Get a site

cent’anni di Federico (2)

aggiornamenti 20 gennaio:

  • torna in edicola oggi, 20 gennaio 2020, ‘Io, Federico Fellini’. È il libro che la biografa Charlotte Chandler scrisse nel 1994, facendo sapiente uso di quanto il Maestro le aveva raccontato nell’arco di un sodalizio che era cominciato nel 1980 e che si sarebbe concluso solo nel 1993, l’anno in cui la Decima Musa decise di riconvocare il regista.
  • È stato emesso oggi il francobollo italiano che celebra i cento anni dalla nascita di Fellini. Il disegno è nello stile tipico del regista,  proviene dal “Libro dei sogni”, “un diario che il regista tenne dagli anni Sessanta fino al 1990 in cui ha annotato i suoi sogni sotto forma di disegni, un viaggio nella sua sconfinata creatività”. Il francobollo è valido per la posta ordinaria diretta in Italia; l’annullo speciale ”primo giorno di emissione” viene apposto negli uffici postali di Rimini e di Cinecittà Est a Roma.
  • il Commissariato per la partecipazione dell’Italia all’Expo 2020 di Dubai si unisce alle celebrazioni per il centesimo anniversario della nascita di Federico Fellini. Il simbolo iconografico del Commissariato italiano si veste sui social network con sciarpa e cappello, nell’inconfondibile stile del maestro. A partire dal 20 ottobre, durante i sei mesi dell’Esposizione Universale di Dubai, Padiglione Italia celebrerà il nostro cinema, Fellini compreso.  Nell’Innovation Hub che l’Italia porterà all’Expo, ci saranno spazi dedicati, eventi per grandi e piccoli e tante occasioni formative capaci di rappresentare al meglio le competenze e le eccellenze dei mestieri legati all’arte visiva, promuovendo così la filiera produttiva e occupazionale del settore.

Domani, 20 gennaio 2020, ricorre il centenario della nascita del maestro Federico Fellini, regista, sceneggiatore e fumettista che ha segnato la storia del cinema italiano e mondiale, cui abbiamo piú volte accennato.

  • C’è un libro per ragazzi, alcuni dicono un picture book, scritto da Federica Iacobelli, illustrato da Puck Koper, ispirato alla storia di Federico Fellini e Giulietta Masina. È intitolato ‘Giulietta e Federico’, è edito da Camelozampa e prende spunto dall’incontro avvenuto nel 1943 in radio tra Fellini e la futura moglie in occasione de ‘Le avventure di Cico e Pallina’, le storielle di due fidanzatini di cui lui era autore e lei doppiatrice; ‘Giulietta e Federico’ è un volo tra fantasia e realtà, nel quale i citati Cico e Pallina prendono i giovani lettori per mano e li accompagnano nella conoscenza di una delle storie d’amore piú belle della storia del cinema. È un’edizione ad alta leggibilità, con un carattere, EasyReading, adatto anche ai lettori dislessici. Si fregia del logo ‘Fellini100’.
  • Anche Daniel Pennac, nel suo piccolo, ha scritto un libro su Fellini: ‘La legge del sognatore’, pubblicato in Italia da Feltrinelli dopo opportuna traduzione di Yasmina Mélaouah.
  • Sky Arte (canali 120 e 400) e, in streaming, Now tv gli rendono omaggio alle ore 21.15, con un ritratto realizzato dal punto di vista del regista americano Wes Anderson, che ha rilasciato l’approfondita intervista al di fuori della promozione di un film per la prima volta in vita sua. Stimolato dal documentarista Francesco Zippel, Anderson ha ripercorso pensieri e ricordi del maestro romagnolo, narrati da Stefano Accorsi e accompagnati da una colonna sonora originale composta da Rodrigo D’Erasmo.
  • La città di Roma, dove i suoi sogni divennero realtà, omaggerà Fellini con numerose iniziative. Lunedí 20 gennaio al Cinema Nuovo Sacher ‘Fellini100’ proporrà una carrellata di titoli felliniani: ‘Lo sceicco bianco’; ‘I Vitelloni’, ‘Amarcord’, ‘8 ½’; il programma verrà replicato nella giornata di lunedí 27 gennaio con l’aggiunta della proiezione de ‘La dolce vita’. Il Cinema delle Province proietterà invece 8 ½ nelle giornate di mercoledì 22 e giovedì 23 gennaio. Il 20 gennaio sarà anche inaugurata la mostra fotografica ‘Federico Fellini, la mostra del centenario’, a cura di Simone Casavecchia, visitabile fino al 28 febbraio 2020 alla Biblioteca l’Angelica. L’esposizione si compone di trenta immagini di grande formato.
    A Cinecittà, all’interno della storica ‘Palazzina Fellini’, sarà inaugurata la mostra – installazione a carattere permanente ‘Felliniana – Ferretti sogna Fellini’. L’opera porta la firma dei premi Oscar® Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, il primo scenografo-artista-artigiano capace di dar corpo al mondo onirico di fellini, la seconda, sodale di vita e lavoro di Ferretti, scenografa e set decorator di fama internazionale. ‘Felliniana’ si inserisce nel percorso di ‘Cinecittà si Mostra’, il percorso espositivo permanente che permette al pubblico di visitare tutti i giorni gli Studi cinematografici di Cinecittà.
    All’Off Off Theatre, dal 21 al 26 gennaio 2020, sarà celebrato un vero e proprio ‘Processo a Fellini’, progetto di Mariano Lamberti (che ne firma la regia) e Riccardo Pechini, con Caterina Gramaglia e Giulio Forges Davanzati; al Teatro Lo Spazio, martedì 21 e mercoledì 22 gennaio, Francesco Sala (anch’egli regista) porta in scena ‘In viaggio con Fellini’: note ricordi, sue fantasie, calandosi nei panni del maestro e raccontandosi.
    La città natale, Rimini, ha poi predisposto una settimana abbondante di festeggiamenti, dal 19 al 26 gennaio. Ecco cosa comunica l’amministrazione comunale:

Le prove aperte del Maestro Ezio Bosso e della sua European Philarmonic Orchestra segnano l’inizio della intensa tre giorni di spettacoli, appuntamenti e festeggiamenti che compongono “Fellini 100. Un compleanno lungo un anno”, il ricco programma di eventi dedicati al Maestro riminese e che si svilupperà lungo tutto il 2020. Lunedì 20 gennaio, a un secolo esatto dalla nascita del regista riminese, la città omaggerà il Maestro con una grande festa di piazza che inizierà dalle 17.30, quando da Castel Sismondo, sede del futuro Museo Fellini, partirà un corteo variopinto guidato da figuranti e dalla musica dei Musicanti di San Crispino, a cui seguirà la sfilata dei bambini autori dei disegni dedicati ai sogni. Alle ore 18 il corteo giungerà in piazza Cavour con l’attesa esibizione del performer e illusionista dell’acrobazia di fama internazionale, Kai Leclerc, che proporrà lo spettacolo Fellini up side down. Attraverso sogni e memorie dei film di Fellini, il clown canadese famoso nel mondo per le sue passeggiate ‘capovolte’ ricorderà la fantasia e la magia del celebre Maestro. Ad intrecciarsi con i numeri di Leclerc le coreografie di Elisa Barucchieri, eccezionale danzatrice aerea che tra sfere dorate, figure circensi e acrobazie tra cielo e terra accompagnerà il pubblico in una dimensione onirica e magica. Al termine dello spettacolo appuntamento, alle ore 19, sempre in Piazza Cavour, per il taglio della Torta dei Sogni, una torta alta circa 2 metri realizzata dal maestro pasticcere Roberto Rinaldini, che ha reinterpretato il dolce più amato dal regista, creando la Zuppa inglese Fellini 100. Un dolce che sarà condiviso con il pubblico che sarà presente in piazza per la grande festa. E per coloro che giungeranno in piazza ci sarà un ulteriore regalo, un ricordo da conservare per una giornata speciale: a partire dalle 17, dalle mongolfiere che caratterizzano l’allestimento di piazza Cavour, saranno distribuite gratuitamente al pubblico le copie delle locandine realizzate per l’evento “Fellini 100. Un compleanno lungo un anno”. Le due immagini fanno parte della collezione di foto inedite dal set del film La strada, appartenenti alla collezione di Mauro Penzo, e che da domani, sabato 18 gennaio sarà possibile ammirare grazie all’esposizione curata da Claudio Balestracci allestita nelle stanze di Castel Sismondo all’interno della mostra ‘Fellini 100. Genio immortale’, nella sezione temporanea ‘Fellini open lab’. Castel Sismondo sarà anche set fotografico:dopo il successo riscosso nella notte di Capodanno, Enrico De Luigi tornerà ad allestire il suo set fotografico onirico, regalando il suo scatto, stampato al momento, a coloro che decideranno di posare davanti al suo obiettivo (dalle ore 16 alle 20). La giornata si chiuderà sulle note di Vince Tempera, il Maestro che al Teatro Galli dalle 21 dirigerà la SymphonItaly Orchestra e OLES di Lecce e del Salento per augurare “Buon compleanno Federico” attraverso l’esecuzione delle partiture originali dei temi musicali dei film più celebri del regista riminese. Sempre il 20 gennaio, dalle ore 10 alle 14, Castel Sismondo ospita l’annullo filatelico di Poste italiane, in occasione dell’emissione di un francobollo dedicato al centenario della nascita di Fellini. Preludio alla grande festa di lunedì 20, sarà domenica 19 gennaio la Conversazione su Fellini, un incontro al Cinema Fulgor per parlare del Maestro riminese attraverso i ricordi di alcuni protagonisti del cinema italiano, come Marco Bellocchio e Marco Tullio Giordana, che dialogheranno con il Direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli, moderati dalla nipote del Maestro, la giornalista Francesca Fabbri Fellini (ingresso libero). Sempre domenica, alle ore 18, le pattinatrici e i pattinatori della scuola “La paradaIce” si esibiranno, accompagnate dalla musica, in un volteggiante spettacolo di danza su ghiaccio. Sarà il preludio al grande appuntamento serale, che vedrà il debutto al Teatro Galli del Maestro Ezio Bosso, alla guida della European Philarmonic Orchestra in un programma che prevede musiche di Vivaldi, Mozart e Bethoveen. (…) In quest’anno speciale, anche il Grand Hotel di Rimini – uno dei luoghi simbolo della Rimini Felliniana – partecipa alle celebrazioni. Per tutto l’anno sarà possibile visitare il Grand Hotel, monumento nazionale dal 1994: il giardino, la hall, la sala Fellini e quella Tonino Guerra. Nell’hotel, 111 anni quest’anno, disegnato dall’architetto Paolo Somazzi, esempio raffinato de miglior Liberty europeo, fra colonne e stucchi originali, si va alla scoperta dei luoghi più amati da Federico e da Giulietta. Oltre ai corridoi è possibile vedere anche la suite Fellini, quella nella quale Federico riposava, separato da un salottino da Giulietta Masina, perché lei fumava ancora e Federico invece aveva smesso (per prenotazioni: 0541.56000)

  • A Milano, il Palazzo Reale ospiterà lunedí 20 ‘Ricordiamo Federico Fellini’, un importante convegno con la partecipazione degli eredi, degli amici e di coloro che hanno amato il regista riminese. Il convegno è promosso da Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale e C.O.R. Creare Organizzare Realizzare, vede la partecipazione dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, del Direttore del Palazzo Reale di Milano, Domenico Piraina, dei curatori delle mostre internazionali e della mostra di Palazzo Reale Milano, Vincenzo Mollica, Alessandro Nicosia e Francesca Fabbri Fellini, nipote del maestro, degli eredi Masina, degli amici e di coloro che hanno collaborato con lui. Il coordinamento scientifico del convegno è a cura di Maurizio Porro. Il comitato promotore è presieduto da Francesca Fabbri Fellini, composto dagli eredi e, tra gli altri, da Carlo Verdone, Pupi Avati, Nicola Piovani, Giuseppe Tornatore, Milena Vukotic. Palazzo Reale di Milano ospiterà anche la grande mostra ‘1920 – 2020 Federico Fellini. Un racconto’, visitabile fino al 15 novembre 2020, la prima che Milano dedica al regista. Nel corso dell’anno sarà anche realizzata un’esposizione itinerante dal titolo ‘Il Centenario. Fellini nel mondo’, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale e gli Istituti Italiani di cultura nel mondo. Tale ultima iniziativa vivrà dal marzo 2020 al marzo 2021, portando il mondo visionario del grande regista in dieci sedi internazionali, tra cui Mosca, San Paolo, San Pietroburgo, Toronto, Buenos Aires, Tirana, Berlino.
  • Come si ricorderà, il canale Cine34 di Mediaset (34 del dtt, 327 su Sky) coglierà l’occasione per cominciare le proprie trasmissioni, proponendo “Fellini 100”, una rassegna di otto film restaurati, tra i quali, programmati per ultimi, ‘Amarcord’ e ‘La Dolce Vita’. Alla stessa stregua di Iris, qualcuno dice in concorrenza, Cine34 pescherà nella library di Mediaset, che consta di 2672 titoli, dei quali 446 mai passati in televisione.
  • Dulcis in fundo, mio nipote L. compie vent’anni.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: