Get a site

Posts tagged “web tv

poltrone di pelle, nastri d’argento, globi d’oro

  • Buon lavoro, Eleonora Andreatta! Siamo sicuri che dal passaggio a Netflix arriveranno nuovi stimoli, a interessante prosieguo di quanto fatto in Rai per venticinque anni! Buon lavoro anche a Fabrizio Ferragni, direttore del nuovo canale in inglese, e a Luca Mazzà, responsabile del nuovo canale istituzionale che, senza andare in contrasto con Rai Parlamento, seguirà i lavori di Camera e Senato. I due canali sono stati istituiti la settimana scorsa con un voto unanime dal Consiglio d’amministrazione ma se ne parlava da tempo. 
  • In bocca al lupo, ovviamente, alle produzioni che ripartono! Dalla nuovissima ‘La Fuggitiva’ alla ben rodata ‘L’Allieva 3’, da ‘Che Dio ci aiuti 6’ a ‘il Paradiso delle signore’, da ‘la Compagnia del Cigno’ a ‘Rocco Schiavone’, da ‘Un passo dal cielo’ a ‘Il commissario Ricciardi’, dalla tradizionale ‘Un posto al sole’ a ‘Buongiorno mamma’, da ‘Mina Settembre’ a ‘Leonardo’, da ‘Tutta colpa di Freud’ a ‘Suburra’, da ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ a ‘Luce dei tuoi occhi’, da ‘Doc’ ad ‘Anna’, di Niccolò Ammaniti.
  • La Hollywood Foreign Press Association ha deciso di rinviare la cerimonia dei Golden Globes del 2021 per le preoccupazioni legate alla pandemia. Piuttosto che a gennaio, come inizialmente previsto, la cerimonia si terrà il 28 febbraio, trasmessa dalla Nbc. Condurranno Tina Fey e Amy Poehler.
  • Gli italianissimi Globi d’Oro, invece, assegnati ogni anno dall’Associazione della Stampa Estera in Italia, saranno consegnati il 15 luglio, con una cerimonia on line. In data 30 giugno è stato comunicato l’elenco dei finalisti, le cosiddette “terne”. A contendersi il riconoscimento per la Migliore Regia: Giorgio Diritti con ‘Volevo nascondermi’, Matteo Garrone con ‘Pinocchio’, e Damiano e Fabio d’Innocenzo con ‘Favolacce. Come Migliore Opera Prima la giuria ha selezionato ‘Picciridda’, che segna l’esordio di Paolo Licata. I volti femminili in corsa come Miglior Attrice sono Valeria Bruni Tedeschi per ‘Aspromonte, la terra degli ultimi, Marta Castiglia per ‘Picciridda’ e Paola Lavini interprete di ‘Volevo nascondermi’; per il Miglior Attore, in gara Elio Germano per ‘Volevo nascondermi’, Pierfrancesco Favino per ‘Hammamet’ e Luca Marinelli per ‘Martin Eden’. Da Nevia viene scelta Virginia Apicella, premiata come Giovane Promessa. Per il Premio alla Miglior Colonna Sonora selezionati Marco Biscarini per ‘Volevo nascondermi’, Pericle Odierna per ‘Picciridda’ e Nicola Piovani per ‘Aspromonte, la terra degli ultimi. Per la sezione Miglior Fotografia, Matteo Cocco con ‘Volevo nascondermi’, Nicolaj Bruel per ‘Pinocchio’ e Stefano Falivene per ‘Aspromonte, la terra degli ultimi’. Per la Miglior Sceneggiatura, Giorgio Diritti, Tania Pedroni, Fredo Valla autori di ‘Volevo nascondermi’; Damiano e Fabio D’Innocenzo per ‘Favolacce’ e Paolo Licata e Catena Fiorello di ‘Picciridda. La statuetta per la Miglior Serie TV vede candidati ‘L’amica geniale 2’, ‘Diavoli’ e ‘The New Pope’. Il Gran Premio della Stampa Estera quest’anno verrà assegnato a Carlo Poggioli, costumista di fama mondiale.  Si aggiunge quest’anno anche la categoria Miglior Commedia: in lizza ‘Tolo Tolo’ diretto e interpretato da Checco Zalone, ‘Odio l’estate’ con il trio Aldo Giovanni e Giacomo guidati da Massimo Venier e ‘7 ore per farti innamorare’, di e con Giampaolo Morelli. A fine post, l’elenco completo delle candidature.
  • Sarà assegnato alla ‘Leonardo DiCaprio Foundation’ ed al regista e produttore premio Oscar Fisher Stevens l’Ischia social cinema Award assegnato dal Global Film & Music festival. Come ognun sa, Leonardo DiCaprio è attivista di lunghissima data nella salvaguardia dell’ambiente; con il suo amico Fisher ha co-prodotto ‘And We Go Green’, lungometraggio sulla Formula E diretto da Stevens e da Malcom Venville.
  • Al gigantesco Vittorio Storaro sarà invece conferito un Nastro d’Oro, a suggellare il suo primo mezzo secolo di grande cinema internazionale. Oggi, 24 giugno, ricorre il Suo ottantesimo genetliaco e l’occasione è particolarmente felice per formulargli i migliori auguri. I Nastri d’Argento (ma anche quelli d’Oro) saranno consegnati il 6 Luglio a Roma, al Museo MAXXI, con diretta su Rai Movie. Laura Delli Colli, Presidente del Sngci, ha (more…)

brevi dai media (21)

  • Una delle ricorrenze di quest’anno, al momento greve, per la verità, di eventi luttuosi, è il settantesimo anniversario dell’introduzione, nel nostro Paese, della forma repubblicana. Rai Cultura, come le compete, presenta ‘L’Italia della Repubblica’, venti documentari introdotti da Paolo Mieli, con la consulenza storica di Giovanni Sabbatucci e la partecipazione di Michele Astori. Un viaggio nella storia del Paese, dal “risorgere della democrazia” alla “preparazione del nuovo assetto dello Stato”. Su Rai Storia, dal 22 aprile, alle 21.30. (⇐Ansa)
  • Dopo MacGyver, Xena, Baywatch e i Ghostbusters torneranno anche i Power Rangers, i coloratissimi giovanotti che difendono la Terra dagli invasori alieni. Nel nostro Paese sono arrivati negli anni Novanta, su Italia 1 ma stavolta bisognerà andare a vederli al cinema; sarà un film, infatti, nelle sale americane il 24 marzo 2017, a raccontarci cos’è successo esattamente a quei cinque studenti della città di Angel Grove. Secondo le fotografie apparse sul settimanale People, ad interpretare i giovanotti saranno Naomi Scott (Kimberly, il ranger rosa), Dacre Montgomery (Jason, il ranger rosso), Ludi Lin (Zack, il ranger nero), RJ Cyler (Billy, il ranger blu), Becky Gomez (Trini, la ranger gialla). (⇐Kataweb)
  • Secondo i dati elaborati da Geca Italia nello scorso mese di marzo per l’Autorità garante nelle comunicazioni, Matteo Renzi è apparso in televisione per ben 84 minuti (1 ora e 24 minuti) al giorno, tra edizioni principali dei telegiornali e programmi di approfondimento. Un record che sbaraglia tutti i politici ma anche personaggi che fanno la televisione per lavoro, come (more…)

Il popolo del web deve sapere!

Oggi
“l’Autorità italiana proporrà nuove regole a tutela del diritto d’autore in Internet (molto fiscali) e sulle web-tv.
Le web-tv – nella bozza di regolamento in esame – sono gravate di una “tassa d’ingresso” alla loro nascita (pari a 1500 euro) mentre le web-radio ne pagherebbero 750. Peraltro le web-tv verrebbero equiparate alle emittenti televisive, quanto ad obblighi di legge.
Mentre i commissari di minoranza aprono anche questo fronte, battono un colpo Paolo Gentiloni (del Pd) e Vittorio Rao (Udc). “Ci auguriamo – scrivono i due parlamentari – che l’Autorità eviti di appesantire la Rete con regole limitative e velleitarie sul diritto d’autore. Non è accettabile che la tutela del copyright nell’era di Internet sia demandata a un semplice regolamento amministrativo, ispirato a una logica restrittiva, senza coinvolgere il Parlamento e senza un vero confronto pubblico. Non è giusto imporre alle Web Tv, ancora, una tassa assurdamente punitiva”.”

                                                                                                                   da Repubblica.it


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: