Get a site

per grandi e per piccini (13)

  • La figura del conte Dracula è stata immortalata nell’immaginario collettivo dai romanzi di Bram Stoker e sembra, in effetti, a prova di decadimento od oblio. Per non parlare delle trasposizioni cinematografiche. Né è questa la sede per ricordare il conte Vlad III di Valacchia, che impalava turchi nel Quattrocento e sembra avere ispirato la figura letteraria… Quello che in questa sede si vuol comunicare è il suo ritorno in televisione, con una miniserie in tre puntate da 90 minuti ciascuna, scritta e creata da Steven Moffat e Mark Gatiss, prodotta dall’Hartswood Films (gli stessi della serie ‘Sherlock’) in co-produzione con BBC One e Netflix, da questi ultimi già annunciata. La serie è ambientata in Transilvania nel 1897 ed il conte Dracula s’ingegna ad architettare diabolici piani nella Londra vittoriana.
  • Dai romanzi di R.L. Stine è invece tratta la saga di ‘Piccoli brividi’, il cui secondo episodio sarà nelle sale cinematografiche giovedí 18 ottobre. Il malefico pupazzo da ventriloquo Slappy riesce a sfuggire da uno dei libri di ‘Piccoli brividi’, incompiuto e rimasto  nascosto a lungo, sfogliato accidentalmente da due ragazzi. I quali capiscono ben presto che devono fermarlo prima che distrugga la città.
  • Si tiene nella suggestiva cornice di WOW Spazio Fumetto la mostra ‘Mondo Puffo’, dedicata, come intuibile, ai simpatici ometti blu, alti suppergiú due mele o poco piú. I Puffi, come ricordato in altre sedi, nel 2018 compiono sessant’anni e la mostra ne racconta la Genesi e un po’ anche l’Esodo, da quando nacquero dalla fantasia di Peyo fino al successo dei cartoni animati degli anni Ottanta e ai film che abbiamo visto in sala, con relativi merchandising e puffomania. Come recita il comunicato stampa “dagli archivi della Fondazione Franco Fossati sono esposti giornali rari, tra cui l’originale del numero di Spirou con la primissima apparizione in assoluto (1958) e i numeri di Tipitì (1963) con la prima apparizione italiana ancora col nome di Strunfi, fino alle storiche storie pubblicate sui volumi cartonati e sul Corriere dei Piccoli dal 1964 e l’omaggio de Il Giornalino per i 50 anni: le origini, la storia editoriale, ma anche la musica e lo straordinario “linguaggio puffo” studiato addirittura dal grande Umberto Eco. Un percorso inedito e divertente per raccontare questi simpaticissimi personaggi e il loro universo pieno di magia e fantasia augurando tutti insieme “Cento di questi puffi!”.
  • ‘The A Girl’ è il titolo della nuova serie di Disney Channel entrata da poco in produzione. È scritta da Brenda Hampton, in collaborazione con l’organizzazione Autism Speaks; la protagonista è Zoe, un’adolescente affetta da autismo. Zoe sarà interpretata da Stacy Wiener; la sua migliore amica, già ragazza più popolare della scuola, sarà Daisy, nei cui panni si metterà Dora Dolphin; il fratello maggiore di Daisy si chiamerà Dwayne e sarà interpretato da Cameron Caulfield, quello minore sarà Henry, nel cui ruolo si calerà Noah Ziggy James. Faly Rakotohavana interpreterà Ian, un nuovo arrivato nella scuola della protagonista. La regia è stata affidata a Steven K. Tsuchida. Al momento la Disney ha ordinato il pilot, del quale non è ancora disponibile una data di trasmissione.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: