora previsto per il 4 marzo 2022;
  • ‘Fast and Furious 9, con Vin Diesel e Charlize Theron, per ottobre 2021;
  • il West Side Story di Steven Spielberg si è spostato dal 25 dicembre 2020 al 10 dicembre 2021.

Intervistato dall’agenzia Ansa, Luigi Lonigro, presidente dei distributori Anica, ha dichiarato:

(more…)


festival a confronto (57)(+ dimore storiche)

  • Vive dal 1° al 4 ottobre la ventitreesima edizione del festival “CinemAmbiente” di Torino. Al cinema Massimo, uno dei templi della cinematografia nella città sabauda, ma anche on line, saranno proposti 65 film provenienti da 26 diversi Paesi, molti preceduti da presentazioni e incontri a tema in streaming da tutto il mondo. Tra tutti, ‘Rebuilding Paradise’, del Premio Oscar Ron Howard, è basato sugli incendi che, nel 2018, hanno raso al suolo la cittadina californiana di Paradise in sole tre ore. Il neo-confermato presidente del Museo del Cinema di Torino, Enzo Ghigo, ha dichiarato: « Con i nostri festival vogliamo portare al pubblico i grandi temi che deve affrontare la nostra società, come l’ambiente, i diritti umani e lgbt, le istanze dei giovani ».
  • Le Giornate del Cinema Muto di Pordenone (3 – 10 ottobre), 11 programmi con lungometraggi, cortometraggi e contenuti speciali dell’epoca piú gloriosa del cinema, sono interamente on line, fruibili sul sito MyMovies, all’indirizzo https://www.mymovies.it/ondemand/giornate-cinema-muto/.
  • A Videocittà s’è accennato in altra sede; il programma di “Lucca Film Festival e Europa Cinema 2020” è consultabile a questo link.
  • Domenica prossima, 4 ottobre torna la giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane. Quella di quest’anno è la decima edizione ed è arricchita dal supporto e dalla collaborazione della Federazione italiana Amici dei musei (Fidam) e dell’Associazione nazionale Case della Memoria. Apriranno gratuitamente al pubblico oltre 300 tra rocche, parchi, ville, castelli e giardini dislocati in tutta Italia. Tra i tanti siti degni d’attenzione, vale la pena di segnalare almeno la Tenuta di Floriano sull’Appia antica, Villa Borghese Bell’Aspetto fra Nettuno e Anzio, la casa natale di Michelangelo Buonarroti a Caprese, il giardino di Villa Torrigiani di Camigliano a Lucca. A causa dell’emergenza Covid-19, la prenotazione è di particolare importanza: https://www.associazionedimorestoricheitaliane.it/visite_giornata_nazionale.php
  • Al pari di quella primaverile, anche l’edizione autunno 2020 del Romics, la rassegna internazionale su fumetto, animazione, videogiochi, cinema e intrattenimento in programma ad ottobre, è stata annullata a causa delle restrizioni per il coronavirus. L’annuncio è arrivato, illo tempore, dagli stessi organizzatori: (more…)

a volte ritornano (33)

  • David Lynch è passato alla storia per ‘Eraserhead’, ‘I segreti di Twin Peaks’, ‘Velluto blu’, ‘The Elephant Man’. Quest’ultimo è in questi giorni di grande attualità dacché, restaurato da StudioCanal con la supervisione dello stesso Lynch, sarà nuovamente nelle sale italiane a partire da domani, lunedí 21 settembre, a quarant’anni dalla prima uscita. È la storia di John Merrick, piú correttamente Joseph Carey Merrick, un uomo vissuto nell’Inghilterra vittoriana, noto per una malattia che gli deformò la forma della testa e gli valse il soprannome di “uomo elefante”. È stato il maggior successo di pubblico di Lynch, realizzato in bianco e nero, premiato da diverse candidature all’Oscar, da tre premi BAFTA e da una candidatura al Golden Globe; il restauro di cui trattiamo è stato presentato al festival Il Cinema Ritrovato ed è adesso distribuito dalla Cineteca di Bologna.
  • Venendo a piú ameni argomenti, anche El Cid Campeador sta per tornare alla ribalta. Dopo aver incendiato la nostra fantasia in sede di letture adolescenziali e aver giuocato ruolo non secondario nella letteratura europea, don Rodrigo Díaz de Vivar, detto per l’appunto ‘El Cid’, diventa il protagonista di una serie che sarà disponibile su Amazon Prime Video entro la fine di quest’anno, in piú di 240 Paesi. Creata da José Velasco e Luis Arranz, prodotta da Zebra Producciónes e diretta da Adolfo Martínez, la serie spagnola vanta un cast che vede Jaime Lorente nel ruolo di Rodrigo, Lucía Guerrero nei panni di Doña Jimena, José Luis García-Pérez in quello di Re Ferdinando I (il Grande), Elia Galera nel ruolo della Regina Sancha La Bella, Carlos Bardem nei panni del Conte di León, Juan Echanove nei talari abiti del Vescovo, Alicia Sanz nel ruolo dell’Infanta Urraca, Fran Ortiz nei panni di Sancho VII (il Forte), Jaime Olías nel ruolo di Alfonso VI, Lucía Díez nel ruolo dell’Infanta Elvira, Pablo Álvarez nel ruolo di Orduño, l’antagonista di Ruy, David Castillo nel ruolo dello scudiero Lisardo e Álvaro Rico in quello di Nuño, insieme con Amr Waked, che interpreta il Sultano di Zaragoza Al-Muqtadir, e Zohar Liba, che interpreta Abu Bakr. Come si ricorderà, El Cid fu interpretato al cinema da Charlton Heston, nel 1961, con Sophia Loren nel ruolo della bellissima moglie Doña Jimena de Gormaz.
  • Anche ‘Il padrino – Parte III’(The Godfather: Part III) ha un anniversario che, a miglior ragione, non si può rifiutare: (more…)

festival a confronto (56)

  • aggiornamento 28 settembre: prende il via quest’oggi a Pisa, per concludersi il 30 settembre, l’edizione 2020 del Chinese Film Festival.
  • aggiornamento: a questo link il programma dell’interessante Florence Korea Film Fest (23 – 30 settembre)
  • aggiornamento: il lungometraggio d’animazione ‘Soul’ (DisneyPixar) sarà proiettato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma (15 – 25 ottobre). Sarà il film d’apertura.
  • Quantunque poco rilanciato in Italia, il festival di San Sebastián è un appuntamento interessante. Si presenta come una kermesse che vive 365 giorni l’anno ed è organizzata in quello che è il capoluogo* della provincia di Guipúzcoa, parte della comunità autonoma dei Paesi Baschi, l’area piú ricca della Spagna. A questo link, la presentazione dei film in concorso; ospite d’onore di questa 68a edizione Viggo Mortensen.
  • Comincia quest’oggi, d’altra parte, il Festival Filosofia a Modena, Carpi e Sassuolo. Come da presentazione ufficiale, il festivalfilosofia cambia per tre giorni il volto delle città di Modena, Carpi e Sassuolo allestendo spazi aperti, comuni e diffusi di formazione e di conversazione. A questo link il programma completo.
  • Vive invece da mercoledí 16, all’isola d’Elba, la seconda edizione di Elba film festival, appuntamento dedicato al cinema indipendente. È in programma tra Marciana Marina e Portoferraio, fino a domenica 20 settembre. Per ampliare la partecipazione al festival i film in concorso saranno trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube dell’Eff, a esclusione della prima nazionale italiana del nuovo lavoro della regista tedesca Doris Doerrie, ‘Cherry blossom and demons’. Altro appuntamento centrale del programma è la proiezione di ‘Diva!’ di Francesco Patierno, tratto dall’autobiografia di Valentina Cortese, in programma il 18 settembre alle 20,30 a Portoferraio.
  • La quarta edizione del Laterale Film Festival sembra orientata alla riflessione sulle prospettive future e futuribili della settima arte: (more…)

Madonna, Ulisse e altri demoni

  • Come ripreso, tra gli altri, dal sito ufficiale del Mia, mercato internazionale dell’audiovisivo, la pop star Madonna dirigerà un film sulla propria vita e sulla propria carriera. Il film non ha ancora un titolo né se ne conosce un possibile cast od un possibile periodo di lavorazione. È arrivato al cospetto delle alte sfere della Universal Pictures, tuttavia, ed è basato su una sceneggiatura che Madonna sta scrivendo insieme con il premio Oscar Diablo Cody.
  • Torna questa sera, 16 settembre, e compie vent’anni, Ulisse – il piacere della scoperta’, l’apprezzato appuntamento di divulgazione condotto da Alberto Angela. Ecco il comunicato ufficiale: (more…)

Mia on line; Marvel e Fellini dietro le quinte

  • aggiornamento: complimenti di vero cuore a Pierfrancesco Favino e a tutti gli altri trionfatori di Venezia 77!
  • Ha avuto luogo oggi,12 settembre, il vernissage dell’interessante mostra ‘Amazing’, dedicata agli ottanta, quasi ottantuno, anni della Marvel. Iniziativa tra le piú suggestive, la mostra è nata con l’intento di celebrare la prestigiosa casa editrice attraverso ottanta tavole originali di maestri come Jack Kirby, Steve Ditko, Olivier Coipel, Steve McNiven, John Buscema, Jim Steranko, Neal Adams, John Romita Sr., John Romita Jr., Bill Sienkiewicz, John Byrne, Rob Liefeld, Jim Lee fino a italiani come Simone Bianchi, Claudio Castellini e Gabriele Dell’Otto; ovviamente, nel celebrare i Maestri, saranno ricordate le loro creature, da Thor a Capitan America, da Spider Man ai Fantastici Quattro. In mostra anche albi originali, manifesti, memorabilia, pannelli esplicativi e gadget. La prenotazione è caldamente consigliata.
  • ‘Federico Fellini dietro le quinte’, invece, è l’ennesimo omaggio al Maestro riminese nel centenario della nascita; è la nuova sezione – a cura di Nicola Lucchi – della mostra ‘L’archivio animato. Lavori in corso’, che riapre il 19 settembre alla Fondazione Cirulli di San Lazzaro di Savena, non lungi da Bologna. ‘Federico Fellini dietro le quinte’ presenta per la prima volta dei materiali esclusivi conservati nell’archivio della Fondazione Cirulli, con disegni felliniani originali che vanno dall’apparizione del transatlantico Rex in ‘Amarcord’ alle maschere grottesche del ‘Satyricon’, piú due scatti del regista realizzati da Pino Settanni. La mostra consente inoltre di gettare un approfondito colpo d’occhio sui lavori di scena di Danilo Donati, scenografo e costumista di rilievo internazionale, vincitore di due premi Oscar e di un David di Donatello.
  • La sesta edizione del MIA (Mercato internazionale Audiovisivo) si svolgerà dal 14 al 18 ottobre 2020 a Roma ma anche on line. Una nota informa che, allo scopo di favorire nuove opportunità di finanziamento e di circolazione di prodotto audiovisivo, grazie alla nuova piattaforma “Mia Digital”, una finestra digitale e innovativa è stata messa a disposizione dei progetti del Venice Gap-Financing Market del Venice Production Bridge. La manifestazione si presenterà in una forma potenziata e rinnovata, per anticipare i modelli di business e rispondere non solo alle nuove esigenze sanitarie, ma soprattutto alle necessità dell’industria audiovisiva in rapido mutamento, che vede una progressiva digitalizzazione dei processi. Nato dalla consolidata joint venture e dall’impegno congiunto tra ANICA e APA, il MIA rappresenterà quest’anno un appuntamento imperdibile a servizio dell’industria, grazie al rinnovato supporto da parte di tutte le istituzioni e le realtà coinvolte nel settore. Tra sostenitori e sponsor, vanno senz’altro ricordati il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con l’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’Internazionalizzazione delle imprese italiane, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, il Programma Europa Creativa – MEDIA, il Ministero dello Sviluppo Economico. In particolare, quest’ultimo dicastero compie insieme al MIA un ulteriore passo in avanti, promuovendo, in sinergia con l’ICE e con il MAECI, un (more…)

maestri a confronto (7)

  • Ricorrono oggi*, 8 settembre 2020, i sessant’anni dall’uscita nelle sale cinematografiche americane di ‘Psyco’, uno dei capolavori di Alfred Hitchcock. Ci limitiamo a riportare il pensiero dell’amico Federico, cinefilo di lunga data, dopo averne visto la versione restaurata in 4K:

“Mi domando perché, dopo questo film, si sia continuato a fare cinema…”

  • Dario Argento, a cinquant’anni dal primo film (‘L’uccello dalle piume di cristallo’), reduce dall’ottantesimo genetliaco e contestualmente a questo, ha annunciato d’essere al lavoro su un nuovo progetto. Nell’ambito della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, infatti, il Maestro ha rilasciato una video intervista a Laura Delli Colli, presidentessa del Sindacato giornalisti cinematografici, nella quale ha accennato al suo prossimo film, (more…)

dall’Emilia-Romagna, con amore

  • È particolarmente suggestivo che, nell’anno del centenario della nascita di Federico Fellini*, la sua caratteristica grafia, tondeggiante e tendente a destra, verso l’alto, sia diventata un set di caratteri, un vero e proprio font. Già anticipata la scorsa estate, la magia è stata presentata in via ufficiale alla LXXVII Mostra Internazionale del Cinema di Venezia; è stata realizzata dallo studio Cappelli Identity Design, che ispira anche il logo ed il concept dell’allestimento dell’Italian Pavilion. Emanuele Cappelli, Direttore Creativo di Cappelli Identity Design, ha avuto modo di studiare la grafia di Fellini dal vivo, attingendo a ben due scatole di lettere di Federico e Giulietta Masina, messegli a disposizione da Simonetta Tavanti, nipote proprio di Giulietta. L’occasione è gradita, peraltro, per informare i nostri lettori che martedí scorso abbiamo visto con piacere ‘Fellini degli Spiriti’ e, pur avendolo già anticipato, ci riserviamo di trattarne ancora in altra sede.
  • Domani, sabato 5 settembre, alle ore 21, al teatro Comunale di Modena sarà eseguita la Messa da Requiem di Gaetano Donizetti, preceduta alle 18 da una prova generale aperta al pubblico; domenica 6, tredicesimo anniversario della scomparsa di Luciano Pavarotti, alla Casa Museo del tenore si terrà il concerto ‘Pavarotti & Friends – Jam Session 2020’. Sono i primi appuntamenti promossi nell’ambito del progetto ‘Città del Belcanto’, fra l’anniversario della scomparsa (6 settembre) e quello della nascita (12 ottobre) del maestro, che abbraccia i diversi aspetti della sua eredità musicale. Nella jam session di domenica si esibiranno Arisa, Giovanni Caccamo e Lorenzo Licitra, oltre ad alcune giovani promesse del bel canto; alle giovani promesse, d’altra parte, è interamente affidata la Messa da Requiem di domani come pure il ‘Concerto per Luciano’, previsto il 12 ottobre per festeggiare il genetliaco di Pavarotti. Prosegue inoltre il progetto che nasce con l’intendimento di proporre le opere interpretate da Pavarotti in ordine di debutto; dacché la scorsa stagione sono già andate in scena ‘La Bohème’ e ‘Rigoletto’, il 14, il 16 ed il 18 ottobre sarà la volta de ‘La Traviata’.
  • Sempre a Modena, ma alla Fondazione Art Visive, si tiene dal 12 settembre al 10 gennaio la mostra ‘Anime Manga – Storie di maghette, calciatori e robottoni’. Realizzata a partire dai materiali conservati all’interno della Collezione Museo della Figurina, l’esposizione è focalizzata sul legame tra manga e anime, mettendo in evidenza sia i casi in cui i fumetti sono diventati serie televisive, sia, pur in un numero molto inferiore, i casi in cui è avvenuto il meccanismo opposto ed è stato il cartone ad ispirare il cartaceo. Kodomo, spokon, shōjo, shōnenKiss me Licia, L’incantevole Creamy, Occhi di gatto, Holly e Benji… suggestioni di sicuro interesse nel cuore e nel ricordo di grandi e piccini.
  • Sempre in Emilia, ma a Ferrara, l’Amministrazione comunale ha deliberato di (more…)

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: