Crea sito

Posts tagged “Ettore Scola

spicchi d’arte tra baffi di storia (5)

Aggiornamento 26 settembre: il film che concorrerà per l’Italia all’Oscar per il miglior film in lingua non inglese sarà ‘Fuocoammare’ di Gianfranco Rosi.

  • La figura di Maria Maddalena, sulla quale questo blog volentieri ritorna, sarà oggetto delle massime attenzioni nel film ‘The story of Mary Magdalene’, le cui riprese cominceranno a novembre, nei rioni Sassi di Matera. Non si sa molto della trama né di eventuali altre location. Sono in corso delle selezioni, comunque, per la scelta di alcuni bambini che compariranno nel film, curate dalla Blu Video. Quanto alla regione Basilicata, essa conferma la sua vocazione al cinema e alla cinematografia religiosa in particolare, dopo successi quali ‘Il vangelo secondo Matteo’, di Pasolini, ‘The Passion of Christ’, di Mel Gibson, lo stesso remake di ‘Ben Hur’.
  • Il mondo di Ettore Scola sarà invece celebrato nell’ambito della mostra “Piacere, Ettore Scola”, aperta dal 17 settembre all’8 gennaio al Museo Carlo Bilotti di Roma, promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai beni Culturali, prodotta da Show Eventi con Cityfest (Fondazione Cinema per Roma). Fotografie, oggetti, sceneggiature, dischi… la lettera dei fratelli Capone in ‘Totò, Peppino e la malafemmena’, la sedia sul set di ‘Che strano chiamarsi Federico’, il macinacaffè di ‘Una giornata particolare’, il costume di Troisi ne ‘Il viaggio di Capitan Fracassa’. Un’esposizione per la quale Ettore Scola aveva aperto ai curatori i suoi archivi personali, per il primo allestimento, nella sua Irpinia, ma anche per i successivi. Dopo Roma, la mostra è stata chiesta da Milano e Parigi.
  • Last but no least, è stata annunciata la rosa dei film tra i quali, il prossimo 26 settembre, sarà scelto il rappresentante italiano candidato agli Oscar nella categoria Miglior film in lingua non inglese: (more…)

festival a confronto (8)

Aggiornamento: è opportuno aggiungere, anche solo citando:

  • il Bif&st, che ha luogo a Bari dal 2 al 9 aprile;
  • il Future Film Festival, a Bologna dal 3 all’8 maggio (lo scorso novembre, in anteprima, è stato proiettato Iqbal);
  • il Biografilm, anch’esso a Bologna, dal 10 al 12 giugno;
  • il V Meeting Internazionale del Cinema Indipendente, a Matera dal 9 al 13 marzo;
  • il Sottodiciotto Film Festival, dal 2 al 7 dicembre per quanto attiene al Concorso Nazionale degli under18 indipendenti, dal 1° al 7 aprile 2017 per quanto riguarda il Concorso Nazionale dei prodotti audiovisivi delle scuole;
  • È in corso, fino al 12 marzo, il festival ‘Il cinema italiano visto da Milano’, organizzato nel capoluogo lombardo da Fondazione Cineteca Italiana presso Mic e Spazio Oberdan, a Paderno Dugnano da Area Metropolis 2.0. Presente Laura Morante, con il suo recente ‘Assolo’ e con un’interessante retrospettiva (‘Ciliegine’) ma anche ‘Dobbiamo parlare’, di Sergio Rubini, con Isabella Ragonese. Non mancheranno un omaggio a Claudio Caligari e a Ettore Scola.

  • In perfetta contemporaneità (5 – 12 marzo), vive a Bologna il festival ‘Youngabout’, che presenta otto film in concorso (tra cui, in anteprima, ‘Familia Dionti’, del brasiliano Alan Minas e ‘Aurelie Laflamme – Les pieds sur terre’, del canadese Nicolas Monette).  La kermesse prevede il coinvolgimento degli studenti di settantacinque classi di scuole superiori di Bologna e provincia. Previsto anche un focus sul regista Paolo Benvenuti, del quale saranno proiettati ‘Segreti di Stato’ e ‘Puccini e la fanciulla’ e a cui sarà conferito il premio Vassallo.

  • Il Piemonte Movie gLocal Film Festival, invece, ha luogo dal 9 al 13 marzo; organizzato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino, offre ben cinquantasei proiezioni, alcune in anteprima assoluta, tese a dimostrare l’assoluta vitalità della cinematografia sabauda. Tra i titoli,  (more…)


brevi dai media (17)

  • Radio 105 festeggia oggi, 16 febbraio, i suoi primi quarant’anni e lo fa con tanti amici del mondo dello spettacolo, attori, musicisti, scrittori. Una giornata di festa condivisa sul web (www.105.net), alla quale sono stati invitati, tra gli altri, Marco Galli, Pizza, Mitch, Squalo, Bettina, Carlotta, Tony Severo, Rosario Pellecchia, Daniele Battaglia, Marco Mazzoli nonché personaggi cui il pubblico di 105 è sicuramente affezionato, quali Alvin, Dj Giuseppe, Gianluigi Paragone, Mara Maionchi, Ylenia, Paolino, Martin, Kris & Kris, Fabiola, Dario Spada, Laura Gauthier, Gli Autogol. In piú, Alex Britti, Elenoire Casalegno, Benedetta Parodi, Elio e Le Storie Tese, Fedez, Edoardo Bennato, Nesli, J Ax, Jovanotti, Giuliano Sangiorgi, Irene Fornaciari, Dolcenera, Mondo Marcio, Francesco Sarcina, Michele Serra, Beppe Severgnini, Ficarra e Picone, Marco Bianchi, Piero Pelú, Leonardo Pieraccioni, Diego Abatantuono, Max Biaggi e molti altri. (⇐Prima on line)
  • A proposito di dj, è da ricordare che sono già in corso i provini per ‘Top DJ’, il nuovo talent show che andrà in onda a breve su Italia 1, con lo scopo di trovare nuovi disc jokey: fino al 26 febbraio, tutti coloro che pensano di saper creare e mixare musica infiammando il dancefloor possono candidarsi attraverso il form disponibile sul sito ufficiale www.top-dj.it. I migliori profili approderanno poi alle audizioni, che si terranno a Milano e potranno aspirare a un posto nel nuovo talent show.” (⇐Tgcom 24)
  • L’ottavo capitolo di Star Wars, ‘Star Wars: Episodio VIII’, arriverà nei cinema d’America il 15 dicembre 2017 ma le riprese sono già iniziate, presso i Pinewood Studios di Londra; la giovane Rey prosegue il suo viaggio insieme a Finn, Poe e Luke Skywalker, con attori già visti, come Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong’o, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Gwendoline Christie, Andy Serkis e con qualche ingresso nuovo, come Benicio Del Toro, Laura Dern e Kelly Marie Tran.(⇐Ansa)
  • Il ‘Rischiatutto’ sta tornando; per il momento è a strisce e (more…)

le figlie son pezzi di cuore

Ettore Scola ha deciso di lasciarci da qualche ora ma le sue figlie avevano pensato in tempo a un documentario che, ridendo e scherzando, lo facesse ricordare. ‘Ridendo e scherzando’ è proprio il titolo del detto documentario, scritto e diretto da Paola e Silvia Scola, già presentato alla Festa del Cinema di Roma lo scorso autunno. I figli sono spesso discreti conoscitori dei genitori, meno vero il contrario, ed è probabile che questo lavoro, oltre ad essere un interessantissimo excursus nella storia del cinema italiano, ci aiuti a toccare le corde personali di uno dei maggiori maestri della settima arte. La tecnica (more…)


festival a confronto (5)

Aggiornamento del 29 luglio: tutto confermato! Alla presentazione ufficiale del cartellone di Venezia 72, orchestrata dal direttore Alberto Barbera e dal presidente della Biennale Paolo Baratta, sono stati confermati in concorso ‘A bigger splash’ di Luca Guadagnino, ‘L’attesa dell’esordiente’ Piero Messina, ‘Per amor vostro’ di Giuseppe Gaudino e ‘Sangue del mio sangue’ di Marco Bellocchio. Tra i fuori concorso ‘Non essere cattivo’ di Claudio Caligari, il documentario ‘Gli Uomini di questa città io non li conosco’ di Franco Maresco nella categoria Non fiction, il documentario  ‘L’esercito piú piccolo del mondo’, di Gianfranco Pannone, prodotto con la Svizzera e Città del Vaticano. ‘Pecore in erba’, di Alberto Caviglia e ‘Italian Gangster’, di Renato De Maria sono in concorso nella sezione Orizzonti per l’Italia. Anche Venezia 72, come il Magna Graecia, renderà omaggio a Mario Monicelli. È d’uopo ricordare che la Selezione ufficiale comprende le sezioni Venezia 72, Fuori Concorso, Orizzonti e Venezia Classici, oltre ai tre film selezionati per il progetto Biennale College – Cinema; le Sezioni autonome e parallele comprendono la Settimana Internazionale della Critica (SIC) e le Giornate degli Autori, rassegne organizzate autonomamente secondo un proprio regolamento.

Aggiornamento del 27 luglio: l’ufficialità arriverà solo mercoledí ma, stando alle indiscrezioni, alla prossima Rassegna internazionale d’arte cinematografica di Venezia potrebbero essere in concorso ben quattro film italiani: ‘A bigger splash’ di Luca Guadagnino, ‘Sangue del mio sangue’ di Marco Bellocchio, ‘L’attesa’ di Piero Messina e ‘Per amor vostro’ di Giuseppe Gaudino. Alfonso Cuarón, presidente di Giuria, ha già dichiarato che premierà chi sarà in grado di stupirlo.Come dicono gli anglofili, Stay tuned! (and cross the fingers…)

Aggiornamento del 26 luglio: annunciati ufficialmente i vincitori del Giffoni Film Festival. Dal sito ufficiale:

“Film indimenticabili, emozionanti, difficili. Sono quelli che i 3.600 giurati del Giffoni Film Festival hanno deciso di premiare nell’edizione 2015 denominata Carpe Diem. Ecco i premi ufficiali Gryphon Award: nella sezione lungometraggi +6, il premio per il miglior film è stato vinto vinto dall’italiano “Grotto” di Micol Pallucca, al secondo posto “The amazing Wiplala” dell’olandese Tim Ollehoek; nella sezione +10 ha vinto il belga “Labyrinthus” di Douglas Boswell, al secondo posto il danese “The shamer’s daughter” di Kenneth Kains; nella sezione +13 vittoria per il tedesco “Sanctuary” di Marc Brummond, al secondo posto il norvegese “Beatles” di Peter Flinth; nella sezione +16 vittoria per l’americano “All the wilderness” di Michael Johnson, al secondo posto “Standing Tall” della francese Emmanuelle Bercot; nella sezione +18 Gryphon Award per “Coin Locker Girl” di Han Jun-Hee seguito da “Gabriel” dell’americano Lou Howe. Per la sezione Gex Doc, vittoria per l’italiano “Forever stars” di Mimmo Verdesca, secondo posto per il canadese “All the time in the world” di Suzanne Crocker. Nella sezione cortometraggi, riservata ai bambini con più di tre anni, ha vinto il francese “Captain Fish” di John Banana, il ceco “The wish fish” di Karel Janak si è aggiudicato la sezione +6 mentre al secondo posto si è classificato il tedesco “The present” di Jacob Frey; nella sezione +10 ha vinto l’americano”The red hunter” di Alvaro Ron, secondo classificato l’italiano (more…)


dal Bif&st a Gualadajara

Cannes a parte, sono molti i festival cinematografici di cui può valer la pena di parlare in un blog:

comincerà lunedí, ad esempio, Europa Cinema 2015, che si terrà nella ridente cittadina versiliese di Viareggio fino al 22 e che prevede, tra l’altro, un sentito omaggio a Matteo Garrone, al quale sarà dedicata una retrospettiva che renderà conto di alcuni dei suoi successi, come L’imbalsamatore, Terre di Mezzo, Reality, Gomorra;

partirà il 21 a Bari il Bif&st, con un programma che spazia da Francesco Rosi a Nanni Moretti, a Fritz Lang, con tanto di lectio magistralis da parte di maestri del calibro di Costa-Gavras, Jean-Jacques Annaud, Edgar Reitz, Sir Alan Parker, Andrzej Wajda, Margarethe von Trotta, il già citato Moretti ed Ettore Scola, peraltro Presidente del festival;

(more…)


festival d’estate e d’autunno

La bella stagione, almeno dal punto di vista astronomico, è nel pieno del suo farsi ma già s’intravedono alcuni appuntamenti che i cinefili attendono in autunno; per la verità l’estate stessa porta con sé manifestazioni di sicuro interesse, come Giffoni o il Magna Graecia Film Festival ma parlare del prossimo Festival di Venezia, del Roma Fiction Fest o del Festival internazionale del Film di Roma richiede sicuramente maggiore impegno.

La conferenza ufficiale di presentazione del festival di Venezia (27 agosto – 6 settembre) avrà luogo il 24 luglio, lo stesso giorno che vede l’apertura del parco di Cinecittà World, ma le (pre)visioni fioccano a iosa. È già stato pubblicato il manifesto ufficiale,  ispirato al finale de ‘I quattrocento colpi’ di François Truffaut, e sembra sicura l’apertura, affidata a ‘Birdman (o Le imprevedibili virtú dell’ignoranza)’, di Alejandro G. Iñárritu, con Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan, Emma Stone e Naomi Watts. Proiettato in prima mondiale, regolarmente in concorso, il film è una black comedy che racconta la storia di un attore in declino (interpretato da Michael Keaton), ai tempi interprete di un famoso supereroe, che spera di risalire la china grazie ad uno spettacolo di Broadway che lui stesso deve organizzare; uscirà nelle sale cinematografiche del Nord America il 17 ottobre, nel resto del pianeta all’inizio del 2015.

Al termine della proiezione, ci sarà la cerimonia di apertura condotta da Luisa Ranieri. Quanto agli altri film in concorso, i migliori cavalli sui quali i bookmaker si stanno scatenando sembrano essere ‘Il giovane favoloso‘, di Mario Martone, con Elio Germano nel ruolo di Giacomo Leopardi, ‘Torneranno i prati‘,  di Ermanno Olmi, ambientato durante la Prima Guerra Mondiale, ‘Pasolini‘, di Abel Ferrara, con Willem Dafoe, Riccardo Scamarcio che interpreta Ninetto Davoli e Davoli stesso nei panni di Eduardo De Filippo, ‘Un ragazzo d’oro’, di Pupi Avati, con Sharon Stone, Riccardo Scamarcio e Cristiana Capotondi, sembra in bilico tra Venezia e il festival intenazionale del Film di Roma, ‘Anime nere’ di Francesco Munzi .
Altri titoli caldeggiati dagli scommettitori sono

  • ‘Inherent Vice’, di Paul Thomas Anderson, con Joaquin Phoenix, Josh Brolin, Owen Wilson, Reese Witherspoon e Benicio Del Toro,
  • ‘A Pigeon Sat On A Branch Reflecting On Existence’, di Roy Andersson, con Holger Andersson e Nisse Vestblom,
  • ‘The Cut’ di Fatih Akin con Tahar Rahim, George Georgiou e Akin Gazi,
  • ‘Big Eyes’ di Tim Burton, interpretato da Amy Adams, Christoph Waltz, Terence Stamp, Jason Schwartzman, Krysten Ritter, Danny Huston.

Il Roma Fiction Fest si svolgerà nella Capitale, presso l’Auditorium Parco della Musica dal 13 al 18 settembre, per la direzione artistica di Carlo Freccero, noto professionista della televisione, già dirigente e saggista.

La manifestazione è sempre stata vista come un momento importante per aggregare le energie che si esprimono nel mondo dell’audiovisivo ed è organizzata dall’Associazione Produttori Televisivi (Apt) insieme a Sviluppo Lazio, promossa dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio di Roma.

Con riguardo ad alcune polemiche scaturite in seguito all’intervista rilasciata da Freccero al Corriere della Sera, TvBlog ha riportato oggi una nuova intervista, con la quale il direttore artistico del RomaFictionFest intende precisare la sua posizione: (more…)


nastri d’argento 2014

Il Capitale umano‘, di Paolo Virzí si è aggiudicato ben sei Nastri d’argento alla sessantottesima edizione della kermesse: regista del miglior film (ovviamente Virzí ), sceneggiatura (Virzí con Francesco Bruni e Francesco Piccolo), scenografia (Mauro Radaelli), il sonoro (Roberto Mozzarelli), il montaggio (Cecilia Zanuso) e per i due attori protagonisti, Fabrizio Bentivoglio e Fabrizio Gifuni; Premio Biraghi, inoltre, a Matilde Gioli, che ha esordito proprio in questa pellicola.

‘Smetto quando voglio‘  di Nastri se n’è aggiudicati quattro: migliore commedia, attori non protagonisti (Carlo Buccirosso e Paolo Sassanelli), canzone originale e colonna sonora.

La migliore commedia è ‘Song’e Napule‘,  dei fratelli Manetti, storia di un pianista votato alle indagini di polizia.

Ben poco ha da recriminare ‘La mafia uccide solo d’estate‘: miglior soggetto e miglior debutto.

Dopo il salto, by the way, l’elenco completo dei riconoscimenti (Cineblog); ci piace ricordare che il Nastro d’argento, assegnato dal 1946 dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI), è il  premio cinematografico piú antico d’Europa, secondo nel mondo solo all’Oscar.

(more…)


David di Donatello, Nastri d’argento, Ciak d’oro

I David di Donatello saranno conferiti martedí 10 giugno ma non poche sono le altre rassegne che promettono aurei e argentei riconoscimenti ai professionisti devoti alla Decima Musa (piú in là nel post si parla anche, infatti, di Nastri d’argento e Ciak d’oro).

La cerimonia di premiazione della cinquantottesima edizione dei premi David di Donatello avrà luogo presso lo studio Nomentano 5 di Roma martedí 10 giugno, con diretta su Rai Movie alle 19 e differita su Rai 1 alle 23.25, per la conduzione di Anna Foglietta e Paolo Ruffini (alle 21.10 è previsto lo spettacolo sui 100 anni del Coni)..

Ecco le candidature: (more…)


ciak d’oro 2013

“Ecco a voi Cik & Ciak, storie di film che fanno Crack!”

Ezio Greggio, al Drive in

In attesa dei Nastri d’argento e dei David di Donatello, ha avuto luogo la consegna dei riconoscimenti tributati al cinema italiano da ‘Ciak‘, il mensile specializzato nella settima arte.

CIAK D’ORO MIGLIOR FILM

La migliore offerta

CIAK D’ORO MIGLIOR REGIA
Giuseppe Tornatore (‘La migliore offerta‘)

CIAK D’ORO MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Toni Servillo (‘Viva la libertà)

CIAK D’ORO MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA/FERRAGAMO PARFUMS SIGNORINA
Margherita Buy (‘Viaggio sola‘)

CIAK D’ORO MIGLIOR FILM STRANIERO
Il lato positivo

CIAK D’ORO MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Valerio Mastandrea (‘Viva la libertà’)

(more…)


Cinecittà si Mostra (2)

Le riprese del film ‘Che strano chiamarsi Federico, che Ettore Scola sta dedicando a Fellini, volgono al termine e domenica 12 maggio il mitico Teatro 5 (dove il maestro, appunto, lavorava) si apre al pubblico per un’interessante mostra/backstage (successivamente dal 19 maggio al 23 giugno): speciali, visite guidate, percorsi d’approfondimento e laboratori per scoprire i luoghi e le passioni di Fellini (prosieguo perfetto dell’iniziativa ‘Cinecittà si Mostra, varata l’anno scorso).

Lo spettatore è accolto innanzitutto da alcune frasi celebri tratte dai film realizzati in questo tempio del cinema;

  • la prima sala è dedicata alla scenografia, ha l’aspetto di un’attrezzeria specializzata ed è decorata con i disegni di preparazione di film famosi;
  • la seconda è dedicata alla serie ‘Rome’, il cui set è uno dei più grandi tra quelli allestiti negli ultimi anni ed è ancora visitabile;
  • c’è poi un set ambientato nel Settecento, quello del mockumentaryPOST’ (CSC Production), che tratta la post produzione;
  • la sala successiva dà ospitalità al nobile mestiere del costumista e custodisce una collezione di costumi che spazia dall’antica Roma fino al ventesimo secolo. Gli abiti sono stati indossati tutti da grandi artisti; basterà ricordare quello di Sophia Loren in ‘C’era una volta’ di Francesco Rosi (1967) o quello indossato da Cameron Diaz in ‘Gangs of New York’ di Martin Scorsese (2002) (per quanto riguarda Fellini, si possono ammirare l’abito di ‘Tre passi nel delirio’ (episodio Toby Dammit) (1968) realizzato da Piero Tosi e quello di Mandrake indossato da Marcello Mastroianni in ‘L’intervista’ – 1986 – e realizzato da Danilo Donati). 

Per quanto riguarda la sezione “Backstage”, le sale da considerare sono sei, dedicate rispettivamente alla regia, alla sceneggiatura, al sonoro, al costume (con possibilità di costruire virtualmente i costumi, combinando abiti, parrucche, accessori tratti da alcuni importanti film girati in via Tuscolana), alla finzione, ai settantacinque anni di Cinecittà.

  • la stanza del regista è la prima e consente un vero e proprio tuffo nel mondo dei grandi Maestri, Fellini ma anche Sergio Leone, Lina Wertmüller, Martin Scorsese, Carlo Verdone, Roberto Benigni;
  • la stanza della sceneggiatura consente di capire cos’è veramente questo importante passaggio, mettendo a confronto stralci di sceneggiature, storyboard e sequenze di film (‘I Cavalieri che fecero l’impresa’ di Pupi Avati o ‘Le avventure del Barone di Münchausen’ di Terry Gilliam, per esempio);
  • la stanza del sonoro, grazie al prezioso lavoro del Cinefonico, lascia assaporare la scomposizione del sonoro nelle singole tracce: dialoghi, rumori e colonna sonora;
  • la stanza della finzione è dedicata agli effetti speciali e al trucco;
  • dulcis in fundo, ‘I numeri di Cinecittà’, la sala che racconta la storia dell’istituzione attraverso i numeri e introduce in un set a sorpresa, che degnamente conclude il percorso.

Rileggi Cinecittà si Mostra (1)


Bif&st 2013

La quarta edizione del ‘Bif&est, International film festival‘, si terrà a Bari da oggi fino al 23 e sarà in gran parte dedicata a Federico Fellini.

Sarà presentato un backstage realizzato da Ferruccio Castronuovo sul set de ‘E la nave va’ (il Castronuovo lavorò per dodici anni a fianco di Fellini) ed il teatro Petruzzelli ospiterà la rassegna ‘Rota/Fellini – La musica delle immagini’, a cura del Conservatorio ‘Niccolò Piccinni’ di Bari.

 Sono previsti incontri con Ettore Scola e Stephen Frears (Scola parlerà tra l’altro del restauro del suo ‘Yuppi Du’).

Tra gli ospiti del festival era previsto anche Adriano Celentano ma il molleggiato ha fatto sapere che, Per solidarietà  con gli operai della Bridgestone, la ditta giapponese che ha annunciato che dal 2014 chiuderà  lo stabilimento di Modugno (BA), non ritirerà  il premio per ‘l’eccellenza artistica’ che il Bif&st aveva deciso di conferirgli (da una nota del direttore artistico Felice Laudadio).

Domenica 17 sarà presentato ‘Fiamme di Gadda. A spasso con l’ingegnere‘ , film documentario dedicato dal regista Mario Sesti a un grande protagonista della letteratura italiana del Novecento, a quarant’anni esatti dalla morte. La vita di questo “ingegnere letterato” verrà ripercorsa attraverso le sue passeggiate nella capitale e le suggestioni che affiorano dai testi, dalle testimonianze, dalle foto inedite, con il sottofondo delle musiche di Teho Teardo.

Prevista anche la proiezione di  ‘Parole e musiche’,  il documentario dedicato da Linda Tugnoli ad Armando Trovajoli che è stato girato il 13 febbraio scorso, a pochi giorni dalla morte del maestro ed è strutturato come una rassegna sulla tradizione musicale italiana dagli anni Cinquanta. 


il sorriso di Mariangela (2)

La fondazione ‘Mariangela Melato’ nasce per iniziativa, tra gli altri, di Renzo Arbore, Lina Wertmüller, Pupi Avati, Giancarlo Giannini, Giuliano Montaldo, Ettore Scola, Marisa Laurito. L’avvocato Giorgio Assumma riveste il ruolo di Presidente mentre Anna Melato, sorella dell’artista, è Segretario generale.

Le finalità dell’istituzione riguardano soprattutto il ricordo dell’attrice con seminari, eventi, mostre, convegni, il conferimento del ‘Premio Mariangela Melato’ e la formazione dei giovani che intendano avvicinarsi alla carriera dell’attore.


omaggio alla Sandrelli al Roma Film Festival

È in corso e si concluderà il 30 dicembre prossimo venturo il ‘Roma Film Festival’, che degnamente conclude la stagione cinematografica autunno- inverno 2012 nella capitale.

Nell’ambito della kermesse, diretta da Adriano Pintaldi, avrà luogo una rassegna – retrospettiva dedicata a Stefania Sandrelli, per la cui interpretazione si potranno ammirare molte pellicole, tra le quali

  • ‘Divorzio all’italiana’ (1962) e ‘Sedotta e abbandonata’ (1964) di Pietro Germi;

  • ‘C’eravamo tanto amati’ (1974) e ‘La famiglia’ (1986) di Ettore Scola;

  • ‘Speriamo che sia femmina’ (1986) di Mario Monicelli;

  • ‘La chiave’ (1983) di Tinto Brass;

  • ‘Io la conoscevo bene’ (1995) di Antonio di Pietrangeli;

  • ‘Christine Cristina’ diretto da lei stessa.

Il La viene dato proprio questa sera, con una serata d’onore e la consegna all’attrice del Premio alla Carriera Roma Film Festival 2012 e la proiezione del documentario ‘Stefania Sandrelli – L’arte di essere donna’, curato dallo stesso Pintaldi.

La rassegna è ad ingresso gratuito, è organizzata presso la Casa del Cinema di Roma (Sala De Luxe) con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali – Direzione per il Cinema, della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport, ed il patrocinio di Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, ed in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale.

 


Torino Film Festival 2012

dépliant torino film festival 2012

La trentesima edizione del Torino Film Festival avrà luogo dal 23 novembre al 1° dicembre. 

La conferenza stampa si tiene oggi in duplice sede: alle 11 a Roma, presso la Casa del Cinema, e alle 18.30 nel capoluogo piemontese, presso il  Multisala Cinema Massimo. Tuttavia, già dallo scorso 23 ottobre è in corso l’emozionante conto alla rovescia, scandito da due monitor installati all’uopo nella tradizionale struttura.

Il XXX Torino Film Festival, sotto la direzione artistica di Gianni Amelio, prevede tra l’altro il conferimento del Gran Premio Torino, che quest’anno sarà assegnato da Claudia Gerini a Ettore Scola e a Ken Loach, cui sarà dedicata anche una proiezione in anteprima, La parte degli angeli (‘The Angels’ Share’).

L’“ouverture” sarà affidata a ‘Quartet’, opera prima di Dustin Hoffman come regista; la sezione ‘Rapporto confidenziale‘ sarà inaugurata venerdí 23 da Jennifer Lynch e dal suo ‘Chained‘, interpretato da Vincent D’Onofrio, Eamon Farren e Julia Ormond.

dépliant torino film festival 2012


libero cinema in libera terra

libero cinema in libera terra manifesto
libero cinema in libera terra manifesto

libero cinema in libera terra manifesto

Libero Cinema in Libera Terra 2012
Festival di Cinema Itinerante sui beni confiscati alle mafie
VII edizione – 2-24 luglio 2012

Nato nel 2006, Libero Cinema in Libera Terra è un festival di cinema itinerante che porta i film nei beni confiscati alle mafie e restituiti alla legalità. Promotori dell’iniziativa sono Cinemovel Foundation con la presidenza onoraria di Ettore Scola e Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie, fondata da don Luigi Ciotti.

Il progetto, a cui aderiscono Enti, Istituzioni e Associazioni, è realizzato in collaborazione con le cooperative di giovani che lavorano i beni confiscati alle mafie e coinvolge i tantissimi ragazzi che partecipano ai campi di volontariato di Estate Liberi. Esperienze come quelle delle cooperative di Libera Terra contribuiscono all’allargamento degli spazi democratici e, anche il cinema, in questo senso, può dare il suo contributo. Soprattutto quel cinema “invisibile” che, per vari motivi, non arriva più sugli schermi delle sale. Allora la carovana di cinema itinerante può arrivare oltre e superare le barriere, portando i film direttamente alle persone, con gli autori che discutono col pubblico, là dove spesso manca anche la sala, facendo quello che né la televisione, né i telefonini possono fare, e cioè “aggregare la piazza” e rendere le persone partecipi di un evento da condividere con altri.

“Occupare” simbolicamente anche per un solo giorno luoghi e paesi come Corleone, Cinisi, Portella della Ginestra, Polistena e Castel Volturno acquista un valore particolare e l’obiettivo principale di Libero Cinema in Libera Terra è quello di creare, attorno al cinema, “piazze universali” di confronto e aprire spazi di discussione per sostenere quelle realtà produttive che, col loro lavoro quotidiano, costituiscono una risposta concreta e una alternativa alla criminalità organizzata. Lo scopo è coinvolgere i cittadini del presente, cosmocivici, nuovi cittadini del mondo globalizzato convinti che la democrazia si sperimenti nel pubblico confronto, nel bilanciamento delicato fra libertà e regole comuni. (more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: