Get a site

Posts tagged “Grande fratello

Vespa, Becchetti e altri demoni

  • Il numero in edicola di Topolino rende omaggio al Rischiatutto.
  • Sembra che De Agostini voglia rilanciare il canale posizionato al numero 59, lasciato libero a gennaio da Gazzetta tv; Francesco Becchetti, nel suo piccolo, ha messo in vendita l’lcn 33, frequenza su cui ha vissuto Agon channel, per dieci milioni di euro. Trattabili, si ritiene. Sarebbero interessati, tra gli altri, Turner e Viacom. (⇐Italia Oggi);
  • L’edizione 2016 degli Mtv Awards avrà luogo il 19 giugno, al Parco delle Cascine, Firenze, per la conduzione di Francesco Mandelli. La serata, di cui il Comune di Firenze è, da quest’anno, partner istituzionale, sarà trasmessa in diretta da Mtv. (⇐Ansa)
  • Sono cominciate le selezioni per la prossima edizione del ‘Grande fratello’; la prima del 2016 si terrà il 7 maggio ad Agliana, provincia di Pistoia. È possibile candidarsi on line, sul sito ufficiale del programma. Nulla si sa del ‘Grande Fratello Vip’. (⇐ Davide Maggio)
  • Vespa in fundo; ha avuto luogo l’audizione del direttore di Rai 1 Fabiano e del direttore editoriale Verdelli, presso la Commissione di vigilanza Rai. Il Corriere della Sera ha raccolto alcune posizioni: (more…)

ci aspettano in televisione

Aggiornamento del 14 settembre: secondo alcune fonti, l’undicesima edizione dell’Isola dei Famosi andrà in onda su Canale 5 a settembre 2016, non a gennaio, sebbene il direttore di Canale 5, nelle recenti interviste, non lo abbia minimamente accennato. Il Grande fratello, poi, è stato spostato al giovedí, giorno di programmazione delle prime edizioni e partirà il 24 settembre.

La stagione televisiva 2015 -2016, di raro interesse per il confronto sulla pay tv, ha annunciato i suoi appuntamenti; è d’uopo ricordare che il periodo di garanzia autunnale 2015, durante il quale le reti televisive e le loro concessionarie devono garantire un ascolto minimo per la compravendita degli spazi pubblicitari, comincerà il 30 di agosto e si concluderà il 19 dicembre.

Ecco il calendario con le partenze dei programmi televisivi piú conosciuti:

(more…)


la casa del Grande fratello (vip)

Aggiornamento novembre 2015: secondo molte fonti, la programmazione del Grande Fratello Vip è rimandata alla stagione 2016 -2017.

Il Grande Fratello Vip’ (‘Celebrity Big Brother’) sarà probabilmente una delle novità della prossima stagione televisiva e la proporzione sorge spontanea: se il Grande Fratello ha sempre abitato a Cinecittà, quale dimora sarà acconcia al Grande Fratello Vip (matematicamente Grande Fratello: Cinecittà = Grande Fratello Vip:x)?

Cinecittà è sempre stata la sede perfetta per il reality perché consente la realizzazione di strutture cinematografiche al suo interno senza bisogno d’autorizzazioni ma, per l’edizione “celebrity“, perché non cambiare? A nostro modesto avviso una buona collocazione per l’edizione “vip” del programma potrebbe essere un’altra struttura imparentata con la Hollywood sul Tevere: Cinecittà World, il parco tematico del quale il sottoscritto si è occupato in piú occasioni. (more…)


brevi dai media (5)

Cosa passa nella testa delle famiglie Berlusconi e Murdoch?  Secondo le indiscrezioni piú recenti (Corriere della Sera et alt.), si starebbe lavorando ad una società in grado di consentire a Sky e a Mediaset di coabitare nella pay tv, unendo gli asset e i sette milioni di clienti delle  rispettive piattaforme. Sarebbero stati i figli di Berlusconi a scongiurare la vendita totale dell’azienda. In ogni caso, il monopolio che verrebbe a crearsi, pur con dei precedenti in Europa, dovrebbe passare il vaglio dell’Antitrust. Che poi, a pensarci… già Fox Sports è una bella forma di partnership… Quanto agli interessi di Berlusconi in Europa, si è saputo che las hermanitas di Telecinco (rileggi), cioè le emittenti spagnole del Biscione, sono aumentate; Mediaset España Comunicación, ha acquisito il 40% di Godo Group, il gruppo a capo di Digitals de Catalunya e 8 Tv, proprietario di quattro frequenze televisive e del quotidiano La Vanguardia (Huffington Post).

Cosa passa nella testa di chi cura la programmazione Mediaset? Molti reality show, a quanto sembra. La prossima stagione televisiva vedrà il ritorno dell’Isola dei famosi (11) e del Grande fratello (14) ma, per la prima volta in Italia, andrà in onda anche ‘Grande Fratello VIP’, probabilmente nella prima parte della stagione, quella autunnale. Secondo Dagospia, potrebbe tornare in onda anche ‘La Talpa’ (4), il fortunato programma che ha costituito uno dei cavalli di battaglia di Italia 1.

Cosa passa nella testa dei responsabili di Sanremo? Secondo TvZoom la conduzione del festival nel 2016, che sarà rivelata ufficialmente i prossimi 29 e 30 giugno, è “un segreto di Pulcinella” giacché Carlo Conti, che salutiamo caramente, ha già cominciato a girare per le case discografiche per annusare e subodorare le novità e gli umori. Questo, secondo la testata, significa che Carletto sarà nuovamente il conduttore della kermesse anche se, a rigore, il suo girare per le case discografiche potrebbe dipendere dal ruolo di direttore artistico. Si è vociferato della possibile co-conduzione di Maria de Filippi, anche per una sola serata e con “ruoli distinti”. (more…)


il Gf secondo Colabona

Lord Lucas di TvBlog ha di recente ripreso un’intervista rilasciata da Sergio Colabona nel 2009. Il caporegista del Grande fratello all’epoca promuoveva una sua fatica letteraria, il romanzo ‘Fine trasmissioni‘ e, contestualmente al lancio del libro, dichiarava alcune cose molto precise sulla televisione e sui reality in modo particolare, dichiarando ad esempio:

“Attenzione a tutti i messaggi che noi televisivi vi diamo perché non sono quasi mai la realtà. Vi vogliamo far credere che la realtà è quella che raccontiamo attraverso i nostri programmi, ma non è proprio così. Quanto puzza la televisione!”

oppure

Quando uno comincia a fare televisione sa che aveva un sogno, pensava di non arrivare mai al top, poi quando ci arriva si rende conto che ha ottenuto quello che voleva, ma non è solo quello che voleva. Io mi autodenuncerei, si sta facendo una televisione che obiettivamente ci sta portando tutti quanti a un degrado culturale. E per primo sono colpevole io, perché accettiamo tutti quanti di stare dentro un sistema. Non abbiamo il coraggio di opporci e ci fa comodo. Parliamoci chiaro, ci danno i soldi per non farvi pensare, per farvi credere che i motivi della depressione siano perché Frank ha litigato con Francesco e per non farvi pensare ad altre cose che casomai potrebbero mettere a fuoco determinate problematiche sociali e culturali che in questo Paese ci sono”.

Se avete l’idea insana di fare televisione scordatevi di portare idee vostre, tanto le vostre idee non le vogliono. Se sapete leccare bene, se siete sottomessi e sapete abbassare la testa quando conviene potete fare molta carriera. Bisogna essere onesti fino in fondo”.

Per la completezza dell”informazione, Colabona di interviste ne ha rilasciate anche altre, per esempio quella a Mondoreality, nel 2012, alla chiusura del Gf di quell’anno:

Un estratto:

Se per qualità televisiva si intende una televisione non volgare e che abbia anche fini educativi il reality potrebbe farlo, ma non lo fa quasi mai. Potrebbe farlo se decidesse di fare buoni ascolti senza mostrare belle gambe o gente che vomita insulti addosso agli altri. Ci sono stati nel mondo reality che non erano trash. Il problema è che il genere reality implica un bel movimento di soldi. E i soldi vogliono ascolti; e gli ascolti facili si hanno mostrando due chiappe e un seno e qualche litigata.”

I link originali delle due interviste sono qui e quo.


gli appuntamenti del 2014

Oltre al sessantesimo compleanno della Rai, il 2014 riserva altri appuntamenti e ricorrenze interessanti.

Tanto per cominciare, questo è l’anno in cui tre cinematografiche bellezze del calibro di Sophia Loren, Brigitte Bardot e Shirley McLane raggiungono l’ottantesimo genetliaco; per la precisione Shirley il 24 aprile, Sophia il 20 settembre, Brigitte il 28 settembre.

Compleanni importanti anche quello dell’Istituto Luce, o Cinecittà Luce, come è stato ribattezzato, che sarà festeggiato da giugno a settembre e quello di Paperino, il papero che ride, che nacque il 9 giugno 1934 (la ricorrenza dei novant’anni dell’Istituto Luce avverrà in contemporanea con una mostra di Marco Bellocchio al MoMA di New York ad aprile).

Nel 2014 arrivano in sala ‘Mia madre’, di Nanni Moretti, ‘The Future Youth – La Giovinezza’, di Paolo Sorrentino, ‘Il racconto dei racconti’, di Matteo Garrone, ‘La prigione di Bobbio’, del detto Bellocchio, ‘Limbo’, di Daniele Vicari, ‘Allacciate le cinture’, di Ferzan Ozpetek, ‘Un ragazzo d’oro’, di Pupi Avati, ‘Fathers and Daughters’ di Gabriele Muccino, ‘Il ragazzo invisibile’ di Gabriele Salvatores, ‘Sotto una buona stella’, di Carlo Verdone. Già in sala ‘Un boss in salotto‘ e  ‘Capitan Harlock  3D‘, pronti a uscire ‘The Butler’,’American Hustel’ e ‘Il castello magico’, per poi cedere la scena ai sequel di ‘Planes e ‘Rio, a una riproposizione di Tarzan e a ‘S’alza il vento‘, di Miyazaki. Già trattato ‘Peppa Pig, vacanze al sole e altre storie‘.

Befana tra le piú singolari, Greta Garbo torna al cinema con ‘Ninotchka’, di Ernst Lubitsch, soltanto il 6.

Il cinema americano ci regalerà anche ‘Lego. Il film‘, ‘Robocop’, ‘Pompei, ‘Un giorno come tanti’ di Jason Reitman, ‘Monuments Men’, di George Clooney, ‘The winter solide’, ‘The Amazing Spider-Man 2′, ‘X-Men’, ‘Age of Extinction’, ‘Revolution’ e ‘Jupiter Ascending’ dei fratelli Wachowski, The Wolf of Wall Street’ di Scorsese con DiCaprio, ‘The Counselor – Il procuratore’ di Ridley Scott, ‘Dallas Buyers Club’ Jean-Marc Vallée e ’12 anni schiavo’, di Steve McQueen.

È bello ricordare, inoltre, che il Capodanno i cinefili stelle e strisce lo hanno festeggiato vedendo l’italianissimo ‘La migliore offerta‘, appena arrivato nelle loro sale e che Paolo Sorrentino corre il rischio di vincere l’Oscar con ‘La grande Bellezza‘.

In televisione, ci aspetta di sicuro una buona edizione del festival di Sanremo, capitanato anche quest’anno da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto; (more…)


il nuovo (sito del) Grande fratello

Il Grande Fratello 13 andrà in onda con ogni probabilità nella prossima stagione televisiva, probabilmente da gennaio 2014. Nell’attesa, che passa anche attraverso i pettegolezzi e le indiscrezioni sulla possibile conduzione, gli appassionati del programma che, nel bene o nel male, ha cambiato la televisione italiana possono consolarsi con il sito www.grandefratello.it, da oggi interamente rinnovato.

Le storie passate, presenti e future dei protagonisti del programma, dai concorrenti della mitica prima edizione a quelli, forse meno ruspanti, delle ultime: cosa facevano e cosa hanno fatto gli inquilini della casa piú spiata d’Italia? Cosa fanno adesso? Quali sono le loro citazioni piú efficaci o che piú sono rimaste nell’immaginario collettivo?

Quali segreti e curiosità sulle dirette e sulle difficoltà di realizzazione devono essere ancora raccontate?

A tutte queste domande e a molte altre ancora tenta di rispondere, appunto, il nuovo sito del Gf; previsto, inoltre, uno spazio per il Dite la vostra!, per le curiosità, le riflessioni, gli aneliti dei telespettatori.

rileggi Grandi social


il riposo del Gf

‘Non sempre capita di leggere cose affidabili, su Internet’

Pier Silvio Berlusconi, al lancio di TGCOM 24

Qualcuno aveva stappato lo spumante mesi fa,  quando Mediaset ha perso la maggioranza del pacchetto azionario della Endemol e taluni blogger avevano frettolosamente concluso che l’azienda del Biscione non sarebbe piú stata nelle condizioni di produrre il Grande fratello.

Si trattava, con ogni evidenza, di una decodifica grossolana, anche perché un broadcaster può coprodurre con qualsiasi fornitore di contenuti (Endemol, Magnolia, Einstein, Europroduzione, Triangle, ecc…), a prescindere dalla quota che ne detiene, nella stessa misura in cui quelli possono collaborare con qualsiasi emittente (ci risulta che anche ‘La prova del cuoco’ e  ‘Che tempo che fa’  siano stati sempre prodotti dalla Endemol, pur andando in onda su realtà diverse da Mediaset).

Ancora prima, qualcuno aveva pontificato che il Gf 12 non si sarebbe fatto a causa dei debiti della Endemol.

Il fraintendimento piú  recente ha riguardato alcune dichiarazioni di Pier Silvio Berlusconi che, riguardo al Gf, ha dichiarato:

“probabilmente ha bisogno di riposare, ma il reality resterà uno dei generi della tv generalista”.*

QuiMediaset, su Twitter, ha poi chiarito:

”C’è chi ha capito male”, il GF non chiude affatto, riposare significa solo che la prossima edizione non ripartirà subito”.

Si tratta di affermazioni condivisibili.

Il calo fisiologico degli ascolti, per un programma giunto alla dodicesima edizione, è un dato di fatto, la fisionomia si è cristallizzata, i concorrenti non sembrano avere, ormai da qualche tempo, l’appeal e la spontaneità (quando piacevole) di quelli di altre edizioni.

Però il reality, come genere, ha sicuramente un suo pubblico e a chi scrive piace pensare che gli italiani siano persone cosí speciali che un casting azzeccato sarà sempre fattibile, con le dovute modalità.

Un eventuale GF 13, dunque, non prima del 2013. Magari con qualche cambiamento.

* intervista rilasciata al Messaggero


lauree di mia invenzione (4)

“Il trono di Uomini e donne vale piú della laurea”

Aldo Grasso

SCIENZE DEL REALITY (laurea di primo livello, 180 CFU)

PRIMO ANNO

  • TEORIA E TECNICHE DEL PROVINO
  • METODOLOGIE DELL’APPROCCIO E ARRUFFIANAMENTO MANAGER
  • ADEGUAMENTO DELLA DIGNITÀ
  • CONCEZIONE REALITY DEL MERITO

SECONDO ANNO

  • RESISTENZA NELLA CASA, SULL’ISOLA O IN ALTRA LOCATION
  • STRATEGIE PER INFLUENZARE IL TELEVOTO
  • INTERAZIONE CON GLI ALTRI CONCORRENTI
  • SOCIOLOGIA DEL LITIGIO
  • POSIZIONAMENTO SEXY OTTIMIZZATO PER L’INQUADRATURA

TERZO ANNO

  • INFORMATICA APPLICATA ALLE COMMUNITY , AI BLOG E AI FORUM
  • STRATEGIE DELLA PERMANENZA IN VIDEO POST REALITY
  • GEOPOLITICA DELLA VISIBILITÀ:  PROGRAMMI E LUOGHI DOVE ANDARE
  • OTTENIMENTO DI SPAZI IN TALK SHOW E PROGRAMMI D’INTRATTENIMENTO

A SCELTA DELLO STUDENTE

  • TECNICHE DI RICOSTRUZIONE DELLA CREDIBILITÀ E IMMAGINE
  • GESTIONE DEL COMPROMESSO
  • CONTENIMENTO E GESTIONE DELLA FAME
  • CONTENIMENTO DELL’INTELLIGENZA E DELLA PREPARAZIONE
rileggi le altre lauree di mia invenzione 

la diretta del dí di festa

Le maestranze e gli artisti che lavorano durante i giorni festivi devono (/dovrebbero) essere pagate di piú*,

mi è stato confermato dall’esperienza e dai professionisti che ho ascoltato nell’ambito del cammino professionale e accademico.

I varietà di Natale e Capodanno, infatti, vengono spesso registrati per ottimizzare i costi

(magari anche per consentire alle persone di stare coi propri cari o lavorare altrove, a serate e simili).

 


* aggiornamento febbraio 2012: vista la situazione generale e la conseguente spending review,

la prassi di riconoscere una gratifica a chi lavora nei festivi è andata scomparendo…


le ufficiali sul Gf

Sono desituite di fondamento le indiscrezioni sul possibile rientro nella casa del Grande fratello di concorrenti delle passate edizioni. Alessia Marcuzzi rivela le notizie ufficiali in un’intervista rilasciata al settimanale ‘TV – Sorrisi e canzoni’ e si esprime cosí:

Il personale

“Cammino a dieci centimetri da terra. Mia (la bimba nata da poco dall’unione con Facchinetti, nda) è una portatrice sana di energia. Linfa vitale per tutto, lavoro, vita familiare, sentimenti. Francesco è diventato come Furio, il personaggio pignolo di ‘Bianco, rosso e Verdone’. Apprensivo, precisino. ‘L’hai coperta abbastanza? Non è che il latte è troppo caldo?’ Da non credersi …”

 Il programma

“Il 24 ottobre entreranno sedici concorrenti, ma nessuno di loro fino all’ultimo ne avrà la certezza, vogliamo evitare che i concorrenti, una volta entrati nella Casa, si “siedano”, sia dal punto di vista psicologico sia da quello fisico. Per la prima volta i provini continueranno non solo fuori dalla Casa ma anche dentro. Tra i candidati piú probabili mi ha colpito una ragazza che dice di stare dieci gradini sopra le altre. ‘Me le magno tutte’ -dice testualmente- ‘Divoro uomini e libri’ è il suo motto. E cosí cita Flaubert e Woody Allen. C’è poi un ragazzo molto bello, direi sconvolgente. Se fosse nato a Hollywood avrebbe fatto faville. È molto tenero. Lo definirei un ‘bello accessibile’. Ci sarà anche un rugbista dal fisico mozzafiato, sexy e autoironico. Mi ha colpito la vicenda di un ragazzo di strada con esperienze di vita difficile alle spalle. Un’adolescenza da ribelle, che però è stata completamente superata. Si è avvicinato a Dio, ha capito gli sbagli del passato. È la storia di chi cresce, di chi sa migliorarsi. Non mancherà nemmeno la ragazza della porta accanto, bella ma non vuota, semplice e di sani principi”. 

Il compagno d’avventura

 “Alfonso è una persona riservata e sensibile. Tutte le volte che gli ho parlato in confidenza non ha mai pubblicato nemmeno una riga. Ha una sua etica, in particolare rispetto ai bambini. In tv poi facciamo molto ridere, io con il mio essere ‘open- minded’ e lui piú tradizionalista.”

‘Il piú grande spettacolo dopo il week end’, il programma di Fiorello che affronterà il Gf dal 14 novembre,

 “sarà un evento dirompente ma io confido nel meccanismo del nostro realityche anche l’anno scorso ha tenuto bene con la concorrenza di Fabio Fazio e Roberto Saviano. Comunque, se posso faccio un appello a Rosario: ‘Non ci fare troppo male… Ti prego!’.


alla faccia di chi gli vuole male…

L’attenzione per il Grande fratello si è puntualmente riaccesa.

La casa è arrivata ad una superficie di 1650 metri quadrati, con piscina, zona relax e tugurio (da smentirsi, pertanto, le voci relative a due case o ad un villaggio, sulla base di quanto accaduto in edizioni in onda in altri Paesi*).

Il mitico Palastudio di Cinecittà, dove chi scrive si è peraltro pregiato di lavorare (2003), sarà ancora piú “avvolgente”, in virtù di sei maxi schermi sulle pareti laterali e di uno frontale, che riprodurrà le varie situazioni della casa.

Confermata la neomamma Alessia Marcuzzi e confermato l’opininista Alfonso Signorini, che siederà su uno scranno fatto di tanti led, in grado di fargli vedere la casa anche dai braccioli.

Partenza il 24 ottobre, trenta le settimane di programmazione previste.

* = ecco la scheda con la distribuzione geografica del programma: (more…)


Le avventure della Ventura (5)

Destituite di fondamento le indiscrezioni sulla possibile sostituzione di Alessia Marcuzzi alla conduzione del Gf 12, una notizia ha rincuorato i sostenitori di Simona Ventura: pare che la diplomata ISEF che meglio ha fatto fruttare il titolo accademico tornerà a condurre sia Quelli che il calcio e  sia l’Isola dei famosi.

Fabio Fazio, come si sa, ha rifiutato il contenitore domenicale dedicato al calcio, salutando il pubblico della sua Che tempo che fa con un sicuro arrivederci, a prescindere dal dove.

Né, a quanto pare, si è verificata la sostituzione di super Simo con Caterina Balivo che, la prossima stagione, sarà orba anche di Pomeriggio sul 2.


date random

Primi di luglio 2011:

  • Premium Crime (canale tematico dedicato al poliziesco);
  • Syfy Universal (dedicato alla fantascienza e prodotto da NBC Universal);
  • Italia 2 (maschile e giovane, dovrebbe costituire un’ulteriore frontiera per la velocità neurotrasmissiva del target di Italia 1,  se n’è già parlato);

24 ottobre 2011:

  • partirà il Grande fratello 12, con Alessia Marcuzzi e Alfonso Signorini;
dal 2011 in poi:
  • Mediaset España trasmetterà il Campionato Uefa Euro 2012, che si terrà in Polonia e Ucraina
  • nonché  i Campionati europei under 21 del 2011 e 2013.

il romanzo di Alessia

«Il GF è un grande romanzo popolare, pieno di storie

d’ amore. Storie normali, di ragazzi normali».

Alessia Marcuzzi

«Mai un reality è stato acceso con successo per sei mesi, ventiquattr’ore su ventiquattro. Con Grande Fratello 11, Mediaset ha vinto una sfida molto difficile (…) Ora Alessia ha cose ancora più importanti da fare ma la aspettiamo tutti per la prossima edizione». 

Pier Silvio Berlusconi

«Ci sarò»

Alessia Marcuzzi


Le avventure della Ventura (4)?

Si conclude questa sera un’edizione del Grande fratello che, partita con qualche incertezza, ha poi finito col mettere a segno una serie di record di tutto rispetto:

  • numero di puntate: 27;

  • numero concorrenti in gara: 35;

  • settimane di vittoria sui competitor: 22 (23?) su 27;

  • share sul target commerciale: 25,3%.

La domanda nasce spontanea: ci sarà il Grande fratello 12?

La risposta giunge ovvia: .

La seconda domanda nasce spontanea: chi lo condurrà?

La risposta: dipende.

Alessia Marcuzzi è incinta e, pur concludendo la gravidanza ad agosto, potrebbe aver bisogno di un momento di relax.

Il Giornale ipotizza, per il Gf12, una prospettiva che strizza l’occhio a tre conduttrici:

  • Simona Ventura;

  • Barbara d’Urso (sulla quale si vociferava, in effetti, qualcosa di grosso per l’autunno);

  • Rita Dalla Chiesa, che lascerebbe il tribunale di Forum.

Qualora si verificasse la prima ipotesi, si espunga il punto interrogativo dal titolo del post.

                                                  Si rileggano:

Le avventure della Ventura (1) 

Le avventure della Ventura (2) 

Le avventure della Ventura (3)


Una Grande Cicogna

Lo ha rivelato Alfonso Signorini ai microfoni di Radio Montecarlo:

Alessia Marcuzzi è al terzo mese di gravidanza.

«Alfonso, sono contenta che sia tu a dare la notizia!»,

ha commentato Nostra Signora del GF.

Facendo due rapidi conti, la progenie della Marcuzzi e di Facchinetti dovrebbe vedere la luce ad agosto, a far compagnia al pargolo che la bionda conduttrice ha avuto nel 2001 da Simone Inzaghi.

Auguri!


Le avventure della Ventura (2)

In un’intervista rilasciata ad un altro blog, Simona Ventura chiarisce che il suo legame con la Rai è molto profondo – come dimostrato in questi dieci anni – ma il contratto scade a giugno e lei è  sul mercato.

Chi vivrà vedrà, dunque.

Si è saputo nel frattempo che la prima puntata dell’Isola dei famosi dovrà confrontarsi anche con il film Ex (in prima visione su Rai 1) e che il competitor Grande fratello 11 si concluderà il 18 aprile, in modo da dare all’Isola quanto più filo è possibile torcere!

Simona non sembra impensierita, anzi… le sfide sembrano accenderla!

rileggi Le avventure della Ventura


zoccoli

E poi dicono che Canale 5 ha perso lo zoccolo!”
Mike Bongiorno,
commentando a un tempo i dati d’ascolto
e alcune pieghe dell’animo umano.

Una volta, in televisione c’erano gli zoccoli.
“Ci sono ancora!”, obietterà qualcuno.
Nel management televisivo si parla, o si è parlato, di “zoccoli” con riguardo ai pubblici particolarmente fedeli, alle persone che vivono la visione di un programma televisivo come un obbligo kantiano, come un appuntamento istituzionale, irrinunciabile.
In tempi come i nostri, che vedono un’offerta sempre più varia e una domanda sempre più sgamata, parlare di zoccoli è difficile (uno dei dati di questa stagione si sta rivelando proprio la moria di tale fenomeno).
Lo zoccolo del Grande fratello sembra attorno al 20%, ed ha resistito anche contro la corazzata del duo Fazio– Saviano (che, a dire il vero, ha ammazzato le consorelle RAI e le reti minori più che i competitor). Se non si raggiungono le vette del 27, 30% delle altre edizioni, come ho già scritto, è perché il cast di quest’anno è meno curato.
L’anno scorso -e sia!- c’era il caso pietoso, la situazione complessa, la speculazione facile “la solita carrellata di freak! a quando il concorrente a due teste?”, ebbe qualcuno a scrivere).
Però le birbonate del dongiovanni impenitente, del bipolare e della divoratrice di uomini consentirono al GF 10 di rimanere negli annali come un’edizione piena di successi…


la sindrome del lunedí

Lunedí 8 novembre 2010 è sicuramente passato alla storia della televisione come una giornata ricca di novità ed eventi.

Sembra riuscito il colpo al duo Fazio-Saviano*, che ha fatto volare Rai Tre al 25%. Gli interventi e i monologhi si sono avvicendati volando ora alto ora basso, a ritmi alterni.
In alcuni momenti, Benigni ha affermato che i bambini sanno già dell’esistenza dei draghi, le favole servono ad insegnare che i draghi si possono vincere, che il male può essere sconfitto. Ci piace.
In altri momenti si sono stilati banali elenchi di sinonimi e luoghi comuni.
Grande fratello quest’anno mi sembra soffrire della mancanza di personalità particolarmente carismatiche. Passata la puntata “gigolocentrica”, quella di ieri ha tentato di tenere alta l’attenzione del pubblico lavorando sulle beghe intestine, sulle liti da condominio, sulla figura di Ferdinando, il figlio del camorrista desideroso di riscatto (a pensarci, andava da Fazio…). Di difficile collocazione mi sembra la figura di Clivio, Antinoo de’ noantri, la cui delicatezza ed il cui efebico appeal non sembrano sufficienti a garantirgli una serena e duratura permanenza nella casa. Che dire della telefonica incursione di Pippo Baudo a
Chi vuol essere milionario?Il letterato camionista Giuseppe Pasinelli era reduce da una domanda sulla vita del conduttore siciliano, alla quale aveva risposto correttamente, ed il Gattopardo della televisione ti spuntava in felino, telefonico collegamento, per raccontare in prima persona l’aneddoto in questione!

Dulcis in fundo, l’access game varato da Italia 1. Trattasi di Trasformat, idea partorita dalla mente di Enrico Papi su ispirazione della di lui figlia, di soli dieci anni.
Pare, secondo quanto raccontato dal Papi in questione, che la bimba sia solita giocare con i suoi amichetti a deformare le facce e ad indovinare poi chi siano i proprietari delle distorte fattezze.
Trasformat lo fa con le celebrity e con l’aiuto indispensabile della videografica che regge, da sola, praticamente tutto il programma. Formula semplicissima, pertanto, rafforzata però da un buon ritmo e da un impianto scenico eccellente, caratterizzato dall’uso sapiente dei led wall e, appunto, della videografica.

Il programma è partito col 10% di share. Lo dicevo già nell’altro post, in televisione le metamorfosi funzionano…

*= con riguardo a Fazio & Saviano, mi preme una grammaticale, purtroppo ritardataria, tiratina d’orecchi. Nei promo che in queste settimane hanno anticipato il programma, i due conduttori hanno scritto “resto qui perché” e “vado via perché” trascurando il fatto che “perché“, in italiano, si scrive con l’accento acuto, come questo blog tenta di ricordare da oltre quattro anni.
Ci permettiamo di auspicare maggiore attenzione per il futuro…


pasquinate e varia attualità

La storia di Pasquino ha sempre suscitato in me un certo interesse, anche a causa della quasi omonimia.
Nel Cinque – Seicento, ignoti appendevano ai piedi o al collo della statua le cosiddette “pasquinate”, fogli contenenti satire che ironizzavano in modo pungente e dissacrante sulla società e sul potere, esprimendo spesso il malcontento popolare.
Vengo adesso a sapere che un intero canale tematico porterà il nome di questa statua parlante, così cara ai romani.Sarà una sorta di “Hyde Park Televisivo” dove, secondo quanto testualmente dichiarano i curatori, chiunque potrà esprimere la propria posizione, raccontarsi o semplicemente presentarsi. Basterà avere un video già pronto o affidarsi alle strutture di Romauno.

Non possono essere ricondotte alla satira ma all’attualità del mercato, invece, le novità che attendono Mediaset.it e, più in generale, i rapporti del Biscione con Internet:
 

  • Da martedì 19 i contenuti video di tutte le produzioni Mediaset, non solo quelle del prime time, non saranno più presenti su altri grandi portali ma potranno essere visionate solo sul portale ufficiale. Gli utenti I-Pad potranno scaricare in streaming “il meglio di” Amici, Uomini e Donne, Le Iene, Grande fratello, Cotto e mangiato e le news. In seguito saranno posizionati anche i contenuti di TgCom e SportMediaset.
  • Già attiva da settembre la pagina “Speciale Musica” che strizza l’occhio ai giovani amanti delle sette note proponendo anticipazioni, anteprime video, interviste e videochat. Al momento l’accordo è con la SONY, ma presto saranno coinvolte altre case discografiche.
  • Come avevo previsto in altro post, Il Grande fratello avrà la sua pagina Facebook, così come accadrà a Cotto e mangiato, a Tg Com e ad altre trasmissioni di punta. Lo fanno anche altre emittenti, non per cavillare…

Desidero inoltre riprendere una notizia che interessa gli operatori dell’entertainment e, ancor di più, coloro che sognano di entrarvi: Gianna Tani, la Signora del Casting, responsabile per 25 anni dei provini di Mediaset, ha aperto un canale tematico dedicato ai ragazzi che vogliono entrare nello spettacolo, che potranno videopresentarsi senza spendere alcunché.
A ulteriore riprova della serietà di gran parte dei professionisti che lavorano in televisione.


Garko secondo Aristotele

Il peccato e la vergogna si può considerare sicuramente una miniserie riuscita. Pur sembrando un’estetica della cattiveria, attanaglia e convince.
Il direttore di Retequattro Giuseppe Feyles, nel suo libro “La televisione secondo Aristotele”, risale al pensiero dello Stagirita e alle immortali categorie del pensiero per decodificare i meccanismi del tubo catodico, arrivando finanche a interpretare le nomination del Grande fratello alla luce della Poetica, laddove si afferma che i meccanismi per l’entrata e l’uscita dal dramma devono essere interni al dramma stesso.
Di classicheggianti riverberi la fiction dominata da Garko & Arcuri ne contiene, oltre a riverberi d’altra origine.
C’è il riferimento ai semidei e all’emozione lirica per la bellezza maschile, ci sono inquadrature in cui alcuni personaggi sembrano pastori arcadi, eroi omerici ligi al kalòs kagathòs o gobbi e turpi Tersite o Efialte, empi d’infamia (5a puntata in particolare).
C’è chi vuol fare lo schiavo per riconoscenza e chi pensa, talvolta con empirico riscontro, che il mondo debba girargli attorno.
È un duplice universo tolemaico, in effetti, quello della fiction. Nito è un Sole eccezionalmente cattivo, che muove attorno a sé tutte le donne (e qualche uomo). Carmen è una Luna eccezionalmente calda e mediterranea, che muove attorno a sé tutti gli uomini (ma sa essere persuasiva anche con le donne).
Cosa ci riserva ancora la meticolosa sceneggiatura della miniserie?
Qualche sospettuccio ce l’avrei…


l'importanza dei mattoncini

Il RomaFictionFest 2010 apre quest’oggi e già oggi tributerà un ricordo a Pietro Taricone, la cui scomparsa è dispiaciuta anche a coloro che lo avevano decodificato in maniera negativa.

Neanch’io lo capivo molto, all’inizio, vittima forse dello stereotipo del palestrato senza cervello o perché colpito dal cinismo con cui (non) ricambiava l’amore di Cristina Plevani, che aveva perso la testa per lui fin dal primo momento (lo so da fonte certa, dai miei Giri).

In lui splendeva sicuramente il desiderio di migliorarsi dal punto di vista professionale.

Se non ricordo male, nel 2001 qualcuno propose di fare un cartone animato dedicato alle sue gesta ma non se ne fece nulla, mancando forse gli accordi sul copyright delle sue citazioni o sul suo physique du rôle.

Si farà di certo, invece, un film dedicato ai mitici mattoncini LEGO, che generazioni di bambini hanno usato per dare concretezza alle costruzioni della loro fantasia.

Phil Lord e Chris Miller, già artefici di “Piovono Polpette”, hanno ottenuto dalla Warner Bros il placet per lo sviluppo della loro idea, che sarà un mix tra animazione e azione. La major americana accarezzava il progetto da tempo ma la LEGO aveva spesso rivelato un protettivismo nei confronti del marchio che lasciava poco spazio alle trattative. 

Venuta a più miti consigli anche in virtù, forse, dei videogiochi LEGO già prodotti dalla Warner, la casa danese lascerà la realizzazione del film ai produttori esecutivi Dan Lin e Roy Lee, che vantano produzioni come “Terminator”, “Lara Croft”, “The Ring” e “The Departed”, ma affiderà al suo Jill Wilfert il ruolo di produttore esecutivo con potere decisionale sulle scelte dei registi.


I Grandi social

Accolgo con gioia l’arrivo de “Il Grande fratello Club” (al momento in versione beta).

Come sapete, anche quest’anno il reality signoreggerà sul palinsesto di Canale 5, dal 25 ottobre* fino a marzo, e le nuove tecnologie non potevano stare a guardare.

Internet viveva già di GF con i forum, le chat, le indiscrezioni dei blog, anche quando le anticipazioni sui nomi e sulle caratteristiche dei concorrenti andavano contro le regole del format.

“Il Grande fratello Club” ha preso vita, dunque, co-gestito dalla Endemol (per i contenuti) e dalla Yalada (per la piattaforma). Un villaggio virtuale, una sorta di Pufflandia reality sul web.

In passato avrei valutato una simile operazione superflua perché, per agganciare il reality al mondo dei social network mi sembrava sufficiente creare un gruppo o una pagina su Facebook (come già ce l’hanno La5 e Moltomedia) oppure aggiungere una sezione “Community” al sito istituzionale già esistente, se si voleva guadagnare in proprio e non a vantaggio di piattaforme esterne.

Tant’è che, volendo inventare una killer application che davvero presentasse un valore di originalità aggiunto, avevo concepito una mia idea, chiamata “Il grande game”, decisamente più complessa.

Prevedeva una crossmedialità assoluta e una fidelizzazione selvaggia, una diabolica interrelazione tra televisione, web, videogame e 3D.

Si trattava di creare un sito al quale accedere per impersonare un personaggio della Casa grazie ad un Avatar, in 3D o no, e interagire con altri user, anch’essi impersonati in concorrenti del programma, giocando, chiacchierando o scontrandosi.

Sapevo che si trattava di un’idea costosa, ma partivo dal presupposto che la si sarebbe potuta affiancare a iniziative di pubblicità, sponsorizzazioni, product placement e partnership.

L’ho registrata secondo i crismi e presentata al concorso Moltomedia lo scorso marzo.

Loro mi hanno raccontato che l’idea è stata ampiamente dibattuta, è piaciuta nella sua struttura e nel modo di presentarla (modestamente è mia speranza aver abituato i lettori di questo blog ad una prosa piacevole e brillante, né ritengo di dover usare il mio stile con esclusivo riguardo a Internet), ma è poi scivolata in seguito alle valutazioni di rendimento.

Ho provato anche a ridimensionare, ma senza riscontri concreti.

Questo 5° anno di vita del blog mi riserva sicuramente interessanti prospettive, non devo abbattermi…

*Nota: in onda anche il 1° novembre? È Ognissanti…


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: