Get a site

spicchi d’arte tra baffi di storia (46)

  • Il film dedicato a Gian Lorenzo Bernini arriverà in sala il 12, 13 e 14 novembre, a ideale vernissage della stagione 2018 -2019 de ‘L’arte al cinema’, distribuita da Magnitudo insieme a Chili. ‘Bernini’, questo il titolo, è un film di Francesco Invernizzi, con Anna Coliva (direttrice della Galleria Borghese), il critico Luigi Ficacci, Andrea Bacchi; racconta l’artista attraverso la mostra che gli è stata dedicata alla Galleria Borghese di Roma, da novembre 2017 a febbraio 2018, grazie a riprese d’altissima qualità.
  • Anche Guillermo del Toro, nel suo piccolo, si cimenta con Pinocchio. Sarà, infatti, regista, sceneggiatore e produttore di un musical realizzato in stop motion, che costituirà anche la sua prima fatica nel cinema d’animazione. Il ‘Pinocchio’ di del Toro sarà ambientato in Italia negli anni Trenta; è una produzione di Guillermo del Toro, The Jim Henson Company (‘The Dark Crystal: Age of Resistance’) e ShadowMachine (‘Bojack Horseman’, ‘The Shivering Truth’, ospiterà la produzione animata in stop motion). Insieme a del Toro, il film verrà prodotto da Lisa Henson, Alex Bulkley di ShadowMachine, Corey Campodonico e Gary Ungar di Exile Entertainment. Blanca Lista sarà co-produttrice. Patrick McHale (‘Over The Garden Wall’, ‘Adventure Time’) ne scriverà la sceneggiatura insieme a del Toro. Mark Gustafson (‘Fantastic Mr.Fox’) si occuperà della regia assieme a del Toro, mentre Guy Davis sarà co-production designer, partendo dall’originale concezione dell’illustratore Gris Grimly del personaggio di Pinocchio. I pupazzi del film saranno realizzati da Mackinnon e Saunders (‘La sposa cadavere’).
  • Neanche a farlo apposta, si è saputo in queste ore chi sarà il Geppetto di Matteo Garrone, alle prese  anch’egli con il famoso burattino:Roberto Benigni. Sí, avete letto bene, l’attore che fu Pinocchio in un film tutto suo tornerà nelle pagine di Collodi per interpretare, questa volta, il falegname artefice del primo manufatto semovente della storia. Le riprese del ‘Pinocchio’ di Garrone inizieranno nei primi mesi del 2019: il film sarà interamente girato in Italia, tra Lazio, Toscana e Puglia; sarà una coproduzione internazionale Italia/Francia, prodotta da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, in associazione con Recorded Picture Company mentre le vendite internazionali saranno curate da HanWay Films. Sarà distribuito in Italia da 01 Distribution, in Francia da Le Pacte.
  • ‘L’elisir d’amore’ di Donizetti incontra i piú piccoli nella lodevole iniziativa ‘L’elisir d’amore per i bambini’; la celebre opera, infatti, riveduta e corretta, raggiungerà piazza della Scala in tram e, in questa versione rivisitata, intratterrà i piccini. È la quinta opera del progetto ‘Grandi spettacoli per piccoli’, dopo la ‘Cenerentola’ di Rossini, ‘Il flauto magico’ e ‘Il ratto dal serraglio’ di Mozart, ‘Il barbiere di Siviglia’ di Rossini. L’Elisir di Donizetti adattato ai minori sarà offerto in venticinque rappresentazioni, dal 3 novembre al 9 marzo, per la direzione di Pietro Mianiti, la regia di Grischa Asagaroff, le scene e i costumi di Luigi Perego, solisti e orchestra dell’Accademia.
  • Si tiene da sabato 27 ottobre 2018 a domenica 28 aprile 2019 la mostra dedicata a Jacovitti al Centro Saint Bénin di Aosta, a cura del vignettista Dino Aloi e di Silvia Jacovitti, figlia dell’artista, per la Regione Valle d’Aosta. Oltre 250 disegni originali, schizzi, vignette, tavole di fumetti e illustrazioni, con i personaggi indimenticabili e conosciuti quali Cocco Bill e Zorry Kid, e alcune chicche che si potranno vedere in originale per la prima volta, come le figurine realizzate nel 1954 per l’albo de ‘Il Vittorioso – Genti d’ogni paese’.
  • La mostra, ‘Mafalda la contestataria da 50 anni in Italia’ è curata, invece, da Ivan Giovannucci; è allestita al Museo Diotti di Casalmaggiore, in provincia di Cremona, dal 27 ottobre al 27 gennaio e sciorina cento strisce di Mafalda, ricavate dagli originali di Quino, realizzate tra il 1964 e il 1973, esposte  in Italia per la prima volta.  Le strisce, in facsimile d’alta qualità ricavati dalla versione originale in spagnolo, saranno accompagnate da un cartello con la traduzione in italiano. Abbozzata nel 1963 per la pubblicità di una fabbrica di elettrodomestici che rifiutò il progetto, Mafalda iniziò la sua vita a fumetti nel 1964, quando la sua prima striscia uscí sul settimanale ‘Primera Plana’ di Buenos Aires.
  • È dedicata ad Armando Testa, maestro della pubblicità italiana, la mostra “Tutti gli ‘ismi’ di Armando Testa”, ai Musei Reali di Torino, nelle Sale a pian terreno di Palazzo Chiablese, aperta dal 25 ottobre al 24 febbraio 2019. Da Carmencita e Caballero del Caffè Paulista di Lavazza all’ippopotamo Pippo della Lines, dagli sferici extraterrestri del pianeta Papalla creati per Philc all’ “uomo moderno” degli allegri manifesti della Facis, tutta l’arte di un uomo che non era soltanto un pubblicitario ma anche disegnatore, animatore e pittore. Centoventi opere selezionate da Gemma De Angelis Testa e Gianfranco Maraniello, direttore del Mart – Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto: dipinti, fotografie, manifesti, disegni, video con alcuni storici caroselli, sculture e oggetti di design prodotti dagli anni ’40 agli anni ’90 del Novecento. Opere che provengono dalla collezione personale di Gemma De Angelis Testa, mentre i video fanno parte della collezione dell’Agenzia Armando Testa.
  • Adriano Salani Editore (Gruppo editoriale Mauri Spagnol) pubblicherà il 3 dicembre l’edizione italiana della sceneggiatura originale del film ‘Animali fantastici. I Crimini di Grindelwald’, scritto da J.K. Rowling, che uscirà in tutto il mondo il 16 novembre (in Italia il 15), distribuito da Warner Bros. Ambientato nel magico mondo di J.K. Rowling, il secondo episodio della serie cominciata con ‘Animali Fantastici e dove trovarli’ si sposta da New York a Londra e poi a Parigi. Il libro conterrà la sceneggiatura integrale del film e presenterà un cast di creature magiche e personaggi già noti e anche di nuovi. L’ebook italiano dello screen-play originale sarà pubblicato da Pottermore, l’editore digitale globale del Magico Mondo di J.K. Rowling.
  • Radio Dimensione Suono arriva in televisione con Rds Social TV, canale già diffuso in streaming, adesso disponibile anche sul canale 50 dell’operatore satellitare Tivúsat. Lo streaming audio è accompagnato infatti da una serie di input visivi contestuali (immagini e video) tratti dai profili ufficiali Instagram e Facebook degli artisti presenti nella playlist RDS, opportunamente selezionati editorialmente per il pubblico della radio. Durante i talk show, le news e in tutti i momenti non musicali viene proposta una scelta di contenuti tratti da rds.it, dai profili social di Rds e degli speaker protagonisti delle varie fasce di conduzione.
  • La Siae è stata multata per abuso di posizione dominante; secondo l’Antitrust, almeno dal 1° gennaio 2012, La Società italiana autori ed editori è  “in violazione dell’art. 102 TFUE, articolato in una pluralità di condotte finalizzate a escludere i concorrenti dai mercati relativi ai servizi di gestione dei diritti d’autore non inclusi nella riserva originariamente prevista dall’art. 180 LDA, nonché a impedire il ricorso all’autoproduzione da parte dei titolari dei diritti, garantita dall’articolo 180, comma 4, LDA. Le condotte contestate nel provvedimento costituiscono una complessa strategia escludente che ha determinato, attraverso la pervicace affermazione di un monopolio non supportato dalla normativa, la compromissione del diritto di scelta dell’autore e la preclusione all’offerta dei servizi di gestione dei diritti d’autore da parte dei concorrenti”. In particolare, spiega ancora l’Antitrust, le condotte attraverso le quali Siae ha attuato la propria strategia escludente riguardano:
    a) l’imposizione di vincoli nell’offerta di servizi diversi tali da ricomprendere nel mandato relativo allo svolgimento dei servizi rientranti nella riserva legale esclusiva vigente fino al 15 ottobre 2017 anche servizi suscettibili di essere erogati in concorrenza, ostacolando la libertà dei titolari del diritto d’autore di gestire i propri diritti al momento dell’attribuzione, della limitazione o della revoca del mandato;
    b) l’imposizione di vincoli volti ad assicurare alla Siae la gestione dei diritti d’autore dei titolari non iscritti alla Siae, anche persino là dove questi ultimi avevano espressamente manifestato la volontà di non avvalersi dei servizi da essa erogati;
    c) l’imposizione di ostacoli nella stipulazione da parte degli utilizzatori – in particolare, emittenti TV nazionali e organizzatori di concerti live – di altri contratti di licenza d’uso delle opere con i concorrenti della Siae;
    d) l’esclusione dei concorrenti dai mercati relativi alla gestione dei diritti d’autore di repertori esteri. Ad esito dell’accertamento, l’Autorità ha ordinato alla Siae di porre immediatamente fine ai comportamenti distorsivi della concorrenza accertati e di astenersi in futuro dal porre in essere comportamenti analoghi.
    Inoltre, l’Autorità ha irrogato alla Siae una sanzione pecuniaria simbolica, pari a 1000 euro, in ragione del contesto entro cui si è realizzata la complessa strategia escludente accertata e, in particolare, il fatto che le condotte abusive sono state realizzate dalla Siae in mercati caratterizzati da una stretta contiguità con gli ambiti coperti dalla riserva vigente fino al 15 ottobre 2017, nonché della specificità e complessità della fattispecie di cui si tratta.
    La replica della Siae:
    Sebbene accompagnato da una sanzione simbolica di 1000 euro, è un provvedimento che non trova giustificazione nelle norme. Leggeremo e valuteremo con grande attenzione il testo. SIAE è certa di poter dimostrare che nessuna violazione o abuso abbia avuto luogo e che il suo operato è stato sempre rispettoso della Legge sul diritto d’autore e delle norme in generale, anche in materia di concorrenza. La Società Italiana degli Autori ed Editori ha mantenuto negli anni una leadership soprattutto grazie alla propria capacità di fornire servizi innovativi, conquistando la fiducia dei propri associati e degli utilizzatori dei suoi repertori”.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: