Get a site

Posts tagged “Sanremo

perché Sanremo è Sanremo

aggiornamento 9 febbraio: ha avuto luogo oggi la conferenza stampa del festival. Amadeus ha dichiarato: “Io e Fiorello siamo consapevoli della situazione difficile, ma dobbiamo trovare un equilibrio tra le 75 pagine del protocollo e lo show televisivo. Ma a casa gli spettatori avranno il piacere di distrarsi e pensare a un momento di spensieratezza. Abbiamo il dovere di dare 5 serate di serenità.” Il vicedirettore di Rai 1, Claudio Fasulo, ha specificato: “In caso di positività o quarantena o coinvolgimento nel tracing, si applicano le norme vigenti: in sostanza, se un cantante risulterà positivo, dovrà ritirarsi ai sensi del regolamento. Lo stesso accadrà se l’artista verrà coinvolto nel tracing di qualcuno del suo entourage. In pratica applichiamo le norme che valgono in tutti i luoghi di lavoro e non solo.”
aggiornamento 4 febbraio: stando a quanto riportato dall’agenzia AGI, il Comitato tecnico-scientifico ha approvato, con alcune lievi modifiche, il protocollo studiato dalla Rai per Sanremo, squadernato in 75 pagine di documento. Si auspica, non di meno, che le autorità locali veglino sull’afflusso di turisti che normalmente affluiscono nella ridente cittadina ligure nei giorni della kermesse. Produttori Musicali Indipendenti, l’associazione che rappresenta le piú importanti aziende indipendenti italiane, “plaude al recepimento in toto delle indicazioni delle tre associazioni di categoria (Afi, Fimi e PMI)”.
aggiornamento 3 febbraio: in attesa di vedere che cosa si farà per addolcire l’assenza di pubblico dal punto di vista scenografico ed estetico, si può dare un’occhiata alla scenografia attualmente in essere, firmata dal maestro Gaetano Castelli. Gira in queste ore sui social, l’agenzia Ansa parla di “una sorta di ‘Meccano’ tra barre fluorescenti fucsia, bianche, turchesi ad avvolgere il palco. Le scale, immancabili. Ai lati, le due buche dell’orchestra, simili all’anno scorso, ma più ampie e più lunghe, fino ad abbracciare quasi metà della platea, per consentire il distanziamento tra i musicisti.
aggiornamento 2 febbraio: il protocollo studiato dalla Rai è stato trasmesso alle autorità di competenza. Ci veniva da riflettere su come dovrebbe essere organizzato il teatro Ariston per controbilanciare la mancanza di pubblico. Poltrone coperte da una struttura? Magari in grado di diventare un secondo palcoscenico led wall, come quello del Grande Fratello? Orchestra spostata dal lato opposto del palco? magari proprio su questa struttura? Orchestrali microfonati per simulare uno pseudopubblico, con risate e applausi? Ci siamo permessi di strutturare un sondaggio
aggiornamento 1° febbraio, comunicato ufficiale:La Rai, al termine di una riunione con il Direttore Artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston. Per tale motivo domani l’azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione. Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora. Con tale impostazione la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival.” Niente pubblico all’Ariston, nessun evento esterno e nessun programma in trasferta a Sanremo che non sia il festival stesso. Il protocollo cosí concepito sarà inviato al Comitato tecnico – scientifico domani, 2 febbraio.
aggiornamento 30 gennaio: nessun comandante abbandona la nave e nessun direttore artistico abbandona un festival di Sanremo. Stando a quanto riportato dall’agenzia ANSA, Amadeus, pur nella convinzione che la platea vuota possa penalizzare lo spettacolo, si rimetterà alle decisioni che saranno prese dalla Rai e dal Comitato tecnico scientifico: “Far saltare Sanremo significherebbe mettere in seria difficoltà tutti coloro che ci lavorano, l’industria discografica che spera in un segnale di ripartenza, la Rai stessa che grazie al festival lo scorso anno ha messo in cassa oltre 37 milioni di ricavi pubblicitari.”
aggiornamento 29 gennaio 2021, peraltro 50° anniversario del festival: secondo un lancio dell’agenzia ANSA, sono state definite le misure igieniche e sanitarie di Sanremo 2021, il cosiddetto “Codice antiCovid”. È previsto l’obbligo del tampone molecolare prima di partire per Sanremo; una volta in loco gli artisti ed i professionisti a qualsiasi titolo coinvolti si sottoporranno a tamponi quotidiani a carico della Rai. Al Teatro Ariston avranno accesso soltanto gli autorizzati, in ambienti – tra retropalco e camerini – regolarmente igienizzati. Gli alberghi potranno accogliere soltanto gli accreditati, i pasti potranno essere consumati soltanto in camera. Tutte le attività di promozione (interviste, collegamenti in diretta, conferenze stampa, servizi fotografici) si svolgeranno da remoto; se necessario, saranno in parte regolamentate all’interno dell’Ariston ma con orari scaglionati per evitare assembramenti. Per quanto attiene alla partecipazione dei giornalisti, indispensabile anche nelle votazioni della gara, si chiede la creazione di una stanza virtuale al posto della presenza fisica in sala stampa.

aggiornamento 27 gennaio: anche i ministri Speranza e Franceschini, nel loro piccolo, hanno espresso il loro pensiero. Il primo,  secondo quanto apprende l’Adnkronos, giusta le richieste dei discografici, ha chiesto al Comitato Tecnico Scientifico indicazioni sul protocollo di sicurezza per artisti e maestranze della manifestazione canora. In una nota indirizzata al Comitato, Speranza ha chiesto indicazioni “sul protocollo di sicurezza per artisti e maestranze”, ribandendo che per gli spettacoli nelle sale teatrali valgono le norme previste dal Dpcm in vigore, “che consente lo svolgimento di spettacoli in assenza di pubblico”. Nella lettera ad Agostino Miozzo, coordinatore del Cts, il Ministro ha inoltre chiesto di (more…)


sanremo 70, stato dell’arte e ultime indiscrezioni

(post aggiornato dall’11 novembre scorso)
aggiornamenti 15 gennaio: secondo un’indiscrezione del giornalista Paolo Giordano, rilanciata, tra l’altro, dal Messaggero, sul palcoscenico di Sanremo 2020 potrebbe esserci anche Lei, la mitica Raffaella Carrà, che andrebbe ad aggiungersi alle undici esponenti del gentil sesso già confermate. Quanto a Giordano, il testo pubblicato sul suo profilo Twitter cosí recita: “Le 10 ‘ragazze’ di Amadeus in realtà sono 11. Forse 12 (arriva la Carrà?). Peppino Di Capri pronto per il premio alla carriera. E il divo* di Hollywood? Non se ne sentirebbe la mancanza”. Secondo altre indiscrezioni, Elisabetta Gregoraci potrebbe co-condurre ‘L’Altro festival’, rubrica che chioserà ogni serata sanremese. (* link creato in automatico dal software)
aggiornamenti 14 gennaio: ha avuto luogo oggi la conferenza di presentazione del festival di Sanremo. Le donne che affiancheranno Amadeus sul palcoscenico del teatro Ariston saranno Antonella Clerici, Diletta Leotta, Emma D’Aquino, Laura Chimenti, Francesca Sofia Novello nonché Monica Bellucci (seconda serata) e, dice Amadeus, Rula Jebreal, Sabrina Salerno, Alketa Vejsiu, Mara Venier (quinta serata) e Georgina Rodriguez. Ci saranno Fiorello e Benigni; ci saranno anche, tra gli ospiti, la pop star Dua Lipa e Johnny Dorelli; confermati Mika e Massimo Ranieri, il quale ultimo canterà con Tiziano Ferro, presente in tutte e cinque le serate. Amedeo Umberto Rita Sebastiani, in arte Amadeus, ha anche dichiarato che sono in corso trattative per Al Bano e Romina (“con un inedito scritto da Malgioglio”), per Zucchero e per Ultimo.
aggiornamenti 6/7 gennaio:

  • In merito alla presenza di ospiti del 70esimo Festival di Sanremo, l’Amministratore delegato Fabrizio Salini ricorda che, dopo aver definito il cast fisso di conduzione, stasera sarà presentato in diretta su Rai1 il cast dei cantanti in gara. Da domani si definiranno le altre presenze che affiancheranno Amadeus nel corso delle 5 serate e la partecipazione di altri ospiti, oltre a quelli già decisi. Le proposte della Direzione Artistica, già discusse con la direzione di Rai1, saranno oggetto, come di prassi, di un confronto con l’Amministratore delegato, con il solo obiettivo di realizzare un grande Festival di Sanremo”. Nota stampa Rai, 7 gennaio 2020
  • Rula Jebreal sarà ospite una serata al prossimo Festival di Sanremo, affiancando Amadeus sul palcoscenico dell’Ariston. È quanto deciso oggi nel corso dell’incontro a tre che ha visto impegnati l’amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini, la direttrice di Rai1, Teresa De Santis, e lo stesso Amadeus. (AGI)
  • Come Amadeus aveva già rivelato a Repubblica e di recente confermato, l’elenco per ordine alfabetico degli artisti e dei brani di Sanremo 2020 è il seguente: (more…)

Sanremo 2020 con Amadeus: comunicato stampa Rai

“Un Festival di Sanremo all’insegna della coralità e della celebrazione, un Festival con sorprese, un Festival nel segno della storia della Rai che vedrà impegnata l’intera l’Azienda. Sarà questo SANREMO 70, un ambizioso evento multipiattaforma ideato e costruito dalla Rai che culminerà con le 5 serate al Teatro Ariston e che (more…)


Sanremo 2020, un’idea per lo spartito

Secondo me, il settantesimo festival della canzone italiana di Sanremo
dovrebbe rendere giustizia sia al passato, sia al presente, sia al futuro.

Amadeus e Mina sarebbero perfetti, ci mancherebbe ma,
oltre a loro … (more…)


brevi dai media (79)

  • La morte di Stan Lee merita l’incipit di questo post. Abbiamo perso il padre degli Avengers, dell’Uomo Ragno (Spider Man), di Hulk, degli X-Men, di Daredevil, dei Fantastici 4, di Iron Man, di Doctor Strange, perfino di Thor. Al netto dei crediti da attribuire alla mitologia, ovviamente.
  • È ufficiale: ‘Sanremo Giovani’ 2018 sarà condotto da Fabio Rovazzi e da Pippo Baudo. Il secondo ha alle spalle tredici interi festival, il secondo ha dichiarato di non essere preoccupato dal confronto perché, pur conquistando il carisma del siciliano il 99% del palco, saranno comunque “una bella coppia”. Claudio Baglioni, direttore artistico, ha parlato di una “perfetta fusione tra tradizione e innovazione”.
  • Che poi, il super Pippo nazionale, Baudo intendo, (more…)

quella direzione fina…

Claudio Baglioni ha accettato di “capitanare” il festival di Sanremo anche nella sessantanovesima edizione, in programma a febbraio 2019. Lo comunica una nota ANSA, che conferma il lungo corteggiamento di cui si parlava.
Mario Orfeo, direttore generale della Rai, ha dichiarato: (more…)


1° maggio e altri demoni

Aggiornamento: anche Taranto festeggia il 1°maggio, nello spirito del divertimento e dell’impegno. La quinta edizione del concerto ‘Uno Maggio 2018’, organizzata dall’attore Michele Riondino, da Roy Paci e da Antonio Diodato e dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, sarà condotta da Andrea Rivera, Valentina Correani e Valentina Petrini. L’impegno del Comitato,  gruppo di operai e cittadini formatosi dopo il sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva nel 2012, è quello di arrivare ad un Accordo di Programma “sul modello di quello stretto a Cornigliano nel 2005 per il superamento della produzione siderurgica “caldo”, altamente inquinante. (…)un piano serio di bonifica e riconversione, con coperture finanziarie reali, che ridisegnerà il futuro di Taranto in modo che possa realmente divenire il simbolo di una quarta rivoluzione industriale “umanizzata”, che ponga al centro del processo di rinnovamento l’uomo e la sua capacità di operare per il bene comune”. Il Concerto ‘Uno Maggio’ di Taranto 2018, organizzato nel Parco delle Mura Greche, sarà trasmesso da Antenna Sud, sul Canale 85 e sui canali Sky compresi tra l’875 e l’879, a partire dalle ore 14.  Ecco la lista ufficiale degli ospiti:  Brunori Sas, Noemi, Emma Marrone, Levante, Irene Grandi, Ghemon, Piotta, Frenetik & Orang3, Colapesce, Meganoidi, Modena City Ramblers, Fido Guido, Teresa De Sio, Coma_Cose,  Mezzosangue, Bud Spencer Blues Explosion, Luca De Gennaro, Lacuna Coil, Mama Marjas, Francesco Di Bella, Terraross, Med Free Orchestra

“la musica può rendere gli uomini liberi”

Bob Marley, citato nel programma ufficiale del concerto 1° maggio

  • Quest’anno lo spettacolo legato al tradizionale concerto del 1° maggio, promosso da CGIL, CISL e UIL e organizzato da iCompany, sarà condotto da Ambra Angolini e Lodo Guenzi dello Stato Sociale. Andrà in onda in diretta televisiva su Rai 3 ma sarà raccontato in diretta anche su Radio 2, da Andrea Delogu, Ema Stokholma, Melissa Greta Marchetto e Carolina Di Domenico; quest’anno Radio2, oltre a seguire l’evento dal vivo, racconterà per la prima volta il “dietro le quinte” sulla propria pagina Facebook e sul canale YouTube della Rai. Sul palcoscenico, come sempre allestito in piazza san Giovanni in Laterano, si esibiranno (more…)

a volte ritornano (13)

Aggiornamento 21 novembre 2017: secondo alcune indiscrezioni, Claudio Baglioni, oltre che direttore artistico, sarà anche conduttore, forse insieme a Michelle Hunziker e a un altro artista, di sesso maschile.

  • Ormai i giochi sono decisi: Carlo Conti porterà ‘la Corrida’ di Corrado su Rai 1 la prossima primavera , nella versione televisiva per tanti anni condotta da Mantoni stesso, poi da Gerry Scotti e, per un’edizione, da Flavio Insinna. La Corima, casa di produzione del programma, diretta da Marina Donato, vedova di Corrado Mantoni, ha diramato via Facebook un preciso comunicato rivolto agli aspiranti dilettanti allo sbaraglio: “Sai ballare, cantare, recitare, suonare…. Ti senti un dilettante allo sbaraglio? La Corrida torna in TV! 🚦Invia i tuoi dati a [email protected] … ti aspettiamo!!!” Oltre che su Facebook, attive anche le pagine social su Instagram e Twitter. Per inciso, Corìma produce anche Forum
  • Nella puntata di ieri del Tg1, Claudio Baglioni ha rivelato come sarà il suo Sanremo, riguardo al quale dichiara (more…)

spicchi d’arte tra baffi di storia (12)

Aggiornamento 25 settembre: una nota stampa Rai conferma che Claudio Baglioni sarà il direttore artistico di Sanremo 2018. A gennaio, nell’ambito della consueta conferenza stampa, saranno comunicati i suoi compagni d’avventura.
Aggiornamento 22 settembre: secondo l’agenzia giornalistica ANSA, Claudio Baglioni sarà direttore artistico e conduttore del festival di Sanremo 2018. Mancherebbe soltanto l’ufficialità, che dovrebbe essere ratificata lunedí prossimo, nell’ambito di un incontro formale tra Baglioni e i dirigenti Rai. Quanto al compenso, pare che il grande artista percepirà un 10% in meno rispetto a Carlo Conti.
Aggiornamento 20 settembre: sulle pagine del settimanale ‘Chi’, Beppe Fiorello ha annunciato che non prenderà parte al Festival: «Non farò Sanremo, non è il momento..
Aggiornamento 10 settembre: la sessantottesima edizione 2018 del festival della canzone italiana di Sanremo si terrà dal 6 al (more…)


Mannoia, Raffaele e i casi della vita

Su Sanremo 2018 piovono soltanto incognite e ipotesi ma ieri sera una Fiorella Mannoia incarnata da Virginia Raffaele ha magistralmente dimostrato con quale fair play, con quale distacco, con quale decoubertiniano afflato i professionisti piú seri e gli artisti piú grandi vivano i diversi casi della vita. Il riferimento era all’edizione ultima scorsa, ovviamente e (more…)


#iostoconPaola (2)

Secondo me Paola Perego dovrebbe condurre Sanremo 2018.
Con un partner maschile magari ma (more…)


Sanremo 2017: il disgelo è avvenuto

Il gelo su Sanremo 2017, almeno con riguardo alla co-conduzione, sembra in procinto di sciogliersi e la conferenza stampa ufficiale di domani lo suggellerà definitivamente. Oggi anche l’Ansa, dopo le indiscrezioni girate negli ultimi giorni, riprende il settimanale ‘Chi’ e riferisce che a condurre il festival accanto a Carlo Conti ci sarà (more…)


brevi dai media (38)

  • Sky Italia, insieme a Cattleya, Indiana, Lucisano Media Group, Palomar e Wildside hanno creato ‘Vision Distribution’. La società, già annunciata lo scorso agosto, è stata costituita a Milano; il Consiglio d’amministrazione è composto da Andrea Scrosati (Presidente), Margherita Amedei, Luisa Borella, Carlo Degli Esposti, Mario Gianani, Benedetto Habib, Domenico Labianca, Federica Lucisano, Nicola Maccanico, Luca Sanfilippo, Riccardo Tozzi. Amministratore delegato, nominato nella prima seduta, è Nicola Maccanico.
  • Con riguardo a Sanremo 2017 e alle ipotesi di co-conduzione, il presentatore e direttore artistico Carlo Conti ha dichiarato: (more…)

Sanremo 2017: il disgelo continua

Dopo la scelta delle otto promesse e dei ventidue big che si esibiranno, con relative canzoni, sul palco dell’Ariston, il puzzle di Sanremo continua a cercare le sue tessere. Ligio all’antico “omne trinum est perfectum”, Carlo Conti ha dichiarato che non curerà Sanremo 2018, per non bissare il primato dei quattro festival consecutivi che appartiene a Pippo Baudo, e per non correre il rischio d’abbassare la media, a oggi eccellente, delle sue edizioni.
Dunque, Sanremo 2017 sarà, al momento, l’ultimo di Carlo Conti. E sarà dedicato, in gran parte, a Luigi Tenco, del quale ricorre, nel 2017, il cinquantesimo anniversario della morte: «Ho chiesto a tutti i Big di non fare cover delle sue canzoni perché gli dedicheremo uno spazio: talvolta basta poco per fare un bell’omaggio».
Quanto alle vallette, saranno presentate ufficialmente l’11 gennaio, nel corso della conferenza stampa istituzionale al Casino di Sanremo; Chiara Ferragni ha detto (more…)


Sanremo 2017: il disgelo

La sessantasettesima edizione del festival della canzone italiana di Sanremo avrà luogo dal 7 all’11 febbraio 2017 e sembra nascere in un clima di magico mistero. Sicura la conduzione, cosí come la direzione artistica, affidate a Carlo Conti. Del tutto congelate, invece, le notizie ufficiali relative alle vallette o ad una eventuale co-conduzione, riguardo alle quali Conti medesimo si è espresso in modo inequivocabile: «è l’ultima fase della preparazione del Festival. Ci penserò dopo ‘Sarà Sanremo’». Miriam Leone? Chiara Ferragni? Sveva Alviti? Pamela Prati e Valeria Marini? Queste le ipotesi di alcune testate. Con riguardo alla possibilità, ventilata sulla stampa, di avere Melania Trump come ospite, il toscano ha dichiarato «Un’idea certo bella e come sorpresa non sarebbe male, ma non ci abbiamo ancora pensato». Quanto a cantanti e canzoni, il conduttore e direttore artistico ha promesso lavori di prim’ordine, “proposte musicali d’alto livello, ma anche numerose”; i cantanti già affermati, cosiddetti “big” saranno ventidue, non venti, e si esibiranno nel corso delle prime due serate. I primi otto classificati delle due puntate, sedici in tutto, accederanno alla serata di venerdí, mentre gli ultimi sei classificati (3+3) parteciperanno, di giovedí, a una sorta di torneo eliminatorio, dal quale si salveranno altri quattro artisti. Venerdí, dunque, si esibiranno in venti e quattro saranno eliminati, per arrivare in sedici alla finale di sabato. Centocinquanta, d’altra parte, le proposte “big” pervenute alla trasmissione.
I cantanti che ingaggeranno musical tenzone a Sanremo 2017 saranno: (more…)


#sanremostaisereno (3)

Aggiornamento 12 gennaio: è ufficiale, Carlo Conti a Sanremo sarà affiancato da Madalina Ghenea, Virginia Raffaele e Gabriel Garko. È stato rivelato questa mattina alla conferenza stampa ufficiale, cominciata con un doveroso ricordrdo a David Bowie. Quanto agli ospiti, il conduttore e direttore artistico si è espresso in tal guisa:

“Confermo che i primi ospiti che possiamo annunciare al Festival di Sanremo sono Laura Pausini, Eros Ramazzotti, i Pooh e Renato Zero. (…) Faremo di tutto per portare Cristina D’Avena al Festival e accontentare la campagna partita sui social. (…) Quello che ci può aiutare in questo momento, è tornare un po’ bambini. Quindi se questo passa anche per il Puffo, ben venga il Puffo!” (Ansa)

Carlo Conti è un maestro della televisione e, unitamente ai riconoscimenti di trent’anni di Rai, ben merita la fiducia delle alte sfere nella gestione del festival di Sanremo che, ricordiamo, celebrerà nel 2016 la sua sessantaseiesima edizione, in onda dal 9 al 13 febbraio, ovviamente su Rai 1.
Sarà la seconda delle tre edizioni che le citate alte sfere hanno previsto per Conti, la seconda come direttore artistico, l’ultima delle tre, se non vorrà altrimenti, come conduttore. Ospite di Massimo Giletti e della sua ‘Arena’, il Carletto nazionale ha oggi svelato i nominativi degli artisti che si  esibiranno sul palco, lasciando in via di definizione solo le co-conduttrici delle serate (Virginia Raffaele?) e le responsabilità del redivivo dopo-festival.
Cantanti e relative canzoni sono, in ordine alfabetico, i seguenti:
(more…)


il Cavallo ed il Biscione

Sono state annunciate e sono ricavabili dai palinsesti pubblicitari le principali novità che riguardano la programmazione Rai e Mediaset nel 2016.
Per quanto riguarda la Rai, si può senz’altro affermare che sarà confermato alla fiction un ruolo di prim’ordine: dal 7 gennaio tornano le avventure di ‘don Matteo’, giunto alla decima edizione, dal 22 febbraio ‘Il commissario Montalbano’ e, globalmente, da gennaio a marzo, cinque prime serate di Rai 1 su sette saranno occupate da tv movie e miniserie.
Il 3 gennaio andrà in onda ‘Tutto può succedere’, serie italiana basata sull’americana Parenthood; il 25 è previsto ‘il paradiso delle signore’, fiction in costume. Mercoledí 9 marzo ritorna ‘Velvet’, alla terza stagione.
Le serate di venerdí e sabato saranno destinate all’intrattenimento, leggero o impegnato; il 15 gennaio è previsto uno speciale ‘Porta a Porta’, dal 22 la nuova edizione di ‘Cosí lontani cosí vicini’, con Albano e Romina Power, a marzo due serate evento, una il 18 con Tiziano Ferro.
Al sabato, ‘Il dono’, con Marco Liorni e Paola Perego; dal 16 gennaio al 6 febbraio ‘Sogno e son desto 3’, con Massimo Ranieri; dopo Sanremo (9 – 13 febbraio), sarà la volta di ‘Ballando con le stelle – 11’.
Andranno in onda su Rai 1 anche le partite (more…)


#sanremostaisereno (2)

Carlo Conti, un nome una garanzia, piloterà da conduttore l’edizione 2016 del Festival della canzone italiana di Sanremo, ricoprendo anche il ruolo di direttore artistico per il 2016 e per l’anno successivo. Lo si sospettava da tempo, pur tra diplomazie e impliciti testuali.

Il Rischiatutto di Fazio partirà probabilmente nel 2016.

Per il resto, (more…)


#sanremostaisereno

Carlo Conti ha condotto un’edizione del festival di Sanremo premiata dagli ascolti e dal sentire generale. Molti lo vorrebbero alla conduzione anche per l’edizione 2016, magari unitamente al ruolo di direttore artistico che già quest’anno ha ricoperto (l’anno scorso in questo periodo dell’anno il nome del conduttore era già noto…).

Volendo dare un consiglio al Carletto nazionale, tuttavia, in modo assolutamente spassionato, ci parrebbe di poter suggerire quanto segue: (more…)


campanule e diamanti

Prende il via oggi il 65° festival della canzone italiana di Sanremo, per la conduzione di Carlo Conti e la collaborazione scenica di Arisa, Emma Marrone e Rocío Muñoz Morales.

La scenografia è basata su una campanula che si apre e si chiude in un tripudio di effetti speciali e colori ultravivaci; il mio fiore preferito è l’orchidea nera e si deve pertanto auspicare che se ne terrà conto per l’edizione 2016…

Le aspettative d’ascolto di Giancarlo Leone solo di almeno il 38% di share, quella dell’anno scorso, che potrebbe essere raggiunta e superata in virtú, tra l’altro, del ritorno alla canzone singola per ogni artista.

Il saldo atteso è di quattro milioni di euro e si conta di raggiungerlo con una particolare austerity; il festival costa quest’anno tra i 15 e i 16 milioni di euro, rispetto ai 18 dell’anno scorso e ai 20 del 2013: di questi 15 o 16 milioni, 5 e mezzo devono essere versati dalla Rai al Comune di Sanremo che, com’è noto, ospita la kermesse.

Gli spazi pubblicitari di questa edizione sono stati venduti a blocchi di 15 secondi, non 30, per un costo medio  di circa 14 mila euro al secondo (Ansa). Il conduttore, volto tra i piú rassicuranti di Rai 1, percepirà un compenso di 500 mila euro mentre ad Arisa, secondo le indiscrezioni, sarà riconosciuto un cachet tra gli 80 e i 100 mila euro; Rocío avrà un gettone di presenza calcolato attorno ai 60 mila euro mentre Emma Marrone avrebbe rifiutato una mercede da “valletta” e avrebbe chiesto un rimborso spese di 60 -70 mila euro per la sua équipe.

Chi, poi, non volesse vederlo, il festival, potrà sempre guardare altro o andare al cinema. Ha infatti luogo, nelle sale cinematografiche, un confronto tra i piú vivaci: un impenitente ladro internazionale deve fare i conti con il piú brillante degli investigatori, in ‘Lupin vs Detective Conan’. Il ladro gentiluomo ha rubato un prezioso diamante ma, questa volta, alle sue calcagna non c’è solo il tradizionale Zenigata ma anche Conan, il detective preferito dai bambini… Stasera e domani.

Ecco, comunque, il comunicato stampa Rai su Sanremo 2015: (more…)


i glicini in fiore di Sanremo 2015

Carlo Conti, conduttore della prossima edizione del festival di Sanremo (10 – 14 febbraio), ha annunciato oggi i nomi delle Nuove Proposte, dei boccioli di glicine* che si schiuderanno sulla riviera ligure a febbraio, cantando all’inizio e non alla fine della puntata, tentando di convincere il pubblico con il profumo delle loro canzoni e della loro voce:

Giovanni Caccamo, Serena Brancale, Kaligola, Kutso, Enrico Nigiotti, Rakele

oltre alle due vincitrici di ‘Area Sanremo’, Amara e Chanty.

Carlo Conti, nell’annunciare i nomi dei ragazzi durante il TG1, ha dedicato un pensiero a Mango e c’è da auspicare che la prossima edizione del Festival renderà davvero adeguato omaggio al raffinato artista che ci ha lasciato, secondo le credenze dei Greci, a causa d’una saetta d’Apollo.

Quanto ai Big, (more…)


#ilpiúgrandeSanremodopoPippoBaudo (2)

Carlo Conti ha rilasciato in questi giorni interviste e dichiarazioni sul suo futuro televisivo, almeno per quanto riguarda Sanremo e gli altri impegni della stagione 2014 -2015; sta lavorando al regolamento del festival, che sarà pronto a metà settembre e si differenzierà dalle ultime edizioni perché ogni artista proporrà una canzone soltanto. Sedici artisti e otto giovani.

Ci sarà poi da pensare al cast e alla persona che lo affiancherà alla conduzione, una co-conduttrice (co-conduttore no, eh?), da scegliere entro Natale, periodo durante il quale, per tradizione, si deve essere particolarmente generosi. In piú, un comico diverso a serata, che alcuni rintracciano nel teatro toscano, nei Pieraccioni, Panariello e Ceccherini che provengono dalla terra di Dante.

(more…)


le offerte di mamma Rai (2014 – 2015)

La conferenza di presentazione della programmazione Rai 2014 – 2015 è stata alquanto pacata ed ha costituito il secondo streaming da seguire oggi con particolare attenzione (il primo, si sarà capito, è stato squisitamente politico).

Molte le conferme, qualche novità, qualche situazione ancora da definire e, per una Licia Colò che sposta altrove la sua garbata avvenenza, il pacato Giovanni Floris è ancora in trattative. Sanremo è previsto per la seconda o terza settimana di febbraio. Leone  ha confessato di avere un sogno che riguarda Fiorello.

Rai 1 mantiene senz’altro alcune sue fuoriserie come Uno Mattina, La prova del cuoco (con appendice postprandiale coi Dolci di Antonella), Linea blu, Passaggio a Nord Ovest, A sua immagine, Linea verde, L’Eredità, Affari tuoi; la novità è ‘Buongiorno Benessere’, la domenica dalle 10 alle 10.50. Confermate l’Arena di Massimo Giletti e una Domenica in ancora in cantiere, alla cui conduzione alcuni prevedono la non ancora confermata Paola Perego. Confermati i varietà di prima serata che hanno decretato il successo di molte serate della rete, come Tale e quale show, Sogno e son desto (bis), Ballando con le stelle, Speciale Superquark, Così lontani così vicini, La vita in diretta con Cristina Parodi e Marco Liorni. Confermati Porta a porta e Petrolio; eventi speciali saranno il Volo di Massimo Giletti, sui tre noti tenori, e i Dieci comandamenti riproposti da Roberto Benigni

dopo il già felice riscontro di Mosè, di Iannaccone e, nel suo piccolo, da Sinners (programma sky al quale il sottoscritto prestava preziosa manovalanza); novità assolute saranno il talent Forte, forte, forte con Raffaella Carrà, Senza parole e Una notte al museo, con un inedito Piero Angela che rimarrà bloccato nottetempo all’interno di un museo e, come avviene nell’omonimo film, avrà modo di visitarlo e viverlo in modo particolarmente suggestivo.

Come sempre ben nutrito il piatto delle fiction: ci saranno dieci nuove puntate di Che Dio ci aiuti (3), il Restauratore 2, poi Un’altra vita, La narcotici –Sfida al cielo, Questo nostro amore ’70, Una pallottola nel cuore, l’Oriana, Qualunque cosa succeda, La Bella e la Bestia, La strada dritta, Francesco, Ragion di Stato, Un mondo nuovo –Altiero Spinelli.

È da precisare che anche Rai 2 e Rai 3 avranno delle buone fiction in prima serata, come Impazienti, zio Gianni, il Candidato e l’ormai istituzionale Un posto al sole.

Nel primo semestre 2015 tornerà, come si accennava, Braccialetti rossicon una nuova serie; poi Baciato dal sole, Catturandi, La dama velata, Grand Hotel, Un passo dal cielo (3), Una grande famiglia (3), Fuoriclasse (capitolo terzo), Max e Hélène, Non chiedere perché, Il sole negli occhi, Pietro Mennea – la freccia del Sud.

Le conferme di Rai 2 riguardano fondamentalmente Cartoon flakes, I fatti vostri, Sulla via di Damasco, Quelli che il calcio, Pechino Express, Mezzogiorno in famiglia, Cronache animali, Detto fatto, Sereno variabile, Virus e Made in Sud; tra le novità i Signori del vino, il più grande pasticcere e Fattore A.L.F.A., su automobili, lavori, fitness e ambizione. Particolarmente interessante l’offerta della seconda serata: Party People Ibiza (sul mondo della notte e del divertimento), Quanto manca? , Senza peccato, 2next –Economia e futuro, Emozioni, Obiettivo pianeta, Seven. Previste per il 2015 le nuove puntate di Voyager, di Boss in incognito, di The Voice, dello stesso Made in Sud; inoltre una novità in seconda serata, il Verificatore, sorta di agenzia investigativa che i prefigge d’indagare le notizie.

Lo slogan di Rai 3 per la prossima stagione è dei piú rassicuranti: Innovazione nella continuità. A tale motto si appelleranno i rinnovati appuntamenti con Agorà, Mi manda Rai Tre, Elisir, In mezz’ora, Kilimangiaro (con Camila Raznovic al posto di Licia Colò), Geo, Pane quotidiano, Ulisse, Che tempo che fa, Blob, Amore criminale, Sfideil citato I dieci comandamenti di Iannaccone, Visionari di Corrado Augias, Storie maledette, Un giorno in pretura, Ballarò (con o senza Giovanni Floris). Una delle novità sarà Ti scatterò una foto, che proverà a ricostruire storie ed emozioni partendo da una diapositiva; altre nuove proposte saranno L’Infiltrato e Migranti.

Tornerà nel 2015, al sabato, Per un pugno di libri.


Sanremo 2014(,) comincia a fare (i) Conti

Sanremo 2014 muove i primi passi sotto auspici tra i piú confortanti.

Professionista tra i piú maturi, il presentatore e direttore artistico Carlo Conti, di recente insignito dal Moige della Conchiglia 2014 per ‘Tale e quale show‘, ha promesso all’ANSA un Sanremo ‘family friendly’ e ha preso posizioni decisamente rassicuranti, dichiarando:

“Sono un giullare della tv e faccio con leggerezza quello che volevo fare da bambino (…)  ho
imparato il garbo dalla mia mamma”.

Il regolamento prevederà una sola canzone per artista; quanto al cast, sul quale girano le prime indiscrezioni, si è cosí espresso:

“Non avrò preclusioni sul cast. Benvenuti anche gli artisti dai talent”.

Chi vivrà vedrà.


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: