Get a site

poesia

lecturae Dantis (2020 – 2021)

Oggi, 14 settembre, oltre alle lezioni dell’anno scolastico 2020 – 2021, hanno preso inizio presso la tomba di Dante, a Ravenna, le letture della Commedia. Un canto al giorno, per sempre, nell’ambito dell’iniziativa ‘L’ora che volge il disio’. Che è soltanto una delle iniziative previste tra 2020 e 2021 per salutare il settecentesimo anniversario della morte del “ghibellin fuggiasco”, avvenuta proprio tra 13 e 14 settembre 1321.

Come si ricorderà, lo scorso mese di luglio è stato presentato al teatro Rasi, sempre in Ravenna, il programma delle celebrazioni “Viva Dante – Ravenna 2020/2021”; sabato 5 settembre il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha inaugurato nell’elegante città romagnola il restauro della Tomba e del Quadrarco di Braccioforte, con il patrocinio della Camera dei Deputati. Nella stessa giornata, Elio Germano ha letto il canto XXXIII del Paradiso.

L’11 settembre è stata inaugurata alla biblioteca Classense ‘Inclusa est flamma. Ravenna 1921: il Seicentenario della morte di Dante’, prima mostra del progetto espositivo ‘Dante. Gli occhi e la mente’, curato dalle istituzioni Museo d’arte della città di Ravenna e Classense e focalizzato su quello che è successo un secolo fa.

Con l’inizio delle scuole, che si ricordava all’inizio, cominceranno gli eventi con la partecipazione delle scolaresche. Sarà intitolata al Sommo Poeta, peraltro, la nuova scuola di Lido Adriano.

Nel mese di ottobre, andrà in scena al Mar una mostra del fotografo Paolo Roversi, sulle Muse dantesche. Il 10 ottobre la città di Ravenna sarà in udienza Papale: il Papa riceverà una delegazione per portare la sua benedizione alla croce che Papa Paolo VI donò a Ravenna nel 1964, che verrà poi posta nella tomba di Dante. Il sindaco ha annunciato l’intenzione di voler invitare Papa Francesco a (more…)


professore

ovvero: sulla conoscenza scolastica del mondo

Professore Professore
cosa sai?
Di nozioni è piena la tua testa,
di schemi è fatto il tuo pensare.
Il tuo mondo è ovvio, squallido, banale.
Ti alzasti da un banco ed in cattedra ponesti il tuo sedere. Un semicerchio.
Non conosci le battaglie della vita,
il (more…)


madri e matrigne

Vogliamo proporre una poesia sui tempi che stiamo vivendo:

Madre Natura è talvolta Matrigna.
Dal Male talvolta il Bene proviene. Non sempre.
Se tale, tuttavia, è il volere del Mondo,
del quale l'Uomo è particola,
che mai tanta malizia?
Perché tanto accanirsi?
E com'è che ciò che vien da Natura
all'acciaio s'aggancia*
e all'intime fibre dell'uomo,
all'inquinamento si mostra sodale? (© Pasquale Curatola 2020)

*mi è stato spiegato che il Covid-19 si attacca facilmente all’acciaio e alle superfici lucide perché si aggancia allo sporco che può accumularcisi sopra, non al metallo in quanto metallo.
Voliamo adesso piú in alto. In occasione della festa della Mamma, proponiamo anche la ‘Lettera alla Madre’, di Salvatore Quasimodo: (more…)


lecturae Dantis (2019 ⇒ 2021)

Si tiene dall’11 al 15 settembre 2019 la nona edizione di ‘Dante2021’, linguistico-letteraria (ma non solo!) kermesse che celebra il padre della nostra lingua e che lo omaggerà sempre meglio in vista del 2021, settimo centenario dalla morte. Come da Lui stesso affermato (Paradiso, canto XXXIII, v.72), Dante ha parlato “a la futura gente” e i suoi interlocutori di oggi si riuniscono in Ravenna, dove Quegli ancora riposa, per cinque giorni di spettacoli, incontri, conferenze, concerti. Fra gli studiosi coinvolti, possiamo citare Marcello Ciccuto, René De Ceccatty, Francesco Sabatini, (more…)


i ricchi e i poveri

Ho visto la povertà
nella piccolezza di alcuni mondi,
nei comportamenti meccanici, inumani,
nel metallo volgare,
nell’interesse,
nell’umiliata Amicizia.
(more…)


al focolare domestico e materno

Lo

spentolare santo

(more…)


spicchi di vita e un’intera Spoon river dal mondo antico

Epitaffi greci, raccolti da W. Peek e tradotti da F. Mosino (Bompiani)

È notizia di queste ore l’appello all’Unesco affinché il Latino ed il Greco siano riconosciuti patrimonio dell’umanità. Le reminiscenze liceali, unitamente alla maturità di pensiero nel frattempo affinata, sentitamente caldeggiano*.
In attesa che tale lodevole richiesta sia accolta, con l’invito a leggere le altre nostre riflessioni in materia, vogliamo segnalare un’interessante e recentissima pubblicazione: ‘Epitaffi greci. La Spoon river ellenica di W. Peek’, edizioni Bompiani (trad . F.Mosino, a cura di E. Lelli, pref. G. Guidorizzi).

Epitaffi greci, raccolti da W. Peek e tradotti da F. Mosino (Bompiani)

Epitaffi greci, raccolti da W. Peek e tradotti da F.Mosino (Bompiani)

Era, Werner Peek, insigne filologo tedesco; nell’ambito della sua esperienza di studioso, raccolse circa duemila epitaffi (iscrizioni sepolcrali) provenienti dal mondo antico, dall’era arcaica ai primi secoli di quella cristiana. Poesia minuta, senza autore identificabile, mirata a ricordare chi piú non c’era per come rimasto nella storia delle cose del mondo oppure in quella, forse piú importante, delle fibre del cuore. Frammenti d’esistenza. Le tre amiche morte insieme, che continuano a chiacchierare in Ade come facevano in vita. Il fanciullo morto a dodici anni, proveniente da Rheghion “ricca d’acqua”. Atene, Magna Grecia, Egitto (more…)


il canto di Maria Maddalena (2)

Maddalena, Maddalena, cosa c’è nel cuore tuo?
Stai cercando il tuo Signore ed il tuo Dio?
Maddalena, Maddalena, cosa cerchi intorno a te?
Il tuo Maestro, il tuo Signore tornerà!
(more…)


matres dulcissimae

  • ‘Mamma mia! Here We Go Again’, a remake of the 2008 Meryl Streep starred ‘Mamma mia!’, will be released in US on July, the 20th, in Italy on September, the 6th (‘Mamma mia! Ci risiamo’).
  • As for the ABBA, the very famous pop group whose songs were ‘Mamma mia!’ actual soundtrack, they announced on their official Instagram account they are set to release new music for the first time in 35 years: (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (23)

  • Il film ‘The Happy Prince’, da noi trattato in altra sede, sarà presentato al ‘Sundance Film Festival’, che si tiene a Park City (Utah) fino al 28 gennaio; basato sugli ultimi giorni di vita di Oscar Wilde, il film, il cui titolo trae ispirazione da una delle fiabe piú conosciute dello scrittore irlandese, è coprodotto con l’italiana Palomar e vanta un cast nel quale figurano, oltre ad Everett, Colin Firth, Emily Watson, Colin Morgan e Miranda Richardson. Al ‘Sundance’, peraltro, sarà presentato anche il biopic sulla scrittrice francese Gabrielle Colette, interpretata da Keira Knightley. Andata in sposa a un uomo violento e prepotente, Colette riuscì a opporglisi e a coltivare la sua arte, arrivando alla candidatura al premio Nobel.
  • A partire dall’8 febbraio, un po’ di Pompei sarà in Cina; galeotto il progetto ‘Pompeii, the infinite life 2018’, voluto da ChinaMuseum Ltd di Pechino con la collaborazione della Direzione generale dei Musei del Mibact, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli organizza nella terra di Confucio cinque mostre itineranti e d espone 120 tra reperti e opere, statue, affreschi e arredi. Arriverà al Jinsha Archaeology Museum di Chengdu anche il calidarium della Villa della Pisanella di Boscoreale, uno degli ambienti termali privati di età romana piú completi e meglio conservati, nonché, smontato in quattordici casse, il celebre balneum, straordinaria opera idraulica dell’antichità che, al suo rientro, farà parte della storica ‘sezione tecnologica’ del Mann, che sarà riaperta.
  • Anche Minnie Mouse compie novant’anni, non solo Topolino; a Los Angeles hanno pensato bene di conferire all’eterna fidanzata del topo piú famoso del mondo, interprete di oltre settanta film, una stella sulla Walk of Fame di Hollywood, in una cerimonia alla quale hanno partecipato (more…)

mi sono innamorato di Che

Aggiornamento: dal 6 dicembre 2017 al 1° aprile 2018, la vita di Che Guevara è oggetto della mostra ‘Che Guevara Tú y todos’, presso la Fabbrica del Vapore di Milano. Le gesta del Che sono ricostruite attraverso tre linee interpretative, quella geopolitica, quella relativa ai suoi discorsi pubblici, manifestazioni  e riflessioni, infine quella biografica e intimistica, con scritti inediti e registrazioni di poesie.
Oltre agli eroi della mitologia è opportuno riflettere sugli eroi della storia. Ed eroe assoluto, tale da passare dalla storia al mito, fu senza dubbio Ernesto Rafael Guevara de la Serna, meglio noto come Che Guevara: di nobile cuore e alto sentire, colto, laureato in medicina e appassionato di letteratura, insofferente a qualsiasi forma d’ingiustizia, ebbe il merito non comune di sollevare il popolo contro la dittatura e le sopraffazioni. Non essendo storici di professione, in questo post ci limitiamo a riprendere alcune sue poesie: (more…)


Bob Dylan, the Nobel and the letter he wrote

“Sing in me, oh Muse, and through me tell the story.”
Bob Dylan, referring to the Homeric poems
“In a song, as well as in a human body,
verses are the inner systems, music is  the locomotor system”
Pasquale Curatola (me)

Bob Dylan is a wonderful artist and a very interesting person. His production is enormous and, different opinions on the Nobel prize a part, the level of his art is out of discussion. Just in the nick of time before the deadline to get the economic prize foreseen by the Swedish award, Bob wrote a letter, in which he says (more…)


poesia e visione, nella letteratura, nelle arti, nei blog

“Ecco il poeta sacro, colui che, per natura, sa la Verità!”

Sofocle, Edipo Re

È interessante notare come, nella storia della cultura, sia sempre stato riconosciuto al Poeta un discreto potere visionario, nell’accezione piú nobile del termine.
Apollo, dio della Luce, governava con la medesima competenza la Poesia, la Musica e la Profezia.
Il germanico Odino, dio della Guerra e della Poesia, aveva poteri profetici.*
William Blake riteneva cha la sua ispirazione derivasse da un’inner light: egli sosteneva d’aver avuto visioni di Dio e degli angeli già da piccolo e viepiú si convinse, crescendo, d’essere oggetto di visite da parte degli spiriti di Omero, Virgilio, Dante, Milton e Voltaire. La visione artistica unisce l’uomo all’universo e (more…)


mi sono innamorato di tenco

La musica è un linguaggio universale, che solleva l’anima e parla alle corde piú profonde. La poesia di Luigi Tenco è di rara potenza e, anche a prescindere dalle canzoni piú conosciute (‘Ciao amore, ciao’, ‘Mi sono innamorato di te’, ‘Vedrai’), è sempre ricca di spunti preziosi di riflessione: (more…)


2017: anniversaries to keep in mind

In 2017 many anniversaries must be remembered and taken into consideration:
17 C.E. the historian Titus Livius dies (‘Ab Urbe condita libri CXLII’);
117  C.E. Hadrian becomes emperor; also known for his relationship with Antinous and the Marguerite Yourcenar’s novel ‘Les mémoires d’Hadrien’ (‘Memoirs of Hadrian’);
317 C.E. in China, Sima Rui, becomes the first emperor of the eastern Jin, taking the name of Jin Yuandi. His capital was Jiankang, the future Nanjing;
417 C.E. Galla Placidia, daughter of Theodosius the Great, gets married with the general Flavius Costantius; their child is Valentinianus III; (more…)


il lato “materno” di Pasolini

Sembra adeguato celebrare la festa della Mamma con una nota poesia di Pier Paolo Pasolini:

Supplica a mia madre (da ‘Poesia in forma di rosa’)

È difficile dire con parole di figlio
ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio.
Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore,
ciò che è stato sempre, prima d’ogni altro amore.
Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo conoscere:
è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.
Sei insostituibile. Per questo (more…)


masters in comparison

November 30, 1835: Mark Twain was born (180 years ago)
November 30, 1935: Fernando Pessoa died (80 years ago)

Also interesting: (more…)


cosa ci riserva il 2015 (2)

Il 2015, con buona pace di alcuni professori che vanno in televisione, è l’anno della Capra, segno orientale caratterizzato da istinto, creatività, inventiva, mitezza ma anche pessimismo.

Quanto agli appuntamenti cinematografici, si sono già ricordati quelli internazionali e si tratterà di quelli italiani (proprio oggi, per inciso, esce ‘Si accettano miracoli‘, con Alessandro Siani).

Quanto agli appuntamenti non esclusivamente cinematografici e alle ricorrenze d’ogni tipo, nel 2015: (more…)


web as the 10th Art

We talk about Cinema as “the seventh art” since the Italian critic Ricciotto Canudo (1877 – 1923) drew up a precise list of all human crafts, according to which

  • the first art is the Architecture;
  • the second is the Music;
  • the third is the Painting;
  • the fourth is the Sculpture;
  • the fifth is the Poetry;
  • the sixth is the Dance;
  • the seventh is the Cinema.
  • eighth art was defined by the critic Claude Beyilie, referring to Radio and Television;
  • the ninth could be Comics, due to the Fancis Lacassin’s book “For a ninth art, comics”.

Today, August the 1st, 2013, this blogger proposes Web content  (web sites, blogs, social networks and something) as the tenth!

Si parla del cinema come “settima arte” da quando il critico italiano Ricciotto Canudo (1877 – 1923) stilò un elenco preciso degli umani mestieri, secondo il quale

  • la prima arte è l’Architettura;
  • la seconda è la Musica;
  • la terza è la Pittura;
  • la quarta è la Scultura;
  • la quinta è la Poesia;
  • la sesta è la Danza;
  • la settima è, appunto, il Cinema.
  • un’ottava arte fu definita dal critico Claude Beyilie, con riguardo alla Radio e alla Televisione;
  • la nona potrebbe essere il Fumetto in virtú del volume “Per una nona arte, il fumetto”, di Francis Lacassin.

Oggi, addí 1 agosto 2013, il qui presente blogger propone la creazione di contenuti su internet (siti, blog, social network e simili) come la decima!


mille e ancora mille!

Quest’oggi, 10 maggio 2013,

il Pasquale Curatola’s Blog ha raggiunto la quota di mille articoli pubblicati!

Nel ringraziare quanti  hanno letto e apprezzato le sue fatiche ed il proficuo lavoro delle sue manine sante,

il blogger consiglia la rilettura integrale di tutto il sito,

dal 17 maggio 2006 ai giorni nostri.

Grazie!


ovidio al posto di plauto

Ovidio è stato uno degli autori latini piú letti e amati nella storia della cultura occidentale, ne andava matto anche Shakespeare. La lettura delle sue Metamorfosi consente una visione d’assieme su buona parte della mitologia antica, l’Ars amatoria o altri suoi scritti sono di sicura bellezza.
La domanda, pertanto, sorge spontanea: perché non mettere la lettura e lo studio di Ovidio come classico al posto di Plauto in terza liceo (i programmi delle altre scuole dove si fa latino al momento non mi sovvengono)?
Con tutto il rispetto per l’autore dei Menaechmi, sembra che le sue problematiche possano essere affrontate in modo esaustivo durante il primo anno di corso, con letture mirate, mentre lo studio del Miles gloriosus in terza liceo sottrae spazio ad argomenti piú interessanti e formativi, che sarebbero utili ad una migliore consapevolezza del mondo antico.

la pioggia (d’Agnese) nel pineto (2)

La cara Agnese, Pasqual friend da alcuni anni nonché motivata insegnante d’italiano e latino, ha messo nuovamente mano all’immortale ‘Pioggia nel pineto’ di Gabriele D’Annunzio e ne ha ricavato un’attuale, quanto insolita rivisitazione:
(more…)


Ciao, Sanremo!

L’edizione 2012 del festival di Sanremo sarà ricordata come una delle piú “salutanti”. Il rito, forse scaramantico, della mano con le cinque dita ben spiegate o lasciate morbidamente flettere, è stato osservato da tutti, cantanti, conduttori e ospiti, e la spiegazione di Papaleo, che diceva rivolgersi a Celentano, ha convinto in modo relativo.

Anche le canzoni meritano un cenno, però.

La canzone di Emma (‘Non è l’Inferno’) ha avuto il merito di trattare la cruda attualità e toccare il sentire della gente. (more…)


le Schettiniadi

“Porta in alto la mano,

segui il tuo capitano…

Scappo con scialuppino,

sono il capitan Schettino…

Un passo avanti ondeggiando,

un altro indietro affondando…

Mica faccio er bagnino,

sono il capitan Schettino!”

(©Daniela D’Amico)

“Subito, appena m’avrete lasciato, vedrete, 

là dove il mare si stringe, le rupi Simplegadi

che mai nessuno, vi dico, ha attraversato uscendone incolume,

perché non sono saldamente fissate alle loro radici

ma spesso si scontrano l’una con l’altra e si riuniscono insieme,

e sopra si leva la piena dell’acqua, e ribolle,

e intorno l’aspro lido terribilmente risuona.

Ascoltate il mio consiglio, se veramente compite il vostro viaggio

con saggezza e rispettando gli dei: non vogliate

cercare voi stessi la morte, procedendo diritti,

stoltamente, seguendo la vostra età giovanile!”

(© Apollonio Rodio, le Argonautiche)

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: