Get a site

Posts tagged “Reggio Calabria

il digitale delle due Sicilie (5)

Con le operazioni di oggi, 4 luglio 2012, il processo di digitalizzazione della penisola è considerato concluso.

La provincia oggetto di switch off è Palermo ma in tutta Italia sarà opportuno risintonizzare decoder e tv con decoder integrato in seguito ad alcuni cambiamenti che riguardano i multiplex (mux per gli amici).

In particolare:

  • IRIS abbandona il multiplex Mediaset 2 e passa sul mux MDS 4;

  • MEDIASET EXTRA lascia il mux Mediaset 4 e rimane solo sul TIMB 1;

  • LA5 lascia il TIMB 1 e rimane visibile sul MDS 4;

  • MEDIASET ITALIA 2 lascia Rete A 1 e passa sul TIMB 1;

  • FOR YOU lascia il multiplex Mediaset 5 e passa sul mux Rete A 1; 

  • COMING SOON lascia il Mediaset 2 e passa sul MDS 5;

  • DISNEY CHANNEL +1 lascia il Mediaset 5 e rimane visibile solo sul MDS 1;

  • PREMIUM CALCIO HD1 esce dal mux Mediaset 1;

  • PREMIUM CALCIO HD2 viene ribattezzato “PREMIUM CALCIO HD” rimanendo sul MDS 5.

Ancora per poco si vedranno alcune frequenze dei canali genenalisti Mediaset accompagnati dalla dicitura “PROVVISORIO”. Posizionati sul mux Mediaset 2, verranno rimossi per lasciare spazio a quelli in HD.

Chi scrive è inoltre a conoscenza di alcuni problemi tecnici ancora irrisolti: se un telespettatore del Molise ha chiesto aiuto ai blog perché nella sua regione la TV non si vede affatto e se un’amica di Cagliari afferma che è così anche da lei dal 2008, ci sarà qualcosa ancora da chiarire!

Per quanto attiene alla provincia di Reggio Calabria, ad esempio:

  • le reti Mediaset si vedono a tratti, in alcuni momenti della giornata non si vedono affatto (meglio Italia 2 di Canale 5);

  • La 7, La 7 D, MTV sono scomparse (su La 7 HD c’è un disclaimer che annuncia l’imminente ripresa delle trasmissioni in alta definizione ma, al momento, non ci sono né le une né le altre e sul 7 c’è un canale locale); 

    AGGIORNAMENTO DEL 5 LUGLIO: IN SIMPATICA MA CASUALE  COINCIDENZA CON LA FIRMA DI SANTORO PER LA 7, LE EMITTENTI DEL GRUPPO TELECOM ITALIA MEDIA SONO RIDIVENTATE VISIBILI
  • un editore di Reggio Calabria denuncia l’attribuzione di una frequenza in conflitto con un’emittente siciliana.

Per non parlare delle frequenze ancora da assegnare, dei cinque mux in cerca d’assegnatario e dell’ultrabanda prevista per il 2015.

Dopo il salto, la Numerazione LCN nazionale (aggiornata a oggi, 4 luglio 2012): (more…)


il digitale delle due Sicilie (4)

Lo switch off a Reggio Calabria ha avuto luogo venerdí scorso ma la situazione nello Stretto è ancora fluida.

A causa di alcuni fattori geografici, la provincia di Reggio è illuminata da ripetitori posizionati sia vicino Scilla che nei pressi di Cariddi, dunque in Calabria come in Sicilia, ed è anzi diffuso accorgimento dei reggini orientare l’antenna verso la terra di Pirandello per ricevere il maggior numero possibile di frequenze (ovviamente le emittenti locali e nazionali che trasmettono su Reggio hanno dei ripetitori anche sull’altra sponda!).

Le emittenti, inoltre, stanno ancora ottimizzando il passaggio al digitale e si consiglia di risintonizzare il decoder anche piú volte al giorno, per essere sicuri di avere le frequenze aggiornate (oggi non sono previste operazioni perché gioca l’Italia ma domani sarà delicato perché è previsto un secondo passaggio, contestuale allo switch off di Enna, Caltanissetta, Catania, Siracusa e Ragusa).

Sono arrivati Mediaset Italia 2, TGCOM 24, Cielo… Mancano però all’appello La 7, La 7D, MTV e altre realtà.

La situazione si stabilizzerà nelle prossime settimane, in attesa di quel 4 luglio in cui tutte le operazioni previste per il nostro Paese saranno finalmente concluse.

In alternativa, c’è sempre tivùsat 


la piazza di Rheghion

piazza Italia (piazza Vittorio Emanuele II), Reggio Calabria

Reggio Calabria, in greco  Ρήγιoν, venne fondata nell’VIII secolo avanti Cristo e fu una delle città piú importanti della Magna Grecia.

Una delle piazze piú significative delle sue origini è tornata a nuovo splendore e consente di tuffarsi nelle vestigia originali del periodo greco. In realtà,

“frutto di lunghi anni di intensa attività di ricerca, ciò che è stato rinvenuto è l’intera stratigrafia della città di Reggio dalle sue origini greche fino al periodo precedente il terremoto del 1783, che vide il completo riassetto della pianta urbana della città. I resti del Corso principale della città, percorsi dai re di Napoli, poi delle Due Sicilie, quindi da Giuseppe Garibaldi, sono ancora visibili alla sommità dello scavo”

(il sindaco).

piazza Italia (piazza Vittorio Emanuele II), Reggio Calabria

piazza Italia - Reggio Calabria

Alla domanda se non fosse possibile rendere trasparente tutto il complesso, senza dover scendere dalle apposite scalette,  mi è stato risposto negativamente.

I lavori saranno completati entro l’anno ed è previsto il completamento della pavimentazione.


la Scossa (cinematografica) di Reggio e Messina

Era il 28 dicembre 1908, le 5 del mattino. Mia nonna aveva cinque mesi.

Un tremendo terremoto – maremoto devastava le due città di Reggio Calabria e Messina in modo esiziale, catastrofico. Nei manuali di storia, nei francobolli e nei discorsi da bar è ricordato come ‘terremoto di Messina’ ma tale denominazione è, come intuibile, erronea perché non tiene acconto di quanto avvenne sulla sponda calabrese.

Esce oggi nelle sale di Roma e della Sicilia, dopo il passaggio fuori concorso alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, il film collettivo ‘Scossa’, prima grande ricostruzione cinematografica del sisma, composta a otto mani da Ugo Gregoretti, Carlo Lizzani, Citto Maselli e Nino Russo, autori dei quattro brevi film che compongono l’opera.


ingegneri, vil razza dannata?

Aggiornamento 24 aprile 2018: il Tribunale di Reggio Calabria ha condannato a 3 anni e 6 mesi di carcere il progettista del palco Franco Faggiotto ed il coordinatore della sicurezza per l’esecuzione dei lavori Sandro Scalise; condannato a un anno e otto mesi il rappresentante legale della F&P Group, Ferdinando Salzano, a un anno e sei mesi il patron della Italstage Pasquale Aumenta e l’ex dirigente comunale Marcello Cammera. È stato assolto Maurizio Senese, promoter locale del concerto, mentre per un altro imputato, Gianfranco Perri, coordinatore della progettazione nominato dalla Esse Emme Musica, è stato dichiarato il non doversi procedere per sopravvenuta prescrizione. Per la madre, Paola Armellini, il giudice ha disposto il risarcimento di duecentomila euro, un po’ meno rispetto ai trecentocinquantamila che gli imputati avevano offerto alla prima udienza. La madre del rigger, ritenuto “esperto”, ha sempre rifiutato chiedendo alla Procura di far presto per scongiurare la prescrizione. 

“Gli ingegneri sono una razza maledetta dal Signore”

un docente un tempo ascoltato*

Laura Pausini sa di poter contare sulla nostra solidarietà, cosí come la famiglia della vittima, lo si è detto anche con riguardo all’incidente di Jovanotti.
È davvero il tempo, però, di fare qualche riflessione seria sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, con particolare riguardo, visto il caso, alle strutture che si usano nel mondo dello spettacolo.
Qualcuno potrebbe attribuire la responsabilità di quanto accaduto agli ingegneri o ai progettisti, facendo leva sui luoghi comuni e affermando, ad esempio, che le immagini trasmesse dai mezzi di comunicazione fanno vedere una struttura che sembra piegata su se stessa, come a causa di un peso superiore a quanto potesse sopportare. Altri pensano a un cedimento del pavimento o a un errore umano.
Chi scrive non può architettare ipotesi. Sarà chi di dovere ad accertare cosa davvero è avvenuto.
Il PalaCalafiore di Reggio Calabria è un impianto nuovissimo, che si è sempre rivelato all’altezza degli spettacoli piú ambiziosi e degli eventi piú complessi:

anno evento
1991 Sting in concerto
1991 Stadio in concerto
1992 e 1996 Claudio Baglioni in concerto
1993 Vasco Rossi in concerto
1995 Pino Daniele in concerto
1995 – 1998 Zucchero in concerto
1995 Luca Carboni in concerto
1997 Litfiba in concerto
1997-1998-2001-2004 Biagio Antonacci in concerto
1997 – 1999 Ligabue in concerto
1997 – 2005 Jovanotti in concerto
1997-1999 883 in concerto
1998 Fabrizio De André in concerto
1998 Francesco De Gregori in concerto
1998 Articolo 31 in concerto
2000 Lunapop in concerto
2001 Capodanno su Rai 1
2002 Renato Zero in concerto
2002, 2005, 2009, 2012 Laura Pausini in concerto
2004 Notre Dame de Paris opera musicale
2005 Mark Knopfler in concerto
2005 Franco Battiato in concerto
2006 Gigi D’Alessio in concerto
2006 Roberto Benigni lettura della Divina Commedia
2007 Deep Purple in concerto
2011 Gianna Nannini in concerto
2011 Checco Zalone in concerto

* il suo pensiero, non so in che misura condivisibile, era che gli ingegneri, soprattutto se specializzati in Gestionale, Civile o Logistica, siano degli sprovveduti. Si salverebbero solo, in parte, i laureati in Ingegneria elettronica.


l'umanità di Melchionda

“Congratulazioni e grazie per averci inviato un lavoro di così alta qualità”

“L’umanità scalza”, del reggino Americo Melchionda, ha vinto la Menzione d’Onore al prestigioso Los Angeles Movie Awards e la citazione in alto a destra riprende fedelmente il comunicato dell’istituzione (in inglese suona  “The barefoot humanity” ma il significato è identico). L'umanità scalza, Maria-Milasi e Michele Lombardo

Si tratta di un cortometraggio realizzato interamente nella provincia di Reggio Calabria, per la regia di Americo Melchionda, che lo interpreta pure, assieme a Maria Milasi, a Michele Lombardo, Alessio Bonaffini, Alessio Praticò e Piero Molina (sceneggiatura dello stesso Melchionda ed Emanuele Milasi, fotografia di Antonio Scappatura, musiche originali di Luigi Sgamba dei Kalamu e di Antonio Aprile). 

Una donna torna in Calabria dopo quindici anni di assenza e trova tutto immutato, come fuori dal tempo. Il suo miglior amico vorrebbe non partisse più, un’antica ferita si riapre…

Michele Lombardo, al suo esordio davanti alla macchina da presa, è atleta dell’associazione polisportiva Andromeda ed è stato scelto per rappresentare l’Italia nelle gare di nuoto alle Special Olympics 2011 di Atene.

 

Milan sullo Stretto

Dopo l’apertura, l’anno scorso, di una sede  Scuola Calcio Milan a Reggio Calabria,  la squadra rossonera, campione d’Italia, torna in Calabria per gli adidas Milan Junior Camp (SimeriCZ – dal 3 al 24 luglio).
Si tratta di un’iniziativa bellissima, oggetto d’interesse e approfondimento durante l’esperienza fatta in Logoi comunicazione.
L’adidas – Milan Junior Camp (meglio noto come Milan Junior Camp) è uno degli obiettivi più importanti di AC Milan, che vuole valorizzare il calcio nelle sue potenzialità educative, al di là di ogni fanatismo. Nasce infatti per trasmetterne ai giovani i valori più autentici dello sport: la lealtà, il rispetto, il gioco di squadra e il divertimento. Andare ai Milan Junior Camp significa vivere una vacanza sportiva, sana, sicura, divertente e formativa, all’insegna del calcio.
Il Milan, forte di un’esperienza maturata in più di cento anni di storia e di successi sportivi, ha tra i suoi primi obiettivi la diffusione e la promozione del calcio a livello mondiale, non solo in virtù dell’amore per questo gioco ma anche e soprattutto per contribuire a trasmetterne  valori ai giovani.
 I giovani partecipanti al camp vengono guidati e allenati dai tecnici rossoneri, nella prospettiva di poter essere visionati in un secondo momento a Milanello.
Info sui siti ufficiali.

niente cellulite e molta celluloide

Un esercito di quaranta ragazze, scelte da una rosa di oltre quattromila tra quante, in tutto il mondo, hanno in comune italico DNA, sarà a Reggio Calabria il prossimo 4 luglio. In tale data e in tale location avrà infatti luogo la finale di Miss Italia nel Mondo, con la conduzione di Elisa Isoardi e Pupo (su Rai 1).

Venerdì e sabato scorsi, come da questo blog anticipato, si è  inoltre tenuto il Reggio Calabria Film Fest 2011 (settima edizione), che ha visto le seguenti premiazioni:

  •  Silvio Orlando alla carriera;

  • Kim Rossi Stuart: premio Raf Vallone ;

  • Pupi Avati: premio ”Città di Reggio Calabria”;

  • Giuseppe Gagliardi: Premio Mediterranea;

  • Peppe Voltarelli: Premio Musica Città del Mediterraneo (il compositore ha colto l’occasione per difendere l’origine filologica di ‘Onda calabra’);

  • Anita Caprioli: Premio Leopoldo Trieste (l’attrice è interprete di ‘Corpo Celeste‘, film interamente girato in Calabria).

Nell’ambito della kermesse, si è parlato anche di Tatanka con Giuseppe Gagliardi e Peppe Voltarelli, de ‘Il mercante di stoffe’, di Sebastiano Somma (prossimamente in tournée teatrale con ‘Il giorno della civetta’), de ‘L’umanità scalza’, di Americo Melchionda, della figura di Vittorio Gassman. È stato inoltre proiettato il gradevole ‘Vorrei vederti ballare’, con Adriana Toman, Giulio Forges Davanzati, Giuliana De Sio, Gianmarco Tognazzi e Alessandro Haber.


una proposta toponomastica

Esulo oggi dagli ambiti professionali per dare spazio ad un’ istanza che riguarda Umberto Zanotti Bianco, figura tra le più nobili del XX secolo, che si prodigò con tutte le sue forze, arrivando a trascenderle, per il progresso umano e civile, aiutando in prima persona le genti colpite dal disastroso terremoto del 1908, fondando innumerevoli istituzioni educative e umanitarie, ponendo in essere numerose iniziative di solidarietà e cultura. (more…)


big Luciano!

“Oggi sarebbe uno dei big,
se non avesse fatto per tanti anni il dirigente!”

Mike Bongiorno, a Telemania (!)

La Corrida (che torna su Canale 5 l’anno prossimo, nda) nacque da una mia idea: proposi a Corrado di condurre un programma in cui la gente poteva esibirsi cercando di prendere il pubblico per le corna, come un toro, per conquistarlo. Corrado era perplesso, preferiva un varietà, ma io riuscii a convincerlo!

il protagonista del post, in un’intervista

Riflettevo nei giorni scorsi sui conduttori e sui personaggi del piccolo schermo ancora in auge, tra quelli della prima generazione. 
E ho pensato, tra gli altri, ad un signore nato a Reggio Calabria il 14 luglio 1932.
Vincitore di un concorso in Rai nel ’54, è passato da Parole mie a Tappeti volanti, da “Chiamate Roma 3131” a “Il sabato del villaggio” e molto altro, spiccando anch’ egli il salto da mamma Rai alle private, Telemontecarlo/La7, Odeon, Canale Italia. 

Negli anni ’70 ricoprì cariche dirigenziali, a parziale explicatio, se non excusatio della gaffe bongiorniana.

Mena vanto d’esser stato sposato da san Pio da Pietralcina.

Si chiama Rispoli. Luciano Rispoli.

Luciano Rispoli

Luciano Rispoli

 NB: il presente post è indipendente da contingenze storiche così come da finanziamenti occulti…


la mano (cinematografica) dell'uomo

Il dibattito cinematografico è sicuramente incentrato sulle nomination all’Oscar e sul festival di Berlino, manifestazioni che fanno stare un po’ tutti in trepidante attesa.   


Con riguardo agli Oscar, Emanuela Marrocco di Castelli animati segnala ai suoi friends che due dei cinque nominati alle preziose statuette per il miglior cortometraggio d’animazione sono già stati premiati all’edizione 2009 del festival di cui è organizzatrice e al quale anch’io ho collaborato: A Matter of Loaf and Death di Nick Park, Premio Speciale della Giuria e “The Lady and the Reaper” di Javier Recio Gracia, Premio speciale Virus.

 In occasione del mio 34° compleanno vorrei segnalarvi anche un terzo appuntamento, una manifestazione forse periferica, ma ormai istituzionale, irrinunciabile: il Reggio Calabria Film Fest. 

  Si tratta di eventi che dimostrano come la mano dell’uomo, quando rivolta al Bene, sia sempre capace di esprimere valori significativi, che ci fanno sperare nel futuro, al di là delle manate di fango che talvolta il male lascia cadere.

 


due bronzi e molto più!

I Bronzi di Riace, com’è noto, sono due magnifiche e celeberrime sculture bronzee, imperituro motivo di vanto per la città dello Stretto.

Non è questa la sede per ribadire la loro pregevolezza o le caratteristiche specifiche del loro pregio, anche in considerazione degli studi che hanno messo in risalto come le due sculture in origine fossero, se possibile, ancora più belle.

Avevano due elmi corinzi, n’è prova la forma delle teste e delle acconciature, avevano lance appoggiate alle spalle e tenute con indice e medio, come ancora oggi i boy scout usano con i loro alpenstock.

Avevano degli scudi, n’è chiaro indizio l’attaccatura visibile attorno al braccio.

Di recente il ricercatore vibonese Giuseppe Braghò, autore di ben due saggi sui Bronzi e i loro misteri editi da Pellegrini, ha portato avanti alcune affascinanti e suggestive ipotesi.

Sostiene il Braghò che, nel 1972, al momento del ritrovamento delle due statue, lo scudo di uno dei bronzi fu portato a Roma, venduto ad esponenti della criminalità in un ristorante e infine rivenduto all’incaricato di un importante museo americano, che l’avrebbe pagato seimila dollari (mannaggia, pare ne avessero chiesti venticinquemila!)

All’opinione pubblica si fece credere che scudo e lancia fossero scomparsi.

Un elmo finì forse nelle mani di un archeologo, ma su tale aspetto il Braghò non è ancora in grado di sbilanciarsi.

Inoltre, dulcis in fundo, i bronzi erano forse tre!

Sulla scomparsa dello scudo e della lancia è attualmente in corso un’indagine dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Artistico, coordinata dalla Procura della Repubblica di Locri.

Una donna, incontrata dal Braghò nel corso delle sue ricerche, sarebbe stata testimone del ritrovamento dei reperti e del loro furto, pare che il suo racconto sia agli atti dei carabinieri.

L’ex ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli aveva manifestato interesse verso il problema e desiderio di trovarvi soluzione.

Nei giorni scorsi si è espresso anche il ministro Bondi.

Concludo il post con alcuni, ulteriori segnali di speranza:

  1. il sangue versato dai martiri produce frutto. Oggi, proprio a Locri, sono previste manifestazioni in ricordo dell’onorevole Francesco Fortugno, il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria barbaramente trucidato tre anni fa;
  2. come avrete saputo dai media nazionali, due pericolosi capicosca sono stati arrestati;
  3. è stato scoperto un villaggio neolitico sull’A3, tra Scilla e Gioia Tauro;
  4. l’A3 sarà ultimata nel 2013;
  5. il ponte sullo Stretto sarà percorribile dal 2016 (garantisce Pietro Cucci, presidente della società Stretto di Messina);
  6. un amico mi chiedeva di citare l’associazione Attendiamoci, lo faccio volentieri. Già sul nome “Attendiamoci” si potrebbe ragionare a lungo…

bergamotto, che sorpresa!

Oggi gli interessi professionali e il gossip di settore cederanno il passo a una nobile causa, che peroro a difesa di una grande verità, non di un interesse specifico.

Si tratterà del bergamotto, (Citrus bergamia Risso) agrume che viene coltivato, a livello mondiale, quasi esclusivamente nella fascia costiera di Reggio Calabria. (more…)


Reggio Estate 2008

Come sapete, sono sempre ben lieto di trattare le iniziative che riguardano la mia città natale. Ieri è stato presentato il programma degli eventi estivi, a conferma di una tradizione ormai consolidata:

21 luglio-24 agosto Rtl 102.5 (il 21 ospite Gianluca Grignani)
11-13 luglio Latin festival
16-26 luglio Mtv
17 luglio Cuore Siulp
18-20 luglio Festival musica africana
23 luglio Duran Duran
25 luglio Italia dei porti
25-31 luglio Rassegna internazionale cinema digitale
3 agosto Alberto Fortis

4 agosto Marco Masini
4-7 agosto Eco Jazz
8 agosto Leda Battisti
13 agosto Roccella Jazz
14 agosto Finale regionale Miss Muretto
19 agosto Pooh

28 agosto, Giusy Ferreri, Aram Quartet e Tony di X factor
29 agosto Novecento in concerto
13-16 settembre Feste Patronali
18 settembre The look of the year
21-28 settembre Raduno Marinai d’Italia
29 settembre Miss amaranto

il 13 settembre,  la Notte bianca

Per le info istituzionali, potete inoltre cliccare qui


Greggio sullo Stretto

Ezio Greggio sarà oggi a Reggio Calabria, mia città natale, per registrare sei puntate di “Veline in tour 2008”.

A Reggio Calabria : Veline in tour 2008

Mi duole non poter presenziare ma mi consola il fatto che potremo vedere in TV magnifiche fanciulle muoversi leggiadre in una location di tutto rispetto!


dalla Calabria

Continuano a destare preoccupazione le sorti dell’Hospice di Reggio Calabria, la struttura “che accoglie pazienti affetti da malattie evolutive in fase avanzata e che necessitano di cure volte al controllo dei sintomi, al miglioramento della qualità della vita, al sostegno psicologico e spirituale” (dal sito). L’interessamento delle istituzioni, peraltro suffragato dalla sensibilità dei cittadini, è ancora lungi dal dare garanzie concrete.

Mercoledì sera ci sarà uno spettacolo al teatro Cilea, il cui incasso sarà devoluto alla causa.

La bella stagione è comunque iniziata e porta con sé anche cose positive, un buon numero di iniziative culturali e gradevoli eventi.

È on line da qualche giorno, per esempio, il programma di Catona Teatro.


la frisiniana commedia

Marco Frisina è noto compositore di musiche e canti per le funzioni religiose cattoliche.

 Se andate sul suo sito istituzionale, www.marcofrisina.com, potete avere adeguato affresco della sua produzione, che va dalla discografia liturgica a quella cinematografica. 

Di recente si è dato anche al musical.

 La sua Divina Commedia è una trasposizione teatral – musicale del poema dantesco, i colori e i caratteri della letteratura acquisiscono nuova energia grazie al canto e alla rappresentazione scenica.
I maligni, che vedrebbero bene sul suo sito anche la funzione “Imposta questo salmo come suoneria del cellulare”,  vedono in tale elaborazione un progetto un po’ ad usum delphini, mosso dall’intento poco filologico, semmai filocattolico, di togliere a Dante l’energia della sua originalità a vantaggio di un messaggio forzato.

colti al volo

La puntata di domani di Fornelli in piazza è stata realizzata a Reggio Calabria, mia città natale.

Sebbene non sia presente la mia persona, ve ne consiglio la visione:11.40 su Rete 4.

Domenica, festa della Mamma, vi ricordo le azalee per la ricerca contro il cancro.


liberazioni

La Rivolta di Reggio  scoppiò nel capoluogo calabrese nel 1970. Viene normalmente definita come una rivendicazione del diritto della città ad essere capoluogo di regione, che venne poi attribuito a Catanzaro.

Non si esclude che le ragioni di fondo siano state anche altre, più complesse.

 

Liberarsi – Figli di una rivoluzione minore, racconta l’indagine che Pietro, giornalista d’origine calabrese ormai affermatosi in Canada, svolge alla scoperta delle vere ragioni della morte del padre, scomparso proprio nel periodo della rivolta e a causa di questa.


sogni

I maestri Pupi e Antonio Avati sono intervenuti alla presentazione ufficiale del film “Con rabbia e con sapere”, di Demetrio Casile, tenutasi all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.
Pupi Avati si è detto commosso per la bellezza della storia e ha affermato che è molto bello esista ancora
“una Calabria capace di sognare”.

politici alla riscossa

Elezioni 2008:

Fini è stato a Reggio Calabria lo scorso 16 marzo;

Giovanardi mercoledì 26;

Veltroni  venerdì 28 alle 11;

Bertinotti sempre venerdì, ma alle 19.30;

Boselli e Scajola domenica 30;

1° aprile incontro con Buttiglione;

2 aprile Cicchitto

11 aprile battute conclusive di Nucara, Versace e altri esponenti PdL


cinema sullo Stretto, cartoni nella baia

Oggi, alla Casa del Cinema di Roma a Largo Marcello Mastroianni,
verrà presentata la quarta edizione del Reggio Calabria Film Festival,
Reggio Calabria Film Fest 2008

Reggio Calabria Film Fest 2008

organizzato dalla

(16 – 19 aprile).

Invece a Salerno, dal 10 al 16, ci sarà Cartoons on the Bay


Cartoonist si diventa. Anche in Calabria.

Sabato scorso è stata inaugurata Reggio Comix, accademia del fumetto e dell’animazione, unica realtà di questo genere in Calabria e tra le pochissime al Sud.

MORE INFO


consigli per le feste

Temo mi sarà difficile aggiornare il blog in questo periodo, considerate dunque il Pasquale Curatola World chiuso per ferie fino a nuove comunicazioni.

Non mi rimane che formularvi i migliori auguri per queste festività, nella speranza che alla felicità che deriva dalla materia si accompagni quella, più concreta, che deriva dallo spirito.

Consentitemi adesso qualche consiglio:

  • Per eventuali emergenze relative ai regali, vi ricordo che i miei libri sono sempre on line, alla sezione “Attività letteraria”, in alto,, nel menu;
  • Il 25 sera Rete 4 manderà in onda un concerto dal duomo di Reggio Calabria;
  • Il 27 dicembre si festeggia san Giovanni, il primo ad affermare che il Logos si è fatto carne. Se avete fatto il classico, o volete cimentarvi con la lingua di Omero (il greco), cercando magari una scelta diversa da quella ufficiale della chiesa cattolica, potete divertirvi a ritradurre il vangelo di san Giovanni dall’originale, lo riprendo in calce a questo post.

Per il resto, non mi resta che ribadire gli auguri piú sinceri.

 

vangelo secondo Giovanni in greco


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d bloggers like this: