Get a site

le offerte di mamma Rai (2019 – 2020)

Nelle stesse ore in cui Massimo Giletti confermava la sua collaborazione con Urbano Cairo e con La7, nelle modalità che saranno oggetto delle nostre migliori attenzioni nei prossimi post, mamma Rai, nel suo piccolo, presentava la sua offerta per la stagione televisiva 2019 – 2020. Stavolta solo a Milano. Senza citare la trasmissione in diretta della prima della Scala, che diamo comunque per scontata.
Ecco, settore per settore, quanto comunicato dalla Concessionaria di Stato nei materiali ufficiali per la stampa  (NewsRai):

Rai 1
Il Day Time
dal lunedì al venerdì
UNOMATTINA
Lo storico contenitore della mattina di Rai1, realizzato in collaborazione con il Tg1, si occuperà come di consueto
di attualità italiana ed estera, politica, economia, medicina e cronaca. I conduttori Roberto Poletti e Valentina Bisti affronteranno quotidianamente con ospiti in studio ed in collegamento i temi caldi della politica, dell’attualità e della cronaca. Inoltre l’approfondimento degli argomenti dell’agenda sociale consentirà al grande pubblico di ricevere quotidianamente informazioni tempestive e accurate sulle questioni più importanti dei nostri giorni: lavoro, pensioni, economia, medicina, ma anche costume e spettacolo, coprendo cosi una vasta gamma di tematiche, dall’attualità all’intrattenimento. Dalla prossima stagione autunnale si segnala il prolungamento del contenitore di 30 minuti per arricchire il racconto seguendo una dimensione factual family attraverso una serie di rubriche dedicate ai temi del risparmio, riuso,green e riciclo.
Conducono: Roberto Poletti e Valentina Bisti
In onda dal 9 settembre – ore 6:45
STORIE ITALIANE
Il programma è interamente dedicato ai temi di stretta attualità, legati ai principali casi di cronaca e ai problemi che la gente comune affronta ogni giorno. Ospiti in studio i protagonisti che raccontano in prima persona le loro storie, coadiuvati da servizi e collegamenti realizzati dagli inviati. sempre in studio, esperti e giornalisti mettono a disposizione la loro esperienza per chiarire i temi affrontati nella puntata. Il programma si propone di offrire la lettura della notizia con un punto di vista originale e uno spunto di riflessione per il pubblico a casa.
Conduce: Eleonora Daniele
In onda dal 9 settembre – ore 10:30
LA PROVA DEL CUOCO
Il programma in diretta realizzato in collaborazione con Endemol Shine ltaly si rinnova. Nuove sfide ai fornelli, duelli tematici, sfide regionali, rubriche con uno o più chef professionisti e non. Le prove e le rubriche si svolgeranno in studio e in location esterne con collegamenti in diretta e rvm. Non mancherà la classica gara quotidiana tra 2 concorrenti affiancati da cuochi professionisti che culminerà in un torneo finale il cui vincitore si aggiudicherà un ricco montepremi.
Conduce: Elisa Isoardi
In onda dal 9 settembre – ore 12:00
VIENI DA ME
Seconda edizione del programma che si è ispirato come adattamento al “The Ellen De Generes Show”: nel corso della puntata si alterneranno interviste, giochi con il pubblico in studio e con il pubblico a casa, attualità, repertorio, approfondimenti, clip, storie sia di personaggi famosi sia di gente comune. Il programma che potrà andare in onda in diretta o registrato è realizzato in collaborazione con Magnolia.
Conduce: Caterina Balivo
In onda dal 9 settembre – ore 14:00
DAL LUNEDI’ AL VENERDI’
IL PARADISO DELLE SIGNORE DAILY
seconda stagione
La porta del Paradiso delle Signore si è chiusa con il bacio tra i due protagonisti principali, Marta e Vittorio, che hanno condiviso un sogno. Ora quella porta si riapre e rientriamo nella routine quotidiana del grande magazzino milanese con le sue novità, le sue Veneri, i personaggi che già conosciamo e i nuovi protagonisti pronti ad appassionarci con le loro storie e a raccontare un’Italia degli anni Sessanta proiettata nel futuro.
In onda dal 14 ottobre – ore 15:40
LA VITA IN DIRETTA
Il nuovo progetto de “La Vita in diretta” pur nel mantenimento della tradizione, prevede alcuni elementi di cambiamento con l’intento di adeguarsi alle nuove esigenze di un pubblico maturo ma sempre rivolto al futuro. L’attualità, la cronaca e l’intrattenimento saranno la spina dorsale dell’intero programma.
Conducono: Alberto Matano
e Lorella Cuccarini
In onda dal 9 settembre – ore 16:50
IL MATTINO DEL SABATO
UNOMATTINA IN FAMIGLIA
Riparte su Rai1 ”Unomattina in famiglia’, programma di Michele Guardì. Tante rubriche sull’attualità, il costume e tutti gli argomenti di cui si parla abitualmente in famiglia. Spazi dedicati alla lingua italiana, allo sport, al teatro, alla musica, ai programmi televisivi alle mostre, al meteo e alle immagini di repertorio Rai.
Conducono: Monica Setta e Tiberio Timperi
In onda da sabato 14 settembre – ore 8:00 e domenica 15 settembre – ore 6:30
DREAMS ROAD
E con l’entusiasmo, la passione, il racconto sempre puntuale,la qualità delle immagini che “Dreams Road’ in 18 anni si è conquistato un posto importante nell’ambito dei programmi di viaggio. Diciotto anni di viaggi on the road sulle strade di tutto il mondo che hanno raccolto emozioni, suggestioni,riconoscimenti e premi nazionali e internazionali. Emerson Gattafoni e Valeria Cagnoni hanno viaggiato in tutto il mondo, raccontando luoghi, percorsi, itinerari, siti Patrimonio dell’Umanità – UNESCO, metropoli e personaggi che hanno segnato la storia e la cultura dei Paesi attraversati. Emerson e Valeria tornano in sella alle loro motociclette per realizzare la serie di DREAMS ROAD 2019 e raccontare nuovi luoghi,percorsi e territori più affascinanti e remoti di tutto il pianeta.
Conducono: Valeria Cagnoni
ed Emerson Gattafoni
In onda dal 14 settembre al 30 novembre – ore 11:30
BUONGIORNO BENESSERE
Buongiorno Benessere, il programma settimanale che ha come obiettivo principale quello di proporre in maniera semplice ed immediata stili di vita corretti all’insegna del benessere, torna con una veste grafica rinnovata e con più servizi e inchieste.
Attraverso esperti della salute e insieme ai medici saranno proposte soluzioni e consigli per vivere meglio. Come sempre si andrà alla scoperta del nostro splendido territorio per scoprire quei piccoli segreti di lunga vita che hanno reso l’Italia uno dei paesi più longevi al mondo. Anche quest’anno avremo un occhio attento verso le informazioni provenienti dal web con un dialogo continuo con i nostri spettatori, numerosissimi anche sulla pagina Facebook. Torneremo a parlare di corretta alimentazione, dello stretto legame tra cibo e salute e mostreremo tutte le novità per una salutare attività fisica. Riscopriremo le ricette antiche per una bellezza naturale, anche grazie all’aiuto dei nostri inviati e dei loro servizi.
Conduce: Vira Carbone
In onda dal 14 settembre – ore 10:45
LINEA VERDE Life
L’edizione del sabato conferma l’evoluzione nel progetto di“Linea Verde Life”: un programma centrato sul tema, sfidante e complesso, della sostenibilità urbana e del life style, la qualità della vita. In ogni puntata, territorio per territorio, si andrà alla ricerca di tutto ciò che, realizzato o progettato, ci consente di interrogarci su come vivremo fra trent’anni, o come sarà la nostra qualità della vita nel 2050? Eco, bio, smart, green:saranno ancora questi gli assi narrativi del programma, che conterrà sia finestre di comparazione internazionale – le “città verdi” e sostenibili in Europa – sia aspetti di veri e propri tutorial legati all’economia domestica, al giardinaggio, alla cura degli animali domestici, alle ricette innovative, allo street food e, quest’anno, al racconto dei grandi “spazi verdi” delle città italiane.
Conducono: Marcello Masi e Daniela Ferolla
In onda dal 14 settembre – ore 12:20
IL POMERIGGIO DEL SABATO
LINEABLU
Il programma di divulgazione e intrattenimento dedicato al mare si snoda lungo gli 8.000 chilometri di coste della Penisola italiana e dei Paesi affacciati sul bacino del Mediterraneo. La linea editoriale del programma punta ad interessare e sensibilizzare il pubblico verso i temi culturali, economici, sociali, scientifici e ambientali legati al mondo marino, alle storie che lo circondano e lo innervano e che rappresentano, non a caso, una parte fondamentale del nostro made in ltaly e della nostra identità nazionale. Con Linea Blu inoltre esploreremo i luoghi più suggestivi e meno raggiungibili, con attenzione all’archeologia, alla pesca, alla gastronomia locale, ai mercati del pesce, ma anche all’affascinante e misterioso mondo subacqueo. “Sopra, sotto e intorno al mare” il claim che da sempre accompagna il viaggio di Linea Blu si rinnova ancora, tra tradizione e innovazione.
Sono previste puntate all’estero per esplorare altri mari, altri luoghi e tradizioni.
Conduce: Donatella Bianchi
In onda fino al 23 novembre – ore 14:00
LINEA BIANCA – STORIE DELLA MONTAGNA
Ritorna il tradizionale appuntamento con la montagna. Culture, realtà di imprese, curiosità, tradizioni per esplorare la montagna nei suoi molteplici aspetti. All’interno di ogni puntata, spazi dedicati all’alimentazione e all’agronomia curati da esperti del campo, integrati con racconti attinti dal folklore, i miti, le leggende della montagna. Un viaggio che attraverserà tutto il nostro Paese, con delle escursioni al di là delle nostre montagne per conoscere e raccontare gli altri versanti.
Conduce: Massimiliano Ossini
In onda dal 30 novembre – ore 14:00
PASSAGGIO A NORD OVEST
Alberto Angela, in uno studio pieno di riferimenti ad altre culture e ad altre storie, presenta servizi e documentari che spaziano dall’etnografia all’esplorazione, dall’archeologia all’avventura. Un mix di immagini e di informazioni originali e spettacolari dagli angoli più sconosciuti del mondo. Un viaggio tra le culture e le civiltà di oggi e del passato.
Conduce: Alberto Angela
In onda il sabato – ore 15:00
ITALIA SÌ
Un flusso inarrestabile di storie, volti, emozioni, problemi e soluzioni. Il Paese che sfila di fronte a se stesso per raccontarsi e confrontarsi come nelle piazze della provincia italiana di un tempo ma con modalità e
linguaggi della modernità. Ma il cuore pulsante dell’Italia che vive è ancora quello e, nel sabato pomeriggio di Rai1,sale su una pedana per offrire la propria umanità ad un affresco tenero e disincantato, emotivo e problematico di un Paese che ha ancora voglia di ridere e di pensare.
La pedana è al centro della scena e del racconto e sulla pedana salgono i protagonisti di un talent che ha per oggetto la vita. Offrono le loro storie allo sguardo e alla riflessione di una commissione di “medici del racconto”, volti noti ai quali affidare piccoli scrigni magici di storie personali. Ma da questo speaker corner possono partire anche storie che dividono il pubblico e portano a duri confronti su argomenti di stretta attualità. E su quella pedana possono sfilare volti noti o sconosciuti protagonisti del quotidiano per portare se stessi sul podio. Se stessi e storie, interrogativi, problemi, fotografie, ricordi, oggetti, frammenti di memoria e particelle di speranza. Ciascuno da quella pedana darà qualcosa e dallo studio riceverà qualcos’altro in cambio. Do ut des sulla pedana di ITALIA SI.
Conduce: Marco Liorni
In onda dal 14 settembre – ore 16:45
A SUA IMMAGINE
Nato nel dicembre del 1997 come settimanale di approfondimento culturale, sulla scia delle rubriche religiose presenti nel palinsesto della Rai sin dal 1954, si è andato nel tempo definendo sempre di più come un programma di confronto culturale alla portata di tutti, che potesse parlare al grande pubblico e non solo ad una élite. A Sua Immagine è presente e attiva sulla piattaforma digitale con i suoi profili social. Il programma è frutto di una fattiva collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana, che offre una consulenza per individuare le linee generali delle tematiche da affrontare.
L’edizione del 2019-2020 continuerà a seguire da vicino il magistero di Papa Francesco.
Due gli appuntamenti settimanali. Il sabato, in studio con storie di vita dove i protagonisti sono portatori di valori umani di grande portata. Testimoni di storie, in cui il messaggio
del Vangelo viene attualizzato. Racconti di devozione, di sofferenza, di gioia, degli uomini e delle donne che hanno cambiato il mondo, dei grandi Santi, degli emarginati e degli ultimi, ma anche dei primi che si prodigano per gli altri.
A seguire, Le Ragioni della Speranza, il commento al Vangelo della domenica che vede l’alternarsi di “preti di strada”. Volti noti al grande pubblico per il proprio impegno nel sociale e accanto agli ultimi.
Il programma della domenica conterrà la Santa Messa e l’Angelus del Santo Padre. Dopo la Santa Messa, il programma propone un focus sull’argomento trattato nella prima parte, e, spesso, la piccola storia di un protagonista della vita di ogni giorno, diventa la storia di tutti. Infine grande attesa per le parole del Santo Padre durante l’Angelus.
Conduce: Lorena Bianchetti
In onda il sabato alle ore 15:55 e la domenica alle ore 10:30
LO ZECCHINO D’ORO
Lo Zecchino d’Oro arriva alla 62a edizione, anche quest’anno con la Direzione Artistica di Carlo Conti.
In diretta dall’Antoniano di Bologna ascolteremo le 12 canzoni in gara con i piccoli interpreti provenienti da diverse regioni d’Italia.
Come sempre all’interno del programma ci sarà un’iniziativa di solidarietà .
In onda il 5 e 6 dicembre – ore 16.50 e il 7 dicembre – ore 15.00
LO ZECCHINO D’ORO IN PRIMA SERATA
La serata del 7 dicembre si configura come una grande festa dedicata al Natale.
In onda sabato 7 dicembre – ore 21.25
IL MATTINO DELLA DOMENICA
NOSTRA MADRE TERRA
Ambiente, sviluppo e mobilità sono i temi protagonisti della trasmissione “Nostra Madre Terra” in onda
domenica 22 settembre condotta da Angelo Mellone e dedicata all’appuntamento incentrato sul rapporto fra ambiente, ecologia, sviluppo sostenibile e cittadinanza che ogni anno anima la comunità francescana ad Assisi. In questa edizione la riflessione sull’inquinamento si estende alle sue implicazioni “sociali”: non solo inquinamento dell’ambiente naturale ma anche delle relazioni tra esseri umani, istituzioni e la stessa morale. Interverranno artisti, uomini della società civile e della cultura, uomini di Chiesa, in un evento che ha lo scopo di stimolare una riflessione sul rapporto tra l’Uomo, la sua potenza costruttiva e distruttiva, e il Creato con un occhio attento all’attualità
Conduce: Angelo Mellone
In onda il 22 settembre ore 9:40
PAESI CHE VAI
Luoghi, detti, Comuni in un “format originale” per la tv dedicato alla valorizzazione del territorio e del suo
patrimonio, realizzato completamente in esterni. ll territorio declinato nei suoi molteplici aspetti e risorse: la storia, l’arte, l’architettura, i siti archeologici, i monumenti, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi popolari, l’ambiente, le risorse naturali, le specialità enogastronomiche, le peculiarità dell’ingegno e del talento italiano.
Conduce: Livio Leonardi
In onda dal 29 settembre – ore 9:40
LINEA VERDE
Linea Verde, la storica rubrica della domenica, manterrà il suo focus su territorio, ambiente, alimentazione e agricoltura con una confezione editoriale che, seguendo una traccia sperimentata con successo nella scorsa edizione, avrà un’attenzione particolare per il “grande racconto” dell’Italia attraverso i percorsi battuti della letteratura, dell’arte, del folklore, delle storie di territorio, rileggendo il tema dei “beni culturali” all’insegna della bellezza italiana e in un approccio empatico, esperienziale e “wild”. La trasmissione, come di consueto, terrà conto delle convenzioni aziendali instaurate con realtà istituzionali, locali o nazionali.
Conducono: Ingrid Muccitelli e Beppe Convertini
In onda dal 15 settembre – ore 12:20
IL POMERIGGIO DELLA DOMENICA
DOMENICA IN
Lo storico programma contenitore della domenica pomeriggio di Rai1, con tanti amici ospiti, sarà contrassegnato da giochi, interviste, filmati emozionali,repertorio, esibizioni varie, il tutto con un tono di allegria e di approfondimento leggero. ll programma che potrà andare in onda in diretta o registrato è per intero un prodotto interno Rai.
Conduce: Mara Venier
In onda dal 15 settembre – ore 14:00
A RUOTA LIBERA
Un contenitore pomeridiano che racconta storie diverse ogni domenica. Imprevedibile come la vita, A ruota libera è l’happening show che regala solo emozioni positive.
Un programma ricco di contenuti, per un pomeriggio all’insegna del buonumore! Tante sorprese, tanti diversi sapori: i protagonisti di A ruota libera sono sia celebrities che persone ordinarie con storie straordinarie, che si prestano ad essere intervistate fuori dagli schemi. Tra le rubriche, “Prime donne”, racconti tutti al femminile,con al centro donne che si sono distinte per la loro personalità, il loro coraggio o il loro talento in tutti gli ambiti della società: politica, impresa, scienza, sport,spettacolo; “Buone notizie”, storie virate in positivo che hanno per protagonisti gli eroi di tutti i giorni. Il presupposto fondamentale è partire dal quotidiano per raccontare tutto ciò che rende le persone speciali;
“A come amore”, racconti tutti incentrati sul sentimento più universale che esista: l’amore.
Conduce: Francesca Fialdini
In onda dal 15 settembre – ore 17:35
L’EREDITA’
Riprende anche quest’anno dal 23 settembre l’Eredità condotta da Flavio Insinna. Il programma prodotto in collaborazione con Magnolia, ripartirà dal format consolidato nelle passate edizioni e si rinnoverà per rispondere alle difficoltà di un contesto sempre più competitivo. Tre professoresse affiancheranno come di consueto il conduttore nello svolgimento dei giochi.
Conduce: Flavio Insinna
In onda dal 23 settembre – ore 18:45
I SOLITI IGNOTI
La nuova edizione dei Soliti Ignoti riparte dal 16 settembre nella fascia di access prime time. ll gioco prevede un concorrente a puntata che nell’arco dell’indagine dovrà indovinare quante più identità possibili. Il montepremi accumulato potrà essere vinto solo indovinando il gioco finale.
Conduce: Amadeus
In onda dal 16 settembre – ore 20:30
PRIME TIME
TALE E QUALE SHOW
Torna Tale e Quale Show giunto alla sua nona edizione,il programma di successo di Rai1 in cui 12 personaggi famosi si sfidano tra loro trasformandosi ogni settimana in una icona musicale diversa. Le celebrities in gara sono seguite tutta la settimana da una squadra di coach con il compito di coadiuvarle nelle loro performance di ballo,canto e recitazione; le loro prove vengono seguite dalle telecamere e documentate con brevi clip. Le performance dei 12 vip in gara sono valutate da una giuria composta da 3 professionisti del mondo dello spettacolo; anche ai concorrenti viene data la possibilità di votare. La somma delle votazioni di giuria e concorrenti decreta il vincitore.
Una formula ormai ben nota per una autentica corazzata del palinsesto di Rai1.
Conduce: Carlo Conti
In onda dal 13 settembre
ULISSE
Questo nuovo ciclo di 6 puntate rappresenta il dovuto riconoscimento per il successo del passaggio di Ulisse da Rai3 a Rai1. Il programma pur mantenendo lo spirito e l’esperienza dei 18 anni di Ulisse ha avuto una evoluzione sia nella tecnica di ripresa che nella modalità del racconto.
Il conduttore Alberto Angela, in esterna, svilupperà un racconto storico -archeologico e divulgativo. Ci sarà la partecipazione di alcuni ospiti attinenti ai vari temi delle puntate che saranno caratterizzate da viaggi esplorativi e servizi di approfondimento dei periodi storici raccontati.
Delle 6 puntate previste per la serie, alcune sono state interamente realizzate all’estero. Completerà la serie uno speciale backstage di 50 minuti nel quale si racconterà il dietro le quinte delle riprese dei vari set.
Conduce: Alberto Angela
In onda dal 28 settembre
UNA VITA DA CANTARE
L’ Italia dei cantautori, tra gli anni Settanta e Ottanta, ha vissuto la sua età dell’oro. La canzone d’autore italiana in quei venti anni è stata, senza alcun dubbio, creativa e popolare, in grado di raccontare storie che erano personalissime ma al tempo stesso collettive, di dar corpo ad uno straordinario immaginario e ad una serie di melodie indimenticabili. E lo ha fatto partendo dalle strade di tante città, che hanno segnato la storia della canzone italiana.
Roma, Genova, Milano, Bologna, Napoli, Firenze, sono state culla di generazioni diverse di cantautori, che hanno raccontato la realtà con ingegno e poesia. Ma ci sono state anche città più piccole, come Poggio Bustone, dalle quali altri cantautori sono partiti per arrivare nel cuore degli italiani con le loro canzoni, un viaggio tra le città d’Italia, dunque, etra i cantautori che in queste città sono nati, o cresciuti, o hanno lavorato, un viaggio tra gli italiani e le loro canzoni,raccontate dai protagonisti e cantate dai migliori artisti italiani. Un’occasione per ricostruire una storia musicale che è parte integrante della storia di noi tutti. Tre puntate,in cui ci si può spostare costantemente sulla mappa dello Stivale, passando da una città all’altra, mettendo insieme aneddoti e memorie, canzoni indimenticabili e momenti memorabili, con la partecipazione di grandi cantautori e anche dei giovani che oggi, prendendo spunto dalla loro lezione, stanno scrivendo in questo momento le canzoni che canteremo tra vent’anni. Non un percorso cronologico, dunque, ma una sorta di geografia melodica e sentimentale, un puzzle che alla fine, una volta completato,avrà offerto una magnifica fotografia dell’età dell’oro della canzone d’autore italiana. Innumerevoli le canzoni che indicano luoghi precisi di molte città, le strade, le piazze:da Via Paolo Fabbri 43 di Guccini al Giulio Cesare, scuola di Venditti a Roma, dalla Porta Romana della Milano di Gaber al mercato di Forcella cantato da Pino Daniele. Con un “inviato speciale” che ogni volta ci porta nei luoghi esatti delle canzoni.
Conduce: Enrico Ruggeri
In onda dal 16 novembre
VENTI ANNI CHE SIAMO ITALIANI
Formula inedita per una strana coppia con un curioso comune denominatore. Una sorta di “TWO PEOPLE SHOW” dalle mille possibilità di intreccio narrativo,musicale e artistico, con ospiti, orchestra, storytelling. Due personalità complementari che daranno vita a tre puntate
di intrattenimento puro. Tra leggerezza, divertimento,contenuti, emozioni … e una modalità di raccontare il nostro Paese … tutta da scoprire.
Conducono: Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada
In onda dal 29 novembre
SANREMO GIOVANI
Il programma racconterà la fase finale della selezione delle canzoni/artisti che accederanno alla finale del Festival della Canzone Italiana 2020.
In onda il 17 dicembre
LA PORTA DEI SOGNI
Un nuovo grande show per celebrare la vita, le storie e le emozioni delle persone. La porta dei sogni è uno show che celebra le storie, i sentimenti, i sogni e le relazioni delle persone, attraverso spettacolari momenti in studio ed emozionanti filmati, in una sorta di dimensione cinematografica. Persone che vogliono realizzare il sogno di una vita, persone che vogliono trasformarsi,ricongiungersi con affetti lontani, persone che vogliono chiedere scusa o semplicemente dire grazie, che cercano un perdono o vogliono fare una sorpresa.
Un galà delle emozioni, uno “shiny floor studio” showelegante, che grazie ad una spettacolare messa inscena, unisce la forza dello spettacolo evento al calore delI’emotainment classico.
Conduce: Mara Venier
In onda dal 20 dicembre
SECONDA SERATA
FRONTIERE
La formula utilizzata sarà quella del racconto-inchiesta e prende le mosse – sviluppandola e ampliandola- da quella già sperimentata con buon successo di pubblico in alcuni speciali (sulla tragedia di Rigopiano e l’assassinio di Giulio Regeni) andati in onda su Rai1 e con la stessa conduzione. Il programma sarà basato dunque sulla centralità della figura del conduttore-mediatore,sulle sue riconosciute doti di narratore-affabulatore,e sulla scelta di fatti e argomenti capaci di catturare il grande pubblico della Rete Ammiraglia. In linea con gli scopi di un moderno servizio pubblico, l’obiettivo sarà quello di ripercorrere e analizzare insieme storie e fenomeni (svelandone anche aspetti inediti o poco noti)
che appaiono sempre più complessi, di comprenderne incognite e sfaccettature, dandone una visione equilibrata e priva di velleità sensazionalistiche.
Conduce: Franco Di Mare
In onda: dal 9 settembre
PORTA A PORTA
Porta a Porta resta punto di riferimento nella Rete per la politica e per l’informazione. I temi della politica nazionale e internazionale, i fatti di cronaca e di costume,i protagonisti di ieri e di oggi saranno al centro del dibattito e delle interviste con l’abile conduzione di Bruno Vespa.
Conduce: Bruno Vespa
In onda: Dal 10 settembre
martedì, mercoledì e giovedì
IO E TE DI NOTTE
“Io e te di notte” è la versione di mezzanotte, notturna e settimanale, del programma estivo di Pierluigi Diaco “Io e te” che ha catturato il pubblico pomeridiano della Rete Ammiraglia. Come nella sua declinazione diurna è composto da un’intervista a un personaggio mitico della tv, del cinema, dell’intrattenimento, dell’informazione,della danza, dello sport italiano, presentato con un filmato d’autore e con immagini e video tratti dalle Teche Rai. Non può mancare la Posta del Cuore di Sandra Milo, diventata subito un cult in rete, in questa occasione curata e presentata da Paola Tavella, la scrittrice che ha raccontato con ironia i sentimenti e i tormenti delle donne degli anni Duemila. Subito dopo un altro faccia a faccia con le icone dell’era digitale, quei personaggi che nei blog, sui social, su Youtube, sui palchi dei club e degli stadi, dettano le tendenze e i gusti delle ragazze e dei ragazzi – ma non solo: da Martina dell’Ombra a Achille Lauro, da Fedez a Valentino Rossi, da Benji e Fede a Baby K. La scenografia è quella dei faccia a faccia della versione diurna, con un prepotente e felice cambio di luci che accarezzi gli occhi degli spettatori.
Conduce Pierluigi Diaco
In onda dal 14 settembre
GRAN VARIETA’
L’immenso e prezioso patrimonio delle Teche Rai inun nuovo show che vuole restituire al pubblico la gioiadei grandi varietà Rai del sabato sera. Da un’idea diMaurizio Costanzo che introdurrà ogni puntata con una breve presentazione e la commenterà in chiusura con lapartecipazione dei protagonisti dei varietà di allora.
Conduce: Maurizio Costanzo
In onda dal 16 dicembre
TERZA SERATA
SOTTOVOCE
Montaggio di interviste realizzate da Marzullo, in studio,a personaggi famosi che parlano della loro professione,della famiglia , di alcuni aspetti del proprio carattere, delle proprie passioni, della loro infanzia.
Conduce: Gigi Marzullo
SETTENOTE
Cantanti, cantautori, musicisti e canzoni. Un racconto
musicale per tutte le età con una particolare attenzione
per il mondo giovanile e per l’attualità musicale.
Conduce: Gigi Marzullo
In onda: dal 15 settembre
MILLEEUNLIBRO
Appuntamento settimanale dedicato ai libri. I libri protagonisti di un dialogo a più voci tra autori, criticie lettori. Servizi filmati di presentazione di nuove uscite in libreria. Le puntate potranno essere anche monotematiche. Tre romanzi, tre saggi e tre libri di cronaca per rendere ancora più chiara ed esplicita lalinea editoriale del programma.
Conduce: Gigi Marzullo
In onda: dal 14 settembre

CINEMATOGRAFO
Settimanale cinematografico che realizza e racconta ifilm in programmazione nelle sale Italiane con particolare attenzione al film della settimana. Cinematografo tratta
anche le Fiction di Rai1. Attori, registi e critici. Confrontoa più voci con filmati e testimonianze di chi segue e amail cinema. Cinematografo prevede anche un angolo
dedicato ai Cortometraggi.
Speciali festival Cinematografo Venezia – Roma – Torino- Berlino – Cannes.
Conduce: Gigi Marzullo
In onda: dal 30 agosto
APPLAUSI
Appuntamento settimanale d’intrattenimento con ilteatro e con l’arte, attori, registi e critici al confronto.
Presentazione di spettacoli e servizi.
Conduce: Gigi Marzullo
In onda: dal 15 settembre
S’È FATTA NOTTE
Rubrica di interviste confidenziali a cura di Maurizio Costanzo. L’ambientazione è quella di un pub, dove però i clienti sono protagonisti o coprotagonisti di piccole storie di cronaca e di costume. Persone comuni, ma molto particolari. ln ogni puntata due ospiti racconteranno le
loro storie e i temi saranno legati all’attualità.
Conduce Maurizio Costanzo
In onda dal 30 settembre
EVENTI RAI 1
ALI DI LIBERTÀ
Terza edizione dello show che vedrà protagonista Andrea Bocelli e le sue interpretazioni delle più affascinanti arie operistiche con la presenza di un cast di prestigio italiano e internazionale e anche con brani di repertorio pop. Nello scenario suggestivo delle colline pisane, a Lajatico, dove è nato il grande artista, il Teatro del Silenzio ospiterà l’evento che vedrà esibirsi i più
straordinari performer del bel canto accompagnati da una grande Orchestra e, accanto ad essi, grandi nomi del cinema, dello spettacolo, della musica italiana pope internazionale: così Bocelli accenderà i riflettori sugli obiettivi della sua preziosa raccolta benefica.
In onda il 14 settembre
Con Andrea Bocelli e Serena Rossi
UNA SERATA DI STELLE PER IL BAMBINO GESÙ
Serata evento dedicata ai 150 anni dell’Ospedale Bambin Gesù. Una eccellenza della scienza e della sanità italiana, raccontata attraverso le esperienze e le storie a lieto fine di chi ha frequentato questa struttura così efficiente e importante. Un charity show con celebrities
legate affettivamente al mondo dell’Ospedale Bambin Gesù, interventi di parole e musica, e una raccolta fondi destinata alla espansione della capacità ricettiva di questo grande polo ospedaliero.
In diretta dalla Sala Nervi della Città del Vaticano
Conduce: Amadeus
In onda il 20 novembre
PRODIGI 2019
Serata dedicata all’UNICEF dove una selezione di giovanissimi cantanti, musicisti e ballerini, autentici talenti nelle loro discipline, si esibiranno nelle rispettive specialità artistiche, al cospetto di una giuria formata da alcuni personaggi dello spettacolo e dell’arte e da un pubblico formato da giovanissimi studenti appassionati di queste discipline artistiche. Nel corso del programma, l’UNICEF racconterà la propria attività benefica con l’aiuto di testimonial e di emozionanti clip e attraverso la narrazione di storie importanti e significative.
Conduce: Flavio Insinna
In onda il 27 novembre

TELETHON 2019
Trentesima edizione della maratona di Telethon, gara di solidarietà entrata ormai nel DNA aziendale Rai, con un testimone che passa di mano in mano, di rete in rete, fatto di storytelling, spettacolo e ricerca, transitando da programmi del palinsesto “telethonizzati” ad hoc,domenica 15 e sabato 21 dicembre a fasce orarie in onda dallo studio centrale di Telethon. Con una orchestra‘residente e numerosi conduttori che si avvicendano al timone di questo evento stra-ordinario.
La maratona Telethon terminerà con lo speciale I soliti ignoti condotto da Amadeus in onda il 21 dicembre alle 20.30.
In onda dal 14 al 21 dicembre

FESTA DI NATALE TELETHON
Il charity show ritorna ad aprire la maratona di Telethon, lo storico appuntamento con la lotta alle malattie genetiche rare. Alla serata FESTA Dl NATALE prenderanno parte grandi e prestigiosi ospiti del mondo dello spettacolo,della cultura, della musica e delle scienze che si avvicenderanno per raccogliere fondi e sostenere la ricerca. A loro si affiancheranno i protagonisti di emozionanti storie di cura e guarigione. Una grande occasione in cui lo spirito del servizio pubblico ha modo di realizzare grandi contenuti, e le più meritorie iniziative sociali prendono forma e concretezza.
Conduce Antonella Clerici
In onda il 14 dicembre – ore 20:35
RAI 2
RAI2: OLTRE LA TV
L’architettura dell’offerta autunnale di Rai2 si basa su generi forti e chiaramente definiti che vengono declinati nei diversi giorni della settimana.
Il palinsesto del cambiamento, quello nel quale culminerà tutto il lavoro portato avanti in questi primi mesi, è tesoa fornire alla rete una linea editoriale solida e riconoscibile che si armonizza con l’offerta delle reti sorelle della tvgeneralista e costruisce un presidio e allo stesso tempo un progetto originale capace di imporsi nel panoramatelevisivo nazionale.
Il riposizionamento della rete, già chiaramente visibile e confortato dagli ascolti, non solo in termini assoluti quantitativi, ma soprattutto per i valori qualitativi – ovvero per i target teen e per le fasce più pregiate, verrà ulteriormente rafforzato nella direzione di una riconquista di quell’audience giovane da tempo lontana dai canali Rai.
Di seguito la sintesi del progetto editoriale relativo al prime time e alle seconde serate.
I pilastri della nuova Rai2:
L’INTRATTENIMENTO, declinato sia nella versione talk che nello show con proposte inedite e format ideati adhoc per la rete
LA FICTION con particolare attenzione alla produzione italiana nella doppia prospettiva della comedy e del drama, recuperando e reimpaginando i prodotti di importazione all’insegna di un rapporto di relazione e non di estraneità rispetto all’immaginario culturale del nostro Paese
LE SECONDE SERATE assumeranno coerenza e una nuova e originale articolazione nell’arco della settimana.
Settembre, un preludio
Sarà un mese introduttivo che farà da indice a tutto l’autunno e nello stesso tempo permetterà di sperimentare programmi e artisti per il futuro della programmazione.
Si partirà con lo storico festival di Castrocaro: trampolino di lancio di molti grandi artisti della scena musicale italiana sin dagli Anni ’60, torna in tv conuna prima serata condotta da Belén Rodríguez e Stefano De Martino.
A seguire, una serie di appuntamenti con la comicità targata Made InSud, con tre monografie firmate Arteteca, Paolo Caiazzo e i Ditelo Voi.
A fine settembre ci sarà un primo evento speciale dedicato al multiculturalismo di Torpignattara, a Roma, dove è stato ambientato Bangla di Phaim Bhuiyan.
Il film verrà proiettato in una sala del quartiere e alla fine ci sarà un talk,condotto da Pietro Sermonti, uno dei protagonisti, in cui la comunità bangladese si confronterà con quella italiana.
Ulteriore proposta – in occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer– verrà programmato un evento speciale con la prima tv del film Ella&John di Paolo Virzì seguito da un docufilm che avrà come protagonista Selvaggia Lucarelli.
Ottobre-Dicembre, il periodo di garanzia
La stagione autunnale del prime time partirà con un programma evento che esalterà la memoria della rete e la storia del Paese. Renzo Arbore, il DNA di Rai2, sarà il protagonista di uno show originale dedicato a Renato Carosone, prodotto nel Centro di Produzione TV di Napoli.
A seguire verrà riproposta una produzione rodata e rilanciata dalla nuova Rai2: Il Collegio, il docureality entertainment che si è imposto come uno dei titoli più rappresentativi della rete.
Si tratta di una storia di successo che ha prodotto risultati di grandi rilievo in termini di popolarità e gradimento di pubblico e critica, di rivoluzione del linguaggio, di appeal sui social network, di capacità di parlare al nostro pubblico di riferimento e attrarre quel pubblico di teen che da tempo ha abbandonato l’offerta Rai.
La nuova serie de Il Collegio sarà ambientata negli anni Ottanta.
Il Collegio sarà seguito da Il Collegio in famiglia, un docu reality con i genitori dei ragazzi. Negli anni 80’ erano loro i teens.
Un giorno della settimana, in contro-programmazione rispetto alle reti ammiraglie, proporremo la comicità popolare con un titolo già testato con successo nelle scorse stagioni come lo shiny floor entertainment Stasera tutto è possibile condotto da Stefano De Martino, dopo il successo di Made in Sud. Il format giungerà nella sua nuova versione completamente rinnovato grazie a un formidabile restyling visivo.

RAI2: OLTRE LA TV
La programmazione della nuova Rai2 è stata ridefinita immaginando un’opera di media-design. Il risultato è la creazione di un vero e proprio brand che associa la rete a target pubblicitari giovanili.
E tutto questo in forte sinergia dell’onair con l’online che fa di Rai2 la rete matrice della convergenza digitale nella Media Company Rai, nel solco della progettualità del nuovo Piano industriale.
Settembre, un preludio
Sarà un mese introduttivo che farà da indice a tutto l’autunno e nello stesso tempo permetterà di sperimentare programmi e artisti per il futuro della programmazione.
Si partirà con lo storico festival di Castrocaro: trampolino di lancio di molti grandi artisti della scena musicale italiana sin dagli Anni ’60, torna in tv con una prima serata condotta da Belén Rodríguez e Stefano De Martino.
A seguire, una serie di appuntamenti con la comicità targata Made In Sud, con tre monografie firmate Arteteca, Paolo Caiazzo e i Ditelo Voi.
A fine settembre ci sarà un primo evento speciale dedicato al multiculturalismo di Torpignattara, a Roma, dove è stato ambientato Bangla di Phaim Bhuiyan.
Il film verrà proiettato in una sala del quartiere e alla fine ci sarà un talk, condotto da Pietro Sermonti, uno dei protagonisti, in cui la comunità bangladese si confronterà con quella italiana.
Ulteriore proposta – in occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer – verrà programmato un evento speciale con la prima tv del film Ella&John di Paolo Virzì seguito da un docufilm che avrà come protagonista Selvaggia Lucarelli.
Ottobre-Dicembre, il periodo di garanzia
La stagione autunnale del prime time partirà con un programma evento che esalterà la memoria della rete e la storia del Paese. Renzo Arbore, il DNA di Rai2, sarà il protagonista di uno show originale dedicato a Renato Carosone, prodotto nel Centro di Produzione TV di Napoli.
A seguire verrà riproposta una produzione rodata e rilanciata dalla nuova Rai2: Il Collegio, il docureality entertainment che si è imposto come uno dei titoli più rappresentativi della rete.
Si tratta di una storia di successo che ha prodotto risultati di grandi rilievo in termini di popolarità e gradimento di pubblico e critica, di rivoluzione del linguaggio, di appeal sui social network, di capacità di parlare al nostro pubblico di riferimento e attrarre quel pubblico di teen che da tempo ha abbandonato l’offerta Rai.
La nuova serie de Il Collegio sarà ambientata negli anni Ottanta.
Il Collegio sarà seguito da Il Collegio in famiglia, un docureality con i genitori dei ragazzi. Negli anni 80’ erano loro i teens.
Un giorno della settimana, in contro-programmazione rispetto alle reti ammiraglie, proporremo la comicità popolare con un titolo già testato con successo nelle scorse stagioni come lo shiny floor entertainment Stasera tutto è possibile condotto da Stefano De Martino, dopo il successo di Made in Sud. l format giungerà nella sua nuova versione completamente rinnovato grazie a un formidabile restyling visivo.
Una serata sarà dedicata alla fiction italiana nella declinazione dramedy: Volevo fare la rockstar, interpretata da Valentina Bellè e Giuseppe Battiston, ambientata in un inedito Friuli.
Successivamente, nel mese di novembre, arriverà la seconda e attesissima, stagione de Il Cacciatore, un titolo diventato subito cult, premiato alla prima edizione del Cannes International Series Festival. Una reinterpretazione potente e priva di retorica delle vicende del pool antimafia dopo le stragi di Capaci e via D’Amelio.
Una serata sarà dedicata alla sperimentazione di nuove formule di intrattenimento.
Quattro grandi nomi del cinema e del teatro italiano,il regista/sceneggiatore Giovanni Veronesi e gli attori/registi Rocco Papaleo, Alessandro Habere Sergio Rubini sono i protagonisti di un grande show televisivo di prima serata: Maledetti Amici Miei. Veronesi è il deus ex machina che ha riunito alcuni dei suoi più cari compagni di vita e di set. In ogni puntata interverranno grandi ospiti: cari amici del mondo dello spettacolo, del cinema, della musica, del teatro e dello sport che si esibiranno o racconteranno aneddoti e momenti della loro amicizia e della loro vita artistica.
La programmazione sarà caratterizzata anche da una serie di film che ricreeranno sulla rete un’abitudine ad una formidabile offerta cinematografica rivolta soprattutto ai giovani.
Il fine settimana riproporrà la serialità di acquisto con i prodotti crime targati CBS, presentati in prima visione assoluta. Ritorneranno i protagonisti di N.C.I.S. che saranno utilizzati come contro programmazione e verranno rilanciati gli episodi
inediti di F.B.I e Criminal Minds.
La messa in onda di Che tempo che fa su Rai2 coinciderà con una rinnovata edizione del programma che si trasformerà – pur nella continuità – tenendo conto dell’inedito contesto editoriale che si è venuto a creare.
Che tempo che fa sarà al centro del palinsesto di Rai2 e svolgerà un fondamentale ruolo di cerniera tra una
settimana e l’altra, ma non solo. Farà da cerniera anche tra i generi e, soprattutto, tra le generazioni.
Il passaggio su Rai2 prevede una nuova proposta di palinsesto che si articolerà in un prologo, dal titolo Che Tempo Che Farà, nella fascia preserale dalle 19.40-20.30, e una prima serata, dalle 21.05 alle 23.30,in tre atti con una parte finale all’insegna della sperimentazione.
Eventi in prima serata
La nuova stagione del prime time, come quella invernale e primaverile, ospiterà alcune serate che interromperanno il flusso canonico del palinsesto per far posto a eventi che recuperano la memoria della rete, la storia del Paese e riflettono su alcune emergenze sociali.
Ad esempio, ci saranno gli omaggi a due grandi maestri della tv e dello spettacolo – Gianni Boncompagni e Paolo Villaggio – che hanno trovato nella tradizione sperimentale di Rai2 terreno fertile per proporre visioni, idee e personaggi sempre all’insegna di una dissacrante vitalità.
Sul fronte dell’approfondimento politico-sociale, così come è accaduto per l’anniversario del terremoto a L’Aquila,verranno presentati alcuni progetti speciali che romperanno l’ordine del discorso editoriale.
Uno, emblematico, ci sarà in occasione dell’anniversario dei 50 anni dalla strage di Piazza Fontana – che segnò l’inizio di una stagione tragica per la vita della Repubblica – in cui verrà realizzato un film documentario che non si limiterà a raccontare lo scoppio della bomba alla Banca Nazionale dell’agricoltura, ma ripercorrerà le trame segrete e i depistaggi del “deep state” abbracciando un arco di tempo che va dalla fine della Seconda Guerra Mondiale alla caduta del Muro di Berlino di cui, pure, ricorrono i 30 anni.
Seconde serate
La linea editoriale della nuova Rai2 avrà una identità ben definita anche grazie allo sviluppo delle seconde serate, che nell’arco della settimana declineranno generi e contenuti diversi contribuendo ad una fidelizzazione dello spettatore che potrà seguire il racconto della contemporaneità.
Il lunedì con il talk politico economico Povera Patria condotto da Annalisa Bruchi, Alessandro Giuli e Aldo Cazzullo.
Il martedì con #Ragazzicontro, un format originale di DanielePiervincenzi e Emanuele Piano, un viaggio nel mondo del bullismo.
che, a partire da episodi di cronaca, non solo descriverà e spiegherà,ma fornirà utili strumenti per affrontare quella che è ormai diventata una emergenza sociale.
Il mercoledì con il primo format di informazione dedicato all’infosfera globale: Vero contro Vero, un luogo aperto e plurale. Al centro del dibattito ci sarà quello che appare, ormai, come lo scontro radicale tra la cultura mainstream della stampa tradizionale e dei grandi gruppi editoriali e la virale diffusione dei blog e dei social network. Un programma necessario in cui far esplodere le contraddizioni delle verità contrapposte.
Il giovedì proseguirà con il longevo programma dedicato al cinema Stracult Live Show di e con Marco Giusti.
Il venerdì arriverà il grande racconto per immagini di Petrolio,programma di approfondimento condotto da Duilio Giammaria.
Il sabato la storica rubrica della testata giornalistica Tg2 Dossier. La domenica l’appuntamento sportivo più conosciuto di tutti i tempi La Domenica Sportiva.
Insomma la seconda serata di Rai2 sarà dedicata totalmente all’informazione: in una sola rete, le voci e le visioni di tutti noi.
Le strenne per le feste Una grande iniziativa editoriale che affonda le radici nella storia della Rai: a dicembre Rai2 proporrà tre imperdibili commedie in diretta di Vincenzo Salemme. Ovviamente, saranno trasmesse dal Centro di Produzione di Napoli, e daranno la possibilità di conoscere in modo organico il talento di un grande comico, ma soprattutto di uno straordinario drammaturgo che è il degno erede della tradizione scarpettiana. Tra le altre proposte verrà offerto il ciclo completo dei film Una notte al museo, un viaggio scanzonato nel passato che si anima e diventa irresistibilmente inquietante.
I PROGRAMMI
IL MATTINO DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ
RADIO2 SOCIAL CLUB
Conducono Luca Barbarossa e Andrea
Perroni
In onda dal lunedì al venerdì dalle ore 08.45,
dal 16 settembre
Il live show in onda su Rai Radio2 e in streaming sulla piattaforma tv della Radio dal lunedì al
venerdì, viene riproposto in replica quotidiana suRai2. La ricetta di Radio2 Social Club prevede la conduzione brillante di Luca Barbarossa e la comicità di Andrea Perroni, le incursioni musicali live della Social Band e un’interazione diretta con gli ascoltatori attraverso Sms e WhatsApp vocali,per raccontare storie o ascoltare pochi accordi per indovinare il titolo della Canzone Spogliata.
Un’inedita forma di collaborazione tra Rai2 Radio2 per dare massima visibilità ai contenuti Radio e al contempo fornire un prodotto in target alla Rete tv.
I FATTI VOSTRI
Conduce Giancarlo Magalli con Roberta Morise, PaoloFox, Umberto Broccoli, Demo Morselli, Massimo Morico.
In onda dal lunedì al venerdì dalle ore 11.15, dal 16 settembre
Nuova edizione del programma quotidiano fatto di attualità,costume, spettacolo, musica e curiosità, firmato da Michele Guardì, Giovanna Flora e Rory Zamponi. Alla conduzione Giancarlo Magalli affiancato da Roberta Morise, Paolo Fox per l’oroscopo, gli interventi tra cronaca, curiosità e storia del prof. Umberto Broccoli, gli aggiornamenti sulla situazione meteorologica a cura del Colonnello Massimo Morico e la band di sette elementi diretta dal Direttore d’orchestra Demo Morselli.
Regia di Michele Guardì. Nella famosa piazza italiana, tutti i giorni verranno trattati importanti fatti legati all’attualità e alla cronaca che saranno sviluppati e arricchiti con collegamenti esterni in diretta e servizi. In ogni puntata sarà data voce ai cittadini che potranno fare appelli, richieste e ringraziamenti e saranno inseriti nuovi spazi legati alla salute, alle piccole controversie legali, alla cura dei nostri animali domestici, e tanto altro.
IN VIAGGIO CON MARCELLO
Conducono Marcello Masi, Rocco Tolfa e Carlo
Cambi con la partecipazione di Giorgia Fantin
Borghi
In onda il sabato alle 11.15, dal 14 settembre
Nello scenario di un ristorante, Marcello Masi e i suoi“compagni di tavola” Rocco Tolfa e Carlo Cambi cercheranno di capire come è cambiato il nostro modo di consumare e vedere il cibo, esplorando l’alimentazione caratteristica di una regione italiana: vedranno arrivare le specialità tipiche, i piatti più celebrati ma anche quelli meno conosciuti e i prodotti più simbolici dei vari territori.
Grazie anche a brevi incursioni in cucina, ogni pietanza e ogni prodotto verranno presi in esame col tono leggero di chi sa apprezzare i piaceri della tavola, ma anche con lo spirito giornalistico di chi vuole approfondirne la storia.
Verrà poi dato spazio al racconto di come mangiavano gli italiani mezzo secolo fa grazie ai filmati d’epoca delle Teche Rai, al racconto degli aspetti meno noti degli alimenti-base e al mondo del vino con i più grandi produttori intervistati da Rocco Tolfa. Giorgia Fantin Borghi, esperta di lifestyle e costume, metterà in luce con tono ironico e pungente, le abitudini, le convenzioni, i comportamenti degli italiani davanti al cibo.
IL MATTINO DEL SABATO E DELLA DOMENICA
IL MATTINO DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ
PROTESTANTESIMO
In onda la domenica alle 08.15, da Settembre
(in alternanza con Sorgente di Vita)
Curato dalla Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia in convenzione con la Rai, Protestantesimo è una rubrica che tratta argomenti ed approfondimenti relativi alle chiese protestanti italiane e nel mondo. Con un atteggiamento di ascolto ed apertura la rubrica affronta i temi dell’etica, sia personale che sociale, apre una finestra sulle realtà protestanti nel mondo, offre spunti di lettura della Bibbia e propone una panoramica dei molteplici contributi dati dai protestanti alla cultura -dalla musica alla teologia alla storia all’arte – ma anche al cambiamento sociale.
SORGENTE DI VITA
In onda la domenica alle 08.15, da Settembre
(in alternanza con Protestantesimo)
E’ la rubrica quindicinale di vita e cultura ebraica di Rai2 in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. In ogni puntata tre o quattro servizi su diversi argomenti: la vita, la cultura, la storia delle comunità ebraiche in Italia e all’estero, gli aspetti della tradizione e le ricorrenze del calendario ebraico, ma anche l’attualità con reportage da tutto il mondo ebraico e notizie di cultura e società da Israele, musica, mostre e spettacoli, ritratti e profili di personaggi. Non mancano approfondimenti su antisemitismo, razzismo, dialogo interreligioso. I disegni della sigla sono di Emanuele Luzzati.
SULLA VIA DI DAMASCO
Conduce Eva Crosetta
In onda la domenica alle 8.45, da Settembre
Il programma affronta i temi della comunità e della famiglia, della solidarietà e del sociale da un punto di vista cristiano visti attraverso la sensibilità della conduttrice,donna giovane e competente. I temi e gli argomenti trattati sono approfonditi anche grazie alla presenza di ospiti in studio o in set esterni.

O ANCHE NO
Con Paola Severini Melograni, i ragazzi di Radio
Immaginaria e I Ladri di Carrozzelle
In onda la domenica alle 09.15 dal 29 settembre
Ambientato all’interno dell’Albergo Etico di Roma, dove lo staff è costituito in gran parte da ragazzi con disabilità di vario tipo, molti di loro sono i principali protagonisti di questo nuovo docureality che mescola insieme docufiction, momenti musicali, interviste e servizi, con l’obiettivo di promuovere l’educazione alla solidarietà,alla tolleranza e all’inclusione. Un tema centrale viene sviluppato dal doppio punto di vista di chi è normodotato e di chi ha problemi fisici o psichici. Si parlerà di amore,famiglia, musica, scuola, lavoro e prospettive di lavoro,fede e religione e tanto altro. Il cast sarà composto da Paola Severini Melograni impegnata da decenni nel terzo settore, dai ragazzi di Radio Immaginaria – un network degli adolescenti in Europa, fatto, diretto e condotto da ragazzi tra gli 11 e i 17 anni – e dai Ladri di Carrozzelle,con la partecipazione di persone della cultura e dello spettacolo.
GENERAZIONE GIOVANI
Conduce Milo Infante
In onda la domenica alle 11.15, dal 29 settembre Venti giovani, di età compresa tra i 16 e i 22 anni, si confronteranno sui temi più delicati e gli argomenti che maggiormente li coinvolgono. Tra le novità più significative di questa nuova edizione il confronto con il mondo della politica attraverso un “Uno contro tutti” durante il quale i ragazzi potranno rivolgersi direttamente ai rappresentanti delle Istituzioni sui temi caldi dell’attualità. Particolare attenzione sarà dedicata alla realtà degli adolescenti, attraverso inchieste e approfondimenti sulle tematiche proposte dagli stessi ragazzi attraverso l’interazione con i social network. Il programma si avvarrà della collaborazione dell’equipe scientifica dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano e della consulenza di esperti medico scientifici tra cui il professor Luca Bernardo Direttore Dipartimento Materno-Infantile dell’ASST Fatebenefratelli-Sacco di Milano nonché Coordinatore della Commissione sul Disagio degli Adolescenti per il Ministero Istruzione e Ricerca e Università.
Generazione Giovani è un programma di Milo Infante,Daniela Baiguini e Giovanni Molaschi realizzato dal Centro di Produzione Tv di Milano a cura della struttura Programmi a Carattere Sociale e Inchieste di Rai 2.
DETTO FATTO
Conduce Bianca Guaccero
In onda dal lunedì al venerdì alle 14.45,
dal 16 settembre
L’ottava edizione del programma “Detto Fatto” continua la sua ricerca nella sperimentazione “factual” con modalità di risoluzione dei problemi posti dai telespettatori nei campi del beauty, del fashion, della salute, del benessere,della cucina, dell’arredamento, dell’economia domestica,del giardinaggio, del fai da te, e tanto altro ancora. Una finestra interattiva costantemente aperta sul Paese, un approccio positivo alle tante difficoltà della vita.
Anche in questa edizione saranno presenti contributi esterni improntati su approfondimenti inerenti ai tutorial proposti nel corso dell’anno e collegamenti con eventi di spettacolo, moda, musica, arte.
Non mancheranno ospiti vip che all’occorrenza si cimenteranno nella realizzazione di tutorial ad hoc e spazi di intrattenimento.
APRI E VINCI
Conduce Costantino della Gherardesca
Dal lunedì al venerdì alle 16.45, dal 4 novembre
Dopo il successo della prima edizione, torna APRI e VINCI il divertente quiz familiare di Costantino della Gherardesca. Con APRI e VINCI si entra nelle case degli italiani, citofonando e recapitando un quiz,interrogandoli tra le mura domestiche. Ospite delle famiglie un conduttore complice e partecipe, sempre alla ricerca di nuovi concorrenti disposti a mettersi in gioco. Il programma è anche un’occasione per raccontare l’Italia in modo non convenzionale.
NELLA MIA CUCINA
Conduce Carlo Cracco
Dal lunedì al venerdì alle 19.35, dal 16 settembre
Un gioco per appassionati di cucina che decidono di mettersi alla prova cercando di realizzare un piatto uguale il più possibile a quello dello chef Cracco. Per fare ciò ogni partecipante può fare affidamento solo sulle parole dello chef e non può in alcun modo vedere quello che prepara.
Carlo Cracco si presenta ai fornelli e in tv senza la giacca da Chef e in un ambiente domestico, affiancato da Camihawke: un volto nuovo per la tv, ma già star del web.
Da dietro le quinte, farà il tifo in compagnia dei parenti e degli amici del partecipante.
“Nella MIA cucina” è un nuovo programma di cooking diRai2, branded entertainment content by Scavolini.
BATTUTE
Dal lunedì al venerdì alle 20.05, dal 16 settembre
Un format nuovo in cui le notizie e gli accadimenti della giornata diventano pretesto per un fuoco di fila di battute di un manipolo di improvvisatori della risata “battutisti”.
Seduti ai lati di un lungo tavolo, eleganti e composti, volti nuovi della comicità, della satira e del web, sono chiamati a commentare gli spunti e i fatti di attualità (una notizia, un tweet, un servizio televisivo).
In fondo al tavolo, un piccolo sipario verticale è la porta di ingresso e di uscita di ospiti e di situazioni varie, ed è circondato da una parete di schermi in cui appaiono I Collegati: giornalisti, opinionisti, esperti, realmente o fintamente in collegamento.
I POMERIGGI DEL WEEK END
QUELLI CHE IL CALCIO
Conducono Luca, Paolo e Mia Ceran, con la partecipazione di Ubaldo Pantani ed Enrico Lucci inviato speciale.
In onda domenica alle 14.00, dal 15 settembre
Lo storico appuntamento della domenica pomeriggio di Rai2 si allarga nei contenuti, aggiungendo al campionato di seria A altri sport e una lettura ironica e disincantata degli avvenimenti della settimana.
Insieme ai collegamenti, ai momenti comici e agli spazi musicali, momenti di satira legati all’attualità.
Grande spazio e attenzione sarà riservato al mondo dei social network, che forniranno spunti, contenuti e una forte interazione tra trasmissione televisiva e utenti
internet.
LA PRIMA SERATA
STASERA TUTTO È POSSIBILE
Conduce Stefano De Martino
In onda il lunedì alle 21.20, da Settembre
Una nuova edizione dello shiny floor show di Rai2 che ha fatto del divertimento e dell’allegria i suoi punti di forza, riuscendo a conquistare il pubblico. Giunto alla quinta stagione, Stasera tutto è possibile tornerà,anche quest’anno, con la sua formula collaudata di giochi e sfide tutte da ridere che coinvolgeranno, come sempre, attori, comici e personaggi dello spettacolo.
A guidarli ci sarà un nuovo conduttore: Stefano DeMartino. Tanti i giochi che si susseguiranno sul palco:ad alcuni divenuti ormai classici, se ne affiancheranno di nuovi, ma improvvisazione e voglia di mettersi in gioco saranno sempre fondamentali. Nessuna gara,nessuna competizione: l’unico scopo del programma è divertirsi e divertire. La produzione coinvolgerà il centrodi produzione di Napoli.
FESTIVAL DI CASTROCARO
Conducono Belen Rodriguez e
Stefano De Martino
In onda martedì 3 settembre alle 21.20
Per la prima volta in diretta su Rai2 e in simulcast su Radio2, arriva la Finale del Festival di Castrocaro, il primo vero “talent” nella storia della musica italiana che ha visto nascere grandi star come Eros Ramazzotti, Zucchero,Nek, Laura Pausini.
Con una veste nuova e un palco a cielo aperto nel cuore del borgo, Castrocaro vedrà il debutto alla conduzione in prima serata di Belen Rodriguez e Stefano De Martino e la partecipazione di Simona Ventura come presidente di giuria.
NO NON E’ LA BBC
A Settembre
No non è la BBC è una puntata speciale dedicata a Gianni Boncompagni che ha rappresentato per la radio e la televisione italiana la modernità e l’originalità in tutte le sue sfaccettature. Ci saranno molti ospiti intervistati:Raffaella Carrà, Giancarlo Magalli, Enrica Bonaccorti, Ambra Angiolini, Piero Chiambretti, Fabio Fazio, Marco Travaglio, Claudia Gerini e tanti altri.
Ognuno di loro racconterà la propria esperienza con Boncompagni e la loro visione dell’artista: ogni loro contributo sarà arricchito da un repertorio edito e inedito.
A fare da narratore a tutta la puntata il compagno di una vita: Renzo Arbore, che dagli studi di Via Asiago ripercorrerà la carriera di Gianni e insieme alle figlie racconterà tanti episodi di vita e lavoro che lo hanno accomunato a Boncompagni in una fortunatissima vitae carriera.
BANGLA
Conduce Pietro Sermonti
A Settembre
Evento speciale dedicato al multiculturalismo di Torpignattara, a Roma, dove è stato ambientato Bangla, il film dell’esordiente Phaim Bhuiyan. La pellicola che narra di convivenza e adolescenza, supera le barriere del conformismo e sorprende per il rovesciamento dei luoghi comuni sullo straniero, verrà proiettata in una sala del quartiere. Alla fine ci sarà un talk, condotto da Pietro Sermonti, tra i protagonisti del film.
CAROSONE: CIENT’ANNE
Con Renzo Arbore
Ad ottobre
Un racconto di un grande della musica leggera italiana:Renato Carosone. I successi di un cantante incollato nella nostra memoria. Lazzarella, Tu vuo’ fa l’Americano, Chella lla’, ‘O Sarracino, Maruzzella, Pigliate ‘na pastiglia,Caravan Petrol, Torero, Guaglione, Mambo italiano, sono successi internazionali, sui quali Renzo si soffermerà.
Un ricordo affettuoso e competente di un personaggio orgoglio nazionale della canzone italiana.
IL COLLEGIO
Voce narrante: Simona Ventura
In onda ad Ottobre il martedì alle 21.20
Il collegio dimostra il suo forte appeal edizione dopo edizione, sia in termini di linguaggio, sia per la sua capacità di intercettare un target di pubblico esigente e tradizionalmente poco attratto dalla Tv generalista quale quello dei teenager. La riconferma del successo del format nel mondo teen viene anche dal fatto che il numero dei candidati ai casting per la nuova edizione ha superato le 22.000 richieste in tempi record. Il programma torna in onda ad ottobre e potremo seguire su Raiplay la selezione del nuovo gruppo di collegiali che andrà a formare la “classe del 1982” dell’ormai famoso Collegio Convitto di Celana a Caprino Bergamasco.
Anche in questa edizione gli studenti dovranno fare ameno dei social network e immergersi completamente nella realtà dell’epoca. Scopriremo le loro reazioni e i loro pensieri più intimi nei “confessionali”. Alla fine del mese tutto il gruppo sarà sottoposto ad un esame che premierà coloro i quali si saranno adattati meglio alle severe regole del Collegio.
IL COLLEGIO IN FAMIGLIA
In onda il martedì al termine de Il Collegio
Il Collegio sarà seguito da Il Collegio in famiglia, un docureality con i genitori dei ragazzi. Negli anni 80’ erano teens.
MALEDETTI AMICI MIEI
Condotto da Giovanni Veronesi con RoccoPapaleo, Sergio Rubini, Alessandro Haber, con la partecipazione di Max Tortora, Margherita Buy.
Da ottobre alle 21.20.
“Dopo i 50 anni vuotiamo il sacco”, senza freni e senza pudori, come si fa tra veri amici. Giovanni Veronesi,Alessandro Haber, Rocco Papaleo e Sergio Rubini danno vita ad uno spettacolo ogni sera diverso, capace di ricreare quella magica atmosfera della commedia all’italiana, fatta di storie, aneddoti e confessioni raccolte in 35 anni di un lavoro extra ordinario che li ha portati a vedere e vivere le cose più assurde. In ogni puntata interverranno grandi ospiti: cari amici del mondo dello spettacolo, del cinema, della musica, del teatro e dello sport che si esibiranno o racconteranno aneddoti e momenti della loro amicizia e della loro vita artistica.
Tra monologhi, trabocchetti spietati, altissimi momenti musicali e qualche nostalgia, quattro uomini maturi all’anagrafe, si guardano indietro e soprattutto dentro con disincantata e cattivissima tenerezza e una dose elevatissima di ironia. Accanto ai quattro amici, in ogni puntata, la “maestra d’ansia” Margherita Buy e il comico Max Tortora, pronti entrambi a mettersi in gioco e a sopportare l’irriverenza, a tratti spietata, dei padroni di casa.
MADE IN… CAIAZZO
A settembre
Un particolare omaggio al Sud ed ai suoi artisti. Paolo Caiazzo, insieme ad altri comici, con la sua consueta nota sempre ironica e divertente, vuole mettere in evidenza pregi e difetti della sua Terronia.
MADE IN… DITELO VOI
A settembre
Un compleanno speciale: i 25 anni di carriera del trio comico. Un contenitore con il meglio dei loro sketch, da quelli più recenti, presentati durante l’ultima edizione di Made in Sud, fino ad altri mai visti in tv. A portare avanti il filo comico della loro storia Fatima Trotta, conduttrice e vittima dei tre.
MADE IN ARTE TECA
A settembre
Meglio uno spettacolo moderno, o uno più tradizionale?Monica ed Enzo, gli Arteteca, si trovano al centro di una disputa, e per non lasciarli da soli, sono stati affidati a un conduttore d’esperienza che li aiuterà a mandare avanti la serata: Maurizio Casagrande.
Alle 21.20
LA GRANDE FICTION ITALIANA
VOLEVO FARE LA ROCKSTAR
In onda il mercoledì alle 21.20, dal 2 ottobre
Il mercoledì sarà la serata della grande fiction italiana con una novità assoluta, un nuovo prodotto targato Rai Fiction: Volevo fare la Rockstar, interpretato da Valentina Bellè e Giuseppe Battiston, diretto da Matteo Oleotto.
IL CACCIATORE 2
In onda il mercoledì alle 21.20, dal 13 novembre
Torna su Rai2 la serie liberamente ispirata alla storia del magistrato antimafia Alfonso Sabella interpretato da Francesco Montanari
PRIME VISIONI
Il mondo del fumetto e quello della fantascienza trovano spazio il venerdì sera con un cartellone di titoli in prima visione che si rivolge ai più giovani e agli appassionati del genere, capace di conquistare anche il grande pubblico: Captain America di Joe Johnston, X-men2 di Bryan Singer, Power Rangers di Dean Israelite, Valerian di Luc Besson, Life di Daniel Espinosa, Alien Covenant di Ridley Scott.
LA SERIALITÀ USA
Il sabato sera sarà all’insegna della serialità americana con i titoli crime più apprezzati dal pubblico di Rai2. Tra casi da risolvere e crimini da sventare, si susseguiranno nel corso dell’autunno: la sedicesima stagione di N.C.I.S, la prima di F.B.I, la nuova – quattordicesima – stagione di CRIMINAL MINDS, la decima di N.C.I.S L.A. e la seconda di SWAT.
CHE TEMPO CHE FARA’
In onda la domenica dalle 19.40, dal 29 settembre L’ anteprima di Che tempo che fa sarà un vero e proprio teaser con lanci e anticipazioni per il programma in prime time. Gag e tormentoni si alterneranno a backstage.
Gli ospiti tra il pubblico saranno invitati a presentare le proprie novità e a presentarsi in quanto testimoni di avvenimenti e imprese. E’ uno spazio dedicato alle ultime produzioni artistiche e letterarie o a festeggiare e ricordare eventi appena trascorsi.
CHE TEMPO CHE FA
Conducono Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, con la partecipazione di Filippa Lagerback
In onda la domenica dalle 21.00, dal 29 settembre
Che tempo che fa sarà al centro del palinsesto di Rai2 e svolgerà un fondamentale ruolo di cerniera tra una settimana e l’altra, ma non solo. Farà da cerniera anche tra i generi e, soprattutto, tra le generazioni. Mantenendola propria esemplare linearità, aggiornerà e svilupperà gli ambiti consueti dell’informazione, dell’approfondimento e dell’intrattenimento, ma grazie alla nuova collocazione su Rai2, potrà ampliare il proprio raggio d’azione con l’individuazione di nuovi contenuti e nuove forme di racconto raccogliendo e rilanciando la missione specifica della rete: la ricerca. Sarà quindi la sperimentazione la caratteristica più marcata del rinnovamento del programma,reinventando una formula di successo in un’ottica di ampliamento e coinvolgimento di un pubblico più giovane che verrà stimolato a conoscere e confrontarsi con l’attualità politica, sociale e culturale.
SECONDA SERATA
POVERA PATRIA
Conduce Annalisa Bruchi con Aldo Cazzullo
e Alessandro Giuli
In onda il lunedì alle 23.30, dal 23 settembre
Programma di approfondimento politico economico condotto da Annalisa Bruchi con Aldo Cazzullo e Alessandro Giuli che insieme commentano e approfondiscono il tema caldo della settimana con politici, opinionisti ed esperti. Da un fatto politico,economico, sociale, in studio si approfondirà un racconto attraverso l’analisi del punto di vista del senso comune e quello del pensiero non conforme o marginale. Annalisa Bruchi farà discutere gli ospiti, Giuli e Cazzullo con leloro visioni e sensibilità diverse, ma complementari,animeranno la discussione anche con interviste a personaggi internazionali. Sarà sempre nel programma l’agenda di Alessandro Poggi e il segmento dedicato al fact checking di Pagella Politica.
#RAGAZZICONTRO
Conduce Daniele Piervincenzi
In onda il martedì alle 23.30, da Ottobre
Dall’attualità dell’ultimo episodio di bullismo diventato virale, alle storie di chi ha subito soprusi a scuola. Daniele Piervincenzi ci aiuta a riconoscere i bulli e ci spiega come smontarli. Un racconto della realtà adolescenziale e una guida di autodifesa per evitare di diventare una vittima,attraverso il racconto doloroso di chi lo ha subito. Daniele Piervincenzi partendo da un fatto di cronaca, affronterà il tema incontrando i ragazzi nelle scuole.
VERO CONTRO VERO
Da Novembre alle 23.30
Il primo format di informazione dedicato all’infosfera globale, come la definisce Luciano Floridi, rileggendo Marshall McLuhan; un luogo aperto e plurale in cui le tecnologie della comunicazione vengono analizzate come “forze che strutturano l’ambiente in cui viviamo”.
Al centro del dibattito ci sarà quello che appare, ormai,come lo scontro radicale tra la cultura mainstream della stampa tradizionale e dei grandi gruppi editoriali e la virale diffusione dei blog e dei social network. Un programma necessario in cui far esplodere le contraddizioni delle verità contrapposte, senza pregiudizi, al di là delle rendite di posizione, dentro i conflitti della contemporaneità.
Un dovere verso il quale il Servizio Pubblico non può abdicare. L’alternativa è una demonizzazione delle potenzialità di tutto quello che circola sulla rete e che produce, paradossalmente, un effetto contrario alimentando emulazione e mitizzazione. In gioco ci sono le libertà individuali, i valori collettivi e l’imprescindibile diritto all’esercizio della critica nei confronti del potere,ovvero, il sale della democrazia.
STRACULT LIVE SHOW
Condotto da Fabrizio Biggio, Andrea Delogu e
Marco Giusti
In onda il giovedì alle 23.30, dal 29 agosto
Giunge alla 21esima stagione l’appuntamento di Rai2 con il cinema Stracult di oggi e di ieri. Curiosità, ospiti,anteprime, musica e ironia nel colorato circo di Marco Giusti e dei suoi complici, Andrea Delogu e Fabrizio Biggio. Confermata anche la partecipazione dei The Pills (Luca Vecchi, Matteo Corradini e Luigi Di Capua)opinionisti “giovani”, del rapper G Max come esperto di cinema di culto internazionale, e del gruppo musicale Statale 66.
PETROLIO
Condotto da Duilio Giammaria
Da ottobre alle 23.30
Petrolio continua il suo viaggio nella contemporaneità.
Un appuntamento con l’informazione per immagini,raccontato con un linguaggio accessibile al grande pubblico. Scienza, tecnologia, patrimonio culturale,declinati allo scopo di creare consapevolezza per cogliere le grandi opportunità Un prodotto informativo per rispondere a una domanda crescente di un pubblico desideroso di orientarsi e interpretare il mondo in rapido mutamento.
SERATA EVENTI
REWIND
A Settembre alle 21.20
Cosa c’è dopo la morte, cosa c’è prima della vita?Il programma tenta di capirlo seguendo un’ipotesi suggestiva e inquietante. Alex Raco attraverso sedute di ipnosi regressiva guiderà, i protagonisti indietro nel tempo per scoprire dove sono vissuti, quali esperienze hanno lasciato dietro di loro e quali si portano dietro nel presente. A questa prima fase, in studio, segue l’indagine in esterni attraverso la quale una squadra di detective, a partire da alcuni elementi emersi dall’inconscio, tentano di risalire alle vite passate del protagonista. Il viaggio nel tempo e nello spazio si conclude con una visita reale del protagonista nei luoghi dove ha vissuto il suo fantasma. Il format vedrà coinvolte celebrità e gente comune.
SERATA ALZHEIMER: FILM“ELLA&JOHN” e DIMENTICANZE
Conduce Selvaggia Lucarelli
In onda a Settembre alle 21.20
In occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer verrà programmato un doppio appuntamento per comprendere ed entrare in un mondo parallelo, ma sempre più presente di una delle malattie più inquietanti della nostra epoca. In prima visione assoluta ci sarà la prima tv del film Ella&John di Paolo Virzì con HelenMirren e Donald Sutherland. Due anziani, destinati a un declino fatto di cure e ricoveri, decidono di percorrere il viale del tramonto on the road. Con il loro storico camper partono all’avventura e vanno incontro al proprio destino pur di non separarsi. Il film sarà seguito da un docufilm,Dimenticanze, che sarà un altro viaggio, questa volta reale, nel nostro Paese: Selvaggia Lucarelli incontrerà quattro coppie emblematiche che racconteranno la propria esperienza descrivendo le varie fasi della malattia tra fatica e leggerezza.

PIAZZA FONTANA
In onda a dicembre alle 21.20
Evento speciale per ricordare i 50 anni dalla strage di Piazza Fontana che segnò l’inizio di una stagione tragica per la vita della Repubblica. Una serata tra memoria e riflessione storica e politica per indagare,non solo il tormentato iter giudiziario, ma soprattutto quello che ha significato sia dal punto di vista simbolico sia per le ricadute sulle istituzioni democratiche chehanno portato a teorizzare la presenza di un deep state,parallelo a quello costituzionale.
SALEMME
Con Vincenzo Salemme
In onda a dicembre, alle 21.20
Tre commedie scelte tra le ultime, fortunate realizzazioni teatrali di Vincenzo Salemme, realizzate in diretta televisiva dall’Auditorium del CPTV di Napoli.
RAI 3
Quella appena conclusa è stata un stagione ricca di soddisfazioni per Rai3. Si conferma terza rete generalista nelle24 ore, dopo Rai1 e Canale 5, con incrementi di ascolto registrati in tutte le fasce di programmazione.
Nel periodo 9/9/18 – 1/6/19 la rete riesce a crescere in tutte le fasce rispetto al periodo omologo della stagione
precedente (10/9/17 – 2/6/18).
Nell’intera giornata tale crescita è dello 0,46% (7,08% vs 6,62%), quasi mezzo punto in più nei confronti del periodo analogo (settembre 2017 – maggio 2018).
Nella fascia del daytime (08:00 -20:30) questo incremento raggiunge addirittura lo 0,61% (7,98% vs 7,37%).
Nel prime time (20:30 – 22:30), sempre nello stesso periodo, il miglioramento è dello 0,21% (5,89% vs 5,68%),nonostante il trasferimento di un brand importante, come “Ulisse” di Alberto Angela, su Rai1.
Dici Rai3 e pensi a una Rete fortemente identitaria e connotata, dove lo spettatore si sente parte di una comunità.
In quest’ottica vanno letti gli ottimi ascolti del daytime e dell’intera giornata, valori che indicano una rete sempre presente, che non abbandona il suo pubblico mai, dall’alba al tramonto.
Rai3 esprime l’essenza del servizio pubblico, spinge sull’acceleratore del concetto di tv generalista allontanandosi dall’idea di una televisione on demand: ogni programma sembra integrarsi con gli altri nella costruzione di un flusso che la rende riconoscibile sempre. Non la ricerca, quindi, del singolo programma di successo, ma l’utilizzo di tutti i generi per la creazione di uno storytelling capace di passaggi narrativi dal personale al sociale, in grado di accogliere anche le irruzioni inconsapevoli della Storia in generi e prodotti che sembrano dire altro. Un tessuto di relazioni e scambi tra piccole storie e grandi avvenimenti, attraverso documentari, grandi inchieste, factual, intrattenimento e approfondimento per raccontare la complessità dei nostri tempi. L’idea di allargare il raggio di azione della rete hadato i suoi frutti.
La convinzione, rilevatasi vincente, della nuova direzione, di integrare l’identità giornalistica per confrontarsi con tutti i generi tipici della tv generalista ha portato a nuove forme di contaminazione: pensiamo a “Le ragazze”, a “Grande Amore” a “Todo Cambia”, dove un racconto, in fondo documentaristico, viene narrato da attrici conosciute dal grande pubblico.
Questa rete così identitaria ma così eterogena ha potuto assorbire, in maniera naturale, eventi quali il ritorno in tv di Raffaella Carrà e le incursioni di Carlo Conti. Ha voluto e potuto permettersi serate consapevolmente rischiose da un punto di vista degli ascolti come il reading “Mussolini, il figlio del secolo” con Luca Zingaretti, Valerio Mastandrea e Marco D’amore; non ha avuto paura di dedicare una prima serata di 3 ore alla musica, all’arte, alle parole di Ezio Bosso.
Senza dimenticare la capacità, rodata negli anni, di alimentare un rapporto continuo con la propria platea, attraverso i suoi programmi di vero servizio pubblico che continuano a declinare il concetto puro di informazione in diverse modalità.
Dopo un anno che ha visto la nascita di tantissimi nuovi programmi, nell’autunno Rai3 punta sul consolidamento e sull’organizzazione dei propri prodotti, sia storici che nuovi, che nel corso del 2018 e della prima parte del 2019 hanno garantito successo alla rete in termini di gradimento ed ascolti, tra cui “A raccontare comincia tu”, “Città segrete”, “Il borgo dei borghi”, “Le ragazze”, “Non ho l’età”, “Prima dell’alba”, “Grazie dei Fiori” e molti altri brand lanciati nel corso dell’ultima stagione, ma sperimenterà ancora nuovi programmi, volti e modalità narrative per continuare ad innovare la propria offerta.
DAY TIME
Il diritto di essere informati
Il mattino ha l’oro in bocca, dice un adagio popolare e Rai3 ha preso alla lettera questo detto impostando, da anni,un palinsesto di grande qualità, agile e dinamico, all’insegna dell’informazione intesa nella sua accezione più ampia. I risultati, sia in termini di audience che di ascolti, sono lusinghieri e continuano a crescere. Il rapporto tra il pubblico a casa e i programmi di questa fascia oraria è un rapporto vero, fatto di feedback continui che escono dal semplice rapporto televisivo invadendo i social e partecipando di fatto alla costruzione delle puntate e alla scelta degli argomenti.
Lo spettatore chiede di essere informato in tutti i campi del sapere e per questo la mattina di Rai3 sarà ancora informazione pura, informazione di servizio, informazione medica, informazione culturale.
Si parte alle 8.00 con Agorà, condotto perla terza stagione da Serena Bortone.
Una conduzione colta e popolare,equidistante e che non fa sconti a nessuno.
Un programma che si è affermato come newsroom di riferimento della mattinata televisiva: il racconto della politica, le notizie dell’attualità, un occhio sempre attento alle dinamiche estere e globali. Un programma di servizio pubblico per essere informati in tempo reale ed orientarsi tra i principali fatti della giornata.
Alle 10:00 il testimone passa a Salvo Sottile con Mi Manda Raitre, lo storicoprogramma che dà voce, da anni, a chi ha subito un torto o è vittima di disservizie ingiustizie. Un programma sempre uguale per quel che riguarda la mission, main continua evoluzione per quel che riguarda le modalità di narrazione e i campidi azione. Mantenendo la vocazione di “sportello ” a tutela del cittadino, dellefamiglie, dei consumatori.Il programma continuerà a raccontare giorno dopo giorno
l’Italia dei diritti negati, delle truffe, degli sprechi, delleinefficienze della pubblica amministrazione Alle 11:00 Tutta Salute. Brand relativamente nuovo ma che affonda le radici in una grande tradizione di narrazione pop medica e scientifica propria della rete. Un grande divulgatore e affabulatore come Michele Mirabella, un medico preparato e dal linguaggio semplice come Pier Luigi Spada e Carlotta Mantovan, giornalista curiosa a caccia di fake news, merce che in questo campo non scarseggia affatto.
L’importante è che ci sia la salute e l’importante è raccontarla in maniera corretta, senza sensazionalismi, aiutando lo spettatore a sfuggire alla medicina del vicino di casa o del“l’ho letto su internet”. I consigli dei più grandi specialisti non solo per curare ma soprattutto per prevenire, per stare bene attraverso stili di vita virtuosi.
Dopo il Tg3 delle 12:00 alle 12:45 Quante Storie, con una grande novità:Corrado Augias lascia la conduzione per concentrarsi sul progetto diprima serata Città Segrete e al suo posto arriva il giornalista e conduttore radiofonico Giorgio Zanchini. E’ una delle voci storiche di Radio1, dove ha condotto per anni programmi come “Il baco del Millennio” e, oggi,“Radio anch’io”, approfondimento quotidiano sull’attualità. Partendo dai libri, Quante Storie continuerà nel suo compito di affrontare ogni giorno storie, personaggi e temi con l’intento di approfondire alcuni aspetti della complessità che ci circonda. Dall’arte alla letteratura, dalla musica alla storia recente, dalla filosofia alla politica, Giorgio Zanchini e i suoi ospiti offriranno spunti di riflessione per comprendere le mille facce di un Paese meraviglioso, contraddittorio e in trasformazione.
Alle 13:15 Passato e Presente, l’appuntamento quotidiano che racconta laStoria nelle diverse epoche confrontandole con i nostri tempi. Ogni giorno un grande studioso di fama risponde alle domande diPaolo Mieli e di tre giovani storici delle università italiane. Un racconto sui fatti, la ciclicità e i protagonisti della storia, conciliando il rigore scientifico con un linguaggio televisivo accessibile a tutti. Passato e Presente è prodotto da Rai Cultura.
Il pomeriggio di Rai3 è Geo, altro marchio storico della rete, tre ore di diretta quotidiana affidate alla professionalità di Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi. Se dici Geo dici natura, dici terra, dici mare, dici vento. Se dici Geo racconti i passi degli uomini che attraversano questa terra, parli dei loro cibi, della loro difficile convivenza con l’ambiente che li circonda. Un racconto emozionante che ha al suo centro la natura e l’ambiente, che ha a cuore il futuro del nostro Pianeta e le tradizioni del nostro Paese.
DAY TIME WEEK END
SABATO
Alle 15:00 Tv Talk, lo show magazine di Rai3 dedicato alla televisione eai new media. La televisione che interroga se stessa attraverso analisi minuziose senza mai essere noiosa, senza mai rivolgersi solo agli addetti ai lavori. Una squadra rodata e un format originale permettono a Massimo Bernardini di leggere dati, di studiare forme e contenuti intrattenendo il pubblico a casa con un infotainment di grande livello. Personaggi famosi,critici televisivi, esperti di media e data media con un linguaggio alto, ma mai criptico, trasformano i fatti televisivi in pretesto per raccontare tutto quello che è oltre la televisione.
Al termine di Tv Talk, Rai3 in autunno continuerà a valorizzare l’offerta giornalistica del lunedì sera, con le repliche di PresaDiretta e Report.
Un’operazione strategica di “ribattuta” che permette di ampliare il bacino di
utenza di questi due programmi andando a pescare nuovo pubblico contarget differente rispetto alla prima serata.
Da gennaio 2020 torna Per un pugno di libri,programma cult giunto alla sua ventesima edizione.
Alla conduzione del programma, per il sesto annoconsecutivo, ritroviamo Geppi Cucciari che, conla sua presenza carismatica, stimolerà non solo lapartecipazione degli studenti dell’ultimo anno dellescuole secondarie, ma animerà la competizione.
Accanto a lei Piero Dorfles, vera e propria memoriastorica del programma; uno sguardo attento,apparentemente severo, ma sempre pronto a mettersiin gioco e a ironizzare anche su se stesso.
DOMENICA
Torna Provincia Capitale, il programma di Rai Culturain onda su Rai3. Edoardo Camurri racconta la provincia italiana, dove esiste ancora un’idea di Paese: un circuitoin cui scorrono storie e personaggi. Le testimonianze, gli aneddoti, le curiosità che vengono raccolte costituiscono il cuore della narrazione, diventano frammenti che,messi in ordine, restituiscono una conoscenza altra dei luoghi visitati, della loro storia e della loro vita.
E, in convenzione con il Ministero del Lavoro, Il Posto Giusto, condotto da Federico Ruffo, conun programma che di anno in anno diventa sempre più di attualità, rivolto a chi vuole e deve orientarsi nel mondo del lavoro. Il Posto Giusto racconterà ancora una volta gli strumenti che Italia ed Europa mettono a disposizione. Attraverso il racconto di storie sia professionali che umane, verrà spiegato in modo semplice come accedere alle opportunità offerte oggi dal mercato.
La domenica pomeriggio è segnata da due appuntamenti di grande prestigio, di grande successo, di grande rilevanza: ½ h in più di Lucia Annunziata e Kilimangiaro di Camila Raznovich. Due donne così diverse che disegnano una domenica armoniosa dove informazione,politica, ambiente e tematiche globali si fondono in un pensiero eterogeneo ma unico.
Lucia Annunziata con ½ h in più ha creato nel tempo un talk show inimitabile. Un brand riconoscibile e riconosciuto dove una delle giornaliste più accreditate del panorama italiano intervista i protagonisti,italiani e internazionali, dell’economia, della politica, del costume e della società. La caratura degli ospiti, le domande precise della giornalista e gli argomenti sempre di grande attualità e dal respiro profondo rendono questo programma un momento di partenza per ulteriori approfondimenti. Le interviste dell’Annunziata scalfiscono la superficie della notizia, cercano l’essenza della questione, tracciano la ramificazione dell’avvenimento connettendolo alla rete della complessità dei fatti. Quest’anno edizione ancora più ricca e di durata maggiore: dalle 14:30 alle 15:55. per dare spazio anche alla politica estera.
Dopo la politica e l’economia si volta pagina e si va in giro per il mondo con il Kilimangiaro in compagnia di Camila Raznovich. Un viaggio tra le bellezze e le contraddizioni del nostro pianeta alla ricerca di risposte importanti. Tematiche ambientali,antropologiche, sociali ed economiche si alternano a momenti di evasione pura. Ospiti popolari, scienziati divulgatori, documentari di altissima qualità rendono la domenica pomeriggio di Rai3 un piacere per gli occhi e una grande fonte di conoscenze.
ACCESS
Una storia è vera se viene raccontata
E’ nella fascia post Tg (Tg3+TgR: 19:00-20:00) che il mood della rete comincia a prendere quota, delineando il sentiero del suo storytelling. Raccontare storie catturando l’attenzione del pubblico, invitandolo a seguire un percorso che passa dal privato al pubblico, dal personale al generale, dalla storia alla Storia. Pensiamo a Non ho l’età, indiscusso successo delle stagioni precedenti, dove la dimensione affettiva di coppie capaci di rimettersi in gioco sul piano dei sentimenti anche a settant’anni, incontra la dimensione pubblica e storica del paese e dei tempi dove questo racconto si svolge. Pensiamo a una storia che inizia con un matrimonio negli anni del boom economico, che subisce un divorzio sotto gli anni di piombo e che riparte di slancio in piena crisi economica.
Storia privata quindi e irruzione, a volte inconsapevole, della Storia. Questo è un elemento fondamentale cheritroveremo anche in molti programmi di prime time.
L’access time non può non cominciare con Blob, pietra miliare di questa fascia oraria che partecipa attivamente ein maniera proteiforme al racconto del nostro paese.
A seguire, nella fascia strategica (20:25 – 20:45) si alterneranno programmi dai linguaggi diversi ma tutti con la mission del racconto, tutti capaci di raccontare storie che ci appartengono anche se non le abbiamo vissute: Boez – a piede libero, Storie minime, That’s amore – Storie di uomini e altri animali, Non ho l’età, Nuovi Eroi. Sperimentazione per quel che riguarda i primi tre, consolidamento del successo ottenuto nella stagione precedente per Non ho l’età e Nuovi eroi.
Boez – a piede libero è un prodotto Rai Fiction: Il viaggio a piedi di sei ragazzi, poco più che adolescenti e con trascorsi devianti, lungo la Via Francigena del Sud: da Roma fino alla punta estrema della Puglia. Quaranta tappe per circa 800 km che impegneranno i protagonisti fisicamente ed emotivamente. Un progetto educativo sperimentale, già avviato con successo in Belgio, Francia, Germania e Spagna, come misura di esecuzione penale esterna. Il progetto filmico seguirà l’evolversi del progetto sociale e la televisione trova nel fertile terreno della fiction una chiave narrativa e innovativa capace di mettere in luce i ricordi, i dubbi e le esperienze passate che i ragazzi portano con sé lungo il cammino, ma al tempo stesso sviscererà ciò che vivono nel presente: incontri,
traguardi, riflessioni, scoperte, fatica. La vita li ha intrappolati, li ha messi con le spalle al muro; il lungo cammino li formerà e li ispirerà per il futuro.
Storie minime racconta i momenti memorabili che hanno segnato la vita di persone comuni, senza nessun copione concordato. L’unico requisito dei racconti è che le testimonianze che vengono raccolte siano vere,importanti per coloro che le hanno vissute ed emozionanti per il pubblico in ascolto. Persone comuni che mostrano cos’è la vita attraverso le loro esperienze. Storie che fanno sorridere, commuovere, piangere. Ogni persona davanti alla telecamera in circa 4 minuti racconta l’esperienza che li ha più segnati. Con Storie minime il pubblico scoprirà un programma di confidenze all’aperto, in location sempre diverse, viaggiando attraverso l’Italia con un tappeto, un tavolino e una sedia, un setting on the road.
A seguire, un altro nuovo format di Rai3: That’s amore – Storie di uomini e altri animali. In Italia ci sono 7 milioni di cani e sette milioni di gatti che vivono nelle nostre case. L’obiettivo del programma è quello di raccontare il rapporto speciale che si instaura tra l’uomo e il suo animale con un taglio fortemente emozionale. In ogni puntata vengono raccontate storie di animali e dei loro proprietari attraverso le disavventure di un pronto soccorso veterinario. Un racconto filosofico sull’interazione tra l’uomo e il suo animale.
Il progetto di racconto di Rai3 continua con la nuova serie di Non ho l’età. Il successo di questo programmaè dovuto alla perfetta armonia tra sfera privata e sfera pubblica. Uno spaccato del nostro paese attraverso piccoli aneddoti, accadimenti eclatanti, sguardi pieni di tenerezza, fotografie che ci portano indietro nel tempo. Il messaggio è forte e pieno di speranza: non è mai troppo tardi per amare e per ricominciare. Tutto sotto gli occhi di un Paese che ci guarda e si trasforma, di una Storia che arriva scombussolando o aggiustando le cose. Perché ogni storia infondo è un romanzo.
Con il nuovo anno tornano i Nuovi Eroi. Questo progetto nasce dal desiderio di raccontare un’Italia che difficilmente arriva sulle prime pagine dei giornali. Storie di cittadini che sono stati premiati dal Presidente della Repubblica perché si sono distinti per coraggio, altruismo, impegno sociale. In ogni puntata un insignito dell’Onorificenza all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana,
persone che con tenacia ed eroismo hanno guardato dritto negli occhi il destino e sono diventati esempi da seguire. Un racconto,un ritratto di chi ha saputo fare della propria vita un esempio virtuoso.
Anche quest’anno con la voce narrante di Veronica Pivetti.
Con Un posto al sole si chiude l’access time (20:45-21:15). Cosa dire della prima e più longeva soap opera scritta interamente in Italia? In onda dal 1996, più di 500 puntate, 30 milioni di spettatori nel mondo. Un appuntamento fisso e imperdibile per tantissime persone di ogni fascia di età, livello di istruzione e ceto sociale. Un modello industriale ed editoriale difficilmente imitabile. La forza di un’organizzazione produttiva che permette di inseguire la realtà in una città che diventa specchio dell’intero paese.
Torna il sabato alle 20:15 Le parole della settimana, il talk show di costume e attualità di Massimo Gramellini. Partire da una parola e raccontare, con ospiti particolari e mai scelti per caso, un frammento di contemporaneità. Idea semplice e vincente che ha fatto di questo programma un appuntamento imperdibile.
Uno dei brand che la rete è riuscita a costruire in tempi brevissimi.
Gramellini con leggerezza e intelligenza ha creato un mondo nuovo, un luogo dove l’attualità settimanale trova la sua sintesi in un pugno di parole.
L’access della domenica porta con sé il concetto di eterogeneità che caratterizzerà l’offerta di prime time. Torna Pino Strabioli con Graziedei Fiori, programma nato come un “aspettando Sanremo” e diventato via via, attraverso immagini, volti, autori, testi, mode e modi, un film sulla trasformazione del paese. Questo è Grazie dei Fiori: passato e presente,impegno e disimpegno, l’Italia raccontata ascoltando e cantando. Pino Strabioli torna a raccontare il Paese e i suoi avvenimenti attraverso la musica con la preziosa collaborazione di Gino Castaldo.
Alla fine del ciclo di Grazie dei Fiori sbarca in access time il più longevo e desiderato legal-thriller della tv italiana, Un giorno in pretura. L’Italia raccontata dalle aule dei tribunali: processi di grande clamore mediatico ed oscure storie di provincia da più di30 anni ci danno un astraordinaria lettura dei meccanismi psichici che governano la nostra società. Roberta Petrelluzzi ha costruito una narrazione fatta di pause, sguardi,contraddizioni. Gli imputati e gli avvocati diventano attori di uno spettacolo che esce dall’aula dei tribunali e investe lo spettatore.
Un giorno in pretura è un programma social, il suo pubblico una comunità.
Nel 2020 torna su Rai3 Grande Amore, per continuare a raccontare, insieme a Carla Signoris storie d’amore famose e comuni, legate dal filo rosso dell’impossibilità ad amarsi liberamente. Nella prima serie la scommessa vinta è stata quella di rendere credibile il concetto di ostacolo:un impedimento ma nel contempo un ponte ideale, pragmatico, tra la dimensione mitica delle coppie del passato e la normalità restituita da quelle comuni.
Obiettivo della seconda serie è quello di portare la mitopoietica dell’amore anche nel presente, parlando di amori noti, vissuti da personaggi di chiara fama che ci racconteranno in prima persona qual è stato l’ostacolo affrontato e il perché non fu superabile. Con loro, come accaduto nella prima serie, incroceremo le storie di persone molto normali che hanno affrontato un percorso simile, ma a differenza delle coppie note raccontano la forza di un Grande Amore che ha sconfitto, a differenza del primo caso, un fato avverso.
PRIME TIME
Conoscere e raccontare
DOMENICA: il nostro passato, il nostro presente
L’offerta del prime time domenicale di Rai3 sarà eterogenea e attraverserà diversi generi e modalità di racconto.
Si parte con il film-documentario Genova ore 11:36, un racconto diverso del crollo del ponte Morandi. Il territorio,
la cultura e le tradizioni dei nostri luoghi saranno protagonisti de Il Borgo dei Borghi, game show sulle grandibellezze d’Italia. Seguirà il ritorno della narrazione crime di Franca Leosini con Storie Maledette. Torna, con un’incursione in prima serata il factual Dottori in corsia. Anche Pino Strabioli, con In arte… , troverà spazioin due collocazioni di prime time con due puntate speciali. Il nuovo anno vedrà il ritorno di un altro appuntamentoimprescindibile di Rai3: Amore criminale, con Veronica Pivetti.
Una puntata della Grande Storia celebreràun compleanno importante: i 40 anni di Rai3!
Genova ore 11:36, prodotto targato Rai Cinema, è una “non fiction”, un film che racconta da un punto di vistadiverso il crollo del ponte Morandi. Non una video inchiesta sulle responsabilità, ma un tentativo di ridare dignità ememoria a chi ha perso la vita e a chi rimarrà segnato per sempre da quell’incredibile accadimento. Il documentarioparte dalle immagini esclusive realizzate subito dopo il crollo e nei 5 giorni successivi. Si sviluppa attraverso lestorie di chi quel giorno era sul ponte. Otto mesi di lavoro, una unità di autori, sceneggiatori e film-maker dedicata.
Oltre 100 persone incontrate tra testimoni oculari, soccorritori, forze dell’ordine. Più di 300 ore di materiale giratoper raccontare quelle vite, ignote tra loro, che si sono trovate nello stesso punto, alla medesima ora, nell’attimo incui la struttura del ponte crolla. Genova ore 11:36 è una moderna Spoon River del Polcevera, che indaga il senso difatalità e di profonda ingiustizia che regola il rapporto tra la vita e la morte di ciascuno di noi.
Si rinnova l’appuntamento con il game show di Rai3 dedicato ai piccoli centri d’Italia, Il Borgo dei Borghi. L’arte,la storia, la cultura, le tradizioni e la qualità della vita del nostro Paese sono il focus del programma condottoda Camila Raznovich. Un viaggio spettacolare attraverso lemeraviglie del nostro Paese ma anche un concorso tra 60 borghiche si sfideranno per eleggere il Borgo dei Borghi 2019. Sonopreviste cinque puntate: quattro eliminatorie e una finalissima indiretta. In ciascuna delle prime quattro puntate si confrontano 15borghi. I migliori piazzati, uno per regione, si contenderanno il titolonella serata finale. Sarà possibile votare sul web grazie ad un sitodedicato e, durante la diretta, con il televoto. Al voto popolare siaggiungerà quello di una giuria di esperti. Durante ciascuna puntatai borghi in gara saranno raccontati con un filmato di circa 4’. Lagrande qualità dei filmati di presentazione dei borghi e la tensionedella competizione renderanno ogni serata uno show sulla “grandebellezza” dell’Italia.
Saranno due gli appuntamenti con Storie Maledette. FrancaLeosini, icona della tv italiana, torna con le sue inimitabili intervisteinchiesta:mondi neri raccontati con precisione maniacale eanalizzati con lucidità dalla più sensibile mente del giornalismonoir. Storie Maledette continua nell’impegno di capire, dubitare,raccontare. Prosegue nel tentativo di spiegare come le rischiosepartite con il destino si perdano, quando quel lato oscuro che abitaciascuno di noi, occupa con prepotenza l’anima, portando a gestiestremi che, spesso, in nulla somigliano a chi li ha commessi. Mai,comunque, professionisti del crimine i tragici protagonisti di Storie

PRIME TIME
Conoscere e raccontare
Maledette, ma persone che sono piombate nel baratro di una maledetta storia. Due appuntamenti imperdibili perun viaggio ai confini della realtà.
Partenza in prima serata per la terza stagione di Dottori in Corsia. Due sono le importanti novità, la primaè la conduzione di Federica Sciarelli che entrerà nell’ospedale Bambino Gesù di Roma per raccontarci condelicatezza le storie d’eccellenza e straordinarie dei reparti dell’ospedale pediatrico più grande d’Europa. Laseconda importante novità riguarda, appunto, la collocazione in prime time della prima puntata, seguita da setteseconde serate. Riprendendo la vita dentro e fuori l’ospedale, racconterà il percorso umano e medico dei pazientie dei loro genitori, affiancandoli nei lunghi mesi di degenza, di cura e di rinascita.
Non solo access per Pino Strabioli. Con In arte… Rai3 questo autunno dedica due serate speciali a due regineindiscusse dello spettacolo italiano: Ornella Vanoni e Gina Lollobrigida. Sulla falsariga delle serate “In artePatty” e “In arte Mina”, andate in onda la scorsa stagione, Pino Strabioli racconterà la storia di Ornella Vanoni,artista dalla voce inconfondibile che ha segnato la storia della musica italiana. Dagli esordi con “le canzoni dellamala” al Piccolo Teatro di Milano di Giorgio Strehler, al successo mondiale dei suoi celebri brani. Quindi attraversoun’intervista intima e speciale, il conduttore ripercorrerà con Gina Lollobrigida le tappe della sfolgorante carrieradella star del cinema italiano e mondiale. Da Miss Roma a Hollywood. La “Lollo”, non solo attrice ma ancheartista e fotografa, ha contribuito a far conoscere il cinema italiano all’estero e ha lavorato con i registi e gli attoripiù famosi dello star system. Le due puntate saranno un ritratto delle due protagoniste attraverso il preziosorepertorio degli archivi della Rai, immagini inedite, interviste a musicisti, attori, personalità dello spettacolo, espertidi comunicazione, che hanno condiviso con loro, e che continuano a condividere la loro vita e il loro percorsoartistico.
E poi due puntate de La Grande Storia, con Paolo Mieli. Continua ilviaggio, attraverso le immagini esclusive e le voci dei protagonisti, neiluoghi che hanno fatto la Storia del Novecento e non solo. La GrandeStoria è un programma che partecipa fortemente all’identità della rete,in linea con il concetto di servizio pubblico nel suo senso più profondo.
Nei molti anni di programmazione, il modello della “Grande Storia” nonha perso smalto, unendo al solito rigore storiografico la capacità diaffrontare temi nuovi. In una di queste due puntate La Grande Storiafesteggerà, con una puntata particolare, i primi quarant’anni di Rai3.
Con il nuovo anno torna Amore Criminale. Era il 2007 quando andòin onda per la prima volta su Rai3. In Italia non esisteva ancora la leggesullo stalking e di violenza sulle donne si parlava pochissimo. In tuttiquesti anni di messa in onda Amore Criminale ha raccontato centinaiadi storie di violenza: fisica, psicologica, sessuale ed economica.
Attraverso il racconto di queste vicende Rai3 ha portato avanti unagrande battaglia di denuncia sociale e una grande campagna disensibilizzazione amplificando la sua mission di servizio pubblico. Iltentativo sarà di rilanciare queste battaglie, insistendo, per esempio,sulla necessità di abolire il patteggiamento in questa tipologia direato. In questo ciclo ci saranno delle importanti novità editoriali e losguardo si poserà anche sul destino degli orfani di femminicidio. AVeronica Pivetti ancora una volta il compito di raccontare, con fermadelicatezza.

LUNEDI’: più inchieste per tutti
Il lunedì di Rai3 è da anni il lunedì delle grandi inchieste. PresaDiretta e Report, Riccardo Iacona e SigfridoRanucci, con le loro formidabili squadre composte da inviati e filmaker di grande spessore professionale. Unlavoro lungo e certosino, senza soluzione di continuità, che permette con due cicli ciascuno di coprire l’intera
stagione televisiva. Con stili e narrazioni differenti i due conduttori/capi-progetto affrontano ogni tipo di argomento, indagano a 360 gradi alla ricerca di risposte mai banali: dalla strettissimaattualità alla politica internazionale, dai problemi climatici al peso dellaburocrazia. Senza tesi preconcette e senza filtri ideologici. Non contentidi ciò Rai3 ha pensato di raddoppiare l’offerta investigativa: ad anticipareil lunedì di PresaDiretta torna in prima serata Indovina chi viene a cena,il programma di Sabrina Giannini, nato come spin off di Report e prestodiventato brand autonomo e riconoscibile dell’inchiesta sulla sostenibilitàambientale. Una lunghissima prima serata che arriverà alla mezzanotte.
Con sette appuntamenti Indovina chi viene a cena continua la seried’inchieste sul sistema dell’agroalimentare, perennemente in bilico trale logiche del profitto e la salute dei consumatori e del pianeta. SabrinaGiannini e la sua squadra sveleranno trame occulte e mondi daesplorare, come le nuove tendenze e tecnologie alimentari, la crescentesensibilità dei consumatori e l’impegno delle aziende che promettonopiù rispetto dell’ambiente edel benessere degli animalidestinati a finire nel piatto. Unviaggio tra i quattro continenticercando di far chiarezza trale ombre e le novità che danno speranza per il domani. Un programmatra presente e futuro in cui vengono messe a confronto le ipocrisie e lecontraddizioni del sistema di sfruttamento delle risorse, tra ricerche eprogetti alternativi.
Sette saranno anche le puntate del ciclo autunnale di PresaDiretta.
Riccardo Iacona e la sua squadra promettono una stagione pienadi novità a partire dallo studio, che accoglierà storie e testimonianzedal vivo, per ascoltare e raccontare il Paese in modo ancora piùdiretto e poi un appuntamento settimanale con uno spazio nuovo:“Futuro Presente”, la pagina dedicata alle inchieste sull’innovazionee sull’ambiente. Non mancheranno naturalmente le grandi inchiestedella squadra di Riccardo Iacona, non solo sulle questioni al centrodel dibattito pubblico, ma anche su alcuni importanti temi trascuratinell’agenda della politica quali il calo demografico, lo Stato che fa cassacon il vizio del gioco, l’ecocompatibilità dei nostri vestiti. PresaDirettacontinuerà a raccontare lacomplessità delle questioniche ci circondano.
Saranno dieci invece le serate di Report, da oltre due decenni latrasmissione d’inchiesta per antonomasia della televisione italiana. Ilprogramma di Sigfrido Ranucci è da anni ai vertici del qualitel, l’indicedi gradimento del pubblico, nel campo dell’informazione. Il metododella trasmissione non cambia: passione, cura del dettaglio e rigoregiornalistico, che si parli di filiera agroalimentare, finanza, offshore, disviluppi scientifici o corruzione. Report da anni è partner esclusivoper tutta la televisione italiana di Icij, il consorzio internazionaledi giornalismo investigativo di cui fanno parte BBC, CNN e le piùimportanti testate al mondo, già premio Pulitzer. Anche in autunnovedremo grandi inchieste internazionali e grande attenzione verrà datacome sempre alla vita concreta degli italiani denunciando corruzione, sprechi, diritti violati. Report proseguirà nella ricerca di linguaggi visivi innovativi enella sperimentazione di piattaforme e format digitali con l’obiettivo di coinvolgerele fasce più giovani e i nativi digitali e confermandosi una trasmissione con grandemovimento sui social: solo su Facebook conta quasi 1 milione e 400 mila fan.

MARTEDI’: capire, informare
#cartabianca è il programma di approfondimento politico di prima serata diRai3. Un luogo dove le prime linee del Governo, dei partiti, dell’economia, dellacultura e della società si confrontano sui temi più rilevanti dello scenario nazionalee internazionale La stagione passata ha consolidato le modalità di racconto cheBianca Berlinguer ha saputo costruire nel tempo: un racconto della politicae dell’attualità rigoroso e comprensibile a tutti. Un occhio diverso per sfuggire alsolo talk dando ampio spazio a quello che succede fuori dallo studio attraversoreportage, interviste, confronti, analisi.

MERCOLEDI’: ascoltare, risolvere
Il mercoledì di Rai3 è ovviamente Chi l’ha visto?, con Federica Sciarelli ancora al timone del programmache rappresenta l’essenza del racconto popolare in tv. Raccontare l’Italia attraverso piccole e nascoste storiedi provincia o attraverso grandi casi di cronaca venuti alla ribalta;sempre con grande tenacia, seguendo per anni l’evoluzione dei casi,aiutando spesso, con la sua rete di #Chilavister, a trovare la soluzione.
Federica Sciarelli è diventata una sorta di popstar del giornalismo diservizio: rispettata, stimata dai colleghi e dalle Istituzioni, adorata dalpubblico; unisce rigore ed umanità, informazione precisa e capacitàdi racconto. La sua direzione giornalistica ha fatto crescere unasquadra di collaboratori unica in azienda con un modello produttivoperfetto.

GIOVEDI’: divertire, riflettere
Tra i tanti programmisperimentati nellastagione precedentedue erano delle vere eproprie scommesse: iritorni in Tv di RaffaellaCarrà e Serena Dandini. A raccontare comincia tu e La tvdelle ragazze-Gli stati generali, sono stati progetti ambiziosi e,con il senno del poi, vincenti. Due grandi artiste, due grandi donne,con storie differenti ma dalla forza comune hanno avuto il coraggio dirimettersi in gioco con progetti inconsueti integrandosi perfettamentenel flusso identitario della rete. A loro il compito di illuminare il giovedìautunnale di Rai3. Ma non solo: oltre ai progetti di queste grandi artistead intrattenere, commuovere e stupire il pubblico di Rai3, scende incampo Filippo Timi con Skianto, un “one man show” irriverente epoetico.
Saranno 4 i nuovi appuntamenti di A raccontare comincia tu. Ilritorno in televisione di Raffaela Carrà su Rai3, l’unica tv generalistanella quale non aveva mai lavorato, è stato un ritorno volutamente inpunta di piedi, un racconto intimo, un lungo viaggio tra pubblico e privato a svelare la vera essenza dei grandi protagonisti del nostro tempo.
La dimostrazione che una tv altra è possibile. Raffaella ha dimostratoche oltre a essere una grande donna di spettacolo ha la capacitàdi scavare l’intimità dei suoi ospiti mettendo sul piatto della bilanciaanche i suoi ricordi, le sue zone di luce e di ombra. E’ stato e sarà unviaggio tra i sentimenti ma, ancora una volta, un viaggio nel tempo trapresente e passato, con una ricetta semplice fatta di racconto perparole e immagini, un prodotto di grande eleganza stilistica dove èriconoscibile il lavoro artigianale di Rai3.
Dopo la fortunata serie La Tv delle Ragazze-Gli stati generalitrasmessa da Rai3 nello scorso autunno in occasione del trentennaledel programma al femminile, torna sulla rete un nuovo programmadi satira in prima serata, Assemblea Generale. Al timone sempreSerena Dandini, che capitanerà un progetto del tutto inedito, nelquale vedremo sfilare nuovi talenti che avranno così modo di esibirsiin uno show dove si sperimenteranno e si esprimeranno le frontierecontemporanee della comicità. L’autrice e conduttrice avrà cosìmodo di cimentarsi nella sua solida esperienza di talent scout, perdare vita a un progetto del tutto innovativo. Come sempre, la satira non sarà mai l’esercizio di una comicità fine a se stessa o la ricerca di una facile e fugace ilarità, ma lo spunto per riflessioni, a volte amare, sui temi caldi dell’attualitàe il mondo che ci circonda, senza quindi perdere di vista lo spirito di impegno civile e sociale che caratterizza iprogrammi della terza Rete.
Nel 2020 due giovedì in compagnia di Filippo Timi. Skianto è un “one man show” sorprendente. Filippo Timi accompagna ilpubblico in un viaggio alla scoperta di un mondo di mezzo, dovesi incontrano punti di vista diversi e lo fa utilizzando toni ironici,irriverenti ma anche intimi e poetici. Tra citazioni estetiche deglispettacoli di varietà di una volta e soluzioni sceniche inaspettate,lo show sarà una corsa continua e ritmata tra performancemusicali, grandi ospiti, monologhi e interazioni con i personaggiche appartengono al repertorio surreale di Timi.
Nel corso della stagione, nella collocazione del giovedì, verrannopresentati film internazionali in Prima Visione: Arrival diDenise Villeneuve, fantascientifico presentato a Venezia;Il palazzo del Vicerè di Gurinder Chadha, già regista di“Sognando Beckham”, la storia d’amore tra due giovani, lamusulmana Aalia e l’induista Jeet, che sfida le convenzioni eil destino nel maestoso palazzo dell’ultimo Vicerè dell’India, el’ultimo film di finzione di Oliver Stone, Snowden, basato sullastoria vera dell’ex agente della CIA Edward Snowden.

VENERDI’: il cinema italiano
Il venerdì Rai3 continua a mantenere il suo appuntamento con i grandi film italiani, con un duplice obiettivo:partecipare al processo di valorizzazione del nostro cinema e continuare a raccontare il paese avvalendosidell’immaginario dei nostri più talentuosi registi. Il ciclo Così italiani è un punto sensibile del palinsesto della rete.
Tanti i film che verranno proposti questo autunno: Tutto quello che vuoi di Francesco Bruno, Sei mai statasulla luna? di Paolo Genovese, Mister felicità di Alessandro Siani. Da segnalare in Prima Visione: Il colorenascosto delle cose, di Silvio Soldini con Adriano Giannini e Valeria Golino, Cuori Puri di Roberto DePaolis, David di Donatello per il miglior regista esordiente, La vita possibile di Ivano De Matteo.
Il venerdì sarà illuminato, l’8 novembre, da una serata evento, un docufilmtargato Rai Cinema: La caduta del muro. Ezio Mauro torna su Rai3 pernarrare, a trent’anni dalla sua caduta, cosa è stato il Muro di Berlino perl’Europa e il mondo intero. Raccontare questa storia significa indagaresu quello che ha significato quella striscia di cemento e filo spinato lunga155 chilometri nella vita delle persone comuni, ma anche nella politicainternazionale. Ezio Mauro, reduce dai racconti della rivoluzione russain “Cronache di una rivoluzione” e della tragedia italiana del rapimento edell’uccisione di Aldo Moro ne “Il Condannato”, torna sui luoghi che hannosegnato quei 28 anni, dal 13 agosto 1961 al 9 novembre 1989. Accantoalla “grande” storia del muro di Berlino, corre quella semplice degli italiani,emigrati negli anni ’60 in cerca di fortuna, rimasti impigliati nelle maglie dellaStasi o capaci di costruirsi una propria realtà all’ombra del Mostro che dividele città.
SABATO: il tempo, lo spazio
La programmazione del sabato autunnale di Rai3 sarà a doppia velocità. Una prima parte prettamente dedicataal racconto femminile tra la sperimentazione di Io Scrivo e la narrazione consolidata e oramai riconoscibile de
Le ragazze. Per poi passare alla grande divulgazione delle Cittàsegrete di Corrado Augias e di Sapiens con la conduzione di MarioTozzi. Le ragazze, Città segrete, Sapiens sono programmi differentie complementari che hanno la stessa capacità, su terreni differenti,di raccontare il tempo e la storia attraverso lo spazio e i luoghi, fisici edell’anima.
Io scrivo, di Matilde D’Errico, racconta la vita di quattordicidonne impegnate nella cura di un cancro al seno e che frequentano,parallelamente, un laboratorio di scrittura. Obiettivo del laboratorio:dare a queste donne, pazienti oncologiche, gli strumenti per raccontarsie raccontare la malattia.
La scrittura come mezzo
potente per “governare” leemozioni forti che genera una malattia importantecome il cancro. Attraversola scrittura ognunadelle donne esterneràe comunicherà – inmodo intimo – le proprieemozioni, le paure, le sensazioni, i pensieri più reconditi. Spesso nellamalattia si sperimenta un senso profondo di solitudine, ma proprio lascrittura può aiutare a superare i blocchi di comunicazione. Continuail progetto narrativo della rete di indagare quelle zone d’ombradell’esistenza e della vita sociale: la malattia, la diversità, il trovarsiall’improvviso in una situazione di sofferenza e marginalità, perché lamalattia non sia un tabù.
Le ragazze è un programma in continua evoluzione, nato perraccontare, attraverso lo sguardo delle donne, periodi storici specificiquali l’Italia dell’immediato dopoguerra e il grande fermento del ’68.
Ma Le ragazze sono cresciute, hanno rotto gli argini temporali e conl’avvento in prima serata hanno iniziato a spaziare dagli anni ‘40 ad oggi. Una popular history caleidoscopica dove donne celebri e sconosciute danno vita a un intreccio di storieprivate e pubbliche che hanno attraversato momenti storici ed eventi cruciali del nostro paese. Tra i tanti raccontial femminile di questa edizione troveremo le vite avventurose raccontate in prima persona da Susanna Camusso,ex segretaria generale CGIL, e da Emma Marcegaglia, ex presidente Confindustria; i ricordi di Rosanna Vaudetti,indimenticabile valletta della televisione italiana, di Marisa Laurito e di Michela Murgia. Sarà ancora GloriaGuida ad accompagnare i telespettatori nelle vite ordinarie e straordinarie di queste donne che hanno lasciatoun’impronta nella nostra società. Le ragazze sarà quindi un lungo viaggio nella memoria e nella storia socialeitaliana.
Torna Corrado Augias con Città segrete. Unprogramma itinerante, di grande potenza divulgativacon l’obiettivo di rendere popolare un racconto colto ed’autore. Corrado Augias con la sua capacità affabulatoriae la sua conoscenza della cultura europea continua il tourtra le città più suggestive d’Europa, cercando ingressisecondari e porte socchiuse per mostrarne il cuorepulsante attraverso personaggi, eventi tragici e comici,grandi amori e misteri irrisolti. La forza delle immagini, lapotenza della parola e del racconto ci portano in un mondodove Storia, mito, leggenda, bellezze architettonicherestituiscono la complessità dell’uomo nel processo piùaffascinante del suo essere animale sociale: la nascita,formazione e trasformazione di una città. Tra quellevisitate in questa edizione: Mosca, Vienna, Venezia.
Ma non di sole città vive l’uomo: con il nuovo anno tornasu Rai3, in prima serata, la divulgazione scientifica eambientale con Sapiens – un solo pianeta. Un programma che pone domande sull’uomo, sulla natura, sullospazio, sulla terra e sul futuro dei Sapiens, cercando le risposte con accurate indagini sul campo. La scienzadiventa così un racconto avvincente e spettacolare grazie alla narrazione di Mario Tozzi, scienziato, divulgatoree appassionato esploratore. Tante sono le domande alle quali prova a dare risposte chiare e semplici, seguendoun percorso originale e rigoroso d’indagine che solouno scienziato può offrire. Un racconto affascinante delrapporto tra l’uomo e l’ambiente circostante in tutte le suedeclinazioni e in tutte le sue potenzialità, tra passato efuturo, tra armonia e contraddizioni.
Dopo il successo di Che storia è la musica, il maestroEzio Bosso torna su Rai3 nel periodo delle festenatalizie, con una nuova serata evento. Questa volta aguidare la narrazione di Bosso e della sua OrchestraEuropa Filarmonica, sarà il concetto di Festa. Che storia èla musica ci parlerà del Natale, la festa della famiglia e dellaspiritualità, espressa in tante composizioni imprescindibili,come ad esempio quelle di Johann Sebastian Bach. Unafesta caratterizzata dal forte spirito cristiano, insito in moltepartiture, basti pensare a quelle di Felix Mendelssohn. MaBosso ci parlerà anche, con l’ironia che lo contraddistingue,della scarsa passione per il Natale da parte di Ludwig vanBeethoven e di Johannes Brahms che rivendicava il dirittodi “non credere a niente”. Il percorso narrativo ci porteràanche a ragionare sui nuovi inizi: la nascita del nuovoanno come speranza di nuova vita, guidati dalle musichedi Wolfgang Amadeus Mozart, che proprio con il suo Ave Verum Corpus, ispirato dall’imminente nascitadel figlio Franz Xaver, ha toccato un momentoapicale del suo genio compositivo. E poi PyotrIlyich Tchaikovsky, uno tra i più grandi artisti adaver celebrato il concetto di Festa in musica.
Tutto questo in compagnia di molti personaggidella cultura, della società e dello spettacolocon i quali si condivideranno riflessioni, storieed emozioni per continuare a rispondere allasolita domanda: “ma che storia è la musica?”
SECONDA SERATA
Le zone d’ombra
L’offerta della seconda serata si sviluppa attraverso programmi che conservano la mission della rete del raccontodella realtà. L’ora tarda permette di scavare ancora di più la superficie, indagando territori dove le cose si fannopiù complicate. Storie di donne e di uomini, eventi e personaggi che hanno inciso in maniera decisiva sulla vitaculturale del nostro paese, accadimenti estremi e quotidianità sorprendenti. Tutto questo cercando di capire imeccanismi psicologici che muovono le nostre esistenze e le nostre diversità.
DOMENICA
La terza stagione di Dottori in Corsia presenta, come si anticipava nella presentazione della prima puntatain prime time, una importante novità, la conduzione di Federica Sciarelli che entrerà nell’ospedale BambinoGesù di Roma per raccontarci con la delicatezza le storie d’eccellenza e straordinarie dei reparti dell’ospedalepediatrico più grande d’Europa. Riprendendo la vita dentro e fuori l’ospedale, riparte il percorso umano e medicodei pazienti e dei loro genitori, nei lunghi mesi di degenza, di cura e di rinascita. Ogni storia sarà un mondo a sé,un inno alla vita fatto di attese, momenti difficili e delusioni fino al momento più bello, quello della guarigione e delritorno a casa. Il racconto sarà arricchito con il lavoro dei dottori e del personale infermieristico: le loro sfide, il lororapporto con i pazienti, la vita nel reparto e la quotidianità di un impegno che ogni giorno li pone di fronte a scelte Difficili. In questa stagione, anche la ricerca e l’innovazione medico-scientifica avranno un ruolo significativo, per raccontare nuove cure pionieristiche che l’ospedale porta avanti con determinazione.
Il volto delle parole è un film documentario che ripercorre la storiaepica di uno degli Enti italiani più importanti e prestigiosi, l’Istitutodell’Enciclopedia Italiana Treccani. Una storia che si intreccia adoppio filo alla storia d’Italia, sovrapponendosi negli sconvolgimenti,le opportunità, i momenti di crisi e gli slanci verso il futuro. In unacornice in cui si mescolano divulgazione e fiction, Alessio Boni,host autorevole e di prestigio, veste i panni di un agente Treccani conuna missione speciale: trasmettere il sapere attraverso un simbolicoviaggio nel tempo. La voce di Boni è anche la guida che ci conducein un percorso attraverso luoghi significativi, materiale d’archivioesclusivo e interviste a prestigiosi protagonisti della cultura, delleistituzioni, dello spettacolo.
Torna nel 2020 La mia passione, di Marco Marra. Monografie
intime ed inedite dedicate a prestigiosi personaggi dello spettacoloe della musica. Interviste appassionanti che raccontano il percorsopersonale ed artistico dei protagonisti, svelando tratti delle loropersonalità spesso nascosti ed imprevedibili.
LUNEDI’
Con Prima dell’alba riprende il viaggio di Salvo Sottile alla scopertadell’universo notturno in tutte le sue declinazioni, dai lavori più insoliti allaperdizione del crimine, dalle battaglie delle forze dell’ordine ai luoghi deldivertimento by night, senza dimenticare anche il lato trasgressivo dellanotte, da sempre luogo della liberazione delle fantasie più impensabili:un mondo sommerso e variegato, sempre in equilibrio precariotra emancipazione e schiavitù. Con il consueto approccio attento,giornalistico e mai giudicante, Sottile si muove incontrando personeportatrici di storie esemplari che ci faranno scoprire mondi sommersi,spesso abbandonati e lontani dal circo mediatico. Un viaggio cheattraversa il nostro paese da Nord a Sud e che termina rigorosamenteprima dell’alba.
Dopo il successodella prima edizionein access timearriva in secondaserata Che ci faccio qui con i nuovi racconti di DomenicoIannacone. “Che ci faccio qui?” è una domanda che ciaccompagna da sempre, guida le nostre scelte, e qualche voltaci porta su strade che mai avremmo pensato di percorrere.
Domenico Iannacone, con il suo sguardo intimo e rigoroso,compie un viaggio attraverso storie di vita e di riscatto, diispirazione e di resistenza; scelte che testimoniano grandi attidi coraggio e visioni rivoluzionarie. Con grande attenzione allacomposizione visiva, con grande rigore nel tessere il racconto,l’autore ci consegna dei piccoli film-verità accompagnandocia scoprire autentici spaccati d’esistenza.
Nuovo appuntamento nel 2020 con il Lessico di Massimo Recalcati. Dopo aver indagato la famiglia con Lessico
Famigliare e il complesso mondo del rapporto di coppia con Lessico Amoroso, il grande psicoanalista italiano siappresta a intraprendere un terzo viaggio nei complicati sentieri del pensiero umano con Lessico civile: qualisono i meccanismi che generano odio, fanatismo, invidia? Torna su Rai3 il linguaggio della psicoanalisi, comesempre punteggiato da contributi filmati in forma d’intervista o di racconto, servendosi dell’intervento di attori,di citazioni cinematografiche e repertori inerenti al tema. Un viaggio dentro i sentimenti dal quale nessuno potràsottrarsi.
GIOVEDI’
Dopo Doc 3, la prestigiosa vetrina di documentari internazionali d’autore – quest’anno all’insegna della curiosità’,della diversità, del nuovo mondo che si apre alle nuove generazioni affrontando i grandi temi del nostro tempocome l’immigrazione, la pena di morte, il gender, la scuola – la rete si sposterà nel territorio dell’infotainmemt.
Illuminate: quattro docu-film su quattro donne italiane straordinarie: Oriana Fallaci, Laura Biagiotti, MarisaBellisario, Virna Lisi. Dopo il successo della prima serie, in onda su Rai3 a settembre 2018, che ha raccontatole storie di Margherita Hack, Palma Bucarelli, Rita Levi Montalcini e Krizia, torna la seconda stagione di Illuminate,nata con lo scopo di recuperare dalla memoria e dalla storia del nostro Paese storie e figure femminili significativeda poter raccontare al pubblico di oggi, con particolare riguardo alle nuove generazioni. Un racconto cheintreccia la cronistoria con la narrazione, la riflessione giornalistica con lo spunto contemporaneo, in nome di quelinfotainment che spesso si è rivelato capace di attrarre il pubblico più vasto.
Quattro giovani attrici – Sabrina Impacciatore, Serena Rossi, Violante Placido, Bianca Guaccero – attraverso degli escamotage narrativi diversi per ciascuno dei 4 docu-film, conducono il telespettatore nellestorie di 4 donne italiane che si sono affermate e contraddistinte in diversi settori e che hanno raggiunto granditraguardi negli ambiti in cui hanno agito, tracciando un cammino diverso per le generazioni di donne che si sonoavvicendate dopo di loro.
Nel 2020 arriva Hic sunt leones una nuova propostadi Rai3 che nasce dal desiderio di raccontare le gesta dipiccoli eroi quotidiani, quelle persone le cui imprese nonentreranno mai nei libri di testo ma che hanno compiutoazioni alla stregua di quei personaggi raccontati al cinemae nei migliori romanzi di formazione. Dove il cuore a nudodei protagonisti fibrilla all’unisono con quello di chi loguarda perché, in fondo, è solo un incidente di percorso chestabilisce chi sia lo spettatore, chi il protagonista. StefanoRicci e Gianni Forte compiono un viaggio nell’Italia, dallaprovincia ai grandi centri metropolitani. Un’avventura on theroad alla ricerca di questi singoli che formano un popoloche oppone resistenza a una letargia diffusa.
Il venerdì scende in campo la storia. Con la Grande StoriaDoc cinque documentari racconteranno alcuni momentisignificativi del Novecento italiano. Episodi noti e menonoti che mettono in scena luoghi, personaggi e conflitti chehanno attraversato le comunità del Paese, segnandonela cultura e i destini. Ogni puntata si svilupperà attraversoriprese originali realizzate sui luoghi, materiali di repertorio,il racconto di testimoni e narratori di eccezione: autori,scrittori e giornalisti che hanno affrontato nel corso dellaloro esperienza professionale i temi trattati. Con i commentipuntuali di Paolo Mieli.
Prima della Grande Storia Doc, il 27 settembre Rai3 presenta Decimati, questo il titolo del documentario chenasce come progetto no-profit in collaborazione con il giornale online HuffPost, con partner televisivi e ungruppo di comunicatori secondo l’idea che il giornalismo possa essere non solo strumento di profitto ma disensibilizzazione e di consapevolezza. Un frate francescano, PadreEnzo Fortunato si reca in Iraq, percorrendo all’inverso la rotta fattada migliaia di cristiani cacciati dalle loro case, dalle truppe dell’Isisarrivate nella antica Valle di Ninive nell’agosto del 2014. Cinque annidopo, l’Isis è stata sconfitta e Papa Francesco ha annunciato chesi recherà in quei luoghi, che rimangono estremamente pericolosi.
Cosa troverà? Padre Enzo segue un percorso che nessuno finoraha fatto e, grazie al coraggio di un pugno di fedeli, parroci e vescovirimasti, ha accesso a storie e immagini mai viste prima, chiesebombardate, madonne decapitate, monasteri ridotti a prigionidell’Isis. Non torneranno più i Cristiani nelle loro case, scopre ilfrancescano. Perché come sempre in Medioriente, sono prigionieridi un conflitto in cui sono solo pedine. Il documentario sarà ceduto alMonastero di Assisi per una campagna di informazione, di presa dicoscienza e di condivisione.
Tra storia e inchiesta si muove il reportage Disonora il padredi Dina Lauricella, un racconto antropologico della mafiacalabrese, la più grande potenza criminale d’Europa. In Italia negliultimi 20 anni si contano più di 200 donne uccise dai propri genitorie, nel rispetto e nel culto del codice d’onore, nessuno ne parla.
Sono donne figlie di ‘Ndrangheta minacciate, percosse,accoltellate, sparate o soppresse con l’acido dai propri padri, pernon essere state fedeli ai loro mariti o per aver tentato di uscireda quel perverso dedalo criminale. La ribellione, recentissima, diqueste donne rappresenta la prima grossa crepa nel monoliteculturale e criminale della consorteria calabrese.
Lo speciale, grazie al racconto delle loro collaborazioni, rare epreziose ai fini delle indagini, offrirà soprattutto uno spaccatoinedito degli equilibri e delle dinamiche “affettive” all’interno dellerealtà domestiche di ‘Ndrangheta.
Dodici appuntamenti all’insegna del crime e del mistero conCommissari – sulle tracce del male, programma condottoda Pino Rinaldi e realizzato con la collaborazione della Poliziadi Stato. Dodici nuove puntate per raccontare altrettante indaginisu alcuni casi di cronaca giudiziaria attraverso lo sguardo dichi le ha condotte: storie che hanno segnato la loro vita piùche la loro carriera e che ricostruiscono in prima persona,lasciando trasparire anche il coinvolgimento che quei casi hannodeterminato. Come già nella scorsa stagione, il protagonista èdunque ‘il Commissario’ che si è occupato del caso, che ha cercatogiustizia per una vittima e si è ritrovato di fronte al colpevole: unmodo anche per raccontare, dall’interno, il lavoro investigativo,le procedure di servizio, le difficoltà delle indagini e del ‘mestiere’
del poliziotto. Con il contributo di filmati di repertorio, di materialiinediti e con la voce narrante di Pino Rinaldi, il telespettatore siritrova immerso in vicende molto spesso misconosciute, matutte straordinariamente intense per il modo stesso in cui sonoraccontate.
RAI3 DIGITAL
Social network e community building, dirette streaming e backstage, format originali: Rai3 sulle piattaformedigitali è narrazione e costruzione di comunità che si riconoscono intorno ai vari brand di Rete, è innovazionedei linguaggi espressivi e ricerca di nuove audience giovani e crossmediali.
Più di 100 linee produttive digital che seguono, anticipano e continuano i programmi e il palinsesto lineare,producendo un racconto per immagini multipiattaforma sui vari social network attivi (Facebook, Twitter, Instagram,YouTube): estratti video e rimontaggi con videografiche social, card e schede con produzione di format grafici adhoc, livetweeting, dirette streaming, instagram stories.
Il network social di Rai3 conta circa 70 profili legati ai programmi in onda divisi tra i tre principali social network:
Facebook, Twitter e Instagram. Gli account di Rete sono veri e propri “hub” digitali, centri di gravità comunicativadel racconto dei programmi, del palinsesto e di tutte le attività online. Gli account social di Rai3 hanno fatto
segnare un significativo incremento negli ultimi 12 mesi (fonte Insight Facebook, Twitter e Instagram)
– Facebook Rai3: 180.000.000 di views video (+ 190%); 14 milioni di interazioni video, +213.109 fan (44% in più
rispetto all’anno precedente)
– Twitter Rai3: 270.000 follower (+5.2%), 32.000.000 visualizzazioni , 279.300 like.
– Instagram Rai3 (da febbraio 2019 a giugno 2019): 145.000 utenti (+35.000) 4.000.000 di views, 1.000.000 di like.
FORMAT ORIGINALI PER LE PIATTAFORME DIGITALI
un laboratorio creativo per le audience digitali
Rai3 ha una “linea di produzione” di format digital per i social e Raiplay:
circa 150 contenuti originali tra programmi in diretta multistreaminggiornaliera (Timeline) e settimanale (Timeline Focus), web seriesui compleanni di celebrità musicali con uso di archivi Raiplay (HappyBirthday TU), anticipazioni dei programmi in onda, integrali di intervistee di contenuti di repertorio, microformat serializzati di IG stories.
“Timeline – una storia al giorno, dal primo all’ultimo social” è ilprogetto di punta di Rai3 sulle piattaforme digital. Dieci minuti in direttamulticanale (primo esperimento del genere in Italia), in onda ogni mattinadallo studio di Agorà alle 7.45 in contemporanea su Raiplay, Facebook,Twitter/Periscope e YouTube. Timeline, condotto da Marco Carrara,racconta la storia “social” del giorno attraverso una rapida e ritmatarassegna multimediale dei vari contenuti pubblicati sul web: tweet, fotosu instagram, video, commenti su Facebook. Sono andate online in duestagioni circa 300 puntate, con oltre 10 milioni di views complessive sututte le piattaforme, e migliaia di interazioni settimanali. E da quest’annoanche Timeline Focus, l’approfondimento settimanale della storiapiù social della settimana appena trascorsa, programma che nasceesclusivamente digitale per trovare anche una collocazione nellaprogrammazione daytime del sabato di Rai3.
RAI 4
L’identità editoriale di Rai4, come di molte reti semigeneralistesorte nell’ultimo decennio, è il frutto dellamediazione tra due diverse istanze: da una parte,la costruzione di un immaginario di riferimento, conl’acquisizione di prodotto dedicato ascrivibile adeterminati generi – nel nostro caso il fantastico, ilcrime, l’action e il thriller –; dall’altra, l’efficiente utilizzo delmagazzino aziendale, con la seconda visione di titoligià sfruttati dalle reti generaliste, di generi contiguial primo ambito.
Entrambe le tipologie di prodotto permangonoimprescindibili: la seconda risponde a esigenze diottimizzazione e consente di avvicinare un pubblicomeno profilato e potenzialmente ampio; la prima è laragion d’essere stessa della Rete e del suo brand.
PRIME TIME
In prima serata, l’offerta seriale punta su diverse novità.
In prima visione assoluta, la serie crime/thrillerPagan Peak, titolo in esclusiva acquisito con il dupliceobiettivo di incrementare la quota di prodotto europeoe, soprattutto, smarcare la programmazione dallasempre più ricca offerta OTT.
In prima visione free, sul versante fantastico, debuttaSiren, una rilettura d’ambientazione contemporaneadel mito della sirena; su quello crime, il super-cult Narcos,dedicato nelle prime stagioni all’infame parabola diPablo Escobar. Dopo due anni di programmazione suRai2, la prima visione di MacGyver approda infinesugli schermi di Rai4 a partire dalla terza stagione.
DAYTIME
Nel day time, quasi esclusivamente costruito sulprodotto seriale, l’universo crime, light/crime e actiondi titoli come Cold Case, Elementary, PrivateEyes, Scorpion e MacGyver, si mescola ai cult spy e fantasy 24 e X-Files, classici recenti del filone “complottista”, entrambi arricchiti dalle ultime stagioni reboot. Come sempre, lo sfruttamento completo di passaggi ed exhibition è garantito da maratonedi riepilogo nel weekend, sin qui premiate da ottimiriscontri d’ascolto. Discorso a parte per la serie actionin divisa Seal Team, la cui programmazione in fasciapreserale dovrebbe completarsi a fine anno con laseconda stagione, in prima visione assoluta.
FILM
L’offerta cinematografica segue il consueto criteriodi serializzazione per genere. Si segnalano, inparticolare, nell’ambito della programmazione diprima serata del martedì, tradizionalmente dedicataal cinema blockbuster, i due franchise di ResidentEvil e Underworld.
EVENTI E PRODUZIONI
Confermati i programmi di produzione interna dellascorsa stagione: la diretta notturna della cerimoniadi consegna degli Emmy Awards e il magazinesettimanale di seconda serata Wonderland,dedicato all’immaginario fantastico e crime.
Nell’ambito del genere travel & adventure il nuovoprogramma di viaggio Stranger Europe in cui EmaStockholma e Briga ci accompagneranno in unacuriosa esplorazione di alcune capitali europee.
In autunno Rai4 e Rai Movie trasmetteranno unacollezione speciale di 8 film classici, selezionati daQuentin Tarantino. Ogni sera il regista presenteràuno dei film del ciclo raccontando come abbiacontribuito alla sua formazione di spettatore, autore eregista e come abbia costituito una fonte di ispirazioneper il suo ultimo film C’era una volta a Hollywood.
SERIE
PAGAN PEAK (1 stagione) – Prima Visione Assoluta
Creatori: Cyrill Boss, Philipp Stennert
Cast: Julia Jentsch, Nicholas Ofczarek,Franz Hartwig
La detective tedesca Ellie viene mandata a indagaresul ritrovamento di un cadavere avvenuto sulle Alpi,vicino al confine tra Austria e Germania. Ad affiancarlaun disilluso poliziotto austriaco, Gedeon. Molto presto,spuntano altre vittime collegate dal medesimo modo incui i cadaveri vengono rinvenuti, posizionati su dei massicome a ricordare un rituale pagano.
SIREN (1 stagione) – Prima Visione
Creatori: Eric Wald, Dean White
Cast: Alex Roe, Eline Powell, Ian Verdun,
Rena Owen
Nella cittadina costiera di Bristol Cove arriva Ryn,giovane donna dal passato misterioso alla ricerca dellasorella Donna, che è stata rapita dall’esercito locale.
I biologi marini Ben e Maddie scoprono che Ryn e lasorella in realtà sono sirene e aiutano la donna a venire acapo della vicenda.
NARCOS (1 stagione) – Prima Visione
Creatori: Chris Brancato, Carlo Bernard eDoug Miro
Cast: Wagner Moura, Boyd Holbrook, PedroPascal, Damián Alcázar
La vera storia dell’ascesa e caduta di Pablo Escobar e ilcartello di Medellín che, negli anni ’80, è stato il principaleartefice della diffusione della cocaina tra Stati Uniti edEuropa.
FILM
RESIDENT EVIL
Regia: Paul W.S. Anderson
Cast: Milla Jovovich, Michelle Rodriguez,Eric Mabius, James Purefoy
Una donna senza memoria, Alice, si sveglia all’interno diuna lussuosa villa scoprendo di essere nell’anticamera diun laboratorio finito in quarantena a causa della liberazionedi un virus che ha trasformato in zombi i ricercatori.

RESIDENT EVIL: AFTERLIFE
Regia: Paul W.S. Anderson
Cast: Milla Jovovich, Ali Larter,Kim Coates, Wentworth Miller
In un mondo ormai distrutto e in preda ai morti viventi,Alice cerca sopravvissuti da trarre in salvo e individuaLos Angeles come ultima oasi sicura. Ma la Umbrella Corporation è ancora in agguato.

RESIDENT EVIL-EXTINCTION
Regia: Russell Mulcahy
Cast: Milla Jovovich, Oded Fehr, Ali Larter, Iain Glen
Dopo essere stata rapita e potenziata con poteri sovrumani,Alice si nasconde nel deserto del Nevada in attesa di poterconsumare la sua vendetta nei confronti della Umbrella Corp.

RESIDENT EVIL: THE FINAL CHAPTER
Regia: Paul W.S. Anderson
Cast: Milla Jovovich, Ali Larter, Ruby Rose,Michelle Rodriguez
Privata delle sue capacità sovrumane, Alice ritrova vecchialleati per combattere l’ultima e decisiva battaglia contro laUmbrella Corp.

UNDERWORLD
Regia: Len Wiseman
Cast: Kate Beckinsale, Scott Speedman,Michael Sheen, Bill Nighy
Gli aristocratici vampiri sono nemici giurati dei feroci ebrutali licantropi; tra di loro è in corso da tempo una guerrasegreta e terribile, al termine della quale solo una delle dueresterà in vita.

UNDERWORLD: BLOOD WARS
Regia: Anna Foerster
Cast: Kate Beckinsale, Tobias Menzies,
Theo James, Charles Dance
Braccata da una parte dal clan dei Lycans guidati da Marius e dall’altro dalla fazione dei vampiri che l’ha tradita, la guerriera Selene può contare soltanto su due alleati:David e suo padre Thomas. Ma nel frattempo Eve, la figliadi Selene, è al centro di una caccia spietata visto che ilsuo sangue ibrido può conferire poteri inimmaginabili.
UNDERWORLD: IL RISVEGLIO
Regia: Måns Mårlind, Björn Stein
Cast: Kate Beckinsale, Stephen Rea,Michael Ealy, Theo James
Dopo dieci anni di prigionia, durante i quali gli esseriumani hanno scoperto l’esistenza di vampiri e lycans,la guerriera vampira Selene dovrà affrontare unamultinazionale senza scrupoli che sta sviluppando unvirus in grado di sterminare tutti gli esseri soprannaturali.

UNDERWORLD: LA RIBELLIONE DEI LYCANS
Regia: Patrick Tatopolous
Cast: Rhona Mitra, Michael Sheen, Bill Nighy
Secoli fa, il lycan di nome Lucian è diventato leader di unarivolta contro Viktor, il re dei vampiri che aveva ridotto inschiavitù i lupi mannari. Ad affiancare Lucian in questalotta per la libertà c’è Sonja, sua amante e figlia di Viktor!
ELLE
Regia: Paul Verhoeven
Cast: Isabelle Huppert, Christian Berkel,Anne Consigny, Virginie Efira
Michèle è a capo di una grande società di videogiochi epreferisce rimanere single e gestire con emancipazionela sua vita sentimentale. Ma tutto cambia quandoviene aggredita in casa da un misterioso sconosciuto.Scioccata e allo stesso tempo determinata, Michèlecerca di rintracciare l’aggressore.

CONTRATTEMPO
Regia: Oriol Paulo
Cast: Mario Casas, Ana Wagener,
José Coronado, Bárbara Lennie
Un giovane uomo d’affari è accusato dell’omicidio dellasua amante, di cui si proclama fermamente innocente.Per dimostrare la sua verità, l’uomo incontra un avvocatocon cui costruire la difesa in tribunale, ma ogni veritàsembra nascondere un segreto.

MADE IN FRANCE
Regia: Nicolas Boukhrief
Cast: Malik Zidi, Dimitri Storoge, François Civil
Un giornalista si infiltra in una cellula terroristica chesta prendendo piede nel cuore di Parigi. Nonostante ilrischio di essere smascherato, l’uomo continua la suamissione d’inchiesta finché il gruppo inizia a mettere apunto il piano per un attentato.

JUNGLE
Regia: Greg McLean
Cast: Daniel Radcliffe, Thomas Kretschmann,
Alex Russell, Lily Sullivan
Un giovane in cerca d’avventura, un fotografo americanoe un insegnate svizzero si recano in Sudamerica insiemea un geologo austriaco per cercare una misteriosa tribù.
Ma l’avventura nel cuore della giungla si trasformerà inuna lotta per la sopravvivenza.

FREE FIRE
Regia: Ben Wheatley
Cast: Brie Larson, Cillian Murphy, Sam Riley,Armie Hammer
Un gruppetto di criminali deve incontrare uncommerciante d’armi in un fabbricato abbandonato.
La contrattazione non va a buon fine e tra i presenti siscatena una lunga e violenta sparatoria.

WHAT WE DO IN THE SHADOWS –
VITA DA VAMPIRO
Regia: Jemaine Clement, Taika Waititi
Cast: Jemaine Clement, Taika Waititi,
Jonathan Brugh
La quotidianità di quattro vampiri coinquilini tra amicizie,amori e continua ricerca di sangue umano.

LA VENDETTA DI UN UOMO TRANQUILLO
Regia: Raúl Arévalo
Cast: Antonio de la Torre, Luis Callejo, Ruth DíazAlcuni anni dopo un colpo in gioielleria di cui è statol’unico della banda a scontare la pena, Curro esce diprigione e deve scontarsi con la realtà e gli affetti ormaiperduti.

NEMESI
Regia: Walter Hill
Cast: Michelle Rodriguez, Sigourney Weaver,
Tony Shalhoub
Un sicario viene assoldato per uccidere il fratello diuna brillante chirurga estetica. La donna, però, sivendica catturando il sicario e praticando su di luiun intervento di riassegnazione di genere.
BLACK BUTTERFLY
Regia: Brian Goodman
Cast: Antonio Banderas,
Jonathan Rhys Meyers, Piper Perabo
Scrittore in crisi fa la conoscenza di un uomo chelo toglie dai pasticci e gli suggerisce di sviluppareinsieme la storia del suo prossimo romanzo. Ma ilrapporto tra i due diventa incredibilmente teso quandol’uomo misterioso si intrufola nella vita dello scrittorecostringendolo alla segregazione finché non avràterminato il romanzo.
SEAL TEAM (Prima Visione Assoluta)
Cast: David Boreanaz, Max Thieriot,Jessica Paré, A.J. Buckley
La Tier One è un’unità d’élite dei Navy SEAL, capitanatada Jason Hayes. La squadra include anche il veteranoRay e Sonny, un soldato dal passato segnato da luci eombre. Alle prese con missioni mortali in tutto il mondo,questi uomini affrontano terroristi dell’Isis, aiutanoinnocenti, e combattono in nome del loro Paesedimostrano patriottismo e una dedizione senza paura.
COLD CASE
Lilly Rush è una detective della squadra omicidi diFiladelfia che entra a far parte nella sezione “ColdCase”, specializzata sui crimini rimasti insoluti. Dellasquadra fanno parte anche gli investigatori ScottyValens, Nick Vera e Will Jeffries.
SCORPION
Il genio Walter O’Brien viene ingaggiato dalla HomelandSecurity per formare e guidare un team di prodigiosinerd con un elevato QI per far fronte alle complesseminacce dell’era moderna.
24
Jack Bauer è un agente federale che lavora perun’agenzia anti-terrorismo di Los Angeles. Malgrado i suoi metodi spregiudicati, Jack sa svolgereefficacemente il suo lavoro e ogni missione ha uncountdown di 24 ore.

PRIVATE EYES (stagione 1-2)
Cast: J.Priestly C.Sampson
Il poliziotto ed ex star dell’hockey Matt Shade, dettoShadow, unisce le forze con l’investigatrice privataAngie Everett. I due avranno modo di risolvere casiricchi di pathos e scoprire cosa vogliono realmentedalla vita.

MACGYVER (stagione 1-3)
Cast: L.Till G.Eads S.Holt
Il giovane Angus “Mc” Gyver lavora perun’organizzazione governativa segreta e la suaincredibile conoscenza della meccanica e della scienzagli consente di uscire con successo dalle situazioni piùincredibili. Serie reboot del grande omonimo successotelevisivo anni ’80.
X FILES (tutte le stagioni)
Cast: David Duchovny e Gillian AndersonUna vera antologia dell’immaginario cine-televisivopostmoderno fantascientifico e fantastico, “TheX-Files” è la serie televisiva statunitense ideata da ChrisCarter e trasmessa tra il 1993 e il 2016 dalla Fox constraordinario successo.
Fox Mulder e Dana Scully, i due agenti dell’FBIinterpretati da David Duchovny e Gillian Anderson,indagano su particolari casi di natura paranormalecatalogati nell’archivio denominato appunto X Files. Inparticolare i protagonisti sono determinati a svelare uncomplotto che favorirà una prossima invasione aliena.
X-Files è stata accolta da un grande successo di criticae di pubblico, ottenendo importanti riconoscimenticome il Golden Globe per la miglior serie drammatica,presto affermatasi come oggetto di culto e classicodella televisione di fantascienza, punto di riferimentoe fonte di ispirazione per molte opere successive.
PRODUZIONI
SECONDE SERATE
L’immaginario dei generi fantasy e crime, da sempreal centro della programmazione del canale, saràprotagonista in una nuova edizione del magazinesettimanale Wonderland dedicato all’immaginariofantastico e crime.
Sul versante dei format originali si segnala nell’ambitodel genere travel & adventure, il nuovo programma diviaggio Strange(R) Europe.
WONDERLAND
Genere: intrattenimento
Come nelle precedenti edizioni, al centro delprogramma c’è l’informazione sull’attualità dei generiabitualmente proposti dalla programmazione delcanale, ovvero fantascienza, fantasy, horror, thrillere crime, oltre a ricche interviste d’approfondimentosull’immaginario dei generi stessi. Confermatil’impaginazione di montaggio senza conduttore el’approccio trasversale a più media, dal cinema alleserie televisive, passando per videogame e fumetto.
Rispetto allo scorso anno, sarà invece più nettala distinzione tra puntate monografiche speciali,integralmente dedicate a festival, particolari eventi ericorrenze o prodotti della programmazione del canale,e puntate standard, che manterranno il consueto focussull’attualità, conservando anche la classificazionebinaria tra argomenti “pop” e “cult”.
Concluse le celebrazioni del 50° anniversariodello sbarco sulla luna, tra le rubriche a rotazione,debutteranno uno spazio antologico sulla storia deglisceneggiati Rai di genere giallo magico e gotico euna rassegna d’attualità delle produzioni web di breveformato.
EVENTI
Confermato l’ormai tradizionale appuntamento d’iniziostagione con la diretta notturna da Los Angeles per lacerimonia degli Emmy Awards, gli attesissimi premi alleserie televisive americane, antipasto di un palinsesto
d’autunno ricchissimo di nuovi titoli e nuove stagioni inprima visione.
STRANGE(R) EUROPE
Strange(R) Europe porterà lo spettatore a scoprirele capitali europee viste da una prospettivacompletamente diversa : un viaggio per appassionatidell’occulto in cerca di esperienze alternative incompagnia di Ema Stokholma e Briga. I conduttorivisiteranno mete stravaganti e intervisterannopersonaggi fuori dal comune. Dormiranno nei luoghipiù strani e improbabili della città oggetto della puntata.
PALINSESTI RAI FICTION
TANTI TALENTI, TANTE STORIE,
UN PAESE UNICO*
L’offerta di Rai Fiction si caratterizza per la varietàe la ricchezza dei suoi prodotti, nello sforzo diintercettare i bisogni e i desideri di racconto di tutti,condividendo l’immaginario del Paese. Quellopresente, ma cercando di immaginare anchequello futuro.
Negli ultimi anni Rai Fiction ha diversificatol’offerta allargando il perimetro generalista di Rai1e sviluppando la produzione per Rai2 e Rai3. Unasvolta che ha permesso di articolare e differenziareil lavoro sui generi, sulla densità delle storie e i profilidei personaggi. E, quindi, di mirare sul più ampioventaglio di spettatori e confermare la propriavocazione di servizio pubblico universale.
A chiudere il cerchio, l’impegno sul mercatointernazionale che ci ha permesso di realizzareserie coprodotte e vendute in giro per il mondo. Unimpegno che è stato reso possibile dalla forza diuna “fabbrica” e dalla credibilità del nostro marchio.
Quindi, per la prossima stagione e quellasuccessiva non possiamo che rilanciare la sfida,cercare di rendere ancora più ricca e suggestival’articolazione del nostro racconto non solo su Rai1,ma anche su Rai2 e Rai3, Reti che permettonodi integrare l’offerta con prodotti innovativi neilinguaggi e nella diversificazione dei generi e deiformati.
Ma la grande novità di quest’anno è anche undiverso approccio rispetto al modello di fruizione:per corrispondere veramente alla necessitàdi essere servizio pubblico universale, la Rai
rivoluziona l’offerta della piattaforma Rai Play,non più e non solo replay e punto di approdo perl’offerta lineare, ma ora destinata anche al lancio diprodotto originale in prima visione assoluta e per ilpubblico ormai esterno alla televisione.
Continua ovviamente anche la sfida internazionale:le nostre storie hanno l’ambizione di portarel’immaginario italiano nel mondo e dare al pubbliconazionale le sollecitazioni e le suggestioni che oggimotivano e rendono potenti i flussi mainstream.
Ponendo comunque il vissuto del nostro Paesecome bussola orientativa della nostra narrazione.
Per mantenere e alzare la qualità del nostroprodotto abbiamo attratto i migliori talenti.
È un differenziale ormai strategico. È quello cheinizia ad identificare il nostro brand.
L’abbiamo perseguito negli scorsi anni, lofacciamo adesso in modo ancor più sistematico.
È con il talento che ci si rinnova, è sul talento chesi costruisce il rapporto con il sistema produttivonazionale e il successo sul mercato internazionale.
Scrittori, registi, attori, scenografi, costumisti,musicisti, montatori ma anche le maestranzesono la nostra ricchezza e il futuro dell’industriaaudiovisiva italiana.
Mai come per le prossime stagioni, l’offerta di RaiFiction ha potuto contare su una ricchezza di talentiche vengono dal mondo del cinema, che hannostretto da tempo un rapporto di collaborazionecon noi o che per la prima volta si cimentano conil linguaggio televisivo. Talenti riconosciuti, talentigiovani o da portare alla luce.
Nuova linfa in un albero che continua a crescere.
L’offerta di fiction per Rai1 mantiene il suo caratterepoliedrico, combinando formati e generi diversiper accontentare l’ampia platea generalistamescolando, rispetto alla serialità, titoli evento,high concept innovativi, prodotti classici e sequel disuccesso.
LE SERIE EVENTO
Nelle ultime stagioni il riconoscimento della qualitàdella produzione di fiction della Rai all’estero èoggettivamente cresciuto grazie ad alcuni titoli chehanno reso la Rai non solo un broadcaster fortesulla scena domestica, ma un partner ricercato eattendibile.
Le grandi coproduzioni internazionali che abbiamorealizzato e stiamo realizzando hanno iscritto lanostra azienda nella major league della fictioninternazionale.
In autunno un nuovo capitolo della saga de IMedici, scritta da Frank Spotnitz con la regia diChristian Duguay, e in primavera L’amica geniale -Storia del nuovo cognome, coprodotta con HBO,dal secondo romanzo della tetralogia di ElenaFerrante con la regia di Saverio Costanzo e AliceRohrwacher.
Progetti prodotti e girati nel nostro Paese cheutilizzano il meglio delle forze artistiche italiane esono basati sulla nostra storia, la nostra cultura, lagrande letteratura.
Evento vuol dire anche la forza di una serieche cattura per potenza drammatica e valoreuniversale, storie in cui si rispecchia la nostraidentità.
Per il prossimo anno due titoli importanti: la secondastagione della saga storica La vita promessa,con Luisa Ranieri e la regia di Ricky Tognazzi,che racconta l’emigrazione italiana in America eripercorre la nostra memoria attraverso un melòfiammeggiante; La guerra è finita, una storia dirinascita e speranza, nell’Italia uscita dalla secondaguerra mondiale con Michele Riondino, IsabellaRagonese e la regia di Michele Soavi. Arena delracconto, un istituto improvvisato e privo di risorsedove, guidati da pochi adulti, bambini e ragazzisopravvissuti ai campi di concentramento e rimastisenza una famiglia scoprono il rispetto reciproco, lasolidarietà, la voglia di giocare e quella di vivere.
E si annunciano come un evento i nuovi episodide Il Commissario Montalbano, la serie dai grandinumeri che ha fatto da apripista nelle venditeinternazionali del nostro prodotto.
LA SERIALITÀ
Gli eccellenti numeri di quest’anno testimonianola fiducia degli spettatori nell’offerta di fiction dellaRai e la capacità del nostro racconto di entrarein sintonia con il sentire del Paese, di costruire un’offerta in cui tutti possano riconoscersi.
Nelle prossime stagioni si amplia ancora la gammadei generi, con ibridazioni nuove, in grado di attirarefasce di pubblico diverse, grazie ad uno storytellingoriginale, concept inediti e tematiche avvincenti.
Prima di tutto il coming of age, un genere chepropone con forza temi essenziali alla missionedi servizio pubblico: l’attenzione a un incertopassaggio dell’età, al mondo dell’adolescenza e aldesiderio di futuro dei giovani.
Per l’autunno diamo spazio a vissuti diversi: dalpercorso di crescita ed emancipazione di ungruppo di ragazzi down in un road movie poeticoe vitale (Ognuno è perfetto) con Edoardo Leo,Cristiana Capotondi e la regia di GiacomoCampiotti, alla declinazione mistery di una storiadi crescita attraverso il riscatto del lavoro in unabottega artigianale di un gruppo di ragazzi difficiliguidati da un maestro dell’intaglio del legno
interpretato da Sergio Castellitto per la regia diCinzia TH Torrini (Pezzi unici).
L’offerta del prossimo autunno e della primaverarilancia il family, usandolo come la base su cuicostruire narrazioni più ricche e sfaccettate, graziealla mescolanza con altri generi.
La seconda stagione de La strada di casa,interpretata da Alessio Boni e diretta da RiccardoDonna, si apre con nuovi misteri da svelare perFausto Morra e la sua famiglia, in un crescendo diemozioni e colpi di scena con un racconto dal ritmoincalzante e un finale sorprendente.
Vivi e lascia vivere è invece una storia di rinascitafemminile, un light drama ambientato a Napoli checontamina il family classico con venature noir, conil tocco di un regista dalla forte personalità comePappi Corsicato che rilegge il protagonismo diElena Sofia Ricci in una chiave inattesa e antieroica.
Angela, con Vanessa Incontrada, diretto daAndrea Porporati, è una storia popolare moderna,a metà tra road movie e favola nera, che raccontal’esperienza riparativa di una donna rispetto allasua maternità perduta.
Vite in fuga, con Anna Valle e Claudio Gioè e la regiadi Luca Ribuoli, infine, è un family-thriller che perla prima volta ibrida due generi apparentementedistanti, dove le tenerezze della vita quotidianae domestica si fondono con un alto grado disuspense e dove il vero pericolo si nasconde neirapporti familiari.
Ricca è anche l’offerta del thriller e del crime,generi che se affrontati con consapevolezzapermettono di leggere nel profondo i meccanismie la complessità della contemporaneità. Quelledelle prossime stagioni sono serie high concept,che sperimentano meccanismi narrativi originalie mettono in scena personaggi complessi; cheinsieme all’originalità narrativa, affrontano dilemmie problematiche di grande attualità: Gli orologi deldiavolo, interpretato da Giuseppe Fiorello con laregia di Alessandro Angelini, un racconto teso edemozionante, ispirato alla storia vera di un uomosemplice, un meccanico nautico della costa ligure,costretto a infiltrarsi nel mondo del narcotraffico;Bella da morire, con Cristiana Capotondi, diretto daAndrea Molaioli, su un tema forte come la violenzacontro le donne, che scava nella carne e nelle pauredella società di oggi; Io ti cercherò, con AlessandroGassman e la regia di Gianluca Maria Tavarelli, unmodernissimo dramma poliziesco che racconta laricerca della verità su una morte che non è ciò chesembra, il recupero di una paternità perduta e unadolorosa storia di rinascita per ritrovare un legameche nemmeno la morte può spezzare.
Sotto il profilo del poliziesco d’autore fanno illoro ingresso nuovi personaggi, nuove storie, nuovimisteri su cui indagare, che si trovino nell’assolataMatera dei nostri giorni di Imma Tataranni – SostitutoProcuratore, dai romanzi di Mariolina Venezia conVanessa Scalera e la regia di Francesco Amato, onella Napoli anni ’30 de Il Commissario Ricciardi,dai romanzi di Maurizio de Giovanni con LinoGuanciale e la regia di Alessandro D’Alatri.
E in questa logica sbarca sulla Rete Ammiragliaanche Rocco Schiavone, dai romanzi di AntonioManzini, con Marco Giallini e la regia di SimoneSpada.
Tante novità si accompagnano al ritorno di serieche rappresentano un patrimonio importantedella fiction Rai con personaggi-testimonial: daDon Matteo, che a vent’anni dal suo esordio sirinnova proponendo dieci film da 100’ che hannocome tema conduttore i dieci comandamenti,al comandante forestale di Un passo dal cielointerpretato da Daniele Liotti, all’Ispettore CarloGuerrieri di Nero a metà interpretato da ClaudioAmendola.
Serie riproposte con un attento lavoro diinnovazione del sistema dei personaggi e delletrame.
LA SERIALITÀ DAILY
Nell’autunno anche la seconda stagione dellaserie daily Il Paradiso delle Signore, che si è via viaconquistata un significativo interesse da parte delpubblico in una fascia di forte competizione comeil pomeriggio.
Ormai, un appuntamento nel palinsesto.
I FORMATI BREVI
Se il peso della serialità è preponderante, il ruolodelle fiction di formato breve, come i tv movie,rimane comunque essenziale nell’offerta di ungrande broadcaster pubblico come la Rai.
La maggior parte dei titoli racconta storie vere conconnotazione civile, storica o sociale, ma anchemiti della cultura popolare (I ragazzi dello Zecchinod’Oro, Enrico Piaggio).
Alcuni tv movie declinano temi di attualitàattraverso il filone della commedia (anche raccoltain collection) che ben si adatta al formato e vi trovala misura per il gioco di scambi, equivoci, incastriche lo caratterizza.
Completa l’offerta della Rete un pacchetto didocufiction di ispirazione civile, basate su
materiali e testimonianze inedite e con la presenzadi attori importanti.
Ricordano momenti decisivi e drammatici dellastoria nazionale che si proiettano sull’attualità efigure simboliche della storia delle istituzioni e delPaese (Giorgio Ambrosoli – Il prezzo del coraggio,Storia di Nilde, Piazza Fontana. Io ricordo).
RAI 2
Nella logica della complementarietà edell’integrazione dei pubblici, Rai2 si rivolge aitelespettatori più giovani e abituati alla serialitàinternazionale. Per questo la fiction destinata allaRete rimane coerente con una linea editoriale voltaall’innovazione, dinamica e moderna.
Serie legate a nuovi high concept e al loro inusualealgoritmo narrativo o dal ‘what-if’ ardito, cheriscrivono la carta dei generi.
Decisivo per la fisionomia della Rete, un differenzialedi irregolarità e rottura rispetto ai percorsi piùtradizionali.
Personaggi e storie scorretti, perciò, fortementeconnotati e individualizzati, legati all’attualitàdel contesto e capaci di imprimersi nel sistemadi attese di un pubblico desideroso di esseresorpreso e incuriosito.
Accanto al thriller e al crime che abbiamo coltivatoin questi anni con protagonisti fuori dalle regole– come Il Cacciatore – Seconda stagione conFrancesco Montanari e la regia di Davide Marengo– si amplia il ventaglio dei generi restando semprecoerenti alla fisionomia della Rete.
Volevo fare la rockstar, con Valentina Bellè eGiuseppe Battiston, è un family innovativo edisfunzionale, ambientato nella provincia delNord-Est e diretto da Matteo Oleotto, mentreMare fuori è un coming of age in un contestoestremo come quello di un carcere minorile, conCarolina Crescentini e Carmine Recano e la regiadi Carmine Elia.
La connotazione innovativa della Rete ne fa anchela destinazione broadcasting più adeguata per iprodotti pensati per il web e dunque sintonici con lacultura del pubblico più dinamico e giovane.
RAI 3
L’offerta su Rai3 asseconda l’esplorazione e il
racconto del reale che caratterizzano la Rete, conprodotti di formati e linguaggi diversi.
Anzitutto la conferma di un appuntamentoormai più che ventennale, la più longeva serieitaliana, Un posto al sole, che ogni giorno riesce aparlare di sentimenti e temi sociali a un pubblicoappassionato di tutte le età.
Poi si parla di realtà con le docufiction cheintrecciano i linguaggi della finzione con quelli deldocumentario e le documentary-series (Dottori incorsia 2019 – Ospedale Pediatrico Bambino Gesù,Boez – Andiamo via), montaggio di esperienzefortemente coinvolgenti, per la tipologia e lacondizione dei protagonisti e per il contestoambientale.
RAI PLAY
Rai Play, da pura piattaforma di streaming e catchup del contenuto lineare, diventa gradualmenteanche una piattaforma di destinazione, con unadignità di offerta propria, in prima visione e quindicomplementare a quella tradizionale, in grado diraggiungere, attrarre e coinvolgere i nativi digitaliinnovando i prodotti di fiction della Rai sotto il profilodei contenuti, del linguaggio e dei formati.
La fruizione lineare e non lineare vivono, infatti, inun rapporto dialettico in grado di rispondere alleabitudini complementari di un pubblico che si statrasformando.
La prima operazione è una serie comedy ironicae tagliente nel formato dei 30’: Il Nido, con GiorgioTirabassi e Anita Caprioli e la regia di GiacomoCiarrapico e Luca Vendruscolo, in cui un avvocatoscorretto e maneggione finisce agli arrestidomiciliari nel cohousing dove vivono l’ex-moglie ela figlia, un luogo che appare come la sublimazionedel politically correct (la serie sarà poi trasmessasu Rai2).
Sempre in autunno Passeggeri notturni, dairacconti di Gianrico Carofiglio con Claudio Gioè eNicole Grimaudo per la regia di Riccardo Grandi.
Una serie in dieci capitoli che parte dal materialeletterario di un grande narratore contemporaneo eunisce l’intreccio noir al racconto psicologico, sullosfondo di una Bari in chiaroscuro.
Sono i prodromi di una trasformazione cheprevede serie evento di “genere” in una dialetticatra piattaforma e Rai2 pensata per una doppiaprogrammazione lineare e non lineare e una fortespinta verso possibilità di esportazione fuori daiconfini nazionali.
Il prodotto esclusivo di Rai Play, inoltre, in prospettivasarà anche un campo aperto alla creatività e allasorpresa, volto a marcare il proprio differenzialeche punta sulla ricerca e la valorizzazione deitalenti più giovani.
I titoli indicati di seguito verranno trasmessi in autunno e nel prossimoanno in un palinsesto ampio e variegato: coproduzioni internazionali,serie evento che riannodano i fili del nostro passato e aiutano a leggere ilpresente, storie emozionanti che si confrontano con la realtà in cui viviamo,racconti appassionanti che non dimenticano mai l’ancoraggio con le problematiche del quotidiano e vogliono rappresentare le tante diversitàche attraversano il Paese.
RAI 1 SERIE EVENTO
I MEDICI. IL POTERE E LA BELLEZZA
Creato da Frank Spotnitz e Nicholas Meyer
Scritto da James Dormer, Francesco Arlanch, Guy Burt, Chris Hurford,
Ian Kershaw, Debbie Oates, Charlotte Wolf
Con Daniel Sharman, Francesco Montanari, Sarah Parish, Alessandra Mastronardi, Sinnove Karlsen,
Tobi Regbo, Aurora Ruffino, Daniele Pecci, Bradley James, John Lynch, Neri Marcorè, Giorgio Marchesi
Regia di Christian Duguay
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction,
Big Light Productions e Altice Group
Serie evento in 4 serate – Drama, storico
Torna il kolossal di Rai1 dedicato alla grandefamiglia fiorentina dei Medici, la coproduzione
internazionale realizzata da Lux Vide incollaborazione con Rai Fiction, Altice Group e Big
Light Productions, venduta in più di cento paesi.
A pochi mesi dalla terribile Congiura dei Pazzi, in cui ha perso la vita il fratello Giuliano, Lorenzoè tormentato dal desiderio di vendetta versoPapa Sisto IV, che ha autorizzato quell’attaccosanguinoso, e verso il Conte Riario, ultimosopravvissuto tra i congiurati. Inutilmente, l’amatamoglie Clarice cerca di convincerlo a trovare pacecon un compromesso che salvi sia la sua animasia la città. Né basta a ridargli speranza la scopertache Giuliano ha lasciato un figlio, Giulio, che vieneaccolto in famiglia. Lorenzo è deciso a salvare isuoi e Firenze anche al prezzo di perdere l’anima.
Mentre la situazione della banca si fa sempre piùinstabile, la politica spinge Lorenzo a rinunciareagli ideali di un tempo e a mettere in crisi il rapportocon sua moglie Clarice, soprattutto in occasionedell’incontro con la bellissima Ippolita Sforza. Nelfrattempo, Lorenzo continua a finanziare il mondodell’arte, incontrando il genio di artisti quali Leonardoe Michelangelo. Nell’affermare il suo potere semprepiù assoluto, però, Lorenzo si scontra con unnemico inaspettato, il frate domenicano GirolamoSavonarola, che con le sue prediche infiammail popolo di Firenze contro la tirannia dei Medici.
La parabola di un uomo in lotta con Dio, una cittàdestinata ad essere ambasciatrice della bellezza edella conoscenza nel mondo. Un grande raccontodi amore, passione, avventura e libertà percelebrare gli anni più importanti del Rinascimentoitaliano.
L’AMICA GENIALE – STORIA DEL NUOVO COGNOME
Scritto da Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci, Saverio Costanzo
Tratto dal secondo libro della quadrilogia di Elena Ferrante edito da Edizioni E/O
Con Margherita Mazzucco, Gaia Girace, Dora Romano, Valentina Acca, Antonio Buonanno, Anna Rita Vitolo,Luca Gallone, Gennaro De Stefano, Giovanni Amura, Federica Sollazzo, Fabrizio Cottone, Eduardo Scarpetta,Francesca Pezzella, Ulrike Migliaresi, Christian Giroso, Francesco Serpico, Giovanni Buselli, Elvis Esposito,Alessio Gallo, Emanuele Valenti, Fabrizia Sacchi, Sarah Falanga, Imma Villa, Francesco Russo
Regia di Saverio Costanzo, Alice Rohrwacher
Una produzione Fandango-Wildside, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside
e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction,
in collaborazione con HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia
Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com
Serie evento in 4 serate – Drama
Gli eventi del secondo capitolo de L’amica genialeriprendono esattamente dal punto in cui è terminatala prima stagione. Lila ed Elena hanno sedici annie si sentono entrambe in un vicolo cieco. Lila si èappena sposata ma, nell’assumere il cognome delmarito, ha l’impressione di aver perso sé stessa.
Elena è ormai una studentessa modello ma,proprio durante il matrimonio dell’amica, ha capitoche non sta bene né nel rione né fuori. Nel corso diuna vacanza a Ischia le due amiche ritrovano NinoSarratore, vecchia conoscenza d’infanzia diventatoormai studente universitario di belle speranze.
L’incontro apparentemente casuale cambierà persempre la natura del loro legame, proiettandolein due mondi completamente diversi. Lila diventaun’abile venditrice nell’elegante negozio di scarpedella potente famiglia Solara al centro di Napoli;Elena, invece, continua ostinatamente gli studi edè disposta a partire per frequentare l’università aPisa. Le vicende de L’amica geniale ci trascinanonella vitalissima giovinezza delle due ragazze,dentro il ritmo travolgente con cui si tallonano, siperdono, si ritrovano.
LA VITA PROMESSA 2
Soggetto originale di Laura Toscano, Franco Marotta
Scritto da Franco Bernini, Simona Izzo
Con Luisa Ranieri, Francesco Arca, Miriam Dalmazio, Thomas Trabacchi, Giuseppe Spata, Vittorio Magazzù
Regia di Ricky Tognazzi
Una coproduzione Rai Fiction-Picomedia, prodotta da Roberto Sessa
Serie evento in 3 serate – Period drama
Dopo il grande successo della prima stagione,le drammatiche vicende dei Rizzo, una famigliadi emigrati siciliani nel sobborgo italiano diManhattan, proseguono in uno dei capitoli più buidella storia americana: la Grande Depressione.
Carmela e i suoi figli affrontano questi anni difficilicon il coraggio di sempre: una lotta interna allecomunità di immigrati dà vita a un’ondata di sfratticontro cui Carmela combatte, incalzata da Rosa,la nuora che ha ereditato la passione politica delprimo figlio di Carmela, Michele, ucciso per ordinedi Spanò, e da cui la ragazza ha avuto un figlio.
Ma i contrasti tra donna Carmela e Rosa nonmancano e finiscono per provocare la sparizioneinspiegabile di Rocco, il fratello menomato deiRizzo, l’unico che ancora viveva con la madre.
Carmela è preda di una solitudine inguaribile,quando ritorna dall’Italia Amedeo Ferri, mentoredella famiglia Rizzo e galante corteggiatore, prontodi nuovo a starle vicino e a sostenerla in tutto, conla segreta speranza di conquistare definitivamenteil suo cuore. Tra melodramma fiammeggiante egangster movie, un nuovo classico che fonde latradizione del neorealismo con l’immaginario delcinema di genere italoamericano e mette al centrouna figura di madre combattiva ma non per questobuona a tutti i costi.
LA GUERRA È FINITA
Scritto da Sandro Petraglia con la collaborazione di Michela Straniero, Eleonora Bordi, Lorenzo Bagnatori
Con Michele Riondino, Isabella Ragonese, Valerio Binasco, Carmine Buschini, Federico Cesari
Regia di Michele Soavi
Prodotto da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar in collaborazione con Rai Fiction
Serie evento in 4 serate – Storico
La guerra è finita (liberamente ispirata a personaggie fatti realmente accaduti in Italia e in Europa) iniziapoco dopo la Liberazione, nei mesi in cui, dopo latragedia dei campi di sterminio, i pochi sopravvissutitornano a casa. Tra questi, anche qualcuno che nontroverà più nessuna famiglia ad attenderlo: bambinie bambine, ragazzini e ragazzine, adolescenti chehanno visto e vissuto l’orrore. Questa storia parla diloro. E di alcuni adulti coraggiosi che aiutano questiragazzi a tornare lentamente alla vita, all’internodi un istituto improvvisato e privo di risorse. Qui,in un’Italia provata, miserabile, ridotta in macerie,bambini e ragazzi italiani e stranieri scopronoil rispetto reciproco, la solidarietà, la voglia digiocare, studiare, lavorare, amare, e raccontare laloro perduta umanità. Per farlo, dovranno primaattraversare dure prove e sconfiggere i loromostri interiori. Il filosofo Adorno scrive che dopoAuschwitz è impossibile scrivere poesie. Le storiedi vita di questi ragazzi furono la nuova poesia.
RAI1
COMING OF AGE
OGNUNO È PERFETTO
Scritto da Fabio Bonifacci
Con Edoardo Leo, Cristiana Capotondi, Piera Degli Esposti nel ruolo di “Emma”, Gabriele Di Bello,
con la partecipazione speciale di Lele Vannoli, con la partecipazione di Nicole Grimaudo
Regia di Giacomo Campiotti
Una coproduzione Rai Fiction-Viola Film, prodotta da Alessandro Passadore,
in collaborazione con Direzione Produzione TV – Centro Produzione Rai di Torino
Serie in 3 serate – Dramedy
Dal pluripremiato format belga Tytgat Chocolat,una storia di amore e diversità. Rick ha ventiquattroanni, la sindrome di Down e gli stessi sogni di tuttii ragazzi della sua età. Dopo anni di finti tirocinie stage fasulli, ciò che desidera più di ogni altracosa è trovare un vero lavoro. Ivan, suo padre, haappena ceduto l’attività per dedicargli più tempoe decide di affiancarlo nella difficile ricerca di unimpiego. Finalmente dopo tanti “no” e molti “lefaremo sapere”, Rick corona il suo sogno: Miriam,la proprietaria di una piccola fabbrica di cioccolatogli dice “si” e lo assume per lavorare nel repartopackaging dell’azienda di famiglia. Voluto e creatoda Miriam, il reparto è interamente affidato a unteam di ragazzi disabili: ognuno di loro ha il compitodi comporre particolari scatole di cioccolatini cherendono unico il marchio di fabbrica. Ora, felice piùche mai, Rick dà una svolta alla sua vita: ha un lavoro,dei nuovi amici e scopre l’amore. Tra un cioccolatinoe l’altro, si innamora perdutamente di Tina, unaragazza albanese con la sindrome di Down chelavora con lui e che ricambia con profondità il suosentimento. Ma quando il passato della mamma diTina, Katarina, riemerge brutalmente e le costringea lasciare definitivamente l’Italia, inizia per Rickuna nuova, grande avventura e con i suoi amicidel reparto packaging parte per recuperare il suoamore.
PEZZI UNICI
Scritto da Donatella Diamanti, Isabella Aguilar, Fabrizio Lucherini, Cinzia TH Torrini
Con Sergio Castellitto, Irene Ferri, Fabrizia Sacchi, Leonardo Pazzagli, Anna Manuelli, Moisé Curia,
Lucrezia Massari, Carolina Sala, Margherita Tiesi, Lorenzo De Moor, con Marco Cocci, Renato Marchetti,
Katia Beni, Antonio Zavatteri, Sandra Ceccarelli, Andrea Muzzi e con Giulio Berruti,
con l’amichevole partecipazione di Loretta Goggi, con la partecipazione di Giorgio Panariello
Regia di Cinzia TH Torrini
Una coproduzione Rai Fiction-Indiana Production,
prodotta da Fabrizio Donvito, Benedetto Habib, Marco Cohen,
in collaborazione con Cassiopea Film Production
Serie in 6 serate – Mistery drama/coming of age.
PEZZI UNICI
Scritto da Donatella Diamanti, Isabella Aguilar, Fabrizio Lucherini, Cinzia TH Torrini
Con Sergio Castellitto, Irene Ferri, Fabrizia Sacchi, Leonardo Pazzagli, Anna Manuelli, Moisé Curia,Lucrezia Massari, Carolina Sala, Margherita Tiesi, Lorenzo De Moor, con Marco Cocci, Renato Marchetti,Katia Beni, Antonio Zavatteri, Sandra Ceccarelli, Andrea Muzzi e con Giulio Berruti,
con l’amichevole partecipazione di Loretta Goggi, con la partecipazione di Giorgio Panariello
Regia di Cinzia TH Torrini
Una coproduzione Rai Fiction-Indiana Production,
prodotta da Fabrizio Donvito, Benedetto Habib, Marco Cohen,
in collaborazione con Cassiopea Film Production
Serie in 6 serate – Mistery drama/coming of age
RAI1
FAMILY CON IBRIDAZIONE DI GENERE
LA STRADA DI CASA – SECONDA STAGIONE
Scritto da Andrea Valagussa, Mauro Cristiani, Maura Nuccetelli, Elisa Zagaria, Francesco Arlanch,
Donatella Diamanti, Francesco Balletta
Con Alessio Boni, Lucrezia Lante della Rovere, Sergio Rubini, Eugenio Franceschini, Benedetta Cimatti,Christiane Filangieri, Sabrina Martina, Marco Di Natale, Silvia Mazzieri, Roberta Caronia,Massimo Poggio, Roberto Gudese
Regia di Riccardo Donna
Una coproduzione Rai Fiction-Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi
Serie in 6 serate – Mistery drama
La seconda stagione de La strada di casa si aprecon nuovi misteri da svelare. Fausto, uscito dalcarcere dopo aver scontato una pena di tre anni peruna truffa nell’importazione di bovini non certificati,deve far fronte a un nuovo incubo. Viene sorpresosulla scena di un delitto. Si professa innocente, ma ildeterminatissimo commissario Concetta Leonardifatica a credergli: tutti gli indizi portano a lui. Ancheperché quel delitto è preceduto da un altro misteroche coinvolge il primogenito di Fausto, Lorenzo,imprenditore del birrificio artigianale Morra, ela sua promessa sposa Irene alla vigilia del loromatrimonio. Irene, infatti, non si è presentata allacelebrazione del rito in chiesa, è scomparsa senzalasciare tracce la notte prima delle nozze. La vitadi cascina Morra, dopo anni, è di nuovo sconvoltada eventi inspiegabili. Ma cosa ha a che fare lascomparsa di Irene con l’omicidio di cui è accusatoFausto? Perché Lorenzo sembra nascondereun segreto? Baldoni, che è come un padre perIrene, riabilitato nel suo grado di capo del distrettoveterinario di Fara, non si dà pace. Ma questavolta è al fianco di Fausto nella ricerca della verità.
Nuovi personaggi movimentano la vita di cascinaMorra, tra questi lo spregiudicato manager ValerioCosta, che entrerà nella gestione del birrificio.
Gloria, perno della famiglia, dovrà fare i conti conun’insospettabile fragilità, mentre Milena saràtravolta da un amore tormentato. La ribelle Viola,in bilico tra i fantasmi del passato e il suo talentoartistico, si troverà suo malgrado coinvolta nellevicende di Mauro, giovane ex-compagno di cella diFausto integrato nella comunità di cascina Morra. Inun crescendo di emozioni e colpi di scena i misterisi intrecceranno in una storia dal ritmo incalzantefino a sciogliersi in un finale sorprendente.
VIVI E LASCIA VIVERE
Scritto da Monica Rametta, Valia Santella, Giulia Calenda, Marco Pettenello, Camilla Paternò,
con la collaborazione di Pappi Corsicato
Con Elena Sofia Ricci, Antonio Gerardi, Silvia Mazzieri, Carlotta Antonelli, Giampiero De Concilio,
con la partecipazione di Massimo Ghini
Regia di Pappi Corsicato
Una coproduzione Rai Fiction-Bibi Film Tv, prodotta da Angelo Barbagallo
Serie in 6 serate – Dramedy
Ogni famiglia ha i suoi segreti. E la famiglia Ruggerone ha uno enorme, di cui solo Laura è al corrente.
Laura, cinquant’anni portati con sfrontatezza,lavora come cuoca all’interno di una mensa, hadue figli adolescenti, un’altra figlia più grande conla quale ha un rapporto complicato e conflittuale eun marito, Renato, con cui è sposata da vent’anni eche suona a bordo delle navi da crociera. Una vitaapparentemente come tante fino al giorno in cui, diritorno da un misterioso viaggio, Laura convoca ifigli per dare loro una terribile notizia: il padre è mortoin un incendio a Tenerife, di lui non è rimasto checenere. Ed è da quella cenere, dal mistero di quellamorte, che la vita di Laura riprende, cambia, cresce,fino a diventare una riscossa di indipendenza dagliuomini e dal mero ruolo di moglie e madre. Laurasi reinventa un lavoro, che trasforma in una vera epropria impresa al femminile, mentre il suo passatomisterioso e insospettabile si riallinea al presente. Ilgrande amore mai vissuto, un uomo affascinantema ambiguo, implicato in affari poco puliti, comparea stravolgere il già fragile equilibrio riportando nellavita di Laura l’amore, ma anche la diffidenza, lapaura e infine mettendo concretamente in pericololei e i suoi figli. Il segreto custodito con tenacia daLaura verrà scoperto suo malgrado e il terremotoemotivo che ne segue rischierà di spazzare viatutta la famiglia, come in una tempesta. Un lightdrama ambientato a Napoli che contamina il familyclassico con venature noir, con il tocco di un registadalla forte personalità che rilegge il protagonismodi Elena Sofia Ricci in una chiave inattesa eantieroica.
ANGELA
Scritto e diretto da Andrea Porporati, Maria Porporati
Con Vanessa Incontrada, Giuseppe Zeno, Sebastiano Somma, Crystal Deglaudi, Tancredi Testa,
Katia Ricciarelli, Ivan Franek, Simone Montedoro, Marco Cocci
Prodotto da Matteo Levi per 11 Marzo Film in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 3 serate – Action thriller
Angela ha perso il figlio Matteo di nove annida pochi mesi, in un incidente stradale. Unatragedia che l’ha spezzata e ha condizionatoper sempre il suo carattere solare ed empatico.
Si rifugia nella casa di famiglia in un paesino suun’isola dell’arcipelago toscano, dove Elena, unamisteriosa vicina, la convince a ospitare per unanotte i suoi bambini, Bruno e Valentina. Quellache doveva essere una nottata tranquilla si rivelal’inizio di un incubo: Angela assiste all’omicidio diElena per mano di un uomo spietato, un esecutore,forse un mercenario, e intraprende una fuga
disperata per salvare sé stessa e i bambini. Inquesta travagliata avventura, Angela si imbattein una serie di personaggi: il capitano Sforza, unafigura ambigua e temibile; Elisa, una cantante liricadecaduta che vive in una baracca sul Tevere e cheaiuterà Angela e i bambini a nascondersi; e il suoex marito, Lino, a cui Angela non ha mai perdonatol’incidente in cui è morto Matteo. Angela vieneaccusata ingiustamente della morte di Elena edè costretta a fuggire ancora, attraverso l’Italia, danord a sud, ricercata dalla polizia e inseguita daikiller, per salvare quei due bambini che appenaconosce. È un viaggio pericoloso, ma anche teneroe purificatore. Grazie anche al misterioso Kim,l’uomo che la madre dei bambini aspettava, Angelatroverà la strada per metterli in salvo. A metà traroad movie e favola nera, una storia popolaremoderna che racconta l’esperienza riparativa diuna donna rispetto alla sua maternità perduta.
VITE IN FUGA
Scritto da Filippo Gravino, Guido Iuculano, Giacomo Bendotti, Eleonora Cimpanelli,
Flaminia Gressi, Davide Serino
Con Claudio Gioè, Anna Valle, Barbora Bobulova, Francesco Arca, Giorgio Colangeli,
Tobia De Angelis, Tecla Insolia
Regia di Luca Ribuoli
Una coproduzione Rai Fiction-PayperMoon Italia, prodotta da Mario Mauri
Serie in 6 serate – Family, thriller
Claudio Caruana è un dirigente del Banco SanMauro di Roma, sposato da vent’anni con Silvia epadre di due figli adolescenti, Alessio e Ilaria. Daqualche tempo Claudio è sotto indagine per unoscandalo finanziario legato alla sua banca, che haprovocato il suicidio di alcuni clienti. Un collega,Riccardo, viene trovato ucciso e molti indizi gravanosu Claudio, il quale viene minacciato ripetutamenteassieme alla famiglia. Per sottrarsi alle minacce,scoprire la verità sull’omicidio di Riccardo eriabilitare il proprio nome, Claudio accetta l’aiuto diCosimo Casiraghi, ex-responsabile della sicurezzadi grandi aziende, che offre ai Caruana identitàfittizie e un futuro nuovo di zecca, da iniziarelontano, sotto mentite spoglie, tra i monti dell’Alto Adige. Per la prima volta la famiglia Caruana ècostretta a vivere davvero insieme, lontana dagliagi e dalle distrazioni di Roma e a ripartire da zerosu tutto. Vengono a galla sentimenti inespressi,incomprensioni, conflitti, incompatibilità. Maanche gioie, occasioni nuove per volersi bene ericominciare a conoscersi. A Roma, intanto, unapoliziotta scomoda dalla vita disastrosa è sulleloro tracce: è l’unica convinta che Claudio abbiainscenato la morte per sfuggire alle sue colpe.
Un family-thriller che per la prima volta ibrida duegeneri apparentemente distanti, dove le tenerezzedella vita quotidiana e domestica si fondono conun alto grado di suspense e dove il vero pericolo sinasconde nei rapporti familiari.
RAI 1 THRILLER E CRIME
Scritto da di Salvatore Basile, Valerio D’Annunzio, Alessandro Angelini, Antonio Piazza, Fabio Grassadonia
Ispirato ad una storia vera
Con Giuseppe Fiorello
Regia di Alessandro Angelini
Prodotto da Roberto Sessa per Picomedia in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 4 serate – Action crime
Giovanni è un motorista nautico talentuoso, haun passato nelle gare off-shore e un presente dacostruttore di barche alla foce del Magra. Lo sannotutti che è il migliore e lo sanno anche dei clientiparticolari a cui farebbero comodo gommoni checorrono più delle motovedette dei Carabinieri e dellaPolizia. Giovanni mangia la foglia e chiede a Mario,suo amico poliziotto, come deve comportarsi. La Polizia sta seguendo quel traffico criminale da tempoe propone a Giovanni di collaborare offrendogliprotezione. Così Giovanni, suo malgrado, si ritrova adindossare i panni di infiltrato speciale nella malavita, acostruire e guidare barche dedite al narcotraffico e afrequentare i boss spagnoli che gli commissionanogli scafi. Su tutti il giovanissimo Aurelio, geniale eastuto capo indiscusso dell’organizzazione, che siaffeziona a Giovanni come a un fratello. Un legamepericoloso come l’abbraccio di un serpente. E così lasua vita si sdoppia. Giovanni è costretto a dire bugieai suoi affetti, ai suoi operai e a invischiarsi sempre dipiù in una spirale di continui compromessi. La suamissione è chiara: spiare i narcotrafficanti e rivelaretutto alla Polizia. Ma quando in un’operazione in marefra Italia e Spagna qualcosa va storto e Giovanniviene arrestato dalla Polizia francese, la Poliziaitaliana non rivendica la sua copertura. Il meccanicosa che se parla o dichiara la sua vera identità è unuomo morto e gli rimane una sola scelta: affrontarecon coraggio l’inferno delle galere francesi. Giovannitrascorre otto mesi in prigione per poi tornare acasa con la reputazione distrutta, lasciato solo dallafamiglia e con un conto in sospeso con chi non l’hatutelato. Ma alla sua porta, puntuale come l’orologiodel diavolo, torna a bussare Aurelio. Ha ancorabisogno di lui, del suo fratello italiano, che ha tenutola bocca chiusa. Anche la Polizia gli chiede un ultimoaiuto, poi potrà ricominciare a vivere. Cosa faràGiovanni? Il meccanico sa che per uscire da questatrappola potrà contare solo sulle sue forze.
BELLA DA MORIRE
Scritto da Filippo Gravino, Flaminia Gressi, Davide Serino
Con Cristiana Capotondi, Matteo Martari, Lucrezia Lante della Rovere, Margherita Laterza, Benedetta Cimatti,
Gigio Alberti, Elena Radonicich, Paolo Sassanelli, Anna Ferruzzo, Fausto Maria Sciarappa, Denis Fasolo
Regia di Andrea Molaioli
Prodotto da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Claudia Aloisi
per Cattleya in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 4 serate – Giallo
Eva Cantini, ispettrice di polizia, è una donnaforte che, per paura di soffrire, vive la vita sempreall’attacco. Gioia Scuderi, la reginetta dai sogniinfranti, è la più bella ragazza del paese che vienetrovata morta in fondo al lago. Due donne lontaneEva e Gioia, eppure misteriosamente legate da unfilo invisibile. Un omicidio che ha contorni pericolosie ipnotici come le rive di quel lago. Un’alleanzatra donne diverse – un detective, un magistratoe un medico legale – per cercare la verità e daregiustizia a una ragazza diversa da tutte le altre, lacui unica colpa era amare e voler essere amata.
Lo stesso desiderio che Eva per la prima volta sitroverà a provare per un uomo che sembra giustoe che invece si rivela sbagliato. Bella da morire èuna storia di uomini contro le donne, che scavanella carne e nelle paure della società di oggi.
Un’indagine che esplora e scardina i pregiudizi ele convinzioni comuni, a partire da quelli della suaprotagonista.
IO TI CERCHERÒ
Scritto da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Monica Rametta, Massimo Bavastro
Con Alessandro Gassmann, Maya Sansa, Andrea Sartoretti, Luigi Fedele
Regia di Gianluca Maria Tavarelli
Una coproduzione Rai Fiction-Publispei, prodotta da Verdiana Bixio
Serie in 4 serate – Giallo
Io ti cercherò racconta l’indagine di un padre sulpresunto suicidio del figlio. La ricerca della verità suuna morte che non è ciò che sembra si rivelerà perValerio una corsa a ostacoli per ottenere giustizia,ma anche l’ultima occasione per fare i conti con ilproprio passato, come uomo e come padre. Unadolorosa rinascita per ritrovare un legame chenemmeno la morte può spezzare.
Un padre e un figlio. Valerio è un ex-poliziottodisilluso, espulso dalla Polizia in circostanze pocochiare; lavora come benzinaio di una piccola cittàdel centro Italia, dove si è trasferito per lasciarsitutto alle spalle. Ettore, ventitré anni, è un ragazzoribelle e idealista il cui corpo senza vita vieneritrovato sulle rive del Tevere. La morte del giovaneè subito archiviata dalle autorità come suicidio.
È un dolore immenso per Valerio: i rapporti consuo figlio erano diventati difficili negli ultimi tempi, ilcarattere impetuoso di entrambi aveva creato unadistanza incolmabile. Quando Valerio è sul puntodi rintanarsi una volta per tutte nella sofferenzadei ricordi, giunge inattesa la telefonata di unasua ex-collega, Sara. Secondo lei molte cosenon quadrano nel suicidio di Ettore e troppe sonole stranezze nella ricostruzione dei fatti. Valeriodecide di tornare a Roma per scoprire la verità sullamorte del figlio. Ospite in periferia a casa di suofratello Gianni (anche lui poliziotto) e della cognataLisa, torna a muoversi in quella città livida e asprache ormai lo tratta come un estraneo. Ad aiutarlonelle indagini c’è Sara, l’amore del passato che hadovuto allontanare ma che non ha mai dimenticato;e Martina, la fidanzata di Ettore, che lo accompagnanel doloroso viaggio alla riscoperta del figlio: unragazzo generoso e altruista, uno che la vita laamava con tutto se stesso e che di certo non sisarebbe mai ucciso. Valerio nel corso dell’indagineè anche costretto a fare i conti con il suo passatoe con il tormentato rapporto con suo figlio. Ettore,anche se diverso, era come lui: un giovane uomoche lottava fino in fondo per le cose in cui credeva,che combatteva a testa alta contro le ipocrisie e leingiustizie. Valerio scoprirà che proprio questa setedi verità ha portato Ettore vicino a persone che perproteggere i loro miseri interessi non hanno esitatoa eliminarlo, come ora non esitano a fare di tuttoaffinché la verità non venga fuori.
RAI1
POLIZIESCO D’AUTORE
ROCCO SCHIAVONE – TERZA STAGIONE
Scritto da Antonio Manzini e Maurizio Careddu
Tratto dal romanzo Fate il vostro gioco e dai racconti L’eremita e L’accattone di Antonio Manzini,
editi da Sellerio Editore
Con Marco Giallini, Isabella Ragonese, Ernesto D’Argenio, Claudia Vismara, Christian Ginepro,
Massimiliano Caprara, Gino Nardella, Alberto Lo Porto, Massimo Reale, Filippo Dini, Massimo Olcese,
Lorenza Indovina, Valeria Solarino
Regia di Simone Spada
Una coproduzione Rai Fiction-Cross Productions-Beta Film, prodotta da Rosario Rinaldo
Serie in 4 serate – Procedural
Approdano su Rai1, dopo il grande successo delleedizioni precedenti, le indagini del vicequestoreRocco Schiavone con quattro nuovi episodi. Levicende prendono il via dal finale drammaticodella seconda stagione. Rocco è in profonda crisiesistenziale per il tradimento di Caterina, l’unicapersona a cui ha aperto il suo cuore. Sembraessere stato abbandonato anche dai suoi amici,che ormai vedono in lui più la figura dello “sbirro”che quella dell’amico. Rocco però va avanti econtinua a indagare sulle umane disgrazie, chespesso coinvolgono gli ultimi, gli sconfitti. Preti chenascondono segreti, barboni che si azzuffano peruna manciata di verdura lasciata sui marciapiedidel mercato, croupier che sul tavolo da giocoabbandonano più di qualche fiches. Dopo il ripudioda parte dei suoi amici di Roma e il tradimento diCaterina, Rocco comprende quanto sia amara lasolitudine, appena consolato dalla presenza delladolce cagnolina Lupa e del giovane vicino di casaGabriele, che Rocco cerca sempre di proteggere.
A tenere alto il livello delle ‘rotture’ ci pensanocome sempre gli stolidi poliziotti della sua squadra:D’Intino e Deruta, Casella, ma anche il giovane ItaloPierron, che sembra nascondere un segreto, e ilitigi tra il medico legale Fumagalli e la responsabiledella scientifica Michela Gambino – discussioni cheassumono sempre più il carattere di impacciateschermaglie amorose. Poi ci sono le donne: chesiano signore borghesi o prostitute, ma il ricordodella moglie Marina non lo abbandona mai.
IMMA TATARANNI – SOSTITUTO PROCURATORE
Scritto da Salvatore De Mola, Luca Vendruscolo, Mariolina Venezia, Michele Pellegrini, Pier Paolo Piciarelli
Tratto dai romanzi Come piante tra i sassi, Maltempo, Rione Serra Venerdì di Mariolina Venezia, editi da Einaudi
Con Vanessa Scalera, Alessio Lapice, Massimiliano Gallo, Barbara Ronchi, Alice Azzariti, Carlo De Ruggeri,Ester Pantano, Antonio Gerardi, Monica Dugo, Dora Romano, Lucia Zotti, Carlo Buccirosso, Cesare Bocci,Giuseppe Zeno, Giorgio Colangeli, Tony Laudadio, Francesco Foti, Daphne Scoccia, Paolo Sassanelli,Michele De Virgilio, Nicola Rignanese
Regia di Francesco Amato
Una coproduzione Rai Fiction-ITV Movie, prodotta da Beppe Caschetto e Anastasia Michelagnoli
Serie in 6 serate – Giallo, drama
Dai fortunati romanzi di Mariolina Venezia, il debutto su Rai1 di una nuova star che non può passareinosservato. Imma Tataranni non è un sostitutoprocuratore qualsiasi. È scomoda come a voltela verità e ostinata come una pianta che crescetra i sassi. Imma non la puoi non notare. Per gli abitimaculati e colorati che indossa; per il passo decisocon cui guadagna i corridoi della Procura di Matera;per il suo andare dritto al sodo senza perdersi inchiacchiere, senza fare sconti a nessuno. Ed è cosìnei casi giudiziari come nel cambio di stagione;con i probabili colpevoli come col marito, la figlia, lasuocera. Insomma, Imma non la puoi non ammirare.
Di tempo da buttare lei non ne ha e non si perde maid’animo. La vita non le ha regalato niente ed è perquesto che non ama i privilegi e le scorciatoie, cheinfatti condanna ogni volta che può. È ovviamenteincorruttibile, implacabile, dissacrante, ma non lemancano l’ironia, la compassione, la tenerezza.
Imma vive a Matera: luogo arcaico rivolto al futuro,terra ricca di storie e cultura raccontate con fineironia e ostinato attaccamento. In questo scenarionaturale e umano, Imma indaga attorniata da unafolla di personaggi curiosi, destreggiandosi trail Procuratore capo, il bell’appuntato Calogiuri, ilpolemico anatomopatologo, i coloriti maresciallidi zona, suocera, marito e figlia. Imma indaga perportare a galla la verità, a tutti i costi, dando vita aun giallo sui generis, divertente e pungente ritrattodell’Italia di oggi.
IL COMMISSARIO RICCIARDI
Scritto da Maurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Doriana Leondeff, Viola Rispoli
Tratto dai romanzi Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti,
Vipera, In fondo al tuo cuore di Maurizio de Giovanni, editi da Einaudi
Con Lino Guanciale, Serena Iansiti, Maria Vera Ratti, Antonio Milo, Enrico Ianniello, Fabrizia Sacchi,
Nunzia Schiano, Peppe Servillo, Mario Pirrello, Adriano Falivene, Massimo De Matteo,
Susy Del Giudice, Marco Palvetti
Regia di Alessandro D’Alatri
Una coproduzione Rai Fiction-Clemart, prodotta da Massimo Martino
Serie in 6 serate – Giallo, storico
Dal fortunatissimo ciclo di romanzi di Maurizio deGiovanni, tradotti in tutto il mondo, le indagini delcommissario Ricciardi, una delle più innovativefigure di detective del poliziesco italiano. Napoli,1932. Luigi Alfredo Ricciardi ha trent’anni ed ècommissario della Mobile. Catturare gli assassiniè la vocazione e l’ossessione di Ricciardi, che siporta dentro un terribile segreto, una maledizioneereditata dalla madre: vede il fantasma dellepersone morte in modo violento. Come si puòinvitare una donna a condividere la vita con unuomo tormentato dai fantasmi dei morti, chegli sussurrano per giorni e giorni il loro ultimopensiero? Per questo Ricciardi si dedica in modototalizzante al suo lavoro, indagando sui casi piùspinosi e complicati. Gli manca la maggior partedegli strumenti usati oggi per risolvere i delitti, ma èdotato di straordinarie doti intuitive, di un’ossessivatenacia ed è come guidato dalle ultime paroledelle vittime, che sembrano sollecitarlo a cercaregiustizia. Ricciardi è circondato da un’aura dimistero, che allontana i suoi colleghi: sia il direttosuperiore, Garzo, sia i subordinati. Uniche eccezioni,il brigadiere Maione e il medico legale Modo, suoistretti collaboratori: di loro si fida e li considera suoiamici. La sua solitudine, che divide con l’anziana
tata Rosa, è scalfita dall’incontro con due donne,diverse ma ugualmente affascinanti. Una, Enrica,incarna la quieta normalità degli affetti familiaricui Ricciardi aspira; l’altra, Livia, rappresenta lasensualità e la passione, da cui si sente attratto.
Quale delle due riuscirà a fare breccia nel cuoredel commissario? Una potente contaminazione digeneri – poliziesco, mistery e soprannaturale – perun racconto coinvolgente che, sullo sfondo di unaNapoli in chiaroscuro, indaga sul senso ultimo dellavita e del dolore.
RAI 1 – I GIOIELLI DI FAMIGLIA
DON MATTEO 12
Scritto da Mario Ruggeri, Umberto Gnoli, Francesco Arlanch, Viola Rispoli, Alessandro Sermoneta
Con Terence Hill, Nino Frassica, Nathalie Guetta, Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico,
Pamela Villoresi, Dario Aita
Regia di Raffaele Androsiglio, Alexis Sweet
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 serate – Giallo, commedia
Dopo il successo delle precedenti stagioni, a ventianni dal suo esordio su Rai1, torna Don Matteoe si rinnova ancora, proponendo dieci film da100’ che hanno come tema conduttore i diecicomandamenti. Al centro sempre Don Matteo, laCapitana e il Maresciallo Cecchini, un triangolocapace di creare un racconto dove risate, emozionie commozione convivono, dando vita ad un mondounico. Accanto a loro, in ogni puntata, importantiguest star, tra cui anche Tommasi. Tante le novità:avevamo lasciato Anna e Marco felici e innamorati,pronti a impegnarsi e cambiare l’una per l’altro. Male cose non vanno sempre come si desidera. Lo sabene Anna che, delusa dal comportamento del PMNardi, mette in dubbio il loro amore. Sono davverofatti l’una per l’altro? A complicare le cose, l’arrivoa Spoleto di Sergio, un trentenne affascinantee misterioso dal passato oscuro, che spingeAnna ulteriormente in crisi. In canonica, Sofia fa iconti con una situazione difficile, che la costringea confrontarsi con una realtà più grande di leilegandola indissolubilmente a Jordi, un ragazzodella sua scuola emarginato e bullizzato, ma chesembra disposto a tutto per realizzare il suo sogno,il ballo. E se Sofia deve crescere, Ines, una bambinadi sei anni con una storia dolorosa alle spalle, deveimparare a vivere con spensieratezza la sua infanziae, con l’aiuto di Don Matteo, Anna e Marco, a farepace col suo passato. Don Matteo come semprerimane per tutti un punto di riferimento anche nellesituazioni più critiche, capace di infondere una verasperanza.
UN PASSO DAL CIELO 5
Scritto da Mario Ruggeri
Con Daniele Liotti, Enrico Ianniello, Pilar Fogliati, Matteo Martari, Gianmarco Pozzoli, Rocio Munoz Morales,
Beatrice Arnera, Jenny de Nucci, Matteo Giuggioli
Regia di Jan Michelini, Raffaele Androsiglio, Cosimo Alemà
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 serate – Giallo, drama
Torna su Rai1 Francesco Neri, il comandante dellaForestale di San Candido. Lo abbiamo lasciato aguardare il cielo sulla sua casa sospesa sul lagodi Braies, accanto a Emma Giorgi, la donna cheama. Un grande happy end se non fosse che inquesta nuova stagione ritroveremo Neri da solo,senza Emma e in compagnia di una nuova donna.
Che fine ha fatto Emma? La ritroviamo in carcere a parlare con il Maestro, l’uomo che ha ucciso lamoglie di Neri. Perché parla con lui chiedendo ilsuo aiuto? Il Maestro sembra disposto a tutto pervendicarsi del forestale, anche a colpirlo negli affetti più profondi, portandogli via la cosa più preziosa:
suo figlio. Un figlio scomparso che Francesco nonsapeva neanche di avere. Torna anche VincenzoNappi. Il nostro poliziotto sta diventando padre. Èil momento più felice della sua vita. Peccato cheEva invece non riesca nemmeno a prendere inbraccio la figlia appena nata. È solo un momentodi stanchezza dopo il parto? Nappi sembra esserenato per la paternità, ma Eva è pronta a fare lamadre e a crescere insieme a lui la bambina?
Oppure vuole fare altro della sua vita? Ed è proprioin questo momento di difficoltà che entra in scenaValeria Ferrante, una nuova forestale dal passatoburrascoso che si trasferisce a vivere, insiemea Vincenzo e alla bambina, nella foresteria dellacaserma. Valeria dovrà prendersi cura della nipoteIsabella, un’adolescente timida e ingenua. E così laforesteria diventerà la casa di una strana famigliaallargata che porterà sorrisi, incomprensioni e, perVincenzo, forse qualcosa in più.
NERO A METÀ 2
Scritto da Donatella Diamanti, Maria Grazia Cassalia, Francesca De Lisi
Con Claudio Amendola, Miguel Gobbo Diaz, Fortunato Cerlino, Rosa Diletta Rossi, Nicole Grimaudo,
Angela Finocchiaro, Eugenio Franceschini, Antonia Liskova, Alessandro Sperduti,
Margherita Vicario, Alessia Barela
Regia di Marco Pontecorvo, Luca Facchini
Una coproduzione Rai Fiction-Cattleya, prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini,
Marco Chimenz, Claudia Aloisi
Serie in 6 serate – Giallo, drama
Dopo i brillanti risultati della prima stagione,l’ispettore Carlo Guerrieri, con la sua caricadi umanità e ironia, ritorna protagonista di unpoliziesco metropolitano che racconta i colori e lecontraddizioni dell’Italia contemporanea. Proprioquando la vita di Guerrieri sembra aver preso unapiega tranquilla il destino si diverte a stravolgerlae lo costringe a rimettere tutto in discussione.
Il giorno prima del suo matrimonio è, infatti, iltestimone degli ultimi istanti di vita di un giovanepoliziotto investito da un pirata della strada.
Sembra una tragica fatalità, invece è solo l’inizio diuna serie di omicidi misteriosamente collegati chegiungono a minacciare tutta la squadra di RioneMonti. Marta, la madre del poliziotto investito,irrompe prepotentemente nella vita di Carlochiedendogli aiuto nella ricerca della verità ma, inrealtà, pretendendo molto di più. Per combattereun avversario abile e insidioso, Carlo deve allearsicon il suo miglior nemico: il giovane e ambiziosovice ispettore Malik Soprani. Ancora una volta i loroattriti e le loro differenze sollevano interrogativi sullacomplessità delle scelte morali e contribuisconoalla risoluzione delle indagini. Il ritorno a MedicinaLegale di Alba, la figlia di Carlo, sconvolge anchel’apparente tranquillità di Malik e lo spinge adaffrontare i propri sentimenti per la ragazza: quantoè disposto a rischiare per riconquistarla?
RAI 1 – SERIALITÀ DAILY
IL PARADISO DELLE SIGNORE DAILY – SECONDA STAGIONE
Scritto da Anna Mittone, Paolo Girelli, Dante Palladino, Cristiano Testa
Con Alessandro Tersigni, Roberto Farnesi, Giorgio Lupano, Vanessa Gravina, Gloria Radulescu
Regia di Isabella Leoni, Marco Maccaferri, Riccardo Mosca, Francesco Pavolini
Produzione esecutiva: Daniele Carnacina
Una coproduzione Rai Fiction-Aurora Tv, prodotta da Giannandrea Pecorelli
Serie daily in 160 puntate
Dopo il grande successo di pubblico dellaprecedente stagione torna l’appuntamento quotidiano con Il Paradiso delle SignoreDaily. Si riconferma la centralità del temadell’emancipazione femminile, con personaggiimpegnati tanto ad affermarsi sul piano
professionale quanto nella vita privata. Il grandemagazzino per signore più amato di Milano riapredopo la pausa estiva del 1960. Gabriella, formatasia Parigi, diventa la stilista del Paradiso delleSignore e attraversa una crisi nel suo rapportocon Salvatore. Roberta, invece, è completamentetravolta dalla passione per Marcello Barbieri, ungiovane spericolato così diverso dal suo fidanzatoFederico, prossimo a rientrare a Milano. L’amoreirrealizzabile tra Nicoletta e Riccardo, come anchel’aperto conflitto col padre Umberto, determinanonel rampollo Guarnieri una crisi esistenziale che loporta a diventare un uomo cinico e spregiudicato,capace di rimettersi in gioco con un nuovo amoreper la giovane Angela. Mentre l’alleanza tra
Umberto Guarnieri e Adelaide sembra destinataa consolidarsi ulteriormente, Vittorio e Marta – chehanno coronato il loro amore con il matrimonio –
vivono il dramma dell’impossibilità di avere figli. Lafamiglia Amato si prepara ad accogliere un cuginosiciliano, Rocco, che affronterà il suo processo diemancipazione nel moderno ambiente milanesementre Agnese vivrà un’autentica rinascita,innamorandosi del capo magazziniere Armando.
A casa Cattaneo un evento imprevisto metterànuovamente in discussione il rapporto tra Luciano e Silvia.
RAI 1 – TV MOVIE
I RAGAZZI DELLO ZECCHINO D’ORO
Scritto da Ambrogio Lo Giudice, Anna Pavignano, Carlotta Veroni
Con Matilda De Angelis, Maya Sansa, Antonio Gerardi, Valentina Cervi, Simone Gandolfo
Regia di Ambrogio Lo Giudice
Una coproduzione Rai Fiction-Compagnia Leone Cinematografica,
prodotta da Francesco e Federico Scardamaglia
Tv movie – Commedia
Bologna, anni ‘60. Mimmo, nove anni, è un bambino molto vivace e poco incline allo studio. Figlio di immigrati meridionali, alla scuola preferisce la vita di strada in compagnia di suo fratello maggiore Sebastiano. Quando il bambino viene sospeso da scuola dopo l’ennesima marachella, mamma Ernestina, disperata, lo porta a un provino per un concorso canoro. Mimmo non si applica, fa fatica nella lettura e nella scrittura, ma c’è una materia in cui eccelle: la musica. Quello che ancora nessuno sa è che quel provino è l’inizio di uno spettacolo destinato a entrare nella storia: lo Zecchino d’Oro.
Mimmo viene preso insieme ad altri bambini di ogni provenienza e classe sociale. Fra questi, Gaetano, figlio di un carabiniere e di una madre ambiziosissima, e Caterina, figlia di importanti imprenditori. I tre diventano presto inseparabili e,sotto la guida della giovane Mariele Ventre, sempre più bravi. Dopo lo spettacolo, però, tutto torna comeprima e i bambini riprendono la loro vita di sempre,tristi perché non canteranno più insieme. Mariele,dispiaciuta per aver “abbandonato” i suoi ragazzi,decide allora di formare un coro stabile, che sia unavera e propria scuola di musica e di vita: il PiccoloCoro dell’Antoniano.
ENRICO PIAGGIO
Scritto da Francesco Massaro, Roberto Jannone, Franco Bernini
Con Alessio Boni, Violante Placido, Francesco Pannofino, Enrica Pintore, Beatrice Grannò,
Moisé Curia, Roberto Ciufoli
Regia Umberto Marino
Una coproduzione Rai Fiction-Moviheart, prodotta da Massimiliano La Pegna
Tv movie – Biografico
Pontedera, 1945. La fabbrica di Piaggio è inmacerie. Piaggio avverte l’enorme responsabilitàche grava sulle sue spalle: la vita di tante famigliedipende dalla sua capacità di creare nuovo lavoro.
Inizia a formarsi nella sua mente un progetto, unsogno: realizzare un mezzo di trasporto piccolo,agile ed economico, capace però di rilanciarela mobilità e dare impulso alla ripresa. La stradadell’affermazione, per Piaggio e per la sua creatura,è irta di ostacoli. Un avido finanziere, Rocchi-Battaglia, ricorre a ogni mezzo per impossessarsidella fabbrica. Piaggio capisce che il suo scooterpuò e deve diventare “l’icona della rinascita” così,quando viene a sapere che il regista americanoWilliam Wyler girerà in Italia Vacanze romane,manda Suso, una giovane e talentuosa impiegatadell’ufficio réclame, a prendere contatto con luiper convincerlo a fare della Vespa la “carrozza diCenerentola” su cui far viaggiare i due giovani einnamorati protagonisti. La storia di un imprenditoredi successo e di un bene di consumo diventatoicona, emblema del made in Italy nel mondo e diun paese che, dopo la tragedia della guerra, vuolerialzare la testa e farsi riconoscere per le sue qualità.
RAI 1 – DOCUFICTION
GIORGIO AMBROSOLI – IL PREZZO DEL CORAGGIO
A cura di Cosetta Lagani
Scritto da Pietro Calderoni, Laura Colella, Ivan Russo
Con Alessio Boni, Claudio Castrogiovanni, Dajana Roncione, Fabrizio Ferracane
Con la collaborazione di Umberto Ambrosoli
Regia di Alessandro Celli
Prodotto da Simona Ercolani per Stand By Me in collaborazione con Rai Fiction
Docufiction – Biografico
«Pagherò a caro prezzo l’incarico: lo sapevoprima di accettarlo e quindi non mi lamento affattoperché per me è stata un’occasione unica di farequalcosa per il Paese». L’11 luglio 2019 sarannopassati quarant’anni dal giorno dell’assassiniodell’eroe borghese Giorgio Ambrosoli, l’avvocatomilanese incaricato di liquidare la Banca PrivataItaliana, ucciso su mandato del banchiere MicheleSindona al termine di una lotta impari durata cinqueanni. L’obiettivo della docufiction è di raccontareuna storia che è ancora oggi un esempioincredibilmente attuale di quanto sia appagantecostruire con la propria vita la società in cui sidesidera vivere. Giorgio Ambrosoli era un uomonormale ed eroico al tempo stesso, che amava lasua famiglia, che aveva un lavoro a cui si dedicavacon passione, che credeva nel significato dellaresponsabilità e della legalità, al punto da metterleal di sopra della sua stessa sicurezza. La storia èraccontata da un punto di vista inedito, quello delsuo collaboratore più stretto, il maresciallo SilvioNovembre, voce fuori campo che ripercorre leparole tratte dal suo stesso articolo Le fatichedella legalità, conducendoci in un racconto in cuisi integrano scene di finzione, inserti di repertorio einterviste inedite, tra cui la testimonianza diretta delfiglio Umberto Ambrosoli.
STORIA DI NILDE
Scritto da Salvatore De Mola con la collaborazione di Marco Dell’Omo e di Emanuele Imbucci
Con Anna Foglietta
Regia di Emanuele Imbucci
Prodotto da Gloria Giorgianni con Tore Sansonetti e Carlotta Schininà
per Anele in collaborazione con Rai Fiction
Docufiction – Biografico
La Rai continua a raccontare le figure istituzionali che hanno dato un contributo fondamentale alla storia della nostra Repubblica e della nostra società.
È il caso di Nilde Iotti, una delle ventuno donne chehanno partecipato alla Costituente nel 1946 e primadonna ad essere eletta Presidente della Camera dei Deputati, carica che ricoprirà ininterrottamente dal 1979 al 1992. Intrecciando ricostruzione, materiale di repertorio e interviste, tra cui quella all’ex Presidente della Repubblica e Senatore a vita Giorgio Napolitano,il racconto ripercorre le tappe fondamentali della biografia di Nilde Iotti, dall’adesione alla Resistenza alla partecipazione all’Assemblea Costituente, dove fece valere alcune importanti istanze progressiste che caratterizzeranno la sua identità politica, come la proposta di far accedere le donne alla Magistratura.
Nello stesso periodo ha inizio la sua relazione sentimentale con Palmiro Togliatti, Segretario del Partito Comunista Italiano. Una storia d’amore complicata dalle circostanze, sia perché Togliatti è sposato, sia perché l’opinione pubblica, anche quella apparentemente più progressista, mostra forti resistenze moralistiche nell’accettare un sentimento nato al di fuori dal matrimonio. Con la convivenza e poi l’adozione della piccola Marisa Malagoli, sorella di un operaio morto durante una manifestazione -preziosa testimone delle vicende – Nilde Iotti e Palmiro Togliatti costituiscono la loro famiglia. Ma è dopo la morte di Togliatti, avvenuta nel 1964 che si collocano le battaglie più significative dell’azione politica di Nilde Iotti. Nel 1974, motivata da una spiccata sensibilità per gli umori e le idee che circolano nel Paese e dal suo coraggioso progressismo, la Iotti ha il merito di convincere un perplesso Enrico Berlinguer a schierare il Partito Comunista per il no al referendum abrogativo della Legge sul divorzio.
Lo stesso Berlinguer le chiederà, pochi anni più tardi, di diventare la prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente della Camera: elezione che sancisce una tappa fondamentale nella trasformazione sociale del Paese per cui hanno lottato e lottano tante straordinarie donne italiane.
PIAZZA FONTANA. IO RICORDO
Scritto da Franco Bernini con la collaborazione di Giovanni Filippetto e Francesco Miccichè
Con Giovanna Mezzogiorno
Regia di Francesco Miccichè
Una coproduzione Rai Fiction-Aurora Tv, prodotta da Giannandrea Pecorelli
Docufiction – Storico
Milano, 12 dicembre 1969. Una bomba esplode all’interno della sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura a Piazza Fontana. I morti sono diciasette e ottantotto i feriti. L’Italia è sconvolta daun atto criminoso che, a più di vent’anni dalla fine della guerra, torna ad uccidere degli innocenti,gente comune e persone perbene che si trovano all’interno della banca in occasione del tradizionale venerdì di contrattazione degli agricoltori della zona. Tra di loro c’è anche Pietro Dendena, che resta ucciso nell’esplosione. Se possiamo oggi raccontare questa storia è soprattutto grazie a sua figlia Francesca, che allora aveva solo diciassette anni e che per il resto della sua vita ha lottato insieme ai parenti delle vittime per dare un nome ai responsabili di quell’eccidio e stabilire la verità su quanto accaduto quel pomeriggio di cinquanta anni fa. Le sue parole ci consentono di ripercorrere le tappe di un iter processuale lungo e complesso, articolato in più sentenze, che alla fine – colpa dei numerosi e purtroppo efficaci depistaggi – non è riuscito a stabilire chi siano statigli effettivi responsabili della strage, ma che ha chiarito un’importante verità storica: la strage di Piazza Fontana fu l’atto inaugurale della strategia della tensione con la quale forze eversive, con la collaborazione occulta di membri deviati dello Stato, cercarono di destabilizzare le istituzioni democratiche per favorire una svolta autoritaria in Italia. Un contributo alla memoria storica del Paese che s’intreccia in modo intimo con l’amore di una figlia per suo padre.
RAI 2 -SERIE
IL CACCIATORE – SECONDA STAGIONE
Scritto da Marcello Izzo, Silvia Ebreul, Fabio Paladini
Liberamente tratto da Il Cacciatore di Mafiosi di Alfonso Sabella, edito da Mondadori
Con Francesco Montanari, Miriam Dalmazio, Edoardo Pesce, Francesco Foti, Alessio Praticò, Marco Rossetti, Roberto Citran, Francesca Inaudi, Gaetano Bruno
Regia di Davide Marengo
Prodotto da Rosario Rinaldo per Cross Productions, Beta Film in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 4 serate – Crime
Nuove puntate per la serie crime che ha brillato anche all’estero ottenendo il prestigioso premio nella categoria Best performer alla prima edizione di CanneSéries – Cannes International Series Festival. Non ha ancora avuto il tempo di realizzare la cattura di Leoluca Bagarella che SaverioBarone, procuratore antimafia di base a Palermo,
scopre il nascondiglio di Giovanni Brusca e, certo che il piccolo Giuseppe di Matteo sia ancora vivo, si mette sulle tracce del mafioso Giuseppe Monticciolo, uomo fidatissimo di Brusca. Non sache Brusca, sentendosi il fiato degli inquirenti sul collo, ha preso la sua decisione: ordina a Enzo e Vittorio Chiodo di liberarsi di Giuseppe Di Matteo.
La notizia della morte del bambino fa riemergere in Saverio gli impulsi, l’avventatezza e la furia. AdessoSaverio ha un solo scopo e lo perseguirà costi quelche costi: catturare i fratelli Brusca e i loro gregari.
VOLEVO FARE LA ROCKSTAR
Scritto da Giacomo Bisanti, Matteo Visconti, Alessandro Sermoneta, Andrea Agnello, Daniela Gambaro,
Matteo Oleotto, Valentina Santandrea
Head writer della serie Alessandro Sermoneta
Con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda, Riccardo Maria Manera,Alessia Debandi, Lorenzo Adorni, Teco Celio, Sara Lazzaro, Margherita Morchio, Matteo Lai, Ernesto D’Argenio,Fabrizio Costella, Davide Iacopini, Caterina Baccicchetto, Viola Mestriner, Diego Ribon, Anita Kravos
Regia di Matteo Oleotto
Una coproduzione Rai Fiction-Pepito Produzioni, prodotta da Maria Grazia Saccà
Serie in 6 serate – Family comedy
Olivia è una ragazza di ventisette anni in crisi esistenziale. Nella vita ha fatto tutto di corsa: prima delusione amorosa a sedici anni, in contemporanea con la prima gravidanza e poi un lavoro (visto che Nadja, sua madre, è una fricchettona persa) per diventare adulta e responsabile, per crescere da sola le sue due gemelle, Emma e Viola, e un fratello a dir poco scansafatiche e manipolatore, Eros, che nasconde a tutti di essere gay. Un incidente quasi mortale, però, le apre gli occhi sul fatto che la vita è una sola e che forse lei, in tutta questa fretta, si è persa dei passaggi. Olivia inizia a chiedersi se sia ancora in tempo per recuperare. Come un brutto raffreddore, i dubbi esistenziali di Olivia vanno a infettare tutte le persone che ha attorno, portandoli a fare e farsi domande scomode: chi è il misterioso padre delle bambine? Come è possibile fare coming out se non ti sei accettato tu per primo?Come si perdonano gli errori del passato? E come si dimostra di essere cambiati? Con i toni accesi della commedia brillante e scorretta, Volevo fare la rockstar racconta un punto di vista femminile sulla crescita e sulla maturità, ma anche una provincia italiana impoverita dalla crisi, autentica e vitale. La storia di una famiglia disfunzionale in cerca di equilibrio, ma anche un mondo insolito,quello tra i venti e trent’anni, in cui i ragazzi si devono confrontare con un mondo complesso e difficile. Nel vorticoso mare di dubbi ed errori, Olivia inizia a vivere tutto ciò che si è persa negli anni da mamma: l’innamoramento, il sesso e l’amore. E poco importa se quest’ultimo si presenta nei panni di Francesco, uno scorbutico padre di famiglia informato extralarge.
MARE FUORI
Scritto da Maurizio Careddu, Cristiana Farina, Giuseppe Fiore, Luca Monesi, Paolo Piccirillo
Con Carmine Recano, Carolina Crescentini, Valentina Romani
Regia di Carmine Elia
Una coproduzione Rai Fiction-Picomedia, prodotta da Roberto Sessa
Serie in 6 serate – Drama
C’è chi sbaglia senza volerlo, chi con premeditazione e chi pensa che l’errore sia farsi arrestare e non quello di commettere il crimine. Quando si è adolescenti tutto è relativo. Il confine tra bene e male è spesso labile come un filo sottile sul quale si vuole camminare per mettersi alla prova, per soddisfare tutti i propri desideri, senza paura. L’IPM (Istituto di Pena Minorile) ospita i ragazzi che sbagliano. Filippo è un giovane borghese, figlio e studente modello che inseguito a una notte brava uccide per uno scherzo finito male il suo migliore amico.
Carmine, un ragazzo di Secondigliano,
ha provato a fuggire da un destino già scritto che lo avrebbe costretto a una vita criminale, ma invano. Edoardo,un piccolo grande boss di sedici anni,aspetta già un figlio dalla sua ragazza.
Ciro sogna di diventare il padrone di Napoli partendo da quel carcere. Insieme a loro ci sono gli adulti che governano la struttura: Paola, l’ambiziosa direttrice;Massimo, l’appassionato comandante di Polizia Penitenziaria; Beppe, educatore idealista, che si batte per il loro futuro. Tutti cercano ogni giorno di aprire una piccola finestra su un futuro diverso da quello che quei ragazzi sono convinti debba essere il loro. Tra minacce, amori, fughe, esami di scuola, partite di pallone, risse, cadute all’inferno e inaspettate resurrezioni, la vita dentro l’IPM ha le sue regole, le sue alleanze, le sue leggi. E quando vivi in una cella che si affaccia sul mare e quel mare ogni giorno ti regala il vento e i suoi profumi è molto più difficile dire addio alla libertà.
RAI 3 – SERIALITÀ DAILY
UN POSTO AL SOLE
Scritto da Paolo Terracciano
Con Patrizio Rispo, Riccardo Polizzy Carbonelli, Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Marina Tagliaferri,Nina Soldano, Peppe Zarbo, Claudia Ruffo, Alberto Rossi, Germano Bellavia, Luca Turco,Michelangelo Tommaso, Luisa Amatucci
Regia di Stefano Amatucci, Albero Bader, Cristiano Celeste, Giosuè De Falco, Bruno De Paola, Gerardo Gallo,Monica Massa, Bruno Nappi, Vincenzo Pirozzi
Una coproduzione Rai Fiction-Fremantle, prodotta da Lorenzo Mieli,
in collaborazione con Direzione Produzione TV – Centro Produzione Rai di Napoli
Serie daily in 250 puntate
Con oltre 5300 puntate in onda, il daily drama più longevo della Rai inizia la sua ventiquattresima stagione. Ambientata a Napoli nell’elegante quartiere di Posillipo, la serie racconta le appassionanti vicende degli abitanti di Palazzo Palladini. Tutti, nella varietà di caratteri e aspirazioni che esprimono, garantiscono un racconto sempre ricco e avvincente, fortemente legato a temi sociali importanti e di stringente attualità: dalla violenza sulle donne all’affido famigliare, dalla donazione degli organi all’emergenza lavoro. Nel racconto attento e originale della nostra società, Un posto al sole esprime un mondo valoriale in cui la famiglia assume un ruolo centrale e la condivisione delle difficoltà una rassicurante consuetudine di parenti e amici. Il consolidato impianto narrativo si articola in un singolare intreccio di generi – romance,comedy e drama – che garantisce da anni un felice esempio di gradimento e fedeltà da parte delpubblico televisivo.
RAI 3 – DOCUFICTION
DOTTORI IN CORSIA 2019 – OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESÙ
Un programma di Simona Ercolani a cura di Davide Acampora
Scritto da Simona Iannicelli, Eleonora Orlandi
Con Federica Sciarelli
Regia di Michele Imperio
Prodotto da Simona Ercolani per Stand By Me in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 8 serate – Docu
Le porte dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesùsi aprono ancora una volta alle telecamere per raccontare storie di vita e di speranza. In questa edizione si narrano gli eventi che animano la vita di quattro reparti: oncoematologia, cardiologia,chirurgia dei trapianti e neonatologia. La serie segue il lavoro dei diversi staff medici e del personale sanitario, raccontando come la vita nelle corsie si intrecci in modo indissolubile con la storia delle famiglie che, ogni giorno, affrontano la sfida della malattia e del percorso di cura. Un accento particolare sarà dedicato alle sfide della ricerca e ai nuovi protocolli di cura. La grande novità di questa edizione è la presenza di una conduttrice, Federica Sciarelli, che accompagnerà il pubblico tra i reparti del Bambino Gesù. Sarà lei a guidare il racconto,a intervistare i protagonisti e a parlare con loro nei momenti importanti. Un’altra novità è che i primi due episodi saranno trasmessi in un’unica serata di prime time e i restanti sette episodi in seconda serata.
BOEZ – ANDIAMO VIA
Scritto da Roberta Cortella, Paola Pannicelli
Con Omar Ben Aoun, Maria Cristea, Francesco Dinoi, Alessandro Paglialonga, Matteo Santoro,
Francesco Tafuno, Ilaria D’Appollonio (educatrice di comunità),
Marco Saverio Loperfido (guida escursionistica)
Regia di Roberta Cortella, Marco Leopardi
Una coproduzione Rai Fiction-Stemal Entertainment, prodotta da Donatella Palermo
Con la collaborazione del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità
Serie in 10 puntate – Docu
La serie/documentario racconta il viaggio a piedi di sei ragazzi condannati per aver infranto la legge ed in regime di detenzione, interna ed esterna. Un viaggio/pellegrinaggio lungo la via francigena che mette in atto un nuovo dispositivo di recupero, una pena alternativa già presente in altri paesi europei e che abbatte notevolmente le percentuali di recidiva.Si tratta di un programma sperimentale che in Italia è stato realizzato dalla Rai in collaborazione con il Ministero della Giustizia, che ha creato i presupposti indispensabili all’attuazione del progetto, finalizzato a rieducare i ragazzi “difficili”attraverso l’esperienza terapeutica e formativa del cammino; un percorso che porta con sé una serie di componenti educative e simboliche. Il programma esplora e verifica la possibilità di inserire il cammino come strumento di riscatto e pratica possibile nel sistema penitenziario italiano. Scarponi ai piedi e zaino in spalla, il gruppo di condannati intraprende un cammino che parte da Roma, dal Colosseo fino a Santa Maria di Leuca, punta estrema dello Stivale. Cinquantasei giorni di notevole impegno fisico, regole da seguire, apprendimento di nuove modalità di relazione; cinquantasei giorni di incontri,riflessioni sul passato, sulla colpa e il riscatto, sul perdono, sulla solitudine e la perdita degli affetti profondi di chi sceglie la strada della malavita, di ricordi ed emozioni. Tappa dopo tappa, assistiti dal lavoro di una educatrice con esperienza di dinamiche di gruppo e da una guida esperta nei percorsi di lunga distanza a piedi, i nostri protagonisti lasciano emergere sogni, desideri ed aspirazioni soffocati o repressi da un destino avverso e dalle devianze.
Ed il messaggio che emerge è forte e chiaro: larinascita è possibile anche quando sembra nonesserci via d’uscita.
RAI PLAY – SERIE
IL NIDO
Scritto da Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo, Sandrone Dazieri, Valter Lupo,
con la collaborazione di Gianluca Bomprezzi
Con Giorgio Tirabassi, Anita Caprioli, Thomas Trabacchi, Valeria Bilello
Regia di Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo
Una produzione Rai Fiction – Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano
Serie in 12 puntate da 30’ – Commedia
Michele, un avvocato civilista tanto abile quanto privo di scrupoli, sceglie come domicilio coatto l’abitazione dell’ex moglie Eleonora per sfuggire alla carcerazione provvisoria in attesa del processo che lo vede imputato per corruzione. Eleonora, però, ha fatto una scelta radicale. Dopo la fine delloro matrimonio, ha dato vita a un progetto utopico di cui è amministratrice: il cohousing “Il Nido”, costruito in un’area ex industriale ristrutturata e suddivisa in loft e appartamenti con l’investimento di una trentina di nuclei famigliari. Un micro villaggio nella periferia di Roma, dove si pratica uno stile di vita a impatto zero sull’ambiente e dove tutte le decisioni vengono prese collegialmente condividendo spazie attività. Inutile dire che per Michele “Il Nido” è l’opposto di quello che, da cinico individualista qual è, considera una vita sensata. Con l’ex moglie sono subito scintille: Michele le regala il suo sarcasmo e,contemporaneamente, la corteggia per ingelosire il suo nuovo compagno Riccardo, un uomo solido,socio di una ditta che si occupa di commercio equo e solidale. La situazione cambia quando sulle sorti del cohousing piomba una notizia ferale: il complesso abitativo ha le ore contate. Il terreno su cui sorge, infatti, è stato contaminato dalla precedente attività industriale e, senza una costosa bonifica, dovrà essere sgomberato entro pochissimo tempo. Per Michele sarebbe un disastro, perché significherebbe il trasferimento in carcere. Perciò, dopo l’iniziale disinteresse per “Il Nido”, la sua missione diventa salvarlo a tutti i costi e con ogni mezzo. Una commedia metropolitana,una sfida sulla conoscenza dei mondi degli altri raccontata con uno stile spettinato e moderno.
Dopo il box set in esclusiva su Rai Play la serie andrà in onda su Rai2.
PASSEGGERI NOTTURNI
Scritto da Salvatore De Mola, Francesco Carofiglio, Claudia De Angelis, Riccardo Grandi
con la supervisione editoriale di Gianrico Carofiglio
Tratto dai racconti di Gianrico Carofiglio contenuti nelle raccolte Passeggeri Notturni (Einaudi editore)
e Non esiste saggezza (Rizzoli editore)
Con Claudio Gioè, Nicole Grimaudo, con la partecipazione di Gian Marco Tognazzi, Marta Gastini,
Giampiero Judica, Paolo De Vita, Alessio Vassallo, Caterina Shulha, Ivana Lotito, Giorgio Musemeci, Francesca Figus, con Alessandro Tiberi e con Paolo Sassanelli
Regia di Riccardo Grandi
Prodotto da Gloria Giorgianni con Tore Sansonetti e Carlotta Schininà
per Anele in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 puntate da 13’ circa – Drama
Ogni sera gli ascoltatori di Radio Futuro si sintonizzano per seguire una trasmissione di grande successo: con la sua voce avvolgente e il suo carisma, Enrico intrattiene il suo pubblico raccogliendo le storie di chi telefona in diretta. Una sera riceve la telefonata di Sabrina, un’ascoltatrice fedele ma timidissima, che ha trovato il coraggio di chiamare per la prima volta: Sabrina racconta di essere stata segnata da un profondo dolore che ha avuto conseguenze disastrose sui suoi rapporti con gli altri. Enrico decide di intervenire e la spinge a dire di no per la prima volta. Poche notti dopo, mentre rientra in treno da Milano a Bari, Enrico fa uno strano incontro: accanto a lui prende posto Valeria, una donna molto affascinante, che Enrico intuisce nascondere qualcosa. Il mistero di quella donna si ripercuote sulla vita lavorativa di Enrico: i racconti in trasmissione sembrano tutti fare riferimento a lei e gli riportano alla mente quella conversazione a malapena accennata. Nel frattempo, Enrico riceve la visita di Nicola, un amico poliziotto, che sta indagando sul suicidio di Sabrina.
Tormentato dal senso di colpa, Enrico si reca al funerale della ragazza ed è lì che inaspettatamente ritrova Valeria. Insieme i due indagheranno sulle ultime settimane di vita della sfortunata giovane.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: