Get a site

Posts tagged “Radio 1

la memoria e l’impegno. Anche in tv (2016)

Il 21 marzo, oltre a simboleggiare il risveglio della natura. simboleggia anche il risveglio della legalità, almeno da quando si è soliti celebrare la ‘Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie’; lo scorso 17 marzo, l’istituzione della ‘Giornata nazionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie’ è stata ratificata all’unanimità anche dal Senato della Repubblica, con 209 voti.
Organizzato dall’associazione Libera, quest’anno l’evento prende vita a Messina, città bella e meritevole di migliori destini; il titolo di quest’edizione, la ventunesima,  è ‘Ponti di memoria, Luoghi d’impegno.
Sarà letto un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti, alla presenza di vedove, di figli rimasti senza genitori o fratelli, di semplici cittadini vogliosi di onorare la memoria delle vittime; vi prenderanno parte le associazioni, la rete di Libera,  il terzo settore, le scuole, tutti i mondi che respirano (e fanno respirare) la legalità.
Nando Dalla Chiesa, Presidente Onorario dell’Associazione Libera e docente di sociologia della criminalità organizzata presso l’Università Statale di Milano, è stato anche ospitato, ieri, domenica 20 marzo, nella rubrica del TGR ‘RegionEuropa.
La programmazione televisiva vede la Rai impegnata in prima linea, d’altra parte, con due linee di programmazione e iniziative mirate anche sui social network: (more…)


la guerra dell’Italia

Oggi, 24 maggio 2015 alle ore 15 l’Italia osserva un minuto di silenzio. Cento anni fa, infatti, l’Italia sceglieva di entrare nel tunnel della Prima guerra mondiale, dal quale sarebbe uscita solo dopo il sacrificio di 650 mila caduti militari e 600 mila vittime civili.
Si partirà da Roma, dal cannone del Gianicolo; un salve d’onore, cui se ne aggiungeranno altri, in ventiquattro diverse città, presso i monumenti ai Caduti. Gli studenti delle scuole primarie recheranno, quale delicato ma simbolico omaggio, delle stelle alpine fatte di carta. Prevista l’emissione di quattro francobolli celebrativi e l’apertura gratuita dei Musei militari e dei luoghi della Memoria, fino al 2 giugno.
Negli stadi, si osserverà un raccoglimento particolare; i calciatori scenderanno in campo indossando una maglia fregiata della scritta “Ricorda“, dai versi di Giuseppe Ungaretti, la medesima al braccio di seicento podisti militari alle prese con la staffetta “L’Esercito marciava“.
Dal punto di vista comunicativo, l’importante ricorrenza è suggellata dalle seguenti iniziative: (more…)


la zampata di Leone

Carlo Conti condurrà il festival di Sanremo 2015. È cosa giusta e lo si può inferire dalla dichiarazione che il direttore di Rai 1, Giancarlo Leone, ha di recente rilasciato:

Dissi che ne avrei parlato entro un mese con Fazio per un nuovo progetto. L’ho incontrato e Fazio ha ritenuto di lavorare per un progetto ma non per il 2015. Devo ancora fare passaggi formali ma è ovvio che la prima scelta sarebbe stata ed è Carlo Conti. Gli ho chiesto un progetto e sono sicuro che l’anno prossimo lo faremo.”  (tvblog)

Leone, infatti, aveva una pole position ben precisa in mente, che avrebbe potuto essere sconvolta solo se si fosse fatto avanti Fiorello, per quello che secondo me avrebbe potuto essere#il piú grande Sanremo dopo Pippo Baudo”. Quanto a Conti, ha dichiarato di sentirsi ancora “un po’ frastornato” e che un po’ tutto è ancora in fase di definizione.

Fiorello, da par sua, tornerà in radio il 5 di maggio, su Radio 1, con ‘Fuori programma‘, alle 8.30 e alle 13.30 in replica. Aggiornamento: intervistato nuovamente da tvblog, Giancarlo Leone si è espresso con maggiore cautela:

“Non ci allarghiamo. Ho detto che Carlo è la mia scelta per il prossimo Festival; adesso Carlo ci penserà, farà un progetto, poi ci saranno alcuni passaggi formali, ma diciamo che è partita la macchina del Festival di Sanremo 2015; abbiamo rilevato il personaggio piú rilevante in questo momento, in grado di fare un bellissimo Festival. Siamo in una fase di partenza, però abbiamo voluto raccontare con trasparenza queste fasi. La prima fase è la volontà della rete di affidarlo a lui. Poi ci saranno altri passaggi.”


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: