Get a site

Lampadino, Caramella e… i bambini speciali!

aggiornamento: cogliamo l’occasione per ricordare che riparte oggi, 2 marzo, l’appuntamento con ‘44 Gatti’, la riuscita produzione Rainbow* che ha per protagonisti i “quattro mici piú simpatici della televisione”: dopo l’anteprima su RaiPlay il 15 febbraio, e l’anticipazione del primo episodio sul canale YouTube ufficiale, ‘44 Gatti’ torna sul piccolo schermo con l’attesa seconda serie. I nuovi episodi andranno in onda su Rai Yoyo tutti i giorni alle 19.10; in questa nuova stagione i Buffycats e la loro adorabile Nonna Pina saranno accompagnati da nuovi esilaranti amici animali e umani, affronteranno missioni sempre piú “a prova di gatto” e stupiranno il pubblico con tantissime sorprese**. (* Rainbow in collaborazione con il piccolo Coro dell’Antoniano, che cura la colonna sonora, e Rai Ragazzi; ** cosí nel comunicato).
La serie a cartoni animati ‘Lampadina e Caramello nel Magiregno degli Zampa’ andrà in onda su Rai Yoyo a partire da marzo.  Quello che la contraddistingue e la rende speciale è che nasce con l’intento d’essere inclusiva, di parlare a tutti i bambini tra i due e i sei anni, ma proprio tutti, ipovedenti, audiolesi, autistici e “normodotati”. Ed è il primo al mondo, si badi!
Le avventure dei due protagonisti si svilupperanno in sei emozionanti puntate, da sei minuti ciascuna; dopo la citata messa in onda su Rai Yoyo, saranno disponibili anche sull’App del canale e su RaiPlay. La realizzazione della serie è stata di Animundi ma l’intuizione da cui tutto nasce, il Cartoon Able, è sorta in seno a “Punti di Vista”, una casa editrice specializzata.

Ecco, dal loro sito ufficiale, alcuni interessanti contenuti:

La collana “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa“
diventa CARTOON ABLE:
il primo cartone animato accessibile anche a bambini con disabilità sensoriali.

Guarda un estratto:


“Tutto è cominciato ormai più di quattro anni fa, quando un pò per scherzo all’interno della redazione di Puntidivista, abbiamo immaginato che i nostri personaggi preferiti, Zampacorta, Caramella e Lampadino, potessero rappresentare anche in video, quello che sono sulla carta: strumento di inclusione tra bambini (e adulti) con disabilità e non. È stato un viaggio lungo e faticoso quello che ci ha portato fino ad oggi, una storia bellissima durante la quale abbiamo conosciuto e superato grosse difficoltà, incontrato amici veri che ci hanno dimostrato grande affetto e dato forte sostegno, persone che hanno creduto nel progetto e che con grande umiltà hanno lavorato fino a renderlo concreto. Zampacorta (il cagnolino con una zampina più corta delle altre), Lampadino e Caramella (i due fratellini che attraverso un passaggio segreto arrivano nel MagiRegno) li conoscete già… e conoscete anche re Zampasaggia. (…) Proprio come fa l’associazione “Gli occhi della speranza”, che opera in particolare in Zambia, a Kalulushi, presso la St. Joseph mission, dove l’associazione contribuisce al sostentamento annuo di circa 300 ragazzi, dai 6 ai 18 anni, che frequentano la scuola di sordi. Si definiscono un gruppo di amici con una passione comune: l’Africa, dove insieme a medici, oculisti e suore (tra tutte Suor Carmela) si occupano dei ragazzi ciechi, sordi, lebbrosi e orfani.
Con tutto questo impegno hanno trovato normale e giusto aiutare anche Cartoon able, facendo un’importante donazione e sostenendo con forza il nostro progetto.
Visita il sito dell’Associazione Gli occhi della speranza. (…)
Puntidivista è un marchio editoriale dedicato a tutti i bambini, anche quelli con disabilità, si tratta infatti della prima e al momento unica casa editrice capace di realizzare i propri testi in autonomia utilizzando anche diversi codici comunicativi per dare a ciascun bambino il libro che può leggere.
La cooperativa è formata da un gruppo di donne coraggiose, determinate, sognatrici e fantasiose.
La storia della Puntidivista comincia nel 2013 quando la società nella quale le ragazze erano assunte ha licenziato tutti i dipendenti (più di settanta) e avviato le procedure di fallimento. Per quasi dieci anni Benedetta e Simona si erano occupate di adattare testi scolastici per bambini e ragazzi ciechi e ipovedenti, acquisendo professionalità ed esperienza che non volevano perdere. Perciò si sono rimesse in gioco scommettendo su loro stesse e iniziando un percorso da imprenditrici.
Hanno cominciato facendo quello che sapevano fare (testi per ciechi e ipovedenti), ma poi grazie al contatto con realtà locali che si occupano di altre disabilità hanno voluto scommettere su storie scritte e illustrate soprattutto da loro stesse e rivolte a tutte le disabilità .
Oggi la Casa Editrice Puntidivista realizza principalmente libri per l’infanzia con l’intento di sensibilizzare adulti e bambini alle esigenze e potenzialità di chi ha bisogni speciali.
In quest’ottica Puntidivista propone prodotti editoriali multiversione (ciechi, attraverso la stampa braille; ipovedenti, attraverso la stampa a caratteri ingranditi; autistici, attraverso un metodo ispirato alla comunicazione aumentativa alternativa che associa un’immagine ad ogni parola; dislessici, attraverso l’uso di un font ad alta leggibilità (appositamente creato insieme ad un gruppo di dottoresse logopediste); sordi, attraverso video in LIS oppure testi semplificati). Il desiderio è quello di facilitare l’accoglienza e l’inclusione dei bambini con disabilità, già a partire dall’età di 5-6 anni.”

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: