tv

World Television Day 2022: What is TV Anymore?


Cent’anni di Francesco (Rosi)

Ricorre oggi, 15 novembre 2022, il centesimo anniversario della nascita di Francesco Rosi. Ecco, qui di seguito, le iniziative che la Televisione ed il Cinema hanno organizzato per ricordare uno dei massimi registi italiani: (more…)


a volte ritornano (53)

  • Aggiornamento, nota stampa Disney: “Disney+ annuncia la produzione originale Raffa, la prima docu-serie dedicata a Raffaella Carrà, che ripercorrerà la straordinaria vita di una delle icone della cultura pop in tutto il mondo. Raffa, le cui riprese sono iniziate in questi giorni, sarà disponibile in tutto il mondo su Disney+. La docuserie, prodotta da Fremantle, sarà diretta da Daniele Luchetti e scritta da Cristiana Farina con Barbara Boncompagni. Simbolo di libertà e di parità tra i sessi negli anni ‘70, regina della TV pubblica negli anni ‘80 e icona LGBTQ+ negli anni ’90, Raffaella è un mito che supera ogni barriera culturale e generazionale e che il pubblico di tutto il mondo ha amato per oltre 50 anni. Eppure, Raffaella è un mistero di cui nessuno possiede la chiave. Riservata per natura e gelosissima del suo privato, Raffaella è una donna che ha lottato per affermarsi in un mondo di uomini, ma anche una donna che ha amato e sofferto. La docuserie ripercorrerà la vita pubblica e privata dell’artista, a partire dall’infanzia in Romagna segnata dall’abbandono del padre, fino al flirt ‘da copertina’ con Frank Sinatra, i suoi due grandi amori, il rimpianto per una maternità mancata, moltissimi trionfi e qualche insuccesso, crisi e rinascite”. La docuserie ‘Raffa’, prodotta da Gabriele Immirzi e Alessandro De Rita per Fremantle Italia, in collaborazione con Fremantle Spagna, sarà articolata in tre episodi della durata di circa un’ora.
  • Va in onda questa sera, su Sky Arte, nel giorno del genetliaco, il film documentario ‘Virna Lisi. La donna che rinunciò a Hollywood’. Scritto e diretto da Fabrizio Corallo, prodotto da Dean Film e Surf Film in collaborazione con Luce Cinecittà, con la produzione esecutiva di Pierfrancesco Fiorenza, con la partecipazione di Marche Film Commission e Fondazione Marche Cultura, con il Patrocinio del Comune d’Ancona, il sostegno del MiC e la gentile partecipazione della Fondazione Virna Lisi, ‘Virna Lisi. La donna che rinunciò a Hollywood’ è un affresco gettato sulla figura di un’attrice che, per sessant’anni, ha saputo declinare la personalità di una Diva in una miriade d’esperienze interessanti, firmate da maestri quali Francesco (Citto) Maselli, Steno, Pietro Germi, Mario Monicelli, Mario Mattioli, Liliana Cavani, Sergio Corbucci, Lucio Fulci, Alberto Lattuada, Dino Risi, Luigi Comencini, Gianni Amelio, Carlo ed Enrico Vanzina, Cristina Comencini. Una divinità “umana”, una “divina” umanità raccontata attraverso le immagini di grandi pellicole, materiali provenienti dall’archivio di Luce Cinecittà ma anche da inediti ““fondachi” di famiglia, testimonianze di Liliana Cavani, Enrico Vanzina, Pupi Avati, Cristina Comencini, Margherita Buy, Jerry Calà, Massimo Ghini, Enrico Lucherini, altri. Una “rivelazione” del film, tale da giustificarne il titolo, è che Virna Lisi arrivò a rinunciare ad un contratto di sette anni con una major di Hollywood, quale “novella Marilyn Monroe”, per non sottostare a vincoli troppo coercitivi nonché, forse soprattutto, per tornare stabilmente con il marito Franco Pesci e con il figlio Corrado.
  • Sarà invece in alcune sale cinematografiche di Roma (cinema Nuovo Olimpia), Milano (cinema Anteo), Torino (cinema Massimo), Bologna (cinema Odeon), dal 10 al 17 novembre, un omaggio ai fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne. Questi i titoli, proposti in versione originale sottotitolata:

‘La Promesse’ (1996, Quinzaine des Réalisateurs)
‘Rosetta’ (1999, Palma d’Oro al Festival di Cannes)
‘L’Enfant’ (2005, Palma d’Oro al Festival di Cannes)
‘Il ragazzo con la bicicletta’ (2011, Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes e Premio per la Migliore Sceneggiatura agli European Film Award)
‘Due giorni, una notte’ (2014, Premio EFA e candidatura Oscar Migliore Attrice a Marion Cotillard)
‘La ragazza senza nome’ (2016)
‘L’età giovane’ (2019)
In tutte le città coinvolte, la rassegna si concluderà con un’anteprima di ‘Tori e Lokita’, ultima fatica dei Dardenne. I quali ultimi, peraltro, saranno presenti di persona il 10 novembre, alle 21.15, al cinema Nuovo Olimpia di Roma, per inaugurare la rassegna.

  • Già da ieri, 7 novembre, grazie a ‘Il Cinema Ritrovato‘, è nelle sale italiane la versione restaurata di ‘Casco d’Oro’, di Jacques Becker. Il sito internet della lodevole istituzione ci ricorda quanto segue:

(more…)


100 years of Disney: celebrations begun

The year of celebrations and initiatives that will lead us to the 100th anniversary of Disney has officially begun; although International Animation Day has just passed, we take it as inspiration to deal with that.
It was on October 16, 1923 when Walt Disney and his brother Roy presented for the first time what would become perhaps the most interesting reality in the world of entertainment, especially in terms of fantasy and inspiration. It all started with a Mouse and it was Mickey Mouse himself who kicked off the celebrations, as part of the London ‘Disney100 Debut’ event; Mickey Mouse apart, the preview of Disney 100 Years Of Wonder was hosted by TV presenter Emma Willis with famous faces such as Rachel Stevens, Andrea McLean and Kimberly Wyatt among the attendees.

Exhibitions, Hollywood Sound Orchestra concerts, dedicated merchandising, rich prizes and cotillions are planned throughout Europe, the Middle East and Africa.
Disney100: The Exhibition will be particularly suggestive; to be honest we do know something about since last October, from the official website d23.com: (more…)


#Benigni70 e altri demoni

  • Tanti auguri, Roberto Benigni! È a lui dedicata la mostra “70volteRober70”, retrospettiva di fotografie inedite scattate da Armando Cattarinich, già parte dell’archivio dell’Associazione Culturale Mimmo Cattarinich. È allestita alla Casa del Cinema di Roma ed è visitabile fino al 13 novembre. Oggi stesso, 27 ottobre è proiettato nella sala “Cinecittà” il film ‘La tigre e la neve’; ingresso gratuito fino ad esaurimento posti disponibili.
  • Lo scorso 5 settembre quarantanove grosse scatole, contenenti gli storyboard di film quali ‘Luci della ribalta’, ‘Luci della città’, ‘Il monello’, insieme a diversa corrispondenza di Charlie Chaplin, sono state sequestrate dalle competenti forze dell’ordine, al confine con la Svizzera, al traforo del Gran San Bernardo. Adesso il tribunale del Riesame di Aosta ha annullato il sequestro giacché, secondo gli inquirenti, storyboard e lettere hanno provenienza lecita ma, ritenendo che non vi fosse il necessario permesso per portarli all’estero, vi avevano applicato i sigilli. La Procura di Aosta ha peraltro accertato che la documentazione appartiene a un cittadino francese legato a una società che gestisce i diritti di Charlie Chaplin ed era stata prestata alla Cineteca di Bologna per un progetto di valorizzazione dell’opera del Maestro del cinema internazionale.
  • Il 2022 segna il centoventesimo anniversario della nascita di Erminio Macario, oltre alle già ricordate ricorrenze di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Per l’occasione, sono stati emessi due annulli filatelici, due francobolli, l’uno dedicato a Macario, l’altro all’indissolubile coppia comica Franco & Ciccio. Nel bollettino illustrativo che ha accompagnato l’emissione dei francobolli, viene citata una frase di Federico Fellini: “c’è piú Italia in un film di Franco e Ciccio che in tutta la commedia all’italiana”.
  • Quanto a Cristina d’Avena, (more…)

Netflix, festa del cinema di Roma, altri demoni

Aggiornamento 14 ottobre: comincia oggi, alle 15, su Rai 3, ‘Prepararsi al futuro’, la trasmissione che Piero Angela ha preparato prima di lasciarci, pensando alle nuove generazioni, ovvero “il nuovo programma di Piero Angela prodotto da Rai per il Sociale“; “i temi affrontati nelle quattro puntate saranno: clima ed energia, genetica e alimentazione, sviluppi dell’informatica, tra ricerca e intrattenimento, e intelligenza artificiale, economia globale e problema demografico, lavoro e welfare” (cit. RaiPlay). Ciclo di sedici puntate sedici, ‘Prepararsi al futuro’ andrà in onda una volta a settimana trattando “in modo semplice, speriamo non noioso, (…) i problemi che l’umanità deve affrontare, legati al cambiamento climatico e alla ricerca di nuove fonti di energia, ma anche il ruolo della scienza e della tecnologia nella società moderna.” “Parleremo del ruolo fondamentale della scienza e della tecnologia nella società moderna. Sarà una mia chiacchierata con voi, in cui cercherò di raccontare alcune cose che ho imparato in tutti questi anni. Questo è lo studio con gli arredi storici di Superquark. E ci sarà un cartone animato di Bruno Bozzetto che riprenderà i temi trattati” (cit. Piero Angela). Obiettivo principale del progetto, infatti, è quello d’inserire nei programmi scolastici degli ultimi tre anni delle medie superiori degli spunti per riflettere sull’importanza della cultura scientifica in una società moderna e specialmente in quella italiana e sulle sfide poste dalla globalizzazione e dal cambiamento climatico. (cit. Ansa)

  • Aggiornamento: senza por tempo in mezzo, Greg Peters, Chief Operating Officer di Netflix, ha annunciato che partirà a novembre “Base con pubblicità”, un nuovo piano di sottoscrizione, piú economico (5,49 euro al mese in Italia, dove sarà disponibile dal 3 novembre alle 17) che includerà interruzioni pubblicitarie. Il piano è lanciato, oltre che in Italia, in Australia, Brasile, Canada, Corea, Francia, Germania, Giappone, Italia, Messico, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti, e non comporta alcun cambiamento alle altre forme d’abbonamento. Le interruzioni saranno nell’ordine di 4/5 minuti all’ora, per 15/30 secondi, prima e durante i programmi, senza ripetizioni. La qualità video sarà portata fino a 720p/HD ma un limitato numero di film e programmi, dal 5 al 10% secondo Peters, non sarà più a disposizione per via di quanto previsto dalle singole licenze. Con il piano “Base con pubblicità”, inoltre, non sarà possibile scaricare i titoli. Quanto agli inserzionisti, che Peters prevede oltremodo interessati, essi potranno evitare che le loro pubblicità appaiano su contenuti che potrebbero essere incoerenti con il loro brand, per esempio sesso, nudità o immagini violente. (da comunicato stampa)
    Netflix, piattaforma operante in molti Paesi del mondo, ha scelto BARB per le rilevazioni d’ascolto nel Regno Unito. Si tratta di una piccola rivoluzione dacché, sebbene il cambiamento fosse previsto, il modello industriale delle piattaforme si è sempre basato sul numero degli abbonamenti piuttosto che sull’andamento dei prodotti ed il dialogo tra piattaforme e interlocutori pubblicitari è semmai avvenuto, tipicamente, attraverso valutazioni interne. Il passaggio italiano, che molti danno per scontato, sarà quello di farsi rilevare da Auditel, come già fatto da Dazn su puntuale sollecitazione di AgCom. Ovviamente, una volta entrata nel mercato pubblicitario tradizionale, Netflix potrà proporre pacchetti comprensivi di pubblicità a prezzo piú basso, che la rivale Disney+ ha annunciato già entro la fine di quest’anno.
  • Contestualmente alla Festa del Cinema di Roma, la sala Ammiraglia della Casa del Cinema, la sala Deluxe, prende il nome di “Sala Cinecittà”, grazie all’intesa fortemente voluta da Zètema Progetto Cultura e sostenuta da Cinecittà. Creata nel 2004 da Felice Laudadio, primo direttore artistico di Casa del Cinema, grazie al contributo di partner privati come Deluxe e Cinemeccanica, la sala ha sempre vantato una struttura unica nel genere, con le capriate a vista e un ambiente sonoro ottimizzato da Dolby System; novella “sala Cinecittà”, garantirà gli stessi 123 posti a sedere cui eravamo abituati, integrandosi agli altri schermi della Casa del Cinema e agli spazi espositivi adiacenti (intitolati ai maestri Amidei e Zavattini). In piú, potrà contare sulle piú moderne attrezzature di proiezione digitale in 4K, l’esclusivo sistema Dolby Atmos ma anche la possibilità di proiettare in analogico 35mm.
  • Quanto alla XVII edizione della Festa del Cinema di Roma, (more…)

le frontiere dello spirito (12)

Mercoledí 26 ottobre Disney+ rilascerà i nuovi episodi della serie ‘Boris’, questa volta basati nientepopodimeno che su Gesú di Nazareth. Sí, avete letto bene: Gesú di Nazareth! Nelle loro piú recenti avventure René (Francesco Pannofino) e i suoi accoliti lavorano ad un progetto davvero ambizioso, ‘Vita di Gesú’, da un’idea di Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti), sviluppata dai soliti tre, famigerati, sceneggiatori. La Rochelle, cinquantenne, si arroga anche il modesto ruolo del protagonista, nei panni del citato Gesú, nonché di produttore, con i potenti mezzi della “SNIP”*.
L’assunto da cui i nostri (in coproduzione con Lopez e la sua “QQQ”**) ritengono di dover partire è che la televisione generalista è moribonda ed è opportuno rivolgersi allo streaming; la piattaforma piú importante del mondo starebbe valutando seriamente la realizzazione del progetto ma (more…)


a volte ritornano (52)

  • Dal Gattopardo alla Ciociara, a innumerevoli altri film, la storia della Titanus non ha certo bisogno di presentazioni. È, insieme con la francese Pathé, la piú antica società cinematografica del mondo. Si presenta oggi con interessanti energie di rinnovamento, nuovi dirigenti e nuovi partner. L’archivio è stato restaurato, digitalizzato in 2k e 4k ad uso delle piattaforme, con sottotitoli in lingua straniera; nei mitici Studios di via Tiburtina si lavora a pieno ritmo; sono nate due nuove linee editoriali, Titanus Legacy e Titanus Originals, vari altri progetti sono in cantiere, tra cui un rifacimento di ‘Piedone lo sbirro’, di Steno, con Bud Spencer. È in fase di preparazione la serie ‘La Ciociara’, che, basandosi sull’opera di Alberto Moravia, racconterà la saga di Cesira dal 1924 al dopoguerra. Non ultimo, un piccolo gioiello ritrovato: il primo film, con annessa serie televisiva, diretto da Giuseppe Tornatore per Titanus, nel 1986.
  • Anche Scooby Doo sta per tornare. Si apprende da Variety che il simpatico cagnolone abbaierà nuovamente sulla piattaforma Hbo Max, a partire dal 16 ottobre, in un nuovo film basato sulla serie televisiva animata ‘Scooby-Doo! Dove sei tu?’, prodotta nel 1969 da Hanna & Barbera. Quello che in questa sede preme sottolineare è che Velma Dinkley, l’intellettuale del gruppo, rivelerà il suo lato affettivo e rimarrà incantata da un’altra donna, la stilista Coco Diablo.
  • Franco e Ciccio tornano in libreria, nel saggio ‘Franco e Ciccio, storia di due antieroi’, scritto da Alberto Pallotta e Andrea Pergolari per i tipi di Sagoma editore. Francesco Ingrassia, detto Ciccio, avrebbe compiuto cent’anni l’altro ieri, il 5 ottobre, d’altra parte, laddove Franco Franchi decise di lasciarci il 9 dicembre 1992, quasi trent’anni or sono.
  • Le parole sono importanti, #leparolevalgono, ed è proprio sul manzoniano ramo del lago di Como, a Lecco, che vive la quinta edizione del Festival Treccani della lingua italiana. In vita da oggi, 7 ottobre, fino a domenica, questa quinta edizione è dedicata all’Ambiente, all’insegna di tre parole chiave: cambiare, abitare, narrare. Tra gli ospiti, Carmen Consoli, Chadia Rodriguez, Concita De Gregorio, Paolo Di Paolo. Nella giornata conclusiva, dedicata al narrare, ci sarà anche Paolo Di Paolo che, con la trasmissione di Radio 3 ‘La Lingua Batte’, presenterà la nuova edizione del Dizionario dell’italiano Treccani, la prima a introdurre la parità di genere, con Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, direttori dell’opera.
  • In quel d’Urbino, invece, nelle medesime giornate, torna il Festival del Giornalismo Culturale (FGCult). Giunto alla decima edizione, presieduto da Paolo Dorfles e diretto da Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini, si presenta ponendo come insegna “Dal Web alla Terza pagina” laddove, nel 2013, s’era titolato (more…)

festival a confronto (90)

  • È iniziata ieri, 4 ottobre, a Firenze, per concludersi domenica prossima, la tredicesima edizione del Middle East Now, festival dedicato alle società del Medio Oriente contemporaneo. Si rifletterà, quest’anno, sul concetto di “casa” e sulla ricerca del senso d’appartenenza e d’identità. Il film d’apertura arriva dalla Palestina e vede il ritorno al festival del regista Hany Abu-Assad con il suo thriller Hude’s Salon (2021). Particolarmente interessante un focus sull’Iran, con titoli in anteprima italiana tra cui il lungometraggio ‘Imagine’ (2022) di Ali Behrad, il documentario ‘The Doll’ di Elahe Esmaili (2022), ‘The Barter’ di Ziba Karamali ed Emad Araad (2021); iraniano anche il film di chiusura, ‘World War III’, di Houman Seyed. Trentotto in totale i film in anteprima, premiati nei migliori festival internazionali, ma anche documentari, mostre e progetti culturali.
  • È iniziata lunedí, per concludersi domani, la XXII edizione degli Incontri del Cinema d’Essai, a Mantova per il quattordicesimo anno consecutivo. La manifestazione è promossa dalla Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai), con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Mantova. Tra gli artisti presenti: Pupi Avati, Giuseppe Tornatore, Fabrizio Gifuni, Giulia Steigerwalt, Aurora Quattrocchi, Ursula Meier, Jacopo Quadri, Daria D’Antonio. Ventinove le anteprime, poi trailer, incontri con i protagonisti del cinema, premi alle eccellenze del cinema italiano e molti appuntamenti aperti al pubblico e alle scuole. Il programma completo è consultabile sul sito www.fice.it.
  • È anche in corso, tuttavia, almeno fino a sabato, il LXXIV Prix Italia, la rassegna internazionale promossa dalla Rai che premia il meglio delle produzioni tv, radio e web. Tredici i Paesi che partecipano per la prima volta, tra cui Algeria, Bulgaria, Camerun, Cile, Cuba, Giordania, Perú, territorio del Kosovo. In tutto, i prodotti entrati nelle shortlist provengono da trentuno differenti broadcaster e ventitré diversi Paesi. Tema di quest’anno la sostenibilità, ben rappresentata dal logo, nel quale è raffigurato un ulivo, e dal sottotitolo: “Sustainable Me”. Le radici dell’ulivo simboleggiano i broadcaster; le foglie gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU; tra i rami parole importanti, quali cibo, acqua, educazione, inclusione.
  • Si concluderà domenica 9 anche la prima edizione del Contemporanea International Film Festival, la cui direzione artistica è di Fulvio Paganin e Giulia Magno. Nelle schermate del sito ufficiale della manifestazione si legge: «L’obiettivo 5 dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile recita: «Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne». Sebbene le statistiche stiano registrando primi segnali positivi in questa direzione, la strada da fare è ancora lunga. Di fronte allo schermo, dentro l’immagine, dietro la macchina da presa, Contemporanea è un festival dedicato allo sguardo delle donne. Nasce quindi con l’ambizione di creare un luogo di incontro tra generazioni, saperi e sguardi differenti. Un cantiere aperto dove indagare la capacità delle immagini di porre domande, interrogare la realtà, riattivare la storia per trovare nuove chiavi di lettura del nostro tempo. In questo senso, se le numerose opere prime che animano la selezione ufficiale del Festival testimoniano la volontà di celebrare le cineaste del futuro, la decisione di dedicare questa prima edizione a un’icona senza tempo come Monica Vitti ci ricorda che la storia – come ha detto un grande filosofo italiano – «è sempre contemporanea». Armate di intelligenza, ironia e di una straordinaria libertà creativa, le opere in programma infrangono i confini tra i generi, contaminano i linguaggi e ci invitano a rimettere in discussione certezze legate a stereotipi consolidati. Attraverso il cinema, la videoarte e gli incontri con le protagoniste e i protagonisti del panorama culturale contemporaneo, intendiamo dare vita a uno spazio dove l’arte e il pensiero critico delle donne possano esplorare nuovi immaginari per ripensare il passato e dare forma al presente.».
  • Quanto a Romics, (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (99)

Aggiornamento 2 ottobre: ricorre oggi il quarantacinquesimo anniversario della prima puntata di ‘Domenica In’ trasmessa a colori. Era il 2 ottobre 1977, infatti, quando un emozionato Corrado Mantoni faceva accendere progressivamente le luci dello studio e dava delle spiegazioni sui cambiamenti che i telespettatori avrebbero apprezzato sui televisori di casa. Da grande mattatore qual era –che Dio l’abbia in gloria!– esclamò: «Io a colori… io! A dir la verità non mi sono mai visto a colori… Come sto?» (rileggi Cinquant’anni di colori – l’annuncio)

  • È stata rappresentato ieri, 30 settembre, a Palermo, lo spettacolo di pupi dedicato a don Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia; sarà rappresentato oggi, invece, 1°ottobre, lo spettacolo di pupi dedicato a Falcone e a Borsellino, i due magistrati barbaramente uccisi insieme con gli uomini e le donne delle loro scorte. Si tratta di due iniziative che il Maestro puparo Angelo Sicilia, ha ideato nell’ambito di un ciclo epico di teatro civile, usando i pupi per rappresentare la recente attualità piuttosto che i paladini di Francia.  Lo spettacolo di oggi sarà accompagnato da installazioni video multimediali e da canti eseguiti dal vivo.
  • Cominciano quest’oggi, 1°ottobre, per concludersi sabato 8, le “Giornate del Cinema Muto” di Pordenone. Evento d’apertura è il film ‘The Unknown’, dal suggestivo titolo e dalle suggestive ispirazioni, ritrovato al The Národní filmový archiv di Praga e restaurato dal George Eastman Museum di Rochester, impreziosito dalla nuova partitura orchestrale di José María Serralde Ruiz, commissionata per l’occasione dalle Giornate ed eseguita dall’Orchestra San Marco di Pordenone. Previsto un originale spaccato sulla “Ruritania”, toponimo inventato per categorizzare l’ambientazione di molti film basati su regni immaginari, localizzati magari nella penisola balcanica; trarrebbe ispirazione, pare, dal filone letterario cui appartiene il romanzo ‘Il prigioniero di Zenda’, di Anthony Hope. Altra interessante retrospettiva è quella dedicata a Norma Talmadge, attrice popolarissima negli Anni Venti, all’epoca tra le quattro celebrità capaci di riempire le sale (le altre erano Chaplin, Pickford e Fairbanks), caduta nel dimenticatoio con la fine del cinema muto. Tra gli eventi speciali ‘Nannok’ (1922) di Robert Flaherty, un titolo storico del documentarismo etnografico, e ‘La storia della famiglia di Borg’ (1920), tratto dal romanzo omonimo di Gunnar Gunnarsson, scrittore islandese più volte candidato al Nobel. Da segnalare l’omaggio alla prima Mostra del Cinema di Venezia del 1932, con i film muti di quell’edizione; il cinema delle origini e i classici del Canone Rivisitato; infine ‘La Montagne infidèle’ (1923), sull’eruzione dell’Etna, un documentario di Jean Epstein considerato perduto, ritrovato e restaurato dalla Filmoteca de Catalunya. Sarà proposta sabato 8, a chiusura del festival, la proiezione del film ‘The Manxman’ (L’isola del peccato), di Alfred Hitchcock; la nuova partitura è di Stephen Horne e sarà eseguita dall’Orchestra San Marco di Pordenone, per l’occasione arricchita da alcuni musicisti specializzati in musica celtica, diretti da Ben Palmer. La quarantunesima edizione delle Giornate del Cinema Muto è realizzata grazie al sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del MiC (Ministero della Cultura) – Direzione Generale per il Cinema, del Comune di Pordenone, della Camera di Commercio Pordenone-Udine e della Fondazione Friuli. Sito ufficiale: www.giornatedelcinemamuto.it
  • A proposito di Hitchcock, (more…)

Emmy Awards 2022: the winners

The Television Academy tonight celebrated the 74th Emmy Awards, recognizing excellence in television programming and individual achievement for the 2021-2022 television season.
(…) The 74th Emmy Awards was broadcast live from the Microsoft Theater in downtown Los Angeles on the NBC Television Network, hosted by Kenan Thompson and produced by Done+Dusted and Hudlin Entertainment. The telecast featured awards in 25 Emmy categories, plus the Governors Award, presented by top talent from some of television’s most acclaimed programs.
Hereafter, from the official website, the entire list of the winners: (more…)


Inside Out 2, Stella dei Desideri e molto piú

Biancaneve e Sirenetta in live action, i sequel di Enchanted, Re Leone, Peter Pan, molte idee nuove… Nulla riguardo al tanto atteso Hercules di Guy Ritchie… Poiché molti, in queste ore, riflettono sui prossimi film della Disney, per come presentati venerdí scorso al “D23 Expo”, proviamo anche noi, in questa sede, a svolgerne una pur veloce trattazione:

(more…)


per grandi e per piccini (30)

Partita del Cuore 2022
  • Aggiornamento 8 settembre: è disponibile da oggi, su Disney+, il ‘Pinocchio’ di Robert Zemeckis, con Tom Hanks nei (pochi e rivendibili) panni di Geppetto. Si rilegga Pinocchi a confronto.
  • Si giuocherà questa sera, all’U-Power Stadium di Monza (già Brianteo), la Partita del Cuore 2022, trentunesima edizione. Qui di seguito le formazioni. Nelle file della nazionale cantanti, allenata da Sandro Giacobbe, militeranno Enrico Ruggeri, Gianni Morandi, Francesco Totti, Gabriel Omar Batistuta, Alessandro Cattelan, Sangiovanni, Rkomi, Ubaldo Pantani, Paolo Vallesi, Bugo, Boosta, Moreno e ZW Jacksone; i colori del “Charity Team 45527”, allenato da Stefano Mei, saranno invece difesi da Stefano Domenicali, Marco Melandri, Fabio Galante, Pecco Bagnaia, Luca Marini, Junior Cally, Pierpaolo Pretelli, Toni Cairoli, Marco Simone, Dj Ringo, Fabio Aru, Nicola Bartolini e Aldo Baglio. Quest’anno la diretta dell’incontro andrà in onda su Rai 2, in collaborazione con Rai Sport e Rai per la Sostenibilità, con la telecronaca di Alberto Rimedio, la voce della Nazionale italiana, il commento tecnico di Daniele Adani con a bordocampo Leonardo, Gianni Bugno e Antonio Cabrini. La conduzione sarà affidata a Simona Ventura. Tutto il ricavato della vendita dei biglietti (sedicimila disponibili) e delle donazioni da rete fissa e mobile al numero 45527 (peraltro ancora possibili, fino al 18 settembre), sarà a sostegno delle persone con Alzheimer del Paese Ritrovato de “La Meridiana Società Cooperativa Sociale” ed in favore dei bambini del “Comitato Maria Letizia Verga per lo studio e la cura della leucemia del bambino”. Da casa è possibile donare 2 euro con un SMS al numero 45527 da cellulari WINDTRE, TIM, Vodafone, Poste Mobile, Coop Voce, Tiscali; 5 Euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, Poste Mobile; 5 oppure 10 Euro per ogni chiamata proveniente da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali.
  • È in vita da poche ore su Prime Video Channels lo Zecchino d’Oro Channel, primo canale ufficiale, on demand, dello Zecchino d’Oro. L’offerta propone, neanche a dirlo, l’intrattenimento musicale dello Zecchino d’Oro-Antoniano ma anche alcune produzioni originali di ‘KidsMe’, la divisione produttiva del Gruppo DeAgostini Editore dedicata ai fanciulli: (more…)

brevi dai media (109)

  • Aggiornamento: nasce oggi, 9 settembre 2022, e vivrà per dieci giorni, la settima edizione del Ferrara Film Festival: “l’evento cinematografico in programma nella città estense svela i (prevede) trentotto film in concorso, una lista che include 11 prime mondiali, 9 europee e 9 italiane. Si tratta di anteprime assolute provenienti da cinque continenti: tredici dall’Italia, otto dagli Usa e, a seguire, Messico, Canada, Cina, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera, Corea del Sud, Sud Africa, Taiwan e Australia. La kermesse cinematografica si aprirà con un evento speciale, in programma venerdì 9 settembre, dedicato al 35/o anniversario di ‘Arma Letale’, con la presenza della leggenda di Hollywood DANNY GLOVER che, a breve, inizierà le riprese del capitolo finale di Arma Letale (il quinto film della saga), diretto da Mel Gibson. Per l’occasione il Ferrara Film Festival consegnerà il Dragone D’Oro alla Carriera a Danny Glover, per la strepitosa carriera che lo ha visto lavorare con i maggiori maestri del Cinema mondiale tra cui Steven Spielberg, Lawrence Kasdan, Richard Donner e Peter Weir. Tra gli “highlights” delle star che hanno già confermato la propria presenza al festival, figurano l’attrice in forte ascesa Annabelle Belmondo (figlia di Jean-Paul Belmondo) e altri esponenti del Cinema e dello Spettacolo italiano, tra cui Violante Placido, Francesco Pannofino, Francesco Montanari, Renato Carpentieri, Eleonora Giovanardi e Lodo Guenzi. Nei film in concorso saranno presenti molti volti noti del Cinema americano tra cui Oded Fehr (“La Mummia”, “Star Trek Discovery”), Corey Johnson (“Morbius” “X-Men”), Alexandra Gilbreath (“Becoming Elisabeth”), che saranno a Ferrara nei giorni del Festival”*. La direzione del festival è affidata, come sempre, a Maximilian Law, fondatore della kermesse. (*dal sito ufficiale https://www.ferrarafilmfestival.com/)
  • Avete letto il mio ultimo post dedicato ai ‘Promessi Sposi’, con precipuo riguardo alla loro prossima trasposizione televisiva? Ebbene, apprendiamo dall’agenzia ANSA che sta per uscire nelle librerie statunitensi la nuova traduzione americana del capolavoro di Alessandro Manzoni, curata dall’italianista Michael Moore, già meritevole per aver fatto conoscere ai lettori nordamericani libri di Calvino, Moravia e Primo Levi ma anche Erri De Luca, Sandro Veronesi e Nicola Gardini. In inglese il titolo del romanzo è sempre stato ‘the Bethroted’; nella traduzione di Moore lo “Sfregiato”, uno dei “bravi” di Don Rodrigo, diventa “Scarface” laddove, per la cronaca, l’Innominato è “The Nameless One”.
  • È notizia di queste ore che il nuovo singolo di Tiziano Ferro, ‘La Vita Splendida’, sarà disponibile nei migliori negozi di dischi, forse anche in altri, a partire da venerdí prossimo, 9 settembre, facendo da “apripista” al prossimo album, ‘Il mondo è nostro’, in uscita l’11 novembre grazie a Virgin Records/Universal Music Italia. Sono state annunciate, peraltro, le date degli appuntamenti del garbato cantautore negli stadi, all’insegna di “TZN 2023”: 7 giugno 2023 a Lignano Sabbiadoro, Stadio G. Teghil; 11 giugno 2023 a Torino, Stadio Olimpico; 15, 17 e 18 giugno Milano, Stadio San Siro; 21 giugno Firenze, Stadio Franchi; 24 e 25 giugno Roma, Stadio Olimpico; 28 giugno Napoli, Stadio Diego Armando Maradona; 1° luglio Bari, Stadio San Nicola; 4 luglio Messina, Stadio San Filippo, 8 luglio Ancona, Stadio Del Conero; 11 luglio Bologna, Stadio Dall’Ara, 14 luglio Padova, Stadio Euganeo (aggiornato il 10/11/22).
  • Ricomincia domani, su Tv8, ‘Pechino Express’, condotto da Costantino della Gherardesca. Produzione Sky Original, realizzata da Banijay Italia, ‘Pechino Express’ propone le peripezie di dieci coppie d’amici o colleghi d’avventura alle prese con un viaggio rocambolesco; l’itinerario di questa edizione si sviluppa lungo la “Rotta dei Sultani”, tra Turchia, Uzbekistan, Giordania ed Emirati Arabi, fino alla finale a Dubai (per la verità già andata in onda su Sky Uno e in streaming su Now dal 10 marzo al 12 maggio 2022). Queste le dieci coppie in gara: Alex Schwazer e Bruno Fabbri sono “Gli Atletici”, Ciro e Giovambattista Ferrara “Padre e Figlio”, Barbascura X e Andrea Boscherini “Gli Scienziati”, Rita Rusic e Cristiano Di Luzio “I Fidanzatini”, Anna Ciati e Giulia Paglianiti “Le TikToker”, Victoria Cabello e Paride Vitale “I Pazzeschi”, Fru e Aurora Leone “Gli Sciacalli”, Nikita Pelizon e Helena Prestes “Italia-Brasile”, Bugo e Cristian Dondi “Gli Indipendenti” e Natasha Stefanenko e Sasha Sabbioni “Mamma e Figlia”.
  • Comincia oggi la sesta edizione del “Laterale Film Festival”, cinematografica kermesse che si pone come “un festival internazionale non competitivo d’arte cinematografica organizzato dall’Associazione Culturale Laterale. Esso si pone come obiettivi principali la valorizzazione dei linguaggi audiovisivi più innovativi e creativi del panorama contemporaneo e la riduzione della distanza esistente tra sperimentazione artistica e partecipazione del pubblico. Particolare attenzione è riservata ai giovani cineasti e agli indipendenti, alle opere autoprodotte e no-budget, frutto di percorsi di ricerca individuali e originali.” (⇐dalla pagina FB ufficiale) Dopo il salto, il programma completo:


(more…)


spicchi d’arte tra baffi di storia (98)

  • Aggiornamento ulteriore: tanti auguri, Keanu Reeves!
  • Aggiornamento: vivono da quest’oggi, 2 settembre, fino a lunedí 5, gli appuntamenti di ‘OnDance’ 2022, organizzati da Roberto Bolle a Milano. Particolarmente suggestivo sarà il “Ballo in bianco” di domenica mattina, durante il quale 1500 allievi, provenienti da centinaia di scuole di danza italiane, tutti vestiti di bianco, si eserciteranno in una lezione collettiva; al centro, neanche a dirlo, il maestro Roberto Bolle. Il quale, intervistato dall’agenzia ANSA, ha dichiarato: «(…) La danza è sempre stata considerata una cenerentola, invece è rappresentata da migliaia di ragazzi che ogni giorno si mettono al lavoro con passione e dedizione, mentre le compagnie chiudono per mancanza di fondi: la danza dà anche lavoro. È in continuità con quello che dico da anni alle istituzioni sui giornali, in tv, pubblicamente. Dopo l’audizione alla Camera era stato creato un tavolo istituzionale, è stato prodotto un documento che doveva essere portato all’attenzione del ministero, ma ora ci sono le elezioni, quindi bisognerà aspettare il prossimo governo per capire come si potrà andare avanti. Il lavoro del tavolo andava nella direzione che avevamo chiesto, cioè di rivedere la ridistribuzione del Fus, incentivare le nostre compagnie, rispetto a prenderle dall’estero, e di conseguenza anche incentivare le produzioni, quindi rinnoviamo l’appello per chi prenderà in mano la situazione in futuro: la danza merita la massima attenzione, un’attenzione che negli ultimi decenni non c’è mai stata». Con riguardo a OnDance 2022, il primo ballerino della Scala ha aggiunto: «Quest’anno poi ci sono tante novità e due in particolare vorrei sottolinearle: l’incontro ‘La Danza come Cura’ che tratterà dei benefici del ballo non solo come alimento dell’anima, ma anche in funzione del benessere da un punto di vista fisico e psicologico, e il Final Show il 5 sera al Castello Sforzesco, dove, in collaborazione con il Comune di Milano, 500 ingressi saranno riservati a persone e nuclei familiari individuati in collaborazione con i servizi sociali, così porterò la danza al di là delle barriere sociali, e tra coloro che in genere non possono certo seguirmi alla Scala o agli Arcimboldi». Non mancherà, al Final Show, un messaggio di pace, con un’esibizione dell’Accademia Ucraina.
  • Ricorre oggi, 1° settembre, il centesimo anniversario della nascita di Vittorio Gassman (all’anagrafe Gassmann).
  • Ricorre oggi, peraltro, il centoventesimo anniversario della prima proiezione, nelle sale francesi, di ‘Viaggio nella Luna’, diretto da Georges Méliès; è considerato il primo film di fantascienza della storia. Come si ricorderà, il film ha fatto anche da ispirazione al romanzo ‘La straordinaria invenzione di Hugo Cabret’ di Brian Selznick, nonché della riuscita trasposizione cinematografica di quello, ‘Hugo Cabret, di Martin Scorsese, con protagonisti Asa Butterfield, Chloë Grace Moretz, Ben Kingsley, Christopher Lee, Sacha Baron Cohen e Jude Law, premiata con cinque premi Oscar, tra cui quello alla migliore scenografia ai nostri Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.
  • Vivrà dal 2 al 4 settembre 2022 l’undicesima edizione del Festival della Televisione di Dogliani. La chiave di lettura di quest’anno è “in ascolto”; tra gli ospiti Arturo Brachetti, Enzo Iachetti, Joe Bastianich, Manuel Agnelli, Pif, Linus, Caterina Caselli, Barbara D’Urso, Enrico Mentana.
  • Si è tenuta oggi, giovedí 1° settembre 2022, alle ore 11:00, presso la Sala Volpi del Palazzo del Casinò del Lido di Venezia (Lungomare Guglielmo Marconi, 1861), nell’ambito della 79ª Mostra del Cinema di Venezia, la conferenza stampa di presentazione di “Cinema in festa”, nuova iniziativa promozionale promossa da ANICA, ANEC, Fondazione David di Donatello, in collaborazione con il Ministero della Cultura, che permetterà al pubblico di accedere in sala a prezzi ridotti, con cadenza periodica, sul modello della “Fête du Cinéma” francese. “Cinema in festa” è un progetto che abbraccia cinque anni, dal 2022 al 2026; è una festa di cinque giorni, durante la quale il biglietto cinematografico costerà tre euro e cinquanta centesimi; e vivrà dalla domenica (giorno preferito dalle famiglie) al giovedí (giorno dell’uscita in sala delle nuove proposte settimanali). La prima edizione si terrà dal 18 al 22 settembre prossimi ma ci saranno due tornate ogni anno, secondo il seguente calendario: (more…)

Venezia 79: la gondola e la poltrona

Salperà domani, 31 agosto 2022, la gondola della settantanovesima Mostra d’Arte cinematografica di Venezia, su cui abbiamo riflettuto in molte altre sedi; in questa vogliamo ricordare i titoli in gara e le modalità con cui i cinefili che non saranno fisicamente in Laguna possono prender parte ai giochi.
Una prima riflessione, riguarda, inevitabilmente, la Sala web e lo streaming;

(more…)


pinocchi a confronto

La fiaba di Pinocchio sta per tornare, sia su Netflix, sia su Disney+. La versione di Pinocchio secondo Guillermo del Toro (e Mark Gustafson) sarà sulla citata Netflix il prossimo dicembre, dopo qualche uscita novembrina in alcune sale cinematografiche selezionate. È ambientata nell’Italia degli anni Trenta, è stata realizzata con la tecnologia della stop motion ed è stata inserita nella categoria dei musical; nel cast vocale figurano l’esordiente Gregory Mann (voce di Pinocchio), Ewan McGregor (Sebastian J. Cricket, il Grillo Parlante), David Bradley (Geppetto), Finn Wolfhard (Lucignolo), Cate Blanchett (Sprezzatura, una scimmia), John Turturro (Mastro Ciliegia), Ron Perlman (Mangiafuoco e Podestà), Tim Blake Nelson (Postiglione), Burn Gorman (un carabiniere), Christoph Waltz (la Volpe) e Tilda Swinton (la Fata turchina). La sceneggiatura, oltre che da del Toro, è stata scritta da Patrick McHale; produttori Guillermo del Toro, Lisa Henson, Alexander Bulkley, Corey Campodonico, Gary Ungar; case di produzione Netflix Animation, Jim Henson Productions, Pathé, ShadowMachine, Double Dare You Productions, Necropia Entertainment; la fotografia è stata affidata a Frank Passingham, il montaggio a Ken Schretzmann; la colonna sonora ed i brani per le canzoni sono stati curati da Alexandre Desplat.
Già questo mese, giovedí 8, su Disney+, potremo gustare il Pinocchio diretto da Robert Zemeckis, realizzato in live action, cioè con attori in carne ed ossa. È noto ai piú che Tom Hanks ha indossato i (poveri) panni di Geppetto; vogliamo aggiungere che Benjamin Evan Ainsworth (more…)


cinquant’anni di colori (l’annuncio…)

Cinquant’anni fa, il 26 agosto 1972, l’annunciatrice Rosanna Vaudetti pronunciava il primo annuncio “a colori” della televisione italiana. La trasmissione annunciata era la diretta della Cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Monaco;  il vestito indossato dall’annunciatrice è conservato ancora oggi al Museo dalla Tv e della Radio Rai di Torino.
Ricordarlo oggi, in tempi di piattaforme streaming, convergenza digitale e realtà aumentata fa tenerezza ma all’epoca fu davvero una rivoluzione, in un Paese dalle potenzialità immense che, fino ad allora, si era accontentato del bianco e nero.
Dopo il messaggio, tuttavia, la tv a colori ebbe bisogno d’altro tempo per affermarsi. Fu soltanto il 1° febbraio 1977, dopo una lunga battaglia tecnico-politica e dopo la sperimentazione avuta durante i Giochi della XXI Olimpiade, che le trasmissioni a colori della RAI cominciavano ufficialmente.
Il successivo 2 ottobre, Corrado Mantoni introduceva la prima puntata di ‘Domenica in’ facendo accendere pian piano tutte le luci per mostrare ai telespettatori la bellezza della sua scenografia: (more…)


Netflix thermae Romam ducunt (et Antinoum…)

NETFLIX THERMAE NOVAE

A proud bath architect in ancient Rome starts randomly surfacing in present-day Japan, where he’s inspired by the many bathing innovations he finds.
Starring: Kenjiro Tsuda, Sanae Kobayashi, Chikahiro Kobayashi
(Netflix official website)

On Netflix since last February, ‘THERMAE ROMAE’ is a nice TV series. An excellent introduction to it is reproduced hereafter, from the website ‘Antinous and the Stars’:
(more…)


grazie, Piero! tenteremo di seguirti…

Piero Angela ci ha lasciato. Vuole il noto proverbio che “quando muore un anziano è come se bruciasse una biblioteca”. Ebbene, quando muore un Maestro e un Divulgatore, muore una galassia di conoscenze e di valori.

“Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana. Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano. Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia. È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati. A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato. Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese. Un grande abbraccio. Piero Angela”.*

(*dalla pagina Facebook di SuperQuark)


spicchi d’arte tra baffi di storia (97)

  • Quale miglior Innominato di Pasquale Curatola? Di questo e altri interrogativi dovranno occuparsi a breve, se già non l’hanno fatto, i responsabili della nuova serie televisiva basata sui ‘Promessi Sposi’ di Alessandro Manzoni, che torneranno in televisione, sulle frequenze di mamma Rai, in otto emozionanti puntate. Intervistato dall’agenzia ANSA, Roberto Sessa, produttore di Picomedia, ha dichiarato: «È in fase di sceneggiatura, scritta da Francesco Piccolo, Giulia Calenda e Ilaria Macchia, lo stesso gruppo autore per La Storia da Elsa Morante che sta realizzando Francesca Archibugi. I Promessi Sposi, sul set nel 2023, si vedranno sulla Rai che con Rai Fiction produce insieme a noi, Beta Film e al coproduttore francese Thalie Images proprio come per La Storia. Sarà una versione certamente filologica di Manzoni, ma allo stesso tempo molto moderna e saprà parlare anche alle nuove generazioni».
  • Luigi Lonigro, direttore di 01 Distribution e presidente dell’Unione editori e distributori dell’Anica, intervistato dall’Ansa a Locarno, ha dichiarato che, dopo alcuni mesi decisamente non facili per le sale, è «ottimista per la nuova stagione, avendo potuto vedere alle giornate di Riccione le proposte di tutte le distribuzioni»: «c’è una qualità e una quantità di cinema italiano molto importante. Siamo sempre fermamente convinti che il prodotto sia al centro di qualsiasi movimento. I bei film attirano il pubblico, generano il passaparola e portano le persone a tornare in sala. (…) I blockbuster hanno dimostrato che quando c’è un titolo di grandissima chiamata i giovani tornano. Ora dobbiamo recuperare il pubblico over 40, che è quello del cinema italiano d’autore e delle sale cinematografiche di città. Su questo l’ausilio di un prodotto di grandissimo livello sarà determinante». Con riguardo alla recente scelta della Warner Bros. di non distribuire piú il film ‘Batgirl’, nato per lo streaming e già costato oltre novanta milioni di dollari, Lonigro ha detto: «Credo sia stato un segnale importantissimo a livello planetario. Assumersi una responsabilità di non far uscire un film da quasi 100 milioni di budget è una decisione molto matura e importante. Chiaramente anche molto dolorosa. Però credo che il cinema in sala abbia bisogno anche di questo: di scelte coraggiose, di grandissima selezione e di grandissimi piani di lancio».
  • «Molte cose meritevoli di stupore vi sono al mondo ma nessuna è come l’Uomo», recitava il primo stasimo dell’Antigone di Sofocle (trad. nostra, diritti riservati). Ebbene, ben sapendo quanto a tale stasimo sia affezionato, «Molte cose meritevoli di stupore vi sono al mondo ma nessuna è come Matteo Tarasco», ci permettiamo noi d’esclamare! Suggestivo incrocio tra Kenneth Branagh giovane e Tonio Cartonio, Matteo Tarasco

    (more…)


Hercules live action & Hercules vs Thor: just a speculation

While we were carrying on our speculations, Disney and Marvel revealed at San Diego Comic-Con the films related to the phases 5 and 6 of the Marvel Cinematic Universe. Phase 5 (2023-2024): ‘Ant-Man and the Wasp: Quantumania’; ‘Secret Invasion’ (Disney+); ‘Guardians of the Galaxy Vol. 3’; ‘Echo’ (Disney+); ‘Loki season 2’ (Disney+); ‘The Marvels’; ‘Blade’; ‘Ironheart’ (Disney+); ‘Agatha: Coven of Chaos’(Disney+); ‘Daredevil: Born Again’ (Disney+); ‘Captain America: New World Order’; ‘Thunderbolts’; Phase 6 (2024-2025): ‘Fantastic Four’ (a reboot); ‘Avengers: The Kang Dynasty’ and ‘Avengers: Secret Wars’.
Do you all remember the old post in which I expressed the perplexity that too many Hercules could come up at the same time in our imaginary world and in cinemas? The reflection did not end there, it continued and hooked on the awareness that Marvel is part of the Disney empire, for some years now.
A hypothesis I had come up with could be this: (more…)


Rainbow acquisisce la Colorado; Videocittà, #Giffoni22, libro su Rispoli e altri demoni

  • Il gruppo Rainbow, italico fiore all’occhiello, responsabile delle Winx e d’altri encomiabili successi, ha comunicato d’aver completato l’acquisizione della Colorado Film, altra interessante, italica, realtà. La procedura d’acquisizione era iniziata cinque anni fa né segna un punto d’arresto all’espansione dell’azienda marchigiana che, al contrario, continuerà ad espandersi. Iginio Straffi, già fondatore e guida del Gruppo Rainbow, è ora anche Presidente di Colorado Film Production laddove Alessandro Usai è confermato nel ruolo di Amministratore Delegato. Intervistato dall’agenzia Ansa, Straffi ha dichiarato: «Stiamo lavorando con determinazione allo sviluppo di nuovi contenuti aperti a nuovi generi, a nuovi target e a nuove platee internazionali. Ci sono molte possibilità di crescita sul fronte del live-action e di generi come il thriller, l’horror e il fantasy senza dimenticare, ovviamente, la commedia. Possiamo contare su un bagaglio eccezionale di competenze e professionalità che, per Colorado Film, affondano le loro radici nei 37 eccezionali anni di attività della società fondata da Maurizio Totti, a cui va il ringraziamento di tutto il Gruppo».
  • È in libreria, per i tipi di Vallecchi, ‘Ma che belle parole! Luciano Rispoli. il fascino discreto della radio e della tv’, libro che Mariano Sabatini ha dedicato a Rispoli per il novantesimo anniversario della nascita.
  • È in essere da ieri, al Gazometro di Roma, l’edizione 2022 di ‘Videocittà’, il festival che esplora le forme nuove e piú avanzate dell’audiovisivo. La kermesse, inaugurata dall’evento ‘Editori e Creators digitali: dallo Storytelling al Metaverso’ (realizzata in collaborazione con Anica e curata da Manuela Cacciamani, presidente dell’Unione Editori e Creators Digitali) è diretta da Francesco Dobrovich; si avvale del contributo di Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Anica. La Rai è media partner, con RaiPlay digital partner.
  • Comincia soltanto oggi, invece, per concludersi sabato 30, la cinquantaduesima edizione del Giffoni Film Festival, dedicata agli Invisibili. (more…)

programmi Rai in ricordo di via d’Amelio (2022)

Ecco quanto comunicato dalla Rai per presentare la programmazione dedicata al triste anniversario della strage di via d’Amelio: (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: