Get a site

Posts tagged “Riccardo Tozzi

bilancio Mia e cortometraggi 2014

La Festa del Cinema di Roma si è conclusa ieri ed in questa sede si vuol riflettere su alcuni aspetti relativi al marketing e al management dell’audiovisivo piuttosto che sull’arte per l’arte.

È stata l’edizione che ha lanciato MIA, il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, che sicuramente sarà realizzato anche l’anno prossimo ed è stata anche la seconda edizione con l’Italian Film Boutique.

(more…)


i numeri (del cinema italiano)

Sono stati presentati al cinema Barberini di Roma i dati del rapporto “Tutti i dati del cinema italiano – Anno 2014”, commissionato da Anica e MiBACT. L’anno solare che ci ha lasciati ha visto la realizzazione di 201 pellicole (34 piú del 2013) e ben 194 di iniziativa italiana; gli investimenti sono passati dai 257,82 milioni del 2013 ai 270 del 2014 ma con minore incidenza di capitali esteri (solo 55 milioni a fronte dei 77 del 2013); le produzioni con budget al di sotto degli 800 mila euro sono passate da 80 a 112. Le coproduzioni, poi, sono scese da 29 a 21. Negli ultimi tre mesi del 2014 i nostri cinema hanno contato dieci milioni di presenze, tre- quattro tra maggio e luglio; il calo d’incassi al botteghino è stato del 7,1% e, secondo l’Osservatorio europeo dell’Audiovisivo, questo è sufficiente a rendere l’Italia la nazione in cui il decremento è stato piú grave (nei primi tre mesi di quest’anno la flessione è dell’8%).

In cauda venenum, non aiuta la programmazione televisiva. Nell’anno solare 2014, Rai 1 ha trasmesso in prima serata solo sette film italiani, Canale 5 sessantasei, Italia 1 otto, Rai 2 nessuno. Il presidente dei distributori Anica Andrea Occhipinti ha dichiarato: (more…)


le meraviglie del cinema italiano

Curatola porta fortuna e, avendo augurato a ‘Le Meraviglie‘ di Alice Rohrwacher la Palma d’oro a Cannes, il minimo che potesse capitare era il riconoscimento della giuria, il Grand Prix (quando Curatola riuscirà a portare fortuna anche a se stesso sarà una buona cosa).

La regista, sorella di Alba Rohrwacher, ha dichiarato che il conferimento della Palma “sarebbe stato troppo” e, da grande professionista, ha ringraziato chi le ha consentito di arrivare al podio.

È un gran periodo per il nostro cinema, d’altra parte; Riccardo Tozzi, presidente Anica, ha dichiarato che “il cinema italiano è il piú interessante d’Europa”, ricordando all’Ansa sia i riconoscimenti artistici come il Leone d’oro a ‘Sacro GRA’, l’Oscar a ‘La Grande Bellezza’ e il Grand Prix du Jury agli operosi imenotteri (api) de ‘Le Meraviglie’, sia i riscontri di botteghino.


pirateria? no, grazie!

Nell’ambito della medesima rassegna ‘Screenings Rai di Firenze che ha fatto da location al post di ieri sulle fiction Rai, l’amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco, con Marco Belardi di Lotus, Marco Gianani di Wildside, Benedetto Habib di Indiana, Riccardo Tozzi di Cattleya, Alessandro Usai di Colorado e Nicola Giuliano di Indigo hanno lanciato un grido d’allarme contro lo sfruttamento illegale dell’opera cinematografica:

«In Italia non abbiamo una legge antipirateria, che sottrae risorse gigantescheAltrove il problema è stato risolto. In Germania se scarichi illegalmente ti arriva una multa. In Francia, dopo un po’, ti sospendono la connessione internet».

Secondo Habib, grazie al download il «consumo di musica e video è centuplicato. Il tema è quindi remunerare il video on demand, facendo pagare il giusto, e modificare le finestre di distribuzione»; Usai aggiunge che  «per trasmettere film sulla televisione free bisogna attendere due anni, è un’eternità».

Gianani ha ricordato: «dobbiamo lavorare sulla qualità delle saleVai in sala in centro a Roma e l’offerta di cibo sono pop corn e caramelle. Abbiamo Eataly e vendiamo pop corn»; Tozzi che «la frequentazione delle sale all’estero aumenta, da noi non succedeIn Francia basta un anno per aprire una sala, in Italia servono 7 anni. Occorre rompere il terribile intreccio burocratico che c’è nel nostro Paese».

Del Brocco, a fronte di una riduzione complessiva degli incassi nel primo semestre, ha comunque sottolineato il buon andamento del cinema italiano, che ha raggiunto nello stesso periodo una quota di mercato del 31% contro il 26% dell’intero 2012 ed in particolare di Rai Cinema e 01 Distribution che, con il suo 22%, detiene il primato tra le case di produzione con il 22%. Risultato garantito, secondo l’ad, anche da film che hanno ottenuto buon successo all’estero, come La migliore offerta di Giuseppe Tornatore e Educazione siberiana di Gabriele Salvatores.


l’impegno di Mediaset

Nel biennio 2012-2013 Mediaset investirà nell’audiovisivo italiano oltre 335 milioni di euro*, 235 nella fiction e 100 nel cinema. Le serate di fiction alla fine del 2012 saranno 75, 95 lungo tutto il 2013. Anche gli investimenti aumenteranno: da 110 milioni di euro del 2012 a 125 nel 2013.
Il polo produttivo di Centovetrine è stato confermato nella sua attività e sono già 23 i film italiani contrattualizzati con Medusa, per un valore di oltre 100 milioni di euro.

Questo in un comunicato stampa con il quale il gruppo del Biscione ha risposto alle dichiarazioni che il presidente dell’Anica, Riccardo Tozzi, ha rilasciato a Cannes.
Quanto ai titoli delle fiction, si sa che dovrebbero essere pronte per il prossimo autunno la quarta stagione di ‘Squadra Antimafia‘ (dieci puntate), la quinta de ‘I Cesaroni‘ (sedici puntate), la terza de ‘L’onore e il Rispetto‘, la terza di ‘Ris Roma‘, ‘Il Clan dei camorristi‘ (otto puntate), ‘Pupetta Maresca‘ (quattro puntate) e ‘Ultimo – L’occhio del falco‘ (due puntate). Sono inoltre in corso le riprese di ‘Come un Delfino 2′ e in procinto di partire quelle relative alla seconda stagione de ‘Il tredicesimo Apostolo‘ e ‘Benvenuti a tavola‘.

* esclusi i programmi di intrattenimento


piazza Fontana secondo Giordana, Kassovitz secondo Placido

Inizieranno a maggio le riprese de ‘Il romanzo della strage*, film che intende ricostruire i fatti di piazza Fontana, su ispirazione del libro “I segreti di Piazza Fontana”, di Paolo Cucchiarelli.

Il commissario Luigi Calabresi sarà interpretato da Kim Rossi Stuart, affiancato da quello che il produttore  Riccardo Tozzi ha già definito un “supercast”.

Marco Tullio Giordana ne curerà la regia e, insieme a Stefano Rulli e Sandro Petraglia, la sceneggiatura.

Anche Michele Placido, nel suo piccolo, continuerà a raccontare episodi di cronaca nera.

Le guetteur’ (Il cecchino) vedrà il primo ciak in Francia, il 27 giugno, e sarà basato sulla sfida tra il commissario Auteil e Kassovitz, che uccise tutti i poliziotti accorsi sul luogo delle sue rapine.

Il regista ha già parlato di un budget milionario e della speranza di avere nel cast Monica Bellucci e Raoul Bova.

* titolo provvisorio


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: