Get a site

Posts tagged “Expo

EX(POST?): forse resterà… la fotografia…

Molti s’interrogano su quello che rimarrà di Expo dopo le 17 di sabato quando, in simpatica coincidenza con il passaggio di “Spooky“, l’asteroide di Halloween*, gli espositori leveranno le tende. Pardon, smonteranno i padiglioni, per lasciare spazio alla cerimonia di chiusura seguita da radio e televisioni.

Quale il lascito? Quale il bilancio?

Secondo qualcuno l’Expo non si doveva nemmeno fare. È stato necessario nominare commissari straordinari, esorcizzare interessi diversamente culturali, completare padiglioni anche dopo la data di apertura…

La gran parte dei visitatori, stando ai sondaggi, si dice comunque soddisfatta, anche dopo ore di fila.

Nutrire il pianeta, energia per la vita. Tema delicato, in un momento in cui vengono criminalizzate le carni rosse e prospettato il consumo d’insetti. Il muscolo di grano, piuttosto.

I quotidiani (Repubblica) ci ricordano che (more…)


Cu-Cin-otta (2), ovvero dalla Cina con fulgore (3)

aggiornamento 31 luglio: Pechino ospiterà le Olimpiadi invernali del 2022.

Bolle speculative e andamento delle Borse a parte, la Cina è sempre attuale.

È attuale la bellezza, per esempio, che sarà premiata il prossimo 2 agosto al Casinò di Campione d’Italia; dodici fanciulle nate nella terra di Confucio ma residenti nel nostro continente, si contenderanno la fascia di “ragazza cinese piú bella d’Europa” nella finalissima di ‘Miss Chinese Cosmos Pageant’, concorso nato con l’intento di accorciare le distanze tra i cinesi che vivono sparsi per il pianeta.

È attuale Maria Grazia Cucinotta che, come già rivelato in un precedente post, ha visto nella Cina un terreno piú che interessante per investire; l’attrice e imprenditrice, peraltro madrina dei festeggiamenti per il primo anniversario del Cinecittà World, reciterà da protagonista nel film italo-cinese ‘Magic Card‘, girato a Pavia, nel ruolo di un’imprenditrice che difende il made in Italy in un complesso scenario che collega l’Expo di Shangai del 2010 con quello italiano (c’è di mezzo un traffico illegale di carte di credito…).

È attuale l’industria cinese dell’intrattenimento, comunque il suo interesse nello scacchiere internazionale: il Disney Shanghai Resort (more…)


immagine dell’Italia all’estero

How is seen Italy abroad? How about stereotypes on our Country in the mass media perspective? ‘Prima on line’ reported ‘Stereotypes frame perception of Italy- Italy‘s international media image, 1/2012-3/2015’, a search among the most interesting ones, in which Roland Schatz focuses our Country image, between prejudices and optimism, demonstrating as well that Renzi, as a leader, actually is in a rather marginal position. Hereafter, a summary of the search:
Come viene vista l’Italia all’estero? Come vengono vissuti gli stereotipi sul nostro Paese nella prospettiva dei mezzi di comunicazione? Prima on line ha ripreso ‘Stereotypes frame perception of Italy- Italy‘s international media image, 1/2012-3/2015’, studio tra i piú interessanti, nel quale Roland Schatz inquadra l’immagine attuale del nostro Paese, tra pregiudizi e ottimismo, dimostrando però che Renzi, come leader, è in una posizione alquanto marginale. Qui di seguito, un sunto dello studio:

(more…)


Disney per Expo: Foody e i suoi amici

Expo Show’ è la gradevole iniziativa con la quale Disney Italia e Studio Bozzetto accompagnano e anticipano l’Esposizione universale 2015, in partenza il 1° maggio a Milano. In onda da oggi sui canali Disney Channel e XD ma anche su disney.it e sul canale YouTube di Expo, ‘Expo Show’ è la serie animata a puntate che narra le gesta di Foody (mascotte ufficiale dell’evento) e dei suoi simpatici amici, che rispondono ai nomi di Rodolfo il Fico, Piera la Pera, Josephine Banana, Pomina la Mela, Gury l’Anguria, i Rap Brothers, Manghy il Mango, Arabella l’Arancia, Guagliò l’Aglio, Max Mais, Chicca la Melagrana e Julienne Zucchina.

Rodolfo il Fico ha alle spalle un’esistenza da viveur e dongiovanni, dalla quale vuole riscattarsi, tornando alla semplicità di vita; (more…)


awaiting Expo, ‘Italy’ as an increasing brand

Scandals a part, Expo 2015 will start on May Day, in Italy; it is seen as a very important opportunity to show to the world Italian potentialities and for reasoning on such a subject as the Food, given the ever larger number of human beings on the planet and the ever smaller amount of disposable resources.
Waiting for May, another interesting piece of information deserves to be taken into consideration: according to the search ‘Brand Finance Nation Brands‘, made in the view of the next Bologna Licensing Trade Fair, the only Italian trade fair in the field of licensing and development of products based on established brands and property, the brand “Italia” is growing. The second edition of the annual research “Brand Finance Nation Brands” has compiled a list of Nations with the brand stronger and appreciated around the globe. The search uses a range of data provided by major international institutions and organizations (the World Economic Forum, Oxford Economics, Bloomberg, IMD). The results for 2014 show the brand ‘US’ in first place, with a perceived value of 19.261 billion dollars; China is the second (6.352 billion dollars), followed by Germany (4.357 billion) and the United Kingdom (2.833 billion). As anticipated, Italy is the eleventh (1,289 billion dollars), gaining an increase of 24% respect of 2013. Immediately after our country, are the Russian Federation and Switzerland (both around 1.1 trillion). Taillights of the standings, Albania and Jamaica (both with less than 10 billion).

Scandali a parte, Expo 2015 inizierà il Primo maggio, in Italia; è vista come un’ occasione importante per mostrare al mondo le italiche potenzialità e ragionare su un argomento come il Cibo, dato il numero sempre maggiore di esseri umani sul pianeta e la quantità sempre minore di risorse disponibili.
In attesa di maggio, un’altra interessante notizia merita di essere presa in considerazione: secondo la ricerca ‘Brand Finance Nation Brands‘, realizzata per la prossima fiera del licensing di Bologna (BLTF), l’unica fiera italiana in materia di concessione di licenze e sviluppo di prodotti basati su marchi consolidati e di proprietà, il marchio “Italia” è in crescita.
La seconda edizione della ricerca annuale “Brand Finance Nation Brands” ha compilato una lista delle nazioni con il marchio piú forte e apprezzato a livello globale. La ricerca utilizza una serie di dati forniti dalle principali istituzioni e organizzazioni (il World Economic Forum, Oxford Economics, Bloomberg, IMD) internazionali. I risultati per il 2014 indicano il marchio ‘Stati Uniti’ al primo posto, con un valore percepito di 19,261 miliardi di dollari; Cina per la seconda (6.352 milioni di dollari), seguita da Germania (4.357 milioni) e Regno Unito (2.833 milioni). Come anticipato, l’Italia è l’undicesimo (1.289 miliardi di dollari), con un aumento del 24% rispetto al 2013. Subito dopo il nostro Paese, ci sono la Federazione russa e la Svizzera (entrambe a 1,1 miliardi). “Fanalini di coda” l’Albania e la Giamaica (entrambe con meno di 10 miliardi).

(more…)


cosa ci riserva il 2015 (2)

Il 2015, con buona pace di alcuni professori che vanno in televisione, è l’anno della Capra, segno orientale caratterizzato da istinto, creatività, inventiva, mitezza ma anche pessimismo.

Quanto agli appuntamenti cinematografici, si sono già ricordati quelli internazionali e si tratterà di quelli italiani (proprio oggi, per inciso, esce ‘Si accettano miracoli‘, con Alessandro Siani).

Quanto agli appuntamenti non esclusivamente cinematografici e alle ricorrenze d’ogni tipo, nel 2015: (more…)


Bronzi all’Expo? C’è chi dice no!

 “Al di là dell’Expo (…), la mia ferma contrarietà all’ipotesi che i Bronzi possano venire spostati da Reggio Calabria è motivata da serie preoccupazioni circa la conservazione di questi incredibili pezzi d’arte e di storia. Basta informarsi per venire a conoscenza dei dubbi degli esperti e dei pericoli ravvisati dalle perizie effettuate negli anni scorsi, quando le statue dovevano essere spostate in Sardegna per il vertice del G8. Ed è sufficiente aprire i giornali per leggere gli appelli del personale specializzato affinché non si vada a rischiare inutilmente un trasferimento, quando queste opere hanno svariati punti di fragilità e microfratture che rendono assai rischioso qualsiasi azzardo. Basterebbe il principio di precauzione o il semplice buon senso per portare a considerare come non ipotizzabile l’utilizzo dei Bronzi come sfondo per allietare lo sguardo dei visitatori che vorranno recarsi a quella che, in ogni caso, resta una fiera. Ma c’è un’altra ragione che mi porta a rifiutare l’ipotesi che questo vero e proprio simbolo della Calabria venga impacchettato e portato in Lombardia. Questa è l’estrema faciloneria con cui si dispone di un patrimonio che dovrebbe essere il punto di forza della nostra Regione. Una bandiera che, seppur temporaneamente, viene espropriata per ragioni che nulla hanno a che fare col nostro territorio. Io credo che si tratti dell’ennesima mancanza di rispetto che i calabresi e specialmente i reggini debbano subire. Il Museo della Magna Grecia riesce ad essere attraente, al momento, quasi esclusivamente per la presenza dei Bronzi di Riace. Ora, invece di aprire tutte le sale e renderlo un polo di attrazione per turismo e cultura, si vuole rimuoverne i pezzi più pregiati. Si tratta dell’ennesimo schiaffo al Sud. Mi sembra evidente che la sfida dell’Expo di essere un’opportunità di rilancio per l’Italia intera – eventualità cui peraltro noi del Movimento 5 stelle non abbiamo mai creduto – sia già stata persa in partenza. Ora spero solo che i cittadini e gli esperti possano far mutare idea ad una compagine di governo interessata solo alla scenografia di uno spot e non certo all’arte, alla cultura o ad un vero rilancio del Mezzogiorno.”

(more…)


Topostorie, dal Vesuvio con furore e molto piú

Esce oggi “Topostorie”, ultima creatura partorita dalla Disney Italia in casa Panini. “Topostorie” vive un po’ alla stessa stregua dei Grandi Classici Disney, delle Grandi Parodie Disney, dei Mega Almanacchi, dei Paperino Mese che hanno arricchito la nostra infanzia (e non solo Big Smile ): una storia inedita fa da fil rouge alle altre, ripescate dagli sterminati archivi di Paperopoli e Topolinia.

Per quanto riguarda questo numero, intitolato ‘Dal Vesuvio con furore‘, la storia nuova vede zio Paperone all’inaugurazione dell’Expo di Milano, alle prese con una pizza a forma di dollaro ideata per l’occasione da una certa Nonna Lia; tra le altre, ben sette, la riproposizione de ‘Zio Paperone e la fattucchiera’ (1961), con la quale il grande Carl Barks fece debuttare il personaggio di ‘Magica De Spell‘, noto in Italia come ‘Amelia, la strega che ammalia’.

Topostorie disney panini comics

NB: Nonna Lia della storia inedita (Marconi & Deiana) è proprio Amelia camuffata! Paperone non lo sa e…


un anno esatto all’Expo

Da oggi manca un anno esatto all’Expo 2015, che vedrà il nostro Paese in prima linea per sei mesi sulla tematica dell’alimentazione (per la precisione il countdown ufficiale è ancora a 366…).

Il conto alla rovescia comincia formalmente oggi, alle 19.30, in piazza Gae Aulenti, contestualmente all’apertura di una campagna d’informazione e sensibilizzazione sullo spreco e sull’emergenza alimentare (i cittadini che passassero da quelle parti potranno anche pesarsi per dimostrare, in linea con gli scopi dell’iniziativa, che “piú siamo piú pesiamo“). 

La televisione di Stato comincia a seguire l’evento alle 20.30, su Rai 1con la conduzione di Antonella Clerici; tra gli ospiti Enrico Bertolino, Ambassador ufficiale di Expo Milano 2015, Davide Oldani, don Gino Rigoldi e Andrea Bocelli che, insieme all’orchestra sinfonica della Rai, interpreterà alcune arie famose.

L’appuntamento con ‘Affari tuoi’, pertanto, salta una puntata.


Paris & Milan (per Natale/ à Noël/ for Christmas…)

Paris

Created with Nokia Smart CamCreated with Nokia Smart Cam

Created with Nokia Smart Cam

Created with Nokia Smart Cam

Created with Nokia Smart Cam

Created with Nokia Smart Cam

 

 

 

 

 

 

Milan

Created with Nokia Smart CamCreated with Nokia Smart Cam

Created with Nokia Smart Cam

Created with Nokia Smart Cam

two characters for Expo 2015

 

Created with Nokia Smart Cam

 

 

 

 

 

 

 

 


Rai Expo 2015: Milano – Roma solo andata?

Nelle ultime settimane la sede Rai di Milano è stata attraversata da numerosi tumulti perché, a quanto pare, l’Expo 2015 non sarà seguita dalla sede meneghina della Concessionaria di Stato ma da quella romana. C’è stata una levata di scudi, ovviamente padani d’origine controllata, da parte della Lega Nord ma a a protestare sono state anche le maestranze interne e altre realtà politiche.

Una manifestazione ha avuto luogo il 21 ottobre ultimo scorso davanti alla sede Rai di corso Sempione; cinquanta persone hanno espresso deciso disappunto verso la possibilità del ridimensionamento della sede, che ospita, tra gli altri, Fazio e Savino, ed il trasferimento nella capitale di Rai Expo, struttura dedicata, appunto, all’Esposizione universale del 2015.Secondo l’eurodeputato leghista Matteo Salvini, in particolare, il problema non si limita al trasferimento a Roma della direzione di Rai Expo ma riguarda anche, ad esempio, il trasferimento dei programmi sportivi, di Rai 5 e Rai Sport 2. Il leghista ha parlato di un vero e proprio processo di “svuotamento” della sede milanese e ha minacciato di esprimere le sue doglianze anche nelle sedi europee, a Bruxelles.

È argomento che la Lega Nord ha sempre avuto a cuore, almeno da quando Bossi voleva un canale a Roma, uno a Milano e uno a Napoli, ma d’analoga ispirazione, anche se da diverse provenienze politiche, si sono dichiarati il sindaco Pisapia, il consigliere Rai Antonio Verro e l’assessore alla Cultura Cristina Cappellini.

Il primo cittadino del capoluogo lombardo, in particolare, ha chiesto formalmente a viale Mazzini di rinunciare alla scelta di Roma e di collocare Rai Expo a Milano, anche a seguito della possibilità ormai sfumata di un Centro di Produzione nell’area di Rho-Pero.

Il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, giovedí 24 ha dichiarato che Rai Expo non sarà un canale ma una piattaforma, in grado d’integrare e coinvolgere televisione, radio, web e social network.

Quanto alla sede di corso Sempione, non c’è la minima volontà di chiuderla, semmai, al contrario,

di rafforzarla proprio in vista dell’Expo del 2015, evento per il quale c’è la massima attenzione”.


Disney per Expo 2015

MASCOTTE EXPO 2015

La mascotte per l’Expo 2015 sarà disegnata dai professionisti di Disney Italia, che cureranno anche lo sviluppo, la promozione e la commercializzazione dell’Intellectual Property dell’Esposizione Universale.

Lo ha annunciato il Commissario unico del Governo per Expo di Milano 2015 Giuseppe Sala lo scorso 26 settembre, nell’ambito di una conferenza stampa a New York.

La mascotte, una volta conferita di nome e generalità, simboleggerà il tema dell’Esposizione Universale ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’ e sarà ovviamente riprodotta nel merchandising, nei poster, nelle penne, nei calendari, nelle tazze, negli orologi che arricchiranno la quotidianità degli avventori e dei curiosi della manifestazione, a perenne e gradevole ricordo della medesima.

Giuseppe Sala ha ricordato che alla gara hanno partecipato moltissime aziende di prim’ordine nel settore dell’entertainment, e ha voluto ringraziare Disney Italia

“per il lavoro svolto e per il determinante contributo che darà al successo dell’Esposizione Universale con il personaggio che ha ideato”.

 La presentazione della mascotte avrà luogo a breve; se vi piace, chiamatela… Pasqual…

AGGIORNAMENTO DEL 15 DICEMBRE: LA MASCOTTE È STATA PRESENTATA E NON SI CHIAMA PASQUAL

(IL NOME LE SARÀ ASSEGNATO DAI BAMBINI, CON UN CONCORSO).

È ISPIRATA ALLE OPERE  PITTORE MILANESE ARCIMBOLDO, CHE DIPINGEVA RITRATTI UMANI FATTI DI VEGETALI ED È LEGATA AL TEMA CALDO DELL’EXPO, QUELLO DI NUTRIRE IL PIANETA.

ECCOLA:

MASCOTTE EXPO 2015

MASCOTTE EXPO 2015

rai Expo

COMUNICATO STAMPA È nata Rai Expo. Non un nuovo canale, bensì un progetto multipiattaforma che coinvolgerà Tv, radio, web e social media. Da oggi a maggio 2015 l’Esposizione Universale di Milano sarà protagonista della programmazione della televisione pubblica con approfondimenti, minifiction, giochi e applicazioni. A spiegare gli obiettivi dell’accordo firmato questa mattina nella sede di Viale Mazzini a Roma, il direttore generale Rai Luigi Gubitosi, il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala e in rappresentanza del governo il ministro per le politiche agricole Nunzia De Girolamo.

Il coordinamento della presenza di Expo Milano 2015 sui palinsesti delle differenti emittenti televisive, l’ideazione e la produzione di programmi ad hoc saranno affidati a una struttura di 10 professionisti Rai che si occuperà di declinare il tema dell’Esposizione, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, stimolando e mettendo a frutto azioni sinergiche con le differenti divisioni, da Rai Cinema all’editoriale Rai Eri. Della struttura faranno parte fra gli altri il vicedirettore generale Antonio Marano e il direttore di Rai News Monica Maggioni, che si avvarranno del contributo di alcuni autori come Carlo Freccero. Una commissione, composta da rappresentanti di Expo 2015 S.p.A. e da delegati Rai, si riunirà mensilmente per coordinare le attività.

(more…)


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: