Get a site

lecturae dantis 2021/ter: #dantedí

  • Ricorre addí 25 marzo 2021 il “Dantedí” del settecentenario, i sette secoli dal pio transito di quel Durante degli Alighieri, Dante per gli amici, autore del capitolo piú importante della nostra letteratura. Per la precisione, il 25 marzo rappresenta quel Venerdí Santo nel quale, secondo la narrazione della Divina Commedia, cominciò il viaggio di Dante nei tre regni dell’Oltretomba. Il ministro Franceschini, responsabile del neonato ministero della Cultura, ha dichiarato: “Siamo appena al secondo anno del Dantedì e già assistiamo a una crescita enorme delle iniziative, nonostante il momento difficile che stiamo attraversando!“. Bisogna dire che sul sito del MiC le iniziative in modalità remota sono oltre duecento, tra webinar, mostre digitali, video, dirette streaming, dirette su YouTube con letture, seminari, performance, esposizioni di documenti d’archivio, codici e manoscritti danteschi, percorsi virtuali. Con precipuo riguardo alle performance in pubblico, si vuol ricordare che Roberto Benigni declamerà il XXV canto del Paradiso alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con diretta su Rai 1 alle 19.10; il medesimo Benigni sarà anche protagonista della prima serata di Rai 3, con la riproposizione, rivista e corretta, del “Quinto dell’Inferno”, introdotto da Corrado Augias. Quest’ultimo, insieme con Aldo Cazzullo e Giorgio Zanchini, animerà poi la trasmissione ‘L’Italia di Dante’, nel tentativo d’affrescare l’innovatività del messaggio dantesco. Per la verità, il Dantedí caratterizzerà tutta la programmazione delle reti Rai con approfondimenti, documentari, pagine teatrali (Vittorio Gassman, Carmelo Bene), servizi nei telegiornali e nei Giornali Radio. Marcello Ciannamea, direttore per il Coordinamento dei Palinsesti e della distribuzione, ha anche ricordato che le celebrazioni dantesche proseguiranno per tutto l’anno con tre trasmissioni realizzate da Rai Documentari che saranno trasmesse sulle reti generaliste nel prossimo autunno: ‘Dante Confidential’, ‘Dante’, coprodotto da Pbs, veicolo della cultura italiana nel mondo e ‘Dante. Il sogno dell’Italia libera’.
    Tornando al Dantedí, l’omaggio di Rai 3 comincerà alle 12.45, con ‘Quante storie’ che ospiterà l’inossidabile monsignor Gianfranco Ravasi, orbo delle Frontiere dello Spirito di Canale 5; alle 13.15, a ‘Passato e Presente’, Paolo Mieli ospiterà il professor Giuseppe Ledda, fra l’altro membro del comitato scientifico della Società Dantesca Italiana. Sempre in prima serata, si parlerà dell’Alighieri anche in ‘Anni 20’, su Rai2. Rai Storia dedica a Dante l’intera programmazione: tra le proposte da non perdere, in seconda serata il documentario ‘Dante, antico e onorevole cittadino di Firenze’ con il volto appena restaurato di Dante nel Paradiso affrescato da Giotto nella cappella del Podestà al Museo del Bargello. Su Rai5, alle 21.15, ‘Visioni”: “per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante, nel giorno del Dantedì 2021 il programma di Rai Cultura “Visioni” presenta una nuova puntata dal titolo “diDante”, in onda giovedì 25 marzo alle 21.15 su Rai5. Lo speciale mostra quanto sia attuale ancora oggi il pensiero del poeta, dall’amore alla fede, dalla filosofia alla scienza, all’arte. Molte saranno le letture di versi tratti dalla Divina Commedia, interpretate da Franco Ricordi, già noto per le sue messe in scena. “Virgilio” della puntata sarà Nicola Lagioia. Consulente scientifico Giulio Ferroni. A seguire, Rai Cultura propone gli ultimi tre canti del Paradiso, ultimo appuntamento con la lettura integrale della Divina Commedia fatta da Lucilla Giagnoni nei suoi “Vespri Danteschi”.” “Anche RaiPlay, quindi, dedicherà alla ricorrenza molti contenuti, alcuni dei quali esclusivi, come “Dante e il Potere”. Oltre alla poesia e a Beatrice, la politica è stata infatti la grande passione del Sommo Poeta.  E la grande passione di Dante per la politica è appunto il cuore della lectio magistralis, organizzata da Laterza, che lo storico Alessandro Barbero ha tenuto lo scorso 16 ottobre nel cenacolo di Santa Croce a Firenze. Un luogo simbolico per la città: Dante ha visto nascere la basilica dalle prime fondamenta nel 1294, a un passo da dove i fiorentini hanno collocato la sua statua e nel luogo dove il cenotafio ne attende le spoglie da collocare accanto a quelle di Michelangelo, Machiavelli e Galileo. In questa ‘lezione di storia’, Barbero presenta il Padre della lingua italiana come uomo del Medioevo totalmente immerso nel suo tempo. Lo segue fin dalla sua adolescenza di figlio di un usuraio che sogna di appartenere al mondo dei nobili, dei potenti e dei letterati, lo accompagna nei corridoi oscuri della politica, dove gli ideali si infrangono davanti alla realtà meschina degli odi di partito e della corruzione dilagante, lo guida ancora nei vagabondaggi dell’esiliato che scopre l’incredibile varietà dell’Italia del Trecento, fra metropoli commerciali e corti cavalleresche. Ogni suo aspetto viene analizzato, senza tralasciare l’amore per la poesia e la passione per la ‘sua’ Beatrice, luce che gli darà la forza di uscire da quella selva oscura che hanno rappresentato i momenti più negativi della sua vita. Fra gli approfondimenti per il Dantedi’ nella sezione Learning sarà pubblicata una collezione dedicata alla vita di Dante, ai luoghi in cui ha vissuto e alla lingua che ha contribuito a creare: dalla Tomba di Dante presentata da Meraviglie alla monografia a lui dedicata dal programma I Grandi della Letteratura Italiana, dalla ferita dell’esilio allo speciale di Paesi che Vai, un viaggio nello spazio e nel tempo della vita del poeta. Infine, la vita di Dante viene ripercorsa attraverso il celebre sceneggiato per la regia di Vittorio Cottafavi in cui Dante viene interpretato da Giorgio Albertazzi. Si passa poi all’esegesi della Divina Commedia, alla lettura, spiegazione, interpretazione del testo attraverso le Lezioni sulla Divina Commedia, lo Speciale per Dante e una puntata di Per un pugno di libri, il quiz Rai sui libri dedicato agli studenti delle scuole superiori. Dante in Scena, invece, è una ricca playlist di video in cui attori e personaggi noti si cimentano nell’interpretazione della Divina Commedia: da Sermonti a Gassman, da Albertazzi a Carmelo Bene, da Lucia Miglietta a Enrico Maria Salerno, da Benigni all’astronauta Samantha Cristoforetti. Sempre alla Divina Commedia sono ispirati il concerto Dante 700, con musiche di Thomas Adès e Franz Liszt, e il balletto Divina Commedia Ballo 1265, con una coreografia che coinvolge 1000 persone in scena. Infine Divina Commedia – Vespri Danteschi, il programma dedicato alla lettura per intero dei 100 canti dell’Opera, interpretati da Lucilla Giagnoni, del Teatro Faraggiana di Novara, di cui è direttrice artistica.”
  • ‘La Divina Commedia VR: l’Inferno, un viaggio immersivo’ è, piuttosto, il cortometraggio in realtà virtuale 3D prodotto da ETT S.p.A. in associazione con West 46th Films S.r.l. Diretto e sceneggiato da Federico Basso , con riprese a cura di Alessandro Parrello, speakerato da Francesco Pannofino, il corto vuol consentire allo spettatore di varcare le soglie dell’Inferno, di riconoscere Dante smarrito nella “selva oscura” ai confini dell’Inferno, per poi assumerne letteralmente lo sguardo e diventare il Poeta. Grande attenzione è stata dedicata anche al suono, con musiche originali di Marco Morini e suggestioni sonore armonizzate a quelle visive. ‘La Divina Commedia VR: l’Inferno, un viaggio immersivo’ è destinata al mercato delle piattaforme VR, dei festival e dell’audiovisivo in generale, alle istituzioni museali e scolastiche, ai canali cinematografici e televisivi.
  • Disney in fundo, (ri)appare sul numero 3409 di Topolino la storia ‘Messer Papero e il Ghibellin Fuggiasco’, sceneggiata da Guido Martina e disegnata da Giovan Battista Carpi, pubblicata per la prima volta su Topolino nel 1983, che fa parte della saga di Messer Papero. Il numero 3409 di Topolino, peraltro, omaggerà Dante ospitando anche tanti redazionali e un test. Per chi volesse rivivere il racconto nella sua completezza, Panini Comics presenta ‘La Saga di Messer Papero e Ser Paperone’, volume che raccoglie tutta la saga nella quale i protagonisti viaggeranno per la Toscana in cerca di fortuna incontrando Dante ma anche Lorenzo il Magnifico ed il conte Ugolino.

Corsivi attinti dai comunicati dell’Ufficio stampa Rai

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: