Get a site

dall’Emilia-Romagna, con amore

  • È particolarmente suggestivo che, nell’anno del centenario della nascita di Federico Fellini*, la sua caratteristica grafia, tondeggiante e tendente a destra, verso l’alto, sia diventata un set di caratteri, un vero e proprio font. Già anticipata la scorsa estate, la magia è stata presentata in via ufficiale alla LXXVII Mostra Internazionale del Cinema di Venezia; è stata realizzata dallo studio Cappelli Identity Design, che ispira anche il logo ed il concept dell’allestimento dell’Italian Pavilion. Emanuele Cappelli, Direttore Creativo di Cappelli Identity Design, ha avuto modo di studiare la grafia di Fellini dal vivo, attingendo a ben due scatole di lettere di Federico e Giulietta Masina, messegli a disposizione da Simonetta Tavanti, nipote proprio di Giulietta. L’occasione è gradita, peraltro, per informare i nostri lettori che martedí scorso abbiamo visto con piacere ‘Fellini degli Spiriti’ e, pur avendolo già anticipato, ci riserviamo di trattarne ancora in altra sede.
  • Domani, sabato 5 settembre, alle ore 21, al teatro Comunale di Modena sarà eseguita la Messa da Requiem di Gaetano Donizetti, preceduta alle 18 da una prova generale aperta al pubblico; domenica 6, tredicesimo anniversario della scomparsa di Luciano Pavarotti, alla Casa Museo del tenore si terrà il concerto ‘Pavarotti & Friends – Jam Session 2020’. Sono i primi appuntamenti promossi nell’ambito del progetto ‘Città del Belcanto’, fra l’anniversario della scomparsa (6 settembre) e quello della nascita (12 ottobre) del maestro, che abbraccia i diversi aspetti della sua eredità musicale. Nella jam session di domenica si esibiranno Arisa, Giovanni Caccamo e Lorenzo Licitra, oltre ad alcune giovani promesse del bel canto; alle giovani promesse, d’altra parte, è interamente affidata la Messa da Requiem di domani come pure il ‘Concerto per Luciano’, previsto il 12 ottobre per festeggiare il genetliaco di Pavarotti. Prosegue inoltre il progetto che nasce con l’intendimento di proporre le opere interpretate da Pavarotti in ordine di debutto; dacché la scorsa stagione sono già andate in scena ‘La Bohème’ e ‘Rigoletto’, il 14, il 16 ed il 18 ottobre sarà la volta de ‘La Traviata’.
  • Sempre a Modena, ma alla Fondazione Art Visive, si tiene dal 12 settembre al 10 gennaio la mostra ‘Anime Manga – Storie di maghette, calciatori e robottoni’. Realizzata a partire dai materiali conservati all’interno della Collezione Museo della Figurina, l’esposizione è focalizzata sul legame tra manga e anime, mettendo in evidenza sia i casi in cui i fumetti sono diventati serie televisive, sia, pur in un numero molto inferiore, i casi in cui è avvenuto il meccanismo opposto ed è stato il cartone ad ispirare il cartaceo. Kodomo, spokon, shōjo, shōnenKiss me Licia, L’incantevole Creamy, Occhi di gatto, Holly e Benji… suggestioni di sicuro interesse nel cuore e nel ricordo di grandi e piccini.
  • Sempre in Emilia, ma a Ferrara, l’Amministrazione comunale ha deliberato di dedicare l’ex palazzina Mof, in corso Isonzo, al progetto ‘Ferrara la città del cinema’, presentato anch’esso al Festival del cinema di Venezia domani, sabato 5 settembre. Il piano per la realizzazione della “filiera creativa” del cinema è stato presentato dai rappresentanti dell’amministrazione; essa consentirà a tanti giovani, dai 14 ai 30 anni, di studiare e imparare l’arte del cinema e di entrare in contatto con produzioni, registi e docenti di primo livello. Sono previsti il centro preformazione attoriale, la seconda sede della scuola d’arte cinematografica Florestano Vancini, gli uffici di comunicazione e marketing della filiera creativa e i corsi serali di cinema, aperti anche agli adulti. Nonché la sede della prima agenzia cinematografica della città, la ‘Vancini talent’, per la scoperta dei giovani virgulti. Come si ricorderà, la città degli Estensi è tutt’altra che parca nel dare alla luce Maestri del Cinema; basterà ricordare Michelangelo Antonioni, Florestano Vancini, Folco Quilici, i grandi documentaristi, Giorgio Bassani. Lo stesso Pupi Avati, che pure è di Bologna, è a Ferrara per le riprese de ‘Lei mi parla ancora’.

* Fellini nacque a Rimini, donde il titolo del post

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: