Get a site

spicchi d’arte tra baffi di storia (45)

  • La Festa del Cinema di Roma è iniziata oggi e, pur in linee generali, se n’è trattato in un precedente post. Cominciati oggi anche ‘Alice nella Città’ e il Mia, mercato internazionale dell’audiovisivo.
  • ‘Cinecittà si Mostra’, l’esposizione permanente di Istituto Luce – Cinecittà, si apre al pubblico dei non udenti. A partire dal mese di novembre, grazie all’attività mirata del Dipartimento educativo di ‘Cinecittà si Mostra’ e alla conduzione di educatori specializzati nella lingua dei segni, sarà possibile prenotare nuovi percorsi didattici dedicati al pubblico degli audiolesi, promossi con un video ad hoc. I percorsi saranno rivolti a diverse fasce d’età, dedicati all’utenza libera, alle famiglie e alle scuole che hanno al proprio interno studenti sordi.
  • L’Ordine dei Giornalisti diventa Ordine del Giornalismo e cambiano le regole d’accesso alla professione. Sono state infatti approvate, con 43 voti favorevoli, 5 contrari e 4 astensioni, le linee guida per la riforma, inviate per posta elettronica certificata al Dipartimento per l’Editoria della Presidenza del Consiglio e presentate in conferenza stampa. Scompare l’obbligo del praticantato di diciotto mesi, dal momento che ormai è diventato quasi impossibile essere assunti da una testata; l’esame di idoneità resta obbligatorio per l’iscrizione, ma si potrà fare avendo conseguito una laurea di base (triennale) in qualsiasi facoltà in Europa, seguita da una pratica giornalistica all’interno di un corso universitario annuale e un master di giornalismo post laurea riconosciuto dall’Ordine. Naturalmente chi ha già effettuato il praticantato in una qualche redazione prima dell’entrata in vigore della riforma ha diritto di fare l’esame. Finché la riforma non sarà completamente attuata con la previsione di un Albo Unico, accanto all’Albo dei Professionisti resta in vigore quello dei Pubblicisti, anche per far accedere figure professionali cresciute nella Rete con nuove tecnologie. Per evitare lo “scambio” che taluni datori di lavoro propongono fra iscrizione e lavoro nero, per iscriversi all’elenco dei Pubblicisti basterà una laurea di primo livello e lo svolgimento d’attività giornalistica retribuita per un biennio. Se  l’Elenco Unico sarà accettato, sarà previsto il superamento dell’esclusività professionale, quindi gli iscritti potranno svolgere anche altre attività purché non in conflitto d’interessi con la professione giornalistica. Ogni Consiglio Regionale, inoltre, istituirà il Registro degli Uffici Stampa pubblici e privati con giornalisti iscritti all’Albo. Tali linee guida dovranno essere discusse e votate in Parlamento per diventare legge.
  • Vive dal 19 al 28 ottobre ‘Videocittà’, rassegna sulle immagini in movimento sui monumenti, con 114 eventi e 45 master class. Ci sarà un vero e proprio drive-in ecologico al Colosseo. Tra le altre suggestioni, ‘Videocittà’ proporrà le prime immagini in movimento girate dai leggendari fratelli Lumière nel Foro Romano, tra il 1896 e il 1899, quando un tram trainato da cavalli passava sotto l’arco di Settimio Severo. All’ombra dell’ Anfiteatro Flavio, invece, ci sarà l’arena cinematografica, dove, il 28 ottobre, sessanta automobili elettriche Enjoy potranno parcheggiare con posti assegnati, per l’anteprima del film ‘Notti magiche’, di Paolo Virzí. Il giorno dopo, sempre al Flavio, l’ingresso sarà aperto al pubblico senza macchine, per la proiezione delle immagini dei Lumière, il trailer del film su Romolo e Remo ‘Il primo re’, di Matteo Rovere, con Alessandro Borghi e Alessio Lapice, tutto recitato in latino pre-romano, per finire con ‘Roma’, di Federico Fellini, nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna e Titanus. Le suggestioni, però, saranno anche quelle del cinema in 4D, girato in realtà virtuale, quelle del videomapping, la videoarte, con il premio Oscar Pierre Bismuth il 21 ottobre. Fra le masterclass, quelle su produzioni come ‘Gomorra’ e ‘The Young Pope’, e quella con Renzo Arbore e Marisa Laurito sulla realizzazione di un varietà televisivo; tra gli incontri, ‘L’ amore sul set’, raccontato da Riccardo Milani e Paola Cortellesi, ‘Playing together’, con Giovanni Allevi, poi i mestieri del cinema, raccontati da Matteo Rovere, Paolo Genovese, Ferzan Ozpetek, Daniele Luchetti. Previste anche una notte della pubblicità al Cinema Quattro Fontane, una caccia al tesoro attraverso le location dei film, una maratona delle fiction all’Uci di Porta di Roma dal 22 al 27, eventi di moda e tanti incontri con gli youtuber. Infine, 1400 studenti della scuola di cinema ‘Roberto Rossellini’ realizzeranno un cortometraggio, sotto la guida di Pappi Corsicato. Il Paese ospite è l’India di Bollywood, industria cinematografica piú prolifica al mondo.
    A margine della presentazione, il presidente dell’Anica Francesco Rutelli ha dichiarato: “Rispetto all’anno scorso in sala il cinema italiano ha registrato al box office complessivo un +40%. Nel 2017 avevamo registrato invece un -50%, sul quale aveva pesato il mancato effetto Zalone. Nel 2017 c’è stato un tracollo del cinema italiano, si è parlato giustamente di anno nero. Quest’anno non è che le cose siano trionfali in generale, però certamente c’è una ripresa. I dati complessivi li daremo a fine anno. Quest’anno non avremo un titolo che ha fatto il boom ma una migliore distribuzione d’incassi nell’arco dell’anno grazie ai film, fra gli altri, di Sorrentino, Garrone o a ‘Come un gatto in tangenziale’. Ed altri titoli devono ancora arrivare, vedremo”.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: