Get a site

brevi dai media (86)

Aggiornamento su altro post: è stata rigettata l’istanza di sospensiva promossa da un’emittente televisiva locale nei confronti del Decreto con il quale il Ministero dello sviluppo economico – DGSCERP aveva disposto l’erogazione di un secondo acconto pari al 40% dei contributi alle Tv Locali relativi all’anno 2016. Rileggi il futuro delle emittenti locali (6)

  • Il mondo dello spettacolo e quello del giornalismo piangono Cesare Cadeo, professionista tra i piú corretti e apprezzati, emblema della televisione anni ’80. È inutile scendere nella storia ma si ricorderà come Cesare Cadeo abbia lavorato in programmi rimasti indelebili nella memoria dei media, quali, ad esempio, ‘Gol’, condotto da Enzo Bearzot, ‘Superflash’ e  ‘Pentathlon’, con il grande Mike Bongiorno, ‘Five album’ con Sandra Mondaini , ‘Record’, ‘Super Record’ e ‘Super Record Sport’, ‘Cadillac’, ‘Calciomania’, quest’ultimo con Paola Perego e Maurizio Mosca; commentatore di molti programmi e avvenimenti sportivi, spesso inviato, finanche conduttore di televendite. Assessore allo Sport della Provincia di Milano tra il 1999 e il 2004, grande tifoso del Milan e membro del Cda rossonero negli anni ‘70, il conduttore è stato anche presidente di Milanosport s.p.a., società creata per gestire gli impianti sportivi comunali.
  • È on line il nuovo sito di Cinecittà Studios: L’Istituto Luce Cinecittà (società interamente partecipata dal Mef e vigilata dal Mibac) che controlla Cinecittà dal 2017, lancia il sito www.cinecittastudios.it, nuova interfaccia digitale dei celebri Studios. (…) L’home page del portale apre con un ricordo dedicato a Federico Fellini, a cui venne chiesto quale fosse la città in cui avrebbe preferito vivere rispose: “Cinecittà”. La cover riprende anche i numeri più significativi della città del cinema italiana: 80 anni di storia con oltre 3.000 film girati, di cui 51 vincitori di un Oscar; 400.000 mq di spazi alle porte della Capitale, 19 Teatri di posa, centinaia di uffici, camerini, sale trucco, 100.000 mq di backlot e 4 set permanenti. E nel futuro due nuovi grandi teatri, un grande studio dedicato al green screen e alla motion capture e una piscina per riprese subacquee”. il nuovo sito è più fluido e interattivo, si apre, peraltro, a contesti d’assoluto interesse, quali quello dei videogiochi o delle location italiane nelle quali è possibile produrre un film. Consente, peraltro, un perfetto monitoraggio dei teatri e delle strutture di Cinecittà, con tutti i servizi che possono offrire. A margine del lancio di cinecittastudios.it è stato inoltre introdotto il logo degli Studios. Un’immagine che riunisce il tradizionale marchio Luce alla dicitura ‘Cinecittà Studios’, a riunire i 95 anni del Luce e gli 80 di Cinecittà in un’unica compagine. Per integrare attività culturale e di servizio, e risposta alle domande del mercato. Il logo di Studios nelle campagne di comunicazione del 2019 porterà con sé anche un significativo claim: ‘Where dreams are made’. Cinecittà è tornata di recente a ospitare produzioni internazionali (‘Il Nome della Rosa’, ‘The New Pope’, ‘Catch 22’). E continua ad ospitare grandi eventi, pubblici e privati.
  • Ospite del Festival del Giornalismo di Perugia, la cui tredicesima edizione è in corso dal 3 al 7 aprile, il presidente della Camera, Roberto Fico ha dichiarato: «La qualità dell’informazione in Italia deve crescere e il faro deve essere l’indipendenza e il merito, a cominciare dal nostro servizio pubblico che è la Rai. La Rai deve servire direttamente i cittadini che pagano il canone, che si paga proprio per uscire dalle logiche governative e politiche. La Rai deve essere totalmente indipendente e le leggi attuali non vanno bene: l’amministratore delegato non può essere scelto dal governo e dal presidente del Consiglio».
  • ‘Enamorada’ (1946), di Emilio Fernandez, classico del cinema messicano, ambientato durante la rivoluzione di Pancho Villa, sarà nelle sale italiane dall’8 aprile, nella versione restaurata da Martin Scorsese; è l’ultimo titolo presentato dalla Cineteca di Bologna nell’ambito del progetto ‘Il Cinema Ritrovato. Al cinema’, per la distribuzione dei classici restaurati. Era stato Scorsese stesso a presentarlo in anteprima lo scorso giugno, a Bologna, in piazza Maggiore, in occasione della trentaduesima edizione del festival ‘Il Cinema Ritrovato’; è stato scelto e restaurato da Scorsese grazie al supporto di Olivia Harrison, vedova di George Harrison, “che adorava il Messico e il suo cinema”.
nuovo logo Cinecittà Studios

                                                                                                                                                   nuovo logo Cinecittà Studios

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: